Design






 
 
 

Condizionatori d’aria SAMSUNG: comfort, design e tecnologia in primo piano

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Tutti i vantaggi dei climatizzatori d’aria Samsung

La primavera è finalmente arrivata ed è il momento di preparare l’ambiente domestico al caldo che seguirà con l’estate, attrezzandoci di un condizionatore d’aria in grado di assicurare il giusto comfort anche durante le alte temperature estive.


I condizionatori d’aria fissi, split o multi-split, si compongono di un compressore che va collocato all’esterno della casa e da uno o più unità da posizionare all’interno per rinfrescare i locali. 


La maggior parte dei modelli di condizionatori d’aria che si trovano in commercio sono dotati di tecnologia Inverter, che permette di risparmiare energia e di ridurre considerevolmente il rumore e le vibrazioni attraverso il controllo dinamico della velocità del compressore.
Gli apparecchi di ultima generazione, infine, non solo sanno garantire il clima ideale, ma sono provvisti filtri speciali che deodorano l’ambiente, disattivano gli agenti allergenici, ed eliminano i batteri, hanno effetti disinfettanti ed antivirali.

I condizionatori d’aria SAMSUNG di ultima generazione, facilmente acquistabili on line ad un prezzo vantaggioso su Cr-edilizia, sono un vero e proprio elemento d’arredo di design dotati di particolari tecnologie innovative in grado di garantire il massimo comfort e benessere in ogni stagione.


Tutti i vantaggi dei climatizzatori d’aria Samsung

Tutti i vantaggi dei climatizzatori d’aria Samsung

Funzione Autoclean. Si tratta di un meccanismo di filtraggio in grado di trattenere polveri e agenti esterni, evitando così che possano raggiungere gli ambienti domestici. Una funzione che permette inoltre al condizionatore split Samsung di durare più a lungo nel tempo.

Funzione DRY. Moltissimi modelli, soprattutto quelli di ultima generazione, come i condizionatori split AR9000 oppure i modelli 12000 BTU,  consentono di rimuovere l’umidità presente nella stanza. Come sappiamo l’uso prolungato dei condizionatori d’aria può creare alcuni problemi di salute, come raffreddori, difficoltà respiratorie, tosse, quindi la scelta ideale è quella di acquistare un condizionatore che disponga della Funzione DRY e quindi in grado di deumidificare l’ambiente.

Produzione di calore. I climatizzatori Samsung di ultima generazione sono utili non solo per raffreddare, infatti, grazie all’unità inverter producono aria fresca d’estate ma anche aria calda d’inverno, il tutto senza grossi consumi di energia elettrica.


Massima silenziosità.  I nuovi condizionatori Samsung sono estremamente silenziosi. Il modello AR9000, ad esempio, grazie ai soli 16 decibel di rumore è la scelta ottimale per chi soffre molto il caldo e non può fare a meno di dormire lasciando il condizionatore acceso per tutta la notte.

Funzioni Wifi.  Si tratta di una soluzione tecnica innovativa che consente di gestire e regolare la temperatura di un ambiente anche quando si è fuori casa, attraverso una speciale app da scaricare nel proprio smartphone, tablet o pc. 


Tutti i vantaggi dei climatizzatori d’aria Samsung

Estremamente facile da utilizzare, grazie al comando in remoto è possibile gestire meglio i consumi termici e decidere a che ora far partire i condizionatori. Per ridurre gli sprechi energetici è inoltre disponibile online un programma che avvisa su quanta corrente elettrica si sta usando.  

Telecomando. Ogni apparecchio Samsung è dotato di un telecomando per programmare il funzionamento del proprio split.  Si tratta di un prodotto resistente e facile da utilizzare, anche per i meno “tecnologici”.


Tutti i vantaggi dei climatizzatori d’aria Samsung

Un motivo in più per scegliere un condizionatore Samsung? L’azienda è da sempre molto attenta all’ambiente ed è per questo che gli ecologisti hanno giudicato positivamente i condizionatori Samsung.

Tags: ,

 
 

Salone del mobile 2017

Pubblicato da blog ospite in Design, GiCiArch

Schermata 2017-04-04 a 12.18.01

Da oggi, 4 Aprile, fino a Domenica 9 sarà possibile visitare il Salone del Mobile di Milano, al Rho Fiera Milano, arrivato alla sua 56esima edizione. Si tratta di un grande evento del settore arredo, sono presenti oltre 2000 espositori. Gli eventi collaterali sono tantissimi e tutti come tema hanno proprio l’abitare in tutte le sue sfacettature e stili, da quello classito al più attuale.

L’apertura agli operatori del settore sarà tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, il pubblico potrà entrare sabato e domenica negli stessi orari.

Da vedere Euroluce, la biennale dedicata al settore illuminazione, Il SaloneSatellite che celebra i nuovi talenti, Workplace3.0, lo spazio dedicato all’ufficio.

Si tratta di un appuntamento must del settore, dove è possibile trovare le ultime novità e innovazioni del design riaffermando il ruolo di capitale del design di Milano.

Ecco una selezione di alcuni prodotti che saranno i protagonisti di questa edizione del Salone del Mobile.

Da Euroluce


Lampadario Tato Flower Power- VG – VGnewtrend

Schermata 2017-04-04 a 11.58.51

Lampada da tavolo Aella di Leucos, design Toso & Massari

Schermata 2017-04-04 a 12.01.14

Lampada da parete Kool di Ideal Lux . Applique realizzata in vero cemento, posizionato su una struttura metallica interna.

Dal Salone del Mobile

Schermata 2017-04-04 a 12.05.25

Poltroncina Chignon di Luca Pevere per Gebrüder Thonet Vienna GmbH (GTV)

Schermata 2017-04-04 a 12.07.35

Madia Dama di Citco

Schermata 2017-04-04 a 12.09.06

Poltroncina Carmen di Very Wood disegnata in collaborazione con l’architetto Matteo Thun

Schermata 2017-04-04 a 12.10.43

Mensola Nubila di B-line

Schermata 2017-04-04 a 12.11.38

Tavolino Ninfea di Daa Italia

Schermata 2017-04-04 a 12.12.57

Divano Lovely Day di Désirée del Gruppo Euromobil

fonti:

http://www.cosedicasa.com

http://www.repubblica.it

http://www.platform-ad.com/it/salone-del-mobile-2017-milano-capitale-del-design-dal-4-al-9-aprile/

Tags: , ,

 
 

L’outdoor di Barcellona a Palazzo Isimbardi

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Inspired in Barcelona: in & out

Dai più celebri parchi pubblici, vere e proprie oasi di ristoro e di cultura immerse nella città, al curatissimo lungomare, sino alle monumentali piazze ritagliate nel tessuto gotico o alle vivaci ramblas: gli spazi aperti di Barcellona hanno tipologie poliedriche e sono arricchiti da altrettante soluzioni che ne enfatizzano ulteriormente il carattere. Ispirati al tessuto urbano e alle esigenze derivanti dalla sua modalità di utilizzo, i prodotti per l’outdoor saranno tra gli importanti interpreti della creatività catalana nella mostra “Inspired in Barcelona: in & out”, in programma a Palazzo Isimbardi durante la Milano Design Week e organizzata da Catalonia Trade & Investment e BCDBarcelona Centro de Diseño


Inspired in Barcelona: in & out
Inspired in Barcelona: in & out
Inspired in Barcelona: in & out

Il prestigioso design di Kettal, le linee di tendenza di BD Barcelona Design e Mobles 114, le lanterne portatili di Marset, Metalarte e Santa & Cole, i vasi di Livingthins e Numbered, insieme ai tappeti firmati da Nanimarquina tracciano infatti un percorso evocativo che mescola suggestioni artigianali a tecnologie e interpretazioni contemporanee


Inspired in Barcelona: in & out
Inspired in Barcelona: in & out

L’allestimento progettato da Emiliana Design Studio ricrea, nel cortile interno, la sintesi di una “plaça” affollata, ma anche di un intimo patio ricavato in un’abitazione. Non mancano, inoltre, nell’esposizione, anche complementi come portabottiglie, giochi come tavoli da calcetto o nidi per gli uccellini.    


Inspired in Barcelona: in & out
Inspired in Barcelona: in & out

L’outdoor selezionato per la mostra “Inspired in Barcelona: in & out”  è quindi molto più di una seduta, di un tavolino da bar o di una lanterna e si compone di episodi unici che, nel loro insieme, celebrano il meglio del design e del lifestyle di Barcellona.     

Inspired in Barcelona: in & out

Palazzo Isimbardi

Corso Monforte 35

Dal 4 al 9 aprile, dalle 10 alle 19 


Tags: ,

 
 

Milano Design Week: gli appuntamenti da non perdere in zona Sant’Ambrogio e in Triennale

Pubblicato da blog ospite in Design, VDR Home Design

Cominciamo la settimana carichi: inizia la Milano Design Week e bisogna programmare bene gli eventi. Oggi vi porto in zona Sant’Ambrogio.

English version >>http://bit.ly/2oNYOAE

………

Anche quest’anno ci siamo, la Milano Design Week sta per cominciare. È vero, quest’anno è un po’ in anticipo rispetto al solito, ma diciamo che Pasqua ha avuto la meglio.

Io però un mesetto fa vi avevo avvertito e avevo cominciato a raccontarvi qualcosa di questo Salone (e Fuorisalone) del Mobile 2017: va bè, se ve lo siete persi potete andare a questo link.

Diciamo che questo post era solo un assaggio, concentrato principalmente sulla Fiera. Se però come me non siete amanti del Salone (però non ditelo a nessuno), ma preferite girare a zonzo per Milano, i post di questa settimana sono per voi.

Ho scelto alcuni appuntamenti a cui spero proprio di andare, interessanti per gli spunti di riflessione proposti e per i pezzi in esposizione. Ma anche perché in questi luoghi si mangerà e berrà come si deve 🙂

Perché siamo sinceri: la settimana del Design è anche un’occasione per divertirsi e godersi la nostra amata Milano.


Il design è uno stato a sé. E Milano è la sua capitale. @iSaloniofficial
Condividi il Tweet


SI COMINCIA: 2 APPUNTAMENTI DA NON PERDERE IN ZONA SANT’AMBROGIO

Vi dirò la verità: tanti impazziscono per zona Tortona (che mi piace e di cui vi parlerò nei prossimi giorni), però il posto d’onore nel mio cuore ce l’ha zona Sant’Ambrogio.

Innanzitutto per tutti gli edifici storici meravigliosi che potrete vedere anche solo passeggiando per le strade del quartiere. Monumenti che testimoniano una Milano Romanica forse poco conosciuta.

Proprio in uno di questi splendidi luoghi c’è il quartier generale della zona: la corte dell’ex-convento di S. Vittore, numero 49.

Proprio qui avrà luogo per tutta la settimana DOUTDESIGN, giunto ormai al suo 5° anno. I protagonisti sono i designer under 35 e le startup innovative del settore.

Un occhio di riguardo come sempre a sostenibilità sociale ed ambientale: il ciclo di vita dei materiali e dei prodotti, l’impatto ambientale della produzione sono temi cari agli organizzatori.

I giovani designers sono i prescelti in quanto maggiormente in confidenza con le nuove tecnologie: una confidenza che si traduce in sperimentazione e immaginazione di un futuro sempre più iper-connesso e accessibile.

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | Caotè – food truck

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | DOUTDESign

Continuiamo con INHABITS – Milano Design Village, prima edizione di un’esposizione dedicata al design e all’architettura, che si svolgerà per tutta la settimana in Piazza del Cannone, in Parco Sempione.

I protagonisti dell’allestimento sono 5 moduli abitativi o Living Units (italiani e internazionali) realmente utilizzabili, smontabili e trasportabili; spazi urbani itineranti, progetti dedicati alla sostenibilità urbana e all’energia rinnovabile.

Il filo conduttore sono le abitudini che cambiano, così come l’attualità socio-politica; cambiamenti che richiedono una riflessione attenta sul modo di vivere e sulla percezione dello spazio pubblico cittadino.

INHABITS sarà un punto di incontro tra progettisti e istituzioni, per scoprire soluzioni e tecnologie che cambieranno i nostri modi di vivere.

zona Sant'Ambrogio

http://zonasantambrogio.com | INHABITS

VOGLIAMO PER CASO NON PARLARE DELLA TRIENNALE?

Immancabile l’esposizione annuale della Triennale di Milano, che ha aperto i battenti il primo aprile. Quest’anno la mostra è dedicata ai bambini e all’infanzia e conseguentemente al mondo del design e dell’architettura che hanno lavorato per loro.

Si comincia con un ouverture a cura di Stefano Giovannoni, che è anche Direttore Artistico della mostra; ouverture dedicata al design ludico con una forte anima figurativa e pop. Si continua con suggestioni visive e percettive che guidano i visitatori nelle sezioni tematiche della mostra: arredi, giochi, architetture, animazioni e strumenti.

Ogni sezione è intervallata da un approfondimento su un professionista della storia del design e dell’educazione: Bruno Munari e Riccardo Dalisi, per citarne alcuni.

1 APRILE 2017 – 18 FEBBRAIO 2018 

TRIENNALE DESIGN MUSEUM

zona Sant'Ambrogio

www.triennale.org | © Gianluca Di Ioia – La Triennale

L’articolo Milano Design Week: gli appuntamenti da non perdere in zona Sant’Ambrogio e in Triennale sembra essere il primo su VHD.

Tags: , ,

 
 

Fuorisalone 2017 istruzioni per l’uso #2

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto
©SalonedelMobile
Buon inizio settimana cari amici! Per gli amanti del design e per i professionisti del settore quella che inizia oggi non è una settimana qualsiasi: la Milano Design Week apre ufficialmente i battenti domani, martedì 4 aprile, per chiudere domenica 9 aprile.
Attorno al fulcro tradizionale del Salone del Mobile a Rho si sviluppa il Fuorisalone, una girandola di eventi, mostre, cocktail, feste, incontri che coinvolge tutta la città in una festa unica al mondo.
Visto che molti eventi prevedono una pre-iscrizione, vi consiglio di visitare uno per uno i siti dei distretti, per non avere sgradite sorprese.
Come promesso nel mio precedente articolo, ecco una veloce panoramica sui distretti del design:
BRERA DESIGN DISTRICT
Il tema di Brera Design District 2017 è una citazione di Bruno Munari: “progettare è un gioco, giocare un progetto”.  Tappa “obbligata” del tour, piacevole isola di palazzi vecchia Milano circondata ormai da grattacieli in vetro e acciaio, un po’ boho chic, è un fazzoletto di pochi isolati ad alta densità artistica.
Si comincia con la visita alla Pinacoteca, all’Accademia di Belle ARti e alla bellissima chiesa sconsacrata di San Carpoforo, per l’evento White in The City, con installazioni ed esposizioni sul tema del bianco proposte da architetti e designer di fama internazionale. Da non perdere!
La notte bianca del quartiere, la Brera Design Night si svolgerà venerdì 7 aprile con l’apertura prolungata degli showroom e una serie di eventi speciali che animeranno il distretto.
Progetti speciali:
The Visit è un appartamento in via Palermo 1 allestito da Studiopepe per celebrare il rito della visita, proponendo un’esperienza che narra storie, stili, e ricerche in una certa atmosfera milanese. Visitabile solo su appuntamento. Per info: welcome@thevisit.it
Brera Design District diventa una cartolina grazie all’app gratuita Artwalks. Camminando per Brera durante il Fuorisalone sarà possibile creare cartoline personalizzate da inviare e condividere sui canali social.
Sito ufficiale: breradesigndistrict
brera design district
©BreraDesignDistrict
LE 5 VIE
E’ il cuore antico di Milano, tra i reperti della città romana, le chiese e i chiostri medievali, architettura moderna e nuovi spazi in via di recupero. Un dedalo di vie strette e contorte tra Via Santa Marta, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina, Via Bocchetto e Via del Bollo.
Oltre agli eventi in programma, godetevi lo spettacolo del trompe l’oeil dipinto dal Bramante nella centralissima chiesa di Santa Maria presso San Satiro, opera unica e imperdibile. 
Sito ufficiale: 5vie
TORTONA DESIGN WEEK
Il logo rappresenta il profilo di una fabbrica, e non potrebbe essere altrimenti per un quartiere fatto di vecchie manifatture in disuso, oggi ambiti gioielli di archeologia industriale recuperati e riconvertiti in laboratori artigiani, show room, case di moda e ristoranti chic. A un passo dal Naviglio grande, questo distretto è uno dei più importanti, con oltre 180 eventi previsti, e merita una giornata intera, con sosta serale nella movida dei Navigli.
Da non perdere, in via Tortona 27, il Superdesign Show di Superstudio, il luogo iconico del design a Milano, 17.000 mq di spazi espositivi tra industrial design, art-design, artigianato d’autore, tecnologia, automotive, oggettistica per la casa il lavoro i viaggi l’intrattenimento, tessile, decorazione, stampa 3D e tutto ciò che il design propone al passo con i tempi.
Sito ufficiale con lista degli eventi: Tortona Design Week Milano
©Superstudio
VENTURA LAMBRATE E VENTURA CENTRALE
Nato nel 2010 su iniziativa di Ventura Project, l’organizzazione che promuove eventi temporanei nella zona di Lambrate, alla periferia est di Milano, questo distretto si propone come hub sperimentale, fucina di talenti creativi. Per il 2017 il tema centrale sono le nuove tecnologie che cambieranno il futuro.
A Ventura Lambrate sarà protagonista anche la Svezia con parte del programma Swedish Design Moves. Tra le tante partecipazioni rilevante quella di Ikea che organizza un festival Ikea, con la presentazione di 6 nuove collezioni.
La novità di quest’anno è il nuovo progetto Ventura Centrale, che aprirà al pubblico per la prima volta i locali degli ex magazzini Raccordati, collocati sotto i binari della stazione Centrale, con un’esposizione che presenterà una selezione di design di altissimo livello.
Sito ufficiale:venturaprojects
©VenturaProject
PORTA VENEZIA IN DESIGN
Questo è il mio quartiere del cuore, quello in cui sono cresciuta e dove ho vissuto per tanti anni. Tra bellissimi palazzi in stile Liberty, l’elegante corso Venezia e le sue facciate neoclassiche, i giardini pubblici e quelli nascosti, un percorso che valorizza negozi e aziende di design e, in contemporanea, i locali e i ristoranti del circuito food&wine, con la creazione di menu speciali e mostre legate al food design.
Sito ufficiale: portaveneziaindesign
©DoveViaggi
SANTAMBROGIO DESIGN DISTRICT
Uno dei distretti più recenti, giunge alla quinta edizione. La zona è centrale, tra piazza Sant’Ambrogio, dove sorge la basilica intitolata al patrono di Milano, e il Parco Sempione. 
In particolare presenta:
INHABITS Design Village, la prima edizione dell’evento dedicato ai moduli abitativi, al Parco Sempione.
DOUTDESign, la collettiva di giovani designer under 35, in via San Vittore 49.
EAT URBAN Street Food Festival, nell’affascinante giardino del quarter generale di Zona Santambrogio Design District, in via San Vittore 49: una selezione del miglior street food su ruote tra apecars e automezzi vintage, posizionati tra alberi e vialetti, che propongono pietanze gourmet italiane e internazionali. Ogni giorno sarà possibile far colazione, brunch, pranzo, aperitvo e cena. Eat Urban sarà il luogo ideale dove mangiare durante la settimana del Fuorisalone di Milano. 
Sito ufficiale: zonasantambrogio
©Zonasantambrogio
Muovendovi verso il parco Sempione, prevedete poi una sosta alla Triennale, nel bellissimo palazzo ai bordi del parco, fulcro culturale della città dal 1923. Tra le esposizioni in programma, ho scelto la mostra di ceramiche coreane presentata dalla Korea Craft & Design Foundation.
©Korea Craft & Design Foundation
Oltre a questi distretti storici, debuttano quest’anno l’Isola design district, sotto i nuovi grattacieli di Porta Nuova, Sarpi Bridge nel quartiere cinese con l’oriental Design Week e Design Cadorna.
LINK UTILI
Salone del Mobile Milano sito ufficiale
Gli espositori del Salone incontrano la città: appuntamenti dal salone alla città.

Tags: , ,

 
 

EVENT SHORTLIST salone del mobile 2017

Pubblicato da blog ospite in Design, Room by Room

Manca veramente poco all’inizio delSalone del Mobilee alFuori Salone… Due giorni per preparare gli ultimi dettagli e pianificare ilTOURdi ROOM by ROOM tra le vie di Milano.
Ecco una piccola anticipazione dei luoghiCULTche andremo a visitare dal4al9 aprilee che vi consigliamo:
CC-TAPIS|INVENTORY by FAYE TOOGOOD |Piazza Santo Stefano 10
BAXTER CINEMA| THE CUBE MAGAZINE | Largo Augusto 1
28 POSTI| DESIGNER IN CUCINA | Via Corsico 1
WHITE IN THE CITY| WHITE SOCIAL | Palazzo Cusani, Via Brera
ARCHIPRODUCTS|THE DESIGN EXPERIENCE | Via Tortona 31
DEESUP| ENTRA NEL SALOTTO DEESUP |Via Tortona 31
DIMORE STUDIO| CORRISPONDENZA by Dimore Studio | Via Solferino 11
Non dimentichiamoci di scoprire le mille novità che saranno in mostra anche in questi distretti:
BRERA DESIGN DISTRICT
DURINI DISTRICT
ZONA TORTONA
Seguiteci su tutti i nostri canali social per rimanere sempre aggiornati e al passo con tutte le nuove proposte dal mondo del design.
Salva
Tags: , ,

 
 

Mettiamoci in Mostra – Casa delle donne di Milano

Pubblicato da blog ospite in Design, REDaddress

Tra i mille eventi della Design week milanese non perdetevi l’appuntamento con 
“Mettiamoci in Mostra” alla Casa delle Donne di Milano. Due giorni dedicati al 
talento femminile: una ventina di espositrici proporranno le loro creazioni 
“handmade” uniche ed originali. Stiliste, designer, artigiane, fotografe… vi 
aspettano nello Spazio da vivere, il 7 e 8 aprile in Via Marsala,8/10. Questa 
edizione offre un’occasione unica, quella di acquistare ad un prezzo speciale 
una serie di stampe fotografiche firmate dalle artiste che hanno dato vita a 
“Fotografia e Comunicazione Visiva” nella Casa delle Donne. Non mancate!

Tags: ,

 
 

Poltrone massaggianti

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

Poltrone massaggianti: fatte apposta per il benessere
Avere nel proprio salotto veri e propri strumenti di benessere non è più un lusso riservato a pochi. Oggi è una realtà sempre più diffusa. Acquistare una poltrona massaggiante è una scelta di vita che favorisce il relax e aiuta a ricaricarsi. Oggi sempre di più sono i complementi d’arredo studiati non solo per garantire il comfort, ma dotati di effetti terapeutici che favoriscono il benessere generale.

Terapia del massaggio: poltrone massaggianti non solo per arredamento

Abbandonarsi alle cure di una morbida poltrona massaggiante oggi è possibile per tutti anche a casa propria.

Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

Visto l’enorme successo riscontrato, gli articoli esistenti in commercio si sono moltiplicati ed i prezzi si sono notevolmente abbassati, ora si trovano infatti modelli di tutti i tipi e per ogni portafoglio. A questo proposito, qui suggeriamo un’utile guida all’acquisto che spiega come scegliere la migliore poltrona massaggiante in base al proprio budget e al proprio spazio.
In effetti chi ha provato i benefici delle diverse tipologie di massaggi sa benissimo quanto possano essere insostituibili.

Ogni massaggio è azionabile da una comoda posizione, in poltrona, con il semplice ausilio del telecomando. Un buon massaggio scioglie la muscolatura contratta, favorisce la circolazione sanguigna e migliora lo stato generale di benessere di ogni individuo. Le più moderne poltrone massaggianti sono in grado anche di risolvere i più diffusi problemi di mal di schiena e di affaticamento della regione lombare o della colonna vertebrale.

I programmi di relax delle poltrone massaggianti

Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

I modelli di poltrona massaggiante che sono da preferire sono sicuramente quelli che offrono un programma completo di massaggi. Da quello vibrante, che procede con piccolissimi colpetti, a quello a tamburo che è più intenso. O il più deciso shiatsu e quello roteante che è più distensivo. Non solo, ma per poter godere appieno dei benefici di un massaggio, questo deve poter essere non solo regolabile nella sua intensità, ma anche estensibile a tutto il corpo. Più o meno vigoroso o più o meno lento, ma anche adatto alla schiena, alla cervicale per arrivare fino alle gambe. La migliore poltrona massaggiante deve poter essere reclinabile ed allungabile e soprattutto avvolgente. Per poter arrivare a toccare ogni parte del corpo, senza a sforzo.  Nei modelli più sofisticati vibrano anche i braccioli, il poggiatesta ed il poggiapiedi.

Non solo relax, ma anche arredamento

Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

Normalmente le poltrone massaggianti contengono al loro interno una struttura in legno, sono rivestite di poliuretano espanso e dispongono di un meccanismo in metallo. Ideale è il sistema di rotelle poste alla base della poltrona per permetterne il facile spostamento da una stanza all’altra. Ogni modello poi, di norma, dispone anche di diverse taglie, per adattarsi ad ogni individuo, di diverse durezze di seduta e di diversi programmi di massaggio. Il design, in tutti i casi, è diventato il fiore all’occhiello delle diverse case produttrici. Esistono poltrone massaggianti moderne o classiche, bianche o colorate, in pelle o ecopelle, a seconda dei gusti e dello stile di arredamento personale.

Poltrone massaggianti per il relax totale di ogni parte del corpo

Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

La tecnologia nel campo delle poltrone massaggianti e degli strumenti di benessere in generale ha fatto dei passi da gigante. Non esiste solo la funzione riscaldante a fare di un massaggio in poltrona un massaggio veramente appagante, ma esistono oggi delle funzioni così sofisticate da essere in grado di massaggiare sapientemente ogni parte del corpo: collo, braccia e piedi. Perché ogni parte del corpo richiede un trattamento diverso. E non è finita qui. Esistono anche divani massaggianti per tutta la famiglia, materassini terapeutici, sedie e coprisedili per auto riscaldati e massaggianti. Ci si può accontentare anche dei singoli cuscini con massaggio integrato per collo e testa. Purché la parola d’ordine sia sempre e solo benessere.

Un arredamento fatto di scelte pratiche

Come scegliere la migliore poltrona massaggiante

Acquistare una poltrona massaggiante non è certo una scelta legata allo stile e nonostante esistano in commercio modelli di alto design, belli da vedere e facili da sistemare in ogni angolo della casa, i motivi per cui si sceglie una poltrona massaggiante sono da ricercare altrove. Ciò che comanda, in questo campo, è solo l’esigenza di benessere individuale. Ecco perché la scelta dovrebbe essere condizionata esclusivamente dalle funzioni presenti nel modello che si sceglie. In ogni caso, maggiore è il numero di accessori presente, maggiore sarà il comfort della poltrona massaggiante, ma anche il suo prezzo. Tuttavia, affinché l’acquisto sia saggio è necessario che la poltrona adempia il suo compito nel migliore dei modi.

Tags:

 
 

Un trittico di design: 3 divani firmati B&B Italia!

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Solo Arredo

In un nostro articolo di alcuni giorni fa abbiamo speso parole di elogio per le collezioni di arredamento firmate dal marchio Maxalto, e nelle quali è più che evidente la mano “sperimentale” di Antonio Citterio. Avevamo anche accennato che Maxalto è un brand appartenente al Gruppo B&B Italia, per cui ci sembra oggi doveroso dedicare attenzione anche ad una casa madre che sin dal 1966 è realtà di rilievo nel panorama dell’arredo di design, con un’organizzazione aziendale che nei decenni si è affermata con il gusto e la creatività tipiche del settore mobiliero italiano supportate da un’evoluzione tecnologica sempre al passo con i tempi e con le richieste della cultura dell’abitare contemporaneo.

Nascono da queste capacità industriali ed imprenditoriali elementi di arredo dalla personalità incisiva, sempre orientati alla ricerca ed all’offerta di un prodotto migliore che nasca da progetti unici, firmati dai più prestigiosi nomi del design internazionale.
Noi vogliamo omaggiare oggi proprio Antonio Citterio ed alcuni dei suoi progetti meglio riusciti tra i tantissimi realizzati per B&B Italia all’interno della collezione di sedute e divani, nei quali è evidente la sua competenza nel disegno industriale applicato ad idee equilibrate e ricche di dettagli preziosi.

Sistema di sedute Ray

Funzionalità ed estetica convivono in un sistema modulare come Ray, che offre possibilità compositive illimitate grazie alla presenza di pouf, chaise longue, elementi lineari ed angolari: il divano viene progettato “su misura” per integrarsi nell’ambiente cui è destinato, ed ha tra i suoi tratti distintivi i dettagli sartoriali incastonati tra i profili, ancor più enfatizzati se scelti a contrasto.
Poliuretano sagomato e piuma i cotone riempiono le comode e confortevoli sedute ed i cuscini, per i quali è previsto rivestimento in fibra di poliestere o di cotone per un risultato complessivo che fa dell’eccellenza anche nella durata un motivo che convince chiunque.

Sistema di sedute Michel

Con Michel, Citterio ha elaborato una semplicità progettuale ai limiti del minimal: forme semplici e senza fronzoli, decorazioni inesistenti per portare quasi per mano la funzionalità ai suoi vertici estremi.
Anche per Michel l’ampia gamma di scelta per i moduli consente di adattare la composizione a spazi sia formali che più conviviali, in un gioco compositivo senza fine tra le forme e le linee. Comfort e modernità sono i paradigmi di questo divano imbottito in schiuma di poliuretano e con una robusta struttura interna in tubolari in acciaio verniciato e profili in alluminio.

Sistema di sedute Michel Club

Il trittico di divani firmati dall’architetto e designer brianzolo è completato nella nostra rassegna dal “gemello” Michel Club, la diretta evoluzione del precedente sistema che ne modifica in parte l’approccio formale configurando rapporti diversi tra cuscinatura e struttura.
Si inserisce così meglio nel solco della tradizione del design, tuttavia mantiene una personalità fortemente contemporanea anche sfruttando la sua totale componibilità per ricreare le configurazioni più disparate, con un elevatissimo livello di personalizzazione reso possibile dalle texture, dai colori e dai materiali.

Un divano B&B Italia è sempre sinonimo di eleganza e di buon gusto, e riesce sempre ad essere al centro dell’attenzione!

ShareThis

Tags:

 
 

MUST, il miscelatore ad incasso con canna estraibile

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno

Must di Mina sorprende abbinando la soluzione del miscelatore ad incasso con il plus della canna estraibile, caratteristica fondamentale per ogni ambiente cucina e pratico anche per la stanza da bagno.


Un’idea che nasce da un’esigenza funzionale, ispirata alla praticità d’uso, e che stupisce per la soluzione estetica adottata: un processo progettuale di scomposizione degli elementi del miscelatore cucina, e successiva ricostruzione, in maniera razionale ma nuova.


Un gruppo rubinetteria spogliato da ogni decoro ed elemento aggiuntivo per restituire l’essenza del miscelatore e del suo meccanismo, che diventa il centro della composizione. Lo sviluppo della canna estraibile rimane un dettaglio discreto non predominante ma incassato a parete.

Il sistema è composto da più elementi, disposti nello spazio: la canna estraibile, di diametro 34mm, abbinata al miscelatore, con cui si interagisce per regolare l’acqua e direzionarla con la massima libertà; la presa d’acqua ed il flessibile, visibili o nascosti in base alla scelta dell’arredo; il corpo centrale, incassato a muro, in cui il flessibile scorre e permette il movimento della canna.
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno

Must è così: minimale ed insolito. Una soluzione efficace non solo per la cucina, ma anche in bagno, ed ovunque ci sia l’esigenza di un miscelatore pratico, ed igienicamente sicuro, poichè interamente in acciaio inox.
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno
Miscelatore in acciaio inox da incasso per cucina e bagno

MINA propone accessori 100% acciaio inox. Una scelta univoca e lungimirante per una rubinetteria da sempre capace di produrre prodotti di design eccellenti.

Tags:

 
 




Torna su