Design






 
 
 

Arredamont, arredamento e interior design nelle case di montagna

Pubblicato da blog ospite in Design, Interiors, Things I Like Today

arredamento case di montagna

Con l’arrivo del freddo e della neve non vediamo l’ora di goderci l’atmosfera da chalet, calda e accogliente grazie al legno, protagonista assoluto nell’arredamento delle case di montagna

Per tutti gli appassionati di baite e chalet, dal 29 Ottobre al 6 Novembre, c’è Arredamont 2016, la fiera dedicata all’arredamento di montagna dove falegnamerie e produttori artigiani esporranno tante idee per arredare la casa in montagna e le ultime novità e tendenze di arredamento e interior design.
Il legno sarà ovviamente il protagonista della fiera. Il materiale naturale più diffuso nell’arredamento delle case tipiche di montagna è usato da sempre con una lavorazione artigianale che ha radici antichissime e che viene costantemente rinnovata e aggiornata.

arredamont 2016 case di montagna
Dall’Albero all’Arte – www.dallalberoallarte.it

Arredamento delle case di montagna: tutte le novità ad Arredamont 2016

Arredamont 2016 come ogni anno propone le ultime novità in fatto di mobili e interior design per arredare con stile la casa di montagna. Non solo mobili quindi ma anche stufe, caminetti, tessuti, tendaggi e arredo bagno.
L’obiettivo è ricreare la tipica atmosfera da chalet senza dimenticare tutti gli elementi chiave indispensabili nell’arredamento delle case di montagna: l’uso diffuso del legno negli arredi ma anche nei rivestimenti e nelle boiserie, un ambiente in cui prevalgono le tinte neutre e naturali, pareti di pietra a vista, camini e stufe in ceramica, elementi in ferro battuto e i deliziosi tessuti a quadretti della tradizione tirolese.

arredamont-gimasalegnoarredo
Gimasa Legno Arredo – www.gimasalegnoarredo.com

Le falegnamerie e gli artigiani che espongono ad Arredamont 2016 si muovono fra tradizione e innovazione e portano avanti l’arte del legno realizzando mobili in legno massello e mobili su misura, con lavorazioni manuali e la cura artigianale di ogni dettaglio per creare oggetti di design vivi ed espressivi.
Il rispetto per la tradizione e l’attenzione all’ambiente si esprimono anche col riuso di assi antiche di recupero, spazzolate e trattate per sembrare come nuove.

Ma affianco ai mobili tradizionali, dallo stile rustico, troviamo anche le nuove tendenze d’arredo per la casa di montagna moderna: arredamenti in legno contemporanei che nel rispetto della tradizione sanno essere sobri ed eleganti. Linee d’arredo dalla linea essenziale che prediligono la funzionalità, sono spesso abbinate ad elementi in pietra, in ferro battuto o in vetro per creare un piacevole contrasto materico senza mai dimenticare il calore e l’atmosfera tipica delle case di montagna.

arredamento case di montagna vismaplus3
Vismaplus3 – www.vismaplus3.com
arredamont arredamento case di montagna
Il Vecchio e il Nuovo – www.ilvecchioeilnuovo.it
arredamento di montagna
Osta i tutto legno – www.ostaituttolegno.com
arredamont-rinovo-1
Ri-Novo – www.ri-novo.it
arredamont-rinovo-2
Ri-Novo – www.ri-novo.it

Arredamont 2016 – 39a mostra dell’arredare in montagna

c/o Fiera di Longarone dal 29 Ottobre al 6 Novembre
INFO

Tags: ,

 
 

Octopus: ogni tentacolo, un gioco

Pubblicato da blog ospite in Design, VDR Home Design

English version >> http://bit.ly/2dWQNpw

Octopus: sapete cosa significa in inglese?

Letteralmente: polipo. Questo il nome che è stato dato allo spazio interattivo e creativo che trova posto all’interno del Museion di Bolzano.

Sono stati gli studenti del corso Interior and Exhibit Design, guidati dal prof. Roberto Gigliotti, i progettisti del nuovo spazio per bambini nel Museion. Un compito svolto nella cornice del progetto di ricerca EDDES “Educare con/attraverso il design: stimolare l’apprendimento creativo in contesti museali e scolastici”, coordinato dal prof. Giorgio Camuffo.

Dai due partner sono nati alcuni quesiti, legati al ruolo didattico del design e alle competenze degli esperti della mediazione.

Come si poteva aumentare l’efficacia dei processi di mediazione negli spazi museali? Lo spazio e la sua percezione e progettazione, come avrebbero potuto influire in tutto questo?

OctopusOctopus, Museion. Foto Luca Meneghel

OctopusOctopus, Museion. Foto Luca Meneghel

In una serie di incontri con gli studenti, i mediatori di Museion hanno dato un’introduzione sulle questioni legate all’idea di spazio e alla percezione dell’arte contemporanea, presentando anche la filosofia del gruppo, il rapporto col pubblico e le specificità nel campo della mediazione.

Una particolare attenzione è stata data al ruolo dell’educazione nello sviluppo della creatività.

OCTOPUS: LIBERO SPAZIO ALLA CREATIVITÀ

OctopusOctopus, Museion. Foto Luca Meneghel

OctopusOctopus, Museion. Foto Luca Meneghel

Da tutti questi spunti di riflessione è partito il progetto degli studenti della facoltà del design. Uno spazio tentacolare, in cui i bambini possono giocare e divertirsi in libertà.

Ogni tentacolo offre la possibilità ai bimbi di diventare lo scenario di quello che preferiscono immaginare. E quando la fantasia lascia il posto alla stanchezza, ecco che i tentacoli diventano il posto perfetto in cui riposarsi un po’.

Tutti i sensi dei piccoli ospiti sono chiamati a raccolta: ogni tentacolo è riempito di un materiale diverso, così come le luci che proiettano le ombre alle pareti, invitandoli ad interagire con lo spazio.

Chi ha detto che la cultura è un affare solo per i grandi?

Museion Bolzano

L’articolo Octopus: ogni tentacolo, un gioco sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Una camera da letto matrimoniale in olmo perla

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

Oggi andiamo in Campania precisamente a Casalnuovo di Napoli nello showroom AD Arredamenti alla scoperta di una camera da letto matrimoniale in olmo perla. Lo spazio espositivo è stato così allestito:
- Greta, capiente armadio a due ante scorrevoli in tamburato impiallacciato in essenza vero legno, con fascia centrale orizzontale;
- Fontana, comò di design in legno a 3 cassetti con frontali lavorati e incisi fino a ricavare delle maniglie centrali;
- Fontana, comodino di design in legno a due cassetti con maniglie ricavate da incisioni artistiche dalla linea sinuosa.
Ad accomunare questi tre arredi la finitura essenza legno olmo perla: chiara, luminosa, delicata.

 

Una camera da letto matrimoniale in olmo perla

 

Questa camera matrimoniale gioca con le tinte del beige, del marrone chiaro e del grigio. A movimentare l’aspetto di questi tre arredi vi è la fascia centrale dell’armadio proposta in una tinta scura in netto contrasto e un grande tappeto rettangolare scuro.
L’allestimento è completato da una carta da parati con le stesse nuance chiare.

 

Camera da letto in olmo perla… ma se la voglio TUTTA in olmo perla? Anche la fascia dell’armadio e il letto?
Letto: chi desidera un letto in olmo perla può scegliere tra le nostre proposte di letti matrimoniali in legno. Tutti gli arredi per la zona notte sono disponibili nelle stesse nuance così da garantire sia accostamenti tinta unita sia abbinamenti cromatici.
Armadio: tutti gli arredi Napol Arredamenti sono personalizzabili e realizzabili in molteplici varianti. L’armadio Greta può essere scelto tutto in legno olmo perla, fascia centrale compresa. Le ante con maniglie scavate nei pannelli possono essere sostituite da ante con fascia centrale liscia, priva di maniglie a vista.

 

 

Quali finiture e colori abbinare al legno olmo perla?
Sconsigliamo di abbinare il legno olmo ad un’altra essenza legno, la texture e le venature potrebbero essere molto diverse. Sconsigliamo anche di abbinare il legno olmo ad altri legni chiari simili per gradazione di colore. Consigliamo invece di giocare con i contrasti e di puntare sull’intramontabile abbinamento chiaro/scuro.
Il chiaro e lucente olmo perla è perfetto abbinato allo scuro olmo brown. L’essenza di partenza è la stessa, il tono cambia nettamente.

Nella scelta del colore delle pareti della camera giocano un ruolo fondamentale i gusti personali ma nelle seguenti immagini è possibile notare come l’olmo perla si abbina al blu, al grigio e al marrone.

Letto Vela e comodino Cora in olmo perla, parete in chiaro blu fiordaliso e pavimento in grigio chiaro.

 

Camera da letto il olmo perla
Letto Adam, comodini e comò Emma in legno olmo perla, parete in grigio scuro, pavimento in legno parquet scuro.

Camera da letto completa in legno olmo

 

La visita allo showroom di Casalnuovo è finita, siete pronti a girare l’Italia alla scoperta di altri showroom dei nostri rivenditori partner? Cliccate qui.
Per consultare l’elenco e avere i contatti di tutti i nostri rivenditori visitate la pagina “Rivenditori Italia Napol“. Potete prenotare un appuntamento senza impegno d’acquisto e ricevere l’assistenza di un arredatore che saprà consigliarvi al meglio quali mobili e colori scegliere per la vostra casa.

Tags:

 
 

I must dell’autunno 2016: OBJECTS by FRITZ HANSEN

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Le novità introdotte quest’autunno nella collezione Objectsruotano attorno a un linguaggio di design puro e semplice che poggia le radici in un’espressione classica, morbida e femminile.


I nuovissimi prodotti concepiti insieme a Cecilie Manz e aiayu hanno come denominatore comune un acuto senso del dettaglio – che è anche una parte essenziale del messaggio estetico della collezione Objects. Tutti i prodotti riflettono la genuina passione di Fritz Hansen per il design di qualità, sono realizzati con materiali pregiati e hanno le proprie storie da raccontare. 

Con i suoi nuovi progetti per Objects, Cecilie Manz – già parte della famiglia Fritz Hansen – dimostra ancora una volta come i prodotti con un chiaro linguaggio formale e dettagli raffinati possano diventare unici e narrare una storia. I vasi e le ciotole realizzati in terracotta con la tecnica dello slipcasting in uno studio di ceramica tradizionale di Seto, Giappone, integrano una tradizione di maestria artigianale in ogni fase del processo. La speciale argilla ferruginosa reperibile nell’area in cui sorge questa località, un distretto ceramico da oltre 2.000 anni, conferisce ai pezzi il caratteristico bagliore dorato e un aspetto distintivo. Tutti i vasi sono pezzi unici, ma ciascuno di loro trasmette chiaramente la vita e la personalità del materiale. Il candelabro “Light Tray” è il pezzo forte della serie: il bagliore di una candela illumina l’interno della ciotola, un omaggio all’atmosfera calda e accogliente che solo il lume di candela può creare. 
dettagli home decor

I pouf, sempre ideati da Cecilie Manz, invitano a fare entrare la natura con un design che ricorda le pietre di passaggio naturalmente arrotondate e i dolci mormorii dei ruscelli. Allo stesso tempo funzionali e decorativi, aggiungono un elemento scultoreo alla vita di tutti i giorni e si possono trasformare facilmente in posti a sedere extra nelle occasioni speciali. In questo caso i materiali usati sono una sobria combinazione tra le tele grezze già utilizzate nei mobili Poul Kjærholm e la classica lana Remix Kvadrat, con i caratteristici profili in pelle già utilizzati anche per le sedie Minuscule di Cecilie Manz.
dettagli home decor

aiayu FIOR OBJECTS: MORBIDEZZA E SENSUALITÀ
I nuovi cuscini Objects, creati dallo studio di design danese aiayu, sono realizzati in lino e morbidissima lana di cucciolo di lama. La lana, di qualità estremamente pregiata e resistente, proviene dagli altopiani boliviani, dove i lama vivono in un clima rigido a più di 4.000 metri sul livello del mare. Per la produzione dei cuscini è utilizzata solo la parte più bella della lana.
dettagli home decor
I cuscini, disponibili nelle diverse tonalità avena, antracite e cipria, introducono un invitante elemento femminile nell’universo di di mobili senza tempo di Fritz Hansen, ammorbidendone e completandone sobriamente l’espressione in modo naturale e moderno al tempo stesso.
dettagli home decor
La collezione di prodotti per la casa Objects è essenzialmente pensata per offrire nutrimento per i sensi, dal punto di vista estetico e visivo. 
dettagli home decor
dettagli home decor

Molto interessante è anche la nuova edizione dello sgabello Dotdi Arne Jacobsen, che unisce la bella pelle nabuk dalle tonalità della terra dell’edizione anniversario della PK22con le gambe in bronzo verniciato a polvere di scelta della Ant, Fritz Hansen’s Choice 2016. 
dettagli home decor

La nuova collezione Objects by FRITZ HANSEN sarà disponibile a partire dal mese di novembre in negozi selezionati

Tags:

 
 

Body painting iperrealistica e surreale di Hikaru Cho

Pubblicato da blog ospite in Design, Things I Like Today

body painting surreale di Hikaru Cho

Hikaru Cho è una giovanissima artista giapponese che usa il corpo umano come una tela e ha portato la body painting a un livello superiore

Nata nel 1993, Hikaru Cho vive a Tokyo ed è una studentessa alla Musashino Art University. Conosciuta anche col suo nome d’arte Choo-San, si ispira all’insolito come tema delle sue creazioni, sia che si tratti di body painting ma anche di illustrazioni, fashion design, character design o scultura.
Ha iniziato a cimentarsi con la body painting solo quattro anni fa in maniera molto casuale:

“Tutto è cominciato quando un giorno volevo dipingere qualcosa ma avevo finito la carta e mi sentivo troppo pigra per andare a comprarla. Così ho usato la mia mano disegnandoci un occhio: il risultato si è rivelato essere piuttosto stravagante. Da allora il corpo è diventata la mia tela.”

 

La body painting che trasforma l’impossibile in realtà

Questa giovane artista rifiuta completamente tutto ciò che è modificato al computer attraverso Photoshop e dipinge tutto a mano, impegnandosi a perfezionare ogni singolo dettaglio come se lavorasse sulla tela. E’ una cosa rara per la body painting ed è il motivo per cui le sue opere iperrealistiche e surreali hanno avuto così grande successo.

Gli interventi pittorici di Hikaru Cho mirano a modificare il corpo in modo iperrealistico, attraverso assurde mutazioni o inserti meccanici che trasformano i personaggi in bambole o robot oppure con finte lacerazioni della pelle che lasciano intravedere un livello più profondo, dal quale emergono pietre preziose, fiori o farfalle.
Il suo talento l’ha portata presto a collaborare con marchi di moda e con etichette discografiche e persino con Amnesty International che l’ha scelta per la campagna sui diritti umani “My Body My Rights“.
Per l’occasione Hikaru Cho ha realizzato una serie di dipinti iperrealistici sul corpo, ciascuno riferito a uno dei tanti diritti umani negati a migliaia di persone in tutto il mondo.

surreal body painting hikaru choHikaru Cho – Poisonous (body painting)

Spesso il suo lavoro viene definito disgustoso o disturbante ma Hikaru Cho dichiara di essere contenta di questo perchè, sebbene il suo intento non sia quello di creare immagini disgustose, il fatto che alcune persone provino un sentimento di disagio che le fa soffermare a osservare il suo lavoro, significa che comunque le sue opere hanno un impatto a livello emotivo sulla gente. Recentemente ha anche pubblicato Super Flash Girls, un libro che raccoglie i suoi migliori artwork.

surreal-body-painting-hikaru-cho

hikaru cho surreal body paintingHikaru Cho – Mending (body painting)

hikaru cho amnesty international campaignHikaru Cho – “My Body My Rights”, campagna per Amnesty International
Cracked Face | Hai il diritto di vivere libero da stupro e violenza sessuale

hiraku cho my body my rights campaign body paintingHikaru Cho – “My Body My Rights”, campagna per Amnesty International
Books | Hai il diritto di conoscere e informarti sul tuo corpo, sulla salute sessuale e sulle relazioni

body-art-hikaru-cho

hikaru-cho-body-art

Tags: ,

 
 

Romanticismo neorustico in una casa di campagna in Spagna

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design, Interiors
Atmosfera neorustica con un tocco di romanticismo per una ex officina meccanica recuperata in Spagna, a Empordà.
  

 

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

Un tavolo per il coworking di Imprinting Digitale a Milano

Pubblicato da blog ospite in Design, Non Ditelo all'Architetto

bancone-realizzato

Proprio poco prima di partire per le vacanze, gli amici di Imprinting Digitale, ci hanno chiesto un lavoro “veloce” per allestire la zona coworking della Factory di Milano: la progettazione di una postazione doppia, realizzata in pallet dalle sapienti mani di Federica Raddi di Restyling mobili.

Data la posizione poco spaziosa, in cui doveva essere situata la postazione, abbiamo dovuto studiare attentamente le misure, l’inclinazione dell’angolo e l’inserimento nello spazio. Non abbiamo potuto rispettare delle misure standard ma abbiamo progettato un tavolo meno profondo del consueto, la nostra postazione coworking ha infatti la profondità di 45cm, sufficiente comunque al posizionamento di un pc. Abbiamo cercato di compensare la poco profondità con la lunghezza, che anche se composta da una spezzata arriva a 2.33cm.

C:UsersMartaDesktopFRA&MARTAMoscova Labpianta cassetti Mod tavolo-restyling-mobili

Oltre alla progettazione della postazione coworking, Imprinting Digitale, ci ha anche richiesto qualche dettaglio di perfezionamento della sala riunioni, al piano inferiore della Factory: il desiderio di schermare una porta  non proprio bellissima esteticamente e di isolare il pavimento, soprattutto intorno alla zona del tavolo da riunione con le sedie.

Per la porta abbiamo suggerito di rivestire i riquadri, che compongono i pannelli di chiusura, con sughero o vernice lavagna, in modo da risolvere l’aspetto estetico  ed avere anche una superficie in più per scrivere o attaccare post-it, sempre comoda in una sala riunioni nella quale si tengono anche corsi di formazione per gli affiliati. Per il pavimento abbiamo consigliato di mettere una striscia ampia di OSB a terra,che non creasse problemi di spessore alle porte presenti nella stanza. la scelta è ricaduta su un materiale resistente al calpestio, che proseguisse sulla parete, in modo da incorniciare lo schermo video insonorizzandolo e creare una elle funzionale e decorativa.

restyling-porta-copia-1 C:UsersMartaDesktopFRA&MARTAMoscova Labpianta cassetti Mod

La postazione coworking ed i suggerimenti per la sala riunioni sono stati apprezzati ed hanno completato un lavoro di per se già molto accattivante, al quale ci fa piacere collaborare e contribuire ai cambiamenti necessari ad un luogo di lavoro creativo ed in continuo mutamento.

Tags: ,

 
 

[piccoli spazi] Cucina divisa da vetrata

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Design, Idee

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-1a

Progettare un’abitazione di piccole dimensioni è sempre una sfida. L’appartamento, di oggi mostra ambienti pieni di idee creative, che possono essere d’ispirazione per arredare monolocali e case con pochi mq.

Il progetto riguarda la ristrutturazione di un appartamento in Polonia. Le immagini danno l’impressione di essere dei rendering fotorealistici, ad ogni modo quello che ci interessa è il progetto e gli spunti che si possono prendere, dal bagno alla cucina, dalla camera da letto al soggiorno.

Nello spazio living convivono soggiorno, zona pranzo e cucina. Quest’ultima è separata da una parete vetrata fissa che, come abbiamo già visto in altri progetti di spazi “difficili”, permette di dividere senza separare otticamente, guadagnando dunque una visuale più ampia. Una bella alternativa al classico open space.

Nella camera da letto lo spazio è stato valutato sufficientemente ampio per poter inserire una cabina armadio. Le pareti sono di vetro, accoppiato a listelli di legno, che anche in questo caso, permettono di dividere, senza separare del tutto e soprattutto facendo entrare un po’ di luce naturale anche nella cabina.

Il retro letto è un mobile attrezzato, che permette di avere altri piccoli contenitori.

Come avviene spesso anche in Francia, il bagno e diviso in due parti separate. Mentre la piccola veranda è stata attrezzata con un piano d’appoggio per la prima colazione.

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-1

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-2

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-3

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-4

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-5c

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-5

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-6

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-7

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-8

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-9

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-11b

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-11d

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-10

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-11

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-13

case-e-interni-arredare-ristrutturare-piccoli-spazi-12

progetto: Jenya Likasova

Via:  Architekturawnetrz

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags: ,

 
 

PROGETTO: Una ristrutturazione meravigliosa nella Capitale.

Pubblicato da blog ospite in Design, Voglia Casa

Un progetto meravigliso. Una ristrutturazione in uno storico Palazzo della Capitale.

copertina-roma-1400x1400

Posizione centrale, vista magnifica, particolari interni di pregio.

Ad arricchire questo imponente lavoro i serramenti ALBA DOORS. Studiati ad hoc per l’occasione in modo da ottenere il massimo risultato per funzionalità, sicurezza e coerenza con lo stile dell’edificio.

roma10-1200x1200-c

roma11-1200x1200-c

I prodotti utilizzati sono la finestra CIELO, con anta piatta (68x88mm) e la finestra BINARIO, in legno, con anta piatta (58x88mm).

roma9-1200x1200-c

Entrambe eficcienti dal punto di vista della sicurezza e del confort, trovano la giusta dimensione grazie al materiale impiegato, legno massello o lamellare.
Le ottime caratteristiche tecniche per l’isolamento acustico e termico rendono questi infissi la scelta ideale per le attuali normative.
La tenuta dimensionale del legno lamellare, unita alle nostre tecnologie di verniciatura, permettono di ridurre al minimo la manutenzione dell’infisso.
La resa estetica del legno vero rende gli ambienti più confortevoli ed eleganti, ben lontani da altri materiali decorati con pellicole plastiche adesive.
www.albadoors.it
Tags:

 
 

Masami e Kazumi: carte da parati firmate Vito Nesta per Texturae wallpapers

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

Vito Nesta rende omaggio al Giappone con una suggestiva e raffinata collezione di carte da parati i cui disegni prendono ispirazione dal fascino e dalla bellezza delle donne nipponiche.


Realizzata in collaborazione con Texturae Wallpaper, la collezione si divide in due linee: Masami e Kazumi, ovvero bellezza ed eleganza. Uno sguardo intimo ad un Giappone meno conosciuto che si cela dietro un fitto canneto e tra la lussureggiante vegetazione di un territorio incantato e suggestivo.
Occhi curiosi si nascondono timidamente nelle aperture di una parete in bambù, quasi fossero realmente nella stanza accanto, mentre i gesti armoniosi e spontanei di vita quotidiana vengono raccontati con delicatezza incastonandoli tra le foglie di una giungla esotica.
Le antiche suggestioni di un paese nobile ed elegante vivono in queste tele senza tempo, narrando la fiaba di un Giappone mistico che forse non c’è più.
Masami by Vito Nestadettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

Kazumi by Vito Nestadettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor


Tags:

 
 




Torna su