Design






 
 
 

FAMO COSE

Pubblicato da blog ospite in Design, Idee, Una casa non a caso

Famo Cose - Laboratorio al Pigneto

Inizia la bella stagione e tutti pensiamo alle diete, alla palestra, per rimetterci in forma…. il tempo sembra scarseggiare e dobbiamo correre ai ripari, pentiti e contriti di tutti i dolci e le lasagne che hanno rallegrato il nostro inverno; eppure invece della palestra, che peraltro mi annoia, io quest’anno cambio prospettiva e investo in: FAMO COSE!

Famo Cose è un laboratorio dove giovani creativi possono utilizzare spazi e strumenti per realizzare i loro lavori.  Nasce da un’idea di Luca Magarò, un giovane designer romano con la passione per la tecnologia, anche lui ha bisogno di un posto dove poter “sporcare” e così invece di pensare solo a stesso e sostenere i costi da solo, ha un’idea geniale: aprire uno spazio dove ospitare giovani creativi, designer, architetti, sarti, orafi, e a chiunque sia alla ricerca di un luogo dove poter crescere professionalmente e dedicarsi al proprio mestiere con lausilio di attrezzature tradizionali e innovative.

Il laboratorio è aperto dalle 9.00 alle 22.00 e con una cifra ragionevole, si possono utilizzare  tutte le attrezzature a disposizione. L’idea è originale di diverse città del Nord Europa, come Berlino. A Roma si  trova al Pigneto,   un quartiere storico della città, che oggi rivive una seconda giovinezza, grazie alla presenza di artigiani e punti di aggregazione culturale ed artistica.

Il loft di circa 200 mq. che ospita il FAMO COSE è una ex tipografia, un  capannone in muratura che ha subito colpito limmaginazione di Luca. La struttura è stata ristrutturata e pensata per sfruttare al meglio le sue potenzialità, permettendo di creare un ampio open space e locali separati per alcune lavorazioni. All’interno è prevista una falegnameria attrezzata, una camera oscura, una zona verniciatura, banchi da lavoro, macchine da cucire, kit serigrafia e anche tecnologie come le stampanti 3D, plotter da taglio, macchina a taglio laser e scanner 3D.

Il laboratorio offre ai propri soci un servizio in abbonamento, grazie al quale si può usufruire liberamente dello spazio, dei servizi e delle attrezzature al suo interno. I professionisti potranno accedere al FAMO COSE dalle 9.00 alle 18.00, utilizzare i macchinari presenti e lavorare a fianco di altri artigiani digitali; dopo le 18.00 fino alle 22.00 il FAMO COSE apre agli hobbysti, agli appassionati, a chiunque voglia conoscere e sperimentare con i macchinari a disposizione del makerspace.

Il mio lavoro quotidiano è puramente intellettuale ma io non perdo la speranza, prima o poi di rinchiudermi in una bottega dove imparare ex novo un mestiere artigianale: la sartoria, lavori di piccola  falegnameria sarebbero i miei obiettivi, quindi la possibilità di sperimentare nuove attrezzature, prima di acquistarle o di approfondire la tecnica iscrivendomi a qualche corso, mi sembra un’opportunità che rende un pochino più concreto il mio sogno. Ancor di più immaginando di  lavorare in uno spazio aperto dove incontrare altre persone con un vocazione creativa, sicuramente più abili di me e con le quali potrei confrontarmi per imparare cose nuove.  

Ma alla fine la mia professione di formatore/orientatore e consulente per le imprese, prende sempre il sopravvento sui desideri ed i sogni irrazionali e così la verità è che mi sono incuriosita ad approfondire le informazioni per l’utilizzo di questo spazio, perchè mi sembra davvero una bella possibilità per chi voglia avviare imprese nel settore creativo. Immagino ai tanti giovani che ho conosciuto nel Centri di Orientamento al lavoro e nei Corsi di Formazione per i Green Job ad Agrigento e Lecce, al mio mestiere di Responsabile del Centro per l’Imprenditoria Femminile finanziato dalla Regione Lazio, quante donne ho incontrato capaci e abili nei mestieri creativi e artigianali che non avevano possibilità economiche per iniziare le loro produzioni…

E’ per tutte queste persone che ho scritto il post, a loro è dedicato, sono loro che immagino seduti a lavorare, verniciare, tagliare, cucire, progettare.  Bravo Luca, per l’idea che nel suo piccolo, aiuta a ricostruire la tradizione artigianale di questo Paese… io torno a cercare di capire per affrontare l’estate, a quale attività sportiva mi devo votare!!

Tags: , ,

 
 

Ditre Italia le novità al Salone del Mobile

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor
Modularità, comfort e massima cura dei dettagli sono le caratteristiche delle nuove collezioni di imbottiti presentate al Salone del Mobile dall’azienda DITRE Italia.


dettagli home decor
Il progetto Kanaha, nato grazie alla collaborazione con il designer Daniele Lo Scalzo Moscheri, interpreta il divano in una nuova versione multimaterica ed espressiva per la sua struttura a vista in metallo. Le cuscinature dello schienale sono rastremate in prossimità dei braccioli: il dettaglio di giunzione degli stessi propone una soluzione sartoriale innovativa che collega i vari componenti. Il divano Kanaha è un prodotto culturalmente evoluto e dedicato a chi sa apprezzare il segno deciso di una lamiera ma soprattutto il confort di una seduta che richiama un morbido guanciale. E’ proprio questa contrapposizione che genera una carattere di forte identità al prodotto ma anche all’azienda stessa. I cuscini di seduta e gli schienali galleggiano sospesi, e si appoggiano lateralmente su sottili fianchi in cuoio; come un busto, il perimetro del divano è una linea di confine leggero, lascia vivere tutto il vigore dei volumi di seduta morbida ed avvolgente. Kanaha è un divano che abbina diversi materiali e finiture; può essere facilmente declinato in versioni monocromatiche, ma anche abbinato con finiture in contrasto.
dettagli home decor
Monolith, secondo progetto del designer Daniele Lo Scalzo Moscheri,  è un divano organico costruito con volumi modulari e di facile lettura. Una ispirazione “family feeling” lega l’imbottito ad un palcoscenico di funzioni che non esagerano in virtuosismi estetici ma privilegiano la funzione, gli accessori e la magia del dettaglio. Nella sua semplicità Monolith ha una eccellenza sartoriale visibile nella soluzione di confezione: come un abito, il tessuto è calzato sui cuscini con l’inserimento di zip verticali a vista.
Lo studio del dettaglio non altera il rigore di un divano che ha una modularità innovativa ed è ricco di accessori come il pannello “privacy”; un separè tessile attribuisce intimità e come una quinta delimita l’area di appartenenza a piacere grazie ad una porzione di divisorio orientabile. Al piano rettangolare in eucalipto si associano i piani tondi in tubo metallico; un segno nitido e preciso è ammorbidito da superfici circolari e trasparenti.
Monolith è un divano maschile e contemporaneo, ma la sua particolare confezione e gli accessori lo rendono un vero e proprio “sistema” confermando la filosofia aziendale che considera ogni prodotto una espressione organica di un vero e proprio stile di vita.
dettagli home decor
Ecléctico, realizzato con la collaborazione dei designer Stefano Spessotto e Lorella Agnoletto,  è un divano modulare da personalizzare a proprio piacimento. Con pochi semplici gesti e senza l’intervento di alcun tecnico montatore, è possibile modificare l’aspetto di Ecléctico in ogni momento e in ogni occasione: ad esempio per dare al living uno stile più minimal o per accogliere comodamente gli ospiti. L’innovazione sta nella possibilità di variare l’altezza di tutto il divano: è possibile togliere lo schienale alto e mettere quello basso e viceversa, aggiungere o levare il materassino extra-comfort alla seduta, mettere i piedini alti o lasciare quelli bassi.
Ecléctico è il divano che, in poche mosse, assume caratteri diversi fra loro: “minimal” trapuntato o liscio a terra, “informal” trapuntato o liscio con piedini alti, “comfort” liscio a terra con materassino extra-comfort. Inoltre Ecléctico è disponibile con schienale alto e basso, con braccioli in due altezze e in due larghezze, con due tipi diversi di piedini alti (in metallo o nella forma a trombetta solo in legno), con piedino basso. Il piedino a trombetta è abbinabile al tavolino d’appoggio in legno o servetto, realizzati seguendo la stessa linea ebanistica. Ecléctico, contraddistinto da eleganti dettagli sartoriali su bracciolo e seduta frontale, è disponibile con rivestimento liscio o trapuntato, sia in tessuto che in pelle.

Ditre Italia – Salone del Mobile - Pad 12 – Stand C01/D02

Tags: , , ,

 
 

Milano: design and food, a story of craftsmanship

Pubblicato da admin in Design, Expo Milano Design

Milano is getting all dressed up for the Salone del Mobile, starting tomorrow, and for one of its most important events to date, the Expo2015 starting next month.

The Salone del Mobile is not only one of the most influential furniture design fairs in the world but also a widely photographed example of how an entire city can be transformed into a open air exhibition.

On 1st May Milano will open its doors to the Universal Exhibition, Expo2015, a massive showcase hosting over 140 countries dedicated to the world of food and dedicated to finding the best ways of feeding the world.

Italy is the perfect host to speak about food, fashion, design, it is the probably the most highly regarded country for its craftsmanship, including its quality, style and technique in cooking. In fact the aspects involved in producing an amazing dish, an outstanding piece of furniture or piece of fashion are the same: passion, technique, innovation and an expertise developed by studying the past; Italians have successfully combined all of these things together in what has become globally recognized as ‘Made in Italy’.

The Modà Collection is an example of this excellence, in the last 50 years it has contributed significantly to spreading Italian craftsmanship’s fame, exporting timeless pieces all over the world, made with love, attention to detail and originality. They even launched some pieces that cross fashion and furniture design, as further proof of the fact that when you are good at making something, the distinction between certain fields is irrelevant.

We can’t wait to see what an incredible buzz these two appointments will bring, to attend the numerous events that the city is putting on, to welcome with open arms people from all over the world, to eat amazing food, to see the incredible Modà installation and go to bed satisfied with the thought that the future is born again from tradition.

Layout 1

Tags: , ,

 
 

Love address – IKEA temporary shop

Pubblicato da blog ospite in Design, REDaddress

C’é un nuovo posto in città dove trovarsi con gli amici, rilassarsi in un 
classico cortile milanese, fare un po’ di shopping e assaggiare deliziose 
polpette vegetariane. Tutto questo nel nuovo temporary shop di IKEA in via 
Vigevano 18, in zona Navigli a due passi dalla nuova Darsena,dagli eventi 
della Design week milanese e dedicato anche a chi si troverà a passare in 
città per visitare Expo. Tante idee e progetti intorno al cibo e alla 
cucina,un minishop con complementi e accessori in tema,tra cui una capsule 
collection realizzata in sughero e quattro progetti studiati da design 
indipendenti che hanno interpretato la cucina Metod.Un bel bistrot luminoso 
dove assaggiare le veggie balls e tante altre novità. Nel seminterrato un 
grande spazio dedicato a una serie di eventi e interactive cooking.
Sarà aperto fino alle fine di settembre, da non perdere! Speriamo non sia 
solo temporary… che ne dite?

1 temporary chair 
2 libro di ricette e consigli per non sprecare nulla in cucina –  in vendita da IKEA
3 cortile in via Vigevano 18
1 l’interno del bistrot 
2 alle classiche polpettine di carne si sono aggiunte quelle di pollo e le vegetariane
1 il progetto di Paola Navone, il nostro preferito, per la cucina Metod
2 un’insieme di erbe aromatiche e peperoncini in vasi di latta e secchielli
3 atmosfera calda e accogliente nella cucina eclettica di Paola Navone, perfetta per
un loft ma anche per una casa in campagna
1 tavolo e sgabelli in sughero di Ilse Crawford, un nuovo modo di utilizzare questo materiale
2 nel cortile del temporary shop tanti vestiti bianchi e neri appesi a un filo
per maggiori informazioni su orari ed eventi www.ikea.com/temporary
photo by Arianna Battistessa e archivio IKEA
Tags: , ,

 
 

Salone del Mobile 2014…

Pubblicato da admin in Design, Expo Milano Design

…and tomorrow Salone del Mobile 2015 will open its doors.

2015 will be of course a great year for Milan; the city will host the World Expo and will attract people from all over the world.

It is not a case that among all the Italian cities Milan has been chosen; every year, in fact numerous international fairs and exhibitions take place in the Lombard city and tomorrow, the 2015 edition of the Milan Furniture Fair will open its doors revealing the new design and furniture fashions and trends, and bringing together the most important international companies and manufacturers, and experts in the field.

Since its first edition in 1961 the fair has been setting furniture and interior design trends and in the last years it hasn’t been no less.
Like every other year, in 2014 Italy has been in the spotlight with all its most important companies that have presented their amazing and innovative new collections.

Many are the trends that were set by last year edition, where past and future met with the return of the most classical furniture material: wood. This natural material met with the most contemporary and artificial materials, like for example carbon fibres, to give life to unique furniture items.
Contamination has in fact been one of the keywords of the fair, and not only in terms of materials, but also in terms of forms and lines that took inspiration from the most disparate fields.

But the exhibitions weren’t all oriented towards the future, in fact, many companies proposed collections inspired by the past, going back to old styles and designs.
A manufacturer that stood out among the others is Modà Collection, a company from Brianza that based its exhibition on a particular concept named “Italian Inspirations” with the idea of an imaginary journey around Italy through three different dream houses inspired by as many Italian cities: Milan, Siena and Capri.

expo-milano-furniture-moda-collection-blog

Three environments to tell about three different cities and three different lifestyles but all with one common aim: tell the world about Italy’s fashion, art, food and design or, said in a nutshell, about the Italian style.

expo-milano-furniture-moda-collection-blog03

This year too, Modà will be at the fair, and I’m sure that it will think of a new and even more creative way to display its collection along with all its fellow companies that will make this edition one of the best ever, and in the Expo year we couldn’t expect less.

expo-milano-furniture-moda-collection-blog02

So, Milan Furniture Fair 2015, how will it be?
We’ll keep you posted.

Tags: , ,

 
 

Salone del Mobile 2015: anteprima novità Cattelan Italia

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design

IMG_22379m .tif

Siamo rivenditori ufficiali di Cattelan Italia, una nota azienda veneta conosciuta e diffusa in più di 150 paesi in tutto il mondo che anche quest’anno sarà presente, dal 14 al 19 marzo, al Salone del Mobile di Milano.
Abbiamo ricevuto in anteprima alcune immagini e non abbiamo resistito alla tentazione di pubblicarle subito. Potrete comunque ammirare dal vivo le ultime proposte nel padiglione 10, stand A15 / B18 e a breve tutte le novità saranno in vendita online sul nostro portale arredaclick.com
Stay tuned… per ora rifatevi gli occhi e immaginate come questi tavoli potrebbero arredare il vostro soggiorno.

salone-del-mobile-cattelan-2015

Tavolo Hystrix in tondino d’acciaio di ferro con piano in cristallo trasparente.

cattelan-2015-salone-del-mobile

Tavolo Obelisco con base in acciaio inox, gamba in cemento e piano in cristallo.

Tags: ,

 
 

Ecomalta nell’arredamento: perchè sceglierla

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

Le ultime tendenze in fatto d’arredamento vedono l’impiego di materiali provenienti dal mondo dell’edilizia. Le continue ricerche e specializzazioni hanno infatti portato all’utilizzo dell’ecomalta, un materiale all’avanguardia che permette di realizzare mobili e complementi di design dalla chiara impronta naturale.

COS’È L’ECOMALTA?
È un innovativo materiale di ultima generazione prodotto dopo una lunga ricerca tecnologica partita dal riciclo di inerti.

CARATTERISTICHE MATERIALE
Elencare le caratteristiche dell’ecomalta può certamente servire per descriverla e per far capire il suo alto livello di qualità.
È un materiale di riciclo totalmente ecosostenibile ed ecocompatibile, privo di cementi, gessi, resine epossidiche e sostanze tossiche, a garanzia di rispetto per l’ambiente e per la salute. Ignifuga, non radioattiva, traspirante, senza rilascio e formazione di umidità, impermeabile, non ingiallente, resistente, ingeliva, antistatica, flessibile. Un mobile realizzato in ecomalta è ininfiammabile ed insensibile agli eventuali sbalzi di temperatura e la superficie non ingiallisce a seguito di fumo o luce diretta.

Una superficie in ecomalta si presenta omogenea, compatta e liscia, priva di fughe e giunzioni. Igienica ed impermeabile, è facilmente pulibile con un panno umido ed un detergente neutro e non richiede grosse manutenzioni.

ecomalta-arredamento-napolecomalta-nell-arredamento-napol

Dopo aver elencato queste caratteristiche è facile capire i motivi per cui l’ecomalta si presta ad arredare casa. E anche noi, con la volontà di rimanere al passo con i tempi, di abbracciare le tendenze moderne e di offrire ai nostri Clienti prodotti sempre più all’avanguardia che rispettino le persone e anche l’ambiente, abbiamo introdotto nel nostro catalogo questo materiale.

La nostra parete attrezzata 591 permette di godere in casa di tutti i vantaggi fin’ora elencati e di accostare materiali differenti. Lo studiato contrasto di superfici lisce e materiche, di colori e texture differenti, si fa poi portavoce di una tendenza moderna che vuole unire l’estetica alla praticità. Pensata per un pubblico attento alle mode e alla propria sicurezza, ha un aspetto materico e un look freddo ed industriale, capace di arredare con decisione e discrezione allo stesso tempo.

ecomalta-arredamento-parete-attrezzataParete attrezzata 591 con pensili sospesi con anta in ecomalta.
Tags: , ,

 
 

Un angolo di Provenza nel cuore di Milano

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor
In occasione del Fuorisalone, Fermob e Archirivolto hanno ricreato un delizioso angolo dal sapore provenzale nelle vetrine del noto store MAX&Co.

dettagli home decor
I designer italiani dello studio Archirivolto in collaborazione con MAX&Co. hanno deciso di trasferire in città e nelle vetrine del Flagship di Corso Vittorio Emanuele, l’immagine semplice e autentica di un tipico Bistrot Provenzale. Ecco quindi le fioriere Terrazza, realizzate da Fermob su design Archirivolto, traboccanti di lavanda dal profumo inebriante, che animano le vetrine, fra sedute relax, tavolini colorati e gli straordinari abiti della collezione primavera estate firmata Max &Co

dettagli home decor
Una trilogia di fioriere dalle forme sobrie, molto strutturate, identiche nel design ma diverse in altezza, per creare degli autentici giardini urbani. La piegatura sobria della lamiera e la finezza della struttura in acciaio contrastano con il volume delle piante creando un effetto visivo estremamente decorativo.

dettagli home decor
Sulla scia delle fioriere Terrazza, i designer hanno immaginato anche un tavolo per orto, modulare e multifunzionale, che risponde a tutti i desideri della vita in giardino. Un invito per gli appassionati del rinvaso ad esercitare tutta la loro arte… Le due vasche ospitano terra e piante per trasformarsi in giardino aromatico. 

dettagli home decor
In vetrina, anche il tavolino pieghevole Tertio (design Studio Fermob) e le poltroncine impilabili Zebra disegnate e prodotte da Archirivolto, a cui Fermob presta per l’occasione la sua esclusiva palette di colori.

Tags: ,

 
 

Milano Design Week 2015

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor
Siamo giunti all’attesissimo appuntamento con la settimana del design milanese e da domani apre le porte il Salone del Mobile, la più importante fiera di riferimento del settore a livello internazionale.

Quest’anno l’evento, in programma dal 14 al 19 aprile nei padiglioni della fiera di Milano Rho, amplia la propria visibilità, perché oltre ai 300.000 visitatori attesi provenienti da più di 160 Paesi, si aggiungono quelli legati all’inaugurazione dell’Expo 2015 che avrà inizio 10 giorni dopo.
Il Salone del Mobile allarga così i confini del quartiere fieristico, estendendo la sua presenza con diversi eventi organizzati in tutta la città, come la mostra  “Leonardo 1452-1519” che inaugurerà il 15 aprile 2015 a Palazzo Reale in concomitanza con i giorni del Salone. I principali eventi saranno concentrati nei padiglioni di Rho Fiera, secondo un format che vede in primo piano le tre tipologie di stili Classico, Moderno e Design, il salone del Complemento d’arredo e il SaloneSatellite, accanto ai saloni specialistici biennali Euroluce, ospitato nei padiglioni 9-11 e 13-15, e Workplace3.0/SaloneUfficio, all’interno dei padiglioni 22-24.

dettagli home decor
A Euroluce, la manifestazione dedicata all’eccellenza nel mondo dell’illuminazione, saranno presentate le novità di prodotto, i sistemi di illuminazione e i software per le tecnologie della luce. Workplace3.0, invece, farà il punto, attraverso un concept innovativo, sul mondo dell’arredamento per ufficio. Un’installazione,“La Passeggiata”, ideata dall’architetto Michele De Lucchi e ospitata all’interno dei padiglioni di Workplace3.0, presenterà proposte e spunti progettuali per vivere lo spazio di lavoro nelle tante accezioni attuali.
Infine, al SaloneSatellite, spazio alla creatività dei giovani talenti nei padiglioni 22 e 24 – gli stessi di Workplace3.0: 700 designer under 35 selezionati da ogni parte del mondo presenterano i loro progetti sul tema “Pianeta vita” inerente a quello di Expo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.
Aperto agli operatori di settore ogni giorno dalle 9.30 alle 18.30, il Salone potrà essere visitato anche dal pubblico nelle giornate di sabato e domenica

dettagli home decor
Ad accompagnare come sempre Il Salone del Mobile, nel cuore di Milano prende vita il Fuorisalone l’evento più importante al mondo legato al tema del design. Per la Design Week milnese sono previsti oltre 1000 eventi diffusi su 8 distretti. 

dettagli home decor
Oggi il Fuorisalone è sicuramente l’evento con la maggior affluenza di operatori del settore, architetti, designer e studenti provenienti da tutto il mondo.

Tags: , ,

 
 

Ristrutturi? Ecco cosa fare in 10 passi

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design

1. Ai nostri clienti, già al primo colloquio, chiediamo una definizione dei propri obiettivi e delle proprie esigenzenecessità,  cosa vogliono davvero ottenere ristrutturando la propria casa (funzioni, ambienti, stili…insomma la casa dei sogni!) per arrivare ad un progetto davvero definito e ben particolareggiato!

2. E’ importante sapere che per ristrutturare (o semplicemente fare un intervento di MANUTENZIONE STRAORDINARIA, cioè spostare un porta o buttare giù un muro) va depositata in Comune una pratica edilizia, accompagnata da una Relazione asseverata dal progettista, che può essere nel caso più semplice una CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata); questa, oltre agli elaborati grafici (disegni), comporta la consegna di documenti che provino, ad esempio, la legittimità della proprietà o la situazione catastale: è buona cosa prepararli, quando si sceglie di contattare un tecnico, per procedere spediti con la pratica.

3. SCELTA DEL PROGETTISTA: per redigere la pratica urbanistica serve un tecnico abilitato, cioè iscritto al proprio Ordine Professionale (architetto, geometra o ingegnere), che firmi il progetto da presentare in Comune.

4. Una volta definito il progetto, potete chiedere al progettista che vi rediga un Capitolato dei Lavori oppure un Computo Metrico Estimativo: avrete così un’indicazione tutto sommato precisa delle spese che andrete ad affrontare e potrete darlo da valutare all’impresa (o alle imprese, se ritenete di volerlo sottoporre a più d’una…) per farvi fare il prezzo REALE del loro lavoro.

5. Redatti gli elaborati grafici richiesti e raccolta la documentazione necessaria, scelta l’impresa, assicuratevi di aver fatto gli ordini necessari dei materiali; con i tempi di consegna, a volte piuttosto lunghi, rischiate di fermare il cantiere perchè manca un wc!

6. E’ giusto che ora il proprietario scelga un DIRETTORE dei LAVORI, che può essere anche il progettista, che controlli sul cantiere  che i lavori siano fatti a regola d’arte.

7. Se si abita in Condominio, bisogna avvisare l’Amministratore quando inizieranno i lavori; per corretezza è meglio apporre un foglio con i nominativi e i riferimenti telefonici dell’Impresario e del Direttore dei Lavori, per eventuali rimostranze.

8. Primo passo: demolizione delle tramezzature interne e rimozione di tutti i pavimenti e rivestimenti.

9. Poi seguirà la costruzione dei nuovi muri divisori, installazione degli impianti, i serramenti esterni; quindi saranno applicati i rivestimenti e le tinteggiature…FINALMENTE vedrete i risultati dei lavori!

10. Terminati i lavori, andrà consegnato in Comune il cosìdetto “FINE LAVORI”, che presuppone sia stata fatta una VARIAZIONE CATASTALE, per allineare l’intervento realizzato con la situazione dell’immobile in Catasto.

Se invece non sai proprio da dove cominciare, o non sai deciderti su quello che ti serve, prova le nostre Guide  alla Ristrutturazione!
Registrati sul nostro e-shop, e potrai avere GRATIS:

oppure provare il modulo dedicato al bagno dalla nostra Shopping list:

Info e preventivi: cafelab studio

Immagini via MyScandinavianHome


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 




Torna su