17 Settembre 2019 / / Decor

Losanghe colorate, portali fluo e pois decorano gli spazi grazie ai rivestimenti murali Vescom

I wallcovering Vescom +Print, con stampa digitale custom, sono stati selezionati dallo studio di architettura Vudafieri-Saverino Partners come soluzione per esaltare il carattere e decorare con fantasia, freschezza e colore alle pareti di Spica, il ristorante di Ritu Dalmia e Viviana Varese in via Melzo 9 a Milano.

Il progetto

 “Abbiamo scelto Vescom per le ampie possibilità di personalizzazione che l’azienda era in grado di offrire, oltre che per lelevata qualità dei suoi prodotti dichiarano gli architetti Tiziano Vudafieri e Claudio Saverino.

La sfida era di creare un luogo che rispecchiasse lo spirito delle due socie, viaggiatrici instancabili, che volevano rappresentare le diverse culture e la ricchezza dei paesi che le hanno accolte – Sud-Est Asiatico, Subcontinente indiano, Europa e Americhe – non solo attraverso i piatti che più hanno amato, ma anche a partire dall’ambiente all’interno del quale assaporarli, per un’esperienza davvero a 360 gradi.

Milano e India sono stati i punti di partenza, per un progetto che rispetta le preesistenze mettendo insieme omaggi a Sottsass, con la sua passione per l’India, e richiami a grandi maestri della Milano degli anni 50/60 come Franco Albini.

Il risultato è uno spazio in cui entrando si respirano da subito informalità, libertà creativa e leggerezza.

I rivestimenti murali Vescom, realizzati tramite la stampa digitale su base Lay effetto seta di elementi decorativi selezionati dal committente, hanno contribuito a mettere in scena questo mix di influenze: motivi geometrici fluo con losanghe colorate o pois segnano tutto lo spazio del ristorante e scandiscono gli ambienti del cocktail bar all’ingresso, della lounge arredata con tavolini tondi e sedie e l’area della convivialità.

Vescom con Spica si conferma un partner di grande interesse quando si ricercano delle soluzioni su misura, volte ad interpretare la volontà di personalizzazione del committente e a raccontare una storia unica.

Rivestimenti murali Vescom +Print

La collezione di wallcovering Vescom +Print, con le sue 7 superfici disponibili per stampa digitale custom, è una soluzione che può fare la differenza in molti progetti, offrendo la possibilità di rendere esclusivo e speciale un ambiente e avere al tempo stesso tutta una serie di caratteristiche molto importanti in ambito contract: garanzia   di massima qualità; altissima risoluzione della stampa nelle dimensioni desiderate; semplice manutenzione; resistenza al fuoco, ai graffi e agli urti; colori a lunga durata   e resistenti alla luce. Vescom inoltre fornisce il proprio supporto durante l’intero processo, dalla selezione dell’immagine, alla valutazione della superficie e struttura più adatta, fino alla stessa installazione.

L’articolo I wallcovering Vescom+Print tra gli ingredienti del ristorante Spica proviene da Dettagli Home Decor.

17 Settembre 2019 / / Architettura

vetrate scorrevoli che si aprono sul giardino

Ampie superfici vetrate in grado di regalare vedute a tutto schermo. In serramenti robusti, poco ingombranti e ad alto potere isolante. In questo articolo trovi tutte le informazioni necessarie per scegliere il modello più adatto alla tua casa.

I vantaggi delle porte finestre scorrevoli

Se le ante a battente sono ancora le più diffuse per i normali infissi, per le porte finestre oggi si prediligono i modelli scorrevoli, soprattutto nelle abitazioni che dispongono di uno spazio esterno come un giardino o una terrazza. Molte portefinestre utilizzano questo tipo di apertura perché permette di sfruttare al massimo lo spazio all’interno degli ambienti.

I serramenti scorrevoli permettono di realizzare ante di grandi dimensioni e, nonostante ciò, presentano diversi vantaggi. Sono resistenti, ad alta tenuta, ma anche leggeri e maneggevoli; garantiscono un’ottima sicurezza e non necessitano operazioni di manutenzione costanti. Inoltre, questi modelli, oltre a garantire la massima luminosità agli ambienti, permettono un risparmio sia economico che ambientale. È possibile infatti sfruttare a pieno tutta la luce naturale, ma anche conservare meglio il calore durante la stagione fredda.

zona giorno con vetrate scorrevoli

sistema scorrevole Oknoplast

Porte finestre scorrevoli a scomparsa

I serramenti a scomparsa sono la soluzione ottimale per chi desidera aumentare la quantità di luce naturale all’interno e godere della vista dell’esterno senza alcun ostacolo. Ma non solo, perché questi modelli sono anche un’ottima soluzione salvaspazio e quando l’ambiente è piccolo, l’apertura delle ante può risultare troppo ingombrante.

I modelli più attuali di porte finestre scorrevoli sono caratterizzati da un telaio sottilissimo e invisibile, che offre una maggiore vista sull’esterno e la realizzazione di ampie superfici vetrate.

L’installazione dei serramenti a scomparsa richiede delle opere murarie, occorre infatti murare un apposito controtelaio, per questo sono consigliati in caso di ristrutturazione o nelle nuove costruzioni.

porta finestra scorrevole a scomparsa

sistema scorrevole a scomparsa Oknoplast

 

Porte finestre scorrevoli tradizionali

Nel caso di una semplice sostituzione dei vecchi serramenti, senza quindi eseguire alcun lavoro di ristrutturazione della casa, il nostro suggerimento è di optare per le classiche porte finestre scorrevoli. In questo modo l’ambiente risulterà comunque più ampio e luminoso. L’unico svantaggio rappresentato da questo modello di infisso è che non si ha la possibilità di aprire completamente la finestra stessa.

In questo caso il sistema alzante scorrevole è il più usato e permette di realizzare ampie superfici vetrate. Girando il maniglione l’anta si solleva e scorre lungo il binario, richiudendolo l’anta ritorna nella sede originaria. Inoltre, se realizzati in legno e alluminio, questi serramenti offrono massima protezione dagli agenti atmosferici e isolamento termo-acustico.

soggiorno con vetrata scorrevole

sistema scorrevole Oknoplast

Materiali, finiture e posa

In fase di acquisto è opportuno valutare bene la scelta dei materiali. I serramenti devono fare da barriera contro gli agenti atmosferici e isolarci da caldo, freddo e rumori. I materiali di finestre e porte finestre scorrevoli devono risultare resistenti, PVC e alluminio sono indubbiamente i due materiali da prediligere. La soglia termica è un altro fattore da non sottovalutare in quanto evita che acqua e aria penetrino all’interno. Un buon serramento deve avere almeno tre o quattro guarnizioni tra anta e telaio, realizzate in epdm o pvc, con grande potere elastico per resistere agli sbalzi di temperatura.

Porte e finestre sono elementi d’arredo molto importanti per questo è importante poter scegliere il colore al fine di ottenere un risultato armonioso. Gli infissi Oknoplast, ad esempio, sono completamente personalizzabili, dalle tonalità più brillanti a quelle più opache, dall’effetto legno alla possibilità di realizzare l’interno e l’esterno di colori differenti.

infissi scorrevoli pvc bianco

sistema scorrevole Oknoplast

Per quanto concerne la posa è opportuno affidarsi a posatori esperti in grado di isolare bene i giunti e tutti i punti di contatto con la muratura, al fine di evitare eventuali spifferi e ponti termici.

 

L’articolo Porte finestre scorrevoli. Meglio a scomparsa o tradizionali? proviene da Dettagli Home Decor.

13 Settembre 2019 / / Design

cucina a legna in un loft industriale

Cucinare con risultati da chef e nello stesso tempo riscaldare la casa in modo più ecologico ed economico? La cucina a legna è la risposta.

Ormai lontane dallo stereotipo della “cucina della nonna”, in commercio sono disponibili soluzioni adatte per tutti coloro che vogliono combinare insieme cucina e riscaldamento, con un prodotto che sia contemporaneamente uno scenografico oggetto d’arredo, freestanding oppure ad incasso, e una vera macchina da riscaldamento, come le cucine J.Corradi.

Quattro collezioni di cucine a legna 

Ideali per cucinare e riscaldare in modo green, i modelli J.Corradi nascono per riscoprire le antiche tecniche di cottura a legna, che regalano ad ogni pietanza gusti e sapori assolutamente impareggiabili rispetto alla cottura a gas o con strumenti elettrici.

cucina a legna Country

COUNTRY – Dettagli raffinati, finiture di pregio, e tutte le funzioni per cucinare da chef.

La robusta piastra in ghisa radiante, posizionata direttamente sopra l’ampio braciere, ha uno spessore di 8 millimetri, e questo gli consente di mantenere la temperatura più a lungo, perfino quando la fiamma è ormai spenta. Sugli anelli, dove la temperatura è più alta, si possono effettuare le cotture più rapide, mentre sui lati il calore è diffuso, perfetto per le cotture lente, come i risotti, i brasati, le salse. Una vasca per l’acqua calda è fornita come optional, per avere un liquido alla giusta temperatura sempre a disposizione mentre si cucina.

Il forno a legna ha dimensioni generose di 58 o 45 litri ed è rivestito di materiali refrattari di altissima qualità, per mantenere la temperatura interna costante ed omogenea. La temperatura interna si può controllare attraverso il termometro posto frontalmente, mentre, nei modelli predisposti, è possibile anche regolare l’intensità del fuoco attraverso una  pratica manopola che aumenta o diminuisce la quantità d’aria presente nel braciere. Con braci e fiamma vive si raggiunge la temperatura ideale per cuocere pane e pizze, mentre con fiamma moderata o addirittura a braci spente, è possibile portare a cottura le pietanze che hanno bisogno di tempi lunghi e temperature più dolci, come arrosti, verdure, torte. Sono disponibili guide estraibili come optional per tutti i modelli.

cucina a legna NEOS

NEOS – Essenziale nelle linee e nelle forme, perfetta per gli ambienti più contemporanei.

In abbinata alla parte legna, sono disponibili piani cottura gas o elettrici che prevedono diverse combinazioni, per soddisfare le più disparate esigenze d’uso.

Le cucine J.Corradi rappresentano una soluzione ottimale tanto per le performance a livello di cottura, quanto nel settore del riscaldamento ecosostenibile. Mentre portano a cottura le pietanze scegliendo di volta in volta la tecnica più adatta, riscaldano piacevolmente la stanza in cui sono installate.

cucina a legna Borgo Antico

BORGO ANTICO – L’intramontabile fascino della ceramica, da combinare in infinite varianti.

Nella versione Thermo, possono anche produrre acqua calda per i termosifoni di tutta la casa o per l’impianto di riscaldamento a pavimento. I materiali refrattari di alta qualità ed il preciso controllo della combustione  consentono rendimenti davvero interessanti, fino al 78- 80%. In questo modo, anche i modelli più piccoli da 60 cm possono riscaldare una stanza di circa 70 metri quadri, mentre i più grandi in versione “thermo” arrivano a 200 metri quadri.

Il focolare, particolarmente profondo (40-50 cm), permette di inserire anche ciocchi di legna di grandi dimensioni ed è progettato per sfruttare al meglio la cosiddetta tecnica del “fuoco continuo”.

La cucina a legna, infatti, può continuare a scaldare per lungo tempo senza bisogno di continue ricariche e le braci restano accese fino ad oltre 6 ore dall’ultima carica.

cucina a legna Rustica

RUSTICA – Uno stile sobrio ed elegante, adatto a tutti gli ambienti, con ampie porte vetro.

Moderna, la nuova linea di cucine a legna dal design contemporaneo

Il design sobrio e lineare di Moderna è caratterizzato da un frame in alluminio cromato, che rialza da terra e alleggerisce l’intera struttura, e dalla totale assenza di spigoli vivi. Angoli, ante e maniglie sono raggiati e saldati per una migliore ergonomia e per un risultato di grande effetto estetico.

Il focolare è realizzato in Alutec®, un materiale brevettato da MCZ Group che sbianca alle alte temperature e garantisce una fiamma brillante e scenografica. Il fuoco, regolabile facilmente da un unico comando integrato nel vano, offre performance di riscaldamento di tutto rispetto, arrivando a scaldare efficacemente ambienti dai 70 ai 100 metri quadri, secondo la dimensione del modello.

Mentre riscalda l’ambiente circostante per convezione naturale, il focolare mantiene calda la piastra superiore, disponibile in ghisa o in vetroceramica, e il forno a legna, da 22 o 51 litri, con termometro e anta a triplo vetro per il massimo isolamento e sicurezza. Il piano cottura in inox aumenta la versatilità d’uso di Moderna e si può personalizzare a piacere con fornelli a gas o piastre ad induzione.

Telaio e maniglie sono in alluminio cromato. Il rivestimento esterno è in acciaio inox oppure verniciato a polveri in color rosso o nero. I fianchi sono areati per facilitare l’installazione ad incasso. La cucina è disponibile con piedi in acciaio o zoccolo in metallo.

La cucina a legna Moderna è disponibile in due modelli a legna da 61 e 90 cm; quattro modelli combinati a legna, gas, elettrico, da 121, 150, 151 e 180 cm; due modelli che offrono solo la parte gas ed elettrica, da 70 e 100 cm.

Per maggiori informazioni www.jcorradi.com

L’articolo Cucina a legna: cucinare e riscaldare in modo green proviene da Dettagli Home Decor.

12 Settembre 2019 / / Dettagli Home Decor

emergenza cambiamenti climatici

Il 40% delle emissioni di CO2 globali è imputabile all’edilizia

Sono 8 gli studi italiani fondatori dell’Italian Architects Declare Climate and Biodiversity Emergency, un’iniziativa nata a maggio nel Regno Unito che conta già più di 600 sottoscrittori del calibro di David Chipperfield, Foster + Partners e Zaha Hadid Architects. L’obiettivo è mobilitare il mondo dell’architettura per combattere la crisi climatica e salvaguardare la biodiversità. Altri paesi, tra cui Australia, Norvegia, Islanda, Sud Africa e Nuova Zelanda, stanno aderendo al movimento.

Gli studi italiani firmatari-fondatori dell’Italian Architects Declare Climate and Biodiversity Emergency sono Piuarch Studio, Schiattarella Associati, Archilinea, Park Associati, Michele De Lucchi Architects, Fuksas, Labics, ABDR.

I fondatori del movimento inglese hanno riscontrato a livello internazionale grande interesse e attenzione da parte dei colleghi architetti e hanno deciso di consentire una più ramificata divulgazione, assegnando a Piuarch il compito di promuovere e divulgare gli intenti di questo manifesto anche nel nostro paese.

L’Italian Architects Declare Climate and Biodiversity Emergency nasce in un momento storico d’urgenza in cui il Sistema Paese ha necessità di mettere in pratica gli 11 punti contenuti nella dichiarazione. Costruire edifici efficienti dal punto di vista energetico è un’esigenza e sempre più una priorità nell’agenda politica italiana ed europea.

Per iscriversi: ITALIAN ARCHITECTS DECLARE WEBSITE

Il Manifesto

Italian Architects Declare Climate and Biodiversity Emergency

La crisi climatica e la perdita di biodiversità sono un’urgenza del nostro tempo. L’architettura e gli edifici svolgono un ruolo importante, rappresentando circa il 40% delle emissioni di biossido di carbonio (CO2) legate all’energia, avendo anche un impatto significativo sui nostri habitat naturali.

Per tutti coloro che lavorano in questo settore, soddisfare i bisogni della nostra società senza violare i confini ecologici della terra richiederà un cambiamento di processi e modelli nel nostro approccio al lavoro. Insieme ai nostri clienti, avremo bisogno di commissionare e progettare edifici, città e infrastrutture come componenti indivisibili di un sistema più ampio, rigenerante e autosufficiente.

La ricerca e la tecnologia esistono in primo luogo per permetterci di iniziare questa trasformazione, ma ciò che finora è mancato è la volontà collettiva. Riconoscendo questo, ci stiamo impegnando a rafforzare le nostre pratiche di lavoro per creare progetti architettonici e urbanistici che abbiano un impatto più positivo sul mondo che ci circonda.

Cercheremo di:

– Aumentare la consapevolezza riguardo l’emergenza climatica e la perdita di biodiversità e sensibilizzare i nostri clienti e fornitori circa l’urgente necessità di agire.

– Sostenere un cambiamento più rapido nel nostro settore verso pratiche di progettazione rigenerativa come anche una più alta priorità di finanziamento da parte del governo per fronteggiarle.

– Stabilire i principi e le tecniche di mitigazione del clima e della biodiversità come chiave di successo del nostro settore: dimostrato da diversi premi, studi e inchieste.

– Condividere conoscenze e ricerche a tal fine su base open source.

– Valutare tutti i nuovi progetti che possano ostacolare un contributo positivo alla mitigazione della crisi climatica e incoraggiare i nostri clienti ad adottare questo nuovo approccio.

– Riqualificare gli edifici esistenti favorendone un uso prolungato come alternativa più efficiente alla demolizione e alle nuove costruzioni laddove sia possibile.

– Includere il costo del ciclo di vita, la modellazione del carbonio e la valutazione dell’impatto di occupazione dell’edificio come parte delle fasi di progettazione, per ridurre l’uso di risorse.

– Adottare più principi di progettazione rigenerativa nei nostri studi, con l’obiettivo di produrre progetti architettonici e urbanistici che vadano oltre lo standard delle zero emissioni di carbonio.

– Collaborare con ingegneri, imprese, fornitori e clienti per ridurre ulteriormente i rifiuti di costruzione.

– Accelerare il passaggio a materiali a basse emissioni di carbonio in tutto il nostro lavoro.

– Ridurre al minimo lo spreco di risorse nell’architettura e nella pianificazione urbana, sia su larga scala che nel dettaglio.

Firmatari fondatori:

Piuarch Studio, Schiattarella Associati, Archilinea, Park Associati, Michele De Lucchi Architects, Fuksas, Labics, ABDR

Speriamo che ogni studio di architettura italiano si unisca a noi nel prendere questo impegno.

Per iscriversi: ITALIAN ARCHITECTS DECLARE WEBSITE

#architectsdeclare

L’articolo L’architettura italiana in campo per la crisi climatica e tutelare la biodiversità proviene da Dettagli Home Decor.

10 Settembre 2019 / / Design

applique di design nel colore bianco

L’azienda di illuminazione decorativa presenta Ego, Melting Pot, Orchid e U-Light, ideali per ambientazioni contemporanee e glamour

Un’estate all’insegna di grandi novità per Axolight, che in concomitanza con il lancio del nuovo catalogo “Luce è colore” ha presentato un modello inedito – Ego – e il restyling di prodotti iconici tra cui Melting Pot, Orchid e U-Light. Filo conduttore del progetto è la creazione di oggetti dalla forte personalità, pensati sia per la casa che per il mondo della progettazione.

Lampada Ego

Novità assoluta 2019 è Ego, una nuova collezione di lampade orientabili da soffitto e parete realizzata da Axolight Lab, team creativo multidisciplinare interno all’azienda, in collaborazione con il lighting designer Flavio Venturelli. Dotata di sorgente luminosa a LED integrato dimmerabile, Ego è un connubio perfetto di leggerezza e performance tecnologiche all’avanguardia. Il cilindro – in ottone naturale – sprigiona un fascio di luce puntuale, in grado di valorizzare oggetti e colori all’interno di spazi espositivi ma anche angoli e ambienti di case private. Una soluzione affascinante che fa della purezza formale il suo vanto.

lampada orientabile da soffitto

lampada orientabile da soffitto

 

Lampade Melting Pot

Un importante restyling contraddistingue Melting Pot, collezione di lampade caratterizzata dalla fusione di elementi differenti, integrati in una costruzione architettonica suggestiva che – secondo l’intento del designer Sandro Santantonio – richiama la Torre di Babele, con la sua molteplicità di forme, colori e dimensioni. Disponibile nelle versioni a sospensione, applique e da terra, Melting Pot guarda oggi all’Oriente e si veste di nuovi pattern geometrici, pensati da Axolight Lab ed ispirati alle sculture in ceramica dell’artista giapponese Jun Kaneko. Realizzati nelle nuance del rosa cipria e azzurro, i nuovi motivi astratti si aggiungono al ventaglio di proposte esistenti – esterno chiaro o scuro e interno oro o argento – offrendo personalità e libertà d’espressione.

lampada a sospensione rosa cipria

lampada da terra paralume rosa cipria

Lampade Orchid

Novità anche per Orchid, la lampada floreale firmata Rainer Mutsch, che rievoca l’incanto della natura attraverso le sue forme sinuose. L’intera collezione è stata arricchita di una nuova finitura antracite – oltre alle esistenti versioni in sabbia e bianco – e di una nuova lampada da tavolo ideale per leggere un libro o arredare il proprio studio. Dietro un’apparente semplicità, l’anima hi-tech di Orchid emerge nella cura dei dettagli, rivelando un approccio progettuale attento a forme, materiali e tecnologia, in grado di conciliare innovazione, efficienza e sostenibilità. Il risultato è una soluzione illuminante multidirezionale che sprigiona fasci di luce sia diretta che soffusa, grazie ai diffusori ad imbuto, realizzati in alluminio, dotati di tecnologia LED dimmerabile, che evitano il surriscaldamento assicurando così la massima durata della fonte luminosa.

lampade di design a LED

lampade a LED drimmerabili

Lampade U-Light

Fortunata e iconica, la collezione U-Light di Timo Ripatti è un gioco grafico di elementi circolari in alluminio, minimal e leggeri, che riempiono soffitti e pareti. Portavoce di maestria e avanguardia tecnica, tutti i modelli sono dotati di fonte luminosa a LED integrata nella struttura che diffonde una morbida luce bianca dimmerabile. Oggi, una nuova generosa dimensione – 180 cm di diametro – entra a far parte della famiglia U-Light, dimostrandosi una soluzione dal forte impatto scenico in grado di caratterizzare con forma e luce gli ambienti contract e hospitality. Un’ulteriore conferma della vocazione ed expertise di Axolight nell’ideare soluzioni big-size per il mondo della progettazione.

lampade a sospensione dal design minimal

applique circolari in alluminio

Nuovi modelli, pattern, nuance, misure: le soluzioni illuminanti di Axolight vanno incontro alle esigenze eclettiche del mercato e conferiscono personalità agli spazi indoor.

L’articolo Emozionare con la luce: quattro soluzioni inedite firmate Axolight proviene da Dettagli Home Decor.

9 Settembre 2019 / / Architettura

zona giorno con libreria anni 70 completamente rinnovata

A Torino, Studio Doppio firma il progetto di ristrutturazione di un appartamento di 120 mq, la cui distribuzione ruota intorno a una parete divisoria in grado di assumere diverse configurazioni a seconda dei bisogni.

Posizionata tra il soggiorno e lo studio, la parete divisoria, definita dai progettisti “macchina dello scrittore”, è una parete scorrevole con funzione di scrivania, contenitore, specchiera e lampadario. Il cliente, uno scrittore, ha subito apprezzato l’idea dei progettisti di realizzare una “macchina” mobile in grado di assumere diverse configurazioni a seconda dei bisogni: quando le ante sono aperte dalla postazione di lavoro si può godere della vista d’insieme del living, al contrario se le ante sono chiuse permettono di separare lo studio dal resto della zona giorno.

zona giorno open space appartamento ritrutturato

soggiorno con libreria che funge da parete divisoria

parete divisoria multifunzioni

La parete divisoria è composta da una struttura di ferro tamponata con pannelli in laminato e vetro bronzato; al centro ed ai lati le pareti scorrono, mentre perpendicolari alle pareti nell’intersezione con il soffitto hanno origine scatolati metallici che terminano contenendo delle luci in metacrilato sferiche che illuminano il tavolo del soggiorno. Sul retro la stessa struttura metallica diventa il supporto del piano della scrivania realizzato riutilizzando una vecchia porta la cui storia è un piccolo racconto letterario.

parete divisoria in ferro con pannelli colorati

parete divisoria in ferro e pannelli in laminato

Se al centro dell’appartamento la macchina è una presenza importante, diversamente la libreria che corre lungo la parete principale del soggiorno è volutamente minimal, ovvero sottili lame di metallo bianco che spariscono quando vengono riempite con i libri. La parete frontale del soggiorno è il risultato di un restyling di una anonima parete attrezzata degli anni 70, smontata, ridipinta e riassemblata.

zona giorno appartamento ristrutturato

pranzo e living insieme

Di fronte al soggiorno e a destra dell’entrata, dietro una porta scorrevole in ferro e vetro si trova la cucina. Diversamente dal soggiorno il pavimento è in cemento così come i piani di lavoro. Tutte le parti che la compongono, dalle ante alle mensole compreso il tavolo sono stati disegnati su misura.

porta scorrevole in ferro e vetro per la cucina

cucina con arredi su misura

Altri arredi e complementi sono stati realizzati su misura, come il tavolo e il tavolino del soggiorno, i mobiletti sotto le librerie, i piani, i mobili e gli specchi dei bagni.

www.studiodoppio.it

L’articolo Ristrutturazione appartamento per uno scrittore proviene da Dettagli Home Decor.

7 Settembre 2019 / / Design

piano cottura a gas con cappa integrata

Elica  presenta NikolaTesla Flame, il  primo  piano cottura  aspirante a GAS 

I piani a induzione hanno rivoluzionato la cucina contemporanea, ma il mercato dei piani a GAS, i tradizionali “quattro fuochi”, conta ancora su un bacino d’utenza incredibile, soprattutto in Italia dove li si associa a concetti come “affidabilità”, “risparmio” ed “emozione”.

Per questi motivi dopo aver presentato NikolaTesla One, il primo piano aspirante a induzione già vincitore del premio Compasso d’Oro, Elica ha continuato le ricerche sviluppando un nuovo rivoluzionario piano aspirante con bruciatori e alimentato a gas, il primo sul mercato.

Rispettosa di chi tuttora ama cucinare con la fiamma, Elica ha dato inizio a una vera e propria sfida progettuale e di laboratorio, terminata con la creazione di un prodotto non solo esteticamente accattivante, ma soprattutto sicuro, che rispetta a pieno gli standard imposti dalle normative in termini di rendimento e potenza.

pino cottura aspirante a gas

L’innovazione di NikolaTesla Flame risiede proprio in questo: il sistema di aspirazione, posizionato al centro del piano e gestito elettronicamente tramite comando rotativo continuo, capta i fumi dal basso ed evita gli ingombri delle classiche cappe. Anche durante l’aspirazione dell’aria ad alte portate, non intacca la stabilità delle fiamme dei bruciatori evitando eventuali perdite d’efficienza.

Le qualità principali del primo piano cottura a gas di Elica

Notevoli sono l’intuitività e la maneggevolezza di NikolaTesla Flame, user friendly, facile da pulire e da mantenere. I filtri odori sono agilmente accessibili dall’alto, così come le componenti in ghisa, rimovibili e lavabili. Anche briciole e altri elementi caduti eventualmente nel bocchettone centrale, possono essere raccolti e rimossi con pochi semplici gesti.

Il sistema di funzionamento direct control, poi, consente di regolare in qualunque istante l’intensità dell’aspirazione, con una manopola centrale elettronica e un LED circolare che segnala in modo progressivo il livello di velocità.

piano cottura aspirante a gas con

NikolaTesla Flame dispone in tutto di quattro bruciatori di varie dimensioni di cui uno DUAL, la cui doppia corona con accensione indipendente per il bruciatore più piccolo, abilita l’utilizzo anche di pentole dal diametro ridotto, come la moka per il caffè. Una combinazione perfetta per ogni tipo di cottura, anche su più fuochi contemporaneamente.

L’organizzazione del piano, con griglie a croce chiusa per pentole di tutte le dimensioni e un pratico piano d’appoggio in ghisa, per utensili e ingredienti, facilita le attività in cucina e ottimizza lo spazio a disposizione. Il supporto Wok, disponibile come accessorio, consente infine la cottura anche con questo genere di pentola, rimanendo sempre in completa sicurezza.

piano cottura aspirante a gas con 4 fuochi

NikolaTesla Flame è adatto a ogni cuoco, in ogni cucina e per ogni genere di cottura.

L’articolo Piani cottura aspiranti: non solo a induzione, ora anche a gas proviene da Dettagli Home Decor.

6 Settembre 2019 / / Colori

bagno moderno nero e bianco

Il nero è il nuovo trend per il bagno. Ecco perché, in cinque punti.

Un classico sempre attuale, senza tempo, sobrio, elegante e appropriato in ogni contesto. È il nero, colore di tendenza non solo nella moda, ma anche nel bagno. Lo conferma Kaldewei, con soluzioni coordinate anche per questo ambiente della casa: dai piatti doccia alle vasche e ai lavabi, il più rigoroso di tutti i colori dialoga in perfetta armonia con un design pulito ed essenziale. Una proposta elegante e ricca di fascino, che prima di tutto è una dichiarazione di buon gusto. Quanto basta per spingerci a scoprire i cinque vantaggi offerti dal colore nero.

Il nero in bagno è un invito ad “immergersi” nell’eleganza, in uno stile senza tempo. Un ambiente in cui ci si può rilassare e farsi belli, sentendosi a proprio agio come in un accogliente soggiorno. Una stanza che grazie ad una scelta di stile può diventare la più personale di tutte, che esprime la nostra natura più intima. E che mantiene la sua eleganza, non importa quanto veloce scorra il tempo. Ecco perché:

  1. Il nero è sempre di moda

Nelle soluzioni per il bagno di Kaldewei, la robustezza e la resistenza dell’acciaio smaltato si combinano al più coprente dei colori, dimostrando in modo indiscutibile come i classici siano fatti per stare insieme.  L’ acciaio smaltato Kaldewei è durevole come nessun altro materiale, per questo l’azienda offre su ogni doccia, lavabo e vasca da bagno una garanzia di 30 anni. Il nero è un colore sempre elegante, senza tempo e abbinabile a tutto, anche alle ultime tendenze, come quella di inserire nel bagno accenti “glamour”, metallizzati, argentati o dorati, per connotare l’ambiente con un tocco brillante e sofisticato.

piatto doccia nero

I piatti doccia a filo pavimento Nexsys nel colore nero lava opaco della Coordinated Colours Collection di Kaldewei sono una chiara espressione di raffinatezza e gusto deciso, senza compromessi.  In combinazione con un rivestimento di design color oro lucido, questa doccia con canalina integrata regala un tocco di lusso “glam”, che richiama lo stile anni ’60.

  1. Il nero conferisce un forte carattere al design di un ambiente

Il nero è un colore molto intenso: in abbinamento ad altri materiali e cromie, in particolare con il suo opposto, il bianco, questa caratteristica si evidenzia ulteriormente. È la magia dei contrasti: femminile e maschile, suono e silenzio, chiaro e scuro.

lavabo rotondo nero e bianco

La combinazione di bianco e nero ci ricorda che ogni caratteristica ha anche un corrispondente nel proprio opposto. È tutta una questione di equilibrio. Un equilibrio che si ritrova anche nella stanza da bagno, ad esempio nei lavabi a conca Miena, sviluppati da Anke Salomon, nelle versioni bianco alpino e nero. Grazie al pregiato acciaio smaltato Kaldewei, che caratterizza questi raffinati pezzi di design, i contorni diventano più netti, le linee risaltano nitidamente ed il nero emerge con ancora maggiore intensità sullo sfondo bianco.

  1. Negli ambienti interni il nero influenza positivamente l’umore

Il colore nero suscita sensazioni di calma, nitidezza, compiutezza ed ordine. E’ profondo, misterioso, ma anche elegante e raffinato. Quando ci si imbatte nel più scuro dei colori, tutte queste emozioni colorano il nostro umore. Senza dimenticare che chi sceglie il nero ha un anima un po’ ribelle e mira alla perfezione.

lavabo a conca di colore nero

In bagno il nero, che talvolta può evocare atmosfere cupe, risulta invece magico ed intenso, soprattutto se personalizza oggetti di design dalle forme scultoree come quelle del lavabo a conca Miena di Kaldewei che, in perfetta armonia con un piatto doccia o con una vasca da bagno dello stesso colore, suscita differenti emozioni.

  1. Il nero crea un gioco di emozionanti contrasti

Il nero è perfetto se si desidera creare un emozionante gioco di contrasti. In particolare, la combinazione senza tempo tra un nero saturo, un bianco luminoso ed un rosso acceso, connota la stanza da bagno con uno charme unico. Gli estremi dello spettro cromatico, il bianco ed il nero, si completano proprio nell’incontro con il rosso fuoco.

bagno classico nero e rosso

La vivace contrapposizione del bianco col nero, in abbinamento al più sensuale dei colori, regala una nuova consapevolezza di stile e bellezza, particolarmente esaltata dall’effetto lucido-glam dei prodotti in acciaio smaltato nero di Kaldewei.

  1. Il nero fa risaltare magistralmente i colori preferiti

Dal viola all’arancione, il nero può essere abbinato a tutti i colori. Con la sua presenza sobria e discreta è lo sfondo perfetto per far risaltare nella stanza le cromie di tendenza: accostando nero e arancione, ad esempio, si otterrà un risultato di grande effetto. In un bagno con soluzioni d’arredo nere, per richiamare l’attenzione sui propri colori preferiti si potrà puntare su accessori colorati come asciugamani, dispenser di sapone o quadri. E per accendere il bagno di nuovi accenti cromatici, dopo un po’ di tempo, sarà sufficiente sostituire questi accessori, ottenendo un ambiente sempre nuovo, che rispecchi nel tempo la personalità e le emozioni del padrone di casa.

bagno nero con tocchi di colore

Fonte: Franz Kaldewei GmbH & Co. KG

Così sarà facile inserire nell’ambiente i colori che esprimono di volta in volta la personalità dei padroni di casa e suscitano in loro delle emozioni positive: il colore, infatti, può dare vita ad una particolare esperienza sensoriale, a seconda di ciò che nell’inconscio lega ciascuno alle tonalità preferite.

 

L’articolo Anche in bagno, black is beautiful. proviene da Dettagli Home Decor.

4 Settembre 2019 / / Design

composizione di oggetti

Fino al 29 settembre 2019 TOSCANINI è al MoMA Design Store di Soho all’interno del Pop-Up Shop di Fattobene, uno spazio espositivo inaugurato lo scorso 7 agosto per la valorizzazione e la vendita di classici del Made in Italy nel cuore di New York.

TOSCANINI continua la partnership con Fattobene, nota piattaforma dedicata alla ricerca e alla promozione di oggetti iconici del design italiano, partecipando a questo prestigioso progetto con la collezione Confetti. Una linea di portabiti in legno di faggio non trattato, con gancio e parte inferiore colorati, pensata per aggiungere un tocco pop e dare personalità al guardaroba.

allestimento vetrina al MoMA Design Store do Soho

Confetti è una proposta di tendenza ampliata e definita proprio per il MoMA Design Store. Questi modelli combinano l’essenza naturale alle laccature intense, in risposta alla forte richiesta di colore da parte del mondo dell’interior design.

La linea Confetti per il Fattobene Pop-Up Shop è composta da 2 kit con 3 portabiti modello “Irene” proposti in una sola misura (cm 43 x 1.2) e nei colori arancione/red cherry/fucsia e dusty blue/giallo intenso/verde menta.

Insieme ai portabiti Confetti, TOSCANINI presenta anche 4 kit con 1 portaccessori A-Nello in finitura grezza, con gancio colorato disponibile nelle tonalità fucsia, dusty blue, giallo intenso e verde menta.

portabiti modello Irene di Toscanini

portabiti in legno linea Confetti di Toscanini

portaccessori A-Nello in finitura grezza di Toscanini

I prodotti del Fattobene Pop-Up Shop sono acquistabili anche nel negozio online del MoMA Design Store (store.moma.org) per tutta la durata dell’evento, con possibilità di prolungamento dopo la chiusura.

Essere selezionati da Fattobene e dal MoMA Design Store per il Pop-Up Shop è motivo di grande orgoglio per l’azienda TOSCANINI e un’occasione di prestigio per far conoscere la propria identità e la propria storia centenaria sul mercato americano.

L’articolo I portabiti TOSCANINI al MoMA Design Store di New York proviene da Dettagli Home Decor.

3 Settembre 2019 / / Colori

moodboard bagno colori ispirati alla terra

Maison Valentina presenta la palette di colori per un nuovo bagno di design

Le nuove stagioni stanno arrivando, sono stati rivelati i nuovi trend per l’interior design: un’affascinante dicotomia, una nuova era che introduce approcci nuovi e nostalgici al design. Tonalità ispirate alla natura, toni terreni e deliziosamente sottili danno vita a una palette memorabile, pura e poetica.

Un senso di ispirazioni rituali ci invita a rallentare il nostro ritmo. Blu nelle sfumature del cielo e del mare, terroso nei toni del marrone, verdi sereni, sia di colore matcha giallo-verde sia di una tonalità chai pungente, e infine il sapore del mango. Lasciatevi semplicemente guidare attraverso queste nuove tendenze di colore che offriranno un approccio originale a un prodotto del bagno o a un progetto completo di interior design.

moodboard blu per il bagno

moodboard green per il bagno

moodboard giallo per il bagno

moodboard mango per il bagno

 

MAISON VALENTINA

Maison Valentina è un marchio di arredamento bagno di lusso che crea una collezione capace di realizzare i tuoi progetti, con soluzioni di fascia alta come vasche da bagno, lavabi, specchi, illuminazioni e accessori bagno realizzati con la migliore selezione di materiali come ottone, marmo, legno e vetro, combinati a ricercate tecniche di lavorazione a mano e a un design contemporaneo. Il principale obiettivo dell’azienda è quello di offrire lo stesso comfort e lo stesso lusso che puoi sentire in ogni altro ambiente della casa, mantenendo allo stesso tempo l’esclusività dei migliori design e l’audacia dei prodotti. Maison Valentina è anche perfetta per i progetti contract con un’immensa varietà di soluzioni attraverso la sua ATO Collection!

Per ulteriori informazioni visita www.maisonvalentina.net

L’articolo I nuovi trend per l’interior design proviene da Dettagli Home Decor.