6 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Falper presenta il nuov sistema cucina Small Living Kitchens

Alla Milano Design Week Falper presenta Small Living Kitchens™, un concept inedito brevettato in esclusiva dal brand che rivoluziona il modo di vivere la cucina all’interno di abitazioni di prestigio di piccole dimensioni. Una soluzione fino ad oggi non disponibile sul mercato.

Cucine piccole, conviviali e prestigiose: Small Living Kitchens™

Il sistema Small Living Kitchens™ è un concept mai visto prima, capace di mantenere gli alti standard e le configurazioni conviviali tipiche delle grandi cucine, su metrature assolutamente inedite, a partire da soli 2,5 metri quadrati. Oggetti da esibire in continuità con una zona living ricercata o all’interno di suite hotel: le cucine firmate Falper diventano sinonimo di esclusività, design e semplicità compositiva.

Small Living Kitchens™ è un sistema di cucina razionale e semplice nella progettazione, composto da pochi elementi componibili per dare vita ad infinite composizioni.

Isole e Madie, Isole e Colonne, progettate dal designer Andrea Federici, vengono accostate attraverso una razionalità progettuale che combina elementi finiti, posizionandoli nello spazio in maniera semplice, come fossero arredi da soggiorno, senza la necessità di complesse soluzioni su misura.

Alti standard tecnologici, materiali, finiture ricercate e attenzione ai dettagli, Small Living Kitchens™ è sinonimo di qualità senza compromessi.

Falper presenta il nuovo sistema cucina a partire da soli 2,5 mq

Elementi, componibilità e metrature: una nuova progettualità semplice e razionale

Le Small Living Kitchens™ firmate Falper prevedono un sistema compositivo razionale e semplice nella progettazione. Pochi elementi pensati per creare delle soluzioni di cucina a partire da 2,5mq. Ognuna con accessori, finiture e materiali preziosi che aprono le porte a componibilità e personalizzazione.

Le Isole si declinano in tre modelli, disponibili in tre diverse dimensioni.  La Madia è un elemento unico, finito su tutti i lati, configurabile internamente in molteplici varianti. Le Colonne, invece, sono elementi componibili, combinabili tra loro per creare una vera e propria parete attrezzata, e configurabili internamente in molteplici varianti.

Isole cucina 

Le Isole si declinano in tre modelli, disponibili in tre diverse dimensioni.

Small Living Kitchens™ di Falper

L’Isola Model 1 è caratterizzata da top e fianchi in acciaio inox con spessore 4mm, disponibile con larghezza 150cm e 180cm. I frontali, con laterali sporgenti, sono realizzabili nelle finiture legno e nelle laccature lucide e opache a catalogo.

L’isola è disponibile nelle versioni con piano cottura e lavello, solo piano cottura o solo lavello. Il piano cottura è disponibile nelle versioni a gas o a induzione. I cassetti in noce massello, serie Blum Legrabox con stabilizzatori e soft close integrati, sono completamente estraibili.

Falper presenta Small Living Kitchens™, la cucina componibile da soli 2,5 mq

L’Isola Model 2 è caratterizzata da top e fianchi in acciaio inox con spessore 4mm, disponibile con larghezza 120cm, 150cm e 180cm. I frontali sono realizzabili nelle finiture legno, nelle laccature lucide e opache e in finitura inox, nelle varianti a catalogo.

L’isola Model 2 è disponibile nelle versioni con piano cottura e lavello, solo piano cottura o solo lavello. Il piano cottura è disponibile nelle versioni a gas o a induzione. I cassetti in noce massello, serie Blum Legrabox con stabilizzatori e soft close integrati, sono completamente estraibili.

la cucina componibile di Falper a partire da soli 2,5 mq

L’Isola Model 3 è interamente realizzata in marmo, alleggerito con inserti interni in honeycomb, realizzabile nei marmi a catalogo con larghezza 120cm, 150cm e 180cm.

Questo modello è disponibile nelle versioni con piano cottura e lavello, solo piano cottura o solo lavello. Il piano cottura è disponibile nelle versioni a gas o a induzione. I cassetti in noce massello, serie Blum Legrabox con stabilizzatori e soft close integrati, sono completamente estraibili.

Madia

La Madia è un elemento unico, finito su tutti i lati e all’interno, e configurabile internamente con undici modelli funzionali. Realizzata in legno multistrato o MDF con impiallacciature in biglia, con spessore 22mm e lavorazione a 45°, è disponibile nelle finiture legno e nelle laccature lucide e opache a catalogo.

sistema componibile di Falper Small Living Kitchens™

Le ante, con lavorazione a 45°, sono idonee al montaggio di frigoriferi con cerniere portanti e sono fornite con maniglia a tasca verticale. All’interno di vani a giorno e vani dispensa, l’illuminazione LED interna bilaterale funge anche da luce di cortesia. I ripiani e le ante in vetro sono realizzati con frame in alluminio nero opaco e vetro dark grey. Le Madie sono compatibili con elettrodomestici da incasso di dimensioni standard.

Colonne cucina

Le Colonne sono elementi componibili, combinabili tra loro per creare una vera e propria parete attrezzata, e configurabili internamente in molteplici modelli funzionali.

Sono costituite da elementi da 60/64 cm con predisposizione per frigorifero e dispensa, da elementi centrali da 120cm con ante a scomparsa e da Sopra-Colonne realizzabili su misura in altezza.

Small Living Kitchens™ di Falper

Le Colonne sono in legno multistrato o MDF con impiallacciature in biglia, spessore 19mm. Le ante a scomparsa di ultimissima generazione prevedono il nuovo sistema Blum Pocket con maniglie a tasca verticale o Push Pull. Le ante singole per frigorifero a traino hanno bordi con lavorazione a 45°. Ante e fianchi sono disponibili nelle finiture legno e nelle laccature lucide e opache a catalogo. Interni in nero opaco o, su richiesta, in noce canaletto. All’interno di vani a giorno e vani dispensa, l’illuminazione LED interna bilaterale funge anche da luce di cortesia.

L’articolo Small Living Kitchens™ : la cucina a partire da soli 2,5 mq proviene da Dettagli Home Decor.

4 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

I nuovi arredi della collezione di Gebrüder Thonet Vienna

Legno curvato e paglia di vienna, i nuovi arredi Gebrüder Thonet Vienna sono un mix di movimento e forme sinuose, tra tradizione e creatività

Gebrüder Thonet Vienna (GTV) nel 2022 arricchisce la propria collezione di novità e collaborazioni esclusive con l’obiettivo di creare un prodotto di design che sappia parlare alla contemporaneità raccontando la tradizione e i valori dell’azienda.

Il pouf Arcadia disegnato da Serena Cofalonieri

Tra i nuovi arredi Gebrüder Thonet Vienna il pouf ARCADIA disegnato per l’azienda dalla designer Serena Confalonieri.  L’equilibrio tra forme sinuose e movimento definisce il pouf di forma rotonda.

Il pouf Arcadia disegnato da Serena Cofalonieri per GTV

Visivamente leggero e dal carattere giocoso, il pouf ARCADIA è caratterizzato dalla struttura in legno di faggio curvato che sostiene l’ampia seduta imbottita circolare rivestita in tessuto. Serena Confalonieri ha saputo dialogare con l’azienda, analizzandone i riferimenti culturali, studiandone i materiali e il metodo di lavoro. Il risultato è un oggetto d’arredo capace di inserirsi con disinvoltura nei diversi ambienti della casa.

Le novità 2022 di Gebrüder Thonet Vienna

Per la sua prima collaborazione con GTV, la designer si è cimentata nella creazione di un pouf la cui parte strutturale è costituita dal classico archetto di legno curvato che risulta al tempo stesso essere un sofisticato e particolare elemento estetico del progetto. ARCADIA si ispira agli archi e ai colonnati presenti nei cortili delle dimore neoclassiche, le sue dimensioni generose invitano a momenti di spensieratezza, condivisione e convivialità.

I nuovi arredi firmati da GamFratesi per Gebrüder Thonet Vienna

I nuovi arredi firmati da GamFratesi per Gebrüder Thonet Vienna

Altra importante novità 2022 che arricchisce il catalogo GTV è il tavolino rotondo DETOUR, firmato dal duo GamFratesi. Il suo nome significa “una deviazione di un percorso”, non solo in termine fisico ma anche come metafora di un cambiamento durante un percorso. Le su gambe creano infatti un gioco di linee, proprio come una deviazione per ottenere un segno più decorativo e caratteristico. Due gusci in paglia di Vienna celano i piani in legno e donano leggerezza alla struttura in legno di faggio curvato laccato nero o in naturale e piedini con puntali in ottone.

la nuova console disegnata dal suo GamFratesi per GTV

Inoltre, Gebrüder Thonet Vienna amplia il progetto MOS, sempre dei GamFratesi, proponendo un nuovo mobile contenitore con ante in paglia di Vienna. La forma ad ellissi e le dimensioni calibrate caratterizzano questa nuova aggiunta pensata come un elemento singolo. Un pezzo capace di dialogare con gli altri complementi, inserendosi dal living alla zona notte. Il guscio in paglia di Vienna nasconde i piani in legno mentre la struttura in legno di faggio curvato laccato nero o in naturale è sostenuta dai piedi con puntali in ottone. Ideale per la zona living o dining.

India Mahdavi firma per GTV una nuova collezione di sedute

Gebrüder Thonet Vienna collabora per la prima volta con India Mahdavi. L’inconfondibile tratto dell’architetta e designer di fama internazionale, incontra le iconiche linee curvate dell’azienda. Da questo incontro è nata un’inedita collezione che verrà presentata al Salone del Mobile di Milano.

India Mahdavi firma per GTV una nuova collezione di sedute
INDIAMAH © Sabine Mirlesse

In risposta all’invito dell’azienda, India Mahdavi ha ideato LOOP: una famiglia di sedute composta da poltroncina con braccioli e divanetto a due posti.

Le nuove sedute Gebrüder Thonet Vienna alla Milano Design Week

La poltroncina LOOP arricchisce gli spazi della casa e gli ambienti conviviali con la sua presenza giocosa e versatile. La struttura in legno è caratterizzata dai due elementi decorativi in faggio curvato che creano due cerchi sui braccioli e definiscono il profilo dello schienale con un divertente effetto a spirale. Lo schienale imbottito a rullo riprende l’elemento circolare che definisce la collezione. India Mahdavi libera le forme proponendo una palette di colori studiata ad arte per esaltare gli arredi, grazie ad un gioco di tonalità contrastanti. Colori simili, ma non identici.

L’articolo I nuovi arredi Gebrüder Thonet Vienna, tra tradizione e creatività proviene da Dettagli Home Decor.

3 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Come decorare la tavola estiva con i gerani

I fiori sanno aggiungere quel tocco in più. Scopri tante facili idee fai-da-te per rendere la tavola estiva più trendy utilizzando i Gerani!

L’estate è quel periodo dell’anno in cui abbandoniamo i grigiori dell’inverno e torniamo a condividere momenti speciali con amici e parenti, soprattutto all’aria aperta. Proprio in queste occasioni di convivialità, la tavola può giocare un ruolo centrale. Soprattutto se consideriamo l’effetto che una bella mise en place può avere sui nostri ospiti. E i fiori, grazie ai loro mille colori, hanno un’ottima resa.

Gli esperti di Pelargonium for Europe, associazione impegnata a livello europeo nella campagna divulgativa dedicata alle piante di Geranio, suggeriscono alcune semplici decorazioni da realizzare con i Gerani, fiori simbolo della bella stagione.

Tavola estiva trendy e colorata

Con i loro fiori vari in un’ampia gamma di colori, forme e dimensioni, dai gerani possiamo ricavare meravigliosi fiori recisi.

tavola estiva trendy e colorata

In questa tavola estiva, i gerani sono disposti in vasi di vetro insieme a erbe e gemme. Il risultato è un centrotavola ordinato e colorato che porterà ariosità e un’atmosfera allegra alla tua tavola estiva. Le candele coniche coordinate rendono il tavolo perfetto per le feste e creano una piacevole luce soffusa di sera.

Centrotavola d’effetto

Centrotavola d'effetto con gerani colorati

Il segreto di questo originale centrotavola? Il gioco di contrasti tra i colori dei fiori e le pietre, oltre alla facilità con cui si può realizzare.

Strumenti necessari:

  • 9 ciottoli in pietra
  • 1 ciotola piana e quadrata di zinco
  • cannucce in metallo, numero a piacere
  • 1 martello
  • erbe e Gerani recisi
  • 1 cinghia da tensione abbinata al colore dei fiori

Ecco di seguito il tutorial per realizzare fai da te questo centrotavola per la tua tavola estiva.

Disporre le pietre nella ciotola in zinco e legarle insieme con la cinghia colorata. Aiutandosi con un martello, inserire le cannucce di metallo di misure differenti nelle fessure che si vengono a creare. Successivamente, inserire i Gerani e le erbe di campo recise (es. pampas, grano, ecc.).

Un piccolo suggerimento: posizionando i Gerani ad altezze diverse e mescolando i colori sarà possibile ottenere un risultato più dinamico.

La tavola estiva fresca e naturale

tavola estiva decorata con gerani bianchi

Questa tavola apparecchiata con cura ha un aspetto fresco e spensierato in estate. Grazie ai gerani bianchi che la rendono luminosa e vari pezzi riciclati, il risultato è una mise en place naturale e di tendenza. Un suggerimento per una tavola fresca ed armoniosa? Il total white dei Gerani è perfetto per le calde serate estive, grazie a delle semplici decorazioni DIY è facile reinventare questa pianta e trasformarla in elementi decorativi raffinati.

segnaposto natural e gerani bianchi per la tavola estiva

Segnaposto ‘natural’

Per aggiungere degli elementi naturali, si possono utilizzare delle piccole sezioni di rami per creare dei segnaposto. In alternativa puoi utilizzarli per creare delle provette “fai da te” per inserire i Gerani recisi, forandole per accogliere i fiori recisi; oppure per creare una fioriera centrotavola, realizzata con sezioni di rami differenti.

lanterne fai da te per la tavola dell'estate

Lanterne fai da te

Serve un tocco di atmosfera in più? Si possono creare delle graziose lanterne recuperando vecchi barattoli di vetro e cinghie in pelle. Un piccolo suggerimento: se i barattoli sono molto grandi si possono piantare al loro interno dei Gerani. In questo caso è importante però che ci siano dei fori per il drenaggio, per evitare il ristagno dell’acqua.

Ecco l’occorrente per creare delle lenterne:

  • forbici,
  • una pinza perforatrice,
  • uno spago robusto ed un ago di media grandezza,
  • un barattolo di vetro,
  • una candela,
  • un Geranio della misura corrispondente ai barattoli scelti
  • una vecchia cintura di pelle.

Come procedere? Tagliare la cintura della lunghezza giusta in modo tale che possa essere avvolta intorno al vaso ed allacciata. Forare la cintura di pelle. Cucire con lo spago gli scarti della cintura ai due lati opposti della cinta. Lasciare la fibbia al centro in modo tale da creare un manico per poter appendere la lanterna. Ora è possibile incollare la cintura con la cinghia attorno al vaso. Inserire una candela oppure piantare il Geranio all’interno del vasetto. È possibile anche aggiungere piccoli sassolini, argilla espansa, o trucioli di legno. Finito!

Importante: mai lasciare una candela incustodita.

Centrotavola dall’eleganza naturale

Erbe e Gerani recisi aggiungono il giusto tocco estivo alla tavola. Per creare questa composizione minimal e fresca, occorre procurarsi una semplice scatola di legno e diverse bottiglie di vetro, meglio se identiche tra loro. La scatola può essere di forma rettangolare, come nella foto, o di qualsiasi altra forma si desideri.

Consiglio: la tavola estiva è più elegante se decorata con i Gerani nei colori chiari.

L’articolo La tavola estiva è più trendy con i Gerani proviene da Dettagli Home Decor.

3 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

guida alla scelta delle zanzariere per la casa

Con l’avvicinarsi dell’estate, dai più grandi ai più piccoli, vien voglia di trascorrere il tempo libero in giardino, considerato un posto magico dove poter recuperare la calma e la pace interiore. Dopo un’intensa giornata di studio, è d’obbligo concedersi un momento di assoluto relax, leggendo magari un bel romanzo oppure schiacciando un pisolino rigenerante.

Con le temperature in repentino aumento e l’umidità che raggiunge i livelli massimi, genitori e figli adolescenti si trasferiscono all’esterno della propria abitazione o, quando non fosse possibile, cominciano a darsi da fare per arieggiare gli ambienti interni, lasciando però dei sottili varchi nei quali potrebbero infiltrarsi tranquillamente le zanzare, le mosche, le cimici, dei moscerini e tantissimi altri insetti, alla ricerca di un riparo dal caldo asfissiante e dall’intensità dei raggi solari.

Specie nelle grandi metropoli come la Capitale, è facile individuare aziende certificate che si occupano dell’installazione di zanzariere Roma, ma è anche possibile trovare imprese operanti nel settore dislocate in tutto il territorio italiano.

Detto ciò, bisogna capire come muoversi nel mercato delle zanzariere, quando costretti ad un primo acquisto o ad una sostituzione di vecchi modelli poco funzionali.

1. Considerare le misure di porte e finestre

Se c’è da stabilire un punto di partenza nella scelta delle nuove zanzariere, questo è dato sicuramente dalle misure di porte e finestre sulle quali si procederà all’installazione. Talvolta, la metratura interna e la cattiva organizzazione degli spazi non consentono l’inserimento di misure standard fissate per porte e finestre. Da un problema del genere, se ne viene fuori solo facendo uso di strumenti su misura.

Di conseguenza, le zanzariere, seguendo la progettazione di porte e finestre, non possono non subire lo stesso tipo di trattamento.

In parole povere, è indispensabile un adattamento caso per caso, confidando nelle mani sapienti di un team di esperti nell’installazione delle zanzariere. In caso contrario, si rischia di rovinare seriamente le pareti e di compiere delle scelte individuali errate, senza sortire alcun effetto sul transito delle zanzare, delle mosche e degli altri insetti sopracitati.

2. Confrontare la praticità e la finalità dei vari modelli

Oltre la lunghezza e la larghezza degli ambienti interni, bisogna fare attenzione al grado di praticità e al tipo di utilità tratta da un certo tipo di zanzariere. Sotto questi profili, il mercato nazionale sembra dividersi in due macrocategorie: le zanzariere a rilascio verticale e le zanzariere a rilascio orizzontale.

Le prime, a rilascio verticale, si associano generalmente alle finestre di casa mentre le seconde, a rilascio orizzontale, munite di pratica maniglia che aiuta a mantenere salda la presa, sono l’ideale per le porta-finestre, per le ampie vetrate e per i balconi collegati le camere da letto.

3. Informarsi sui meccanismi interni

Infine, l’acquirente non può non tener conto del meccanismo all’interno delle zanzariere. Al giorno d’oggi, i consumatori manifestano un certo apprezzamento per le zanzariere elettriche e le zanzariere plissé.

Le zanzariere elettriche vantano dei sistemi elettronici, azionabili con l’ausilio di un piccolo interruttore. A differenza dei modelli precedenti, queste speciali zanzariere non si limitano a bloccare il passaggio degli insetti ma li fulminano all’istante, spegnendo qualsiasi loro speranza di intrufolarsi in casa.

Se siamo alla ricerca di un accessorio funzionale e che sia pure di bell’aspetto, allora conviene puntare su dei modelli plissettati dal telaio in PVC. In più, le zanzariere plissettate sono classificabili come accessori salvaspazio, guardando al loro spessore di appena 5 millimetri.

L’articolo Zanzariere per la casa: come si scelgono proviene da Dettagli Home Decor.

2 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Alternate Lifeforms il nuovo progetto di JCP Universe

Alternate Lifeforms, JCP Universe presenta i suoi nuovi artefatti nel corso della Milano Design Week.

Cos’è esattamente la vita? Come si può definire? Non c’è ancora un consenso generale nella comunità scientifica o filosofica sulla definizione esatta da dare al concetto di vita, e ogni giorno scopriamo nuove entità sul nostro pianeta che potrebbero essere considerate vive.

Tutta la materia esistente è un aggregato di piccolissime particelle, che si uniscono creando infinite combinazioni: da un semplice atomo di idrogeno fino a qualcosa di complesso come il cervello.

Queste ed altre questioni sono alla base del nuovo progetto di JPC Universe ALTERNATE LIFEFORMS. Presentato in anteprima lo scorso 25 maggio, il progetto animerà lo showroom milanese di ONIRO Group durante la Milano Design Week. Con un allestimento curato da CTRLZAK dove i nuovi artefatti firmati da Gionata Gatto, Damien Gernay, rlon e Martina Taranto si alternano a pezzi già noti del brand, la mostra si interroga sul concetto di vita, concentrandosi in particolare sull’interazione tra l’ambiente, l’uomo e gli oggetti creati.

I nuovi artefatti di JPC Universe

Alternate Lifeforms di JCP Universe

Coloniae di Gionata Gatto presenta una serie di vasi e tavolino dove ogni struttura è pensata per interagire con la pianta che ospita, lasciando che questa si sovrapponga ad essa, ridefinendo il suo aspetto fino a colonizzarla.

JCP Universe presenta i suoi nuovi artefatti

Hariona di Martina Taranto traduce l’anima della pianta in una presenza fisica. Con i suoi bordi appuntiti ma delicati, l’oggetto – un vaso realizzato interamente in fibre di legno e colorato con pigmenti naturali di colore viola – rievoca la natura del fico d’India, un cactus esotico che genera frutti spinosi ma succosi e colorati.

 JCP Universe presenta i suoi nuovi artefatti

Harvat di Damien Gernay esplora l’idea di un oggetto geometrico di base, come un disco, a cui un’interazione fisica dà un’identità e una funzionalità proprie. Ispirato alla teoria del caos, il pezzo – uno specchio dalla forma irregolare e tridimensionale che come un drappo orienta e trasforma l’identità dello spettatore – esprime come un piccolo cambiamento in un sistema complesso possa avere enormi effetti altrove.

Infine due progetti firmati da Studio rlon.

JCP Universe presenta i suoi nuovi artefatti alla Milano Design Week

Un progetto ispirato al concetto di sincronicità. Termine coniato da Carl Jung per indicare eventi che si verificano senza relazione causale ma che sembrano essere significativamente collegati. Nekomat lo materializza in una cornice tridimensionale – proposta in due diverse composizioni – che sottolinea la connessione tra due immagini.

JCP Universe alla Milano Design Week

Linea e sfera sono invece i protagonisti delle lampade Naginam. In una cornice di geometria minimalista e materiali elementari (metallo verniciato nero opaco e ottone opaco) i due elementi dialogano tra loro. Ogni composizione è un fermo immagine di questo dialogo, un frammento, un momento congelato nel tempo. La lampada diventa un personaggio a sé, e lascia spazio alla riflessione sulle conversazioni che facciamo ogni giorno.

JCP Universe. ALTERNATE LIFEFORMS

ONIRO Group Milano, via Hoepli 8

6-11 giugno h 10.00 – 22.00

12 giugno h 11.00 – 19.00

 

L’articolo Alternate Lifeforms, JCP Universe presenta i suoi nuovi artefatti proviene da Dettagli Home Decor.

1 Giugno 2022 / / Dettagli Home Decor

Una casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni in vendita a Palma di Maiorca

Siamo ad Algaida, una cittadina maiorchina ben conservata, a soli 20 minuti dalla città di Palma. Nel centro del paese, si trova Casa Roca, un edificio del 1890 completamente ristrutturato da una coppia di designer. Il risultato è una casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni che la rendono una dimora unica.

Ciò che la rende unica e conferisce molto carattere agli interni sono i preziosi dettagli originali sapientemente recuperati nel corso della sua ristrutturazione.

Casa rurale con stile e comfort moderniCasa Roca in vendita a Palma di MaiorcaUna casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni a Palma di Maiorca

La casa ha una superficie di 234 mq e si sviluppa su due livelli.  Al piano terra ospita una cucina nera dallo stile moderno e un bellissimo piano di lavoro in pietra naturale. Realizzata su misura, la cucina è attrezzata con elettrodomestici Bosch. Sempre al piano terra si trovano la sala da pranzo e soggiorno con camino aperto in due direzioni.

Casa Roca a Palma di MaiorcaA Palma di Maiorca una casa dal fascino rurale

A questi ambienti si aggiungono un pratico ripostiglio e un’imponente cantina.

Casa Roca a Palma di maiorca

Salendo la moderna scala bianca si raggiungono le tre camere da letto, dotate di bagno privato, e un bagno per gli ospiti.

Una casa dal fascino rurale in vendita a Palma di MaiorcaCasa Roca di Fantastic FrankCasa Roca di Fantastic Frank

Gli arredi scelti sono un fantastico mix di arredi in stile moderno abbinati a elementi in stile maiorchino e arredi di design realizzati su misura.

Di grande impatto è sicuramente il patio privato esposto a sud di 65 mq, trasformato in una vera e propria oasi di tranquillità. Qui trova spazio anche una piscina riscaldata, rivestita con piastrelle realizzate artigianalmente, dotata di vasca idromassaggio e cascata.

Una casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni a Palma di Maiorca

L’intera casa è dotata di riscaldamento a pavimento e di un sistema di ventilazione a scambio termico che favorisce un clima piacevole e uniforme durante tutto l’anno. I materiali naturali caratterizzano tutta la casa. Le pareti sono imbiancate a calce mentre le travi dei soffitti sono dipinti con un bianco di Farrow & Ball.

Per i pavimenti è stato scelto un parquet in legno di quercia, con posa a spina di pesce, al piano superiore e piastrelle di ceramica bianca al piano terra. La rubinetteria nera scelta per i bagni è firmata Dornbracht.

Se come noi vi siete innamorati di questa casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni, sappiate che è in vendita nel portale Fantastic Frank al costo di 1,94 milioni di euro. Naturalmente, Casa Roca  è venduta completamente arredata, quindi occorre solo preparare le valige!

L’articolo Una casa dal fascino rurale con stile e comfort moderni proviene da Dettagli Home Decor.

31 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

AQUAWOOD BY GAIA è la linea di decking in WPC

Confortevole, versatile e resistente, AQUAWOOD BY GAIA è la linea di decking in WPC per l’outdoor di BGP Group. Dal bamboo, linearità e tecnologia per delicate armonie compositive.

Che sia di nuova realizzazione o restyling, il fascino di una casa si coglie quasi nell’immediato dai pavimenti su cui poggiamo i nostri piedi. Infatti, anticipano gusto, mood e personalità dell’ambiente. E per l’outdoor? I rivestimenti per esterni tracciano il perimetro fisico ed emotivo di momenti conviviali e di relax. Al contempo diventano elementi architettonici decorativi e protettivi, e per questo sono carichi di una forte valenza progettuale.

Decking in WPC

Il decking in WPC è un rivestimento per esterni composto da un materiale innovativo che lo rende ideale per l’uso outdoor. Composto da fibra di legno e materiale termoplastico, è ecologico e riciclabile al 100%. Inoltre richiede meno manutenzione rispetto al legno massiccio o al legno massello. Le doghe in WPC sono anche antiscivolo, antimuffa e antischeggia, resistenti ad acqua e sale, inattaccabili da termiti e insetti. Tutte queste caratteristiche rendono questo materiale particolarmente adatto a rivestire pavimenti e bordi piscina.

decking in WPC di BGP Group
Aquawood by Gaia in WPC marrone

Pavimenti esterni Aquawood by Gaia

AQUAWOOD BY GAIA è la linea di pavimentazioni dedicata al mondo outdoor di BGP Group. L’azienda bergamasca è tra i maggiori player in Italia nel settore delle pavimentazioni lignee per interni ed esterni.

Una collezione componibile, ispirata all’estetica del legno che garantisce al contempo massima resistenza all’umidità. La linea AQUAWOOD BY GAIA è realizzata in WPC, Wood Plastic Composite. Si tratta di un materiale innovativo composto al 60% di fibra di bamboo, 30% di materiale riciclato e 10% di agenti plastici rinforzanti. Perfetto per applicazioni in ambienti esterni come terrazze, verande, bordo piscina, giardini, gazebi, pontili e camminamenti in zone marittime.

Il WPC è un legno sintetico resistente a sollecitazioni meccaniche e fisiche, che coniuga la nobiltà del legno a materiali contemporanei. Adatto a qualsiasi condizione climatica o ambientale, è molto gradevole al tatto e può essere calpestato a piedi nudi. Infatti è antiscivolo, non si scheggia e non si sfalda.

Grazie alle dodici tonalità disponibili, AQUAWOOD BY GAIA è facilmente accostabile ad ogni stile d’arredo dell’ambiente da pavimentare. Alla collezione, si è aggiunta nel 2022 WPC PROTECTA EVO, con doga ricoperta da pellicola protettiva e antimacchia e lato effetto legno.

Tra le caratteristiche tecniche che rendono questa linea uno dei best seller aziendali per esterni l’effetto decorativo, la stabilità, la manutenzione pratica.

perchè scegliere i decking in WPC Aquawood by Gaia
WPC PROTECTA EVO by BGP Group

Perché scegliere i decking in WPC Gaia

I decking in WPC Gaia richiedono poca manutenzione e offrono garanzia di 15 anni da sfilacciamento, spaccature, decadimento e attacco insetti. Resiste a temperature che oscillano tra -40°C e  +60°C, acqua e salsedine. È inoltre antimuffa, inattaccabile dagli insetti, ecosostenibile e 100% riciclabile.

Quattro le collezioni disponibili:

  • WPC ALVEOLARE: leggera e semplice da posare, grazie alla sezione ad alveolo sopporta bene la dilatazione termica.
  • WPC PIENO: più robusta grazie alla sezione piena. Caratterizzata da lato millerighe e lato spazzolato
  • WPC PROTECTA: lato effetto legno e lato spazzolato forte. La doga è ricoperta da pellicola protettiva e antimacchia.
  • WPC PROTECTA EVO: novità 2022, lato effetto legno. La doga è ricoperta da pellicola protettiva e antimacchia.

L’articolo Decking in WPC: Aquawood by Gaia proviene da Dettagli Home Decor.

31 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

I colori chiari ampliano gli spazi, quelli scuri abbassano i soffitti. L’arancio porta energia, il giallo favorisce la conversazione, l’azzurro aiuta a rilassarsi. Nella scelta delle vernici per tinteggiare le pareti occorre sempre considerare le teorie cromatiche.  Azzurro, giallo, grigio o arancio. Hai già deciso i colori pareti per la tua casa al mare? Ecco i consigli per abbinare i colori, giocare con le sfumature e trovare l’idea giusta.

Colori pareti 2022 primavera estate

I colori pastello sono una delle principali tendenze cromatiche di quest’anno per la stagione primavera-estate. Non a caso Azko Nobel ha scelto come colore per il 2022 il Bright Skies. Un blu chiaro, arioso e fresco capace di infondere nuova vita a qualsiasi ambiente della casa. Inoltre, è un colore che si abbina facilmente a moltissime tonalità.

Morbidi e ariosi, caldi e accoglienti, le tonalità pastello possono aiutarti a creare interni rilassanti, che è proprio ciò di cui abbiamo bisogno in vacanza. Naturalmente, dipingere le pareti con i colori pastello è solo una parte del lavoro per rendere la tua casa al mare un vero e proprio paradiso. La scelta di mobili, complementi e oggetti decorativi contribuirà all’aspetto generale della casa.

Casa al mare, 5 colori per rinnovare le pareti

sei colori per dipingere le pareti della casa al mare

Azzurro polvere (o Bright Skies)

Una tonalità fresca e delicata di chiara ispirazione scandinava. L’azzurro è tra i colori più abbondanti in natura e si rivela la scelta ideale per creare un’atmosfera rilassante. Per questo può essere usato con generosità a tutta parete in qualsiasi ambiente della casa. L’abbinamento con altre gradazioni di azzurro scongiura il rischio di monotonia. Il consiglio è di accostare almeno una o due varianti alla tonalità dominante. Se hai deciso di tinteggiare anche il soffitto ricorda che i colori più chiari ampliano gli spazi, mentre quelli più scuri tendono a rendere le stanze più raccolte.  L’azzurro è un colore freddo, per tanto il consiglio è di inserire almeno un colore caldo. Perfetti il verde, il giallo, l’arancio e il legno, purché non sia troppo chiaro.

abbinare i colori pareti casa al mare

Giallo solare

Caldo, luminoso, deciso, il giallo è il colore solare per eccellenza. Capace di schiarire anche gli ambienti dove la luce naturale scarseggia, il giallo è perfetto per il living in quanto favorisce la socialità. Il giallo si presta benissimo ai contrasti materici e di intensità. Per rendere una parete più interessante basta variare la luminosità della sfumatura usata. Oppure, in alternativa, puoi puntare sui giochi di finitura lucida e opaca. Per migliorare l’esuberanza del giallo il suggerimento è di accostare un colore neutro o comunque un pastello più soft. Va benissimo l’azzurro polvere per un ambiente giovane, oppure il bianco o il grigio per interni più classici.

colori per la casa al mare

Grigio perla per le pareti

Una tonalità chiarissima, il grigio perla è la raffinata alternativa al solito bianco. Luminosa ma non abbagliante, il suo carattere acromatico lo rende un colore versatile. Adatto a ogni tipo di ambiente, il grigio perla è particolarmente indicato per un living dalla sobria eleganza. Per vivacizzarlo basta aggiungere dettagli cromatici nei colori arancio e giallo. Due combinazioni decisamente esuberanti ed eccentriche, capaci di rendere l’ambiente ancora più ricercato. Il grigio perla sta bene con elementi d’arredo in legno e complementi naturali come vimini e rattan.

Arancio soft

Quando l’arancio incontra il rosa, nasce una sfumatura decisamente più soft. Un colore caldo tendente al pastello che possiamo definire nordico. Rispetto all’arancione vitaminico, questa nuance è più facile da gestire. Scelto per dipingere una o più pareti della casa al mare, l’arancio soft porta allegria e calore in ogni spazio. Affinché gli ambienti risultino davvero originali ed eleganti occorre scegliere la giusta gradazione evitando gli eccessi. Ricorda che tra due tonalità abbinate, quella più satura deve essere sempre la meno abbondante. Tuttavia, per non esagerare e creare un contrasto più netto, puoi inserire dettagli in grigio, beige o bianco.

Rosa pallido

Freddo, desaturato, opaco, è il rosa pastello in versione nordica. Il colore destinato alla cameretta si espande in ogni ambiente della casa al mare. Ovunque serva aggiungere un tocco femminile che sa creare atmosfere leggere, rilassanti e ricercate. Altre gradazioni di rosa con punte che arrivano fino al salmone e all’arancio possono essere facilmente abbinate. Il rosa in versione nordica sta bene con arredi in legno, evitando essenze troppo scure.

immagini via Duluxe Color / Akzo Nobel

L’articolo Colori pareti casa al mare: quali scegliere e come abbinarli proviene da Dettagli Home Decor.

30 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

svuotatasche di design 10 modelli selezionati per voi

Alcuni oggetti esistono in tutte le case. Occupano momenti, riti e abitudini che scandiscono la nostra quotidianità tanto da diventare indispensabili, quasi essenziali. Tra questi troviamo gli svuotatasche. Posizionati solitamente proprio all’ingresso di casa, gli svuotatasche ci aiutano a mettere ordine oggetti, pensieri e priorità. Seppur funzionali e semplici nella loro ragion d’essere, è possibile scegliere tra una moltitudine di svuotatasche di design dal colore, dimensione e stile diversi. Ecco una selezione di 10 svuotatasche di design iconici, capaci di aggiungere un tocco di stile ad ogni angolo della casa.

Toupy di Mademoiselle Jo

svuotatasche di design

Toupy è una mensola sospesa sorretta da una barra fissata al soffitto in metallo laccato nero opaco o in ottone.‎ Il suo design minimalista e funzionale richiama quello di una trottola. Disponibile in tre colori, due versioni di barre e diversi diametri.

Hemisphere di Ginger & Jagger

contenitore in marmo

Al secondo posto troviamo Hemisphere di Ginger & Jagger in marmo di Carrara e ottone placcato oro. Pregiato ed elegante, questo svuotatasche si adatta alla perfezione a decorare gli ambienti più sofisticati. 

Turtle Carry di Qeeboo

porta oggetti di design

Una piccola tartaruga in resina sostiene uno svuotatasche sul dorso. Turtle Carry di Qeeboo è uno svuotatasche ironico e giocoso che strizza l’occhio a chi piace decorare i propri interni con fantasia, ma stile!

Melania di Ege Miray Kaman

porta oggetti di design

Melania è uno svuotatasche realizzato in vetro soffiato a mano. La base è in rovere. Inoltre, grazie alla fessura al centro offre la possibilità di inserire e raccogliere le monete. Disponibile in viola, verde e blu.

Ambra di HIRO

i migliori svuotatasche di design

Ambra è un portagioie in acciaio verniciato dalle forme minimali ed eleganti, perfetto per custodire gli oggetti più preziosi come anelli, bracciali e collane. Disponibile in diversi colori: bianco conchiglia, terracotta, grigio carta da zucchero, verde fossile.‎

Clochard di Martinelli Luce

i migliori svuotatasche di design

Non solo uno svuotatasche, ma anche una lampada. Clochard di Martinelli Luce è una lampada da terra a luce diretta con un ripiano che funge da appoggio. Un oggetto “nomade”, semplicemente appoggiato al muro, che non ha fissa dimora, ma che può essere posizionato dove si vuole. La struttura è in metallo verniciato, disponibile in bianco o nero.‎ Piano in resina.‎

Svuotatasche in terracotta di Zara

vassoio porta oggetti

Semplice e delicato come appare, questo vassoio rotondo in terracotta di Zara Home può diventare un perfetto svuotatasche per quelle case in stile nordico che prediligono materiali organici come il legno e tessuti naturali che ricordano i colori della terra. 

Dagna Vassoio di Kave Home

vassoio porta oggetti

Funzionale, capiente e resistente, questo vassoio di Kave Home ha un look sofisticato e moderno. Un elemento decorativo dallo stile scandinavo, perfetto per decorare un angolo di casa o per contenere tutti gli oggetti che quotidianamente riponiamo all’ingresso.

Svuotatasche con appendiabiti Nest

svuotatasche da parete

Nest del brand Northern è un gancio appendiabiti e svuotatasche in metallo. Un oggetto urbano e davvero ludico. Il designer norvegese Stin Aas ha aggiunto una coppa al di sopra del gancio per depositarvi le chiavi, la moneta, gli occhiali o il cellulare. Moderno, grafico e colorato, questo gancio anti-tristezza apporta il suo buon umore ovunque in casa! Perfetto in un ingresso, è anche utile in bagno.

Ciotola porta oggetti in feltro Combra

i migliori svuotatasche di design

COMBRA di HEY-SIGN è un svuotatasche in feltro disponibile in diverse tonalità di colore. La collezione Combra con il suo look moderno e di design comprende diversi modelli per adattarsi a qualsiasi uso e integrarsi facilmente in qualsiasi ambiente della casa o dell’ufficio.

L’articolo 10 svuotatasche di design proviene da Dettagli Home Decor.

30 Maggio 2022 / / Dettagli Home Decor

Arredi per esterni Dvelas

Arredi per esterni sostenibili Dvelas nascono da vele di recupero. Le tele utilizzate vengono convertite in soluzioni ombreggianti, rivestimenti e strutture d’appoggio per sedute e lettini da esterni. Un design ecologico e di alta qualità quello di Dvelas che completa la collezione con accessori originali e di tendenza, per tutte le attività da svolgere su terrazzo, in giardino o in piscina.

Per stare in compagnia

Per due chiacchiere in giardino, un cocktail o un aperitivo tra amici mettetevi comodi e con la consapevolezza di aver scelto prodotti sostenibili.

Arredi per esterni sostenibili Dvelas realizzati da vele di recupero
Prendendo spunto dalle vele di recupero ecco Trimmer che adegua la sinuosità delle vele alle particolari condizioni del vento e del mare così come sulla poltrona.
La sua struttura in tubo d’acciaio con una sagoma di tre piedi e tre sostegni, unisce il tessuto alla struttura utilizzando solo una corda tesa in modo da ottenere una poltrona leggera ed evocativa.

Dvelas arredi esterni dal design sostenibile

La Helm Chair invece si rifà al timone delle barche; è una sedia pieghevole impilabile, in modo divertente e semplice ispirata alla forma di alcune canne delle barche a vela in legno. Tavolino in coordinato. La struttura è in multistrato di betulla lamellare trattato con vernice all’acqua proprio per uso esterno.

Arredi per stare a bordo piscina Dvelas

Per rilassarsi sotto il sole

Tutto a tema navigazione con Dvelas, e come non farlo. Per rilassarsi sotto il sole ecco Vaurien Floating che si ispira a una piccola imbarcazione.
Le sue piccole vele hanno ispirato l’idea di una poltroncina che ti protegga dal sole e dal vento grazie alla curvatura della superficie della vela. La forma è ottenuta montando i tessuti su una struttura di listelli in fibra di vetro con una camera d’aria galleggiante.

poltrone sacco galleggianti Dvelas

Un’altra cheslón (chaiselongue) galleggiante sull’acqua si chiama Genois, anche in versione poltrona, letto e pouff. Si riconosce per la sua stabilità straordinaria e particolarmente sorprendente. In realtà è un semplice sacco in tessuto di poliestere, anche in questo caso di una vela recuperata. Così il mare resta il filo conduttore per questa linea di arredi per esterni sostenibili Dvelas.

Arredi sostenibili Dvelas a bordo piscina

E poi c’è Coy Daybed che dallo spagnolo indica un tessuto oblungo utilizzato come letto per i marinai all’interno della nave. Ispirato ai tradizionali mobili pieghevoli da esterno e da spiaggia reinterpretati, vanno a completare la linea di prodotti che Dvelas ha pensato per il nostro relax sotto il sole nelle lunghe giornate d’estate.

arredi e vele ombreggianti sostenibili

Complementi di arredi per esterni sostenibili Dvelas

Per chiudere il cerchio degli arredi da esterni sostenibili Dvelas state all’ ombra con le tende a vela Shade Sales. Le vele ombreggianti utilizzando vele recuperate da Maxi Yacht con tessuti ad alta tecnologia e compositi tessili di ultima generazione. Economia Circolare all’ombra delle vele dei patii residenziali, degli spazi urbani e dell’ospitalità.

lampade sostenibili ricavate da vele nautiche

Quando cala la sera Dvelas infine accende le sue luci, le Knot Lamp. Il loro elegante diffusore in tessuto a vela è sempre unico nel suo genere e riflette le diverse trame delle vele nautiche dalle caratteristiche uniche e tutte diverse tra loro a seconda dei dagli e delle composizioni. Si tratta della prima lampada portatile progettata dall’architetto Enrique Kahle, piccolo e leggero, è trasportabile grazie alla corda annodata nella parte superiore e funziona con una batteria.

L’articolo Arredi per esterni sostenibili Dvelas proviene da Dettagli Home Decor.