26 Dicembre 2019 / / Dettagli Home Decor

Uno spazio contemporaneo dove si respira un’atmosfera montana che reinterpreta i codici stilistici dell’architettura alpina.

L’enoteca e bistrot 75 Café & Lounge si trova all’interno di una tipica casa di campagna nel centro della località montana di Ponte di Legno, in Italia. Il progetto curato dallo studio Lissoni Associati ha riguardato la progettazione degli spazi del piano terra che sono stati trasformati in un’unica area configurata attorno a tre sale comunicanti: una zona bar con bancone, una sala centrale con tavoli e panche e da un lato un’area salotto. L’intervento comprendeva anche il rinnovamento della facciata con rivestimento in legno di larice tinto scuro, la regolarizzazione delle aperture e lo sviluppo della terrazza esterna.

L’intento di Lissoni Associati era di riportare gli ospiti al calore e all’ospitalità di un tempo realizzando uno spazio contemporaneo con un’atmosfera montana che reinterpreta i codici stilistici dell’architettura alpina.

Il lounge bar è caratterizzato da interni dai toni scuri dove finiture e lavorazioni tipiche della zona si combinano con elementi e influenze contemporanei. Materiali semplici e robusti come la pietra a vista delle pareti, il pavimento in granito spazzolato e la boiserie in legno trattato termicamente sono stati abbinati a materiali moderni come profili in acciaio, vetro e metallo per le finestre che si affacciano sulla strada.

Fotografo – Thomas Pagani
Styling – Studio Salaris

 

L’articolo Il Seventyfive Café & Lounge a Ponte di Legno firmato Piero Lissoni proviene da Dettagli Home Decor.

23 Dicembre 2019 / / Dettagli Home Decor

 

Materiali preziosi e arredi di design impreziosiscono gli ambienti di una bella casa creando un’atmosfera delicata e di classe.

Etiler è una delle zona residenziali più chic di Istanbul oltre che uno dei quartieri più vivaci della città per la presenza di bellissimi caffè di lusso. Qui, lo studio di architettura Escape from Sofà, fondato nel 2009, ha realizzato una meravigliosa ristrutturazione seguendo le richieste dei proprietari e il loro stile di vita.

L’appartamento, al piano terra, si sviluppa su 100 mq ed è provvisto di un ampio giardino a cui si accede dalla zona giorno e che regala un effetto tropicale anche agli ambienti interni. In effetti dentro ogni stanza ci sono numerosi richiami verdi che creano un forte legame con l’esterno.

Etiler House

Etiler House

Etiler House

Grazie alle grandi vetrate è possibile scorgere l’area verde da ogni punto della casa, avendone una percezione sempre differente. Ingresso, soggiorno e cucina sono stati immaginati in una sola zona aperta per sfruttare al massimo la luminosità e lo spazio disponibile. L’unica separazione è data da un originale porta in vetro e ferro che fa intravedere la cucina.

Etiler House

Etiler House

Etiler House

I colori sono pacati ma studiati con attenzione, riuscendo ad abbinare tonalità pastello ad accenti di nuance metalliche che donano un tocco di classe all’abitazione. I muri, lasciati volutamente bianchi, danno rilievo alle linee nette degli arredi e dei complementi. Ottone, tessuti pregiati e dettagli in ferro riescono, infatti, a combinarsi perfettamente impreziosendo con carattere l’appartamento.

Etiler House

Etiler House

Nel living, il parquet scelto per il pavimento si interrompe in più punti, quasi a definire un’area centrale, che lascia il posto ad una fascia in pregiato marmo bianco che si prolunga fino alla cucina. Ogni mobile ha un design esclusivo che è stato conservato anche nella zona notte che comprende una cabina armadio e un bagno privato.

Etiler House

Etiler House

Photo credit: Ibrahim Ozbunar

Articolo di Eleonora Bosco 

L’articolo Eleganza senza tempo in un appartamento a Istanbul proviene da Dettagli Home Decor.

22 Dicembre 2019 / / Decor

mise en place con  stella di Natale

Idee semplici e veloci per creare decorazioni personalizzate con le stelle di Natale: per la tavola delle feste, da appendere oppure da sistemare su un tavolino o su una mensola. Pronti a stupire i vostri ospiti?

Con una varietà di colori, forme e dimensioni, le stelle di Natale illuminano gli ambienti invernali e fanno parte dell’atmosfera natalizia.

In rosso, rosa, bianco, salmone, albicocca o nelle tante altre tonalità di colore disponibili, possiamo trasformare le stelle di Natale in decorazioni uniche da sistemare nella nostra casa, oppure da regalare.

Questa decorazione per la tavola è un modo originale per sorprendere e accogliere gli ospiti. Per realizzarlo, disporre al centro del tavolo un “runner” di verdure tagliate e posizionare candele e piccole stelle di Natale liberamente ungo il piano, insieme a sfere e altri accessori natalizi. Qualche ramoscello di eucalipto è il tocco di magia in più oggi molto di tendenza.

Per completare l’atmosfera aggiungi un allegro tocco natalizio sulla parete: per realizzarlo è sufficiente avvolgere dei rametti di abete intorno alla base della corona e inserite le stelle di Natale recise conservate in tubi con l’acqua. Come fiori recisi, le stelle di Natale rimangono fresche fino a due settimane. L’accorgimento da seguire è immergere gli steli appena tagliati brevemente in acqua a 60°C, poi immediatamente in acqua fredda.

Che si tratti di una pianta in vaso o di fiori recisi, le poinsettie con le loro magnifiche brattee a forma di stella riempiono di magia l’atmosfera natalizia. Il loro rosso acceso è in perfetta armonia con la carta da parati a fiori sullo sfondo.

La natura che stupisce: una Stella di Natale color panna, nel suo piccolo cestino, in tutta la sua bellezza. Ciuffi di erba delle Pampas e ramoscelli di eucalipto costituiscono la base senza tempo della decorazione murale perfetta per il periodo natalizio. Gli asparagi ornamentali e la mirica dipinti in argento donano un particolare splendore alle stelle di Natale recise inserite in tubi con l’acqua.

Disponendo delle Stelle di Natale bianche e color crema su vassoi, è possibile ricreare dei suggestivi paesaggi invernali che impreziosiscono ogni ambiente e sono perfette anche come idea regalo. Questa composizione con pupazzi di neve fatti a mano in filo avvolto intorno a palle di polistirolo è una bella idea di decorazione per tutti coloro che amano il DIY.

Quando i materiali e i colori si completano a vicenda si crea un’ambiente accogliente capace di far sentire tutti a casa. Il mix di legno e ceramica smaltata, posate in oro lucido, pigne e ramoscelli allestiscono questo tavolo da pranzo natalizio, che attira l’attenzione grazie alle Stelle di Natale color crema e bianche. Un dettaglio speciale: ogni commensale ha la sua mini Stella di Natale come segnaposto.

Le Stelle di Natale sono il segreto per realizzare una tavola semplice ma d’effetto nel periodo delle feste. Un esempio è scegliere le mini Stelle di Natale nelle tonalità del bianco e del crema e allinearle a creare una sorta di onda impreziosendo la tavola con tocchi di rame e bianco semitrasparente. Less is more, anche quando si tratta di decorare la tavola di Natale.

C’è sempre molto da fare nelle settimane che precedono il Natale. Comprare regali, pianificare la cena di Natale e molto altro ancora. Ma è importante ritagliarsi dei momenti di pausa in cui apprezzare lo spirito del Natale. Il modo più bello per vivere l’Avvento è con una Stella di Natale in piena fioritura. Una decorazione duratura che richiede poco sforzo e diffonde molta gioia, una gioia da condividere con le persone care.

Un’originale decorazione per la tavola che rievoca i ricordi dell’infanzia e invita a raccontare. A renderla speciale, le Stelle di Natale di varie dimensioni, di colore rosso acceso che illuminano l’atmosfera. Un trenino di legno, figurine di animali del bosco e piccoli abeti completano questo paesaggio invernale. Piccole candele – anche a forma di albero – risplendono di una luce accogliente. Pronti per il Natale!

Xmas effetto Wow!” Le Stelle di Natale sono disponibili in diversi colori e forme e si prestano ad essere utilizzate per le decorazioni più originali: come le letterone che compongono la parola ‘XMAS’ addobbate con le mini Stelle di Natale.

Immagini Stars for Europe

L’articolo Stelle di Natale: le decorazioni più stilose per queste feste proviene da Dettagli Home Decor.

21 Dicembre 2019 / / Design

Quattro regali di design per un Natale doppiamente speciale.

“Se ci diamo la mano i miracoli si fanno e il giorno di Natale durerà tutto l’anno” scriveva Gianni Rodari nella filastrocca Lo zampognaro. E se non si può arrivare a tanto, cosa può esserci di meglio che trovare sotto l’albero un regalo così speciale da valere doppio?

Un corpo scaldante che è anche luce, un nuovo modello di cuffie, per ascoltare Mozart in piena libertà avvolti da un morbido piacere tattile, una lampada che da spenta si fa vaso e un tavolino che, all’occorrenza, diventa sgabello.

Eve di Tubes

Calore e luce, due elementi vitali ed essenziali per l’equilibrio del corpo e della mente, si uniscono e diventano punto di partenza per la realizzazione di un oggetto capace di regalare energia e serenità nell’uso quotidiano: è EVE,  la sfera “nomade” riscaldante e luminosa disegnata da Ludovica+ Roberto Palomba per Tubes , che ci segue ovunque, portando con sé calore, luce e benessere.


Non solo d’inverno. Grazie alla funzione luminosa, EVE supera ogni limite imposto dalla stagionalità, per poter essere piacevolmente utilizzato anche nelle serate dei mesi più caldi. Eve fa parte della collezione Plug&Play di Tubes, oggetti scaldanti che liberi dai vincoli dell’installazione, superano la staticità dell’architettura per aprirsi alla dimensione umana, per sua definizione in costante movimento ed evoluzione.

Cuffie Amiron Wireless copper di beyerdynamic

Qualità del suono eccezionale e design sofisticato. Caratterizzate da preziose finiture in rame e dettagli in morbida Alcantara le nuove cuffie Amiron Wireless copper di beyerdynamic sono il regalo perfetto per gli appassionati di musica e di design.  Grazie al morbido tocco di Alcantara®, utilizzato nei toni del grigio e del nero per archetto e cuscinetti, questo modello oltre a garantire la rinomata qualità del suono beyerdynamic, offre un vero piacere tattile.


Le Amiron Wireless copper uniscono la qualità sonora tipica delle cuffie cablate top di gamma, alla completa libertà di un modello wireless Bluetooth®.  Per ascoltare la propria musica preferita muovendosi nello spazio in piena libertà e nel massimo comfort.

Vaso e lampada da tavolo Madre di Foscarini

Si ispira alle forme generose e accoglienti delle dee madri, divinità che proteggevano la fertilità della terra, ma anche al vaso, originariamente inteso come contenitore di vita MADRE, la lampada da tavolo disegnata da Andrea Anastasio per Foscarini.

MADRE offre una luce intima e calda; il grande corpo luminoso accoglie nell’incavo superiore un vaso in vetro borosilicato satinato, dove è possibile alloggiare alcuni rami decorativi, per creare un insieme sobrio ed elegante, ottenendo un oggetto personalizzabile e sempre diverso.

Molto più che una lampada, è un oggetto iconico dal contenuto poetico e profondo che vive anche da spento. Ideale per zone relax, hall, zone living o camere da letto, per creare oasi d’illuminazione emozionale, dall’intensità modulabile grazie al dimmer.

Ueno il tavolino di Lapalma

Ha il nome di uno dei quartieri di Tokyo, famoso per il suo parco e la magnifica fioritura dei ciliegi. Con questo rimando alla storia della città e alla bellezza della natura, nasce UENO il tavolino impilabile disegnato da Takashi Shinozaki  per Lapalma, che all’occorrenza può diventare sgabello.

Ispirato al tipico panchetto in legno delle scuole giapponesi, UENO è l’unione perfetta di linea e superficie: il tubolare si piega e incontra il piano a L. Vuoto e pieno si incastrano con semplicità ortogonale e creano un volume dagli angoli sempre arrotondati, ammorbiditi dalla curva.


Una proposta giocosa e versatile, per arredare diversi ambienti della casa (dal soggiorno, alla camera da letto, alla cameretta) con uno stile sempre sobrio ed elegante.

L’articolo Per Natale i regali che valgono doppio proviene da Dettagli Home Decor.

20 Dicembre 2019 / / Dettagli Home Decor

Lo stile Haussmann di un appartamento parigino reso attuale grazie alla trasformazione intelligente degli spazi, dall’involucro agli interni.

Nel cuore di un bellissimo condominio parigino, vicino a Place des Ternes, un appartamento in stile Haussmann è stato completamente ridisegnato e ristrutturato dall’Agence Véronique Cotrel. Un importante lavoro di studio per una trasformazione intelligente degli spazi, dall’involucro agli interni.

La pianta originale comprendeva una sola camera da letto e una cucina indipendente: dopo la ristrutturazione, invece, la cucina è stata “spostata” creando una zona comunicante con il living, permettendo così di ricavare una camera da letto in più.

L’integrazione della cucina nel soggiorno è stata una vera sfida, che ha previsto anche la rimozione parziale di una parete portante. Lo studio di architettura ha risposto combinando ergonomia ed estetica, design contemporaneo e tipica tradizione haussmanniana di Parigi, stile che caratterizza tutta l’abitazione.

La cucina è stata pensata nera opaca, di forte impatto visivo, ma inserita in cornici rientranti, con una soluzione space saving ricavata da un vecchio corridoio di distribuzione, che non impatta nella sala da pranzo. La superficie della credenza è a specchio fumé e riflette il soggiorno, conferendo una profondità e un calore molto suggestivi, sottolineati dalla particolare pavimentazione a parquet a spina ungherese.

Nella zona notte, ogni camera ha il proprio bagno privato con doccia, separato da finestre grigio chiaro, estremamente discrete. Design risoluto, i materiali e i sanitari utilizzati si adattano al vecchio stile degli appartamenti classici parigini.

Per la rubinetteria, i progettisti hanno scelto la serie Diametro 35 Inox di Ritmonio per la sua modernità essenziale e misurata, ideale per creare ambienti bagno esclusivi, dallo stile intramontabile, che dura nel tempo.

Il risultato è perfettamente in linea con il gusto dei committenti: stanze coerenti e armoniose, di ampio respiro, che dialogano tra loro, senza mai perdere il file rouge dello stile Haussmann, in tutta la sua eleganza.

Progetto e foto: Agence Véronique Cotrel, architetto d’interniwww.verocotrel.fr

L’articolo Ristrutturazione di un appartamento in stile Haussmann a Parigi proviene da Dettagli Home Decor.

19 Dicembre 2019 / / Architettura

portoncino blindato rosso

Quando scegliamo una porta blindata non dobbiamo pensare solo all’estetica ma soprattutto alla sicurezza, in quanto un portoncino blindato è la difesa passiva contro i tentativi di effrazione, più efficace con cui possiamo dotare casa nostra. Insieme all’azienda Mavis Srl che si occupa della vendita di porte blindate a Udine cercheremo di fare una panoramica su tutti gli elementi a cui prestare attenzione.

L’elemento più importante è individuare la classe di sicurezza più adatta alle nostre esigenze. Ad oggi esistono 6 tipi di classi di sicurezza e fanno riferimento sia al livello di resistenza della porta sotto attacco sia al valore dei beni che la porta deve proteggere.

Un altro elemento che è possibile selezionare e che ha sempre a che fare con il livello di sicurezza della porta blindata è il tipo di serratura. Ad oggi il tipo di serratura più efficace è quella con cilindro europeo.

Oltre a scegliere il tipo di serratura più efficace è possibile anche installare un “defender”. SI tratta di una una borchia installata per difendere il cilindro della serratura. Questo accessorio di sicurezza blocca esternamente il cilindro in modo che non vi siano fissaggi che possano essere aggrediti dall’esterno, e con il semplice ricorso a viti passanti. Questo dispositivo evita tutti i tentativi di effrazione che chiamano in causa il cilindro.

serratura porta blindata

Sempre per aumentare ulteriormente il livello di sicurezza della porta, è possibile installare il dispositivo antivirus. Il dispositivo antivirus è una protezione che consente di nascondere ai ladri la tipologia di serratura presente sulla porta, impedendogli di fatto di capire come scassinarla. Il dispositivo antivirus inoltre protegge la serratura dagli agenti atmosferici. Sempre dal punto di vista degli accessori per la sicurezza,  è possibile anche installare il cosiddetto spioncino digitale, che nel caso viviate in un complesso condominiale potrebbe però richiedere delle accortezze dal punto di vista della privacy.

Tra i modelli più particolari di porte blindate sicuramente quello a doppia anta ideale per negozi ed uffici e capace di creare uno spazio di ingresso decisamente più largo.

Per quanto riguarda l’estetica comunque è possibile selezionare molti elementi in modo da rendere la nostra porta blindata a misura delle nostre esigenze estetiche e dei nostri gusti.
I pannelli esterni possono essere banalmente in legno o rivestiti in ceramica o pvc. Queste due ultime opzioni ritornano particolarmente utili se la porta blindata si affaccia sull’esterno e quindi potenzialmente esposta a sole ed intemperie. Questi due materiali infatti si riveleranno molto più resistenti rispetto al legno.

portoncino blindato Gardesa

Per quanto riguarda i colori, se il portoncino blindato si riferisce ad un appartamento incluso in un condominio allora bisognerà tenere conto dei vincoli estetici imposti dal regolamento condominiale. Viceversa se il portoncino è installato su una casa indipendente basterà cercare di trovare una tonalità in linea con quelle dei serramenti, delle tapparelle o degli antoni esterni.

Potete scegliere una porta blindata con vetro se questa andrà a chiudere un corridoio buio o senza finestre. In questo caso si consiglia un vetro anti sfondamento e satinato per garantire una maggiore privacy.

Per quanto riguarda gli interni infine, la porta può essere ricoperta con particolari rivestimenti che possono migliorarne l’insonorizzazione oppure la coibentazione.

porta blindata Gardesa

In ultima battuta è giusto ricordare che se decidi di sostituire la tua vecchia porta di ingresso con una nuova porta blindata puoi accedere a tre differenti tipi incentivi fiscali (o detrazioni IRPEF):

  • di tipo bonus mobili
  • di tipo riqualificazione energetica (qualora le caratteristiche della porta lo consentano) o ecobonus
  • di tipo bonus sicurezza

Ovviamente i tre bonus non sono cumulabili. L’ammontare della detrazione è del 50% ma vi si può accedere come nel caso dei serramenti solo se il pagamento è stato fatto attraverso un pagamento tracciabile.

L’articolo Come scegliere una porta blindata proviene da Dettagli Home Decor.

17 Dicembre 2019 / / Design

letto in tessuto modello Osaka di Noctis

Il paese del Sol Levante si è rivelato fonte d’ispirazione per la creazione del nuovo letto Osaka di Noctis per la sobrietà delle sue linee e per la capacità di miscelare tradizione e modernità, lavorazione artigianale e produzione industriale.

Le linee eleganti ed essenziali del letto Osaka esaltano le caratteristiche materiche dei vari rivestimenti disponibili, combinando l’alta qualità e lo spessore dei tessuti con la particolarità della lavorazione artigianale.

All’ampia gamma di rivestimenti disponibili che spaziano dalle tonalità più tenui e brillanti alle sfumature più intense e decise, si aggiungono tre nuove proposte: il tessuto a tela Penelope, a superficie piana, idrorepellente e resistente all’abrasione e all’usura, il morbido Bouclè che dona una piacevole sensazione al tatto e il Galles dall’aspetto più materico; quest’ultimo è frutto della ricerca Noctis per l’uso di tessuti green, privi di additivi e coloranti non naturali.

Osaka rappresenta la soluzione ideale per creare un ambiente notte confortevole e accogliente; la leggera piega del rivestimento, ai lati della testata imbottita dalla forma leggermente curva, ricorda l’angolo ripiegato della pagina di un libro o la conformazione di un origami.

 

Per chi ha necessità di ottimizzare lo spazio e di ordinare la camera in modo rapido ed efficace, il modello Osaka consente di sfruttare l’area sottostante la rete per riporre oggetti e biancheria.

In base all’altezza del giroletto che si preferisce, è possibile scegliere tra due innovativi sistemi contenitore, ideati e brevettati da Noctis: Secret Box® per i modelli con giroletto sottile (altezza 17 cm) oppure, per una maggiore capienza, Folding Box®, per i modelli con giroletto standard (altezza 27 cm).

Secret Box® è costituito da un originale cassetto su guide e un vano contenitore che scorre all’interno del telaio del letto; la movimentazione avanti/indietro che regola le funzioni, lo rende alternativamente visibile/invisibile.

Folding Box®consiste, invece, in un pannello di fondo, posto all’interno del box salvaspazio, ripiegabile senza alcun sforzo che rende estremamente facile l’accesso al pavimento sotto il letto, per pulirlo comodamente, senza dover spostare o sollevare la struttura. E’ prevista anche una versione Automatic, che consente di aprire/chiudere il box salvaspazio, azionando con il piede il sensore posto al centro della pediera.

Infine, per una maggiore originalità, Noctis offre il servizio Esclusiva Pantone® che permette di scegliere il colore dei piedi in tutte le varietà della gamma Pantone® in modo da poterli abbinare perfettamente al rivestimento del letto, semplicemente indicando il codice del tessuto di riferimento.

www.noctis.it

L’articolo Osaka: il nuovo letto di Noctis che si ispira al Giappone proviene da Dettagli Home Decor.

16 Dicembre 2019 / / Design

Carrara è la città del marmo per eccellenza e se nasci qui non puoi non scegliere un percorso che abbia un collegamento con il marmo, il materiale nobile per eccellenza. Il designer Moreno Ratti è l’esempio vivente. Il marmo è diventato il suo materiale, nonché la sua professione.

Lo abbiamo incontrato per conoscere meglio i suoi lavori e la sua esperienza.

Iceberg

Il marmo e la sperimentazione

Moreno Ratti, è cresciuto a contatto con il marmo, questo gli permette di conoscerlo a fondo e renderlo effettivamente un materiale semplice da utilizzare.

Ci dice: << Mi piace sperimentare ogni possibilità legata al marmo e a volte quando si trova la ricerca giusta si può declinare in diversi oggetti>> La sua è una vera e propria sfida e sta riuscendo il questo intento, perché di progetti ne ha realizzati davvero molti.

Il marmo è un materiale che piace, è così puro e perfetto, in effetti anche il designer approva << Le persone hanno la considerazione di questo materiale come duraturo e prezioso, basti pensare ad opere come La Pietà o il David.>> Al contrario invece << A livello tecnico, essendo un materiale naturale, ha dei limiti enormi, ma credo che ci sia un ampio margine di sperimentazione>>.

Sponge

Il rapporto tra marmo e acqua

Tra gli ultimi progetti spiccano studi legati al rapporto tra marmo e acqua, sviluppati soprattutto nelle forme dei vasi. Per Ratti il vaso rappresenta una vera e propria tela bianca da dipingere come farebbe un pittore, è l’oggetto più semplice su cui si trova a sperimentare e quindi gli permette di dare libero sfogo alla fantasia e al suo focus sperimentale.

<< L’acqua è fonte di vita e il rapporto con il marmo è strettamente connesso>> ci conferma. È una fonte ricca di potere che svolge un ruolo fondamentale nella lavorazione, e non solo del marmo, come si sa, inoltre <<Se ne spreca davvero tanta>>. Quindi perché non recuperarla?

Galleggianti

Vista la grande quantità di utilizzo l’acqua è una materia prima che non deve essere sprecata. Per questo motivo Ratti la riprende nei suoi vasi come co-protagonista insieme al suo marmo.

Tra le opere c’è Galleggianti che sfrutta l’effetto di galleggiamento appunto, il pezzo di marmo cilindrico sorprendentemente leggero resta sospeso fluttuando nell’acqua per composizioni floreali minimaliste.

Un altro esempio è Sponge che sfrutta l’effetto spugna. Ci spiega: << Il marmo travertino essendo molto poroso assorbe come una spugna l’acqua contenuta nel recipiente di vetro. L’acqua passa nei fori del marmo e veicola i sali minerali presenti nel marmo stesso portando nutrimento alla pianta, una specie di concimazione naturale>>.

Sponge

Prossimo obbiettivo è l’interazione tra marmo e vetro di cui ci anticipa di essere molto soddisfatto dei risultato ma ci lascia con un po’ di suspance. Sicuramente tra qualche mese si presenterà al Salone del Mobile 2020 con delle sorprese. Lo aspettiamo!

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Intervista a Moreno Ratti, il designer del marmo proviene da Dettagli Home Decor.

14 Dicembre 2019 / / Dettagli Home Decor

Ostello, bar, ristorante, luogo di incontri e di scambi culturali ma anche galleria d’arte, spazio espositivo e molto altro ancora. Sono le mille anime di Combo Milano, nato da una tipica casa di ringhiera sul Naviglio Grande.

Un luogo capace di mettere in contatto tradizione e futuro, locale e globale, un rifugio tranquillo per alcuni ma anche un generatore di relazioni e di opportunità per altri. Lo spirito cosmopolita che ha fatto grande Milano trova in questo spazio il perfetto equilibrio tra dimensione internazionale e identità territoriale.

Il concept Combo

Il concept di Combo ripropone quelle che sono le linee guida dell’hospitality internazionale di questo segmento. Spazi fluidi e informali, atmosfere accoglienti, servizi tailor made ma modalità smart di fruizione degli spazi, contaminazione culturale e sperimentazione di dinamiche relazionali che superano gli schemi tradizionali. In una sola parola integrazione. Combo è un luogo speciale proprio per la capacità di essere ostello, bar, ristorante, radio, galleria e di essere tutto insieme contemporaneamente.

I suoi fondatori lo definiscono un “social network fisico”.

A Milano, la seconda apertura in Italia dopo Venezia al quale seguirà presto Torino, Combo ospita 42 camere per 217 posti letto complessivi, un ristorante e un bar-café aperto tutto il giorno, una zona per ospitare talk, screening, live set, listening session e performance e una stanza per residenze artistiche, collettivi, gallerie e non-profit. Uno spazio aperto alla città e ai milanesi ma anche ai turisti che la visitano, un progetto che ha permesso di recuperare edifici in disuso, un ostello integrato nel quale l’arte e gli artisti hanno molto spazio e numerose occasioni di esprimersi.

Il piano terra, sempre aperto al pubblico, si articola attraverso gli spazi fluidi della serra, della radio e dei cortili interni. La cucina del ristorante, eterogenea e aperta, combina culture e geografie com’è nello spirito dello spazio.

Ogni mese gli eventi musicali, artistici e culturali saranno aperti a passanti e appassionati com’è nella vocazione del luogo. Combo rinasce in un quartiere iconico per i milanesi, nella location della trattoria Isola Fiorita e a pochi metri dal tempio del jazz milanese degli anni ’70, Al Capolinea, spazio per musicisti residenti e di passaggio dalla città. Ma Combo può essere anche un luogo di business, di incontri di lavoro, di riunioni dinamiche, oltre che la sede di società di servizio e di supporto ai cittadini.

Il progetto Combo Milano

Spazi fluidi e luminosi, colori vivaci e arredi infornali ma eleganti allo stesso tempo, attenzione ai dettagli, materiali di qualità utilizzati per definire gli elementi architettonici e per garantire design e prestazioni. A partire dai serramenti, chiamati a riproporre nelle aperture l’immagine della vecchia Milano ma anche a garantire performance in linea con gli standard dell’ospitalità contemporanea.


Le grandi aperture, soprattutto al piano terra mettono infatti in comunicazione gli ambienti dell’ostello con la corte, spazio di relazione fondamentale e direttamente connesso con le aree comuni della struttura. Per garantire massima luminosità e rispetto dei caratteri dell’edificio i progettisti hanno scelto i serramenti OS2 65 in acciaio zincato di Secco Sistemi, una soluzione che associa alle valenze formali, performance di livello assoluto. Una serie che associa infatti spessori minimi, alte prestazioni e una resa estetica assoluta, determinata dalla pulizia del disegno ma anche dall’impiego di materiali preziosi.

Una proposta versatile, grazie alle infinite varianti dei profili, un sistema che nel progetto Combo Milano ha saputo interpretare al meglio le esigenze dei progettisti, ma anche una gamma flessibile e attenta all’impiego dei materiali di qualità. Dall’acciaio zincato all’acciaio inox, con le straordinarie qualità di resistenza all’ossidazione e alla corrosione, dalla patina inconfondibile del corten alla ricchezza materica dell’ottone, utilizzato in questo progetto, o alla capacità di assumere i tratti cromatici del bronzo antico.

www.thisiscombo.com

L’articolo Combo Milano proviene da Dettagli Home Decor.

13 Dicembre 2019 / / Dettagli Home Decor

Carta e materiale riciclato per confezionare i regali, candele a tavola e tanta tradizione: il Salone degli Stili di Vita e Camera di Commercio scoprono in anteprima i trend della casa e la tavola degli italiani durante le festività

Pacchetti eco-friendly per un Natale davvero di tendenza: è questa una delle novità emerse dall’indagine promossa dalla Camera commercio di Milano Monza Brianza Lodi in collaborazione con Confcommercio Milano e con HOMI, il Salone degli Stili di Vita di fieramilano, la manifestazione dedicata all’evoluzione dei trend nel vivere e decorare la casa, in programma dal 24 al 27 gennaio 2020.

Proprio quando le tematiche ambientali risultano particolarmente presenti a ciascuno di noi, un segno di attenzione verso la salute del Pianeta, anche durante le feste, diventa preferire confezioni e decorazioni caratterizzate da materiali a basso impatto: una scelta consapevole che può diventare anche un’iniziativa originale in grado di distinguerci dagli altri. Secondo il sondaggio di Camera di Commercio sostenibilità e materiale riciclato nella confezione dei regali sono preferiti dal il 61% degli intervistati. Ma anche tavola e segnaposti diventano green: il 33% sceglie, infatti, accessori “eco” per la tavola e segnaposti amici della natura saranno sulla tavola del 32% del campione.

photo credit Caley Dimmock

Nel periodo in cui è più forte il richiamo alle tradizione come quello delle festività natalizie, anche nel mondo casa e regalo spiccano tendenze che saranno destinate a caratterizzare questo periodo così particolare.

Così, secondo quanto emerge dal sondaggio, sulla tavola di Natale non mancheranno le candele, fondamentali per il 52% degli intervistati. Il 24% sceglierà invece decorazioni commestibili, legate a un passato risparmioso e a un presente più sostenibile, mentre il 22% decora la propria casa con le corone natalizie.

servizio tavole Noel di Taitù – HOMI Il Salone degli Stili di Vita
photo credit Eugene Zhyvchik

Per la casa a Natale non possono mancare gli alberi di Natale monocolore per il 43% e il presepio illuminato per il 38%, ma anche addobbi sospesi per il 32%.

A Natale le stanze di casa si scaldano, dunque di colori e luci e la tavola si accende di candele: le abitazioni diventano così accoglienti che il 70% degli intervistati passerà in casa propria o a casa di amici anche il veglione di Capodanno.

Il mondo dell’abitare si conferma, soprattutto nel periodo delle feste, una stella fissa, che dimostra quanto gli italiani siano attaccati alle atmosfere e al calore di casa. Una tradizione, che, benché continuamente rinnovata da nuovi spunti e tendenze, si conferma al centro della nostra cultura.

HOMI tornerà a gennaio per raccontarla, insieme alle proposte più originali delle aziende nel mondo del settore della casa e alle tendenze che evolvono gli stili dell’abitare.

Appuntamento dal 24 al 27 gennaio 2020, con preapertura (22-26 gennaio) per i soli operatori legati al mondo Festivity.

L’articolo Indagine HOMI: il Natale 2019 sara’ ecofriendly proviene da Dettagli Home Decor.