La Gatta Sul Tetto






 
 
 

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju

Pubblicato da blog ospite in Interiors, La Gatta Sul Tetto

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju salotto

Buondì cari amici. Oggi vi porto a Parigi, per visitare un appartamento rinnovato dallo studio d’architettura Heju, fodato da due giovani architetti, Hélène Pinaud e Julien Schwartzmann. In realtà l’intervento si è limitato ad un parziale relooking riguardante alcuni mobili, i materiali e i colori. La proprietaria, fondatrice di una marca di camicette, aveva già le idee chiare in proposito:

stile eclettico, materiali naturali, colori chiari con una dominante rosa e ottone.

La mescolanza di oggetti di varie epoche e stili appartenenti ai proprietari è perfettamente studiata: lo stratagemma vincente in questi casi è quello di lasciare ad ogni elemento spazio sufficiente per emergere: collocando pochi oggetti dalla forte personalità in angoli diversi di ogni stanza l’armonia è assicurata e si evita di scivolare  nell’effetto museo, tipico dello stile eclettico. Oggetti Art déco, vintage, coloniali, minimalisti: tutto convive perfettamente, armonizzato dalla palette di base in rosa e ottone, con tocchi di blu e di nero, che fa da sfondo in tutti gli ambienti della casa.

Gli architetti hanno disegnato su misura alcuni mobili, come la cucina e il mobile del bagno padronale, mentre quasi tutto il resto del mobilio proviene dalle incursioni ai mercatini dell’usato della proprietaria. I complementi come lampade, specchi, maniglie, sono stati selezionati attentamente, mentre la cura per i dettagli, che si può osservare anche a livello delle finiture e della posa dei rivestimenti, aggiunge un tocco di perfezione.

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju ingresso

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju soggiorno

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju camino

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju scala

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju cucina

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju cucina

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju cucina

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju camera padronale

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju camera padronale

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju mobile vintage

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju bagno padronale

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju rubinetto ottone

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju doccia

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju cameretta

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju cameretta

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju bagno

Un appartamento in stile eclettico firmato da Heju mobiletto rosa oro

 

Qualche indirizzo per arredi e complementi: le lampade vintage sono di Vanity Boum, mentre lo specchio in midollino dietro il divano è stato acquistato nella boutique di India Mahdavi. Stampe di Lèa Maupetit, piccoli oggetti in ceramica di Dodo toucan, lampada in corda di Mélanie Clénet. Per il mobile del bagno, gli architetti si sono affidati a Superfront, un’azienda che produce frontali, maniglie, top e piedini per personalizzare i mobili Ikea. Infine, lo specchio a forma di mela è firmato Honoré.

Foto e progetto studio d’architettura Hejus – Parigi

 

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Ikea hack di design: la cucina firmata da Cecile Manz

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz

Buondì cari amici! Avete ai sentito parlare di Ikea Hack? Immagino di si, visti la fama planetaria del marchio svedese e le innumerevoli versioni personali più o meno riuscite di alcuni pezzi di arredo. Se poi la personalizzazione viene fatta da una giovane e affermata designer danese, fresca vincitrice del premio Design of The Year 2018 a Maison&Objet Paris, siete sicuri che potrete rifarvi gli occhi: 

vi presento la cucina Degree, disegnata da Cecilie Manz e prodotta da Reform, l’azienda danese che propone soluzioni di design per il relooking dei mobili ikea

di cui vi avevo già parlato in questo post.

 

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz versione legno

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz dettagli

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz reform

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz reform

Il progetto di Cecile nasce dalla sua personale idea della cucina come luogo in cui si prepara il cibo e nello stesso tempo ci si ritrova con gli amici e la famiglia: non solo un ambiente di servizio dunque, ma un ambiente da vivere esattamente come il soggiorno, quindi da arredare con stile. E di stile Degree ne ha da vendere, a cominciare dal sottilissimo e funzionale top in acciaio, riscaldato dal caldo Pino dell’Oregon dei frontali, un legno color miele dalle venature molto interessanti, tanto regolari e lineari che sembrano dipinte; il segno grafico che caratterizza la vista frontale della cucina è l’angolo a 45°, utilizzato per l’incavo della manigliae nell’orientamento delle venature del legno. La classe di questo progetto si vede anche nella cura dei dettagli, come lo “scuretto” che sottolinea la partizione orizzontale tra il top e la base della cucina, o la lavorazione della maniglia che sembra quasi scolpita nell’anta. Il risultato è una cucina elegante, accogliente e funzionale, il tutto a prezzi accessibili, visto che la struttura interna è di Ikea, che rimane ancora la migliore scelta per il rapporto qualità prezzo.

Cecilie ha disegnato anche una versione con pannelli in mdf laccati in una tonalità chiarissima di grigio, per chi preferisce uno stile minimalista

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz grey

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz grigia

Ikea hack di design la cucina Cecile Manz versione grigia

Gli elementi di Degree si possono montare sulla cucina ikea Metod, sui cassetti Maximera, sul mobile da bagno Godmorgon e sull’armadio Pax. Per saperne di più su Degree e sulle altre cucine di design proposte da Reform, visitate il sito: www.reformcph.com

 

 

Tags:

 
 

Un’estate 2018 ricca di eventi all’Isola d’ Elba

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

estate 2018 ricca di eventi Isola Elba

Buondì cari amici. Avete già scelto la meta delle vostre vacanze estive? Anche se il tempo in questi giorni non è molto buono, l’estate si sta avvicinando e pianificare per tempo itinerari, spostamenti e pernottamenti è il modo migliore per passare delle vacanze in tutta tranquillitàVi ho già parlato della Sicilia in questo post 

mentre oggi vorrei parlarvi di un’altra meta ricca di  attrattive: l’ Elba, incantevole isola dell’Arcipelago toscano.

Verdi colline, mare cristallino, piccoli borghi ricchi di storia e paesaggi mozzafiato caratterizzano la terza isola più grande d’Italia. Come se non bastasse, il calendario degli eventi organizzati sull’isola per la stagione primavera/estate/autunno 2018 è straordinariamente ricco, adatto a diversi tipi di pubblico: gare sportive, rievocazioni storiche, feste tradizionali, festival e spettacoli.  Ecco un assaggio di quello che potrete fare già nei mesi di maggio e giugno, anticipo goloso di un’estate che si preannuncia animatissima:

19 maggio: Elba Kolossal 2018, gara di triathlon

20 maggio: Elbatrail 2018 “Eleonoraxvincere”, una delle gare di trail running più difficili in Italia.

25-27 maggio: Rallye Elba 2018, una delle gare di rally più amate ed apprezzate al mondo. 26-30 maggio: Irontour Road 2018, evento di triathlon road composto da 5 tappe, 5 giorni, 5 differenti splendide località dell’Isola, percorsi di gara altamente tecnici con spunti paesaggistici mozzafiato.

2 giugno: Festa del Cavatore: la cittadina di Capoliveri dedica il primo weekend del mese agli uomini che l’hanno resa grande.

21 giugno: L’estate sta arrivando, manifestazione tradizionale per festeggiare l’arrivo della stagione estiva, presso il centro storico di Porto Azzurro.

Per scoprire gli eventi in programma da agosto a ottobre, potete consultare questo calendario dettagliato, così da poter programmare il vostro soggiorno in base alle manifestazioni cui vorreste assistere o partecipare.




Calendario eventi realizzato da TraghettiPer Elba

L’isola d’Elba è facilmente raggiungibile, anche solo per trascorrervi una giornata, dal porto di Piombino Marittima, tramite il trasporto marittimo. I traghetti partono ogni mezz’ora lungo le tratte che collegano Piombino ai tre porti dell’Isola, ovvero Cavo, Rio Marina e Portoferraio.

estate 2018 ricca di eventi Isola Elba traghetto

Oltre all’opzione più sfruttata dai turisti, ovvero il traghetto veloce per il trasporto di auto e passeggeri, esiste anche la possibilità di godersi un’andata e ritorno giornaliera utilizzando l’aliscafo o i traghetti di piccoli dimensioni. Potete scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze e al vostro budget confrontando i prezzi dei biglietti dei traghetti per l’isola d’Elba prima di partire.

estate 2018 ricca di eventi Isola Elba chiese romaniche

Oltre ai numerosi eventi, all’Elba potrete scegliere tra le spiagge e le calette o le escursioni  in montagna, seguendo il sentiero G.T.E. (grande traversata elbana), da cui potrete godere di diverse viste panoramiche di straordinaria bellezza.

estate 2018 ricca di eventi Isola Elba porto azzurro

Gli amanti della cultura e dell’architettura apprezzeranno i musei, gli scavi archeologici con i reperti di epoca etrusca e romana, e le numerose chiese in stile romanico, mentre la visita alle residenze napoleoniche, oltre a essere interessante dal punto di vista architettonico, vi trasporterà nella storia e nella parte più burrascosa della vita del Bonaparte.

Tags:

 
 

Fai da te: 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa mensole

Buondì cari amici! Se avete appena rinnovato la vostra casa e non sapete come decorare le pareti,

oggi vi propongo 7 idee originali per rendere le vostre pareti uniche e per dare all’ambiente quel tratto distintivo che davvero ti fa sentire a casa!

1. Pareti di legno fai da te

Ecco un modo caldo e originale per arredare la parete dietro al letto, un angolo della sala pranzo o della cucina. Se applichi un flatting, poi, va bene anche per il balcone di casa o per il bagno, per un effetto insolito e spiazzante. Per realizzare questa parete ti basta, dopo aver preso le misure della parete che vuoi ricoprire, recuperare una serie di assi di legno e inchiodarle tra loro. Puoi scegliere il legno che più ti piace, essenze e colori diversi, e affiancarle le une alle altre come un patchwork.  Puoi anche lasciare diverse lunghezze ai lati, per une effetto apparentemente caotico ma in realtà creativo. Sulla tua parete di legno potrai applicare le vernici che ti piacciono, e dei ganci cui appendere oggetti, installare mensole per i libri. Il legno dona calore all’istante, e crea un’atmosfera calda e accogliente.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa parete di legno

2. Libreria fai da te

Ti bastano tre mensole, i sostegni adeguati, il trapano e i chiodi Fisher per realizzare una libreria essenziale ed elegante, come quelle degli interior designer di tendenza. Farla  da te permette di scegliere la lunghezza, o lo spessore e il tipo delle mensole: per un effetto minimal, il consiglio è di apprender tre mensole uguali e di fissarle al muro tutte alla stesa distanza tra loro. Se invece vuoi un effetto naif, puoi scegliere mensole tutte diverse, e divertirti con colori e distanze. Dai libero sfogo alla tua fantasia!

3. Murales fai da te

Dipingere sul muro è più semplice di quello che si pensa. L’importante è uno schizzo preparatorio con la matita, e se disegnare non è il tuo forte, puoi aiutarti con degli stencil. Scegli colori ad acqua, atossici, e assicurati che la parete sia perfettamente pulita e liscia. Una buona idea, anche molto facile per chi è alle prima armi, è un albero: il tronco si disegna facilmente, e per fare le foglie ti basterà creare degli schizzi di colore ovali, di dimensioni e forme diverse, tutte vicine. In un attimo la tua parete avrà i toni della primavera! Oppure puoi optare per disegni geometrici: basta creare delle forme sulla parete con del nastro adesivo per pareti come guida e il gioco è fatto.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa murales

 

4. Acchiappasogni fai da te

Conosci l’acchiappasogni? Secondo le leggende degli indiani d’America, questo oggetto fatto a mano allontana gli incubi e le energie negative. Un acchiappasogni, di dimensioni maxi, per decorare le pareti, è un oggetto di buon auspicio, e quindi sta bene in camera da letto, nel soggiorno, o comunque negli ambienti in cui ci si rilassa. Realizzarlo è davvero semplice, perché puoi intrecciare i fili di colori diversi o a tinta unita, su di una struttura di fil di ferro o di legno che può essere ad esempio un fiore o un cerchio, e poi lasciare cadere delle lunghe code. Appendilo e goditi il relax! Vuoi un’idea davvero speciale, puoi personalizzare il tuo acchiappasogni con dei nastrini di raso, su cui potrai mettere, se ti va, una formula magica per la felicità e per potenziarne l’effetto!

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa acchiappasogni

5. Sagome di sughero

Il sughero è rustico, ecologico, naturale, e traspirante. È anche morbido, il che lo rende ideale per attutire i colpi. Delle sagome di sughero, magari di forme diverse o tutte uguali, arredano le pareti dietro i letto o dietro il divano, la camera dei bimbi o il soggiorno: potrai scegliere la disposizione che più ti piace ed incollarle con della semplice colla o del biadesivo, per magari riposizionarle se cambi idea!

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa sughero

6. Gli Origami

Sai fare gli origami? Non è così complicato come sembra: puoi comprarli già fatti, oppure realizzarli da te con i tutorial che ti spiegano come farli sul web. Scegli la forma o l’animale stilizzato che più ti piace e decora con questa il tuo angolo speciale: ad esempio, la parete della cucina dove ti fermi a prendere il caffè in pace prima di correre al lavoro, oppure la parete dove c’è la poltrona con il tuo angolo di lettura preferito.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa origami

7. Adesivi da parete

Gli adesivi da parete sono il modo più semplice e d’effetto per dare in un attimo alla tua parete anonima la giusta personalità. Ci sono infinite forme, colori e dimensioni, per abbinarsi a qualsiasi tipo di arredo e per qualsiasi parete.

 7 Idee per Decorare le Pareti di Casa adesivi da parete

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 
 

Il mio nuovo cuscino Tediber recensione

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

cuscino tediber test

Buondì cari amici! Oggi vi parlo del mio nuovo cuscino Tediber.

Quando mi è arrivata la proposta di testare il cuscino, ho accettato con piacere, visto che i vecchi cuscini avevano ormai fatto il loro tempo. Ora sono passati due mesi da quando l’allegro scatolone è stato consegnato e sono pronta per parlarvi della mia esperienza.

Le caratteristiche del cuscino Tediber

Intanto vediamo come è fatto il cuscino Tediber e quali sono le sue caratteristiche: la fodera è cucita a mano, mentre i materiali sono tutti naturali, dal cotone del rivestimento all’imbottitura, realizzata con piumino e piume d’oca di origine francese: questa per me è l’unica nota dolente, in quanto cerco il più possibile di evitare prodotti di provenienza animale. Tediber garantisce che nessun animale è spiumato vivo appositamente per fabbricare il cuscino e che le piume provengono da animali destinati al consumo alimentare. A parte questo, devo ammettere che l’imbottitura è soffice e appoggiare la testa sul cuscino dopo una lunga giornata è un vero piacere! I componenti sono certificati OEKO-TEX® Standard 100 (sistema di controllo e certificazione indipendente e uniforme a livello internazionale per le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti del settore tessile), il che significa che nel cucino non sono presenti sostanze tossiche nocive per la salute. La sterilizzazione ad alta temperatura rende inoltre il cuscino ipoallergenico, mentre l’immersione di piume e piumino nell’olio di Neem garantisce l’assenza di acari. La manutenzione è semplice: si lava in lavatrice a 40°C e ritorna come nuovo. Infine, nel caso in cui il cuscino non soddisfasse le aspettative, ci sono 100 giorni di prova gratuita, dopodiché si potrà restituire.

L’ordine e la consegna

Il cuscino Tediber si acquista esclusivamente on line. La procedura è semplice e la consegna molto rapida. Io ne ho ordinati due, questo è l’imballo, riconoscibile anche a distanza!

cuscino tediber test imballo

Aprendo lo scatolone appare questa coloratissima cartolina con tutte le caratteristiche del cuscino, appoggiata su una bella carta velina blu marine

cuscino tediber test imballo

E poi la sorpresa, graditissima: i cuscini sono inseriti in una bellissima borsa in tessuto!

cuscino tediber test borsa tessuto

Il test

Molto elegante a vedersi, in tessuto bianco con bordo blu marine ed etichetta con l’orsetto su due lati. Provo subito a testarne la consistenza con la mano, la sensazione è molto piacevole al tatto, la mano sprofonda in una nuvola soffice ma consistente

cuscino tediber test morbidezza

Dopo due mesi di prova, posso affermare di essere soddisfatta, ma attenzione: sono abituata a dormire con cuscini di questo tipo, anche perché cambio spesso posizione e mi piace infilare le braccia sotto il cuscino. Con Tediber mi trovo benissimo perché posso abbracciarlo in infiniti modi e mi sento sempre comoda e anche coccolata.  Se siete abituati a dormire con cuscini sottili o con i memory, può darsi che all’inizio abbiate delle difficoltà. Io vi consiglio comunque di fare la prova dei 100 giorni, e probabilmente vi piacerà tanto da cambiare completamente abitudini.

cuscino tediber test

Anche perché, pur essendo gonfio e soffice, sento che la testa è ben sostenuta e il collo rimane libero dalle tensioni che poi si trasformano in dolori cervicali durante il giorno: un disturbo del quale soffrivo e che ora è praticamente scomparso. Ebbene sì, il cuscino Tediber è davvero incredibile.

il mio nuovo cuscino tediber recensione

L’azienda

L’azienda è una startup francese nata nel 2015 dall’idea di tre amici, Julien, Juan Pablo e Jean-Christophe, reduci da varie disavventure alla ricerca del materasso ideale. Convinti sostenitori del diritto di ognuno al sonno di qualità, hanno creato Tediber con l’intento di fornire materassi, cuscini e piumini di qualità ad un costo accessibile, eliminando gli intermediari grazie alla vendita esclusivamente on lineDal primo materasso venduto ad un amico e dalle consegne fatte personalmente sono passati quasi tre anni, e oggi Tediber, dopo aver conquistato la Francia, è presente anche in Italia e Spagna.

Sito: www.tediber.com/it/

 

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 

Tags:

 
 

Come creare un’atmosfera rilassante nel tuo bagno

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

atmosfera rilassante nel tuo bagno mobile mdf

Vi siete mai chiesti come creare un’atmosfera rilassante nel vostro bagno? Non è facile trovare una risposta immediata a questa domanda. Oggi giorno con la vastità di prodotti e offerte disponibili sulla rete, sembra essere sempre più complicato trovare i giusti elementi per creare quell’armonia che ci permetta di trascorrere più tempo di qualità nel nostro bagno. È difficile capire quindi da dove esattamente cominciare.

Un primo passo però lo si potrebbe immaginare come la scelta del materiale e degli oggetti che andranno ad arredare il bagno secondo lo stile che abbiamo sempre desiderato.

Mobili da bagno: quale materiale scegliere per lo stile che sto ricercando?

Per creare la giusta atmosfera e dar vita allo stile che desideriamo, la scelta del materiale per i mobili da bagno è essenziale e gioca un ruolo fondamentale.  Molti tipi di materiale sono presenti sul mercato, ma due sono quelli più richiesti: il pannello di fibre a media densità, anche detto MDF, ed il legno. Il primo è un materiale leggero e resistente, in fibra di legno, progettato combinando fibre con cera o resina. è un materiale resistente e leggero. È facile da pulire, si mantiene nel lungo periodo e in genere è tra i materiali più economici.  L’MDF può essere ricoperto con pannelli decorativi o, se grezzo, può essere facilmente verniciato per adattarsi al vostro stile preferito. Altro sono invece i mobili da bagno in legno: più solidi ed eleganti, sono allo stesso tempo più delicati da trattare per una maggiore durata di impiego nel corso degli anni e risultano più costosi.

atmosfera rilassante nel tuo bagno mobile da bagno legno

Vasca da bagno: forme e geometrie per un bagno rilassante

La vasca da bagno rappresenta probabilmente l’elemento portante e fondamentale di un bagno: di sicuro quello dove spendiamo la maggior parte nel nostro tempo prendendoci cura del nostro corpo, rilassandoci ed immergendoci nei nostri pensieri. Insomma, rappresenta il momento dal quale stacchiamo da tutto il resto. Se perciò avete pensato a installare una vasca significa che trascorrere tempo nel bagno è per voi un momento cruciale della giornata. La vasca richiede spazio, per creare la giusta prospettiva e la giusta armonia geometrica, ma anche un giusto posizionamento: all’angolo, al centro o lateralmente. La prima ipotesi è notoriamente quella più comune e diffusa, specialmente se pensata a ridosso di una finestra. Le differenti dimensioni, colori e forme arricchiranno la scelta e potranno rispondere meglio alla domanda per dar vita al vostro stile.

atmosfera rilassante nel tuo bagno vasca da bagno

Rubinetteria: come scegliere il tipo di rubinetto per noi

E poi c’è lei, la rubinetteria, vale a dire la vasta gamma di rubinetti disponibili. Rubinetteria monocomando, a vitone, a miscelatore termostatico. E potremmo continuare a lungo elencandoli tutti. 

atmosfera rilassante nel tuo bagno rubinetteria ottone

La scelta della rubinetteria potrebbe sembrare secondaria, ma come ben sappiamo, sono i dettagli a fare la differenza, soprattutto se si vuole un bagno in uno stile specifico. E allora, per scegliere il rubinetto di cui avete bisogno, perché non dare un’occhiata a questi suggerimenti ?

  1. Scopri la pressione dell’acqua per ottenere un flusso ottimale dai rubinetti. Controlla questo fattore prima di scegliere.
  2. Misura le dimensioni dell’attacco del lavabo: il rubinetto da te scelto potrebbe non andare bene.
  3. Scegli lo stile: vuoi che siano I rubinetti ad adattarsi allo stile del bagno, o viceversa?
  4. Scegli il materiale: qualità e colore sono I pilastri di una giusta e ponderata decisione

atmosfera rilassante nel tuo bagno rubinetto rame

 

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Buondì cari amici. Oggi parliamo della cucina e di come disporre gli accessori a vista con stile.

Se le nuovissime proposte vedono il ritorno delle cucine completamente chiuse e con pochi oggetti a vista, la tendenza che predilige mobili a giorno, mensole e accessori a portata di mano e sempre ben visibili non accenna a farsi da parte. Se da un lato la cucina minimalista ha un aspetto più ordinato e può sembrare più funzionale, dall’altro può apparire un po’ fredda e priva di vita, mentre gli oggetti a vista sono sempre a portata di mano e possono dare allo spazio un aspetto vissuto, a patto che la loro disposizione sia studiata in ogni minimo dettaglio e che il risultato trasmetta un senso di ordine e pulizia. Ecco qualche suggerimento:

Quali oggetti tenere a vista

Per prima cosa, occorre stabilire quali oggetti lasciare a vista. Il modo più semplice di procedere è quello di tirare fuori da cassetti e scaffali gli elementi che usate tutti i giorni, e poi selezionare quelli che desiderate tenere a vista. Riponete tutti gli altri oggetti avendo l’accortezza di collocarli in punti facilmente raggiungibili. Ecco un esempio di come disporre il nécessaire per cucinare in modo gradevole accanto ai fornelli, le stoviglie e le pentole in modo ordinato nell’isola

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Attenzione all’estetica

Utensili, piccoli elettrodomestici, stoviglie, taglieri, attrezzi per la pulizia: non c’è oggetto che non possa essere esposto, a patto che sia esteticamente gradevole e in buone condizioni. Guardate per esempio questi attrezzi per la pulizia, o il sapone e le spazzoline per lavare le stoviglie: oggetti di uso quotidiano che solitamente restano nascosti, così da rendere poco funzionale il loro utilizzo. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Giocate con i colori e i materiali

Scegliete oggetti dello stesso colore o con materiali affini, cosi che il design sia armonizzato con lo stile della cucina. Questa bellissima pattumiera di design lasciata a vista si armonizza perfettamente nell’ambiente, tutto giocato su colori neutri e sul contesto tra bianco e nero.

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile pattumiera brabantia

Angoli funzionali

Create degli angoli con una specifica funzione e collocatevi gli oggetti necessari. Per esempio, scegliete uno scaffale sul quale collocare tutti i piccoli elettrodomestici, un carrellino per l’angolo cocktail, una coffee station. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile carrello bar

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile coffee station

Raggruppate per categorie per avere tutto sempre in ordine

Uno dei pilastri su cui si basa una casa sempre in ordine è il fatto di raggruppare e disporre gli oggetti divisi per categorie, sia che si tratti di riporli in mobili e cassetti, sia che si tratti di lasciarli a vista. Scatole per alimenti, piatti, bicchieri e tazzine, posate: tutto deve avere il suo posto, così una volta utilizzati, rimetterli dove stavano diventerà un atto automatico e la vostra cucina sarà sempre perfetta. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile contenitori cibo brabantia

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

shop this post

set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design

 
 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Buondì cari amici. Oggi parliamo della cucina e di come disporre gli accessori a vista con stile.

Se le nuovissime proposte vedono il ritorno delle cucine completamente chiuse e con pochi oggetti a vista, la tendenza che predilige mobili a giorno, mensole e accessori a portata di mano e sempre ben visibili non accenna a farsi da parte. Se da un lato la cucina minimalista ha un aspetto più ordinato e può sembrare più funzionale, dall’altro può apparire un po’ fredda e priva di vita, mentre gli oggetti a vista sono sempre a portata di mano e possono dare allo spazio un aspetto vissuto, a patto che la loro disposizione sia studiata in ogni minimo dettaglio e che il risultato trasmetta un senso di ordine e pulizia. Ecco qualche suggerimento:

Quali oggetti tenere a vista

Per prima cosa, occorre stabilire quali oggetti lasciare a vista. Il modo più semplice di procedere è quello di tirare fuori da cassetti e scaffali gli elementi che usate tutti i giorni, e poi selezionare quelli che desiderate tenere a vista. Riponete tutti gli altri oggetti avendo l’accortezza di collocarli in punti facilmente raggiungibili. Ecco un esempio di come disporre il nécessaire per cucinare in modo gradevole accanto ai fornelli, le stoviglie e le pentole in modo ordinato nell’isola

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Attenzione all’estetica

Utensili, piccoli elettrodomestici, stoviglie, taglieri, attrezzi per la pulizia: non c’è oggetto che non possa essere esposto, a patto che sia esteticamente gradevole e in buone condizioni. Guardate per esempio questi attrezzi per la pulizia, o il sapone e le spazzoline per lavare le stoviglie: oggetti di uso quotidiano che solitamente restano nascosti, così da rendere poco funzionale il loro utilizzo. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Giocate con i colori e i materiali

Scegliete oggetti dello stesso colore o con materiali affini, cosi che il design sia armonizzato con lo stile della cucina. Questa bellissima pattumiera di design lasciata a vista si armonizza perfettamente nell’ambiente, tutto giocato su colori neutri e sul contesto tra bianco e nero.

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile pattumiera brabantia

Angoli funzionali

Create degli angoli con una specifica funzione e collocatevi gli oggetti necessari. Per esempio, scegliete uno scaffale sul quale collocare tutti i piccoli elettrodomestici, un carrellino per l’angolo cocktail, una coffee station. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile carrello bar

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile coffee station

Raggruppate per categorie per avere tutto sempre in ordine

Uno dei pilastri su cui si basa una casa sempre in ordine è il fatto di raggruppare e disporre gli oggetti divisi per categorie, sia che si tratti di riporli in mobili e cassetti, sia che si tratti di lasciarli a vista. Scatole per alimenti, piatti, bicchieri e tazzine, posate: tutto deve avere il suo posto, così una volta utilizzati, rimetterli dove stavano diventerà un atto automatico e la vostra cucina sarà sempre perfetta. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile contenitori cibo brabantia

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

shop this post

set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design

 
 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Buondì cari amici. Oggi parliamo della cucina e di come disporre gli accessori a vista con stile.

Se le nuovissime proposte vedono il ritorno delle cucine completamente chiuse e con pochi oggetti a vista, la tendenza che predilige mobili a giorno, mensole e accessori a portata di mano e sempre ben visibili non accenna a farsi da parte. Se da un lato la cucina minimalista ha un aspetto più ordinato e può sembrare più funzionale, dall’altro può apparire un po’ fredda e priva di vita, mentre gli oggetti a vista sono sempre a portata di mano e possono dare allo spazio un aspetto vissuto, a patto che la loro disposizione sia studiata in ogni minimo dettaglio e che il risultato trasmetta un senso di ordine e pulizia. Ecco qualche suggerimento:

Quali oggetti tenere a vista

Per prima cosa, occorre stabilire quali oggetti lasciare a vista. Il modo più semplice di procedere è quello di tirare fuori da cassetti e scaffali gli elementi che usate tutti i giorni, e poi selezionare quelli che desiderate tenere a vista. Riponete tutti gli altri oggetti avendo l’accortezza di collocarli in punti facilmente raggiungibili. Ecco un esempio di come disporre il nécessaire per cucinare in modo gradevole accanto ai fornelli, le stoviglie e le pentole in modo ordinato nell’isola

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Attenzione all’estetica

Utensili, piccoli elettrodomestici, stoviglie, taglieri, attrezzi per la pulizia: non c’è oggetto che non possa essere esposto, a patto che sia esteticamente gradevole e in buone condizioni. Guardate per esempio questi attrezzi per la pulizia, o il sapone e le spazzoline per lavare le stoviglie: oggetti di uso quotidiano che solitamente restano nascosti, così da rendere poco funzionale il loro utilizzo. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Giocate con i colori e i materiali

Scegliete oggetti dello stesso colore o con materiali affini, cosi che il design sia armonizzato con lo stile della cucina. Questa bellissima pattumiera di design lasciata a vista si armonizza perfettamente nell’ambiente, tutto giocato su colori neutri e sul contesto tra bianco e nero.

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile pattumiera brabantia

Angoli funzionali

Create degli angoli con una specifica funzione e collocatevi gli oggetti necessari. Per esempio, scegliete uno scaffale sul quale collocare tutti i piccoli elettrodomestici, un carrellino per l’angolo cocktail, una coffee station. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile carrello bar

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile coffee station

Raggruppate per categorie per avere tutto sempre in ordine

Uno dei pilastri su cui si basa una casa sempre in ordine è il fatto di raggruppare e disporre gli oggetti divisi per categorie, sia che si tratti di riporli in mobili e cassetti, sia che si tratti di lasciarli a vista. Scatole per alimenti, piatti, bicchieri e tazzine, posate: tutto deve avere il suo posto, così una volta utilizzati, rimetterli dove stavano diventerà un atto automatico e la vostra cucina sarà sempre perfetta. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile contenitori cibo brabantia

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

shop this post

set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design

 
 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Buondì cari amici. Oggi parliamo della cucina e di come disporre gli accessori a vista con stile.

Se le nuovissime proposte vedono il ritorno delle cucine completamente chiuse e con pochi oggetti a vista, la tendenza che predilige mobili a giorno, mensole e accessori a portata di mano e sempre ben visibili non accenna a farsi da parte. Se da un lato la cucina minimalista ha un aspetto più ordinato e può sembrare più funzionale, dall’altro può apparire un po’ fredda e priva di vita, mentre gli oggetti a vista sono sempre a portata di mano e possono dare allo spazio un aspetto vissuto, a patto che la loro disposizione sia studiata in ogni minimo dettaglio e che il risultato trasmetta un senso di ordine e pulizia. Ecco qualche suggerimento:

Quali oggetti tenere a vista

Per prima cosa, occorre stabilire quali oggetti lasciare a vista. Il modo più semplice di procedere è quello di tirare fuori da cassetti e scaffali gli elementi che usate tutti i giorni, e poi selezionare quelli che desiderate tenere a vista. Riponete tutti gli altri oggetti avendo l’accortezza di collocarli in punti facilmente raggiungibili. Ecco un esempio di come disporre il nécessaire per cucinare in modo gradevole accanto ai fornelli, le stoviglie e le pentole in modo ordinato nell’isola

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Attenzione all’estetica

Utensili, piccoli elettrodomestici, stoviglie, taglieri, attrezzi per la pulizia: non c’è oggetto che non possa essere esposto, a patto che sia esteticamente gradevole e in buone condizioni. Guardate per esempio questi attrezzi per la pulizia, o il sapone e le spazzoline per lavare le stoviglie: oggetti di uso quotidiano che solitamente restano nascosti, così da rendere poco funzionale il loro utilizzo. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile

Giocate con i colori e i materiali

Scegliete oggetti dello stesso colore o con materiali affini, cosi che il design sia armonizzato con lo stile della cucina. Questa bellissima pattumiera di design lasciata a vista si armonizza perfettamente nell’ambiente, tutto giocato su colori neutri e sul contesto tra bianco e nero.

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile pattumiera brabantia

Angoli funzionali

Create degli angoli con una specifica funzione e collocatevi gli oggetti necessari. Per esempio, scegliete uno scaffale sul quale collocare tutti i piccoli elettrodomestici, un carrellino per l’angolo cocktail, una coffee station. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile carrello bar

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile coffee station

Raggruppate per categorie per avere tutto sempre in ordine

Uno dei pilastri su cui si basa una casa sempre in ordine è il fatto di raggruppare e disporre gli oggetti divisi per categorie, sia che si tratti di riporli in mobili e cassetti, sia che si tratti di lasciarli a vista. Scatole per alimenti, piatti, bicchieri e tazzine, posate: tutto deve avere il suo posto, così una volta utilizzati, rimetterli dove stavano diventerà un atto automatico e la vostra cucina sarà sempre perfetta. 

Come disporre gli accessori a vista in cucina con stile contenitori cibo brabantia

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

shop this post

set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design
set barattoli impilabili
pattumiera di design
pattumiera di design
pattumiera di design

 
 




Torna su