La Gatta Sul Tetto






 
 
 

Tendenze arredo 2018: il trionfo del marmo

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Tendenze arredo 2018 il trionfo del marmo

Oggi parliamo di un materiale che sta spopolando tra i top trend 2018: il marmo.

Indubbiamente, tra le pietre naturali, il marmo è il più nobile e ricercato. Utilizzato fin dall’antichità per costruire e decorare i palazzi, nell’epoca moderna raggiunse il picco di popolarità nell’arte e nell’architettura barocche. Molto amato dagli architetti razionalisti, rivestì la maggior parte delle case dagli anni Trenta agli anni Settanta, sia in lastre pregiate, sia in palladiane e seminati (realizzati con lo scarto della lavorazione del marmo, quindi più economici).

Tendenze arredo 2018 il trionfo del marmo cucina verde
Tendenze arredo 2018 il trionfo del marmo bianco cucina nera
Oggi il marmo è diventato l’oggetto dei desideri dei designer, che lo utilizzano per creare mobili e oggetti di grande tendenza, ma non solo: tappezzerie marmorizzate, grès porcellanato effetto marmo, laminati simil-marmo e altri materiali che imitano le inconfondibili venature spuntano un po‘ ovunque. Dunque anche chi non desidera ricorrere alla costosa e delicata pietra può trovare valide alternative.

Tendenze arredo 2018 il trionfo del marmo accessori
Il più gettonato è il marmo di Carrara, apprezzato per il suo colore candido e le eleganti venature grigie, e il marmo nero. Il marmo trionfa soprattutto in cucina e in bagno, ma anche nei mobili, negli accessori e nei complementi d’arredo. Il marmo bianco si sposa praticamente con tutti i colori e i materiali, mentre quello nero da il meglio di se abbinato con metalli come il rame e l’ottone.

Tendenze arredo 2018 il trionfo del marmo nero cucina neraTendenze arredo 2018 il trionfo del marmo isola in marmo cucinaTendenze arredo 2018 il trionfo del marmo bagnoTendenze arredo 2018 il trionfo del marmo bagno

The post Tendenze arredo 2018: il trionfo del marmo appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Ristrutturare con il cartongesso

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Ristrutturare con il cartongesso

Oggi parliamo del cartongesso e di come utilizzarlo nelle ristrutturazioni.

Il cartongesso è un materiale versatile e relativamente economico rispetto ai materiali tradizionali come il legno e il laterizio, e si può utilizzare in molteplici realizzazioni, come librerie e mensole, armadi e nicchie, controsoffitti e velette, ripostigli in quota, cappotti esterni, interni e pareti; è adatto per tutti gli ambienti della casa, perfino in quelli umidi, grazie alle speciali lastre trattate con additivi idrorepellenti e antimuffa.
Il cartongesso è molto amato dagli architetti, perché permette di creare elementi decorativi e d’arredo su misura perfettemente integrati con l’ambiente, senza dover rispettare troppi vincoli.

Ristrutturare con il cartongesso ingressoRistrutturare con il cartongesso soggiornoRistrutturare con il cartongesso cucinaRistrutturare con il cartongesso bagno

Cos’è il cartongesso

Il cartongesso è un materiale da costruzione del tipo “sandwich”, composto da una lastra di gesso rivestito da entrambi i lati da fogli di cartone, che fungono da armatura. Al gesso vengono aggiunti particolari additivi: resine per renderlo più resistente o isolanti per la coibentazione termica o acustica. In commercio si trovano anche lastre speciali adatte ai locali umidi (colore verde) o per pareti prossime a camini e locali tecnici, omologate per la resistenza al fuoco (colore rosso).
I pannelli sono disponibili in diversi spessori, misure e densità della lastra in gesso e sono contraddistinti da una lettera: A per il cartongesso standard; H(1,2,3..) Per quello idrorepellente; F per quello ignifugo; E per esterni.
Brevettato negli Stati Uniti alla fine dell’Ottocento, si diffuse dapprima nei paesi del Nord Europa, dove le costruzioni con telaio di legno erano la norma.

ristrutturare con il cartongessoristrutturare con il cartongesso libreriaristrutturare con il cartongesso camera da letto

Perché ristrutturare con il cartongesso

1- il sistema di posa a secco, composto da telai metallici nei quali si inseriscono i pannelli, consente una lavorazione rapida e pulita. Le lastre sono facili da tagliare, maneggiare e montare;

2- nell’intecapedine che si viene a creare possono essere alloggiati impianti e materiale isolante;

3- grazie alla sua flessibilità, può essere utilizzato per modellare e sagomare le superfici a proprio piacimento (curve, inclinate, a spigolo acuto, etc);

4- la superficie, una volta stuccata e rasata, può essere tinteggiata o rivestita con carta da parati e mattonelle, esattamente come qualsiasi superficie in muratura;

5- i lavori possono essere fatti anche se la casa è abitata;

6- è facilmente rimovibile.

ristrutturare con il cartongesso superfici curveristrutturare con il cartongesso camera da letto

I difetti del cartongesso

Se proprio vogliamo trovare dei difetti a questo incredibile materiale, bisogna citare il fatto che per appendere elementi alle pareti (quadri, mensole, pensili) è necessario usare appositi chiodi, ganci e tasselli.
Va detto anche che, seppur resistente, entro certi limiti potrebbe ammaccarsi. In entrambi i casi, il rimedio è possibile: basta acquistare i chiodi giusti, e le ammaccature si possono riparare facilmente.

A chi rivolgersi

Se avete intenzione di ristrutturare o di avviare il relooking di una o più stanze di casa vostra, il mio consiglio è quello di pensare seriamente al cartongesso come valida e più economica alternativa alla tradizionale muratura. Se non sapete a chi rivolgervi o se volete semplicemente avere rapidamente dei preventivi, potete farlo comodamente on line: basta andare su habitissimo, così potrete avere in poco tempo ben 4 preventivi da imprese della vostra zona e decidere come procedere

The post Ristrutturare con il cartongesso appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Progetta il tuo guardaroba su misura con un clic

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Progetta il tuo armadio su misura con un clic

Buondì cari amici. Oggi torno a parlarvi di mobili su misura.

Dopo aver visto come progettare facilmente on line la libreria, proviamo a cimentarci con un altro mobile assolutamente indispensabile: l’armadio o, per chi dispone dello spazio necessario, il dressing. Il vantaggio di ricorrere ad un mobile su misura è dato dal fatto che è possibile sfruttare in modo ottimale tutto lo spazio, soprattutto nei casi in cui le pareti sono irregolari: spesso i mobili modulari lasciano spazi vuoti ai lati o nelle parti alte che, oltre a essere poco gradevoli esteticamente, non possono essere utilizzati in modo appropriato.
Ecco alcune soluzioni creative che possono essere di ispirazione:

Progetta il tuo armadio su misura con un clicProgetta il tuo armadio su misura con un clicProgetta il tuo armadio su misura con un clic

Come vi ho spiegato nel post sulla libreria, si può procedere in modo classico, contattando un falegname, oppure ricorrere a strumenti di ultima generazione, come il configuratore 3D on line messo a disposizione da mobile su misura.
Grazie a questo strumento, potete creare il vostro mobile partendo da una struttura di base costituita da montanti, zoccolo e schiena, oppure dai soli montanti, aggiungendo poi tutti gli elementi interni che vi occorrono, dai ripiani ai cassetti ai tubi alle ante.
Quello che più mi affascina di questo ambiente di disegno è la sua versatilità, che permette di creare infinite configurazioni d’arredo e di trovare quella più adatta allo spazio che abbiamo a disposizione: munitevi delle misure del vano che desiderate attrezzare e poi divertitevi ad allargare, stringere, abbassare, alzare, togliere e mettere; cambiate i colori e le finiture, scegliete se mettere o meno le ante, a battente o scorrevoli, e poi provate tutte le maniglie per verificare quale preferite. E mentre lavorate sul vostro mobile, il configuratore visualizza sempre il prezzo totale della combinazione, ferramenta e trasporto compresi.

Progetta il tuo armadio su misura con un clic

Progetta il tuo armadio su misura con un clic

Progetta il tuo armadio su misura con un clic

Per farvi un’idea di come utilizzare il configuratore di Mobile su misura, vi consiglio di guardare questo video tutorial:

Questo strumento fa parte delle cosiddette tecnologie 4.0, che puntano ad ottenere produzioni industriali automatizzate e inerconnesse: grazie a questo, le configurazioni create nell’ambiente di disegno vengono trasmesse direttamente alle macchine preposte al taglio dei pannelli: un software creato appositamente calcola le misure di ogni elemento, compresi i fori per l’inserimento degli elementi interni e per le maniglie, così che il disegno da voi creato non subisce alcun rimaneggiamento.
Grazie a questo strumento di ultima generazione, si può creare il proprio mobile su misura, richiedere i campioni delle finiture gratuiti, acquistarlo e riceverlo direttamente a casa.

The post Progetta il tuo guardaroba su misura con un clic appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Arredare piccoli spazi: 40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

 

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Per la rubrica Arredare piccoli spazi, oggi andiamo a Parigi, per ammirare la trasformazione di un appartamento di soli 40mq.

Il progetto, a cura dello Studio Mariekke, presenta alcune soluzioni davvero geniali nella distribuzione degli spazi e nella scelta audace dei colori. Mi convince un po’ meno lo stile, con un accenno Art déco, proposto dagli architetti, accostato ad un minimalismo scandinavo anni ’50 un po’ freddo, imposto dai padroni di casa. Stile a parte, quello che mi interessa far notare sono le idee che hanno permesso di ricavare, in uno spazio davvero esiguo, una cucina funzionale, un living ampio e vivibile e una camera da letto separata. Prima dell’intervento, il soggiorno ospitava un armadio con letto abbattibile e la cucina era relegata nell’angolo più distante, così che per raggiungerla era necessario percorrere il corridoio e il soggiorno stesso; inoltre lo spazio era angusto e reso difficile da attrezzare per via di una parete curva. I progettisti hanno collocato in questo spazio un comodo sgabuzzino e la camera da letto, spostando la cucina al centro dell’appartamento e collegandola sia al soggiorno che al corridoio, separandola allo stesso tempo grazie a delle vetrate.

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Si è scelto di caratterizzare ogni singolo spazio utilizzando colori audaci: un rosso corallo per l’ingresso, un grigio antracite per i locali “tecnici”, ovvero bagno e cucina, verde e il bianco per la camera da letto e un grigio chiaro per il soggiorno:

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Il bagno è passante: costituito da un angolo wc, una doccia all’italiana e da un lavabo, è accessibile sia dall’ingresso che dalla camera da letto: anche qui è stato impiegato lo stratagemma delle vetrate per portare la luce nelle zone più interne e per non chiudere eccessivamente lo spazio. La cucina, pur piccola, ha ben due piani di lavoro e accoglie tutte le attrezzature necessarie, perfino una piccola cella per i vini.
Geniale la soluzione adottata per il blocco che la divide dal soggiorno: la base doble-face funge allo stesso tempo da piano per la cucina e da libreria, ed è sormontata da una vetrata decorativa: forse per la cucina e il blocco avrei scelto colori più luminosi, evitando anche il grigio delle pareti, ma apprezzo il modo intelligente di sfruttare ogni minimo metro quadro.

40 mq tra colori e ispirazione Art déco40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Il soggiorno è talmente ampio da ospitare un angolo conversazione e una zona pranzo: certo il fatto di avere una infilata di finestre su entrambi i lati, con un accesso al giardino rende le cose molto più facili! Comunque sia, in questo appartamento dalle dimensioni contenute non manca proprio nulla…

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

40 mq tra colori e ispirazione Art déco

Visita gli altri piccoli spazi

The post Arredare piccoli spazi: 40 mq tra colori e ispirazione Art déco appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Tendenze arredo 2018: tutti pazzi per l’oro

Pubblicato da blog ospite in Interiors, La Gatta Sul Tetto

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oroBuondì cari amici e buon anno a tutti voi!

Spero che le feste siano andate bene e che non le abbiate passate, come me, a letto per l’influenza! Purtroppo non sono riuscita a fare le tre cose che mi ero messa in testa per il mio ritorno a Milano: vedere la piazza del Duomo e la Galleria, mangiare una pizza da Spontini e andare all’ikea dopo più di 4 anni d’astinenza.
Inoltre, il mio fedele e (quasi) infaticabile iMac si è rotto proprio prima di Natale, così riuscire a pubblicare un post decente sta diventando una vera impresa: un vero peccato, visto che ho tantissimi argomenti che mi frullano in testa. La cosa positiva di questa pausa forzata è che ho tutto il tempo di navigare con il tablet, soprattutto su Pinterest, alla ricerca di ispirazioni…anche perché, nei prossimi mesi, sarò occupata nel relooking della mia casetta! Quindi preparatevi a vederne delle belle (almeno spero!). Settimana prossima dovremmo cominciare con il pavimento, che ho già scelto; in questo momento sto esplorando le varie tendenze arredo 2018 per fare la scelta giusta in fatto di colori, materiali, mobili.

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

World Market//Maisons du Monde//Urban Outfitters//IkeaR//PaperMint//Urban Outfitters//H&M//Etsy//Zara Home

In questo momento sono attratta da un colore che, secondo me, è destinato a diventare il tormentone dei prossimi mesi:dopo due anni di accessori e arredi color rame e oro rosato, l’oro giallo, prezioso, caldo, glamour, sta invadendo gli spazi per diventare protagonista di un nuovo stile elegante e ricercato senza essere pretenzioso.
Accessori dorati o in ottone giallo, come maniglie, basi di lampade, vassoi, vasi, cornici, sono perfetti per dare un tocco di luce e raffinatezza agli interni senza alterare in modo definitivo lo stile di base.

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Maisons du Monde

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Design Venue//Palmyra lamp by Syrette Low of Moving Mountain

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oroTendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Chi  desidera invece creare un’atmosfera decisamente glamour e conservarla nel tempo, via libera all’oro per i mobili, le carte da parati, la rubinetteriae per tutti gli elementi destinati a non essere sostituiti per molto tempo. L’oro si abbina perfettamente con tutti i colori, eccettuati forse l’arancione e il giallo: sofisticato accanto ai colori scuri, si fa più discreto con i colori chiari per diventare decisamente irresistibile con i colori pastello.

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Salt Box Collective

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Brigitta Wolfgang//Sister Agency

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Louis Deniot//ReDo Home and Design

Tendenze arredo 2018 tutti pazzi per l'oro

Serie Varia by Dornbracht

Io ho già deciso che nella mia casa ci sarà qualche accessorio dorato: probabilmente cambierò qualche maniglia e sicuramente acquisterò almeno una cornice e una delle meravigliose scatole in oro e vetro per gioielli che ho visto da Zara Home. La febbre dell’oro mi ha decisamente contagiata, e voi?

The post Tendenze arredo 2018: tutti pazzi per l’oro appeared first on La gatta sul tetto.

Tags:

 
 

Il mio nuovo materasso di design EveSleep

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Il mio nuovo materasso EveSleep

Buongiorno cari amici! Oggi vorrei parlarvi del mio nuovo materasso EveSleep.

Avevamo già deciso di quello vecchio, anche a causa del mio mal di schiena, così quando EveSleep mi ha chiesto di testare uno dei loro materassi, ho accettato con piacere, non senza aver fatto una prima valutazione leggendomi le caratteristiche sul sito. Devo dire che quando l’ho visto, da patita del design, ho deciso che sarebbe diventato il mio materasso. L’unico dubbio: oltre che bello da vedere, Eve sarebbe stato anche comodo e utile per alleviare i miei dolori? Ebbene, dopo un mese di prova posso parlarvi della mia esperienza con il materasso Eve.

La spedizione e la confezione

Il materasso Eve si acquista esclusivamente on line. Ah si, direte voi, come faccio a comprare un materasso senza provarlo? E se poi è scomodo? Come faccio a essere sicuro che si tratta del materasso giusto per la mia sciatica? Nessun problema, visto che c’è la possibilità di provarlo per 100 giorni: sicuramente un test molto più efficace dei pochi minuti che possiamo concederci in un negozio. Se poi si decide di restituirlo, il ritiro è completamente gratuito.
Una volta fatto l’ordine, il materasso è arrivato dopo tre giorni, confezionato in uno scatolone…avete capito bene: Eve viene consegnato sotto vuoto in un imballo poco ingombrante, maneggevole e così bello che vi dispiacerà buttarlo! Naturalmente il primo ad ispezionare il nuovo arrivo è stato Silver, che sembra averlo gradito.
Una volta aperto, è sufficiente posarlo sulla rete del letto e aprire la busta di plastica per fare entrare l’aria: il materasso si gonfia e si distende in pochi minuti. In pratica fa tutto da solo!

Il mio nuovo materasso di design EveSleepIl mio nuovo materasso di design EveSleepIl mio nuovo materasso di design EveSleep

Il materasso

Per prima cosa il design: la bellissima fodera in morbido tessuto a traspirante, completamente asportabile e lavabile in lavatrice. La trama a nido d’ape e la fascia di tessuto giallo che corre attorno al bordo conferiscono al materasso eve una certa eleganza; la fascia è fatta con un tessuto a rete che permette all’aria di circolare anche all’interno. Il materasso è composto da 4 strati di materiali diversi, per uno spessore totale di circa 22 cm: a contatto con il corpo si trova il memory foam, che avrebbe la funzione di ridistribuire la pressione sul corpo fornendo un supporto che si adatta alla morfologia della persona. Segue uno strato composto da un innovativo materiale “rinfrescante”, che dovrebbe dissipare il calore ed evitare la traspirazione notturna. Infine, la parte più rigida, in schiuma Reflex ultra resistente.

Il mio nuovo materasso di design EveSleepIl mio nuovo materasso di design EveSleep

Il test

Dopo aver aspettato con impazienza che passasse l’ora e mezza dall’apertura, come consigliato, mi sono finalmente lanciata sul materasso. Premetto che non avevo mai provato un materasso memory foam. La prima impressione? una strana sensazione di morbidezza e durezza allo stesso tempo: le parti sporgenti del corpo “affondano” leggermente mentre le parti concave, come il collo o la parte bassa della schiena, sono comunque sostenute. Ci si sente come avvolti e allo stesso tempo liberi di muoversi e di cambiare facilmente posizione. Leggendo le specifiche, ho scoperto che questa caratteristica è dovuta allo spessore minimo del memory foam, solo 3 centimetri, che evitano l’effetto “affondamento” che molti possessori di questa tipologia di materassi lamentano.
Dopo un mese di dormite in compagnia del mio nuovo materasso posso dirmi soddisfatta: niente più dolori alla spalla, dovuti alla mia posizione preferita, cioè sul fianco. Anche i dolori alla schiena al risveglio sono scomparsi, anche se poi ritornano durante il giorno, non certo per via del materasso. Un’alta caratteristica positiva è il ridotto “effetto rimbalzo”, che con il vecchio materasso mi faceva svegliare quando mio marito cambiava posizione saltellando allegramente. Ora non mi resta che provarlo in estate, per verificare il tanto pubblicizzato effetto rinfrescante.

Il mio nuovo materasso di design EveSleepIl mio nuovo materasso di design EveSleep

L’azienda

EveSleep nasce da un’idea di tre giovani londinesi: creare prodotti dalle linee semplici e dal design elegante, dalla qualità certificata, venduti esclusivamente on line a prezzi competitivi e consegnati direttamente a casa in pochi giorni. Nel giro di un paio d’anni, da semplice start up EveSleep è diventato uno dei marchi più importanti del settore in forte espansione in tutto il mondo, Italia compresa.
Oggi, oltre ai materassi, disponibili in diverse misure, dal letto del bebé fino al king size, EveSleep produce e commercializza lenzuola in lino e cotone (bellissimi quelli grigi e gialli), piumini, pigiami, cuscini (anche personalizzati) e il letto. Credo che il prossimo passo, a questo punto, sia l’acquisto dei cuscini…

Sito: EveSleep

Il mio nuovo materasso di design EveSleep

The post Il mio nuovo materasso di design EveSleep appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Christmas home Tour #7: la magia di Dyker Heights

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

Buondì cari amici! Oggi puntata speciale del Christmas Home Tour: non visiteremo un interno, bensì dei giardini addobbati per le feste unici al mondo.

Per alcuni rappresentano il trionfo del kitsch, ma per molti incarnano alla perfezione lo spirito natalizio più gioioso e luminoso: siamo a Brooklyn, nel quartiere di Dyker Heights, dove ogni casa, nel periodo natalizio, si riveste di luci e decorazioni spettacolari. Le luminarie di Dyker Heights sono così belle ed esagerate da attirare ogni anno migliaia di turisti, che arrivano da tutto il mondo, perfino con tour organizzati, per immergersi nell’atmosfera magica di questo quartiere.

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

Le facciate, dal tetto alle fondamenta, vengono decorate con festoni, ghirlande, scritte luminose, ma sono gli esterni ad avere il ruolo principale: gli alberi  e i cespugli vengono letteralmente rivestiti di luci sfavillanti di ogni colore, i vialetti e le scalinate illuminati sembrano sospesi nel vuoto, mentre  tutt’intorno si affollano personaggi, pupazzi di neve, renne, angeli, alcuni  dei quali animati: non mancano i presepi con tanto di scene della natività; del resto, il quartiere è abitato in gran parte da italo americani di religione cattolica. La tradizione risale al 1980, ed è nata, pensate, da un fatto sicuramente poco gioioso: fu la signora Lucy Spata a dare il via a quella che alla fine si è trasformata in una gioiosa competizione, decorando il suo giardino con decine di angioletti illuminati in ricordo della madre appena scomparsa. Ogni anno, Lucy aggiunse altri elementi, fino a realizzare un vero e proprio villaggio in miniatura. Inizialmente perplessi, gli altri abitanti del quartiere iniziarono ad imitarla, a partire dal suo dirimpettaio, Al Polizzotto, che oggi espone,  sotto l’imponente portico della sua villa, un gigantesco Babbo Natale affiancato da due soldati “schiaccianoci” alti circa 10 metri. Le due ville sono sicuramente le più spettacolari, insieme alla casa di “Sam the greek”, che esibisce ben 250 mila luci colorate!

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

La casa di Lucy Spata

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

La casa di Al Polizzotto

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

La casa di “Sam the greek”

Va detto che le luminarie di Dyker Heights stanno facendo scuola un po’ in tutto il mondo, anche in Italia: la più famosa, finora, è la spettacolare “Casa di Babbo Natale” a Melegnano, alle porte di Milano, ormai meta di molti curiosi e presa ad esempio da molti altri appassionati.

Chissà che anche da noi fra qualche tempo i fortunati possessori di un giardino non decidano di inaugurare questa bellissima tradizione, decorando i loro esterni con un tripudio di luci e personaggi. Se desiderate lanciarvi in questa avventura per il Natale 2019, pensate prima a sistemare al meglio i vostri esterni, per esempio installando una pergola sotto la quale collocare le decorazioni più delicate: trovo che siano bellissime le pergole di Gibus, sia nella versione addossata al muro che ad isola. Immaginatevi queste strutture completamente avvolte da catene luminose LED, sotto le quali potrete installare un presepe a grandezza naturale, o appendere angeli, fiocchi di neve, ghirlande e festoni…I vostri bimbi saranno felicissimi e le persone verranno da lontano per ammirare il vostro giardino. Le idee sono tantissime e con la struttura giusta potrete realizzarle, e magari essere i primi nel vostro quartiere ad inaugurare il Dyker Heights made in Italy!

Christmas home Tour la magia di Dyker Heights

Giardino illuminato a Leggiuno, in provincia di Varese

The post Christmas home Tour #7: la magia di Dyker Heights appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Christmas Home Tour #6: Natale tradizionale in Svezia

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Christmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-Svezia

Per la sesta puntata del Christmas Home Tour oggi andiamo in Svezia.

La casa di Sofia e Christian è arredata nello stile svedese tradizionale: tanto bianco, colori chiari e naturali, mobili in stile gustaviano e semplicità. Anche le decorazioni sono armonizzate con l’arredo, e sono quasi interamente fatte di elementi naturali: rami d’abete, muschio, bulbi, frutta secca. E il risultato è impeccabile. Buona ispirazione!

Vedi le altre case del Christmas Home Tour

Christmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-SveziaChristmas-Home-Tour-Natale-tradizionale-in-Svezia

The post Christmas Home Tour #6: Natale tradizionale in Svezia appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Christmas Home Tour # 5: shabby chic color pastello

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Christmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastello

Buondì cari amici. Continua il Christmas Home Tour 2017!

Amanti dello stile shabby chic, questo post è dedicato a voi: entriamo nella candida e luminosa casa di Cami, blogger, fotografa e decoratrice americana. Lei definisce casa sua un mix tra una fattoria francese e un cottage costiero, anche se personalmente mi sembra uno stile vicino allo shabby chic allegro e colorato tipicamente americano, alla  Rachel Ashwell. Immergetevi nell’atmosfera sognante e incantata di questa casa e ammirate le decorazioni natalizie, rigorosamente bianche e color pastello. Buona ispirazione!

Vedi le altre case del Christmas Home Tour

Christmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastelloChristmas Home Tour 2017 decorazioni natalizie shabby chic color pastello

 

The post Christmas Home Tour # 5: shabby chic color pastello appeared first on La gatta sul tetto.


 
 

Christmas Home Tour #4: Natale moderno e chic a Chicago

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Christmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoEccoci alla quarta casa del Christmas Home Tour 2017.

Dopo aver visitato dimore dallo stile classico o country, voliamo a Chicago per scoprire le decorazioni natalizie nell’appartamento moderno e chic di Danielle Moss, fondatrice del sito Everygirl. L’arredamento, come spiega la stessa Danielle, è il risultato di un compromesso tra il suo gusto classico e quello decisamente maschile e moderno del marito. Le decorazioni natalizie sono quasi interamente fatte con vegetali freschi: corone, festoni e sfere verdissimi che Danielle spruzza giornalmente con un po’ di acqua fresca per evitare che si secchino. Una decorazione semplice ma di grande effetto. Buona ispirazione!

Vedi le altre case del Christmas Home Tour

Christmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a ChicagoChristmas Home Tour Natale moderno e chic a Chicago

 

The post Christmas Home Tour #4: Natale moderno e chic a Chicago appeared first on La gatta sul tetto.


 
 




Torna su