La Gatta Sul Tetto






 
 
 

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Focus sulle ceramiche artistiche di Lindsay Emery, eleganti, delicate e femminili.

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery sono diventate una mia piccola ossessione. Dopo averle viste spuntare a più riprese in quello scrigno magico che è Pinterest, ho voluto sapere chi ne fosse l’autore e, eventualmente, il venditore. 

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Purtroppo ho scoperto che Lindsay è americana e dunque, anche se spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo, ho deciso di rinunciare all’acquisto (per ora).

Ma visto che il personaggio mi incuriosisce molto, ho deciso di dedicarle un post, e di condividere con voi le immagini di piatti e ciotole che mi hanno stregata.

Da pittrice a ceramista

Leggendo la bio di Lindsay, si capisce da dove proviene il tocco magico che riesce a dare alle sue ceramiche. Da bambina, Lindsay voleva fare la pittrice: era affascinata soprattutto dalla trasparenza e dalla resa delicata dell’acquerello.

Un simpatico aneddoto sul suo rapporto con la ceramica mostra come a volte la strada per la realizzazione dei propri sogni prenda direzioni inaspettate: Lindsay non amava frequentare il corso di ceramica a scuola, perché pensava che questa tecnica non rientrasse nella categoria dell’arte. Dopo innumerevoli fallimenti e l’immancabile frustrazione che ne è seguita, Lindsay ha deciso che doveva imparare a padroneggiare questa tecnica, costi quel che costi. E a quel punto ha capito la sua vita sarebbe cambiata.

Ceramiche come acquerelli

Gli sforzi di Lindsay si sono concentrati soprattutto sulla resa dello smalto. Ciò che l’artista voleva conferire ai suoi prodotti erano profondità, trasparenza e un aspetto delicato e femminile. Spiega Lindsay:

“Gli smalti che ho formulato hanno un aspetto naturale e fluido. Questo fa sì che ogni pezzo è unico. Ho iniziato a lasciare che gli smalti facciano naturalmente quello che vogliono senza la mia interferenza. L’aspetto dell’acquerello è importante per la mia attività perché parla di un cambiamento nella mia metodologia generale – piuttosto che lavorare contro la varietà che i miei smalti fatti a mano portano, perché non abbracciare questa qualità? 

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Il fascino dell’imperfezione 

Un’altra caratteristica delle ceramiche fatte a mano di Lindsay è l’imperfezione: nessun pezzo è uguale ad un altro, e forse è questa qualità a renderle così speciali. 

Nel suo laboratorio situato nel garage di casa, in una cittadina del North Carolina, l’artista dà forma a piccole collezioni in edizione limitata, che vende attraverso il brand Suite One Studio, da lei fondato. Make Mealtimes Beautiful è il suo motto, e vedendo i risultati, direi che Lindsay è riuscita a centrare l’obiettivo.

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Progetti futuri

Come tutti i creativi, Lindsay ha in serbo nuovi progetti, almeno da quello che traspare dalle pagine del suo blog. Ecco la fotografia di quello che lei definisce un esperimento: piccole, deliziose piastrelle fatte a mano.

Le ceramiche artistiche di Lindsay Emery

Chissà che presto non vedremo nel suo shop anche una linea di rivestimenti con le stesse qualità meravigliose del suo vasellame.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:


 
 

Lampade Flos in promozione su Ventis

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, News

Le lampade del brand Flos sono icone del design, capaci di rendere unico un ambiente. Fino al 20 gennaio le trovate in flash sale su Ventis.

Icone del design che saranno sempre attuali, capaci di dare un tocco di stile ad ogni ambiente, create dall’estro dei designer più apprezzati, dagli storici fratelli Castiglioni fino ai talenti contemporanei come Patricia Urquiola.

Sicuramente si tratta di un investimento: queste lampade sono costose, inutile negarlo. Perché spendere tanto? La risposta l’ho accennata nelle righe sopra: si tratta di pezzi di design che acquistano valore nel tempo.

Lampade Flos in promozione su Ventis arco
Lampade Flos in promozione su Ventis Glo Balls
Lampade Flos in promozione su Ventis Toio
Lampade Flos in promozione su Ventis IC S1
Lampade Flos in promozione su Ventis Taccia
Lampade Flos in promozione su Ventis Gatto

Oggi vi propongo una selezione di lampade Flos che potrete acquistare a prezzi ridotti su Ventis, un sito specializzato in flash sales, dove trovate in offerta arredi e complementi di design.

Attenzione, la flash sale termina il 20 gennaio, e i pezzi sono limitati!

 

Ecco un celebre trio di lampade Flos da terra:

Lampade Flos in promozione su Ventis

/Lampada da terra TOIO, rosso, designer: Achille & Pier Giacomo Castiglioni, 1962

/Lampada da terra ad ARCO, designer: Achille & Pier Giacomo Castiglioni, 1962

Lampada Terra, TAB F, Led nero, designer:Edward Barber & Jay Osgerby, 2011


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Pergole e gazebo, un angolo da sogno in giardino

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Pergole e gazebo, ma anche strutture mobili come ombrelloni o vele, sono validi elementi per creare angoli da sogno in giardino o in terrazzo.

Pegole e gazebo sogno in giardino

Vi chiederete come mai vi sto parlando di zone ombreggiate in giardino nel mese di gennaio. La risposta è semplice: i mesi invernali sono perfetti per pensare alla sistemazione delle zone outdoor, fare una Check-list delle cose da riparare o sostituire e decidere interventi e acquisti. Sono sicura che non vorrete arrivare al mese di maggio con un terrazzo impraticabile o un giardino in disordine. 

In questo post vi mostro delle pergole e dei gazebo selezionati dal catalogo di Unopiù, azienda al top per qualità e design nel settore outdoor, e una whishlist di arredi e complementi, per creare un angolo da sogno in giardino nel vostro stile preferito. 

A proposto di stile nell’ambiente outodoor, hai letto questo articolo?

Pergole e gazebo per un angolo romantico

Cominciamo con lo stile retrò, il mio preferito, quello, che evoca le atmosfere  rustiche della campagna provenzale o quelle romantiche dei giardini inglesi. Per questo stile le pergole e i gazebo in ferro sono un must.

Sono strutture leggere, impreziosite da delicati decori come riccioli e cerchietti. Sono perfette per far arrampicare rose, gelsomini o buganvillee, che creano una fresca zona d’ombra e aggiungono un tocco di colore.

Guardate l’eleganza della pergola Ermitage, in ferro zincato e verniciato in polvere color grafite, o la classe dei gazebo e padiglioni della collezione Tibisco. Quest’ultima si ispira ad una struttura molto antica, ritrovata in un monastero cistercense, che testimonia una tradizione secolare nell’arte dei giardini.

Pergole e gazebo sogno in giardino stile romantico

Classico o contemporaneo con il legno

Un altro materiale della tradizione è il legno, forse il più utilizzato per pergole e gazebo. Il motivo risiede nella sua versatilità: con il legno si possono immaginare innumerevoli soluzioni per attrezzare lo spazio outdoor, declinabili in diversi stili, dal classico al contemporaneo. 

Per un look attuale, è sufficiente scegliere una struttura semplice e lineare, come per esempio il gazebo Menton, in pino nordico, e dipingerla con un colore di tendenza. Unopiù ha in catalogo una linea di impregnanti all’acqua con una palette da urlo: oltre ai classici bianco, verde inglese e grafite, ci sono i colori di tendenza blu navy, celeste antico, giallo antico, rosso capri e verde salvia.

Pergole e gazebo sogno in giardino
Pergole e gazebo sogno in giardino stile contemporaneo

Chi preferisce uno stile più tradizionale, può scegliere la finitura naturale del pino nordico o utilizzare l’impregnante nei toni del teak o del noce.

Pergole e gazebo sogno in giardino stile tradizionale

Versatilità e personalizzazione

Quello che più apprezzo di questi prodotti è la possibilità di personalizzarli nei decori, nella scelta delle coperture ombreggianti e soprattutto nelle misure. 

Pergole e gazebo sogno in giardino pergola ermitage unopiu

Non occorre possedere un parco per creare il propio angolo da sogno, a volte possono bastare anche un terrazzino o un piccolo cortile. 


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Tappeti, ecco quelli di tendenza nel 2019

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto

Un nuovo tappeto in soggiorno può davvero cambiare il look della stanza. Ma scegliere il tappeto giusto può essere difficile: ecco qualche suggerimento.

Tappeti di tendenza 2019

Buondì cari amici. Con uno dei miei soliti “colpi di testa” ho deciso di cambiare il tappeto in salotto. Per carità, il vecchissimo persiano decisamente shabby, per non dire consumato,  è molto bello, e infatti non ho intenzione di buttarlo. Ma è troppo grande per l’ambiente e un po’ scuro: preferisco averne magari un paio chiari, più piccoli, facili da lavare ed economici, cosicché quando mi sarò stancata non sarà un problema sostituirli.

Tappeti di tendenza 2019

Prima di partire alla carica, mi sono fatta un’idea delle tendenze in fatto di tappeti nel 2019, e mi fa piacere condividerle, nel caso siate anche voi in cerca di un nuovo tappeto e non sappiate da dove cominciare . Pronti?

Tappeti shaggy

Si chiamano così i tappeti a pelo lungo, di grande tendenza. Morbidi, in lana (i più costosi) o in poliestere, vien voglia di rotolarcisi sopra. 

In questa categoria spadroneggiano ancora i tappeti berberi, originali (leggete questo post per capire la differenza) o d’imitazione: comunque sia, scegliendo uno di questi tappeti non rischiate di sbagliare.

Collezione Bliss disegnata da Mae Engelgeer per CC-Tapis

Poi ci sono i tappeti in tinta unita, proposti più o meno da tutti i brand di arredamento. Anche qui non rischiate di trovarvi con un complemento troppo ingombrante dal punto di vista estetico: basta scegliere un colore che si armonizzi con l’ambiente e l’arredo, e il tappeto resterà con voi per molti anni.

Saliamo di livello con i tappeti di design. Qui entriamo nel campo degli investimenti a lungo termine, visto il costo, ma sicuramente un tappeto come quelli proposti da CC-Tapis non passerà inosservato. Tuttavia, potete ispirarvi alla grafica Art Déco della collezione Bliss, disegnata da Mae Engelgeer per cercare un prodotto simile meno costoso. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 Shaggy

In senso orario: Tappeto in lana Freya, Westwing Now//Tappeto Kalpasi, La Redoute//Tappeto in stile berbero Ustril, La Redoute//Tappeto rotondo della collezione Bliss, CC-Tapis//Pelle di pecora Cassy, Westwing Now//Tappeto Fidji, Alinea//Tappeto Adum a pelo lungo rosa, Ikea.

Tappeti a pelo corto

Per chi non se la sente di investire in un tappeto a pelo lungo, per paura che non sia troppo igienico, la scelta si può orientare sui tappeti a pelo corto. Qui si trovano comunque le lavorazioni tradizionali in lana, e quelle in juta o altre fibre vegetali, molto di tendenza.

Tra i tappeti tradizionali troviamo sia i persiani, sia i francesi (tipo Abusson), ma devono essere rigorosamente tessuti con colori chiari ed avere un aspetto usurato (lo shabby chic resiste nei dettagli).

Se amate lo stile etcnico, quest’anno puntate sui tappeti in fibra vegetale, con motivi bicolore, uno chiaro e uno scuro, disposti in strisce orizzontali, alternate con pattern geometrici.

E a proposito di pattern geometrici, ebbene sì, sono ancora di attualità, come dimostrano i cataloghi dei brand più popolari come Ikea o MDM.

Concludo anche qui con un tappeto di design di alto livello, come il Valencia proposto da Covet Paris, con quella macchia color jaune moutarde tanto in voga in questo momento. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 pelo corto

Tappeto giallo senape in cotone, MDM//Tappeto vintage Cedar, Benuta//Tappeto STENLILLE, Ikea//Tappeto Valencia, Covet Paris//Tappeto stampato a mano Block, Westwing Now

Trend Alert 2019

Nel 2019, i tappeti appesi al muro saranno di grande tendenza, secondo alcuni osservatori del settore. Staremo a vedere.

Frange, frange e ancora frange. Ebbene sì, anche le frange sono tornate di moda. Le trovate naturalmente a guarnire i tappeti, ma anche coperte, cuscini, lampadari, sedute, da sole o in compagnia di pompom.

Ispirazioni: visita la mia bacheca Pinterest Carpet & Rugs

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Smart speaker per una casa sempre più connessa

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Gli smart speaker hanno spopolato tra i regali di Natale 2018. Indispensabili per la casa connessa o simpatici gadget? Panoramica su Alexa e Google Assistant.

Smart speaker casa connessa assistenti vocali

Il mercato della smart home sta cominciando ad espandersi anche in Italia, come dimostra la crescita dei vari dispositivi interconnessi. 

Termostati, lampadine, interruttori, elettrodomestici, TV e impianto HiFi, allarmi, serramenti, perfino gli specchi, possono essere comandati a distanza. Per far sì che tutti questi dispositivi dialoghino tra loro, è necessario un centro di controllo: uno smart hub, un’applicazione oppure uno smart speaker. 

Cosa sono gli smart speaker e come funzionano

Lo smart speaker è un dispositivo che si attiva attraverso un sistema di riconoscimento vocale. Questi sistemi sono detti assistenti vocali, e sono l’anima software del device, simili a quelli utilizzati sugli smartphone, come Siri per Apple o Google Assistant per Android. Il software è inserito in uno speaker dotato di microfoni sensibilissimi, che intercetta la nostra voce e restituisce la risposta alle nostre domande o esegue una funzione. 

Smart speaker casa connessa echo amazon alexa

Per funzionare, lo smart speaker necessita di una connessione WiFi, tramite la quale si collega alle app  e ai dispositivi smart installati in casa.

Cosa puoi fare con lo smart speaker

Gli smart speaker possono per prima cosa rispondere alle nostre domande. Per esempio possiamo chiedere che ore sono o che tempo fa, oppure di cercare un argomento sulla rete, le ultime notizie, riprodurre una playlist, annotare la lista della spesa.

Attraverso le app specifiche installate sullo smartphone, è possibile avviare chiamate o mandare messaggi; se siete fuori casa potete chiamare direttamente lo speaker, e si possono effettuare chiamate tra speaker installati in case diverse anche senza il cellulare. 

Poi ci sono i collegamenti con gli altri dispositivi smart, dagli elettrodomestici alle lampadine, dalla Tv al sistema di termoregolazione.

Smart speaker casa connessa google home

Inoltre, è possibile programmare delle “Routine”, ovvero delle regole personalizzate per far svolgere al dispositivo una serie di azioni con un unico comando. Per esempio, accendere le luci ogni giorno alla stessa ora e riprodurre una playlist; spegnere le luci, abbassare le tapparelle e impostare la sveglia prima di andare a dormire e così via.

Tutto dipende dalla compatibilità dei protocolli di comunicazione, che possono essere diversi. Per questo, prima dell’acquisto, è importante informarsi au informarsi su quali prodotti sono compatibili con lo speaker che abbiamo scelto.

Amazon o Google?

I due giganti del web sono i primi ad essere arrivati sul mercato con i loro dispositivi, e in questo momento si dividono la maggiore fetta di mercato.

Smart speaker casa connessa google e amazon

Amazon e Google sono anche i primi ad aver sviluppato il software in lingua italiana, dunque accennerò brevemente a questi, tralasciando gli altri sistemi, come HomePod di Apple, solo per citare il più famoso.

Amazon è il primo ad aver intuito il potenziale degli altoparlanti intelligenti, presentando il suo smart speaker Echo con assistente vocale Alexa nel 2015.

Google ha lanciato il suo Google Home con il software Google Assistant solo un anno e mezzo dopo. Oggi entrambe le aziende propongono diversi modelli sul mercato:

al di là delle prestazioni specifiche e dei prezzi (in rete trovate decine di recensioni) che sono in continua evoluzione, mi preme specificare quali dispositivi esterni si possono collegare ai due sistemi nel campo della domotica.

Smart speaker casa connessa google home

Per questo vi lascio due link a siti specializzati che hanno stilato le liste più recenti: 

Akexa (Amazon)e Google Home.

Sicuramente le liste non saranno esaustive e soprattutto, definitive. Il mondo dell’IoT o internet delle cose è in continua e rapida evoluzione: chissà di quali meraviglie tecnologiche vi parlerò tra un anno?


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Arredi per esterni, a ciascuno il suo stile

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Gli arredi per esterni sono sempre più considerati l’ampliamento dello spazio indoor, rispecchiandone lo stile.

Arredi per esterni pergola Shibuya Unopiu

Che si tratti di un semplice balcone o di un ampio giardino, gli spazi outdoor sono ormai diventati il naturale prolungamento degli interni: un ambiente da vivere nel confort senza rinunciare allo stile.

Nella scelta di arredi e accessori per il terrazzo e il giardino giocano un ruolo importante la funzionalità e la resistenza, tuttavia sarebbe un grosso errore trascurare lo stile, che deve essere in continuità con quello interno.

Del resto, lo stile che abbiamo scelto per arredare la casa rispecchia i nostri gusti, e gli esterni non fanno eccezione. Oggi vi propongo alcune soluzioni di arredi per esterni in stili diversi firmate da Unopiù, azienda leader nella produzione di arredi outdoor Made in Italy.

Collezioni in stile rustico e classico

Ambienti ispirati al passato e alle atmosfere provenzali, strutture in ferro e morbidi cuscini. Unopiù, celebre per gli arredi per esterni dal look contemporaneo, ha in catalogo anche  diverse proposte in stile rustico e classico. 

Arredi per esterni collezione Aurora Unopiu
collezione Aurora

Le collezioni in ferro forgiato come Aurora, o le sedie Camille, il tavolo Thor, gli elementi per il decoro perimetrale come le pensiline Dafne ed Esedra, le lampade Elettra o l’étagère da parete Demetra, sono solo alcuni dei prodotti che si abbinano perfettamente con interni in stile provenzale o shabby chic.

Arredi per esterni Titanic Unopiu
chaise longue Titanic

Le collezioni classiche si contraddistinguono per le linee semplici e la struttura massiccia in teak, come le poltroncine e le panchine Green, in stile anglosassone, o le chaise longue Titanic, ispirate al décor dei primi transatlantici. O ancora il tavolo Milton, il lettino Henry o il sistema di pannelli, fioriere e pergole Wood Garden, che rifiniscono perfettamente lo spazio outodoor dal gusto classico.

Intrecci di stile

I mobili in fibre intrecciate arredano gli spazi esterni da tempi immemorabili. Poltroncine, tavolini, cesti in vimini o in giunco evocano paesaggi esotici e portano sempre una nota di eleganza agli spazi esterni.

L’unico neo di queste soluzioni d’arredo è la scarsa resistenza alle intemperie, problema che Unopiù ha risolto egregiamente grazie a materiali innovativi dalle elevate prestazioni tecniche.

Tra questi, la corda poliolefinica intrecciata a mano, o la fibra sintetica WaProLace, resistente ad ogni tipo di agente atmosferico e la cui resa è del tutto simile alle lavorazioni tradizionali del rattan o del giunco, come nelle collezioni Eden, Mamy, Olimpia o l’iconica poltroncina Capri.

Arredi per esterni collezione capri Unopiu
poltroncina Capri
Arredi per esterni Olimpia Unopiu
collezione Olimpia

Tradizione ma non solo: gli intrecci caratterizzano anche le linee più moderne di Experience, Indobrittan o Sunlace.

Stile contemporaneo

Lo stile contemporaneo è sinonimo di design, innovazione e funzionalità. Alcune collezioni di Unopiù, realizzate in collaborazione con affermati designer, sono ormai entrate nell’olimpo dei prodotti iconici, come vi ho raccontato in un precedente articolo.

Arredi per esterni Conrad Unopiu
collezione Conrad

Tra le altre collezioni dal carattere spiccatamente contemporaneo, il salotto Welcome, un sistema modulare realizzato in un inedito accostamento tra listelli di teak curvato a vapore e corda intrecciata a mano; per ambienti dal look informale, scoprite l’elegante la collezione Equinox in acciaio inox e listelli di teak, e la pratica linea Conrad, in ferro zincato verniciato a polvere.

Arredi per esterni tavolo equinox Unopiu
collezione Equinox

Tra le strutture ombreggianti, spicca per il carattere fortemente innovativo la pergola Shibuya, brevettata da Unopiù come la prima pergola al mondo montata su ruote: caratterizzata da un design pulito ed essenziale, è composta da due strutture traslanti che si possono configurare secondo le necessità, ed eleva il confort nell’ambiente outdoor al massimo livello.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Kinfolk style a casa di Nina Plummer

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto, Stili

Una casa arredata seguendo il kinfolk style, un po’ scandinavo e un po’ rustico.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer

E’ la casa scozzese di Nina Plummer, creativa e fondatrice del marchio Ingredients LDN (in fondo al post vi lascio i link). L’appartamento si trova in un edificio d’epoca, caratterizzato da soffitti alti, stanze spaziose e stucchi alle pareti.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer ingresso
Kinfolk style a casa di Nina Plummer

Nina ha appena finito la ristrutturazione, tutta giocata su una palette neutra e su materiali grezzi, con una selezione di arredi e complementi minimalista di ispirazione scandinava. Gli elementi originali dal sapore retrò e gli oggetti di recupero riscaldano l’ambiente, dandogli un’atmosfera vissuta.

Il kinfolk style

Questo stile così particolare viene indicato come il kinfolk style, un mix tra gli  stili scandinavo e rustico, che privilegia le cose semplici, l’atmosfera rilassata e il confort.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer studio
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer caminetto

A me ricorda molto la versione scandinava dello stile shabby chic, che impazzava una decina d’anni fa, ma senza tutto quel bianco e i mobili decapati ad arte. La filosofia di questo stile è lo slow living, l’attenzione per le piccole cose, una quotidianità tranquilla e il massimo confort in casa propria (un po’ come la filosofia hygge).

Semplicità studiata nel dettaglio

Ciò che più mi affascina nelle case come questa è l’apparente casualità nella scelta degli oggetti e nella loro disposizione. L’impressione immediata è quella di una grande naturalezza. In realtà ogni oggetto è scelto con cura e collocato nel punto giusto: una semplicità studiata nel dettaglio.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer cucina
Kinfolk style a casa di Nina Plummer cucina
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno

I preziosi consigli di Nina 

Come ottenere un effetto così accattivante anche nelle nostre case? Lascio la parola direttamente a Nina:

“Per avere una casa accogliente, non ci sono regole da seguire: certe scelte aumenteranno il confort, mentre altre potrebbero diminuirlo. La vera scommessa è quella di imparare ad ascoltare le nostre intuizioni. Se ci lasciamo guidare dal nostro desiderio di benessere piuttosto che dalle mode o dall’estetica, avremmo una chance in più di creare un ambiente accogliente e caldo. Quando si ha ben chiaro cosa si vuole, bisogna armarsi di coraggio e procedere”.

“credo che le case meglio riuscite siano quelle in cui predomina la visione di come gli spazi ci devono far sentire, piuttosto che come devono apparire”.

Kinfolk style a casa di Nina Plummer soggiorno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer bagno
Kinfolk style a casa di Nina Plummer bagno

Qui il link al negozio di Nina, in cui trovate accessori e complementi d’arredo nel suo stile: Ingredients LDN

E questo è il suo account Instagram: @ingredientsld


Visita tutte le case pubblicate nell’House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Interruttori wireless, cosa sono e come funzionano

Pubblicato da blog ospite in Architettura, La Gatta Sul Tetto

Gli interruttori wireless sono dispositivi indispensabili per rendere smart la propria abitazione, aumentare il confort e risparmiare sui consumi.

Interruttori wireless cosa sono e come funzionano

Interruttori, prese, ma anche caricatori USB, termoregolatori e altri dispositivi, grazie alla connessione wifi si possono controllare a distanza, tramite lo smartphone , il tablet o un assistente vocale. Agli interruttori smart si possono collegare le lampadine, gli elettrodomestici, l’impianto di riscaldamento, il sistema d’allarme, i serramenti elettrici e via dicendo. Scopriamo cosa sono gli interruttori wireless e come funzionano.

Cosa sono gli interruttori wireless

Gli interruttori wireless sono dei dispositivi mediante i quali si apre o chiude un circuito elettrico da remoto. In commercio esistono ormai diverse tipologie di interruttori intelligenti: dispositivi da inserire nei punti luce esistenti, interruttori e prese collegati ad un gateway o funzionanti in completa autonomia.

Per far sì che gli interruttori wireless funzionino, è necessaria una connessione alla rete internet wifi. 

Tramite gli interruttori e altri dispositivi, di cui vi parlerò tra poco, è possibile automatizzare la casa, completamente o parzialmente. Tutto dipende dal sistema con il quale i vari dispositivi dialogano tra loro.

Livelli di automazione

Esistono diversi livelli di automazione tra cui scegliere:

  • Integrazione con il vecchio impianto elettrico tramite dispositivi da inserire nei punti luce esistenti. Non necessita di un gateway o centralina di controllo, funziona con la rete wifi domestica e si controlla tramite App apposite. Questo è il sistema più semplice ed economico e permette di automatizzare alcune funzioni, come il controllo delle luci e degli avvolgibili e sistemi di oscuramento automatizzati.  
  • Impianto demotico cablato. L’innovazione tecnologica sta facendo enormi passi avanti in questo settore. Fino a poco tempo fa l’installazione di un impianto domotico richiedeva la sostituzione dei cavi elettrici, con i conseguenti disagi e costi. Oggi è possibile collegare i dispositivi all’impianto elettrico esistente semplicemente sostituendo i punti luce desiderati con i nuovi interruttori e collegarli alla rete wifi tramite una centralina, solitamente un dispositivo touchscreen.
  • Domotica wireless. Con questo sistema il vecchio impianto elettrico viene abbandonato per essere sostituito con dispositivi wireless. Il vantaggio di questo sistema è la flessibilità: interruttori e prese possono essere collocati dove si desidera, senza opere murarie. Per contro, questa soluzione è meno affidabile delle precedenti.

Indipendentemente dal sistema, bisogna controllare il protocollo di interconnessione. Per maggiori informazioni potete documentarvi con questo articolo di elettronicanews .

Cosa puoi fare grazie agli interruttori wireless

Secondo il tipo di interruttore e il livello di automazione scelto, ecco tutto quello che puoi fare installando interruttori e prese wireless:

Controllare e programmare

  • illuminazione: accensione e spegnimento, intensità (dimmer), colori (con le lampadine smart apposite)
  • elettrodomestici
  • Climatizzazione e riscaldamento
  • Impianto di allarme
  • Tende, tapparelle, cancelli motorizzati
  • Chiusura porte
  • Irrigazione
  • Gestione di contenuti audio e video, diffusione sonora

Quale interruttore scegliere

Il problema principale nella scelta degli interruttori è la compatibilità con terze parti, come per esempio il software dello smartphone o gli speaker vocali come Google Home, Alexa di Amazon o Siri di Apple. Per questo vi consiglio di leggere attentamente le specifiche del prodotto prima di acquistarlo, soprattutto se servirà per integrare dispositivi wireless già presenti. L’alternativa è quella di scegliere interruttori che appartengono a sistemi completi offerti da aziende leader nel settore, così da ottenere una certa uniformità estetica e avere la possibilità di integrare altri dispositivi in futuro.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Christmas Home Tour. Di stelle e di candele

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Torna la serie Christmas Home Tour, dedicata alla visita di bellissime case addobbate per le feste.

Christmas Home Tour Di stelle e di candele

Se siete in cerca di ispirazione, vi invito a leggere i post del tour 2018, li trovate tutti sotto il tag Christmas Home Tour. Oggi vi porto in Svezia, a casa di Janniche Kristoffersen, blogger e grafica, meglio nota come bloggaibagis su instagram. Ecco le sue decorazioni natalizie: essenziali, rarefatte e in puro stile nordico, giocate su due elementi, le stelle di carta e le candele. Ma dimenticatevi gli interni dominati dal bianco e dal grigio: ormai anche gli scandinavi sono stati conquistati dal colore. Godetevi i toni naturali, dal terracotta al caramello, molto di tendenza anche nel 2019.

Christmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candeleChristmas Home Tour Di stelle e di candele

Tutte le foto sono di Janniche Kristoffersen, tranne la n° 8, di David Jerner.

I prodotti nelle foto: Ivar di Ikea, stelle di carta e ghirlande luminose di Granit (vedi la mia bacheca Pinterest Brands), sedia a dondolo Eames RAR.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

Tags:

 
 

L’arredo outdoor conquista gli interni

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

La tendenza più attuale nel settore dell‘arredo outdoor è quella di proporre elementi adatti anche per gli interni.

arredo outdoor per gli interni unopiu

Il confine tra outdoor e indoor diventa sempre più impercettibile. Lo spazio esterno viene vissuto come una continuazione di quello interno; allo stesso tempo gli arredi solitamente confinati in giardini e terrazzi conquistano living e dining room. Anticipatore di questa tendenza è il brand Unopiù, leader nella produzione di elementi outdoor di alta gamma: divani, poltrone, tavolini e accessori pensati per gli spazi aperti che, grazie al design accattivante, conquistano gli interni.

I salotti “cross” di Unopiù

Nel catalogo Unopiù ci sono diverse soluzioni “cross”, adatte sia per gli esterni che per le mura domestiche, per arredare la zona conversazione.

arredo outdoor per gli interni unopiu collezione deauville

Collezione Deauville

Design essenziale, colori di tendenza e dettagli curati: il sistema modulare componibile di sedute Deauville, firmato da Meneghello Paolelli Associati, può essere considerato il precursore di questa tendenza. Adatti sia in ambienti classici che moderni, gli elementi della collezione Deauville permettono infinite combinazioni. Si possono coordinare con i cuscini Jolly Colour Collection e con il tavolino-vassoio indipendente. 

Il salotto della collezione Hugo è perfetto per interni moderni e minimalisti: le sedute “tutto in uno” con tavolino incorporato e la struttura in acciaio combinata con il teak ricordano lo stile Bauhaus, il trend del momento.

Sedie e poltroncine

Suggestioni scandinave per l’elegante poltroncina Indobrittan, dalla struttura minimalista in teak, rivestita con corda poliolefinica intrecciata a mano.

arredo outdoor per gli interni unopiu indobrittan

Per uno stile più classico, le poltroncina pieghevole Emy e la sedia Ginger nelle versioni in pelle lavorata artigianalmente, si possono integrare nell’arredamento indoor.

arredo outdoor per gli interni unopiu pltroncina Emy

Tavoli e tavolini

Nel catalogo Unopiù si trovano tavoli e tavolini in teak declinati nella versione con piano in vetro, perfetti per arredare la zona pranzo indoor: le collezioni Croisette, Indobrittan, e Swing. Quest’ultima si distingue per il design particolarmente attuale, nella struttura del tavolo e degli sgabelli, in listelli di teak curvato disposti in  modo da formare un motivo a righe verticali. (vedi foto di copertina).

Accessori e complementi

Tra gli accessori, oltre ai già citati cuscini Jolly, vale la pena di scoprire la collezione di tappeti Baku: realizzati in fibra tecnica intrecciata, resistono all’umidità, alla luce solare, ai batteri e alle macchie in genere. Grazie alla vasta scelta di colori, decori  e misure, i tappeti Baku possono integrarsi in ogni stile d’arredo.

arredo outdoor per gli interni unopiu baku

Per l’illuminazione, Unopiù  offre diversi prodotti con tecnologia a LED, progettati per illuminare gli ambienti outdoor, adatti anche per gli interni. La lampada da tavolo Sketch, dal design classico, è alimentata con batteria ricaricabile, e si può facilmente collocare in punti sprovvisti di prese elettriche.

arredo outdoor per gli interni unopiu oslo

Firmata da Studiomartino.5, la collezione di lanterne a LED Oslo è il fiore all’occhiello del settore illuminazione. Innovativa, elegante, nella versione a batterie ricaricabili si può spostare in qualsiasi zona del giardino, del terrazzo e della casa, sia in appoggio che sospesa.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

Tags:

 
 




Torna su