La Gatta Sul Tetto






 
 
 

Il costo degli affitti in Italia: tutto quello che c’è da sapere

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, News

C’è un argomento che non passa mai di moda, quando si parla di case: quello del costo degli immobili, in affitto o in vendita.

affitti in Italia infografica

Il costo degli immobili sarebbe il fattore determinante nella scelta della casa in cui vivere, prima ancora della la città in cui vivere, il tipo di appartamento e come arredarlo.

Per conoscere i dati aggiornati sul costo degli affitti in Italia, si può consultare l’infografica realizzata sul tema da Soluzioni Salvaspazio, azienda specializzata in arredamento d’interni per ogni tipo di appartamento.

La guida agli affitti delle case in Italia

È utile sapere che, nell’ultimo anno, c’è stata una piccola crescita degli affitti, nel senso che il costo è aumentato del 3,5% e la percentuale di case in affitto è del 27,7%, il dato più alto in Italia dal 2012.

Questo può essere dovuto a molteplici fattori, tuttavia l’infografica si sofferma principalmente sulle differenze che caratterizzano le città italiane, non solo fra Nord e Sud, ma anche fra grandi centri urbani e città di provincia.

Dalle statistiche, aggiornate al 2018, si evince che le 3 città dove gli affitti sono più alti sono Milano, Firenze e Roma (e fin qui non c’è nessuna sorpresa), mentre le più economiche sono Caltanissetta, Avellino e Reggio Calabria.

È stato anche calcolato il prezzo medio di un affitto: naturalmente questo dato va preso con le pinze, essendoci notevoli differenza in base alla posizione della casa, ai metri quadri, alle condizioni interne dell’appartamento e all’eventualità di affittarlo vuoto o meno (capita frequentemente di trovare immobili sul mercato completamente vuoti, da arredare a piacimento).

Il prezzo è di 808 € mensili, che variano dal minimo di 493 € a Novara ai 532 di Perugia, fino ai 1140 € di Venezia, 1220 € di Roma e 1580 € di Milano.

Se vogliamo fare un confronto più dettagliato, bisogna partire dai dati che riguardano le regioni, segnalate nell’infografica in una sorta di mappa degli affitti; in questo caso i costi sono calcolati su case di 100 mq e danno un’idea piuttosto precisa del costo di un affitto mensile. In Sicilia è possibile trovare casa da 6,12 € al mq, mentre nelle Marche si sale a 7,40 €, in Lombardia a 11,94 €, in Sardegna a 14,80 € e in Piemonte, invece, la media è più bassa, 7,56 € al mq.

Gli aumenti più elevati nell’ultimo anno si sono verificati a Siena, Verona e Catania, città in cui i proprietari di casa possono avere maggiori introiti da un affitto, mentre le flessioni più consistenti dei prezzi ci sono state a Chieti, Venezia e Sassari, in apparente controtendenza rispetto al dato regionale.

La maggior richiesta di affitti va di pari passo con una diminuzione delle case di proprietà, oggi al 72,3%, il dato più basso dal 2010, da tenere in conto poiché l’Italia è uno dei Paesi in Europa con il maggior numero di abitanti proprietari della casa in cui vive.

In conclusione, c’è fermento nel settore degli affitti di immobili, forse proprio perché le abitudini e le necessità degli italiani stanno cambiando, sebbene gradualmente.

Che sia un pretesto per cambiare il proprio stile di vita?


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:


 
 

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto

In un appartamento milanese ristrutturato dallo studio Marcante Testa, delicati accordi di colore e un’atmosfera densa di ricordi.

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese Marcante Testa

Oggi vi presento un appartamento milanese di circa 150mq, ristrutturato dallo studio degli architetti Andrea Marcante e Adelaide Testa. Per cominciare, La distribuzione degli spazi, tipica degli appartamenti milanesi d’epoca, è rimasta tale e quale. 

L’ingresso con i mobili vintage e Il disimpegno.

Gli architetti hanno giocato sui colori, sui materiali, e sulle inconfondibili soluzioni decorative che sono la firma dello studio.

Filo conduttore della decorazione, le fronde degli alberi che si intravvedono dalle finestre e i materiali che ricordano la casa della nonna. In particolare, i laminati, il midollino, le coperte di lino ricamato, cui si aggiungono i mobili vintage di recupero.

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese Marcante Testa
Cucina su disegno Marcante-Testa con piano in laminato Polaris di Abet Laminati.

Gli arredi sono in gran parte disegnati su misura, come il separé in MDF laccato verde con il fondo in paglia di Vienna. 

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese Marcante Testa

Oppure come il tavolo con il piano in laminato finto marmo, che ricorda i tavoli delle cucine anni ’60.

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese Marcante Testa
Carta da parati Chiavi Segrete di Fornasetti per Cole&Son, sedie Hubsch, lampada Formakami di &Tradition

Sul pavimento della zona giorno, una striscia perimetrale in resina di un pallido verde menta definisce gli spazi e li collega in un filo invisibile.

Delicati accordi di colore in un appartamento milanese Marcante Testa

La carta da parati a motivi vegetali, si accorda alle fronde degli alberi del cortile, che sembrano entrare nel soggiorno. In definitiva, tra i colori è il verde a dominare, in tutte le sue gradazioni, accompagnato dall’azzurro.

Lampada a sospensione Suzie di Colonel, vestiaire con struttura metallica su disegno Marcante-Testa, carta da parati Svenskt Tenn, lampada da tavolo Cement di Servomuto , coffee table Fontana Arte

Passato e presente dialogano tra loro in perfetto equilibrio, in un interno elegante, leggero e giocoso allo stesso tempo.

Mobile e armadio su disegno Marcante-Testa, lavabo Ceramica Globo, rubinetteria Bellosta serie Life, rivestimento e pavimento in  resina by Rezina

Scopri le altre bellissime case della rubrica House Tour


Ph Carla Ripamonti /Progetto Studio Marcante Testa /Source: Milk Decoration


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

Back to colors, il mood 2019 di Scab Design

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Scab Design, azienda fiore all’occhiello del Made in Italy, ha celebrato il ritorno al colore, con le nuove collezioni presentate alla MDW.

Back to colors, il mood 2019 di Scab Design
La seduta Lisa Filò

Il ritorno del colore nel design è ormai consolidato, tanto che Scab Design ne ha fatto il manifesto in occasione della MDW.

Back to colors: è un ritorno all’emotività cromatica, dove la meraviglia è rimessa al centro della scena.

Nata nel 1957, oggi l’azienda può vantare numerosi premi di design con la sedia Lisa e il tavolino Nemo. Pioniera nel trattamento dei materiali termoplastici, ha ottenuto da parte di Bayer il marchio Makrolon® (oggi Covestro made with Makrolon®).

Back to colors il mood 2019 di Scab Design
La sedia Lisa nel ristorante OTVM di Milano – Ph Odeon

Allo stand Scab Design al Salone del Mobile di Milano il pubblico ha potuto scoprire 5 sedute inedite, oltre agli ampliamenti di gamma e alle riedizioni.

Le nuove sedute della collezione Lisa

Reduce dai successi di pubblico e critica (ben tre design award) la seduta Lisa, disegnata da Marcello Ziliani, ora è affiancata da nuovi modelli, pensati per l’outdoor, ma adatti in ogni contesto.

Lisa Filò, nelle versioni sedia e poltroncina, ha seduta e schienale in resistente corda nautica ed evoca le raffinate atmosfere degli yacht club o delle ville in Costa Azzurra.

Lisa Club mi ricorda le sdraio da giardino dei mei nonni con la fettuccia in plastica. Certo, questa sedia è mille anni luce più avanti, per resistenza e cura dei dettagli. Leggera, dunque facile da spostare, impilabile, è perfetta per arredare anche piccoli balconi.

Back to colors, il mood 2019 di Scab Design
La seduta Lisa Club

Lisa tecnopolimero è un progetto molto interessante. le forme soft, combinate con i bordi arrotondati che si perdono nella struttura ricordano la morbidezza delle versioni imbottite. Il telaio in acciaio verniciato è dello stesso colore della seduta e dello schienale in tecnopolimero. Disponibile in versione sedia e sgabello, è adatta sia per outdoor che indoor.

  • Back to colors il mood 2019 di Scab Design
  • Back to colors il mood 2019 di Scab Design
  • Back to colors il mood 2019 di Scab Design

Infine, la bellissima Lisa Lounge, con seduta e schienale imbottiti, ha dimensioni più generose dell’originale cui si ispira.

Back to colors, il mood 2019 di Scab Design

Lady B, la sedia firmata Studio Zetass

Novità assoluta, lady B by Studio Zetass, è studiata per locali e ristoranti, ma è perfetta anche per la casa, l’ufficio o l’outdoor. Disponibile in un’ampia gamma di colori, forme e finiture per la struttura, si può combinare in infinite versioni.

  • Back to colors il mood 2019 di Scab Design

Emily, Kate, Natural Alice Wood e tavolino Leo

Le collezioni Emily e Kate, disegnate da Arter&Citton, si arricchiscono con le nuove proposte di sgabelli e a varie altezze, mentre la sedia Alice è declinata in versione naturale tutta in legno, Alice Natural Wood.

Back to colors il mood 2019 di Scab Design
Il tavolino Leo

Infine, è stata presentata la riedizione del tavolino Leo, lanciato nel 2006 e ispirato ai bistrot parigini.

Sito ufficiale Scab Design


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto

Una nuova tendenza si affaccia nell’interior design. Il contemporary shabby chic, che questo hotel di Roma rappresenta perfettamente.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Forse lo avrete notato anche voi: lo shabby chic è di ritorno. Dopo essermi occupata per anni di questo stile, tanto da aver scritto un libro sull’argomento, riconosco a colpo d’occhio le pareti con l’intonaco scrostato, i mobili con la patina decapé, gli oggetti recuperati nei brocante.

Ma il contemporary shabby chic è ben diverso dal suo predecessore. Per prima cosa, non c’è più il predominio del bianco o del grigio. Tutti i colori sono ammessi, compresi quelli più accesi, come dettano le tendenze comporanee.

Per quanto riguarda l’arredo, il contemporary shabby chic subisce le contaminazioni del design vintage, così si possono trovare anonime poltroncine anni ’50 accanto a pezzi storici, tavoli di formica e divani di velluto. Tutta colpa, o merito, secondo i punti di vista, della tendenza eclettica, che predilige il mix di stili diversi.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

In questo hotel di Roma, ospitato in un palazzo del 1600 in Piazza Navona, il mix tra shabby chic e vintage design è la firma stilistica dell’architetto che ha curato la ristrutturazione. Giorgia Cerulli è un’appassionata di arte e di antiquariato e i committenti, che desideravano mantenere il più possibile la struttura originale, non potevano scegliere progettista migliore.

L’architetto ha conservato le travi di legno originali, i meravigliosi pavimenti rivestiti di cementine, e ha lasciato sulle pareti i diversi strati di intonaco allo stato grezzo.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Il progetto è stato completato con gli interventi degli artisti e designer Benedetta Salini e Vittorio Mango, che hanno selezionato, per l’arredo, pezzi di design italiano dagli anni ’30 agli anni ’70.

Capita così di trovare, nelle dieci suite, mobili di Silvio Cavatorta, Ico Parisi, Guglielmo Ulrich e Giò Ponti, e opere in vetro di Murano di Paolo Venini e Livio Seguso. Una curiosità: ogni suite dell’hotel porta il nome di un grande designer italiano.

Il G-Rough hotel è un luogo magico, in cui si respira la storia della creatività italiana, dalle mura di epoca barocca fino all’arredo di design dei giorni nostri.

Un hotel contemporary shabby chic a Roma

Source: Yazer

Photo by Serena Eller


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Preparare la zona piscina e i must have estate 2019

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto

Come preparare la zona piscina per l’estate, i lavori di pulizia e riattivazione, l’organizzazione degli spazi e i “must have” dell’estate 2019.

Con l’arrivo della bella stagione, per i fortunati possessori di una piscina è arrivato il momento di preparare l’area per renderla di nuovo accogliente.

Dopo la necessaria manutenzione della piscina, ci si può dedicare alla parte più divertente: l’arredo. Oggi vi propongo i “must have” dell’estate 2019, che renderanno la vostra piscina il luogo di ritrovo ideale per la vostra famiglia e per i vostri amici.

Se vuoi sapere come installare una piscina fuori terra, leggi qui.

La manutenzione innanzi tutto

Prima di potervi nuovamente tuffare , che si tratti di una piscina interrata o fuori terra, dovrete intraprendere i necessari lavori di manutenzione.

Rimuovete il telo di protezione e riponetelo, dopo averlo pulito e asciugato con cura. Se le operazioni di copertura per la stagione invernale sono state fatte a regola d’arte, non dovrete svuotare piscina: vi basterà pulire il fondo e le pareti con un pulitore elettrico e purificare l’acqua con un trattamento al cloro.

A questo punto pulite e riattivate l’impianto di filtrazione, dopo aver rabboccato la quantità d’acqua per ripristinare il livello di riempimento ottimale.

Organizzare gli spazi

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Nella zona piscina, quella che non deve mancare è un’area dedicata al relax, attrezzata con lettini o chaise longue sui quali sdraiarsi tra una nuotata e l’altra. 

Se la vostra zona piscina è abbastanza spaziosa, prevedete un angolo conviviale per ricevere gli amici o gustare un pranzo in famiglia, comodamente seduti a bordo piscina.

Non dimenticatevi di disporre le adeguate coperture per le ore più calde. Se la piscina  è a ridosso dell’abitazione, potete sfruttare l’ombra delle tende da sole a braccio o della pergola. Altrimenti, attrezzatevi con ombrelloni, tende velo, o un gazebo pieghevole.

Ma la piscina è fatta anche per il divertimento di grandi e piccini, e le soluzioni che vi propongo oggi sono perfette anche per piccole piscine e piccoli spazi.

Must have dell’estate 2019: i galleggianti di design

Tra i “must have” dell’estate 2019, ci sono i galleggianti, meglio se di design. Il mio consiglio, come sempre, è quello di puntare sulla qualità e sul Made in Italy, così da assicurarsi prodotti belli, funzionali e fatti per durare nel tempo.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

La collezione Impermeabile di Arketicom, studiata per arredare la zona piscina, vi aiuterà anche ad allestire le aree relax e salotto. Tutti i pezzi della collezione, infatti, si possono utilizzare dentro e fuori dall’acqua, sono rivestiti con tessuti da esterni resistenti e impermeabili, freschi e asciutti al tatto. 

La nuovissima ed esclusiva poltrona sacco galleggiante impermeabile Apollo 11 , è adatta sia per galleggiare in piscina che per arredare la zona salotto del giardino. In acqua, Apollo 11 si trasforma in una comoda e soffice chaise longue, perfetta per leggere, gustare una bibita o rilassarsi, cullati dal dolce movimento dell’acqua.

zona piscina must have Arketicom estate 2019
Poltrona – chaise longue galleggiante Apollo 11

Un altro fantastico galleggiante di Arketicom è il cuscino galleggiante Flot!, che in realtà è un cuscinone lungo 190 cm e largo 130 cm. Soffice come una nuvola, è perfetto per il relax, ma può diventare il complemento preferito dai più piccini, sia per giocare in acqua che nel giardino.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Per completare la gamma dei galleggianti, c’è il lettino galleggiante a due posti Kiatta, sempre di Arketicom. Rigido ma confortevole, con la zona testa leggermente rialzata, è adatto sia per la piscina che per il mare, come gli altri pezzi della collezione Impermeabile. Ci sono anche le tasche per inserire lo smartphone in tutta sicurezza.

zona piscina must have Arketicom estate 2019

Il tessuto con cui sono confezionati i galleggianti, infatti, è resistente sia al cloro che all’acqua salata, oltre che ai raggi UV, allo sfregamento e all’abrasione.

Il comodo taschino porta smartphone

Un ultimo consiglio: aggiungete delle lampade LED galleggianti e la zona piscina diventerà un angolo da sogno per le vostre serate estive.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Nuove collezioni arredobagno by EX-T

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

In occasione della MDW 2019, EX-T ha presentato le nuove collezioni arredobagno. La classe e l’eleganza del Made in Italy.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Cristina Galliena Bohman

Le nuove collezioni arredobagno di EX-T, brand italiano pluripremiato presente sul mercato dal 1945, sono un condensato di classe ed eleganza. In poche parole: sono bellissime.

Dopo averle viste con i miei occhi nel nuovo showroom di via Tortona 34, non vedevo l’ora di condividerle con voi. Siete pronti per rifarvi gli occhi?

Cominciamo con la novità 2019, già presentata a M&O. Disegnata dal duo femminile Paola Vella e Ellen Bernhardt, la collezione Nouveau è un dialogo poetico di forme classiche come il cerchio, il semicerchio e il parallelepipedo. L’ispirazione Art Déco è evidente, nei dettagli raffinati e nell’eleganza delle linee. Fanno parte della collezione, oltre ai lavabi, i contenitori, gli specchi e i nuovissimi accessori. Altra novità: il lavabo, in LivingTec®, ora è disponibile anche in rosa cipria.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Nooto

Tra le novità della MDW 2018 c’era il sistema multifunzionale Arco, firmato dallo studio spagnolo Mut. Visto il successo planetario, quest’anno Arco entra di diritto tra le nuove collezioni arredobagno, con tre novità. Arco S, elegante consolle circolare che nasconde nel retro pratiche mensole portaoggetti, Arco Mirror e Arco S Mirror. I due specchi si possono usare singolarmente o combinati tra loro, grazie alle diverse profondità.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Cristina Galliena Bohman

Passiamo a Stand, la collezione icona del brand dal 2015, che si arricchisce di due specchi, uno rotondo e uno ovale. Purezza geometrica, minimalismo soft, cura dei dettagli, riassumono la cifra stilistica dello studio danese Norm Architects.

Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Ph Nooto

Altro gioiello, la collezione Ribbon Square, nuova linea della collezione Ribbon, lanciata a Milano lo scorso anno. Il designer Sebastian Herkner, nominato best designer 2019 a M&O, ci delizia con il piccolo lavabo sospeso, perfetto per spazi dalle dimensioni ridotte.

  • Ph Cristina Galliena Bohman
  • Ph Nooto
Nuove collezioni arredobagno by EX-T
Il nuovo showroom di via Tortona 34
Ph Cristina Galliena Bohman

Sito ufficiale Ex-T


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Un piccolo attico con terrazza by Studio Wok

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Interiors, Interni, La Gatta Sul Tetto

Un piccolo attico con terrazza ritrova la luce naturale e la fluidità degli spazi grazie al progetto del pluripremiato Studio Wok.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok

Si deve al pluripremiato Studio Wok il progetto di questo piccolo attico con terrazza di circa 50 mq. Lo studio milanese, composto dagli architetti Marcello Bondavalli, Nicola Brenna e Carlo Alberto Tagliabue, basa i propri progetti su un approccio artigianale e sull’attenzione alla sostenibilità ambientale.

Prima di cominciare il progetto, gli architetti studiano attentamente anche l’ambiente che circonda l’unità abitativa da rinnovare. Il paesaggio circostante, la luce, i materiali tipici del luogo.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok

Nel caso di questo piccolo attico, è evidente il ruolo giocato dalla luce naturale, che i progettisti hanno sfruttato anche per creazioni d’effetto.

Lo stato di fatto

In origine, l’attico era afflitto da una suddivisione dello spazio poco funzionale che impediva la penetrazione della luce all’interno.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok
Stato di fatto. Crediti Studio Wok

Le pareti divisorie impedivano anche di godere dello skyline della città, visibile dalle finestre della zona notte.

A proposito di piccoli spazi, leggi gli articoli della rubrica arredare piccoli spazi.

Il progetto

I progettisti si sono mossi su due piani: restituire la luce naturale e la fluidità degli spazi, e creare un habitat funzionale e confortevole.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok
Pianta progetto. Crediti Studio Wok

La demolizione delle pareti divisorie interne e della parete che affacciava sulla terrazza, sostituita da un’unica porta finestra scorrevole, ha ridato luce all’ambiente.

Questo è stato possibile perché la struttura dell’edificio è composta da pilastri portanti in cemento armato, che gli architetti hanno deciso di lasciare al grezzo. Un effetto rustico che rende l’ambiente più caldo e vissuto.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok
Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok

Per suddividere gli spazi, i progettisti hanno creato due blocchi posti in perpendicolare. Uno, posizionato al centro, contiene il bagno e crea il passaggio verso la camera da letto. Il secondo blocco si compone dei mobili della cucina e dell’armadio della camera, posti di schiena.

Il tocco di genio di questa soluzione sta nel fatto che i due blocchi non si toccano, così da formare una fessura attraverso la quale la luce penetra nella camera da letto, creando un effetto scenografico.

Giochi di luce anche in bagno, grazie all’apertura sul tetto, che sfrutta la luce zenitale e illumina la zona doccia.

Un piccolo attico con terrazza by  Studio Wok
Sezione in corrispondenza del bagno

Progetto: Studio Wok

Foto Federico Villa studio


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags:

 
 

Euroluce 2019 le novità tendenza parte 2°

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Design, La Gatta Sul Tetto

Seconda parte del reportage sulle novità tendenza viste a Euroluce 2019 al Salone Internazionale del Mobile di Milano.

Euroluce 2019 le novità tendenza paola navone

Continua la carrellata dedicata a Euroluce 2019 e alle novità presentate. Cominciamo con una sintesi delle tendenze:

Le tendenze

In linea generale, si possono individuare diverse tendenze. La prima propone un’estetica legata al Cosmo. Pianeti, corpi celesti vari, e su tutti la luna, protagonista assoluta nel cinquantesimo anniversario dell’allunaggio.

Per la forma, oltre alle sfere, si è vista una presenza massiccia di lampade lineari e di lampade formate da anelli sovrapposti.

Illuminazione senza cavi, lampade fonoassorbenti, soluzioni LED e OLED integrate ai sistemi di controllo digitale: la tecnologia non può essere considerata una tendenza in sé, ma l’evoluzione dei sistemi per l’illuminazione sta cambiando il nostro modo di vivere in modo sostanziale.

In-es.artdesign

Delle lampade dal modo giocoso di questo brand, fondato dall’artista e designer Oçilunam vi avevo già parlato tempo fa. Le novità presentate a Euroluce si inseriscono nello stesso filone narrativo, con la Luna come musa ispiratrice: la collezione Battery di lampade ricaricabili e Luna Liberty. 

Euroluce 2019 le novità tendenza luna

Karman

Fiore all’occhiello di Karman la lampada a sospensione Bibendum, design Paola Navone. E’ leggera ed elegante, classica ma anche pop: in versione opaca o trasparente, è fatta in vetro soffiato ed ogni pezzo è diverso dall’altro. (foto di copertina)

Kundalini

Si ispira al mondo vegetale la lampada Lilli, firmata dalla designer del momento, Cristina Celestino. Il diffusore in vetro, sostenuto da elementi in ottone, ricorda la forma del giglio matragone, e il risultato è di rara eleganza.

Euroluce 2019 le novità tendenza

Linea Light Group

Spazio alla tecnologia per le lampade Derby, dalle proprietà fonoassorbenti, e Demì, una cupola trasparente che prende forma una volta accesa,  grazie alla tecnologia OptiLight, che consente di deviare e moltiplicare il fascio luminoso grazie alle microincisioni sulla superficie del diffusore. 

Euroluce 2019 le novità tendenza
La lampada Demì

Luceplan

Leggera, elegante, delicata, la sospensione Illan disegnata da Zsuzsanna Horvath per Luceplan è composta da sottili strisce in multistrato di legno.

Euroluce 2019 le novità tendenza
foto Filippo Messina

Martinelli Luce

La novità di quest’anno è Elastica, una striscia LED inserita in una fascia di tessuto, con fissaggio cielo-terra, firmata da Habits. Si accende e si regola semplicemente premendo e rilasciando il tessuto.

Rotaliana

Le lampade da terra a forma di foglia della collezione Eden di Rotaliana hanno un design decisamente originale. Realizzate in materiale fonoassorbente, creano un’atmosfera ovattata grazie alla lampada LED applicata nella parte posteriore.

Seletti

Il brand che si contraddistingue per originalità e idee fuori dagli schemi, ha presentato numerose novità, tutte molto interessanti, che vi mostrerò in un altro post. Tra le lampade, spicca per originalità e ironia la sospensione Cupolone, firmata dal duo Alessandra Mantovani e Eleonora Barbareschi.

La riproduzione del cupolone di San Pietro è realizzata in resina ed è disponibile nella versione total white o con esterno nero e interno dorato.

Euroluce 2019 le novità tendenza seletti

Leggi la prima parte per trovare le novità delle aziende dalla A alla F.

Per scoprire tutte le tendenze emerse dalla MDW 2019, leggi questo articolo.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 

Nuova collaborazione: seguitemi sul blog di Bticino

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, News

La nuova collaborazione con BTicino, un entusiasmante viaggio nella casa del futuro. Seguitemi nelle pagine del nuovo blog Smart Home: il blog Bticino per la casa intelligente.

collaborazione sul blog di Bticino

Buondì cari amici, oggi volevo condividere con voi l’inizio di una nuova collaborazione, che ho accettato con entusiasmo.

Chi mi segue da tempo sa che tra le mie passioni, oltre al design, c’è anche quella per la Smart Home, tanto che ho creato una rubrica dedicata a questo tema.

Ebbene, BTicino, che tutti voi conoscete, ha lanciato un blog dedicato alla Smart home, ma non solo: tra le sue pagine troverete consigli di esperti su tutti i temi legati alla casa, dalla ristrutturazione all’arredamento, con un occhio sulle ultime tendenze e tanto altro. 

E poi troverete gli articoli delle vostre blogger preferite: insomma, un design blog come quelli che piacciono a noi.

collaborazione sul blog di Bticino

Curiosi? Ecco, qui trovate il mio primo articolo, sulle novità viste alla Milano Design Week, con tante idee per rinnovare la vostra casa seguendo le nuove tendenze che, sono sicura, vi piaceranno moltissimo.

collaborazione sul blog di Bticino

E già che ci siete, date un’occhiata alle novità che Bticino sta lanciando per rendere le nostre case ancora più belle e funzionali, come la nuova linea Living Now, un gioiello di design e tecnologia come non si era mai visto prima.

Potete vedere in queste foto che ho scattato al Fuorisalone una piccola anteprima di questa serie rivoluzionaria.

Mi raccomando, vi aspetto numerosi!


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:


 
 

Euroluce 2019, le novità tendenza parte 1°

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Le novità tendenza viste a Euroluce, l’esposizione biennale dedicata all’illuminazione nel Salone Internazionale del Mobile di Milano.

Euroluce 2019 lampade novita tendenza Catellani&Smith

Euroluce 2019 ha messo in mostra l’enorme portata dell’evoluzione dei sistemi per l’illuminazione. Le tecnologie più avanzate conquistano un settore tradizionalmente considerato accessorio, e i designer hanno saputo integrarle con maestria in progetti particolarmente ispirati.

Come sempre non è possibile vedere tutto e mostrare tutto, ma con questo post vorrei provare a tracciare un percorso tra le novità tendenza viste a Euroluce. Ho suddiviso i prodotti in base ai brand in ordine alfabetico. Nella seconda parte troverete gli altri brand e una sintesi delle tendenze.

Se state cercando nuove lampade per la vostra casa, magari qui troverete quella che fa per voi.

Artemide

Il sistema Alphabet of light, disegnata dal gruppo BIG tre anni fa e composto da moduli tubolari  da comporre lettere dell’alfabeto, si arricchisce di un nuovo elemento. La Linea, così si chiama, è composta da elementi in silicone flessibili che incorporano le strisce LED, che consentono di creare qualsiasi forma. Adatta anche per gli esterni, sarà in vendita a partire da luglio.

BROKIS

L’azienda ceca ha presentato, in un’installazione incantevole, il sistema Ivy di Lucie Koldova. Le lampade in vetro soffiato boemo si ispirano ad una pianta e si possono comporre a piacere in verticale o in orizzontale. Disponibile anche nelle versioni da tavola e da terra. Ecco il sito, le lampade sono tutte da vedere: Brokis.

Euroluce 2019 lampade novita tendenza brokis

Catellani&Smith

Bellezza, poesia, eccellenza del Made in Italy, le lampade presentate a Euroluce sono tra le più ispirate. Guardate l’eterea Petits Bijoux, una lampada a sospensione che evoca un globo, con i suoi cerchi concentrici in ottone, elegante e leggera allo stesso tempo. (foto di copertina)

Euroluce 2019 lampade novita tendenza

Disegnata da Giulia Archimede, la lampada da tavolo Alchimia riproduce il dialogo tra il Sole e la Luna nei dischi in ottone e alabastro. L’eterna lotta tra il buio e la luce ha ispirato questa lampada, che sembra una preziosa scultura. 

Davide Groppi

Il designer che dagli anni ’80 disegna e produce lampade dal piglio ironico e originale, ha presentato, tra gli altri, il sistema componibile Rail. L’alimentazione elettrica è distribuita da una striscia simile ai binari dei trenini, componibile a piacere, cui si fissano le strisce LED. Vi consiglio di dare un’occhiata anche alle altre novità, sono tutte molto interessanti. Sito Davide Groppi.

Foto Filippo Messina

Fabbian

L’azienda veneta ha presentato le novità, affiancate dai pezzi iconici, come Armilla, design Lorenzo Truant, ispirata ai moti celesti, un vero gioiello. Visto che ho in cantiere un post dedicato alle novità del brand, per ora non anticipo altro.

Flos

La corazzata Flos si è presentata a Euroluce 2019 con dei veri pezzi da novanta: designer come Nendo, Piero Lissoni, Patricia Urquiola, Michael Anastassiades. Tra tutti, ho scelto il progetto di di Andrea Trimarchi e Simone Farresin (Formafantasma), WireLine. Un cavo elettrico in gomma da abbinare ad un tubo in vetro scanalato che alloggia i LED. Un sistema ridotto ai componenti essenziali, semplice ma scenografico, grazie alla possibilità di creare composizioni più o meno elaborate.

Mi raccomando, seguitemi: settimana prossima, nella 2° parte, vi presento le novità delle altre aziende, e una sintesi delle tendenze.

Leggi tutti i consigli per illuminare la tua casa correttamente.

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

Tags: ,

 
 




Torna su