5 Dicembre 2019 / / ChiccaCasa


Da quando possiedo il mio nuovo cuscino Rio di Cinelli riesco finalmente a dormire sonni lunghi, tranquilli e soprattutto continuativi!
Il problema di non riuscire a dormire, io non l'ho mai avuto, anzi, posso schiacciare un pisolino anche seduta su una sedia, se trovo la posizione giusta! Quello che mi tormentava da anni, però, erano i risvegli notturni, dovuti soprattutto ai miei storici problemi alla cervicale. 
Credimi, se ti dico che di cuscini ne ho cambiati almeno 5 negli ultimi due anni. L'ultimo con cui dormivo decentemente era bassissimo, quasi la metà di un cuscino "normale".

Qualche tempo fa, sono stata invitata a testare Rio, il nuovo guanciale di Cinelli piume e piumini


Quando è arrivato a casa, non avrei mai pensato che sarebbe diventato il mio fedele compagno di sonnellini!

Appena scartato, la prima cosa che ho notato è stata la confezione. Il cuscino infatti, arriva a casa in una borsa di tessuto con manici, chiusa da una cerniera. La puoi utilizzare per portartelo dietro ogni volta che devi dormire fuori casa (se sei come me gradirai, sicuramente) oppure puoi sfruttarla per riporre lenzuola, federe o coperte nell'armadio e tenerle, così, sempre lontane dalla polvere.



Dopo aver apprezzato la borsa, la mia attenzione si è spostata direttamente sul cuscino, ed in particolare su un suo dettaglio (e tu lo sai quanto ci tengo ai dettagli!): una linea di tessuto in rilievo color argento che corre lungo tutto il bordo (in gergo si chiama piping). È la prima cosa che ho intravisto aprendo la zip della borsa: una doppia linea grigia, bella e in rilievo.



Rio è un gran bel cuscino, nel vero senso della parola. Infatti, quando l'ho visto per la prima volta ho proprio pensato "Wow, che grande! Ma ci dormirò comoda?" (sai, abituata ad un cuscino rasoterra, all'inizio ero un po' scettica).



L'ho abbracciato ed ho apprezzato il rivestimento extra liscio in puro cotone che ti fa venire subito voglia di accarezzarlo con la guancia.



Poi l'ho sistemato sul letto e, maneggiandolo un po', ho sentito la forte tentazione di affondare una mano al centro del cuscino.  L'ho fatto ed il risultato è stato estremamente soddisfacente, come immergere un cucchiaio in un barattolo di cioccolato!
L'interno del guanciale è super soffice e quando si fa peso su di esso, questo affonda con estrema facilità. Quando togli il peso, però, il cuscino piano piano si rigonfia, riprendendo come per magia la sua forma originaria. Questo accade grazie all'imbottitura, realizzata esclusivamente in piumino e piumette.





Lo uso quotidianamente da settimane ormai e posso affermare che è davvero confortevole. Ho risolto una volta per tutti i miei problemi notturni e mi sono dovuta ricredere sulle mie perplessità iniziali.
Ho capito che dormire su un cuscino delle dimensioni giuste, che si adatta al tuo collo ed alle tue spalle è il modo migliore per salvaguardare i miei "sogni d'oro".





Se hai anche tu intenzione di risolvere una volta per tutte i tuoi problemi con Morfeo, questo cuscino è un ottima soluzione. Cerca il punto vendita Cinelli più vicino a te


P.s. Sono felicissima di averti mostrato le primissime foto della nostra nuova camera da letto, proprio affrontando qui il tema "riposo"!



pics and styling by Federica Del Borrello - Chiccacasa
5 Dicembre 2019 / / Coffee Break

https://www.denydesigns.com/products/emanuela-carratoni-blue-thunderstorm-comforter

Dopo il brillante e vitaminico Living Coral che ha rivestito il 2019 di toni caldi e vibranti, quest'anno il cielo di Pantone si tinge di un tono di blu intenso e raffinato, una tonalità che Pantone definisce "intramontabile e duratura, elegante nella sua semplicità, evidenzia il nostro desiderio di una base affidabile e stabile su cui costruire mentre attraversiamo la soglia di una nuova era"

"In questi tempi difficili, mentre ci muoviamo verso un nuovo decennio, il Pantone Color Institute è tornato indietro nel tempo" ha dichiarato Laurie Pressman, vicepresidente dei fornitori globali di consulenza, analisi delle tendenze e analisi del colore.

Dopo Ultra Violet e Living Coral, "Pantone Classic Blue 19-4052  è un'ancora che offre stabilità" quasi un ritorno nostalgico al passato, quando le cose erano più semplici, ricorda il tono di un vasto e infinito cielo sereno al tramonto, ci incoraggia a guardare oltre l'ovvio,  per espandere il nostro pensiero, sfidandoci a pensare in profondità, ad ampliare le nostre prospettive

Come ogni anno c'è un grande entusiasmo e la comunità dei designer di tutto il mondo è già al lavoro con Classic Blue, sperimentando e indagandone le possibilità espressive

https://amzn.to/2qnlZIq

The color of the Pantone year is Classic Blue, a hopeful look to the sky


After the bright and vitaminic Living Coral that covered 2019 with warm and vibrant tones, this year Pantone's sky is tinged with an intense and refined blue tone, a shade that Pantone defines as "timeless and lasting, elegant in its simplicity , highlights our desire for a reliable and stable base on which to build as we cross the threshold of a new era "

"In these challenging times, as we move into a new decade, the Pantone Color Institute has come back to the past" said Laurie Pressman, vice president of global consulting, trend analysis and color analysis suppliers.

After Ultra Violet and Living Coral, "Pantone Classic Blue 19-4052 is an anchor that offers stability" almost a nostalgic return to the past, when things were simpler, it recalls the tone of a vast and infinite serene sky at sunset, there encourages us to look beyond the obvious, to expand our thinking, challenging ourselves to think deeply, to broaden our perspectives

Like every year there is great enthusiasm and the community of designers from all over the world is already working with Classic Blue, experimenting and investigating their expressive possibilities.


5 Dicembre 2019 / / Charme and More

Angeliche dolcezze natalizie.

 Eccoci arrivati ad un nuovo ed atteso appuntamento con la rubrica di cucina A tavola con Babette.

Babette ci guida, attraverso le sue riflessioni sui dolci,  alla scoperta dei segreti per la preparazione dei biscotti di Natale.

Ph via
Ph via

Quando si parla di dolci tutti diventiamo un po’ bambini e anche chi dice di non amarli particolarmente prima o poi si lascia tentare. Un dolce ricorda sempre qualcosa di piacevole come un premio, una festa, una ricorrenza, e la sua positiva valenza simbolica ha un effetto molto gratificante su di noi. Nelle nostre dispense  questi preziosi alimenti consolatori non mancano quasi mai ed alcuni occupano un posticino nascosto, sicuro e sempre fornito, come una cassetta del “pronto soccorso” alla quale ricorrere, spesso in solitudine, alla ricerca di una dolce carezza della quale molte volte sentiamo la necessità.

Ph via
Ph via

In particolare, nel periodo natalizio, ogni ghiottoneria  diventa lecita e ci si sente  tutti autorizzati a dar sfogo  ai nostri più inconfessabili desideri golosi da soddisfare  senza troppi sensi di colpa. A Natale ogni luogo ha le proprie tradizioni dolciarie alle quali non si può assolutamente rinunciare e tra le innumerevoli possibilità ho scelto per voi dei biscottini molto classici che vi invito a preparare fin d’ora   per poi conservarli  in belle scatole di latta che  abbiamo in casa o che possiamo facilmente reperire in commercio senza spendere eccessivamente . Trovo che questa sia un’idea graziosa anche come  regalo natalizio che, essendo fatto con le vostre mani , sarà  sicuramente molto apprezzato.

Nel farli potrete farvi aiutare dai vostri bimbi oppure  organizzare con le amiche delle serate o dei pomeriggi  durante i quali preparare insieme queste prelibatezze divertendovi e socializzando allegramente .

Vi raccomando di scegliere gli ingredienti curandone  la qualità perché così facendo il risultato sarà ottimale.

Ph via
Ph via

In ogni caso, al di là delle nostre golose debolezze, preparare dei biscotti per le prossime festività forse sarà un po’ laborioso ma  sicuramente il vostro impegno verrà ripagato dalla grande soddisfazione che sicuramente sarà manifestata da parte dei vostri ospiti . Eccovi tre ricette tradizionali , molto semplici ma di sicuro successo.

La vostra Babette

Dolci biscottini per la gioia di grandi e piccini.

 

VANILLEKIPFERL

( ricetta della mia cara zia Irma che preparava i biscotti soprattutto quando fuori c’era la neve e il Natale si avvicinava.)

Ingredienti

150 gr. di burro morbido – 50 gr. di zucchero – 210 gr. di farina – 75 gr. di nocciole tritate –  i semi di mezza bacca di vaniglia.

Mescolate accuratamente la farina , lo zucchero, le nocciole  e la vaniglia .

Aiutandovi con un mixer impastate velocemente il tutto con il burro incorporandolo a pezzetti. Non lavorate troppo il composto ottenuto altrimenti si surriscalda rendendo difficile  modellare i biscottini . Pellicolate l’impasto e fatelo riposare  in frigorifero 30 minuti. Fate dei piccoli cilindretti di pasta assottigliando le estremità e date loro la forma di ferro di cavallo. Posizionarli su una teglia foderata di carta da forno e cuocere a 180° per 15 minuti.  Spolverizzare con zucchero a velo. Se lo gradite potete intingete le punte dei kipferl in cioccolato fondente fuso.

In commercio si possono trovare  degli appositi stampi  che rendono più facile e veloce  la realizzazione di questi deliziosi dolcetti.

cornetti-alla-vaniglia-angeliche-dolcezze-natalizie

BISCOTTI AL BURRO DI  ARACHIDE

Ingredienti

100 gr di cioccolato al latte – 50 gr di burro di arachide – 80 di burro – 50 gr di zucchero di canna – 140 gr di farina – 50 gr di arachidi tritate più 25 gr di  intere – un tuorlo  d’uovo.

Sciogliete il cioccolato con il burro e il burro di arachide a bagnomaria. Togliete dal fuoco e versate il composto in una scodella. Unite lo zucchero e la farina. Impastate con cura e fate raffreddare il composto avvolto in pellicola da cucina  per  30 minuti in frigorifero. Formate  delle palline mettetele in pirottini da forno e sulla superficie posizionate  ½ arachide.

Cucinare a 180° per 8 minuti. Far raffreddare bene prima di servire o conservare.

PASTICCINI AL CIOCCOLATO BIANCO

Ingredienti

125 gr di burro morbido  – 135 gr  di zucchero di canna – 1 uovo – una bustina di zucchero vanigliato – 150 gr di cioccolato bianco tritato – 60 gr di mandorle tritate – 180 gr di farina. ½ bustina di lievito per dolci.

Mescolate accuratamente il burro con lo zucchero, unire l’uovo e la vaniglia. Aggiungete la farina, il lievito, le mandorle e il cioccolato bianco tritato. Impastate  fino ad ottenere un composto omogeneo.  Fate raffreddare l’impasto  in frigorifero per circa 30 minuti.  Formate delle palline e mettetele su una teglia foderata con carta da forno.  Cuocere a 180° per circa 10 minuti.

Suggerimento per ottimizzare i tempi: potete preparare tutti gli impasti il giorno prima, o qualche ora prima  e successivamente procedere  alla realizzazione e cottura dei biscotti.

Ph via
Ph via

Buon Lavoro e fatemi sapere com’è andata!

Pubblicazioniquaderno-dei-biscotti

Il Quaderno dei biscotti delle feste  Kellermann Edizioni

 

 

L’articolo Angeliche dolcezze natalizie proviene da Charme and More.

5 Dicembre 2019 / / Colori

Infondendo calma, fiducia e un senso di connessione, questa tonalità di blu mette in evidenza il nostro desiderio di una base stabile e affidabile da cui partire mentre ci apprestiamo a varcare la soglia di una nuova era.

Come ogni anno, PANTONE ha annunciato il tanto atteso colore dell’anno 2020. Sfumatura di blu intramontabile e senza tempo, PANTONE 19-4052 Classic Blue è raffinato nella sua semplicità. Rievocando il cielo all’imbrunire, le qualità rassicuranti di questo colore stimolante mettono in evidenza il nostro desiderio di una base stabile da cui partire mentre ci apprestiamo a varcare la soglia di una nuova era.

Imprimendosi nella nostra mente come un colore rilassante, PANTONE 19-4052 Classic Blue offre rifugio e infonde nell’animo umano un senso di pace e tranquillità. Esso consente di rifocalizzare i nostri pensieri facilitando la concentrazione e fornendo un’eccellente chiarezza. Sfumatura di blu che invita alla riflessione, Classic Blue favorisce la resilienza.

Un blu sconfinato evocativo del vasto e infinito cielo serale, Pantone 19-4052 Classic Blue ci incoraggia a guardare oltre l’ovvio per espandere il nostro pensiero; sfidandoci a pensare più profondamente, aumentare la nostra prospettiva e aprire il flusso di comunicazione“, afferma Leatrice Eiseman, direttrice esecutiva del Pantone Color Institute. “Stiamo vivendo in un tempo che richiede fiducia e fede”, ha aggiunto. “È questo tipo di costanza e fiducia che viene espresso da Pantone 19-4052 Classic Blue, una tonalità blu solida e affidabile su cui possiamo sempre contare.”

Classic Blue nella decorazione di interni 

Trasmettendo un senso di protezione, PANTONE 19-4052 Classic Blue è una delle tonalità preferite per la casa.

Solida base da cui partire, infonde una creativa sicurezza agli interni, trasformando lo spazio tramite combinazioni cromatiche uniche ed espressivi effetti tonali. Facile da applicare in diversi materiali, texture e finiture, PANTONE 19-4052 Classic Blue è una sfumatura affidabile che porta a esplorare numerose direzioni, esprimendo tradizione ed eleganza, ma anche un’inattesa audacia.

Insomma, dopo un anno di Living Coral è tempo di passare al Classic Blue!

Cosa ne pensate? Vi piace questa tonalità? Torneremo presto a parlare del colore dell’anno 2020 con tante idee e spunti per caratterizzare gli interni.

L’articolo PANTONE 19-4052 Classic Blue è il colore dell’anno 2020 proviene da Dettagli Home Decor.

5 Dicembre 2019 / / Design

I post di Quid divinum:

Marta Ugolini è una designer scultrice, che ha scelto il metallo come mezzo espressivo.  

La parola “fabbra” nel vocabolario italiano forse neanche esiste. Casi come il suo sono effettivamente rari.

Qui pubblico un piccolo reportage su di lei che ho realizzato qualche tempo fa. Fotografare gli artisti è un mio pallino. Gli artisti sono tra le poche persone che mi piace fotografare, forse perché il loro rapporto con la materia è quasi carnale, materno.

Marta lavora in un piccolo locale sperduto nella campagna a Nord di Roma.  Usa quegli strumenti rumorosi e pericolosi che siamo abituati a vedere impugnati da mani maschili e si diverte a mascherarsi come un droide combattente.  Costruisce oggetti semplici e forti, come lei, che si possono inserire in arredamenti di tutti i tipi, tanto sono caratteristici e unici ma essenziali. Nel suo sito Marta Ugolini spiega bene quello che fa. Ho trovato materia bella da fotografare, la sua arte che procede direttamente dal suo temperamento. La sua femminilità che non viene minimamente sminuita dalla durezza del suo lavoro.

L'articolo Marta Ugolini, artista del metallo sembra essere il primo su MARA CELANI.

5 Dicembre 2019 / / Coffee Break


In questi giorni freddi parliamo di una meta ideale per passare le prossime vacanze invernali al caldo
Lo studio di architettura Anarchitect ha trasformato due vecchi edifici in pietra negli Emirati Arabi Uniti in Al Faya Lodge, un hotel con spa nel deserto della Sharjah.

I paesaggi desertici drammatici con cieli aperti e condizioni climatiche estreme hanno sempre ispirato gli architetti contemporanei a progettare forme forti che utilizzano materiali locali.
In questo caso, il cemento lucidato, il granito e il travertino sono stati utilizzati per la loro durabilità, mentre il legno duro e l'intonaco sono stati scelti come materiali che sarebbbero invecchiati con gradevolezza in un clima estremo.
L'acciaio CorTen è stato utilizzato per evidenziare i volumi aggiuntivi contrastando volutamente con gli edifici esistenti.

L'hotel a 5 stelle di sole cinque camere più una suite comprende una sala da pranzo, sala di ricevimento, biblioteca e terrazza sul tetto.
Ogni camera ha lucernario per ammirare le stelle, la spa è dotata di una piscina di acqua salata all'aperto dallo stile elegante e minimale.





The SPA in the desert

In these cold days, lets talk about an ideal destination to spend the next warm winter vacation.
The architecture firm Anarchitect has transformed two old stone buildings in the United Arab Emirates into Al Faya Lodge, a spa hotel in the Sharjah desert.

Dramatic desert landscapes with open skies and extreme climatic conditions have always inspired contemporary architects to design strong forms using local materials.
In this case, polished concrete, granite and travertine were used for their durability, while hardwood and plaster were chosen as materials that would have aged pleasantly in an extreme climate.
CorTen steel was used to highlight additional volumes by deliberately contrasting with existing buildings.

The five-star hotel with only five rooms plus one suite includes a dining room, reception room, library and roof terrace.
Each room has skylights to admire the stars, the spa is equipped with an outdoor saltwater pool with an elegant and minimal style.





VIA

Shop the look

Gli arredi di questo splendido hotel sono italiani:

Sedia a dondolo NAP 082 di Roda

Poltrona Berenice 370 di Roda
5 Dicembre 2019 / / diotti.com

L’appartamento di B. si trova al secondo piano di un condominio anni ’60, in una zona centrale e servita. È esposto a sud e le grandi superfici finestrate si affacciano su un piccolo giardino condominiale di alberi sempreverdi.

È stato ristrutturato da un anno, rivedendo la distribuzione interna e utilizzando materiali di qualità .

B. ci ha  chiamato per dirci che aveva intenzione di vendere l’appartamento, senza ricorrere alla mediazione di agenzie immobiliari e aveva bisogno di un aiuto per pubblicare sui portali immobiliari un annuncio con le foto che aveva scattato.

Vi riserviamo la visione delle sue foto per la fine dell’articolo.

Anticipiamo solo che, benché si riuscisse a intuire che l’appartamento fosse nuovo e ben arredato, le foto non erano assolutamente adatte alla promozione di un immobile in vendita.

Abbiamo ricontattato B. per proporgli di realizzare un servizio di marketing immobiliare, con allestimento e fotografie professionali. Solo così, secondo noi, sarebbe riuscito a a vendere il suo appartamento in tempi brevi.

Così, dopo un sopralluogo, abbiamo studiato il target per il suo immobile, gli abbiamo fornito una breve lista di cose da fare (in pratica solo di riporre tutti gli oggetti personali nei mobili) e abbiamo organizzato l’allestimento e la giornata per il servizio fotografico.

Ecco il risultato:

Home Staging di un appartamento arredato

Ingresso e cucina

Home Staging di un appartamento arredato

Soggiorno

Valorizzazione immobiliare

Soggiorno e cucina

Marketing immobiliare

Cucina

Marketing immobiliare

Dettaglio cucina

Valorizzazione immobiliare

Vista verso l’esterno

Valorizzazione immobiliare

Terrazzino

Marketing immobiliare

Dettaglio del terrazzino

Home Staging di un appartamento arredato

Vista della cucina verso la zona notte

Home staging di un appartamento abitato

Il soggiorno

Valorizzazione immobiliare

Dettaglio

Valorizzazione immobiliare

Vista del soggiorno verso la cucina

Marketing immobilare

Il disimpegno della zona notte

Marketing immobiliare

La camera matrimoniale

Allestimento immobiliare

La camera matrimoniale

vendere casa velocemente

La camera singola

Vendere casa velocemente

Il bagno

Come vendere casa velocemente

Il bagno

Fotografia immobiliare

Il bagno

come vendere casa velocemente

Dettaglio del bagno

come vendere casa velocemente

Planimetria

Ora è il momento di presentarvi le foto che ci aveva inviato B. Vi garantiamo che l’appartamento è lo stesso. Sono foto realizzate con il cellulare, in fretta, con l’appartamento così come si trovava in quel momento, di sera, con le tapparelle abbassate.

Valorizzazione immobiliare di un appartamento arredato

Foto del proprietario – La cucina

home staging di un immobile abitato

Foto del proprietario – Il bagno

home staging di un appartamento arredato

Foto del proprietario – La camera matrimoniale

home staging di un appartamento arredato

Foto del proprietario – Il disimpegno della zona notte

Home staging

Foto del proprietario – Il box doccia

home staging di un appartamento arredato

Foto del proprietario – Il soggiorno

Queste foto avrebbero dovuto essere pubblicate a corredo di un annuncio immobiliare, sui principali portali di vendita.

Secondo voi, queste foto, avrebbero suscitato lo stesso interesse? Quante persone si sarebbero fermate a guardare la prima foto dell’annuncio, una qualsiasi tra queste, per poi decidere di  guardare le altre e chiamare per un appuntamento?

Non possiamo saperlo ma sappiamo per certo che sarebbero state molte meno delle 35 persone che hanno contattato il proprietario lo stesso giorno della pubblicazione .

Un così grande interesse ci ha fatto decidere di organizzare un evento di Open House il sabato successivo.

Abbiamo organizzato una mattina porte aperte, invitando tutte le persone  che avevano chiesto di fissare una visita. L’appartamento è stato allestito per l’Open House esattamente come nelle foto e per fortuna c’era la stessa giornata di sole del servizio fotografico.

È stato un successo, forse più di quanto ci saremmo aspettate, ed è stato emozionante ricevere i complimenti di chi visitava l’appartamento, in una modalità così diversa dalle solite visite immobiliari.

Ma, ancora più emozionante è stato ricevere tante manifestazioni di interesse e due offerte concrete, che sono state fatte direttamente al venditore.

In soli dodici giorni è stato firmato il preliminare, al prezzo richiesto dal  proprietario.

Questo risultato potrebbe sembrare straordinario ma non lo è.

È normale invece che un immobile presentato come nel 99% dei casi  (con delle foto fatte con il cellulare e con i  normalissimi segni di vita vissuta), rimanga sul mercato per tanto tempo, ricevendo una visita ogni tanto e svalutandosi con il passare dei mesi.

Il servizio di allestimento e fotografia immobiliare è realizzabile sia per immobili vuori sia arredati, abitati o non abitati, ristrutturati o datati e persino sul grezzo. E’ uno strumento di marketing importantissimo sia per le agenzie immobiliari, sia per i privati che decidono di vendere senza mediazione.

Il costo, che va valutato con un sopralluogo, si ripaga con la velocità di vendita e con la drastica riduzione di richieste di ribasso del prezzo di vendita.

Il mondo dell’immobiliare è cambiato: non si va più per agenzie e la prima selezione avviene online. Solo questo basterebbe a far capire l’importanza di pubblicare immagini professionali di un immobile allestito per esaltarne i punti di forza.

Se stai pensando di vendere il tuo appartamento, la valorizzazione è uno strumento indispensabile per vendere nei tempi che ti sei prefissato e soprattutto al giusto valore.

Il confronto diretto delle immagini prima/dopo, spiegano l’importanza del marketing immobiliare senza bisogno di altre parole.

Prima

Dopo

Prima

Dopo

Prima

Dopo

Prima

Dopo

 

          Enjoy You Home!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'articolo Home Staging Casa B. L’importanza della Valorizzazione Immobiliare. proviene da Home Refreshing.

5 Dicembre 2019 / / diotti.com

Lo stavamo aspettando (e quasi avevamo perso le speranze).

Ma alla fine

....squillo di trombe...

anche quest'anno è stato annunciato il Colore Pantone del 2020: Classic Blue 19-4052

Classic Blue nell'immagine di Pantone

Pantone 2020 nell'arredamento: uso e abbinamenti

Spiega Pantone che questa tinta di blu

"instillando calma, fiducia e connessione, questa intramontabile tonalità evidenzia il nostro desiderio di affidabilità e stabilità, base su cui costruire qualcosa di positivo mentre attraversiamo la soglia di una nuova era"

Anche Leatrice Eiseman, executive director del Color Institute, parla di questo blu intenso:

"stiamo vivendo in un'epoca che ha bisogno di stabilità e fede. È questo desiderio di costanza e sicurezza che Pantone 19-4052 esprime: solidità, qualcosa di cui potersi fidare. Classic Blue è profondo, inalterabile, duraturo. Ci fa pensare al vasto ed infinito cielo notturno, incoraggiandoci a guardare oltre l'ovvietà ed espandere i nostri pensieri; ci sfida a vedere oltre la superficie delle cose ed espandere le nostre prospettive"

Ecco la nostra selezione per un interior design 2020 all'insegna del Pantone Classic Blue che, dobbiamo dirlo, ci ricorda un po' il blu navy tanto amato nella moda, avvicinandosi però di più alla vellutata profondità dell'indaco.

Total look blu

Un letto in velluto per dormire tra le nuvole, in un notturno stellato. Pareti e arredo tutto blu, con dettagli in legno scuro e biancheria beige (per rimanere nello spettro della tonalità marrone del legno). Un ambiente accogliente, che ci fa dimenticare che il blu sia considerato un colore freddo. Sarà anche grazie al velluto che tutto scalda!

Camera da letto con pareti e letto blu in velluto

Blu e grigio o tortora

Un accostamento rilassante e sofisticato, per ambienti dedicati al relax.

Camera con pareti grigie e letto blu con testiera trapuntata

Credenza a tre ante rivestite in pelle blu

Salotto con divano in pelle grigio e poltrona e cuscinetti blu

Classic blue e bianco

Blu e bianco è un abbinamento intramontabile, particolarmente amato per chi ha la fortuna di vivere in riva al mare. Anche in ambienti urbani si può fare, basta scegliere un blu classico come quello di Pantone e inserirlo in giusta dose.

Cassettiera bianca sospesa su parete blu a disegni geometrici

Mobile bagno a 4 cassetti laccato blu

Cassettiere e comodini a parete laccati blu

Blu e legno

Il legno scalda qualsiasi ambiente e abbinato al blu ci fa subito pensare all'accogliente soggiorno di una baita di alta montagna.

Parete attrezzata con porta tv e pensili tutto laccato blu

Libreria a scala in legno con ripiani grigi

Blu e metallo

Modernissimo trend quello degli elementi in metallo negli arredi imbottiti: via libera a sedie e divani rivestiti in blu notte con piedi e gambe in metallo nero, cromato o satinato.

Sedia imbottita blu con gambe nere

Poltrona girevole in tessuto blu su base in metallo

Blu e nero

Per molto tempo bistrattato, l'abbinamento tra questi due colori si può fare. Basta vedere per credere.

Poltrona seduta bassa blu con struttura in metallo

Tavolo allungabile in vetro con gambe in legno e binari blu

Blu e beige

Per non sbagliare mai e per evitare l'effetto blu-bianco dello stile marinaro, basta scegliere il beige o il bianco sporco per accompagnare il Classic Blue.

Letto imbottito linee essenziali beige con biancheria blu

Divano design minimal in tessuto blu con piedi a slitta in metallo

Armadio a tre ante con maniglie sottili beige

Tono su tono: il blu e le sue sfumature

Solo per veri amanti di questo colore. Se non dosato sapientemente può risultare in un pasticcio, quindi attenzione a gestire le sfumature che volete usare, dove e in che quantità.

Divano 4 posti rivestito in tessuto blu con gambe sottili

Madia a due ante bianca e blu

Blu e rosso

Un grande classico che fa pensare un po' alle divise nautiche di quando "si vestiva alla marinara". Forte ma non fuori dalle righe se applicato con cura.

Letto tessile blu scuro con contenitore

Blu + altri colori primari

Rosso, giallo e blu. Ecco, senza esagerare per non incorrere nell'effetto asilo nido o ufficio anni '80.

Tavolo di design in legno con gambe incrociate colorate

Blu e viola

Secondo il principio del cerchio cromatico di Chevreul, i colori che stanno bene insieme sono quelli vicini tra loro all'interno del disco. Ecco perché blue e viola - in piccole dose, secondo noi - possono funzionare bene per accessori o dettagli d'accento.

Vetrinetta a 4 ripiani con carta da parati blu e viola sullo sfondo

Blu e giallo

Per lo stesso principio del disco cromatico, i colori che si trovano in posizione opposta (complementari) stanno bene insieme. Il blu è opposto al giallo, anche in questo caso, attenzione a non esagerare.

Letto singolo imbottito blu con profili e cuscini gialli

Le 5 palette suggerite da Pantone

Il Color Institute ha creato 5 palette uniche, ispirate a vari mood. Ideali sia per casa e arredamento, che nella moda e nel design.

Mood #1 - Meditativo

La palette "Ponder" punta a tinte blu-azzurre fredde affiancate da colori rosacei dall'effetto calmante e accogliente.

Mood #2 - Tropicale

Quando si dice blu si dice oceano, mare, acqua, isole tropicali e acque cristalline...fuga dalla città. Ecco da dove nasce il mix "Snorkel".

Mood #3 - Crepuscolare

Nome originale "Desert Twilight": suggestioni sofisticate di un'alba nel deserto.

Mood #4 - Esotico

Questa intrigante palette è stata creata da Pantone pensando agli "Exotic Tastes": sapori esotici, spezie, condimenti e frutti blu, ottimi per la salute e il sistema immunitario.

Mood #5 - Anticonvenzionale

"Untraditional" è il mix inaspettato per chi sa e vuole osare. Perfetto per combinazioni divertenti e irriverenti, ma andateci piano con i glitter.

Lo sai che...

Il colore del 2020 segna il ventesimo anniversario della tradizione del "Color of the Year" lanciata per la prima volta dall'Istituto Pantone nel 2000. Non sappiamo se sia un caso ma è sicuramente curioso vedere come nel ventennale di questo evento la scelta sia ricaduta nuovamente su una nuance del blu. Il colore dell'anno selezionato all'alba del nuovo millennio fu infatti il Cerulean Blue 15-4020. Un azzurro che, nelle parole della Eiseman doveva "portare calma, pace e tranquillità, come un vasto cielo primaverile o una vacanza in riva al mare". A quanto pare la stessa ricerca di serenità caratterizza l'ingresso negli anni '20 del 2000. Altri blu che sono entrati nella Hall of Fame di Pantone sono: Aqua Sky nel 2003, Blue Turquoise nel 2005, Blue Iris nel 2008, Turquoise nel 2010, Serenity nel 2016. L'anno scorso è stato invece il turno del Living Coral.

 

Vorresti trovare l'arredo blu perfetto per la tua casa? Non sai come abbinarlo con pavimenti e rivestimenti? Ricorda che anche se non lo vedi nelle foto, forse puoi averlo perché tutti i nostri mobili sono altamente personalizzabili in tantissimi colori e materiali! Nel dubbio, clicca qui sotto e raccontaci cosa stai cercando.