15 Ottobre 2020 / / Clever

Giocattoli di qua, peluches di là, Lego e libri ovunque… e la camera dei bambini è sempre un campo di battaglia.

Ma è giunto il momento di invertire la rotta e, con piccoli accorgimenti, far diventare la sistemazione della cameretta un autentico gioco da ragazzi.

Riordinare la cameretta: 5 azioni da mettere subito in campo

C’è chi improvvisa in maniera creativa, chi segue un metodo molto rigoroso e chi stila un vero e proprio decalogo di regole per la cameretta.

L’approccio alla questione può essere diverso, certo, ma condivisa è la soluzione: insegnare ai più piccoli a riordinare in autonomia la propria stanzetta.

Se l’età influisce enormemente sulla buona riuscita dell’impresa, l’arredamento non è da meno.

Gli arredi giocano un ruolo chiave nell’organizzazione della cameretta, al punto che scegliere mobili salvaspazio, contenitori intelligenti o letti multifunzione può contribuire positivamente alla risoluzione del problema.

Tutto inizia da questi 5 semplici consigli:

Tenere in ordine i giochi

Quali sono gli oggetti più numerosi nella stanza di un bambino che va alle elementari? Senza dubbio, i giocattoli.

Voluminosi o piccolissimi, da assemblare o da costruire, macchinine, mostriciattoli e bamboline sono i veri compagni di avventura di bimbi e bimbe in tenera età.

Al di là dell’aspetto educativo, però, i giocattoli creano non poche seccature dal punto di vista dell’ordine. Perciò la domanda sorge spontanea: dove è meglio riporli quando non vengono usati?

Passino i grandi contenitori colorati, le scatole in feltro e i classici cesti portagiochi. Ma, a ben guardare, anche loro creano un certo ingombro e restano sempre a vista, no?

La rivoluzione viene dai letti con cassetti, uno degli arredi più quotati quando si tratta di fare ordine nella stanza dei bambini.

Il motivo del loro successo è intuibile: alla stregua di quelli con box, i letti a cassettoni prevedono un utile spazio contenitivo dove sistemare gli accessori più disparati.

Dagli abiti ai libri, dalle coperte all’attrezzatura sportiva, tutto trova spazio nei capienti cassetti scorrevoli. Giocattoli compresi!

Tanto la profondità quando l’altezza dei cestoni sono sufficienti per sistemare macchinine, bambole, scatole di puzzle, set per costruzioni e chi più ne ha, più ne metta.

Due modelli di letto con cassetti

Ordinare i peluche

Morbidi, colorati e accoglienti, i pupazzi sono da sempre i compagni di gioco dei più piccoli, che fin dalla culla condividono il loro piccolo mondo con animali di pezza e soffici bambolotti.

Proprio come per i giocattoli, regola vuole che anche ai peluche sia destinato un luogo speciale all’interno della cameretta.

Se alcuni genitori si ingegnano con originali soluzioni fai-da-te (in primis, cesti portabiancheria trasformati in porta pupazzi), sono ancora tanti, tantissimi i letti che scompaiono sotto tonnellate di peluche, e questo a scapito di un piano di riposo che dovrebbe rimanere sempre libero.

In linea generale, è sempre meglio prevedere un contenitore dove riporre il maggior numero di pupazzi. In questo modo non solo sarà più semplice rassettare la cameretta, ma sarà più facile proteggere i pupazzi dalla polvere.

Ma se la quantità di peluche è limitata, perché non pensare di esporli ordinatamente dentro uno scaffale o su qualche mensola lineare?

L’idea è di sfruttare a proprio vantaggio un mobile evergreen come un modulo libreria laterale destinando i ripiani più bassi all’uso esclusivo dei piccoli di casa.

Così, i bambini potranno scegliere in libertà i loro pupazzi preferiti e, in maniera altrettanto autonoma, imparare a rimetterli a posto dopo il momento di gioco.

Due modelli di libreria laterale integrata all'armadio

Sistemare i libri

E dopo i giocattoli… arrivano i libri! Da quelli con le prime parole alle collane di letteratura per bambine, tutte le camere dei ragazzi sono costellate di volumi e piccoli tomi.

Il primo consiglio per tenere in ordine i libri è scegliere un criterio con cui sistemarli sulla libreria.

Coinvolgi i bambini chiedendo loro quali sono i volumi che leggono con maggior frequenza, quelli che adorano sfogliare nei momenti di svago o le favole della buonanotte che amano ascoltare prima di addormentarsi.

Lascia che le loro opere preferite occupino uno spazio facilmente raggiungibile e riponi gli altri volumi di conseguenza. La sistemazione può seguire un ordine alfabetico, cromatico, per collezione o argomento.

Determina tu la regola da seguire ma non dimenticare di usare qualche reggilibro per evitare la caduta accidentale dei volumi o il loro rovesciamento sul ripiano.

Il secondo consiglio è di scegliere la libreria più adatta alla quantità di libri e allo spazio libero nella cameretta. Ne esistono decine e decine di modelli, uno più bello dell’altro, alcuni anche salvaspazio e poco ingombranti.

Per esempio, se la stanza non è molto grande potresti considerare una libreria da cameretta alta e stretta, dalle linee morbide e dai colori tenui.

Ricorda che, minore è la superficie della stanza dei bambini, maggiore sarà il livello di ordine richiesto per rendere l’ambiente piacevole e funzionale.

Due modelli di libreria di design per la cameretta

Tanti libri e nessuno spazio per una libreria? Ricorda che esistono le mensole.

Meno pratici di uno scaffale, forse, i ripiani lineari hanno il vantaggio di non occupare il pavimento e sfruttare porzioni di parete rimaste vuote. Tuttavia, bisogna trovare loro la posizione migliore per renderli sicuri e accessibili.

Tra i modelli migliori non mancano le mensole con schienale, il cui pannello posteriore protegge il muro da segni e polvere.

Quattro modelli di mensola con pannello posteriore

Consigli di lettura: Dove posizionare le mensole in cameretta?

Organizzare i vestiti

Vestiti e cameretta: un connubio vincente o una tragedia annunciata? Tutto sta nel riuscire a tenere in ordine gli abiti dei bambini con l’aiuto di mobili capienti ma ben organizzati.

L’immancabile: l’armadio.

Ammettiamolo, immaginare la camera dei bambini senza l’armadio è piuttosto difficile. Pur piccoli che siano, anche i bimbi hanno diritto ad un guardaroba esclusivo dove sistemare giacchette, gonnelline, jeans e altri piccoli indumenti.

Organizzare l’armadio dei bambini diventa perciò di vitale importanza per l’ordine globale della cameretta. Ma armadio o cabina che siano, sono sufficienti per riordinare proprio tutti i vestiti?

La risposta è: dipende.

Dipende dall’età dei bambini, dalle loro abitudini o dalla condivisione o meno della stanza (due sorelline = un armadio grande o due armadi piccoli?) e, come sempre, dalla superficie libera nella cameretta.

Ma la soluzione c’è e si chiama cassettiera.

Forse sottovalutata, la cassettiera è tornata con gran forza ad occupare la camera dei ragazzi. Vuoi per il numero di cassetti di cui dispone, vuoi per la versatilità che offre, la sua funzionalità è massima.

Il settimino si trasforma nel mobile perfetto per la biancheria intima, le magliette, i maglioncini, perfino per contenere ordinatamente guanti, sciarpe, berretti o costumi da bagno.

E non è tutto. Anche in questo caso, se lo spazio scarseggia puoi sempre prevedere l’uso di mobili 2 in 1. Qualche esempio? Con un set cassettiera e appendiabiti, o ancora con una cassettiera con scrivania a scomparsa integrata, l’ottimizzazione dei centimetri è assicurata.

Due modelli di cassettiera originale per la cameretta

Consigli di lettura: Come organizzare l’armadio dei bambini?

Mettere a posto il materiale scolastico

Ragazzini delle scuole medie? Bambini delle elementari? Se anche tuo figlio è in età scolare, allora sei nel posto giusto.

Con tutta probabilità avrai allestito il miglior angolo studio, scegliendo con cura una scrivania adatta per fare i compiti e una comoda sedia ergonomica.

Ma con altrettanta probabilità qualcosa è andato storto e ora la camera è invasa da matite, penne, pennarelli, fogli, libri di scuola, astucci e quaderni.

In breve, urge trovare una soluzione per sistemare e tenere in ordine tutto il materiale scolastico.

Innanzitutto, fai in modo che l’angolo compiti non assomigli ad un piccolo studio casalingo, bensì ad un luogo dove studiare e imparare diventa un’esperienza piacevole. E, soprattutto, dove tutto è al suo posto.

Considera la possibilità di abbinare alla scrivania mensole o librerie dove sistemare tutto il necessario per la scuola. Puoi organizzare i quaderni di scuola su un solo ripiano, magari accanto alla cancelleria o ad altro materiale scolastico.

Infatti, durante i compiti, per i bambini è difficile mantenere la concentrazione o restare focalizzati sugli esercizi. Se previeni il problema alla radice, magari scegliendo una scrivania con libreria integrata o viceversa, eviterai che vagabondino per la stanza alla ricerca della gomma o di una matita colorata.

Due modelli di scrivania con libreria integrata

Consigli di lettura: Dove posizionare la scrivania nella cameretta?

Leggi anche:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

5 Settembre 2020 / / Clever

Cameretta rettangolare e come arredarla: un S.O.S. lanciato da tutti i genitori alle prese con una stanzetta lunga e stretta da destinare a uno o due bambini e ragazzi.

Un’impresa difficile, ma non impossibile.

L’importante è seguire qualche piccolo accorgimento (ma ricorda che l’aiuto di un arredatore professionista può semplificare la vita) e organizzare lo spazio nel modo migliore, senza sprecare alcun centimetro.

Come fare? Scoprilo con i nostri consigli e con i progetti di camerette per stanze strette che abbiamo selezionato per te.

Consigli per arredare una cameretta rettangolare

Arreda il lato lungo

Va da sé: in uno spazio rettangolare sarà la lunghezza ad avere la meglio sulla larghezza. E perché non trasformare questo vincolo in un vantaggio?

Letto contentitore con cassetti e scrivania XL

L’ideale sarebbe scegliere arredi non molto ingombranti, che occupino sì lo spazio ma senza rendere la stanza claustrofobica. Via libera ad un letto singolo da disporre parallelamente alla parete più lunga.

Ottimizza il lato corto

Mai dimenticare il potenziale della parete corta, anche se supera di poco i 2 metri.

Quando lo spazio lo consente, puoi pensare di usare il muro più piccolo per mettere una scrivania sotto la finestra, posizione ideale per godere della luce naturale.

Scrivania moderna salvaspazio Charme

Se la cameretta è stretta, ma non strettissima, valuta la possibilità di orientare il letto in posizione perpendicolare, verso il centro stanza.

Sfrutta l’altezza con un soppalco

Noti per la loro anima salvaspazio, i letti a soppalco sono i veri alleati delle camere per ragazzi sviluppate in lunghezza.

Il motivo è intuibile: occupano poco spazio in profondità, sfruttano l’altezza e possono essere attrezzati con armadi o con una seconda rete.

Letto castelponte con soppalco e gradini

Se invece la superficie della stanza è già occupata ma lo spazio contenitivo non basta, considera le composizioni sospese.

Mensole chiuse, contenitori, cubi e piccoli box sono ottimi per attrezzare porzioni di muro che altrimenti rimarrebbero spoglie.

Non sottovalutare i letti a castello

Cameretta molto stretta e due ragazzi che la occupano? Con un letto a castello si va sempre sul sicuro.

È una soluzione senza tempo, che con l’aiuto di un’adeguata barra di protezione imbottita diventa la scelta adatta anche per i bambini.

Letto a castello scorrevole Slide

Ma non esistono solo i letti a castello. La grande famiglia dei letti sovrapposti annovera lettini a scomparsa e ad estrazione, lettini doppi che slittano l’uno sull’altro e si aprono solo nel momento del bisogno.

Fai tesoro dello spazio sotto il letto

Oltre ad essere stretta, la camera è anche piccola? In questo caso è inutile girarci intorno: bisogna utilizzare lo spazio sottoletto.

Puoi scegliere contenitori su ruote o scatole con coperchio, oppure valutare una soluzione alternativa.

Letto singolo con cassetti Lobby Box

L’idea è di considerare un letto rialzato, che integra cassetti estraibili dove sistemare gli oggetti più diversi.

Biancheria, materiale scolastico e giocattoli troveranno spazio in cassettoni capienti e sempre accessibili (ma attenzione alla profondità della camera).

Limita il disordine

Più lo spazio è ristretto, più diventa indispensabile cercare di tenerlo in ordine. Una volta inseriti letto, armadio e scrivania, vale la pena dedicare un posto speciale a qualche mobiletto contenitore.

Cassettiera settimanale con appendiabiti Ambrogio

Oltre ai classici comodini, se la stanza lo consente potresti valutare soluzioni 2 in 1 come la cassettiera che funge anche da stand appendiabiti.

Scegli i colori chiari per allargare lo spazio

Resta sempre valida la regola dei piccoli ambienti: preferire tonalità chiare e luminose.

Anche nel caso delle camerette lunghe, è meglio evitare finiture scure e sfumature cupe, che rischierebbero di influire negativamente sulla percezione dello spazio.

Moodboard di Clever sui toni del grigio e dell'azzurro

Tra gli abbinamenti più in voga al momento ci sono il sodalizio tra legno bianco e tortora, tutte le sfumature di azzurro e colori più femminili come il rosa antico e il grigio perla.

Scopri tutte le Moodboard di Clever >

9 idee per camerette strette e lunghe

Cameretta per stanza stretta

Cameretta per una stanza stretta P19

Una cameretta di più di 4 metri che occupa un’intera parete. Ridotta al minimo, la profondità maggiore è quella della pedana del letto, che cela 3 pratici cassetti ad estrazione totale.

Piace la soluzione studiata per l’armadio, che in parte sovrasta il letto con moduli a ponte e si fonde in armonia con una piccola libreria destrutturata.

Lunghezza composizione: 440 cm

Piantina di cameretta per stanza stretta P19

Cameretta lunga e stretta per due

Cameretta lunga e stretta per due P21

In questa stanza rettangolare condivisa da due sorelle, protagonista indiscusso è il letto scorrevole posizionato contro la parete più lunga.

La sua posizione orizzontale permette di risparmiare molto spazio in profondità e, allo stesso tempo, di ospitare due fratelli o sorelle.

Armadio e pensili incorniciano la composizione, a sua volta completata da una pratica scrivania con ruote.

Lunghezza composizione: 390 cm

Piantina di cameretta lunga e stretta per due P21

Cameretta lunga con armadio a ponte

Cameretta lunga con armadio a ponte P24

Poco più di tre metri e mezzo e una cameretta da arredare. Il progetto dà un’idea di come organizzare uno spazio lungo e ristretto inserendo un grande armadio a ponte e un letto estraibile salvaspazio.

Pensata per la camera di un ragazzo adolescente, questa soluzione può essere adattata anche ad una stanza per gli ospiti.

Lunghezza composizione: 357 cm

Piantina di cameretta con armadio a ponte P24

Cameretta con soppalco di 380 cm

Cameretta con soppalco di 380 cm S29

Un progetto realizzato per una stanza lunga ma non strettissima, che consente di sfruttare anche la parete dietro al letto. La composizione è un castelponte, struttura che integra due lettini singoli e un grande armadio con ante battenti.

Lo spazio è sfruttato fino all’ultimo centimetro grazie a soluzioni intelligenti e moderne: cassetti sotto al letto, scala con gradini contenitore, modulo libreria da usare come comodino.

Lunghezza composizione: 380 cm

Piantina di cameretta con soppalco di 380 cm S29

Cameretta per bambino con ponte e scrivania

Cameretta per bambio con ponte e scrivania P18

Una proposta d’arredo per una cameretta a ponte della lunghezza di 240 cm, affiancata da un letto contenitore inserito in posizione perpendicolare.

Senza testiera, il lettino è incorniciato da pannelli di boiserie imbottita che decorano il muro e fungono da protezione.

Come il letto, anche la scrivania si posiziona perpendicolarmente la muro. Questo orientamento permette comunque di sfruttare lo spazio sottoponte e di inserire, accanto al letto, un pratico comodino sospeso.

Lunghezza composizione: 375 cm

Piantina di cameretta per bambino con ponte e scrivania P18

Cameretta lunga meno di 4 metri

Cameretta lunga meno di 4 metri P25

Un’idea originale e completa di tutto il necessario per arredare la stanza di una ragazza.

Il progetto integra una cabina armadio con libreria laterale, da sostituire con un fianco chiuso qualora la cameretta fosse troppo stretta.

La composizione prosegue con un modulo a ponte con letto sotto e un delizioso angolo studio completo di scrivania e mensola con fianco. Ideale per una parete inferiore a 400 cm.

Lunghezza composizione: 390 cm

Piantina di cameretta lunga meno di 4 metri P25

Cameretta per ragazza di 4×2 mq

Cameretta per ragazza di 4x2 mq P27

Una cameretta per ragazza adolescente, che occupa ben tre pareti. I lati corti ospitano una scrivania e un armadio, elementi che si fondono in totale armonia con la libreria, il ponte e il letto posizionati sul muro più lungo.

I colori proposti, che spaziano dal grigio all’azzurro avio, sono resi ancor più eleganti da moduli sospesi con ante in vetro fumé.

Lunghezza composizione: 420 cm

Piantina di cameretta per ragazza di 4x2 mq P27

Cameretta con letti a castello lunga 360 cm

Cameretta con letti a castello lunga 360 cm S32

Un’altra cameretta per due, ma questa volta con letti sfalsati. Affascina la divisione spaziale, che prevede accanto al letto a castello una zona studio attrezzata nei minimi dettagli.

Lo spazio è sfruttato al massimo grazie a mensole geometriche fissate sopra al piano da lavoro, progettato in base alle esigenze di studenti di varie età.

Il progetto diventa un ottimo spunto per arredare anche una cameretta singola. Si potrà modificare la composizione sostituendo il letto inferiore con un armadio o uno scrittoio.

Lunghezza composizione: 360 cm

Piantina di cameretta con letti a castello lunga 360 cm S32

Cameretta per bambina con letto perpendicolare

Cameretta per bambina con letto perpendicolare T09

Una piccola cameretta a ponte lunga meno di 200 cm, con al di sotto un letto su ruote facilmente spostabile.

È il punto di forza del progetto, che accanto alla zona notte vera e propria allestisce un piccolo angolo studio a misura di bambina.

Non mancano un comodino e una mensola dietro al letto, utili per appoggiare libri, peluches o una piccola lampada con funzione sveglia.

Lunghezza composizione: 360 cm

Piantina per cameretta per bambina con letto perpendicolare T09

A caccia di altre idee per arredare al meglio la camera dei bambini? Non perdere i consigli, le idee e i suggerimenti dei nostri articoli!

Leggi anche:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

30 Luglio 2020 / / Clever

Abbiamo deciso di presentarci. O, per chi già ci conosce, ri-presentarci.
Lo facciamo con un video che mostra la realtà Clever e apre le porte dello stabilimento produttivo di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso, il luogo dove tutto nasce.

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DELL’AZIENDA

Dal 1993 siamo specializzati nella produzione di camerette per bambini e ragazzi, pensate nei minimi dettagli per garantire il massimo della funzionalità e del comfort.

Progettiamo soluzioni con letti a terra, a ponte o a soppalco, e produciamo camere complete con tecnologie all’avanguardia, materiali atossici e meccanismi brevettati sicuri e facili da usare.

L’attenzione dedicata ai più piccoli non ci ha impedito di allargare gli orizzonti ed arricchire la nostra offerta: nel 2014 nasce una nuova collezione di punta, incentrata sulla progettazione di mobili trasformabili e salvaspazio.

Vuoi conoscere più nel dettaglio l’universo, la storia e la filosofia di Clever?

Dai un’occhiata alle pagine Chi Siamo e Perché Sceglierci.

23 Luglio 2020 / / Clever

Grandi novità nella famiglia Clever: sono nate le Moodboard, collage di materiali e sfumature pensati per adattarsi a qualsiasi ambiente della casa, dalla cameretta al living.

Quattro abbinamenti di colori e finiture studiati in ogni mimino dettaglio per garantire la migliore resa estetica.

LASCIATI ISPIRARE DALLE NOSTRE MOODBOARD >>



Moodboard #1: l’elegante

Olmo sbiancato, melaminico bianco e grigio si incontrano per esaltare il carattere di un living contemporaneo.

Moodboard #2: la nordica

Un’esplosione di legno, finiture materiche e colori naturali come il seta e il verde petrolio, coordinati a tessuti in tinta unita e a fantasia pied de poule.

Moodboard #3: la femminile

Rosa antico, bianco, tortora e platino addolciscono la presenza del legno Cotto. Comprende ecopelle pienofiore e tessuti tramati.

Moodboard #4: la moderna

Cemento, legno ossidato e tessuti a trama larga affermano la loro natura materica e convivono in armonia con blu cobalto, grigio, platino.

27 Giugno 2020 / / Clever

Piccole, lunghe e strette. Oppure grandi, spaziose e ampie. Di camere per ragazzi ce ne sono davvero un’infinità. Ma c’è una categoria di stanze che merita un’attenzione davvero particolare: le camerette angolari.

Sono speciali, sì, perché sfruttando l’angolo tra due pareti permettono di risparmiare tanto spazio e lasciare libero il centro della camera.

Sono anche funzionali, certo, perché completate con armadi, guardaroba, letti e scrivanie hanno tutto quello che serve per arredare un ambiente da vivere sia di giorno che di notte, anche quando i fratellini sono due o più.

Qualche idea? Lasciati ispirare dalle nostre soluzioni.

Camerette angolari: dove dormire?

Cameretta a ponte angolare

Le camere a ponte sono già campionesse di salvaspazio, se poi sono anche angolari… la convenienza è doppia!

Cameretta a ponte ad angolo P23

Cameretta a ponte con angolo P23

Piantina della cameretta a ponte angolare P23

Per eccellenza, sono le alleate delle stanze piccole, quelle dove è preferibile occupare spazio in altezza piuttosto che in larghezza.

Con i loro moduli a ponte, riescono a sopperire alla mancanza di un armadio lineare, che nelle camerette mini risulta difficile da collocare.

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Piantina di cameretta a ponte con armadio angolare P25

La vera particolarità, però, è la posizione del letto: inserito in una nicchia sottoponte, parallelo al muro, riduce al massimo la superficie occupata in profondità, liberando il centro stanza.

Camera dei ragazzi con ponte angolare P27

Camera per ragazzi con ponte angolare P27

Piantina di camera per ragazzi con ponte angolare P27

Cameretta con soppalco ad angolo

Lontane parenti delle stanze a ponte, le camerette con soppalco ne condividono la missione salvaspazio.

Proprio come i ponti, prediligono l’altezza alla larghezza, occupando la parete in senso verticale. Lo stesso accade anche con i soppalchi angolari, sviluppati su due muri al posto di uno.

Cameretta a soppalco con angolo S30

Cameretta a soppalco con angolo S30

Piantina di cameretta con soppalco e armadio angolari S30

A seconda dei modelli, le camerette possono avere soppalco singolo o doppio, a sua volta declinato nelle versioni con due letti sopra oppure un letto sopra e uno sotto, con piani di riposo ad L oppure paralleli.

Camera per ragazzi con soppalco ad angolo S31

Camera per ragazzi ad angolo soppalcata S31

Piantina per camera dei ragazzi ad angolo soppalcata S31

Varianti a parte, una cosa è certa: negli ultimi anni, questo tipo di configurazione ha davvero spopolato nelle camerette condivise tra fratelli e sorelle.

Cameretta con 2 letti ad angolo

Chiamati anche ad L, i letti angolari sono il mantra delle camerette doppie in cui lo spazio è poco.

Quando ogni centimetro è indispensabile, sfruttare un angolo per muoversi liberamente nella stanza e ricavare altre zone funzionali (uno fra tutti, l’angolo gioco o lettura) diventa la soluzione migliore per organizzare un ambiente a prova di bambini.

Cameretta con due letti ad angolo P20

Cameretta con due letti ad angolo P20

Piantina di cameretta angolare con 2 letti P20

Per portare l’ottimizzazione degli spazi al livello successivo, alcuni lettini da terra condividono addirittura lo stesso comodino, sistemato (guarda caso!) proprio nell’angolo.

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Piantina di camera per bambini con letti ad angolo P26

Ma perché chiamarli “letti ad elle”? Per lo speciale posizionamento dei materassi, sistemati in direzione perpendicolare su due muri vicini.

Un’ottima soluzione da adottare anche per due gemelli, che avendo la stessa età potrebbero avere le medesime esigenze quanto a mobili.

Cabine e armadi ad angolo per camerette organizzate

Cameretta con armadio angolare

Se il dormire è il primo dei bisogni appagati in una cameretta, il vestirsi arriva subito dopo. Uno dei problemi maggiori riscontrati da chi non possiede una camera grande, è proprio il non sapere dove sistemare il guardaroba.

Perché, ammettiamolo, la tenera età dei bambini non basta a giustificare la presenza di un armadio piccolo, vero? Tra i cambi estivi, quelli invernali, i vestiti dell’asilo e le tute del calcetto, la quantità di abiti necessari a bimbi e ragazzi è notevole (e non
abbiamo parlato di adolescenti…).

Cameretta con armadio e ponte ad angolo T11

Cameretta con armadio a ponte ad angolo T11

Piantina di cameretta con ponte e armadio ad angolo T11

Come fare, dunque? Ancora una volta, si agisce d’astuzia optando per un bell’armadio angolare. E l’interrogativo sorge spontaneo: meglio battente o scorrevole?

Se lo spazio in profondità lo consente, sarebbe ideale scegliere un armadio da cameretta con ante battenti. Più pratico di quelli scorrevoli, permetterà anche ai bambini più piccoli di aprire le porte e accedere al contenuto in totale autonomia e senza sforzo.

Cameretta con angolo cabina

Stesso discorso vale per le cabine armadio, con la differenza che i modelli angolari sono il vero must have delle camerette moderne.

Che tua figlia sia una stilista in erba o meno, le cabine angolari hanno il loro risvolto pratico: moltiplicano esponenzialmente il volume contenitivo traendo vantaggio da un angolo inutilizzato.

Leggermente più ingombranti di un armadio standard, le cabine richiedono che nella stanza ci sia una profondità sufficiente per la parte centrale del modulo ad angolo, maggiore rispetto ai moduli terminali.

Per il resto, sono solo vantaggi!

Cameretta con angolo cabina S33

Cameretta con angolo cabina S33

Camera dei ragazzi con cabina angolare S33

Un’idea per rendere una cabina ad angolo davvero, davvero unica? Trasformarla in libreria! La struttura del guardaroba, completa di tutti gli accessori necessari, rimane tale e quale.

Quello che cambia è uno dei fianchi che, al posto di un pannello di chiusura, viene attrezzato con una serie di mensole e ripiani ad uso scaffale o porta libri.

La zona studio delle camerette con angolo

Cameretta con scrivania angolare

Dormire, vestirsi e infine studiare, passatempo imprescindibile dei ragazzi in età scolare. La cameretta deve diventare il luogo d’elezione dove fare i compiti diventi non solo un’attività ordinaria, bensì una piacevole scoperta.

Soprattutto in fase di definizione del progetto, diventa indispensabile individuare l’area migliore per allestire una piccola zona studio confortevole e intima. E, anche in questo caso, disporre di una cameretta ad angolo può fare la differenza.

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Piantina di cameretta con scrivania angolare T06

E perché non approfittare di un angolo vuoto per posizionare la scrivania? Dove, sarai tu a deciderlo, ma ricorda sempre che luminosità, dimensioni del piano di lavoro e scelta della sedia sono altrettanti fattori da tenere in considerazione.

Cameretta con angolo studio

Quando si parla di angolo studio, si tende ad estendere il significato a quella piccola area di cameretta dedicata allo svolgimento delle attività scolastiche che non sempre coincide con la definizione data dalla geometria.

Speculazioni goniometriche a parte, la zona compiti è il cuore pulsante della camera dei ragazzi, il luogo in cui si impara e si riflette, e come tale deve essere organizzato nei minimi dettagli.

Angolo studio in cameretta con scrivania di design

Angolo studio con scrivania minimalista – Cameretta completa T02

Zona studio per camera dei ragazzi con scrittoio e mensole

Angolo studio con scrittoio e mensole – Cameretta con letto a castello S33

Angolo studio vicino al letto della cameretta

Angolo studio vicino al letto – Cameretta a terra T09

Anche se non posizionata in un angolo, l’area studio dovrebbe essere confortevole, facilmente accessibile e grande abbastanza per accogliere sia una sedia ergonomica che il materiale scolastico.

Ma se lo spazio non è molto… via libera a soluzioni sospese, modulari, componibili o a scomparsa, anche integrate nel letto o nell’armadio.

Angolo studio con scrittoio sospeso

Angolo studio con scrittorio sospeso – Cameretta componibile T10

Angolo studio a scomparsa per cameretta

Angolo studio a scomparsa – Cameretta per ragazza T05

Zona studio con scrivania incorporata nella libreria

Angolo studio con scrivania e libreria insieme – Cameretta per ragazzo T15

A caccia di altre idee per arredare al meglio la camera dei bambini? Non perdere i consigli, le idee e i suggerimenti dei nostri articoli!

Leggi anche:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

29 Maggio 2020 / / Clever

Resta aggiornato su tutte le nostre offerte. Fino al 30 novembre 2020, se acquisti arredi Clever puoi aderire ad una delle promozioni in corso:

1 – PROMO SMART TV (Scopri!)
Con l’acquisto di una soluzione d’arredo completa, ti regaliamo una Smart TV da 32″ con standard DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione.

SCOPRI COME RICEVERE UNA SMART TV IN REGALO

2 – PROMO COMPACT BIKE (Scopri!)
Scegli la tua soluzione d’arredo, in omaggio riceverai Compact Bike, la bicicletta pieghevole leggera ed ecologica ideale per gli spostamenti in città.

SCOPRI COME RICEVERE UNA COMPACT BIKE IN REGALO

Informazioni Utili

  • Promozioni attive dal 2 marzo al 30 novembre 2020, a fronte di una spesa minima di € 3.690,00 (Iva esclusa).
  • Offerte valide fino ad esaurimento scorte presso i Rivenditori che aderiscono all’iniziativa: consulta l’elenco dei nostri concessionari
27 Maggio 2020 / / Clever

Che siano i tuoi o quelli dei tuoi figli, ospitare gli amici a casa crea sempre un po’ di aspettative. Ci si sente in dovere di mettere a soqquadro l’appartamento, darsi alle pulizie di primavera anche se è autunno inoltrato, organizzare gli spazi comuni e, nel migliore dei casi, ricavare dalla stanza in più un’accogliente camera per gli ospiti.

Nel migliore dei casi, appunto, perché spesso – anzi, spessissimo – la casa è piccola e quel locale aggiuntivo non esiste.

Da bravi padroni di casa, le pensiamo proprio tutte: mettiamo a disposizione il divano, corriamo ad acquistare un materasso gonfiabile, riesumiamo una sgangherata brandina pieghevole da posizionare nella camera dei ragazzi… le idee ci sono, ma in termini di comodità il risultato non è poi così esaltante.

A tutto questo, però, c’è una soluzione: i letti a scomparsa, che da perfetti arredi trasformabili e salvaspazio permettono di organizzare un comodo posto letto supplementare (tutt’altro che d’emergenza) nello studio, in soggiorno o nella cameretta.

I letti richiudibili

Iniziamo con un grande classico: i letti ribaltabili.

Preceduti dalla fama che li rende indiscussi campioni del salvaspazio, i letti a ribalta non hanno bisogno di grandi presentazioni.

Come dice il nome, questi letti si aprono e si chiudono a parete grazie ad un meccanismo di abbassamento che determina la posizione della rete, fino alla completa sistemazione a terra.

Letto matrimoniale a scomparsa verticale Shin

Piacciono perché sono moderni, discreti, funzionali e comodissimi: i migliori letti a muro integrano materassi alti 18 cm, lo spessore adatto per un sonno riposante e rigenerante (leggasi: nessun ospite, al suo risveglio, lamenterà un insopportabile mal di schiena).

Quanto a misure e dimensioni, i letti con ribalta si declinano in tutti i formati. Anche se il letto singolo ribaltabile resta il salvaspazio per eccellenza, non è più così raro imbattersi in queste varianti:

Per i modelli, invece, si ha solo l’imbarazzo della scelta:

– Letto a ribalta verticale

Così chiamato perché l’apertura del letto avviene sul lato più lungo, quello perpendicolare al pavimento.

Letto doppio a scomparsa Shin

DA SCEGLIERE SE: hai la possibilità di sfruttare una stanza della casa per accogliere gli amici.

– Letto a ribalta orizzontale.

Detto anche letto vagone o ad apertura laterale, il letto è caratterizzato dal sistema di apertura parallelo al pavimento (la rotazione del materasso segue il lato più corto).

Letto singolo a scomparsa verticale Nikai

DA SCEGLIERE SE: vuoi allestire la stanza degli ospiti in una camera dalla profondità ridotta.

– Letto a ribalta con divano

A tutti gli effetti, si tratta di un letto a scomparsa verticale. L’eccezione la fa il divano che, solidale con la struttura, si nasconde sotto il materasso quando la ribalta è complementamente aperta.

Letto matrimoniale con divano integrato Nobu

DA SCEGLIERE SE: la casa non è poi così grande ma il salotto è il luogo perfetto per organizzare un posto letto in più.

– Letto a castello ribaltabile

Il paese dei balocchi delle camerette piccole, delle stanze condivise e delle case per le vacanze. Nei modelli più avanzati, i piani di riposo sono separati e indipendenti.

In altre parole, ciascuno dei letti singoli girevoli può essere aperto e richiuso in totale autonomia, per semplice ribaltamento orizzontale del materasso.

Letto a castello a scomparsa orizzontale Nikai Up

DA SCEGLIERE SE: i tuoi figli hanno un debole per i pigiama party e hai bisogno di una soluzione salvaspazio a prova di camera dei ragazzi.

I letti incorporati

Continuiamo con un altro must have: i letti incorporati.

Più nello specifico, si tratta di tutti quei letti incorporati in un armadio – o per meglio dire in un mobile che ha le sembianze di un guardaroba.

Letto a scomparsa con divano integrato Nobu

Sono letti nascosti che riscuotono un certo successo nei monolocali, nei bilocali e in tutte quelle case piccolissime dove lo spazio non è mai abbastanza.

Piacciono per il loro design, moderno e curato nei minimi dettagli, e per l’idea che sta alla base della loro realizzazione: pensati per gli ambienti ridotti, fanno del multiuso (per non dire del multitasking) il loro cavallo di battaglia.

Ecco i modelli più originali:

– Letti con guardaroba

Abbiamo detto che i letti incorporati nell’armadio hanno le sembianze di un guardaroba. Ci sbagliavamo: alcuni sono veri letti con guardaroba. Sotto, un letto singolo nascosto, sopra, un contenitore chiuso da ante scorrevoli dove sistemare i completi, il cambio di stagione e gli abiti delle grandi occasioni.

Mobile letto con armadio Hiro

Mobile letto con guardaroba Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi un arredo multifunzionale che, allo stesso tempo, accontenti te che i tuoi ospiti.

– Armadi con letti e TV

Non un’evoluzione del modello precedente, bensì una modernissima variante. In questo letto a scomparsa, non è il materasso a rubare la scena, bensì il televisore.

Se il vano rete rispetta i dettami dei letti ribaltabili e resta ben celato nella struttura, lo schermo è sempre visibile ed utilizzabile. Simile ad una parete attrezzata, si mimetizza alla perfezione in un piccolo soggiorno.

Letto a scomparsa con TV Nikai

Letto con tv incorporata Nikai

DA SCEGLIERE SE: l’idea è quella di trasformare il soggiorno in una camera da letto per gli ospiti senza rivoluzionare l’aspetto della casa.

– Letti a scomparsa con tavolo

Maestri di trasformismo, i letti richiudibili non hanno solo… il letto. Ricordiamoci che nascono come arredi salvaspazio, e come tali hanno il dovere di adempiere al loro compito principale: far risparmiare preziosi centimetri offrendo, in cambio, soluzioni funzionali e adatte alla vita di tutti i giorni.

Ne è la prova questo letto a scomparsa con tavolo basculante, da usare sia di giorno che di notte.

Armadio con letto integrato Ima

Letto e armadio insieme Ima

DA SCEGLIERE SE: anche il letto per gli ospiti diventa un’occasione per inserire in soggiorno un mobile 2 in 1.

– Letto con scrivania incorporata

Simile ai modelli a scomparsa con tavolo, i letti ribaltabili con scrivania ne sfruttano la tecnologia per offrire un piano di lavoro dove studiare, leggere o scrivere.

Letto abbattibile e scrittoio integrato funzionano come due elementi distinti: per trasformare la scrivania in letto è sufficiente sganciare il meccanismo di sicurezza, azionare la ribalta e… voilà, il gioco è fatto.

Letto singolo abbattibile Hiro

Letto e scrivania insieme Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi una soluzione per trasformare lo studio nella camera degli ospiti e viceversa.

I letti estraibili

Finiamo con un evergreen: i letti scorrevoli.

Chiamati anche impilabili, a scorrimento o a cassetto, i letti estraibili non sono altro che l’incarnazione più autentica dei letti supplementari da cameretta.

Un pensiero un po’ filosofico, forse, ma il succo della questione è questo: se cerchi un letto aggiuntivo per ospitare gli amici dei bambini, un modello scorrevole potrebbe essere la soluzione migliore.

Lettino singolo estraibile Lobby

Sono letti salvaspazio belli e pratici, migliorano l’organizzazione delle camerette condivise e funzionano alla perfezione come letti pop-up nella camera degli ospiti. Ma il vero segreto del loro successo è un altro: la semplicità di utilizzo.

Per usare il letto inferiore, ovvero quello estraibile, basta tirare verso di sé la rete supplementare nascosta nel sottoletto. La movimentazione del materasso avviene rapidamente e senza sforzo: i modelli più moderni sono dotati di lettini aggiuntivi con ruote che ne agevolano lo spostamento.

A conti fatti, quindi, dire che i letti sovrapposti siano “facili da aprire” sembra quasi riduttivo, no?

S.O.S. Sleepover. Ovvero, dove far dormire gli amici di tuo figlio durante un pigiama party:

– Letto doppio estraibile

La soluzione perfetta per le camere condivise tra due fratelli o sorelle, adattabile anche a situazioni dove l’ospitalità è d’obbligo. Due letti in uno, un singolo che si trasforma doppio grazie ai materassi sovrapposti che riducono al minimo l’ingombro.

Letto estraibile per cameretta per due Lobby

DA SCEGLIERE SE: per la tua bambina, ogni fine settimana è buono per invitare a casa la sua amica del cuore.

– Letto triplo estraibile

Con tre letti in uno, la posta in gioco si alza. Questo letto triplo a scomparsa funziona come le matrioske, con la differenza che la dimensione dei materassi non rimpicciolisce ma resta sempre la stessa (80/90 x 195 cm circa). Il letto alto è fisso, gli altri sono mobili e dotati di rotelle.

Letto con tre letti scorrevoli Lobby

DA SCEGLIERE SE: pensi che i letti aggiuntivi non bastino mai, soprattutto in occasione del Natale o delle feste comandate.

I pouf letto

Discreti, multifunzione, geniali: i pouf trasformabili meritano un’attenzione particolare. Entrano di diritto nel palmares delle migliori soluzioni per ospitare gli ospiti a casa, e lo fanno con ottime motivazioni.

Pouf che diventa letto

Innanzitutto, le dimensioni: i pouf letto sono piccoli e compatti, motivo per cui possono essere inseriti in qualsiasi ambiente, dal soggiorno allo studio. L’ingombro massimo è quello del piano di riposo, che nel modello di pouf futon coincide con la grandezza del materasso.

Seguono comodità e praticità: dimentica le brandine da campeggio e i materassini gonfiabili. Esistono anche i pouf letto comodi! Né troppo morbidi, né troppo rigidi, i poggiapiedi trasformabili di ultima generazione offrono materassi alti e spessi, su cui gli ospiti potranno dormire serenamente.

Pouf trasformabile in letto

Ora l’aspetto pratico: alcuni pouf apribili sono pronti all’uso. Privi di rete e doghe, prima dell’utilizzo richiedono solamente il rovesciamento della struttura imbottita. Hai cambiato idea e vuoi allestire la stanzetta degli ospiti in un angolo diverso della casa? Nessun problema: i pouf letto sono anche trasportabili.

E per finire, la funzionalità. Anzi, la multifunzionalità. I letti richiudibili a pouf non svolgono solo la funzione di piano di riposo d’emergenza. In base alle esigenze, diventano seduta aggiuntiva, piano d’appoggio, tavolino, poggiapiedi e complemento d’arredo.

Pouf apribile e richiudibile

Oltre che letto per gli ospiti, ovviamente.

– Pouf letto pieghevole

Di pouf letti singoli, ne esistono a centinaia. Te ne presentiamo uno: il pouf cubo trasformabile. Non ha rete elettrosaldata né doghe in legno, bensì un comodo materasso singolo alto più di 22 cm. Degna di nota, l’apertura a libro del cuscino superiore.

Pouf letto singolo

Pouf letto pieghevole

DA SCEGLIERE SE: ti sei appena trasferito, abiti in una casa piccola o piccolissima ma non vuoi rinunciare alla compagnia dei tuoi più cari amici.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

17 Aprile 2020 / / Clever

Quando la cameretta è piccola, o i bambini sono due, diventa indispensabile riuscire ad ottimizzare gli spazi. La prima regola è trovare la soluzione più adatta alle esigenze dei bimbi e alle dimensioni della stanza. Facile a dirsi, ma come individuare quella giusta?

Lasciati conquistare dalle nostre idee: ti presentiamo 13 soluzioni salvaspazio per la camera dei ragazzi, ricche di foto e immagini da cui prendere spunto per arredare al meglio la stanza dei piccoli, anche quando è condivisa.


Sfrutta l’altezza con un letto a castello

Letto a castello salvaspazio Sky

Letto a castello salvaspazio Sky

La prima regola delle camerette piccole: se non c’è spazio in larghezza, sfrutta l’altezza! Il mantra delle stanze ridotte trova conferma nelle camere condivise tra fratelli e sorelle, per cui il letto a castello è il vero campione salvaspazio.

La logica di questi letti sovrapposti è semplice: nell’ingombro di un letto (quello inferiore), si possono ricavare due piani di riposo, uno sopra l’altro. Considerando che l’altezza standard dei letti a castello si aggira intorno ai 180 cm, questa soluzione trova spazio in quasi tutte le camerette moderne.

L’idea in più: per risparmiare preziosi centimetri, è bene scegliere la giusta scala per letto a castello. Le scalette frontali occupano pochissimo spazio ma, essendo più ripide dei ben noti gradini con contenitore, sono più adatte ai bambini grandi.


Limita l’ingombro con un letto richiudibile a muro

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Alcune camerette non sono piccole, sono piccolissime! Nelle stanze mini gli accorgimenti da prendere sono tanti, ma il primo resta - se possibile - l’impiego di mobili a scomparsa o ribaltabili, da riporre in speciali strutture dopo l’utilizzo.

Fatta eccezione per l’armadio, nella camera dei bambini è il letto ad occupare lo spazio maggiore. Scegliere un letto piccolo è fuori discussione: per i ragazzi è indispensabile dormire in maniera confortevole, e un piano di riposo inadatto può portare a conseguenze poco piacevoli. La soluzione migliore è optare per un letto richiudibile a muro, che durante il giorno può essere sistemato all’interno della parete.

Problema sicurezza. In molti starete pensando che un letto apri e chiudi possa non essere sicuro, ma vi sbagliate. I migliori letti ribaltabili sono dotati di sistemi di sgancio brevettati, che garantiscono chiusura e apertura assistita.


1, 2 o 3? Letti estraibili per bambini

Letto scorrevole per cameretta Lobby

Letto scorrevole per cameretta Lobby Alto

Camerette doppie o triple, abbiamo la soluzione per voi! Quando la stanza è condivisa tra due o tre fratelli, ottimizzare e suddividere lo spazio diventa un’operazione chirurgica. E la cosa più complicata è non fare differenze tra i bambini, pena una crisi di pianto interminabile...

I letti scorrevoli nascono dalla necessità di inserire più materassi in uno spazio davvero ridotto, dove anche l’altezza può rappresentare un vincolo. La peculiarità di questi letti sovrapposti sta nella struttura, più alta di un letto normale ma capace di contenere fino a tre materassi.

Utilizzare i lettini doppi è davvero semplice, per non dire "a prova di bambino". Quando arriva il momento di dormire, è sufficiente estrarre la rete per disporre di un piano di riposo comodo e accogliente - a tutti gli effetti, si tratta di un letto vero e proprio, la cui movimentazione è resa ancor più facile dalle rotelle posizionate sotto la struttura.


Letto alto con cassetti per nascondere proprio tutto

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Una delle regole d’oro per ottimizzare una cameretta piccola è sfruttare quanti più cassetti possibili. Ma attenzione, si tratta di cassetti speciali, posti in punti strategici della stanza e incorporati ad altri arredi.

Indiscussi portavoce di questa soluzione sono i letti con cassetti integrati, presenti in commercio in almeno due varianti. La prima è rappresentata dal classico letto con cassetti sotto, in cui lo spazio contenitivo è concentrato nel vano compreso tra la rete e il pavimento. L’idea è ottima in camerette strette e lunghe, dove gli arredi principali sono disposti su un’unica parete e nulla ostacola l’apertura dei cassetti.

Letto con cassetti laterali XL

Letto con cassetti laterali XL

La seconda variante è rappresentata dal letto con cassetti laterali. La sostanziale differenza sta nell’apertura dei contenitori, a cui si accede sia da destra che da sinistra. La filosofia salvaspazio persiste, perché i vani sono abbastanza capienti da accogliere biancheria, vestiti e accessori. Bisogna però considerare che l’apertura laterale richiede uno spazio maggiore in larghezza, che non tutte le camerette piccole possono garantire.


Scala con gradini contenitore

Letto a castello con scala contenitore Slide

Letto a castello con scala contenitore Slide

I gradini contenitore, l’accessorio immancabile dei letti a soppalco! Il successo dei gradoni - cassetti è la loro versatilità: da chiusi, costituiscono la via d’accesso al lettino superiore; da aperti, si trasformano in un pratico vano dove nascondere (ops, sistemare) tanti giocattoli, libri e accessori.

Se nei classici soppalchi la scala contenitore è posizionata posteriormente, lungo la parete, i letti a soppalco salvaspazio lanciano una novità. Per limitare ancora di più l’ingombro, la scaletta viene affiancata al letto e il numero di grandoni ridotto a 3 o 4 (a fronte di una inclinazione leggermente maggiore). L’accesso al materasso sopra è comunque garantito da una “pedana corridoio”, sicura per i bambini e utile a mamma e papà per rifare il letto.


Ottimizza gli angoli con una cabina armadio angolare

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Anche le stanze più piccole meritano il loro armadio. Ma quando si tratta di mini camerette, la faccenda si complica. I guardaroba dei bambini richiedono una certa organizzazione, vuoi per il numero esorbitante di vestiti regalati dai nonni e dagli zii, vuoi per la necessità di avere sempre scorte a portata di mano.

Se non si può sfruttare appieno una parete, l’idea è di sfruttare gli angoli scegliendo di arredare la cameretta con una cabina armadio angolare. Sì, una cabina ad angolo, proprio come quella degli adulti, ma in formato bambino.

Cabina angolare da cameretta Maxy

Cabina angolare con libreria Maxy

Il vantaggio degli armadi ad angolo è duplice. Da una parte, la struttura modulare consente di realizzare una soluzione su misura mettendo a frutto un angolo inutilizzato. Dall’altra, il modulo angolare è molto capiente e può essere usato anche come armadio 4 stagioni. A questi vantaggi se ne aggiunge un terzo: la versatilità delle cabine armadio da cameretta è tale da poter personalizzare il modulo terminale con una libreria.


Mensole contenitore aperte e chiuse

Mensole contenitore per cameretta Box

Mensole contenitore per cameretta Box

I muri sono gli alleati delle camere dalle dimensioni ridotte, lo avresti mai detto? Sì, perché se i metri quadrati sono pochi (ricorda che c’è una legge che regola la superficie minima delle camerette) diventa indispensabile usare lo spazio in verticale - sfruttando appunto l'altezza dei muri.

Per arredare le pareti della camera dei bambini, le idee non mancano. Anzi, c’è proprio l’imbarazzo della scelta. Ma tra tutte le soluzioni, ce n’è una che gioca la carta del salvaspazio: sono le mensole contenitore.

Mensola contenitore aperta Gate

Mensola contenitore aperta e colorata Gate

Alcuni modelli sono veri e propri moduli contenitivi ad anta - in pratica, si tratta di mensole tutte chiuse - mentre altri ricordano cubotti aperti, costituiti unicamente da una struttura con pannello posteriore. Questo è il caso delle mensole quadrate o rettangolari, dotate di uno schienale di protezione ma prive di copertura frontale. Le une come le altre sono validissime soluzioni salvaspazio che, oltre a non ingombrare il pavimento, permettono di creare in pochi centimetri scenografiche e coloratissime composizioni sospese.


2 in 1: scrivania con libreria incorporata

Scrivania per cameretta con libreria Start

Scrivania da cameretta con libreria incorporata Start

Pur piccola che sia, la camera dei ragazzi deve garantire ai bambini di tutte le età una zona dedicata ai compiti. Idealmente, il perfetto angolo studio è costituito da una scrivania, una sedia, una libreria e una cassettiera, gli arredi indispensabili dove sistemare i libri, i quaderni, i dizionari, la cancelleria e i fogli di brutta.

Ma quando lo spazio non c’è, come organizzare la zona compiti? Il segreto è incorporare più mobili in uno, optando per arredi multifunzione e poco ingombranti. Tra questi, il nostro preferito è la scrivania con libreria integrata, un’idea moderna e pratica per allestire un home office in miniatura.

Molte scrivanie incorporano una libreria sopra il piano di lavoro, utilizzando la parete in altezza. Le più originali, però, stupiscono con effetti speciali sostituendo parte della loro struttura - in particolare le gambe - con ripiani accessibili anche ai più piccoli.


La richiudibile: scrivania ribaltabile a parete

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Figli adolescenti e camerette condivise: una storia infinita. Quanti ragazzi e ragazze, appena superata l’infanzia, chiedono una stanzetta tutta per loro? Può capitare, dunque, di dover trasformare uno studio poco utilizzato in una piccola camera da letto, e mai come in questa situazione diventa indispensabile razionalizzare lo spazio.

Una delle idee migliori per rendere la cameretta funzionale è utilizzare una scrivania ribaltabile. Come dice il nome, si tratta di uno scrittoio a ribalta, fissato a parete e richiudibile a muro, che si apre e si chiude a seconda delle esigenze.

Il piano di lavoro funziona come una tradizionale scrivania sospesa, senza gambe, su cui poter lavorare, studiare, ripassare in tutta comodità. L’unica differenza è la profondità che, quando il piano è chiuso, misura pochissimi centimetri.


La rotante: scrivania con piano girevole

Scrivania con piano rotante Sestante

Scrivania con piano rotante Sestante

Un’altra idea salvaspazio per la scrivania? Nasconderla! Che sia utilissima per fare i compiti, studiare, stare al PC o svagarsi, non c’è dubbio. Ma anche le scrivanie più piccole occupano un certo volume, che si traduce in un vero e proprio ingombro quando non vengono utilizzate.

La soluzione? Optare per un mobile scrivania con piano girevole. Il vantaggio delle scrivanie rotanti è la possibilità di sfruttare il piano solo quando l’esigenza lo richiede, e di sistemarlo nella posizione di partenza una volta terminata la necessità.

Oltre alla parte mobile, vero elemento salva spazio, le scrivanie rotanti possiedono una parte fissa, spesso proposta sotto forma di pratico mobile contenitore dove riporre materiale scolastico, zaino, libri e dizionari.


Da sedia a pouf per scrivania

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Un’ottima soluzione salvaspazio consiste nel sostituire la classica sedia da scrivania con un pouf. Senza schienale né braccioli, questa seduta alternativa si ripone perfettamente sotto il piano di lavoro, consentendo una circolazione agevole nella cameretta.

Per ottimizzare ancora meglio la superficie disponibile, il suggerimento è di utilizzare un pouf contenitore. Da chiuso servirà come sedia da scrittoio, da aperto potrà accogliere tutti i giocattoli dei bambini.

Un’avvertenza. Il pouf per scrivania è perfetto per un uso sporadico, ma non garantisce il corretto sostegno della schiena durante sessioni di studio prolungate. Se i bambini passano tanto tempo davanti sui libri, è meglio valutare una sedia ergonomica da cameretta, anche senza braccioli.


Il multifunzione: la cassettiera con appendiabiti

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Biancheria, magliette, maglioncini, canottiere, lenzuola… sì, avere una cassettiera nella cameretta può fare la differenza. Ma a fronte di un buon numero di cassetti, questo mobile può avere un ingombro notevole, tale da far pensare se sia davvero possibile inserirne uno nella camera dei piccoli.

Anche in questo caso, serve giocare d’astuzia: la soluzione salvaspazio si chiama cassettiera con bastone appendiabiti. Si tratta di un mobile intelligente e multiuso, che incorpora la funzionalità di un settimino a quella di una barra per appenderia.

Quanto a spazi, l’ottimizzazione è massima e l’ingombro è minimo: per disporre di cassetti, appendiabiti e piano d’appoggio a terra, possono bastare poco più di 90 cm.


Testiera letto a pannelli modulari

Pannelli imbottiti modulari per testiera letto della cameretta Wall

Pannelli imbottiti per cameretta Wall

Quando si parla di stanze molto piccole, ogni centimetro risparmiato è un centimetro guadagnato. Ottimizzare gli spazi non significa solamente sgombrare il pavimento o non occupare le pareti: bensì, la filosofia salvaspazio professa la necessità di rendere arredi e ambiente un tutt’uno armonioso.

Uno dei problemi principali delle camerette small è la profondità. Passi l’armadio, che può essere scelto nei modelli poco profondi, passi la scrivania, che può essere richiudibile, e passino anche le mensole, che fissate in altezza non creano particolare disagio. Ma come fare a ridurre la profondità occupata dal letto? Ebbene, la soluzione esiste: basta eliminare la testiera o sostituirla con dei pannelli imbottiti.

Pannelli imbottiti modulari per cameretta Wall

Pannelli modulari per testiera letto Wall

Posizionati a mo’ di boiserie, i pannelli modulari sono un’ottima soluzione decorativa, che conferisce carattere alla stanza senza saturare l’ambiente. Il loro impiego ha anche un risvolto pratico: sono poco ingombranti, sono personalizzabili per colori, finiture, forma e dimensione, e possono essere impiegati anche come spalliera laterale imbottita per proteggere sia i bimbi che la parete.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

4 Marzo 2020 / / Clever

ACQUISTA CLEVER: TI REGALIAMO UNA SMART TV 32″!

Dal 02 marzo al 30 novembre 2020, con l’acquisto di una soluzione d’arredo Clever ricevi in omaggio una Smart TV da 32″ con digitale terrestre di seconda generazione.

INFORMAZIONI UTILI

Tra gennaio 2020 e dicembre 2021, le trasmissioni della TV digitale migreranno progressivamente verso lo standard DVB-T2. Saranno adottati sistemi di trasmissione più avanzati (HEVC) che garantiranno una migliore qualità dell’immagine con una minore occupazione di banda.
Il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre interesserà tutta la penisola, ma avverrà in momenti diversi. Consulta la cartina per scoprire quando toccherà alla tua regione.

DETTAGLI DELLA PROMOZIONE

  • La Smart TV 32″ con standard DVB-T2 è offerta a fronte di una spesa minima di € 3.690,00 (Iva esclusa)
  • La promozione è valida dal 02 marzo al 30 novembre 2020 presso i Rivenditori Partner autorizzati e aderenti all’iniziativa.

Prenota un appuntamento dal Rivenditore Partner più vicino

7 Febbraio 2020 / / Clever

Non sai come rinnovare la stanza dei bambini? Lasciati ispirare dalla nostra selezione di 11 camerette colorate moderne e super originali.

Fai il pieno di idee, prendi spunto dai nostri abbinamenti di colore e organizza una camera per ragazza, bambino o adolescente all’insegna dell’eleganza.

Cameretta color tortora, grigio e bianco cemento

Cameretta color tortora, grigio e bianco

Cameretta per ragazzo grigia

Questa camera da ragazzo gioca con colori naturali e finiture materiche per stupire con effetti speciali. Color tortora e grigio antracite si sposano alla perfezione con il metallo brunito delle strutture, un abbinamento che evoca il mix & match tipico dello stile industriale.

Una stanza colorata dai toni chiari, dominata da un grande armadio bianco in effetto cemento, alternativa contemporanea ai classici armadi da cameretta laccati.

Il tocco in più? I ripiani delle mensole in color rame: è tutto ciò che serve per dare il giusto twist cromatico a una camera per ragazzi che gioca sui toni del bianco, del grigio scuro e del tortora chiaro.

Cameretta in legno chiaro, con tocchi di grigio e dettagli d’azzurro

Cameretta in legno chiaro, grigio e azzurro

Cameretta per bambino in legno chiaro

Chi dice azzurro, dice cameretta per bambino…. oppure no?

Bando ai pregiudizi! Finalmente, anche le bambine possono rivendicare il diritto di giocare, studiare e riposare in una camera da letto azzurra, a maggior ragione se la stanza ruota attorno ad una finitura rassicurante come l’olmo chiaro, rallegrata da tocchi di celeste.

Legno a parte, questa cameretta dallo stile nordico dimostra ancora una volta come il grigio (perla) sia una tinta unisex, senza tempo e sempre attuale, perfetta anche quando i bambini saranno cresciuti.

Cameretta beige e rosa: il paradiso delle bambine

Cameretta beige e rosa

Cameretta per bambina rosa e beige

Prendi un lettino rosa, un armadio in olmo sbiancato (o bianco, come preferisci), aggiungi qualche tocco di viola e… voilà! Ecco a te la perfetta camera da bambina.

I colori sono quelli tipici dell’universo femminile, rischiarati da un prezioso effetto legno che ha un doppio vantaggio.

Il primo: sarà difficile stancarsene.

Il secondo: se un domani tua figlia decidesse di cambiare letto, sedia o comodino, non rischierai di incappare in abbinamenti sbagliati.

Il consiglio? Cura i dettagli, anche quelli meno visibili. Se non vuoi azzardare con troppi colori, opta per un effetto ton sur ton ma sbizzarrisciti con le finiture. Ti piace il legno? Abbinaci del beige chiaro.

Cameretta verde scuro (e come abbinarla)

Cameretta verde scuro

Camera da letto verde per un ragazzo

Pastello, prato, malva, petrolio, menta, mela: il verde, in tutte le sue gradazioni, non passa mai di moda, anche quando si parla di arredamento per cameretta.

La conferma arriva dalla cromoterapia, secondo cui l’uso del verde nella camera da letto aiuterebbe a creare un’atmosfera distesa e rilassante, motivo in più per adottarlo nella stanza dei ragazzi.

Il verde si sposa con i colori vivaci (motivo del successo delle camerette che abbinano verde, giallo e arancione), con le tinte neutre – tortora e beige in primis – e con quelle delicate come il lilla.

Funzionano benissimo anche le camere total green che alternano colori saturi come il verde acido a sfumature più tenui o ad essenze chiare.

Cameretta grigia per due adolescenti

Cameretta grigia con due letti

Cameretta per ragazzi grigia

Camerette di colore grigio: o le ami, o le ami. Sì, perché è davvero difficile resistere al fascino di questa tinta, tornata alla ribalta con la tendenza scandinava.

Da alcuni considerato smorto, in realtà il grigio è una tinta molto versatile, meno scontata del bianco e altrettanto utile per illuminare stanze piccoline.

In versione chiara, il grigio è utilizzato come colore base per le pareti o per enfatizzare arredi gialli, rossi o blu; in versione scura, invece, diventa colore d’elezione per un armadio, un letto, un tappeto o uno scrittoio.

Qualche abbinamento per la cameretta di una bambina? Grigio e rosa, senza dubbio. E per la stanza di una ragazza? Grigio e bianco, un accostamento sempre vincente.

Cameretta in legno con sfumature blu avio e verde muschio

Cameretta in legno, blu avio e verde muschio

Cameretta a ponte in legno e laccato

Hanno segnato l’infanzia di intere generazioni; hanno conquistato il cuore di centinaia di genitori; sono state il nido di decine e decine di bambini. Di cosa parlo? Delle camerette color legno, che continuano a suscitare una sincera ammirazione.

Niente a che vedere, però, con le classiche camere da ragazzi in color ciliegio, noce o in finitura naturale: le stanzette moderne celebrano tinte chiare e venature delicate, e fanno dell’olmo bianco uno dei capisaldi della tendenza contemporanea.

Se l’abbinamento bianco-legno è in assoluto uno dei più riusciti per le camere dei ragazzi, è altrettanto vero che le essenze legnose si sposano perfettamente a tinte pastello come l’azzurro polvere, il color carta da zucchero o il verde muschio.

Cameretta gialla, grigia e bianca per teenager al top

Cameretta gialla, grigia e bianca

Cameretta colorata in grigio e giallo

Durante la scelta dei colori, bisogna ricordarsi che la cameretta è il luogo deputato allo studio, motivo per cui tinte molto sature potrebbero incidere negativamente sulla concentrazione. Anche in questo, la cromoterapia dà una grande mano, eleggendo il giallo come colore dell’intelletto, della creatività e della concentrazione.

Adatto sia ai maschi che alle femmine, il giallo può essere utilizzato per colorare una parete o, come spesso accade, per dare qualche tocco di colore senza strafare (mai dimenticarsi che less is more!).

La testiera del letto, le gambe della scrivania o lo schienale della libreria: tanto basta per dare alla stanza dei ragazzi quel tocco di modernità che fa la differenza.

Se ti piace l’idea di inserire nella cameretta un colore vivace e luminoso, con il giallo non puoi sbagliare! Il consiglio è di scegliere finiture neutre per gli arredi (laminato in legno naturale e grigio laccato vanno benissimo), a cui aggiungere dettagli color miele, senape oppure ocra.

Cameretta rossa e grigia per una ragazza moderna

Cameretta rossa e grigia

Cameretta rossa da ragazza

Mai sentito parlare della Stanza Rossa, celebre quadro di Matisse? Beh, sembra quasi che il pittore francese abbia anticipato la tendenza!

Caldo e saturo, il rosso è un colore ricco di contraddizioni, che suscita fascino e reticenza quando è legato alla zona notte. Il segreto sta tutto nell’equilibrio: se ben dosato e abbinato correttamente, può essere adottato anche per decorare la stanza dei più piccoli.

Gli abbinamenti classici sono quelli con il bianco e il grigio chiaro… ma qualcuno azzarda con camerette rosse e blu (da molti considerati i nuovi rosa e azzurro) in pieno stile marinaretto.

Di norma, le camerette rosse vengono associate al pubblico femminile, tant’è che gradazioni di carminio, cremisi o amaranto fanno la loro comparsa nelle stanze delle ragazze adolescenti.

Il consiglio: se temi di esagerare, confina il rosso a colore della scrivania o dell’armadio e riequilibrane l’effetto tinteggiando le pareti della stanza in color tortora.

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte verde e bianca

Quando si parla di camerette condivise, la scelta dei colori si fa ancora più difficile. Se poi la stanza ospita un bimbo e una bimba… si scatena il panico!

In casi come questo, la scelta migliore è optare per tinte unisex, che esulano dall’antica (e antiquata) divisione tra colori da maschi e colori da femmine. Eliminati glicine e celeste, entrano in campo tutte le sfumature di arancione o blu, sia in versione pastello che in gradazioni squillanti.

Impara ad utilizzare i colori a tuo vantaggio, anche per differenziare gli arredi. Immagina la camera a ponte di due gemelli: basterà scegliere pensili e mensole di colori diversi (verde prato e giallo paglierino, per esempio, che con il bianco ci vanno a nozze) per dedicare ad ogni bambino uno spazio contenitivo tutto suo… ed evitare così inutili litigi.

Cameretta azzurra da bambini: versione #1

Cameretta azzurra per bambini

Cameretta azzurra per due bambini

E per la camera di due fratelli piccoli? La scelta è quasi scontata: dominano l’azzurro, il celeste e il turchese, tipici colori da maschietto.

Per evitare l’effetto bebé tipico delle camerette dei neonati, però, è consigliabile dedicare un ruolo predominante a tinte neutre come l’avorio o il panna, ottime alternative al bianco ottico e al taupe.

Le camere azzurre si sposano alla perfezione con il blu, ma non sdegnano abbinamenti più moderni con il verde acqua o il giallo senape, come dimostra questa cameretta con letto a castello lineare.

Bonus! Camera da ragazzi azzurra: versione #2

Camera da letto azzurra per ragazzi

Camera da letto colorata
per due fratelli grandi

Prima o poi accade: i bambini crescono e le esigenze cambiano. E se dovessi mai trovarti nella situazione di dover rinnovare la cameretta, il mio consiglio è uno solo: sii lungimirante!

Immagina i tuoi figli come se fossero già dei piccoli adulti, e accompagnali nel loro percorso di crescita allestendo una camera da grandi, colorata sì, ma con le dovute precauzioni.

Questo non significa che siano da escludere il blu cielo o l’acquamarina: basterà orientarsi su sfumature delicate e senza tempo, adatte anche alla stanza di uno o due adolescenti.

In questa cameretta con letto a castello sfalsato, è il color avio a farla da padrona. Discreto ma presente, offre il giusto compromesso tra eleganza e modernità, poiché non satura l’ambiente e si presta a innumerevoli abbinamenti.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.