21 Settembre 2021 / / Clever

Malgrado il fascino delle cabine aperte e chiuse, l’armadio battente è un arredo evergreen che non può mancare nella camera da letto dei grandi, né in quella dei ragazzi.

In legno o colorati, lunghi o piccoli, con o senza maniglia, i moderni armadi battenti hanno un solo obiettivo: adattarsi ad ogni esigenza di spazio (e di utilizzatore) senza sacrificare estetica e funzionalità.

Armadio a ponte con cassettiera

Versatili nelle dimensioni e camaleontici nelle finiture, i guardaroba contemporanei sono perciò componibili, realizzabili su misura e personalizzabili in un numero infinito di soluzioni.

Ma come scegliere l’armadio giusto?

Dai un’occhiata alle nostre idee e lasciati ispirare da foto e immagini.

Indice:

Armadi battenti: quali modelli?

Nell’universo degli armadi da camera, l’armadio battente resta il modello più diffuso.

Come dice il nome, è caratterizzato dalla presenza di ante (i battenti, appunto) che, fissate alla struttura tramite cerniere, si aprono verso destra o sinistra garantendo l’accesso totale ai vani.

Oltre ad essere oramai assodato, questo tipo di chiusura risulta particolarmente pratico perché consente l’apertura simultanea di più ante.

Armadi con ante ad apertura simultanea

Quanto alla progettualità, un armadio battente permette di sfruttare lo spazio fino all’ultimo centimetro.

Si adatta in larghezza, lunghezza, profondità e altezza per arredare ambienti ampi o ristretti, anche mansardati o con soffitto spiovente e inclinato.

Armadio battente componibile per mansarda

Armadio battente componibile per soffitto inclinato


Armadi battenti lineari

Rappresentano la configurazione più tradizionale, quella che nel linguaggio comune è detta armadio guardaroba.

Armadio con terminale libreria

Spesso li si trova a lato o ai piedi del letto, lungo una parete libera, a patto che ci sia spazio a sufficienza per aprire le ante e spostarsi agevolmente (lo standard richiede circa 80 cm tra letto e armadio).

Grazie alla natura componibile, tuttavia, gli armadi lineari battenti possono dar vita a soluzioni d’arredo molto funzionali, giocando sulla profondità doppia o ridotta (in questo caso, si parla di armadi slim).

Composizione di armadi a doppia profondità

Armadi battenti angolari

L’armadio angolare è la soluzione ideale per arredare due pareti adiacenti usando una composizione a L.

Armadio ponte angolare con libreria

Armadio a ponte per camera o cameretta

Se lo spazio lo permette, gli armadi ad angolo si prestano per configurare soluzioni a U (o a ferro di cavallo) da posizionare su 3 muri.

LEGGI ANCHE: 16 idee per arredare una cameretta ad angolo

Armadi battenti a ponte

Gli armadi a ponte giocano un ruolo chiave nelle camere dei ragazzi, in particolar modo nelle stanze che richiedono un’organizzazione funzionale dello spazio (come le camerette strette e lunghe).

Cameretta a ponte con letti scorrevoli sovrapposti

Offrono illimitate soluzioni progettuali, tanto lineari quanto angolari, tutte caratterizzate da una struttura “sospesa” – quella contenitiva – e una porzione di parete libera – il “sottoponte”.

Armadio a ponte con maniglie colorate

Accompagnato da moduli a terra, l’armadio sospeso o pensile crea una sorta di nicchia dove collocare un letto singolo o matrimoniale, una scrivania o una libreria componibile.

Armadi battenti: guida alla scelta delle ante

Chi dice armadio, dice ante!

Può sembrare banale, ma la scelta delle ante è un fattore imprescindibile per trovare o configurare il modello più adatto alle proprie esigenze.

Nel caso degli armadi battenti, poi, la libertà compositiva è davvero infinita: tra numero di ante, scelta di finiture e gamma di maniglie, creare un armadio personalizzato è davvero semplicissimo.

Armadi a due, tre, quattro ante (o più)

Quante ante per un armadio?

Una domanda apparentemente semplice, che richiede tuttavia una risposta ben ragionata.

Il numero di ante, infatti, è vitale per determinare la lunghezza dell’armadiatura e, di conseguenza, l’organizzazione dei vani al suo interno.

Armadi battenti a due e più ante

Dai più piccoli armadi a 2 ante agli armadi lunghi 240 / 270 cm, fino alle grandi armadiature da camera di più di 3 metri, la componibilità è tale da poter configurare un armadio quasi su misura.

A questi modelli si aggiungono i capienti armadi 4 stagioni, che con le loro 6/8 ante sono in grado di ospitare allo stesso tempo sia il guardaroba estivo che quello invernale.

Armadio battente a tutta altezza


Armadi con ante bianche, colorate, decorate

Funzionalità sì, ma anche l’occhio vuole la sua parte! E gli armadi battenti non deludono, poiché offrono una palette di materiali, colori e finiture materiche altamente decorativi.

Finiture d'esempio per ante d'armadio

Più frammentati di un armadio scorrevole, i frontali degli armadi battenti possono tuttavia essere impreziositi da originali ante decor in legno, vetro, melaminici con disegni geometrici o a effetto cemento.

Armadio con libreria terminale

La tendenza attuale, accanto all’intramontabile armadio bianco, testimonia il ritorno del colore, soprattutto in versione opaca.

Tinte vivaci come rosso, blu, arancione e verde vengono spesso abbinate a sfumature chiare (calce, panna, sabbia, tortora, beige,…) per restituire graziose soluzioni bicolore.

Armadio con due ante battenti

Meritano un discorso a parte gli armadi color legno, che riscuotono un certo successo anche nelle stanze di bambine o ragazze. Tra le finiture più amate non mancano l’olmo e il rovere, perfetti per evocare l’aspetto del legno naturale.

Armadio a ponte battente per cameretta


Armadio con ante colorate

Da ricordare anche gli armadi in vetro, soprattutto quelli con ante fumé, che trasformano il guardaroba in un’elegante vetrina espositiva.

Armadio ponte con ante in vetro fumé


Armadio ponte in vetro scuro fumé


I dettagli che fanno la differenza: le maniglie

Troppo spesso considerate un mero accessorio funzionale, le maniglie degli armadi moderni diventano veri e propri elementi decorativi che partecipano all’estetica del guardaroba.

Esempio di maniglie per armadi battenti

Le maniglie applicate sono il modello che offre la possibilità di personalizzazione maggiore. Non solo le dimensioni, ma anche le forme e i colori possono essere scelti per dare alla stanza un tocco di carattere deciso ma discreto.

Dai pomelli più piccoli alle lunghe maniglie dritte, passando per i particolari modelli curvi, squadrati o sagomati, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Cameretta a ponte con due o tre letti

Meno personalizzabili ma ugualmente decorative, le maniglie incassate si differenziano dai modelli applicati per il loro posizionamento ad incasso nell’anta.

Armadio da camera con maniglie incassate

Inserita in un piccolo alloggio metallico dal design moderno, l’impugnatura orizzontale o verticale consente l’apertura e la movimentazione dell’anta proprio come si se trattasse di una maniglia applicata.

Diversamente da questa, però, la maniglia ad incasso risparmia preziosi centimetri in profondità.

Esempio di maniglia ad incasso

DA SAPERE: la maggior parte degli armadi componibili moderni consente di personalizzare anche la posizione delle maniglie.

Schema del posizionamento delle maniglie

Non solo armadi: idee salvaspazio per la camera

Chi lo dice che un armadio da cameretta debba limitarsi ad essere usato come guardaroba?

Anzi, gli armadi più moderni confermano proprio la tendenza contraria.

In virtù della loro estrema versatilità, alcuni modelli integrano scrivanie, incorporano librerie o nascondono cassettiere per trasformarsi in arredi multifunzionali per bambini o ragazzi, ma anche per zone studio in appartamenti e monolocali.

Vediamo qualche esempio.

Armadi con scrivania integrata e a scomparsa

La versione più amata, quella che trova posto nelle stanze dei ragazzi in età scolare, ma non solo: l’armadio con angolo studio.

Armadio per cameretta con libreria

L’armadio con scrivania integrata è una soluzione salvaspazio particolarmente indicata per gli ambienti piccoli, i cui spazi ristretti non consentono l’organizzazione di un vero e proprio angolo dedicato alla lettura o allo svolgimento dei compiti.

A seconda delle soluzioni, lo scrittoio può essere inserito dentro l’armadio, nascosto dietro un’anta a ribalta, oppure collocato sotto un armadio pensile.

È questo il caso degli armadi a ponte con scrivania, il cui piano di lavoro (trasversale o parallelo al muro) risulta sempre accessibile.

Armadio ponte con scrivania


Armadi con libreria laterale o incorporata

Tra i manuali di scuola e i quaderni, tra i romanzi e i fumetti lo spazio per i libri non basta mai?

Prendi in considerazione gli armadi guardaroba con libreria terminale.

Armadio con libreria finale

Nella pratica, sono armadi battenti lineari o ad angolo che, al posto del fianco di chiusura, terminano la composizione con un modulo aperto – alle volte anche stondato – costituito da mensole laterali.

Se invece hai la necessità di disporre di tanti, ma proprio tanti ripiani, potresti optare per un armadio con libreria sottoponte e creare, così, una piccola biblioteca casalinga.

Armadio ponte con libreria incorporata


Armadi con cassetti e cassettiera

Importantissimi alleati dell’ordine, i cassetti sono uno degli accessori che non possono mancare dentro l’armadio della camera da letto.

Gelosi custodi di biancheria intima, magliette, maglioncini e foulard, si presentano il più delle volte nelle vesti di discrete cassettiere interne con maniglie, apertura a gola o chiusura ammortizzata.

Armadi con cassetti e cassettiera interna

Ma quando i cassetti diventano parte integrante del frontale, accanto alla funzionalità entra in gioco l’estetica.

Sì, perché tanto basta per trasformare un armadio solo ante in una soluzione d’arredo dinamica e accattivante, pronta a qualsiasi tipo di configurazione.

Cassetto esterno per armadio

Qualche esempio di combinazione? Armadi con 4 ante e 3 cassetti, armadi con ante e cassettiera a vista, armadi a 6 ante con cassettiera centrale…

Armadio grigio laccato e in effetto cemento


Armadi con ante a specchio

Ultimi, ma solo in ordine di presentazione, i grandi armadi con anta a specchio.

Armadio a ponte con terminale e anta a specchio

Il vantaggio di collocare la superficie riflettente all’esterno dell’armadio è triplice:

1. nessun bisogno di aprire l’armadio: lo specchio è sempre disponibile!

2. più luminosità nella stanza: la superficie riflettente irradia la luce che entra nella camera, un vero vantaggio per gli ambienti di dimensioni ridotte

3. un tocco di eleganza: l’anta a specchio è un elemento decorativo discreto ma raffinato, capace di nobilitare qualsiasi stile d’arredo.

SCOPRI GLI ARMADI DELLA COLLEZIONE CLEVER

Leggi anche:

27 Luglio 2021 / / Clever

Croce e delizia delle stanze moderne, la cabina armadio è diventata un vero must have delle camere da letto contemporanee, tanto quelle degli adulti che le camerette per i ragazzi.

Quando non c’è – vuoi perché la stanza è piccola o semplicemente non si sa come impostare il progetto – la sua mancanza si fa sentire. Ma quando lo spazio per accoglierla c’è… arriva fulmineo il temuto quesito:

meglio una cabina armadio aperta o una chiusa da ante?

Vediamo qual è la soluzione migliore.

Sommario:

Cabine armadio a vista: pro e contro

Le cabine armadio aperte sono costituite da una struttura portante a vista che rende il contenuto sempre accessibile.

Senza ante e sprovviste di sportelli, spesso si presentano come un sistema componibile con elementi modulari di dimensioni e tipologia variabili, una varietà che consente di creare composizioni lineari, angolari o a ferro di cavallo quasi su misura.

Cabina armadio senza ante Flexy

Modularità e personalizzazione sono le chiavi che consentono di progettare e inserire questi armadi aperti in ambienti di dimensioni ridotte, piccole stanze, nicchie, mansarde, camere soppalcate o con soffitto spiovente.

Vantaggi delle cabine armadio a vista

  • abiti, vestiti e accessori sono sempre a portata di mano
  • assenza di ante = spazio minore in profondità
  • a seconda dei modelli, i costi di realizzazione sono più contenuti

Svantaggi delle cabine armadio a vista

  • la mancanza di ante non protegge gli abiti dalla polvere
  • mensole, scaffali e rastrelliere richiedono un certo rigore metodico
  • se non riempite uniformemente, suscitano una sensazione di disordine

Cabine armadio a vista: i modelli più amati

Le cabine armadio aperte giocano con le forme, con i materiali e con le configurazioni per restituire soluzioni d’arredo originalissime, degne sostituite delle armadiature più canoniche.

In legno o in metallo, a terra o sospese a muro, possono essere personalizzate con accessori, complementi ed elementi che, oltre a garantire in massimo della funzionalità (e dell’ordine!), strizzano l’occhio agli stili d’arredo più contemporanei.

Tra i modelli di tendenza spiccano:

  • le cabine armadio con boiserie
  • le cabine armadio a pannelli
  • le cabine armadio a pali
  • le cabine armadio senza schienale
  • le cabine armadio con montanti
  • le cabine armadio con sistema a cremagliera
  • le cabine armadio con mensole
  • le cabine armadio a scaffali

Una lista non esaustiva, questa, che non contempla l’universo delle stanze-guardaroba, ovvero locali più o meno spaziosi interamente adibiti ad armadio (o a camera-armadio, viste le dimensioni).

Ma ciò non toglie nulla alle cabine armadio più piccole, che proprio per la loro struttura a giorno danno forma a composizioni destrutturate o asimmetriche, adatte quindi anche alle camere da letto di dimensioni ridotte.

Cabine armadio a giorno: idee d’arredo e foto-ispirazioni

Cabina armadio a cremagliera

Cabina armadio a cremagliera Naked

Una cabina armadio di ultima generazione, senza ante né fianchi, sospesa e fissata al muro per lasciare libero il pavimento sottostante.

Componibile, personalizzabile e attrezzabile con ripiani, pensili, cassettiere, trova la sua collocazione nella camera di un ragazzo dinamico e metodico, che conosce alla perfezione le lezioni di Marie Kondō.

Cabina armadio con pali

Cabina armadio con montanti Pole

Non nasconde la sua anima industrial style questa cabina armadio modulare con montanti in alluminio. Più minimalista di un armadio, offre una visione d’insieme del guardaroba senza dare nell’occhio.

Da completare con cassetti, ripiani e pensili con anta a vetro, consente di progettare configurazioni in appoggio a terra, sospese a parete o fissate al soffitto, anche se inclinato.

Cabina armadio senza ante

Cabina armadio senza ante Flexy

La cabina armadio aperta per eccellenza. Completamente a vista, senza ante, la struttura portante è modulare e configurabile nei modelli lineare o angolare, anche sprovvisti di schienale.

Il dettaglio degno di nota: cassetti e ripiani sporgono rispetto ai fianchi, elemento che rende Flexy una cabina armadio a doppia profondità.

Cabina armadio con pannelli di boiserie

Cabina armadio con boiserie Start

Con la sua boiserie, questa cabina armadio a pannelli è tutto quello che serve per arredare una camera da sogno. Sofisticata ed elegante, non perde di vista la funzionalità che un guardaroba aperto deve conservare.

Consente tagli su misura e personalizzazioni in altezza e lunghezza, è attrezzabile con elementi chiusi, ripiani e tubi appendiabiti e – non da ultimo – può essere arricchita da specchi a figura intera.

Cabina armadio con mensole e appendiabiti

Cabina armadio con sistema a cremagliera Naked

Armadio chiuso e cremagliera: l’accoppiata vincente per la cameretta di una bambina indipendente e intraprendente, che si avvia verso l’adolescenza con outfit pratici ma selezionati.

Ripiani alti per i cambi di stagione – raggiungibili con l’aiuto di mamma e papà – e ripiani bassi per avere sempre a portata di mano sneakers, camicette, maglioncini e lo zaino per la scuola.

Cabine armadio chiuse: pro e contro

Come dice il nome, le classiche cabine armadio chiuse offrono uno spazio contenitivo protetto da ante o sportelli che ne celano il contenuto.

Battenti o scorrevoli, le ante sono il principale elemento che le distingue dalle loro omonime aperte, ovviamente, ma non solo.

Negli anni, i sistemi di chiusura sono stati curati nei minimi dettagli per diventare autentiche componenti decorative – oltre che funzionali – capaci di dare un twist all’intero ambiente grazie a rese estetiche inedite e accattivanti.

Cabina armadio con ante in vetro Start Su Misura

Vantaggi delle cabine armadio chiuse

  • il contenuto della cabina è nascosto alla vista
  • le ante proteggono il vestiario da polvere, pulviscolo e luce solare
  • sono utili sia come guardaroba che come armadio contenitore

Svantaggi delle cabine armadio chiuse

  • richiedono un certo spazio in profondità (soprattutto in caso di ante battenti)
  • non sono indicate per stanze mini o piccolissime
  • a seconda dei modelli e dei formati, i prezzi potrebbero essere più elevati

DA RICORDARE

Fondi, schienali, pannelli di chiusura e ante sono gli elementi strutturali che i guardaroba chiusi condividono con i classici armadi da camera.

Ma a differenza di un armadio battente, le cabine chiuse richiedono una maggiore disponibilità di spazio in profondità, sia esso a lato, accanto o dietro al letto.

Una cabina armadio ben progettata deve considerare, oltre all’ingombro della struttura e delle ante in fase di apertura, uno spazio da dedicare al passaggio e alla circolazione nella stanza.

Per questo motivo, se la camera non è molto grande e disponi di una stanza in più da poter trasformare in spogliatoio, il consiglio è di optare – al posto di un armadio cabina – per una vera e propria stanza cabina.

Cabine chiuse da ante: quali modelli?

Chiamale tradizionali, ma non classiche!

I guardaroba chiusi non hanno nulla da invidiare alle versioni a giorno, anzi. Fanno prova di estrema modernità grazie a materiali di alta qualità, accessori esclusivi, linee pulite e composizioni dalla geometria rigorosa.

Tra i modelli più amati non mancano:

  • le cabine armadio con ante in vetro fumé, satinato o scuro
  • le cabine armadio con 2 ante battenti
  • le cabine armadio con porte scorrevoli
  • le cabine armadio con sportelli
  • le cabine armadio con modulo ad angolo
  • le cabine armadio con terminale libreria
  • le cabine armadio con guardaroba esterno (o semi chiuse)

Degna di nota, la cabina armadio semi aperta è una delle possibilità progettuali che questo arredo eclettico offre.

Si tratta di un sistema componibile che permette di combinare moduli chiusi ed elementi a giorno. Questi sono spesso proposti sottoforma di cremagliere con ripiani, montanti con mensole o moduli a scaffale-libreria.

Cabine armadio chiuse: idee e immagini

Cabina armadio per cameretta

Maxy cabina armadio da cameretta con libreria integrata

Cameretta piccola? Cabina armadio piccola, e pure angolare. Se sfruttare gli angoli è uno dei segreti per ottimizzare lo spazio, disporre di una cabina super attrezzata diventa vitale.

Cestelli estraibili, porta pantaloni, appendiabiti e specchi interni: sono solo alcuni degli accessori disponibili per personalizzare questo armadio chiuso. Basta affiancare un letto al lato più profondo e il gioco è fatto.

Cabina armadio angolare

Cabina armadio angolare bianca Start

Adatta per la camera matrimoniale o per la stanza dei bambini, questa cabina con ante battenti è la soluzione ideale per chi vuole nascondere il guardaroba e far sì che l’ordine regni sovrano.

La struttura portante, proposta in tre altezze, è personalizzabile con un modulo terminale aperto che funge da modulo libreria, scaffale arrotondato, sistema di mensole lineari.

Cabina armadio con moduli aperti

Cabina armadio completamente a vista Flexy

Cabina aperta o armadio guardaroba con scaffali laterali? Un ibrido, questa soluzione d’arredo, che abbina un sistema modulare chiuso ad un programma componibile aperto fatto di ripiani, tubi appendiabiti e una cassettiera a 6 scomparti.

Adatta a camere, camerette, stanze degli ospiti.

Cabina armadio con ante in vetro

Cabina armadio con ante in vetro Start Su Misura

Una cabina armadio su misura, con ante in vetro trasparente, fumé o bronzato, che offre una libertà compositiva illimitata e illimitate soluzioni d’arredo.

La struttura è costituita da grandi pannelli in legno su cui si incastonano moduli a libreria, colonne guardaroba, pensili e armadietti coperti da sportelli a effetto vedo-non-vedo. Può integrare elementi a vista, ripiani, tubi appendiabiti anche trasversali.

Cabina armadio a tutta parete

Cabina armadio senza ante Flexy

Un’altra soluzione mista, in cui un sistema componibile di mensole e ripiani fa da sfondo ad un grande armadio guardaroba chiuso da ante battenti e cassetti. Perfetta nella zona notte di un loft metropolitano, è la scelta ideale per chi non sa scegliere tra cabina aperta o chiusa.

SCOPRI LE CABINE ARMADIO CLEVER

Da non perdere:

23 Giugno 2021 / / Clever

L’estate è appena cominciata ma… è già tempo di scoprire quali sono i colour trend previsti per Autunno/Inverno 2021/2022!

Il Pantone Color Institute ha presentato in anteprima i colori di tendenza della prossima stagione, palette variopinte, inedite e grandi ritorni che hanno primeggiato nelle celebri passerelle di Londra e New York.

Dimentichiamoci i toni discreti e le sfumature tenui: ci aspetta un’esplosione di tonalità vive, gioiose, luminose che, cavalcando l’onda della moda, diventeranno linee guida per portare un tocco di modernità anche all’arredamento della cameretta o del living.

SCOPRI ANCHE > Le esclusive Moodboard di Clever

Ispirazione Pantone: idee per la cameretta

Come dice Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute, la tendenza premierà una “palette di colori rincuoranti che riflettono l’ambiente naturale che ci circonda” e, allo stesso tempo “ispira le nostre energie creative e risveglia il desiderio di una prospettiva rinnovata sull’applicazione del colore”.

Palette di colori Pantone per la camera dei bambini

Campo libero a mix and match di tonalità, dunque, dove protagoniste diventano “sfumature pratiche ma permeate da colori pop brillanti […] che veicolano la promessa di una rinascita”.

Forte di questa affermazione, la cameretta diventa il luogo d’elezione per la sperimentazione cromatica.

Superati i classici rosa confetto e azzurro bebé – ancora troppo legati alla dicotomia maschietto/femminuccia, sono colori come il verde, il giallo e il grigio e le relative nuance a tenere finalmente banco nella camera dei più piccoli e a stupire con abbinamenti fino ad oggi considerati azzardati.

Grigio e blu? Cipria e verde? La parola d’ordine è solo una: osare.

Colori per la cameretta di una bambina

Cameretta con letto singolo su ruote Start T09 >

Colori per la camera da letto di una ragazza

Cameretta con due letti a L Start P26 >

Colori per una camera unisex

Cameretta verde per bambino Start T10 >

Ispirazione Pantone: idee per la camera dei ragazzi

La prima regola degli adolescenti: non essere trattati più come dei bambini. E questo monito passa in rassegna, prima o poi, anche l’arredo della loro stanza.

L’uscita dall’età infantile segna per i ragazzi e le ragazze un vero rito di passaggio, il momento dove l’affermazione del sé, del proprio gusto e delle preferenze personali diventa la priorità assoluta.

Palette di colori Pantone per una camera da adolescenti

Può capitare dunque che le delicate sfumature pastello che hanno accompagnato la prima fase della loro vita siano inevitalmente sostituite da colori decisi, forti e di carattere, o al contrario da palette neutre e naturali, tutte però rispettose della tendenza del momento.

Colori per la zona notte di un monolocale

Camera per ragazzo universitario Start T04 >

Colori per la camera da letto di un ragazzo

Camera per ragazzo con cabina a cremagliera Start T01 >

Questo è ancor più vero per chi, vuoi per ragioni di studio o di lavoro, lascia per la prima volta il nido domestico: universitari fuori sede, giovani lavoratori o intraprendenti viaggiatori alla ricerca della propria strada.

E così, lontano dalla casa materna, nulla diventa più accogliente di una stanza tutta per sé, dove ogni sfumatura, ogni colore, ogni dettaglio – testimoni di un gusto più maturo – non sono altro che la proiezione della propria personalità.

Palette di colori Pantone per la camera di ragazzi grandi e giovani adulti

Colori per la camera di una giovane donna

Camera da letto femminile

Colori per la camera da letto di un giovane uomo o di un single

Camera da letto maschile

Ispirazione Pantone: idee per il soggiorno e il living

Se la camera da letto si presta facilmente alle sperimentazioni decorative, la zona giorno non è da meno! Il living celebra il ritorno del colore promuovendo tinte brillanti e sature che, anche in piccole quantità, trasfigurano completamente lo stile del soggiorno.

Materiali senza tempo come il legno o il metallo vengono attualizzati e sdrammatizzati da ante, cassetti, pensili, librerie o tavolini coloratissimi e originali, abbinabiili anche a tinte più tradizionali come il beige, l’antracite, il bianco e il nero.

Palette di colori pantone per il living o il soggiorno

Colori per un living moderno

Parete attrezzata con libreria asimmetrica IM20_L18 >

Colori per la parete attrezzata di un soggiorno moderno

Parete per TV con libreria integrata IM20_L22>

Idee per personalizzare una parete attrezzata

Parete attrezzata destrutturata con pensili IM20_L16 >

Ancora in cerca di ispirazione?

Dai un’occhiata alle Moodboard di Clever: troverai originali abbinamenti di materiali, colori e rese materiche, oltre a spunti interessanti per personalizzare gli arredi della collezione.

Leggi anche:

8 Maggio 2021 / / Clever

Le residenze moderne hanno tutte un punto debole in comune: le dimensioni ridotte.

Che si tratti di un piccolo monolocale urbano, di una seconda casa o di un dinamico appartamento condiviso da studenti universitari, il poco spazio a disposizione chiede di trovare soluzioni alternative che combinino lato pratico e senso estetico, senza rinunciare al massimo della funzionalità, della qualità e della resistenza.

Ma come trasformare la zona giorno in zona notte, oppure arredare salotto e studio insieme, quando i metri quadri sono ridotti all’osso?

Abbiamo selezionato 5 esempi di mobili trasformabili o polifunzionali che sono veri campioni salvaspazio. Lasciati ispirare dalle nostre idee.

MOBILI TRASFORMABILI:
SCOPRI LA COLLEZIONE COMPLETA

1. Letto a scomparsa per monolocale [im20_14]

Un piccolo appartamento con soppalco in stile loft, ricavato da uno spazio industriale ora convertito in esclusiva residenza milanese. Un solo grande locale, luminosissimo e di carattere, da usare come living, camera da letto, angolo studio.

Questo è il set che immaginiamo per una soluzione 3 in 1, un trittico di arredi capace di ottimizzare lo spazio fino all’ultimo centimetro.

Letto a scomparsa con tv integrato Nikai

La soluzione propone:

  • un mobile trasformabile con letto singolo ad apertura orizzontale, completo di sponde anticaduta, scaletta frontale, materasso alto e sopraelevato per fare spazio ad un versatile vano libreria. Il piano di riposo è incorniciato da una serie di colonne da usare come guardaroba – compreso l’elemento ad angolo, perché le ante si aprono a 180° per agevolare l’ispezione all’interno.

Letto a scomparsa singolo ad apertura orizzontale Nikai

  • un tavolo a muro ribaltabile che diventa, all’occorrenza, tavolo da pranzo, scrivania o postazione di lavoro. Il suo segreto è la compattezza: quando è chiuso, struttura e piano occupano meno di 20 cm in profondità, un bel vantaggio quando i centimetri disponibili non sono molti.

Tavolo ribaltabile a muro Slide

  • un pouf imbottito trasformabile in letto. Un inossidabile complemento d’arredo dalla doppia anima, da sfruttare sia come poggiapiedi da salotto che come pratico prontoletto per gli ospiti inattesi.

Pouf trasformabile in letto singolo InMotion

2. Angolo studio a scomparsa in soggiorno [im20_04]


Il monolocale di una giovane universitaria alle prese con la vita da studentessa fuori sede. Un ambiente piccolo ma accogliente dove tra libri, dispense e piante d’appartamento, lo spazio libero rischia di finire in un batter d’occhio. E una sola esigenza: ricavare un angolo studio dalla parete attrezzata.

Organizzare al meglio la zona studio è una delle sfide più avvincenti dell’interior design attuale. Le abitazioni diventano sempre più piccole, il lavoro e lo studio diventano sempre più agili e, di conseguenza, si rischia di rinunciare a complementi indispensabili pur di trovare un angolino dove posizionare scrivania, sedia, monitor e tastiera.

La soluzione è semplice: optare per un arredo polifunzionale che, al pari di una matrioska, combini più mobili in uno e assolva a diverse funzioni dell’abitare.

Un esempio? Un armadio con letto a ribalta e scrivania incorporata.

Armadio con letto incorporato Im20-04

Più nel dettaglio, la soluzione prevede:

Letto verticale a scomparsa Im20-04

  • una scrivania ribaltabile da usare come piano d’appoggio per l’angolo studio oppure, perché no, come tavolo da pranzo richiudibile a parete.

Scrivania incorporata nell'armadio Ima

Non solo pratico, ma anche bello da vedere. L’armadio-letto-tavolo si inserisce alla perfezione all’interno di una parete attrezzata con basi per TV e mensole, celando alla vista la sua natura di mobile multifunzione.

3. Letto trasformabile con divano e armadio [im20_11]


Il mini appartamento duplex di un giovane professionista giramondo che ha deciso di convertire il piano superiore della sua abitazione in studio casalingo. Un ambiente cittadino dallo stile moderno che, per limitare l’ingombro a centro stanza, richiede una minuziosa organizzazione degli spazi senza tradire la loro natura urban.

Vita dinamica, mille impegni e… poco tempo da perdere! Se questa è la quotidianità del nostro protagonista, gli arredi dovranno assecondare il suo ritmo offrendo una soluzione trasformabile rapidamente ma in totale sicurezza.

Immaginiamo un innovativo armadio con divano trasformabile che, grazie ad un sistema di apertura/chiusura sincronizzato, consenta di far apparire al posto del sofà un letto con dormita trasversale.

Armadio scorrevole con letto a scomparsa Nikai

Magia? Forse, se per magia intendiamo la tecnologia di una movimentazione simultanea in cui il divano abbattibile accompagna la discesa del letto fino a scomparire sotto il materasso.

Nello specifico, questa soluzione si compone di 3 elementi:

  • il divano salvaspazio. Un divanetto stretto, profondo meno di 60 cm, che agevola l’accesso all’armadio simil-ponte e riduce l’ingombro verso il centro della stanza.

Armadio con divano e letto a scomparsa Nikai

  • il letto incorporato. Un trasformabile singolo o francese con apertura trasversale da completare con un materasso ad alto spessore. Plus: una volta aperto, il letto lascia spazio ad una nicchia attrezzata con mensole da usare come originale alternativa ad un comodino.

Letto incorporato all'armadio Nikai

  • l’armadio sopra il letto. Vera protagonista dell’insieme, l’armadiatura è composta da un vano con ante scorrevoli corredato da appenderia interna e personalizzabile con accessori.

Armadio scorrevole con letto a scomparsa Nikai

4. Parete attrezzata con letto richiudibile [im20_01]

Il primo appartamento di una coppia di fidanzati, un bilocale di ringhiera composto da una cucina abitabile e da un locale che, di notte, diventa un’insospettabile camera da letto. La zona giorno, stretta e lunga, offre una parete di più di 4 metri da arredare in stile moderno.

La prima casa insieme: un’emozione unica, carica di aspettative e di sogni per il futuro, ma anche di qualche piccola preoccupazione d’arredo… a maggior ragione quando lo spazio deve accogliere non una, ma due persone.

Nelle grandi metropoli, sono sempre più numerose le giovani coppie che accettano la sfida dei microspazi: ambienti di dimensioni ridotte che, con l’aiuto di originali soluzioni trasformabili, finiscono per non avere nulla da invidiare ad appartamenti di ampie metrature.

Alla funzionalità dei meccanismi – brevettati, certificati e sicuri, si aggiunge il vantaggio di poter plasmare l’ambiente domestico a seconda dei momenti della giornata, delle esigenze o delle occasioni. E non senza un’attenzione particolare al design, alla resa estetica e alla discrezione, con mobili trasformabili curati nei minimi dettagli per mimetizzarsi nell’ambiente e fondersi con il resto dell’arredo.

Tra le numerose opzioni spiccano le pareti attrezzate con letto a scomparsa, anche matrimoniale, che ad interessanti soluzioni compositive rispondono con la comodità di un piano di riposo pronto all’uso.

Parete attrezzata con letto a scomparsa Im20-01

Cosa offre questa parete attrezzata trasformabile?

  • il divano ribaltabile a 2 o 3 posti che, in fase di apertura del letto, scivola sotto la rete senza richiedere la rimozione dei cuscini di schienale.

Divano ribaltabile incorporato all'armadio Im20-01

  • il letto a scomparsa, un generoso matrimoniale da 160×200 cm che prende il posto del divano e resta sospeso da terra grazie a due gambe metalliche dal design esclusivo.

Letto matrimoniale ribaltabile Im20-01

  • l’armadio componibile, un grande mobile contenitore integrato in una composizione per soggiorno completa di moduli e colonne chiuse, nicchie e basi per televisore.

Armadio con letto e divano Im20-01

5. Armadio con letto a castello a ribalta [im20_08]

Due amiche per la pelle, due quasi sorelle che, una volta cresciute, hanno deciso di intrecciare una quotidianità fatta di lavoro, studio e tempo libero. Il loro quartier generale è un piccolo loft preso in affitto nel cuore di una grande città, che ha come protagonista un ambiente unico da sfruttare sia di giorno che di notte.

Si sa, anche per le amicizie più durature la condivisione dello stesso ambiente può diventare un banco di prova. Questo è ancor più vero per gli open space o i total living, in cui la mancanza di suddivisioni interne spinge a rivendicare preziosi centimetri… con conseguenze non sempre piacevoli.

I mobili trasformabili nascono anche per questo: ridurre l’ingombro assicurando ad ogni abitante della casa il proprio insindacabile spazio personale.

Ne è la prova questa grande composizione trasformabile, un armadio che incorpora due letti singoli ad apertura trasversale e che, per la sua configurazione a L, permette di sfruttare al meglio l’angolo tra due pareti.

Letto a castello a parete Im20-08

Da cosa è composta?

  • un letto a castello a scomparsa con due piani di riposo da 90×190 cm. Il trasformabile, che si integra alla perfezione nell’armadiatura, mette a disposizione due vani rete da usare singolarmente o simultaneamente.

Armadio con letto a castello a ribalta Im20-08

  • un armadio componibile con ante battenti, proposto nella configurazione angolare e personalizzato con un’originale libreria terminale. Non solo i vani offrono uno spazio contenitivo di tutto rispetto (indispensabile per due fashion victim!), ma l’accesso ai compartimenti è agevolato da ante apribili a 180° che consentono di sfruttare appieno il modulo ad angolo. Massimo contenimento, minimo ingombro.

Letto a castello incorporato in armadio Im20-08

Alla ricerca di altre soluzioni d’arredo per monolocali o spazi piccoli? Scopri tutta la collezione di Mobili Trasformabili.

Da non perdere:

17 Marzo 2021 / / Clever

Aria di novità in casa Clever! Il Campionario amplia la gamma e rinnova l’assortimento con esclusive e selezionatissime proposte: i tessuti Colonial e Colonial Poule (Categoria A), Bono ed Elba (Categoria B).

Con le sue new entry, Clever dimostra come la profonda ricerca estetica sia, per il marchio, una missione in continua evoluzione, plasmata dai trend del momento e dalle richieste dei suoi clienti.

Per questo, i nuovi tessuti si rivolgono anche ad un pubblico di giovani adulti, che necessitano soluzioni d’arredo più mature ma pur sempre originali come quelle che ti proponiamo di seguito.

4 tessuti, 4 fantasie, 32 colori ed infinite possibilità d’arredo.
SCOPRI I NUOVI TESSUTI CLEVER > >

Tessuto Colonial Poule – Categoria A

Rivisitazione di un grande classico, Colonial Poule è un tessuto dall’indiscusso fascino decorativo. Ispirato al celebre motivo pied de poule – o zampa di gallina – ne ripropone il pattern ma non il tipico binomio bianco-nero, qui sostituito da sfumature di tendenza tra cui salvia, nocciola, rosso o blu.

Letto rivestito in tessuto Colonial Poule - Categoria A

Eclettico e versatile, questo tessuto si adatta a qualsiasi arredo e si inserisce sia in zone giorno che in ambienti notte.

Le tinte scure e decise, particolarmente affini al pubblico maschile, trovano pieno compimento in contesti abitati da giovani uomini – open space, monolocali o, semplicemente, un angolo studio in camera da letto.

Soluzione d'arredo per la camera di un giovane adulto

COLONIAL e COLONIAL POULE: SCOPRI TUTTI I COLORI >>

Tessuti Elba e Bono – Categoria B

Elba è un tessuto che incarna una doppia anima: bellissimo alla vista, è anche pratico da usare perché antimacchia, quindi facile da pulire e durevole.

La resa estetica è data dall’originale motivo a lisca di pesce, un pattern spinato ispirato al classico Herringbone ma attualizzato nella dimensione e nelle proporzioni per adattarsi a qualsiasi imbottitura o decorazione.

Ne risulta un tessuto estremamente scenografico che non perde, malgrado la dinamicità della fantasia, la sua eleganza.

Pannello imbottito rivestito in tessuto Elba - Categoria B

Declinato in 10 colori di tendenza, Elba si presta a qualsiasi stile d’arredo per esaltare la silhouette di una sedia, addolcire il profilo di un giroletto o, perché no, attualizzare l’aspetto di pannelli imbottiti utilizzati a mo’ di testiera.

È proposto in coordinato a Bono, falso unito ispirato alle stuoie indiane tessute a mano che affascina per la delicata resa bitonale e materica. Scelti nella medesima sfumatura, i due pregiati filati italiani si abbinano perfettamente per restituire intriganti combinazioni di tessuto unito e fantasia.

La mano morbida, l’aspetto setoso e i colori delicati fanno di Bono ed Elba la scelta perfetta per dare un tocco di ricercatezza alla camera di una giovane donna.

Soluzione d'arredo per la camera di una giovane donna

 

ELBA E BONO: SCOPRI TUTTI I COLORI >>

 

24 Febbraio 2021 / / Clever

Chi dorme non piglia pesci, recita un vecchio detto popolare. Ma chi dorme, e soprattutto dorme bene, ha sicuramente una marcia in più durante la giornata!

Il sonno è un’attività che richiede un’enorme quantità di tempo. Per rendere l’idea, un bambino di 8 anni dovrebbe dormire in media circa 10 ore a notte per godere dei benefici che il buon riposo assicura.

E quando si parla di benessere, entra in gioco lui: il letto. Per la precisione il letto singolo, la misura ideale per bambini e bambine tra i 6 e gli 11 anni.

Ma come fare a districarsi nella grande giungla dei letti a una piazza per cameretta? Segui la nostra piccola guida alla scelta: scoprirai quanto è largo il modello standard, quanto è lungo quello maxi e troverai ispirazione tra le immagini dei nostri modelli preferiti.

3 modelli di letto singolo per bambino o bambina

Quanto misura un letto singolo?

Secondo lo standard, le dimensioni minime di un letto singolo sono 80×190 cm. Le misure variano se si tratta di modelli maxi o extra large, di norma più lunghi o più larghi (di 5 / 10 cm).

La gamma di letti a una piazza XL propone una certa varietà di formati. Le dimensioni più comuni sono

  • 80×195 / 80×200 cm (variazione in lunghezza)
  • 90×190 / 90×195 / 90×200 cm (variazione in larghezza e lunghezza).

I letti singoli grandi, però, non devono essere confusi con i letti a una piazza e mezza. Cambia la misura e cambiano anche i destinatari: seppur molto utilizzati nelle camerette moderne, sono più indicati per il riposo di ragazzi e ragazze adolescenti.

LEGGI ANCHE > Letti una piazza e mezza: misure, modelli, idee

Come scegliere il letto della cameretta?

Scoperchiamo il vaso di Pandora: qual è il letto singolo da bambini per eccellenza? C’è chi punta sui letti imbottiti, chi su quelli alzati da terra e chi, ancora, trova che non ci sia soluzione migliore dei letti a castello.

Modelli a parte, sono due gli elementi da non perdere mai di vista: la comodità e la funzionalità.

In primis, il comfort. Il materasso è il principale responsabile del buon sonno, soprattutto per i bimbi. Il consiglio è di scegliere un modello a densità elevata, che sostenga il peso del bambino all’aumentare dell’età e ne assecondi i movimenti notturni.

Materasso h.18 per letto singolo da bambini

Alla comodità segue la praticità, un argomento tanto discusso quanto inesplorato. Rifare il letto o spostarlo per pulire il pavimento sono azioni quotidiane, quasi banali, che si perpetuano ogni giorno fintanto che il piccolo di casa non sarà abbastanza cresciuto per potersene occupare di persona (si spera…).

Ma se cambiare le lenzuola o scostare il letto dalla parete diventa un’impresa titanica, forse è il caso di valutare qualche plus: gli accessori.

Accessori per letto singolo della camera dei ragazzi

Attrezzati con piedini alti o ruote, contenitori o cassettoni, i letti singoli diventano un alleato multifunzione a cui sarà impossibile resistere.

Dove posizionare il letto nella cameretta?

Per il Feng Shui, antica filosofia orientale, l’equilibrio energetico è fortemente influenzato dalla posizione degli arredi nell’ambiente domestico.

Nel corso degli anni, la disciplina ha preso sempre più piede (non solo tra gli addetti ai lavori) al punto che anche la cameretta è diventata oggetto di studio dei suoi adepti.

Tra gli argomenti di maggior successo spicca senza dubbio il letto dei ragazzi che, sempre secondo il Feng Shui, dovrebbe essere sistemato il più lontano possibile dalla porta d’ingresso.

Vale anche la credenza popolare delle nonne: la testa deve puntare verso le montagne, ovvero la testiera del letto dovrebbe essere orientata a Nord.

Archiviati filosofia e folklore, nel quotidiano è lo spazio a determinare l’assetto della cameretta: più piccina è la stanza, minore è la libertà di posizionare il lettino dove si vuole… e maggiori sono le strategie da mettere in campo!

Una regola vale su tutte le altre: se la camera dei ragazzi è piccola, è bene evitare di posizionare il letto a centro stanza. Meglio sfruttare i muri, ottimizzare le pareti oppure orientarsi verso soluzioni salvaspazio con composizioni a ponte, a soppalco o a scomparsa.

Letto singolo sotto la finestra

Letto singolo sotto la finestra della cameretta Turca


Letto singolo appoggiato al muro

Letto singolo appoggiato al muro della cameretta Apollo


Letti singoli ad angolo

Letti singoli ad angolo in cameretta XL


Letto singolo con libreria dietro

Letto singolo con libreria dietro Tonga


Letto singolo a ponte

Letto singolo a ponte in cameretta Start

Camerette con letti singoli: i modelli più amati

Grandi o piccoli, bianchi o colorati, a terra o rialzati… I letti singoli da cameretta sono così tanti e così diversi tra loro che citarli tutti è quasi impossibile.

Una cosa però è certa. La tendenza vuole che il letto da piccoli sia trattato proprio come quello dei grandi e, per questo, deve essere bellissimo.

Moderno nello stile, personalizzato nel colore, diventa lo strumento con cui bimbi e bimbe manifestano gusti e preferenze, attitudini ed inclinazioni. Del resto, il lettino non è il piccolo trono dove riposano, dormono e sognano?

Non resta che scoprire quali sono i modelli più apprezzati (anche dai genitori), i più particolari e i più insoliti!

Letto singolo con contenitore

Letto singolo con contenitore Quadro

Un letto senza contenitore è come un libro senza pagine. Similitudine a parte, il box è uno degli elementi indispensabili da considerare quando si sceglie il letto per la cameretta dei bambini.

Senza ingombro ulteriore (leggasi, larghezza e profondità sono quelli del giroletto), il contenitore metterà a disposizione così tanto spazio che il disordine sarà solo un brutto ricordo.

Letto singolo con cassetti

Letto singolo con cassetti Lobby Box

Sai che il contenitore non è l’unica soluzione per organizzare il sottoletto? No, non pensare a scatole da scarpe o cestini impilati sotto la rete.

Qui si fa sul serio: quando si parla di letti per bambino o bambina, impossibile non ricorrere a cassettoni, cassettini e scomparti dove nascondere tutto ciò che non si vuole tenere a vista (ottimo nascondiglio per i giocattoli). Si chiamano letti polifunzionali e, oltre ai preziosi cassetti, possono integrare ante e scrivanie estraibili.

Letto singolo a parete

Letto singolo a parete per cameretta Shin

Sfatiamo il mito: il letto singolo apribile a ribalta non è per forza un letto d’emergenza, né richiede sempre uno spazio di apertura esagerato. Può essere un ottimo letto da cameretta, anche salvaspazio, a condizione di scegliere il modello giusto e di completarlo con un sistema d’apertura brevettato e un materasso degno del sonno di una principessina.

Letto a scomparsa orizzontale Nikai

Spesso chiuso in un armadio, il letto a scomparsa orizzontale o verticale resta un must have delle camerette piccole, dove si apre e si chiude velocemente e in tutta sicurezza.

Letto singolo con letto estraibile

Letto singolo con letto estraibile da cameretta Lobby Basso

Il letto singolo scorrevole è un maestro di trasformismo: scompare ma non si chiude a parete, scorre ma non si ribalta. Ha sotto di sé un secondo letto estraibile (a volte anche un terzo), si sposta agevolemente tramite piccole ruote e, in men che non si dica, trasforma la cameretta singola in una doppia con lettini gemelli.

Il segreto salvaspazio sta tutto nella sua struttura sdoppiabile, che cela segretamente uno o più letti sovrapposti.

Letto singolo tappezzato

Letto singolo imbottito da cameretta Doll

C’è chi lo chiama imbottito, chi lo chiama tessile, poco importa. Il letto singolo in tessuto è il vero alleato di mamma e papà.

Piace perché è pratico (e non così delicato come la pelle), perché è super personalizzabile e perché non passa mai di moda. Basta abbinargli una parure e un plaid in tinta per completare un look da 10 e lode.

Letto singolo in effetto legno

Letto singolo in legno chiaro per cameretta Karta

Letto a effetto legno: o lo ami, o lo odi. Scelta coraggiosa per la cameretta, ha dalla sua tutto il fascino di questo materiale naturale. Caloroso alla vista, materico al tatto, evoca immediatamente ambienti nordici e interni accoglienti.

Il consiglio è di scegliere l’essenza che meglio rappresenta la personalità di chi ci dormirà. Un letto in legno bianco laccato o olmo chiaro può essere perfetto per una bimba, un letto in legno scuro, invece, più maschile e imponente, può integrarsi meglio nella camera di un ragazzo.

Letto singolo rosso

Letto singolo rosso da cameretta Less

La cameretta è, per antonomasia, l’ambiente domestico dove il colore trova la sua massima aspirazione. Entrare nella camera di un bambino significa esplorare un mondo super colorato, pieno di tinte vivaci e colori d’accento, in cui anche il letto dà il suo contributo.

Viola, arancione, nero, fucsia, azzurro o rosa, poco importa: puoi addirittura scegliere un letto da cameretta rosso, a patto di dosarne la quantità e di abbinarlo a bianco o tortora.

Letto singolo verde

Letto singolo con testiera verde Karta

Diamo un taglio agli stereotipi di genere: azzurro e rosa non sono colori da maschio e da femmina! Certo, le abitudini sono dure a morire e l’annuncio di un bebé sarà ancora assoggettato ad un fiocco colorato, ma nella cameretta è lecito sperimentare con colori unisex. E il verde è uno di questi.

Nessuno si sconvolgerà alla vista di un letto con testiera verde, magari declinato in color petrolio, muschio o menta, nella camera di una ragazzina.

Letto singolo blu

Letto singolo blu da cameretta Smart

Il blu è stato il colore protagonista del 2020, scelto dal Pantone Color Institute come colore dell’anno appena passato. Profondo ed elegante, è spesso relegato alle camere dei grandi, ma il suo potenziale è davvero immenso.

Indaco o cobalto, il blu diventa colore d’elezione per un letto sommier dal design geometrico piuttosto rigoroso.

Letto singolo giallo

Letto singolo giallo da cameretta Cale

Abbiamo detto letto blu, diciamo anche letto giallo. Non perché siano complementari, ma perché entrambi sono stati colori Pantone. In realtà il giallo lo è ancora, e lo sarà per tutto il 2021 rappresentato dalla sfumatura 13-0647 Illuminating.

Giallo è il colore del sole, e come tale diventa indiscusso protagonista di camerette piccole o poco illuminate a cui serve un tocco di luminosità.

Letto singolo a forma di divano

Letto singolo a forma di divano Hinge

Un po’ divano, un po’ letto, il singolo alla turca è un particolare tipo di imbottito che si pone a metà strada tra i due modelli. Può avere sponde laterali, che servono come protezioni per le pareti, spesso presenta una spalliera imbottita che serve da schienale e braccioli stretti che fungono da testiera e pediera.

Spopola nella cameretta dei bambini perché è un vero complemento 2-in-1 da usare sia di giorno che di notte.

Letto singolo rialzato

Letto singolo rialzato da cameretta Lobby Alto

Quelli a soppalco o a castello non sono gli unici letti sopraelevati. Rialzati sono anche i letti singoli su piedini, per non parlare di quelli scorrevoli, la cui struttura permette di usare contemporaneamente sia un letto alto che un singolo basso.

Letto singolo con testata

Letto singolo con testiera per cameretta Tex

Forse il modello più cercato, acquistato, amato. Di gran lunga la soluzione proposta più di frequente alle famiglie che intendono arredare la cameretta dei piccoli.

Di letti singoli con testiera ne esistono a dozzine: con testata imbottita, in legno, laccata, rivestita, decorata, intagliata, con contenitore, regolabile, abbinata a pediera…

Letto singolo senza testata

Letto singolo sommier per cameretta Less

Il singolo sommier sta facendo i suoi primi, timidi passi nell’universo delle camerette per bambini. Timidi, ma non incerti, perché il letto senza testiera dimostra lo stesso potenziale di quello che la testata ce l’ha.

Con un plus: diventa un vero e proprio letto salvaspazio se i centimetri a disposizione non sono poi così tanti.

Letto singolo minimal

Letto singolo minimal da cameretta Puzzle

Minimalista, essenziale, semplice: il letto per la camera di una ragazza lo immaginiamo così. Pulizia formale, design ridotto al mimimo e una versatilità senza paragoni permettono anche ad un letto semplicissimo di fare la sua parte nell’arredo della cameretta.

Letto singolo scandinavo

Letto singolo in stile scandinavo da cameretta Terry

Adepti della filosofia hygge, unitevi! La tendenza nordica arriva anche nella camera dei piccoli. La carta d’identità la conosciamo: colori pastello, tinte tenui, legno chiaro, fantasie geometriche e forme semplici è tutto ciò che serve per trovare il perfetto letto singolo in stile nordico.

Letto singolo con scrivania incorporata

Letto singolo con scrivania incorporata XL

Cameretta stretta e lunga? Approfittane! I volumi di una stanza rettangolare non sono necessariamente un fattore negativo. La soluzione consiste nell’assecondare lo spazio disponibile arredando la parete più lunga.

Sì, con tutta probabilità dovrai scegliere un letto singolo accostato al muro, ma potrai optare per un modello che integra una bella scrivania riducendo al minimo l’ingombro in larghezza.

Letto singolo con ruote

Letto singolo con ruote Arché

Ripetiamolo: la parola d’ordine della cameretta è praticità. E cosa c’è di più pratico di un letto singolo su rotelle, da spostare quando vuoi e come vuoi?

Che tu debba passare l’aspirapolvere il sabato mattina o voglia riassettare completamente l’assetto della stanza, sistemare il letto singolo in un altro angolo della camera non sarà più un problema.

Letto singolo con led

Letto singolo con led Lully


A caccia di un’idea davvero originale per la cameretta? Prova con un letto con illuminazione integrata. Una volta accesa, la particolare struttura semitrasparente sarà perfetta sia per i bimbi che hanno paura del buio, che per i bambini più grandi che amano viaggiare con la fantasia.

Da non perdere:

20 Gennaio 2021 / / Clever

Inutile negarlo: abbiamo un debole per le camerette colorate.

Per questo, alla notizia che i colori Pantone del 2021 sarebbero stati addirittura due, doppia è stata anche la nostra gioia.

Locandina ufficiale Pantone Colors of The Year 2021

Locandina ufficiale dei Pantone Colors of The Year

Ultimate Gray e Illuminating, grigio e giallo, sono le due sfumature scelte dal celebre Istituto per dare un messaggio di forza e positività per il futuro. Le parole di Leatrice Eiseman, del resto, sono inequivocabili:

Concreta e salda, ma allo stesso tempo calorosa e ottimistica, questa combinazione di colori ci trasmette un senso di resilienza e speranza. Abbiamo bisogno di sentirci incoraggiati e risollevati; è un qualcosa di essenziale per la mente umana.

Amati per l’eleganza e l’energia che trasmettono, da sempre grigio e giallo riscuotono un certo successo nell’universo dell’arredo e della decorazione. Trovano nel legno chiaro un degno alleato, si sposano perfettamente a tessuti in tinta unita e ammiccano a metalli laccati e particolari cromati.

Giallo e grigio sono diventati protagonisti indiscussi di moodboard moderne e di tendenza, spesso proposti nelle varianti color senape, curcuma, paglia, canarino, o ancora antracite, perla, piombo e fumo.

Moodboard colori di Clever

SCOPRI TUTTE LE MOODBOARD >

Ma come usare l’abbinamento top del 2021 nella cameretta dei bambini e in quella dei ragazzi? Lasciati ispirare dalle nostre idee!

10 camerette gialle e grigie che fanno tendenza

Cameretta da ragazzo grigia

Camera per ragazzo grigia e gialla Start T01

Una cameretta pensata per un ragazzo adolescente che fa della stanza il suo piccolo mondo. Predomina il grigio scuro, perfetto per un teenager di carattere, illuminato da tocchi di giallo che personalizzano il letto, la sedia, le mensole della cabina a vista.

Cameretta con parete gialla

Cameretta angolare in grigio e giallo Start T11

Anche il colore delle pareti contribuisce a determinare il mood della cameretta. Una tinta luminosa come il giallo rischiara una camera piccola o poco illuminata, dà energia ed è… unisex! Sarà apprezzata sia dai maschi che delle femmine, ancor di più se equilibrata da legno e grigio tortora.

Cameretta a ponte grigia

Cameretta con armadio grigio Start P19

Tutto, in questa camera, evoca un ambiente maschile. I colori freddi, il design geometrico, le linee rigorose. Eppure, il grigio antracite ha il potere di infondere una sensazione di eleganza e sobrietà che ben si addice ad un giovane uomo che, ogni tanto, ripensa a quando era bambino.

Cameretta moderna grigia

Cameretta moderna per ragazzo T12

Di super tendenza, moderna e quasi minimalista, questa cameretta grigia da bambino ha tutto ciò che serve per soddisfare le esigenze di un ragazzino in età scolare. Da non perdere: il letto una piazza e mezza, più confortevole di un singolo; la scrivania sospesa; il terminale-libreria che completa l’armadio.

Cameretta grigia per ragazza

Cameretta a ponte dal design moderno P27

Piccola ma completa, questa camera da ragazza punta su grigio e tortora per creare un ambiente raccolto ed intimo. I colori principali, adatti tanto ad un’adolescente che ad una giovane donna, si fondono in armonia con i complementi salvaspazio, che onorano tanto il design quanto la funzionalità.

Stanza grigia e gialla per due

Cameretta a ponte con due letti Start P20

Stanza condivisa tra fratello e sorella? Meglio stare… nel mezzo. Ricorrere a colori neutri come il giallo e il grigio evita di scadere in inutli stereotipi di genere. Da notare la maniglia dell’armadio, che richiama la tinta della scrivania, della mensola e dei cassetti. Quando si dice: i dettagli fanno la differenza.

Cameretta nordica gialla e grigia

Cameretta a ponte per stanza piccola Start P22

Il design nordico professa il suo credo: colori pastello, legno, semplicità e funzionalità. Un bel mix di elementi, che si concretizzano in una cameretta in stile scandinavo dove predominano essenze chiare e sfumature tenui. Ammessi i colori d’accento (guarda caso, il giallo) ma per piccoli e sapienti tocchi.

Cameretta grigio perla

Cameretta per ragazzi grigia Start T02

Lo sapevi che la scala RAL conta più di 30 sfumature di grigio? Motivo in più per sperimentare tonalità di nicchia come il platino, il fumo, l’ardesia o il perla. Anche l’effetto cemento non passa di moda, anzi: la tendenza lo vede affermarsi sempre di più in camere per ragazzi e ragazze di tutte le età.

Armadi, letti e scrivanie per arredare in grigio e giallo

Armadio a ponte grigio

Armadio a ponte grigio con libreria Start

Start, l’armadio a ponte componibile che si adatta a tutte le esigenze di spazio, in camerette grandi o piccole.

Armadio grigio cemento

Armadio ad ante battenti grigio Lateral

Lateral, l’armadio con maniglia a profilo che cela un segreto: un terminale libreria salvaspazio.

Cabina a cremagliera gialla, grigia e legno

Cabina armadio a cremagliera con mensole gialle Naked

Naked, la cabina armadio a parete essenziale nel design ma non nella forma. Da personalizzare con pensili e cassetti.

Comodino giallo laccato

Comodino giallo per cameretta Box

Box, il comodino compatto da 45 cm che non teme le mini camerette o la mancanza di spazio.

Tavolino rotondo giallo

Comodino-tavolino giallo e legno Tripode

Tripode, il tavolino con piano rotondo che diventa comodino. Ispirato allo stile nordico.

Tavolino grigio con tre gambe

Comodino-tavolino grigio chiaro Tripode

Ancora Tripode, ma in una veste diversa: il piano è grigio, i tre piedi in legno massello.

Letto laccato giallo

Letto per ragazzo giallo Cale

Cale, il letto su piedini alti trasformista. Esiste in 4 dimensioni, 13 modelli, +100 colori.

Letto contenitore grigio

Letto singolo con contenitore grigio Quadro

Quadro, il letto imbottito con contenitore e cuciture colorate. Bello da vedere, pratico da usare.

Libreria gialla con scrivania

Libreria gialla con scrivania integrata Gate

Gate, la >libreria modulare sospesa pensata per la zona studio. Può integrare un pratico scrittoio.

Libreria destrutturata in metallo giallo

Libreria moderna colorata per cameretta Hon

Hon, la >libreria in alluminio e legno dal design originale. Arriva a 7 ripiani per contenere proprio tutto.

Mensola lineare gialla

Mensola colorata gialla per cameretta Start

Start, una >semplice mensola lineare personalizzabile per colori e dimensioni. Configurabile fino a 300 cm.

Mensola gialla in stile industriale

Mensola-scaffale in metallo giallo Kios

Kios, la >mensola-scaffale che diventa micro libreria sospesa. Dall’indiscusso stile industrial chic.

Mensola gialla modulare con reggilibri

Mensole porta-libri modulari gialle e grigie Cross

Cross, la mensola per libri con pannello posteriore che sembra un labirinto. Modulare, adatta a creare infinite composizioni.

Pensile contenitore grigio (e cubo giallo)

Pensile contenitore giallo per cameretta Box

Box e Case, il pensile contenitore e il cubo sospeso aperto che si prestano a tutte le combinazioni possibili.

Scrivania grigia sospesa a parete

Scrittoio grigio sospeso a parete Start 03

Start, lo scrittoio sospeso a parete che rivoluziona la zona studio. Non ha piedi né gambe, ma uno schienale proteggi-muro.

Scrivania in legno con gambe gialle

Scrivania con 1 cassetto giallo Slitta 07

Slitta, la scrivania con gambe metalliche e un cassetto sottopiano per avere penne, matite e fogli sempre a portata di mano.

Scrivania con cassetti gialli

Scrivania per cameretta con cassettiera Wood Bridge

Wood Bridge, la scrivania con cassetti e gambe a cavalletto nata per integrarsi ad armadi e librerie. Da usare anche da sola.

Scrivania gialla con libreria sotto

Scrivania colorata in laccato giallo Quadro

Quadro, la scrivania colorata con gambe a sezione quadrata. Esiste anche in appoggio al muro.

Sedia gialla da scrivania

Sedia da scrivania con rotelle Coral Ruote

Coral ruote, la sedia da scrivania con rotelle che si sposta dove vuoi, quando vuoi. Perfetta nell’angolo studio.

Leggi anche:

7 Dicembre 2020 / / Clever

Con il nuovo anno ormai alle porte, impossibile non pensare alle tendenze d’arredo 2021 previste per la camera dei ragazzi. Quali saranno i colori moda? Quali le novità del settore?

Cosa troverai nell’articolo:

Novità camerette 2021

Speciale camera dei ragazzi: finiture e colori per un 2021 al top

Giallo, rosso e arancione per camerette alla moda

Lo dice Leatrice Eiseman in persona: la palette dell’Autunno/Inverno 2021 è un’esplosione di vitalità e creatività, dove ogni sfumatura sottolinea il desiderio di affermarsi e di esprimere la propria personalità.

E come dar torto all’Executive Director del Pantone Color Institute?

Dopo mesi difficili, fatti di incertezza e insicurezze, il colore torna ad essere la forza vitale che cambia il quotidiano, lo illumina e lo energizza. Tanto possono fare sfumature di rosso, arancione e giallo senape, mai così attese e accolte con allegria.

È un trend nuovo per la cameretta dei bambini, che vede soppiantati i classici azzurro e rosa a favore di tinte sature e corpose come il verde petrolio o il blu cobalto.

A detta degli esperti i colori pastello non spariranno, ma lasceranno ampio spazio a sfumature inedite con cui personalizzare complementi, accessori e piccoli arredi come mensole, pensili e testiere del letto.

Si procede dunque con cautela, per tocchi misurati ma forti abbastanza da rinnovare completamente l’aspetto della stanza.

Colori del 2021 per le camerette

Camerette e legno in tutte le sue varianti

Naturale, caloroso, senza tempo. Il legno è uno dei grandi classici dell’arredamento e lo resterà per tutto il 2021.

Diversamente da quello che si potrebbe pensare, le essenze lignee sono largamente impiegate nella camera di bambini e bambine di tutte le età, da quelli più piccoli ai ragazzini preadolescenti.

La tendenza nordica premia il legno chiaro, di cui il rovere è simbolo ed emblema. Vuoi per il suo aspetto molto scandinavo, vuoi per la sua versatilità, questa essenza non mancherà nei cataloghi o nelle palette di produttori e interior designer specializzati in arredamento per cameretta.

Che il legno chiaro fosse uno dei materiali più amati è cosa nota, ma anche quello scuro si difende bene.

Vera rivoluzione del 2021, lo immaginiamo in eleganti camere da ragazzo, abbinato a colori maschili come l’antracite o il blu notte, rischiarato da punte di giallo e dettagli metallici.

Camerette con mobili in legno chiaro e scuro

Abbinamenti inediti per le camerette del 2021

Stoffa ed effetto cemento: un abbraccio di opposti che si attraggono magneticamente. Il 2021 sarà l’anno di nuovi abbinamenti di colori e materiali, per alcuni azzardati, ma mai scontati.

Anche nelle camere dei bambini sarà la volta degli effetti materici, guidati da finiture effetto cemento che replicano l’aspetto della materia grezza per dare alla stanza un tocco industrial senza precedenti.

I tessuti si mostreranno in tutto il loro splendore. Micro fantasie, pattern raffinati e stampe geometriche rivestiranno letti, divani e trasformabili addolcendone i profili.

Quanto ai colori, invece, gli accostamenti torneranno ad essere… pop!

Scoppiettanti ma fluidi, si uniranno in trittici inusuali (perché, come insegnano gli stilisti, mai abbinare più di tre colori!), proprio come quelli composti da giallo-perla-antracite, rosa antico-magenta-beige, petrolio-tortora-bianco.

Esempi di moodboard moderne per la camera dei ragazzi

SCOPRI LE ALTRE MOODBOARD DI CLEVER > > >

Camerette piccole e spazio ottimizzato al 100%

Addio scrivania, benvenute pareti attrezzate da cameretta

Muri attrezzati con mensole e scrittoi sono stati la grande tendenza del 2020, e con tutta probabilità replicheranno il primato con l’anno a venire.

Cambia la routine scolastica, si studia a casa, si viene interrogati a distanza. Di conseguenza si trasforma l’area compiti, che da zona studio diventa spazio multifunzionale arredato come un piccolo ufficio casalingo.

Composizioni destrutturate danno vita a vere e proprie pareti attrezzate per cameretta, dove gli elementi sono personalizzati per dimensione, accessori e disposizione nello spazio.

Il classico connubio scrivania e sedia è completamente reinventato. I compiti, ora, si fanno su scrittoi sospesi, a scomparsa, in appoggio su cassetti o integrati nella libreria.

Perché la zona compiti diventa il luogo in cui gli hobby, la creatività e i passatempi trovano la loro libertà di espressione.

Alternative alla scrivania da cameretta

Letti richiudibili e mobili trasformabili per ragazzi dinamici

Il 2021 è più di altri l’anno in cui la funzionalità giocherà un ruolo di primaria importanza, soprattutto nella cameretta.

In questo ambiente lo spazio diventa vitale, perché contribuisce alla crescita fisica e psicologica dei più piccoli – che nella stanza giocano, esplorano, imparano, dormono.

Ed è proprio al dormire che viene dedicata un’attenzione speciale, puntando il riflettore su letti a scomparsa capaci di offrire il massimo della comodità nel minimo ingombro.

Singoli o piazza e mezza sono i letti che si richiudono nel muro (quelli nascosti dentro un armadio, per intenderci). Doppi o tripli sono quelli a scomparsa, che prevedono l’apertura per scorrimento di due o tre materassi sovrapposti.

Noi li immaginiamo in una stanza condivisa, in una mini stanza, in una cameretta piccola o nella casa al mare. E voi?

Letti a scomparsa o estraibili per cameretta

L’attenzione per i dettagli nella stanza dei bambini

Meccanismi di apertura sicuri e brevettati

Design sì, ma non senza sicurezza.

Lo abbiamo appena detto ma lo ripetiamo volentieri: il 2021 sarà l’anno degli arredi trasformabili, rappresentati dai letti a scomparsa.

Se si parla di mobili multifunzione per cameretta, però, un fattore è d’obbligo: la sicurezza.

Protezioni imbottite per i letti a castello, spalliere morbide da fissare al muro, guide ammortizzate e cassetti a chiusura rallentata sono solo alcuni degli accessori che non possono né devono mancare nella camera dei ragazzi.

A questi si aggiungono meccanismi di apertura e chiusura brevettati, oltre a sistemi di blocco sicuri e certificati che impediscono la caduta accidentale delle reti, prevengono lo schiacciamento delle dita e permettono di fermare il letto in qualsiasi posizione intermedia.

Meccanismi di apertura e protezione per la cameretta dei bambini

Materiali ecosostenibili e attenzione per l’ambiente

Ultimo ma non meno importante: il rispetto dell’ambiente.

Il mondo in cui viviamo ci suggerisce che è tempo di agire prima che sia troppo tardi. È tempo di fare scelte consapevoli, anche in materia di arredamento, soprattutto se destinato ai bambini.

Il 2021 promuoverà ancora di più l’approccio eco-friendly, che prevede l’utilizzo di materiali ecosostenibili, riciclati e recuperati, rispettosi dei requisiti internazionali e completamente atossici.

Atossiche saranno anche le laccature, rappresentate dalle vernici ad acqua che i marchi più rinomati e attenti già adottano.

L’attenzione per l’ecosistema andrà di pari passo con un design sempre più esclusivo, curato nei minimi dettagli, pensato per i piccoli di oggi che saranno i grandi di domani.

Da non perdere: gli articoli più letti del 2020

6 Novembre 2020 / / Clever

S.O.S. adolescenti e dove farli dormire. Non più bambini e non ancora adulti, ragazzi e ragazze in età adolescenziale cambiano routine, stile di vita ed esigenze, tra cui quella del dormire.

Il legame intrinseco e indissolubile tra sonno e crescita è cosa ormai nota. Il buon riposo è infatti considerato un fattore determinante nel corretto sviluppo psico-fisico di fanciulle e fanciulle tra i 13 e i 18 anni.

Ma quanti sono i teen che, vuoi per abitudini sbagliate, vuoi per un letto inadatto, vedono minato il loro sonno ristoratore?

Sulle abitudini possiamo farci poco, ma per quanto riguarda il letto… c’è una soluzione.

Abbiamo realizzato una piccola guida alla scelta di un letto piazza e mezza per una ragazza o un ragazzo con misure, dimensioni e immagini di modelli che, combinando funzionalità e tendenze, spopolano nelle stanze dei più giovani.

Esempi di letto piazza e mezza per ragazzi o ragazze

Quanto misura un letto da una piazza e mezza?

Quasi tutti i letti una piazza e mezzo misurano 120 cm circa, dimensione che si inserisce a metà strada tra il modello singolo e il matrimoniale francese.

A differenza dei francesi, però, i piazza e ½ variano in grandezza: sono a tutti gli effetti dei letti singoli grandi, più ampi dello standard, ma non abbastanza larghi da essere considerati doppi.

Riassumendo in breve:

  • i letti alla francese misurano 140 cm, sono letti matrimoniali e possono ospitare due persone
  • i letti 1 piazza e mezzo sono più piccoli dei francesi, più larghi di un singolo e sono adatti per accogliere solo una persona

Fatta questa doverosa premessa sappiamo ora che, per essere insignito di quella mezza piazza in più, un letto dovrebbe misurare non meno di 110 cm di larghezza.

Diversa è la questione della lunghezza, che a seconda della casa produttrice può variare di qualche centimetro. Lo standard è riconosciuto ai letti da 120×200 cm o nei modelli da 120×190, da alcuni considerati come la variante small del classico letto da una piazza e mezza.

Letti per la camera dei ragazzi: tutti i vantaggi del 120 cm

Trovare il letto migliore per la camera dei ragazzi è una faccenda delicata.

Se il design influisce sulla scelta, l’idea di benessere è il vero elemento che fa leva sulla mente dei genitori. E ne hanno tutte le ragioni: il benessere dei loro figli rimane la priorità assoluta.

In questo contesto si inseriscono i letti una piazza e mezza, che molti considerano indicati per il riposo di bambini e adolescenti.

Tra le ragioni più comprensibili c’è la comodità: l’ampia rete letto garantisce una libertà di movimento nettamente maggiore rispetto ad un lettino singolo. E non solo ai ragazzi più grandi.

Sono tanti, tantissimi i genitori che, compiendo una scelta lungimirante, scelgono di far dormire bimbi e bimbe in un letto piazza e mezzo.

Modelli di letto piazza e mezza

Del resto, i figli non rimangono piccoli per sempre e predisporre un letto a misura di esigenze future è una mossa che dispenserà dall’esigenza di cambiare letto con una certa frequenza.

A questi motivi se ne aggiunge uno di natura economica. Il grande successo dei letti una piazza e mezza ne ha stimolato la produzione, a vantaggio di una gamma variegata e di un costo di poco superiore ad un letto singolo.

Se poi consideriamo che la biancheria è facilmente reperibile, l’unica ragione per rinunciarvi resta l’eventuale mancanza di spazio nella cameretta.

Camerette con letti a 1 piazza e mezza: tutti i modelli

Imbottito, in legno, su ruote,… purché moderno. I letti con materasso a una piazza e mezza sono davvero numerosi e, con accessori, stili e design diversi, riescono ad accontentare anche i gusti più difficili.

Ma cosa dicono le tendenze in materia di letti da ragazzi ? E quali sono i modelli più apprezzati?

Letto piazza e mezza per ragazzo

Letto piazza e mezza per ragazzo

Che sia un sognatore o abbia un’anima avventuriera, lo spirito di un adolescente passa anche dallo stile del suo letto.

I piazza e mezza pensati per i ragazzi maschi sono moderni, al passo coi tempi e ostentano un look essenziale ma curato nei minimi dettagli.

Se i colori più in voga spaziano dai classici blu e grigio, passando per i solari arancioni e i saturi verdi, sono i materiali a sorprendere con geniali abbinamenti di texture e rese estetiche: melaminici e sfumature laccate, metalli verniciati e finiture materiche, essenze di legno e rivestimenti naturali.

Letto piazza e 1/2 per ragazza

Letto piazza e mezza per ragazza

L’identikit del perfetto letto da ragazza ad una piazza e mezza prevede, da manuale, toni pastello, linee morbide e forme arrotondate.

Abbandonati rosa, viola, lilla, indaco, grigio perla, tortora e bianco, le giovani donne di oggi rivendicano la libertà di personalizzare il proprio piano di riposo con sfumature neutre o addirittura maschili. Spazio dunque a verde petrolio, blu cobalto, porpora, melanzana, antracite.

Ma se l’estetica è un punto fermo, la funzionalità non può mancare: fasce, fiocchi e bottoncini decorativi non sono nulla senza un box contenitore da riempire con i propri tesori.

Letto piazza e mezza con contenitore o cassetti

Letto piazza e mezza con cassetti per ragazzi

I letti con contenitore sono dei veri campioni di centimetri risparmiati, perché sfruttano le dimensioni della rete per organizzare un pratico vano portaoggetti dove nascondere coperte, plaid, guanciali, attrezzatura sportiva e, perché no, peluches e giocattoli.

Che siano due cassettoni o un box, la differenza la fa il meccanismo di apertura: verso l’alto per il contenitore, a scorrimento laterale per i cassetti, motivo per cui diventa indispensabile calcolare lo spazio utile ai lati del letto.

Letto ad una piazza e mezza imbottito

Letto piazza e mezza imbottito per ragazzi

Classico dei classici, il lettino con testiera è un evergreen che non passa mai di moda, nemmeno nel modello piazza e mezza.

Imbottito completamente o solo in parte, il letto tessile gode di una certa popolarità nella camera delle ragazze, attente nel personalizzare ogni dettaglio del loro piccolo mondo casalingo.

Lo stesso vale per i letti piazza e mezza con testiera imbottita, che rivestita in tessuto, pelle, velluto o similpelle diventa protagonista indiscussa della zona notte.

Se i colori pastello come rosa, lilla e violetto sono i preferiti delle bimbe, la tendenza ci suggerisce che il 2021 sarà l’anno dei colori saturi come l’arancione, il rosso, il cobalto e il giallo.

Letto piazza e mezzo con testiera, spalliera o sponda laterale

Letto piazza e mezza con testiera per ragazzi

Se quello imbottito è il principe delle camere per ragazze, il letto piazza e mezza con testiera è il re delle camerette per bambini.

Lo si evince dal fatto che la testata, come spesso viene chiamata la spalliera posta sul lato corto del letto, non funge solo da elemento decorativo. La sua funzione primaria è la protezione sia dei piccoli dormienti (addio testate nel sonno!) che della parete su cui poggia il letto.

Sei i bimbi sono davvero piccoli, meglio valutare anche un letto con sponda laterale. Il principio rimane quello della testiera, con il vantaggio che il piazza e mezza disporrà di due protezioni imbottite, una sul lato corto e l’altra sul lato lungo.

Piazza e mezza senza testiera o Sommier

Letto piazza e mezza sommier per ragazzi

Poco spazio ma nessuna voglia di rinunciare ad un materasso da 120 cm? Il compromesso viene dai letti sommier, modelli senza testiera che permettono di risparmiare preziosi centimetri in profondità.

I sommier piazza e mezza trovano il loro posto d’elezione nelle camere dei ragazzi più grandi, tra i 15 e i 18 anni, spesso accompagnati da eleganti composizioni decorative realizzate con pannelli di boiserie imbottita o in legno.

Letto 1 piazza e mezza in rovere

Letto piazza e mezza in rovere per ragazzi

E proprio di legno si parla nel caso dei letti piazza e mezza in rovere. Delicato, sempre attuale e adatto a qualsiasi stile, il legno di rovere affascina per il colore chiaro e le venature naturali che strizzano l’occhio all’eterna tendenza scandinava.

La sua versatilità permette di inserirlo sia nelle camere delle bambine, soprattutto se associato al bianco o al lilla, che nelle stanze delle ragazze più grandi, dove è lecito osare con abbinamenti inediti.

Piazza e mezza con ruote

Letto piazza e mezza su ruote per ragazzi

Una speciale categoria è rappresentata dai letti piazza e mezza su ruote. A livello strutturale differiscono dagli alter ego fissi solamente per la presenza di due rotelle, che tuttavia rendono lo spostamento del letto semplice e rapido.

Un letto piazza e mezza così particolare mette d’accordo tutta la famiglia. Piace perché agevola la pulizia del pavimento sotto il letto, perché può essere facilmente trasportato da una stanza all’altra e perché, in base al suo posizionamento, finisce per dare nuova linfa all’assetto della cameretta.

Letto a scomparsa da una piazza e mezza

Letto piazza e mezza per ragazzi a scomparsa

Ultimo in ordine di apparizione ma non di importanza: il letto piazza e mezza a scomparsa verticale è un’autentica rivoluzione.

Salvaspazio per eccellenza, a fronte dei suoi 120 cm di larghezza riesce a nascondere rete e materasso in pochi secondi e senza sforzo, magia degna di un prestigiatore.

Questo letto richiudibile trova posto in camere piccole o mini, nella stanza degli ospiti o in un monolocale che non vuole rinunciare né al comfort né alla funzionalità.

Per non parlare del fatto che, grazie ai meccanismi di apertura e chiusura sempre più avanzati, sicuri e certificati, può essere inserito senza problemi nella stanza dei ragazzi.

SCOPRI TUTTI I LETTI PIAZZA E ½

Curiosità sul letto piazza e mezza

Lo sapevi che…

  • oltre ai classici letti a terra, esistono piazze e mezza a soppalco, a castello o scorrevoli, che sotto alla rete nascondono un secondo letto estraibile
  • il letto da 120×190 cm è chiamato anche letto da prete
  • in inglese, il letto ad una piazza e mezza è definito large single bed

Leggi anche:

14 Ottobre 2020 / / Clever

Giocattoli di qua, peluches di là, Lego e libri ovunque… e la camera dei bambini è sempre un campo di battaglia.

Ma è giunto il momento di invertire la rotta e, con piccoli accorgimenti, far diventare la sistemazione della cameretta un autentico gioco da ragazzi.

Riordinare la cameretta: 5 azioni da mettere subito in campo

C’è chi improvvisa in maniera creativa, chi segue un metodo molto rigoroso e chi stila un vero e proprio decalogo di regole per la cameretta.

L’approccio alla questione può essere diverso, certo, ma condivisa è la soluzione: insegnare ai più piccoli a riordinare in autonomia la propria stanzetta.

Se l’età influisce enormemente sulla buona riuscita dell’impresa, l’arredamento non è da meno.

Gli arredi giocano un ruolo chiave nell’organizzazione della cameretta, al punto che scegliere mobili salvaspazio, contenitori intelligenti o letti multifunzione può contribuire positivamente alla risoluzione del problema.

Tutto inizia da questi 5 semplici consigli:

Tenere in ordine i giochi

Quali sono gli oggetti più numerosi nella stanza di un bambino che va alle elementari? Senza dubbio, i giocattoli.

Voluminosi o piccolissimi, da assemblare o da costruire, macchinine, mostriciattoli e bamboline sono i veri compagni di avventura di bimbi e bimbe in tenera età.

Al di là dell’aspetto educativo, però, i giocattoli creano non poche seccature dal punto di vista dell’ordine. Perciò la domanda sorge spontanea: dove è meglio riporli quando non vengono usati?

Passino i grandi contenitori colorati, le scatole in feltro e i classici cesti portagiochi. Ma, a ben guardare, anche loro creano un certo ingombro e restano sempre a vista, no?

La rivoluzione viene dai letti con cassetti, uno degli arredi più quotati quando si tratta di fare ordine nella stanza dei bambini.

Il motivo del loro successo è intuibile: alla stregua di quelli con box, i letti a cassettoni prevedono un utile spazio contenitivo dove sistemare gli accessori più disparati.

Dagli abiti ai libri, dalle coperte all’attrezzatura sportiva, tutto trova spazio nei capienti cassetti scorrevoli. Giocattoli compresi!

Tanto la profondità quando l’altezza dei cestoni sono sufficienti per sistemare macchinine, bambole, scatole di puzzle, set per costruzioni e chi più ne ha, più ne metta.

Due modelli di letto con cassetti

Ordinare i peluche

Morbidi, colorati e accoglienti, i pupazzi sono da sempre i compagni di gioco dei più piccoli, che fin dalla culla condividono il loro piccolo mondo con animali di pezza e soffici bambolotti.

Proprio come per i giocattoli, regola vuole che anche ai peluche sia destinato un luogo speciale all’interno della cameretta.

Se alcuni genitori si ingegnano con originali soluzioni fai-da-te (in primis, cesti portabiancheria trasformati in porta pupazzi), sono ancora tanti, tantissimi i letti che scompaiono sotto tonnellate di peluche, e questo a scapito di un piano di riposo che dovrebbe rimanere sempre libero.

In linea generale, è sempre meglio prevedere un contenitore dove riporre il maggior numero di pupazzi. In questo modo non solo sarà più semplice rassettare la cameretta, ma sarà più facile proteggere i pupazzi dalla polvere.

Ma se la quantità di peluche è limitata, perché non pensare di esporli ordinatamente dentro uno scaffale o su qualche mensola lineare?

L’idea è di sfruttare a proprio vantaggio un mobile evergreen come un modulo libreria laterale destinando i ripiani più bassi all’uso esclusivo dei piccoli di casa.

Così, i bambini potranno scegliere in libertà i loro pupazzi preferiti e, in maniera altrettanto autonoma, imparare a rimetterli a posto dopo il momento di gioco.

Due modelli di libreria laterale integrata all'armadio

Sistemare i libri

E dopo i giocattoli… arrivano i libri! Da quelli con le prime parole alle collane di letteratura per bambine, tutte le camere dei ragazzi sono costellate di volumi e piccoli tomi.

Il primo consiglio per tenere in ordine i libri è scegliere un criterio con cui sistemarli sulla libreria.

Coinvolgi i bambini chiedendo loro quali sono i volumi che leggono con maggior frequenza, quelli che adorano sfogliare nei momenti di svago o le favole della buonanotte che amano ascoltare prima di addormentarsi.

Lascia che le loro opere preferite occupino uno spazio facilmente raggiungibile e riponi gli altri volumi di conseguenza. La sistemazione può seguire un ordine alfabetico, cromatico, per collezione o argomento.

Determina tu la regola da seguire ma non dimenticare di usare qualche reggilibro per evitare la caduta accidentale dei volumi o il loro rovesciamento sul ripiano.

Il secondo consiglio è di scegliere la libreria più adatta alla quantità di libri e allo spazio libero nella cameretta. Ne esistono decine e decine di modelli, uno più bello dell’altro, alcuni anche salvaspazio e poco ingombranti.

Per esempio, se la stanza non è molto grande potresti considerare una libreria da cameretta alta e stretta, dalle linee morbide e dai colori tenui.

Ricorda che, minore è la superficie della stanza dei bambini, maggiore sarà il livello di ordine richiesto per rendere l’ambiente piacevole e funzionale.

Due modelli di libreria di design per la cameretta

Tanti libri e nessuno spazio per una libreria? Ricorda che esistono le mensole.

Meno pratici di uno scaffale, forse, i ripiani lineari hanno il vantaggio di non occupare il pavimento e sfruttare porzioni di parete rimaste vuote. Tuttavia, bisogna trovare loro la posizione migliore per renderli sicuri e accessibili.

Tra i modelli migliori non mancano le mensole con schienale, il cui pannello posteriore protegge il muro da segni e polvere.

Quattro modelli di mensola con pannello posteriore

Consigli di lettura: Dove posizionare le mensole in cameretta?

Organizzare i vestiti

Vestiti e cameretta: un connubio vincente o una tragedia annunciata? Tutto sta nel riuscire a tenere in ordine gli abiti dei bambini con l’aiuto di mobili capienti ma ben organizzati.

L’immancabile: l’armadio.

Ammettiamolo, immaginare la camera dei bambini senza l’armadio è piuttosto difficile. Pur piccoli che siano, anche i bimbi hanno diritto ad un guardaroba esclusivo dove sistemare giacchette, gonnelline, jeans e altri piccoli indumenti.

Organizzare l’armadio dei bambini diventa perciò di vitale importanza per l’ordine globale della cameretta. Ma armadio o cabina che siano, sono sufficienti per riordinare proprio tutti i vestiti?

La risposta è: dipende.

Dipende dall’età dei bambini, dalle loro abitudini o dalla condivisione o meno della stanza (due sorelline = un armadio grande o due armadi piccoli?) e, come sempre, dalla superficie libera nella cameretta.

Ma la soluzione c’è e si chiama cassettiera.

Forse sottovalutata, la cassettiera è tornata con gran forza ad occupare la camera dei ragazzi. Vuoi per il numero di cassetti di cui dispone, vuoi per la versatilità che offre, la sua funzionalità è massima.

Il settimino si trasforma nel mobile perfetto per la biancheria intima, le magliette, i maglioncini, perfino per contenere ordinatamente guanti, sciarpe, berretti o costumi da bagno.

E non è tutto. Anche in questo caso, se lo spazio scarseggia puoi sempre prevedere l’uso di mobili 2 in 1. Qualche esempio? Con un set cassettiera e appendiabiti, o ancora con una cassettiera con scrivania a scomparsa integrata, l’ottimizzazione dei centimetri è assicurata.

Due modelli di cassettiera originale per la cameretta

Consigli di lettura: Come organizzare l’armadio dei bambini?

Mettere a posto il materiale scolastico

Ragazzini delle scuole medie? Bambini delle elementari? Se anche tuo figlio è in età scolare, allora sei nel posto giusto.

Con tutta probabilità avrai allestito il miglior angolo studio, scegliendo con cura una scrivania adatta per fare i compiti e una comoda sedia ergonomica.

Ma con altrettanta probabilità qualcosa è andato storto e ora la camera è invasa da matite, penne, pennarelli, fogli, libri di scuola, astucci e quaderni.

In breve, urge trovare una soluzione per sistemare e tenere in ordine tutto il materiale scolastico.

Innanzitutto, fai in modo che l’angolo compiti non assomigli ad un piccolo studio casalingo, bensì ad un luogo dove studiare e imparare diventa un’esperienza piacevole. E, soprattutto, dove tutto è al suo posto.

Considera la possibilità di abbinare alla scrivania mensole o librerie dove sistemare tutto il necessario per la scuola. Puoi organizzare i quaderni di scuola su un solo ripiano, magari accanto alla cancelleria o ad altro materiale scolastico.

Infatti, durante i compiti, per i bambini è difficile mantenere la concentrazione o restare focalizzati sugli esercizi. Se previeni il problema alla radice, magari scegliendo una scrivania con libreria integrata o viceversa, eviterai che vagabondino per la stanza alla ricerca della gomma o di una matita colorata.

Due modelli di scrivania con libreria integrata

Consigli di lettura: Dove posizionare la scrivania nella cameretta?

Leggi anche:

>