27 Giugno 2020 / / Clever

Piccole, lunghe e strette. Oppure grandi, spaziose e ampie. Di camere per ragazzi ce ne sono davvero un’infinità. Ma c’è una categoria di stanze che merita un’attenzione davvero particolare: le camerette angolari.

Sono speciali, sì, perché sfruttando l’angolo tra due pareti permettono di risparmiare tanto spazio e lasciare libero il centro della camera.

Sono anche funzionali, certo, perché completate con armadi, guardaroba, letti e scrivanie hanno tutto quello che serve per arredare un ambiente da vivere sia di giorno che di notte, anche quando i fratellini sono due o più.

Qualche idea? Lasciati ispirare dalle nostre soluzioni.

Camerette angolari: dove dormire?

Cameretta a ponte angolare

Le camere a ponte sono già campionesse di salvaspazio, se poi sono anche angolari… la convenienza è doppia!

Cameretta a ponte ad angolo P23

Cameretta a ponte con angolo P23

Piantina della cameretta a ponte angolare P23

Per eccellenza, sono le alleate delle stanze piccole, quelle dove è preferibile occupare spazio in altezza piuttosto che in larghezza.

Con i loro moduli a ponte, riescono a sopperire alla mancanza di un armadio lineare, che nelle camerette mini risulta difficile da collocare.

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Cameretta per bambini con ponte angolare P25

Piantina di cameretta a ponte con armadio angolare P25

La vera particolarità, però, è la posizione del letto: inserito in una nicchia sottoponte, parallelo al muro, riduce al massimo la superficie occupata in profondità, liberando il centro stanza.

Camera dei ragazzi con ponte angolare P27

Camera per ragazzi con ponte angolare P27

Piantina di camera per ragazzi con ponte angolare P27

Cameretta con soppalco ad angolo

Lontane parenti delle stanze a ponte, le camerette con soppalco ne condividono la missione salvaspazio.

Proprio come i ponti, prediligono l’altezza alla larghezza, occupando la parete in senso verticale. Lo stesso accade anche con i soppalchi angolari, sviluppati su due muri al posto di uno.

Cameretta a soppalco con angolo S30

Cameretta a soppalco con angolo S30

Piantina di cameretta con soppalco e armadio angolari S30

A seconda dei modelli, le camerette possono avere soppalco singolo o doppio, a sua volta declinato nelle versioni con due letti sopra oppure un letto sopra e uno sotto, con piani di riposo ad L oppure paralleli.

Camera per ragazzi con soppalco ad angolo S31

Camera per ragazzi ad angolo soppalcata S31

Piantina per camera dei ragazzi ad angolo soppalcata S31

Varianti a parte, una cosa è certa: negli ultimi anni, questo tipo di configurazione ha davvero spopolato nelle camerette condivise tra fratelli e sorelle.

Cameretta con 2 letti ad angolo

Chiamati anche ad L, i letti angolari sono il mantra delle camerette doppie in cui lo spazio è poco.

Quando ogni centimetro è indispensabile, sfruttare un angolo per muoversi liberamente nella stanza e ricavare altre zone funzionali (uno fra tutti, l’angolo gioco o lettura) diventa la soluzione migliore per organizzare un ambiente a prova di bambini.

Cameretta con due letti ad angolo P20

Cameretta con due letti ad angolo P20

Piantina di cameretta angolare con 2 letti P20

Per portare l’ottimizzazione degli spazi al livello successivo, alcuni lettini da terra condividono addirittura lo stesso comodino, sistemato (guarda caso!) proprio nell’angolo.

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Cameretta angolare con 2 letti a elle P26

Piantina di camera per bambini con letti ad angolo P26

Ma perché chiamarli “letti ad elle”? Per lo speciale posizionamento dei materassi, sistemati in direzione perpendicolare su due muri vicini.

Un’ottima soluzione da adottare anche per due gemelli, che avendo la stessa età potrebbero avere le medesime esigenze quanto a mobili.

Cabine e armadi ad angolo per camerette organizzate

Cameretta con armadio angolare

Se il dormire è il primo dei bisogni appagati in una cameretta, il vestirsi arriva subito dopo. Uno dei problemi maggiori riscontrati da chi non possiede una camera grande, è proprio il non sapere dove sistemare il guardaroba.

Perché, ammettiamolo, la tenera età dei bambini non basta a giustificare la presenza di un armadio piccolo, vero? Tra i cambi estivi, quelli invernali, i vestiti dell’asilo e le tute del calcetto, la quantità di abiti necessari a bimbi e ragazzi è notevole (e non
abbiamo parlato di adolescenti…).

Cameretta con armadio e ponte ad angolo T11

Cameretta con armadio a ponte ad angolo T11

Piantina di cameretta con ponte e armadio ad angolo T11

Come fare, dunque? Ancora una volta, si agisce d’astuzia optando per un bell’armadio angolare. E l’interrogativo sorge spontaneo: meglio battente o scorrevole?

Se lo spazio in profondità lo consente, sarebbe ideale scegliere un armadio da cameretta con ante battenti. Più pratico di quelli scorrevoli, permetterà anche ai bambini più piccoli di aprire le porte e accedere al contenuto in totale autonomia e senza sforzo.

Cameretta con angolo cabina

Stesso discorso vale per le cabine armadio, con la differenza che i modelli angolari sono il vero must have delle camerette moderne.

Che tua figlia sia una stilista in erba o meno, le cabine angolari hanno il loro risvolto pratico: moltiplicano esponenzialmente il volume contenitivo traendo vantaggio da un angolo inutilizzato.

Leggermente più ingombranti di un armadio standard, le cabine richiedono che nella stanza ci sia una profondità sufficiente per la parte centrale del modulo ad angolo, maggiore rispetto ai moduli terminali.

Per il resto, sono solo vantaggi!

Cameretta con angolo cabina S33

Cameretta con angolo cabina S33

Camera dei ragazzi con cabina angolare S33

Un’idea per rendere una cabina ad angolo davvero, davvero unica? Trasformarla in libreria! La struttura del guardaroba, completa di tutti gli accessori necessari, rimane tale e quale.

Quello che cambia è uno dei fianchi che, al posto di un pannello di chiusura, viene attrezzato con una serie di mensole e ripiani ad uso scaffale o porta libri.

La zona studio delle camerette con angolo

Cameretta con scrivania angolare

Dormire, vestirsi e infine studiare, passatempo imprescindibile dei ragazzi in età scolare. La cameretta deve diventare il luogo d’elezione dove fare i compiti diventi non solo un’attività ordinaria, bensì una piacevole scoperta.

Soprattutto in fase di definizione del progetto, diventa indispensabile individuare l’area migliore per allestire una piccola zona studio confortevole e intima. E, anche in questo caso, disporre di una cameretta ad angolo può fare la differenza.

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Cameretta con scrivania ad angolo T06

Piantina di cameretta con scrivania angolare T06

E perché non approfittare di un angolo vuoto per posizionare la scrivania? Dove, sarai tu a deciderlo, ma ricorda sempre che luminosità, dimensioni del piano di lavoro e scelta della sedia sono altrettanti fattori da tenere in considerazione.

Cameretta con angolo studio

Quando si parla di angolo studio, si tende ad estendere il significato a quella piccola area di cameretta dedicata allo svolgimento delle attività scolastiche che non sempre coincide con la definizione data dalla geometria.

Speculazioni goniometriche a parte, la zona compiti è il cuore pulsante della camera dei ragazzi, il luogo in cui si impara e si riflette, e come tale deve essere organizzato nei minimi dettagli.

Angolo studio in cameretta con scrivania di design

Angolo studio con scrivania minimalista – Cameretta completa T02

Zona studio per camera dei ragazzi con scrittoio e mensole

Angolo studio con scrittoio e mensole – Cameretta con letto a castello S33

Angolo studio vicino al letto della cameretta

Angolo studio vicino al letto – Cameretta a terra T09

Anche se non posizionata in un angolo, l’area studio dovrebbe essere confortevole, facilmente accessibile e grande abbastanza per accogliere sia una sedia ergonomica che il materiale scolastico.

Ma se lo spazio non è molto… via libera a soluzioni sospese, modulari, componibili o a scomparsa, anche integrate nel letto o nell’armadio.

Angolo studio con scrittoio sospeso

Angolo studio con scrittorio sospeso – Cameretta componibile T10

Angolo studio a scomparsa per cameretta

Angolo studio a scomparsa – Cameretta per ragazza T05

Zona studio con scrivania incorporata nella libreria

Angolo studio con scrivania e libreria insieme – Cameretta per ragazzo T15

A caccia di altre idee per arredare al meglio la camera dei bambini? Non perdere i consigli, le idee e i suggerimenti dei nostri articoli!

Leggi anche:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

29 Maggio 2020 / / Clever

Resta aggiornato su tutte le nostre offerte. Fino al 30 novembre 2020, se acquisti arredi Clever puoi aderire ad una delle promozioni in corso:

1 – PROMO SMART TV (Scopri!)
Con l’acquisto di una soluzione d’arredo completa, ti regaliamo una Smart TV da 32″ con standard DVB-T2, il digitale terrestre di seconda generazione.

SCOPRI COME RICEVERE UNA SMART TV IN REGALO

2 – PROMO COMPACT BIKE (Scopri!)
Scegli la tua soluzione d’arredo, in omaggio riceverai Compact Bike, la bicicletta pieghevole leggera ed ecologica ideale per gli spostamenti in città.

SCOPRI COME RICEVERE UNA COMPACT BIKE IN REGALO

Informazioni Utili

  • Promozioni attive dal 2 marzo al 30 novembre 2020, a fronte di una spesa minima di € 3.690,00 (Iva esclusa).
  • Offerte valide fino ad esaurimento scorte presso i Rivenditori che aderiscono all’iniziativa: consulta l’elenco dei nostri concessionari
27 Maggio 2020 / / Clever

Che siano i tuoi o quelli dei tuoi figli, ospitare gli amici a casa crea sempre un po’ di aspettative. Ci si sente in dovere di mettere a soqquadro l’appartamento, darsi alle pulizie di primavera anche se è autunno inoltrato, organizzare gli spazi comuni e, nel migliore dei casi, ricavare dalla stanza in più un’accogliente camera per gli ospiti.

Nel migliore dei casi, appunto, perché spesso – anzi, spessissimo – la casa è piccola e quel locale aggiuntivo non esiste.

Da bravi padroni di casa, le pensiamo proprio tutte: mettiamo a disposizione il divano, corriamo ad acquistare un materasso gonfiabile, riesumiamo una sgangherata brandina pieghevole da posizionare nella camera dei ragazzi… le idee ci sono, ma in termini di comodità il risultato non è poi così esaltante.

A tutto questo, però, c’è una soluzione: i letti a scomparsa, che da perfetti arredi trasformabili e salvaspazio permettono di organizzare un comodo posto letto supplementare (tutt’altro che d’emergenza) nello studio, in soggiorno o nella cameretta.

I letti richiudibili

Iniziamo con un grande classico: i letti ribaltabili.

Preceduti dalla fama che li rende indiscussi campioni del salvaspazio, i letti a ribalta non hanno bisogno di grandi presentazioni.

Come dice il nome, questi letti si aprono e si chiudono a parete grazie ad un meccanismo di abbassamento che determina la posizione della rete, fino alla completa sistemazione a terra.

Letto matrimoniale a scomparsa verticale Shin

Piacciono perché sono moderni, discreti, funzionali e comodissimi: i migliori letti a muro integrano materassi alti 18 cm, lo spessore adatto per un sonno riposante e rigenerante (leggasi: nessun ospite, al suo risveglio, lamenterà un insopportabile mal di schiena).

Quanto a misure e dimensioni, i letti con ribalta si declinano in tutti i formati. Anche se il letto singolo ribaltabile resta il salvaspazio per eccellenza, non è più così raro imbattersi in queste varianti:

Per i modelli, invece, si ha solo l’imbarazzo della scelta:

– Letto a ribalta verticale

Così chiamato perché l’apertura del letto avviene sul lato più lungo, quello perpendicolare al pavimento.

Letto doppio a scomparsa Shin

DA SCEGLIERE SE: hai la possibilità di sfruttare una stanza della casa per accogliere gli amici.

– Letto a ribalta orizzontale.

Detto anche letto vagone o ad apertura laterale, il letto è caratterizzato dal sistema di apertura parallelo al pavimento (la rotazione del materasso segue il lato più corto).

Letto singolo a scomparsa verticale Nikai

DA SCEGLIERE SE: vuoi allestire la stanza degli ospiti in una camera dalla profondità ridotta.

– Letto a ribalta con divano

A tutti gli effetti, si tratta di un letto a scomparsa verticale. L’eccezione la fa il divano che, solidale con la struttura, si nasconde sotto il materasso quando la ribalta è complementamente aperta.

Letto matrimoniale con divano integrato Nobu

DA SCEGLIERE SE: la casa non è poi così grande ma il salotto è il luogo perfetto per organizzare un posto letto in più.

– Letto a castello ribaltabile

Il paese dei balocchi delle camerette piccole, delle stanze condivise e delle case per le vacanze. Nei modelli più avanzati, i piani di riposo sono separati e indipendenti.

In altre parole, ciascuno dei letti singoli girevoli può essere aperto e richiuso in totale autonomia, per semplice ribaltamento orizzontale del materasso.

Letto a castello a scomparsa orizzontale Nikai Up

DA SCEGLIERE SE: i tuoi figli hanno un debole per i pigiama party e hai bisogno di una soluzione salvaspazio a prova di camera dei ragazzi.

I letti incorporati

Continuiamo con un altro must have: i letti incorporati.

Più nello specifico, si tratta di tutti quei letti incorporati in un armadio – o per meglio dire in un mobile che ha le sembianze di un guardaroba.

Letto a scomparsa con divano integrato Nobu

Sono letti nascosti che riscuotono un certo successo nei monolocali, nei bilocali e in tutte quelle case piccolissime dove lo spazio non è mai abbastanza.

Piacciono per il loro design, moderno e curato nei minimi dettagli, e per l’idea che sta alla base della loro realizzazione: pensati per gli ambienti ridotti, fanno del multiuso (per non dire del multitasking) il loro cavallo di battaglia.

Ecco i modelli più originali:

– Letti con guardaroba

Abbiamo detto che i letti incorporati nell’armadio hanno le sembianze di un guardaroba. Ci sbagliavamo: alcuni sono veri letti con guardaroba. Sotto, un letto singolo nascosto, sopra, un contenitore chiuso da ante scorrevoli dove sistemare i completi, il cambio di stagione e gli abiti delle grandi occasioni.

Mobile letto con armadio Hiro

Mobile letto con guardaroba Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi un arredo multifunzionale che, allo stesso tempo, accontenti te che i tuoi ospiti.

– Armadi con letti e TV

Non un’evoluzione del modello precedente, bensì una modernissima variante. In questo letto a scomparsa, non è il materasso a rubare la scena, bensì il televisore.

Se il vano rete rispetta i dettami dei letti ribaltabili e resta ben celato nella struttura, lo schermo è sempre visibile ed utilizzabile. Simile ad una parete attrezzata, si mimetizza alla perfezione in un piccolo soggiorno.

Letto a scomparsa con TV Nikai

Letto con tv incorporata Nikai

DA SCEGLIERE SE: l’idea è quella di trasformare il soggiorno in una camera da letto per gli ospiti senza rivoluzionare l’aspetto della casa.

– Letti a scomparsa con tavolo

Maestri di trasformismo, i letti richiudibili non hanno solo… il letto. Ricordiamoci che nascono come arredi salvaspazio, e come tali hanno il dovere di adempiere al loro compito principale: far risparmiare preziosi centimetri offrendo, in cambio, soluzioni funzionali e adatte alla vita di tutti i giorni.

Ne è la prova questo letto a scomparsa con tavolo basculante, da usare sia di giorno che di notte.

Armadio con letto integrato Ima

Letto e armadio insieme Ima

DA SCEGLIERE SE: anche il letto per gli ospiti diventa un’occasione per inserire in soggiorno un mobile 2 in 1.

– Letto con scrivania incorporata

Simile ai modelli a scomparsa con tavolo, i letti ribaltabili con scrivania ne sfruttano la tecnologia per offrire un piano di lavoro dove studiare, leggere o scrivere.

Letto abbattibile e scrittoio integrato funzionano come due elementi distinti: per trasformare la scrivania in letto è sufficiente sganciare il meccanismo di sicurezza, azionare la ribalta e… voilà, il gioco è fatto.

Letto singolo abbattibile Hiro

Letto e scrivania insieme Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi una soluzione per trasformare lo studio nella camera degli ospiti e viceversa.

I letti estraibili

Finiamo con un evergreen: i letti scorrevoli.

Chiamati anche impilabili, a scorrimento o a cassetto, i letti estraibili non sono altro che l’incarnazione più autentica dei letti supplementari da cameretta.

Un pensiero un po’ filosofico, forse, ma il succo della questione è questo: se cerchi un letto aggiuntivo per ospitare gli amici dei bambini, un modello scorrevole potrebbe essere la soluzione migliore.

Lettino singolo estraibile Lobby

Sono letti salvaspazio belli e pratici, migliorano l’organizzazione delle camerette condivise e funzionano alla perfezione come letti pop-up nella camera degli ospiti. Ma il vero segreto del loro successo è un altro: la semplicità di utilizzo.

Per usare il letto inferiore, ovvero quello estraibile, basta tirare verso di sé la rete supplementare nascosta nel sottoletto. La movimentazione del materasso avviene rapidamente e senza sforzo: i modelli più moderni sono dotati di lettini aggiuntivi con ruote che ne agevolano lo spostamento.

A conti fatti, quindi, dire che i letti sovrapposti siano “facili da aprire” sembra quasi riduttivo, no?

S.O.S. Sleepover. Ovvero, dove far dormire gli amici di tuo figlio durante un pigiama party:

– Letto doppio estraibile

La soluzione perfetta per le camere condivise tra due fratelli o sorelle, adattabile anche a situazioni dove l’ospitalità è d’obbligo. Due letti in uno, un singolo che si trasforma doppio grazie ai materassi sovrapposti che riducono al minimo l’ingombro.

Letto estraibile per cameretta per due Lobby

DA SCEGLIERE SE: per la tua bambina, ogni fine settimana è buono per invitare a casa la sua amica del cuore.

– Letto triplo estraibile

Con tre letti in uno, la posta in gioco si alza. Questo letto triplo a scomparsa funziona come le matrioske, con la differenza che la dimensione dei materassi non rimpicciolisce ma resta sempre la stessa (80/90 x 195 cm circa). Il letto alto è fisso, gli altri sono mobili e dotati di rotelle.

Letto con tre letti scorrevoli Lobby

DA SCEGLIERE SE: pensi che i letti aggiuntivi non bastino mai, soprattutto in occasione del Natale o delle feste comandate.

I pouf letto

Discreti, multifunzione, geniali: i pouf trasformabili meritano un’attenzione particolare. Entrano di diritto nel palmares delle migliori soluzioni per ospitare gli ospiti a casa, e lo fanno con ottime motivazioni.

Pouf che diventa letto

Innanzitutto, le dimensioni: i pouf letto sono piccoli e compatti, motivo per cui possono essere inseriti in qualsiasi ambiente, dal soggiorno allo studio. L’ingombro massimo è quello del piano di riposo, che nel modello di pouf futon coincide con la grandezza del materasso.

Seguono comodità e praticità: dimentica le brandine da campeggio e i materassini gonfiabili. Esistono anche i pouf letto comodi! Né troppo morbidi, né troppo rigidi, i poggiapiedi trasformabili di ultima generazione offrono materassi alti e spessi, su cui gli ospiti potranno dormire serenamente.

Pouf trasformabile in letto

Ora l’aspetto pratico: alcuni pouf apribili sono pronti all’uso. Privi di rete e doghe, prima dell’utilizzo richiedono solamente il rovesciamento della struttura imbottita. Hai cambiato idea e vuoi allestire la stanzetta degli ospiti in un angolo diverso della casa? Nessun problema: i pouf letto sono anche trasportabili.

E per finire, la funzionalità. Anzi, la multifunzionalità. I letti richiudibili a pouf non svolgono solo la funzione di piano di riposo d’emergenza. In base alle esigenze, diventano seduta aggiuntiva, piano d’appoggio, tavolino, poggiapiedi e complemento d’arredo.

Pouf apribile e richiudibile

Oltre che letto per gli ospiti, ovviamente.

– Pouf letto pieghevole

Di pouf letti singoli, ne esistono a centinaia. Te ne presentiamo uno: il pouf cubo trasformabile. Non ha rete elettrosaldata né doghe in legno, bensì un comodo materasso singolo alto più di 22 cm. Degna di nota, l’apertura a libro del cuscino superiore.

Pouf letto singolo

Pouf letto pieghevole

DA SCEGLIERE SE: ti sei appena trasferito, abiti in una casa piccola o piccolissima ma non vuoi rinunciare alla compagnia dei tuoi più cari amici.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

17 Aprile 2020 / / Clever

Quando la cameretta è piccola, o i bambini sono due, diventa indispensabile riuscire ad ottimizzare gli spazi. La prima regola è trovare la soluzione più adatta alle esigenze dei bimbi e alle dimensioni della stanza. Facile a dirsi, ma come individuare quella giusta?

Lasciati conquistare dalle nostre idee: ti presentiamo 13 soluzioni salvaspazio per la camera dei ragazzi, ricche di foto e immagini da cui prendere spunto per arredare al meglio la stanza dei piccoli, anche quando è condivisa.


Sfrutta l’altezza con un letto a castello

Letto a castello salvaspazio Sky

Letto a castello salvaspazio Sky

La prima regola delle camerette piccole: se non c’è spazio in larghezza, sfrutta l’altezza! Il mantra delle stanze ridotte trova conferma nelle camere condivise tra fratelli e sorelle, per cui il letto a castello è il vero campione salvaspazio.

La logica di questi letti sovrapposti è semplice: nell’ingombro di un letto (quello inferiore), si possono ricavare due piani di riposo, uno sopra l’altro. Considerando che l’altezza standard dei letti a castello si aggira intorno ai 180 cm, questa soluzione trova spazio in quasi tutte le camerette moderne.

L’idea in più: per risparmiare preziosi centimetri, è bene scegliere la giusta scala per letto a castello. Le scalette frontali occupano pochissimo spazio ma, essendo più ripide dei ben noti gradini con contenitore, sono più adatte ai bambini grandi.


Limita l’ingombro con un letto richiudibile a muro

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Letto per cameretta a scomparsa verticale Shin

Alcune camerette non sono piccole, sono piccolissime! Nelle stanze mini gli accorgimenti da prendere sono tanti, ma il primo resta - se possibile - l’impiego di mobili a scomparsa o ribaltabili, da riporre in speciali strutture dopo l’utilizzo.

Fatta eccezione per l’armadio, nella camera dei bambini è il letto ad occupare lo spazio maggiore. Scegliere un letto piccolo è fuori discussione: per i ragazzi è indispensabile dormire in maniera confortevole, e un piano di riposo inadatto può portare a conseguenze poco piacevoli. La soluzione migliore è optare per un letto richiudibile a muro, che durante il giorno può essere sistemato all’interno della parete.

Problema sicurezza. In molti starete pensando che un letto apri e chiudi possa non essere sicuro, ma vi sbagliate. I migliori letti ribaltabili sono dotati di sistemi di sgancio brevettati, che garantiscono chiusura e apertura assistita.


1, 2 o 3? Letti estraibili per bambini

Letto scorrevole per cameretta Lobby

Letto scorrevole per cameretta Lobby Alto

Camerette doppie o triple, abbiamo la soluzione per voi! Quando la stanza è condivisa tra due o tre fratelli, ottimizzare e suddividere lo spazio diventa un’operazione chirurgica. E la cosa più complicata è non fare differenze tra i bambini, pena una crisi di pianto interminabile...

I letti scorrevoli nascono dalla necessità di inserire più materassi in uno spazio davvero ridotto, dove anche l’altezza può rappresentare un vincolo. La peculiarità di questi letti sovrapposti sta nella struttura, più alta di un letto normale ma capace di contenere fino a tre materassi.

Utilizzare i lettini doppi è davvero semplice, per non dire "a prova di bambino". Quando arriva il momento di dormire, è sufficiente estrarre la rete per disporre di un piano di riposo comodo e accogliente - a tutti gli effetti, si tratta di un letto vero e proprio, la cui movimentazione è resa ancor più facile dalle rotelle posizionate sotto la struttura.


Letto alto con cassetti per nascondere proprio tutto

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Letto con cassetti sotto Lobby Corner

Una delle regole d’oro per ottimizzare una cameretta piccola è sfruttare quanti più cassetti possibili. Ma attenzione, si tratta di cassetti speciali, posti in punti strategici della stanza e incorporati ad altri arredi.

Indiscussi portavoce di questa soluzione sono i letti con cassetti integrati, presenti in commercio in almeno due varianti. La prima è rappresentata dal classico letto con cassetti sotto, in cui lo spazio contenitivo è concentrato nel vano compreso tra la rete e il pavimento. L’idea è ottima in camerette strette e lunghe, dove gli arredi principali sono disposti su un’unica parete e nulla ostacola l’apertura dei cassetti.

Letto con cassetti laterali XL

Letto con cassetti laterali XL

La seconda variante è rappresentata dal letto con cassetti laterali. La sostanziale differenza sta nell’apertura dei contenitori, a cui si accede sia da destra che da sinistra. La filosofia salvaspazio persiste, perché i vani sono abbastanza capienti da accogliere biancheria, vestiti e accessori. Bisogna però considerare che l’apertura laterale richiede uno spazio maggiore in larghezza, che non tutte le camerette piccole possono garantire.


Scala con gradini contenitore

Letto a castello con scala contenitore Slide

Letto a castello con scala contenitore Slide

I gradini contenitore, l’accessorio immancabile dei letti a soppalco! Il successo dei gradoni - cassetti è la loro versatilità: da chiusi, costituiscono la via d’accesso al lettino superiore; da aperti, si trasformano in un pratico vano dove nascondere (ops, sistemare) tanti giocattoli, libri e accessori.

Se nei classici soppalchi la scala contenitore è posizionata posteriormente, lungo la parete, i letti a soppalco salvaspazio lanciano una novità. Per limitare ancora di più l’ingombro, la scaletta viene affiancata al letto e il numero di grandoni ridotto a 3 o 4 (a fronte di una inclinazione leggermente maggiore). L’accesso al materasso sopra è comunque garantito da una “pedana corridoio”, sicura per i bambini e utile a mamma e papà per rifare il letto.


Ottimizza gli angoli con una cabina armadio angolare

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Cabina armadio ad angolo per cameretta Maxy

Anche le stanze più piccole meritano il loro armadio. Ma quando si tratta di mini camerette, la faccenda si complica. I guardaroba dei bambini richiedono una certa organizzazione, vuoi per il numero esorbitante di vestiti regalati dai nonni e dagli zii, vuoi per la necessità di avere sempre scorte a portata di mano.

Se non si può sfruttare appieno una parete, l’idea è di sfruttare gli angoli scegliendo di arredare la cameretta con una cabina armadio angolare. Sì, una cabina ad angolo, proprio come quella degli adulti, ma in formato bambino.

Cabina angolare da cameretta Maxy

Cabina angolare con libreria Maxy

Il vantaggio degli armadi ad angolo è duplice. Da una parte, la struttura modulare consente di realizzare una soluzione su misura mettendo a frutto un angolo inutilizzato. Dall’altra, il modulo angolare è molto capiente e può essere usato anche come armadio 4 stagioni. A questi vantaggi se ne aggiunge un terzo: la versatilità delle cabine armadio da cameretta è tale da poter personalizzare il modulo terminale con una libreria.


Mensole contenitore aperte e chiuse

Mensole contenitore per cameretta Box

Mensole contenitore per cameretta Box

I muri sono gli alleati delle camere dalle dimensioni ridotte, lo avresti mai detto? Sì, perché se i metri quadrati sono pochi (ricorda che c’è una legge che regola la superficie minima delle camerette) diventa indispensabile usare lo spazio in verticale - sfruttando appunto l'altezza dei muri.

Per arredare le pareti della camera dei bambini, le idee non mancano. Anzi, c’è proprio l’imbarazzo della scelta. Ma tra tutte le soluzioni, ce n’è una che gioca la carta del salvaspazio: sono le mensole contenitore.

Mensola contenitore aperta Gate

Mensola contenitore aperta e colorata Gate

Alcuni modelli sono veri e propri moduli contenitivi ad anta - in pratica, si tratta di mensole tutte chiuse - mentre altri ricordano cubotti aperti, costituiti unicamente da una struttura con pannello posteriore. Questo è il caso delle mensole quadrate o rettangolari, dotate di uno schienale di protezione ma prive di copertura frontale. Le une come le altre sono validissime soluzioni salvaspazio che, oltre a non ingombrare il pavimento, permettono di creare in pochi centimetri scenografiche e coloratissime composizioni sospese.


2 in 1: scrivania con libreria incorporata

Scrivania per cameretta con libreria Start

Scrivania da cameretta con libreria incorporata Start

Pur piccola che sia, la camera dei ragazzi deve garantire ai bambini di tutte le età una zona dedicata ai compiti. Idealmente, il perfetto angolo studio è costituito da una scrivania, una sedia, una libreria e una cassettiera, gli arredi indispensabili dove sistemare i libri, i quaderni, i dizionari, la cancelleria e i fogli di brutta.

Ma quando lo spazio non c’è, come organizzare la zona compiti? Il segreto è incorporare più mobili in uno, optando per arredi multifunzione e poco ingombranti. Tra questi, il nostro preferito è la scrivania con libreria integrata, un’idea moderna e pratica per allestire un home office in miniatura.

Molte scrivanie incorporano una libreria sopra il piano di lavoro, utilizzando la parete in altezza. Le più originali, però, stupiscono con effetti speciali sostituendo parte della loro struttura - in particolare le gambe - con ripiani accessibili anche ai più piccoli.


La richiudibile: scrivania ribaltabile a parete

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Scrivania ribaltabile da parete Voilà

Figli adolescenti e camerette condivise: una storia infinita. Quanti ragazzi e ragazze, appena superata l’infanzia, chiedono una stanzetta tutta per loro? Può capitare, dunque, di dover trasformare uno studio poco utilizzato in una piccola camera da letto, e mai come in questa situazione diventa indispensabile razionalizzare lo spazio.

Una delle idee migliori per rendere la cameretta funzionale è utilizzare una scrivania ribaltabile. Come dice il nome, si tratta di uno scrittoio a ribalta, fissato a parete e richiudibile a muro, che si apre e si chiude a seconda delle esigenze.

Il piano di lavoro funziona come una tradizionale scrivania sospesa, senza gambe, su cui poter lavorare, studiare, ripassare in tutta comodità. L’unica differenza è la profondità che, quando il piano è chiuso, misura pochissimi centimetri.


La rotante: scrivania con piano girevole

Scrivania con piano rotante Sestante

Scrivania con piano rotante Sestante

Un’altra idea salvaspazio per la scrivania? Nasconderla! Che sia utilissima per fare i compiti, studiare, stare al PC o svagarsi, non c’è dubbio. Ma anche le scrivanie più piccole occupano un certo volume, che si traduce in un vero e proprio ingombro quando non vengono utilizzate.

La soluzione? Optare per un mobile scrivania con piano girevole. Il vantaggio delle scrivanie rotanti è la possibilità di sfruttare il piano solo quando l’esigenza lo richiede, e di sistemarlo nella posizione di partenza una volta terminata la necessità.

Oltre alla parte mobile, vero elemento salva spazio, le scrivanie rotanti possiedono una parte fissa, spesso proposta sotto forma di pratico mobile contenitore dove riporre materiale scolastico, zaino, libri e dizionari.


Da sedia a pouf per scrivania

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Pouf cubo in tessuto colorato Start

Un’ottima soluzione salvaspazio consiste nel sostituire la classica sedia da scrivania con un pouf. Senza schienale né braccioli, questa seduta alternativa si ripone perfettamente sotto il piano di lavoro, consentendo una circolazione agevole nella cameretta.

Per ottimizzare ancora meglio la superficie disponibile, il suggerimento è di utilizzare un pouf contenitore. Da chiuso servirà come sedia da scrittoio, da aperto potrà accogliere tutti i giocattoli dei bambini.

Un’avvertenza. Il pouf per scrivania è perfetto per un uso sporadico, ma non garantisce il corretto sostegno della schiena durante sessioni di studio prolungate. Se i bambini passano tanto tempo davanti sui libri, è meglio valutare una sedia ergonomica da cameretta, anche senza braccioli.


Il multifunzione: la cassettiera con appendiabiti

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Cassettiera con appendiabiti Ambrogio

Biancheria, magliette, maglioncini, canottiere, lenzuola… sì, avere una cassettiera nella cameretta può fare la differenza. Ma a fronte di un buon numero di cassetti, questo mobile può avere un ingombro notevole, tale da far pensare se sia davvero possibile inserirne uno nella camera dei piccoli.

Anche in questo caso, serve giocare d’astuzia: la soluzione salvaspazio si chiama cassettiera con bastone appendiabiti. Si tratta di un mobile intelligente e multiuso, che incorpora la funzionalità di un settimino a quella di una barra per appenderia.

Quanto a spazi, l’ottimizzazione è massima e l’ingombro è minimo: per disporre di cassetti, appendiabiti e piano d’appoggio a terra, possono bastare poco più di 90 cm.


Testiera letto a pannelli modulari

Pannelli imbottiti modulari per testiera letto della cameretta Wall

Pannelli imbottiti per cameretta Wall

Quando si parla di stanze molto piccole, ogni centimetro risparmiato è un centimetro guadagnato. Ottimizzare gli spazi non significa solamente sgombrare il pavimento o non occupare le pareti: bensì, la filosofia salvaspazio professa la necessità di rendere arredi e ambiente un tutt’uno armonioso.

Uno dei problemi principali delle camerette small è la profondità. Passi l’armadio, che può essere scelto nei modelli poco profondi, passi la scrivania, che può essere richiudibile, e passino anche le mensole, che fissate in altezza non creano particolare disagio. Ma come fare a ridurre la profondità occupata dal letto? Ebbene, la soluzione esiste: basta eliminare la testiera o sostituirla con dei pannelli imbottiti.

Pannelli imbottiti modulari per cameretta Wall

Pannelli modulari per testiera letto Wall

Posizionati a mo’ di boiserie, i pannelli modulari sono un’ottima soluzione decorativa, che conferisce carattere alla stanza senza saturare l’ambiente. Il loro impiego ha anche un risvolto pratico: sono poco ingombranti, sono personalizzabili per colori, finiture, forma e dimensione, e possono essere impiegati anche come spalliera laterale imbottita per proteggere sia i bimbi che la parete.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

4 Marzo 2020 / / Clever

ACQUISTA CLEVER: TI REGALIAMO UNA SMART TV 32″!

Dal 02 marzo al 30 novembre 2020, con l’acquisto di una soluzione d’arredo Clever ricevi in omaggio una Smart TV da 32″ con digitale terrestre di seconda generazione.

INFORMAZIONI UTILI

Tra gennaio 2020 e dicembre 2021, le trasmissioni della TV digitale migreranno progressivamente verso lo standard DVB-T2. Saranno adottati sistemi di trasmissione più avanzati (HEVC) che garantiranno una migliore qualità dell’immagine con una minore occupazione di banda.
Il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre interesserà tutta la penisola, ma avverrà in momenti diversi. Consulta la cartina per scoprire quando toccherà alla tua regione.

DETTAGLI DELLA PROMOZIONE

  • La Smart TV 32″ con standard DVB-T2 è offerta a fronte di una spesa minima di € 3.690,00 (Iva esclusa)
  • La promozione è valida dal 02 marzo al 30 novembre 2020 presso i Rivenditori Partner autorizzati e aderenti all’iniziativa.

Prenota un appuntamento dal Rivenditore Partner più vicino

7 Febbraio 2020 / / Clever

Non sai come rinnovare la stanza dei bambini? Lasciati ispirare dalla nostra selezione di 11 camerette colorate moderne e super originali.

Fai il pieno di idee, prendi spunto dai nostri abbinamenti di colore e organizza una camera per ragazza, bambino o adolescente all’insegna dell’eleganza.

Cameretta color tortora, grigio e bianco cemento

Cameretta color tortora, grigio e bianco

Cameretta per ragazzo grigia

Questa camera da ragazzo gioca con colori naturali e finiture materiche per stupire con effetti speciali. Color tortora e grigio antracite si sposano alla perfezione con il metallo brunito delle strutture, un abbinamento che evoca il mix & match tipico dello stile industriale.

Una stanza colorata dai toni chiari, dominata da un grande armadio bianco in effetto cemento, alternativa contemporanea ai classici armadi da cameretta laccati.

Il tocco in più? I ripiani delle mensole in color rame: è tutto ciò che serve per dare il giusto twist cromatico a una camera per ragazzi che gioca sui toni del bianco, del grigio scuro e del tortora chiaro.

Cameretta in legno chiaro, con tocchi di grigio e dettagli d’azzurro

Cameretta in legno chiaro, grigio e azzurro

Cameretta per bambino in legno chiaro

Chi dice azzurro, dice cameretta per bambino…. oppure no?

Bando ai pregiudizi! Finalmente, anche le bambine possono rivendicare il diritto di giocare, studiare e riposare in una camera da letto azzurra, a maggior ragione se la stanza ruota attorno ad una finitura rassicurante come l’olmo chiaro, rallegrata da tocchi di celeste.

Legno a parte, questa cameretta dallo stile nordico dimostra ancora una volta come il grigio (perla) sia una tinta unisex, senza tempo e sempre attuale, perfetta anche quando i bambini saranno cresciuti.

Cameretta beige e rosa: il paradiso delle bambine

Cameretta beige e rosa

Cameretta per bambina rosa e beige

Prendi un lettino rosa, un armadio in olmo sbiancato (o bianco, come preferisci), aggiungi qualche tocco di viola e… voilà! Ecco a te la perfetta camera da bambina.

I colori sono quelli tipici dell’universo femminile, rischiarati da un prezioso effetto legno che ha un doppio vantaggio.

Il primo: sarà difficile stancarsene.

Il secondo: se un domani tua figlia decidesse di cambiare letto, sedia o comodino, non rischierai di incappare in abbinamenti sbagliati.

Il consiglio? Cura i dettagli, anche quelli meno visibili. Se non vuoi azzardare con troppi colori, opta per un effetto ton sur ton ma sbizzarrisciti con le finiture. Ti piace il legno? Abbinaci del beige chiaro.

Cameretta verde scuro (e come abbinarla)

Cameretta verde scuro

Camera da letto verde per un ragazzo

Pastello, prato, malva, petrolio, menta, mela: il verde, in tutte le sue gradazioni, non passa mai di moda, anche quando si parla di arredamento per cameretta.

La conferma arriva dalla cromoterapia, secondo cui l’uso del verde nella camera da letto aiuterebbe a creare un’atmosfera distesa e rilassante, motivo in più per adottarlo nella stanza dei ragazzi.

Il verde si sposa con i colori vivaci (motivo del successo delle camerette che abbinano verde, giallo e arancione), con le tinte neutre – tortora e beige in primis – e con quelle delicate come il lilla.

Funzionano benissimo anche le camere total green che alternano colori saturi come il verde acido a sfumature più tenui o ad essenze chiare.

Cameretta grigia per due adolescenti

Cameretta grigia con due letti

Cameretta per ragazzi grigia

Camerette di colore grigio: o le ami, o le ami. Sì, perché è davvero difficile resistere al fascino di questa tinta, tornata alla ribalta con la tendenza scandinava.

Da alcuni considerato smorto, in realtà il grigio è una tinta molto versatile, meno scontata del bianco e altrettanto utile per illuminare stanze piccoline.

In versione chiara, il grigio è utilizzato come colore base per le pareti o per enfatizzare arredi gialli, rossi o blu; in versione scura, invece, diventa colore d’elezione per un armadio, un letto, un tappeto o uno scrittoio.

Qualche abbinamento per la cameretta di una bambina? Grigio e rosa, senza dubbio. E per la stanza di una ragazza? Grigio e bianco, un accostamento sempre vincente.

Cameretta in legno con sfumature blu avio e verde muschio

Cameretta in legno, blu avio e verde muschio

Cameretta a ponte in legno e laccato

Hanno segnato l’infanzia di intere generazioni; hanno conquistato il cuore di centinaia di genitori; sono state il nido di decine e decine di bambini. Di cosa parlo? Delle camerette color legno, che continuano a suscitare una sincera ammirazione.

Niente a che vedere, però, con le classiche camere da ragazzi in color ciliegio, noce o in finitura naturale: le stanzette moderne celebrano tinte chiare e venature delicate, e fanno dell’olmo bianco uno dei capisaldi della tendenza contemporanea.

Se l’abbinamento bianco-legno è in assoluto uno dei più riusciti per le camere dei ragazzi, è altrettanto vero che le essenze legnose si sposano perfettamente a tinte pastello come l’azzurro polvere, il color carta da zucchero o il verde muschio.

Cameretta gialla, grigia e bianca per teenager al top

Cameretta gialla, grigia e bianca

Cameretta colorata in grigio e giallo

Durante la scelta dei colori, bisogna ricordarsi che la cameretta è il luogo deputato allo studio, motivo per cui tinte molto sature potrebbero incidere negativamente sulla concentrazione. Anche in questo, la cromoterapia dà una grande mano, eleggendo il giallo come colore dell’intelletto, della creatività e della concentrazione.

Adatto sia ai maschi che alle femmine, il giallo può essere utilizzato per colorare una parete o, come spesso accade, per dare qualche tocco di colore senza strafare (mai dimenticarsi che less is more!).

La testiera del letto, le gambe della scrivania o lo schienale della libreria: tanto basta per dare alla stanza dei ragazzi quel tocco di modernità che fa la differenza.

Se ti piace l’idea di inserire nella cameretta un colore vivace e luminoso, con il giallo non puoi sbagliare! Il consiglio è di scegliere finiture neutre per gli arredi (laminato in legno naturale e grigio laccato vanno benissimo), a cui aggiungere dettagli color miele, senape oppure ocra.

Cameretta rossa e grigia per una ragazza moderna

Cameretta rossa e grigia

Cameretta rossa da ragazza

Mai sentito parlare della Stanza Rossa, celebre quadro di Matisse? Beh, sembra quasi che il pittore francese abbia anticipato la tendenza!

Caldo e saturo, il rosso è un colore ricco di contraddizioni, che suscita fascino e reticenza quando è legato alla zona notte. Il segreto sta tutto nell’equilibrio: se ben dosato e abbinato correttamente, può essere adottato anche per decorare la stanza dei più piccoli.

Gli abbinamenti classici sono quelli con il bianco e il grigio chiaro… ma qualcuno azzarda con camerette rosse e blu (da molti considerati i nuovi rosa e azzurro) in pieno stile marinaretto.

Di norma, le camerette rosse vengono associate al pubblico femminile, tant’è che gradazioni di carminio, cremisi o amaranto fanno la loro comparsa nelle stanze delle ragazze adolescenti.

Il consiglio: se temi di esagerare, confina il rosso a colore della scrivania o dell’armadio e riequilibrane l’effetto tinteggiando le pareti della stanza in color tortora.

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte bianca e verde pastello

Cameretta a ponte verde e bianca

Quando si parla di camerette condivise, la scelta dei colori si fa ancora più difficile. Se poi la stanza ospita un bimbo e una bimba… si scatena il panico!

In casi come questo, la scelta migliore è optare per tinte unisex, che esulano dall’antica (e antiquata) divisione tra colori da maschi e colori da femmine. Eliminati glicine e celeste, entrano in campo tutte le sfumature di arancione o blu, sia in versione pastello che in gradazioni squillanti.

Impara ad utilizzare i colori a tuo vantaggio, anche per differenziare gli arredi. Immagina la camera a ponte di due gemelli: basterà scegliere pensili e mensole di colori diversi (verde prato e giallo paglierino, per esempio, che con il bianco ci vanno a nozze) per dedicare ad ogni bambino uno spazio contenitivo tutto suo… ed evitare così inutili litigi.

Cameretta azzurra da bambini: versione #1

Cameretta azzurra per bambini

Cameretta azzurra per due bambini

E per la camera di due fratelli piccoli? La scelta è quasi scontata: dominano l’azzurro, il celeste e il turchese, tipici colori da maschietto.

Per evitare l’effetto bebé tipico delle camerette dei neonati, però, è consigliabile dedicare un ruolo predominante a tinte neutre come l’avorio o il panna, ottime alternative al bianco ottico e al taupe.

Le camere azzurre si sposano alla perfezione con il blu, ma non sdegnano abbinamenti più moderni con il verde acqua o il giallo senape, come dimostra questa cameretta con letto a castello lineare.

Bonus! Camera da ragazzi azzurra: versione #2

Camera da letto azzurra per ragazzi

Camera da letto colorata
per due fratelli grandi

Prima o poi accade: i bambini crescono e le esigenze cambiano. E se dovessi mai trovarti nella situazione di dover rinnovare la cameretta, il mio consiglio è uno solo: sii lungimirante!

Immagina i tuoi figli come se fossero già dei piccoli adulti, e accompagnali nel loro percorso di crescita allestendo una camera da grandi, colorata sì, ma con le dovute precauzioni.

Questo non significa che siano da escludere il blu cielo o l’acquamarina: basterà orientarsi su sfumature delicate e senza tempo, adatte anche alla stanza di uno o due adolescenti.

In questa cameretta con letto a castello sfalsato, è il color avio a farla da padrona. Discreto ma presente, offre il giusto compromesso tra eleganza e modernità, poiché non satura l’ambiente e si presta a innumerevoli abbinamenti.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

23 Dicembre 2019 / / Clever

Arredare una cameretta condivisa significa ricorrere a soluzioni pratiche e, allo stesso tempo, a prova di bambino.
E non è un segreto, cari mamme e papà, che tra tutti i modelli in commercio i letti a castello, a soppalco e scorrevoli restino tra i preferiti di grandi e piccini.

Vuoi per la struttura verticale, vuoi per il meccanismo a scomparsa, il segreto del loro successo è piuttosto evidente. La disposizione in altezza dei letti, sovrapposti uno sull’altro, permette infatti di risparmiare preziosi, ma che dico, preziosissimi centimetri in larghezza – un vero toccasana per l’organizzazione di camere poco spaziose.

E fin qui, la teoria regge.

Ma ti sei mai chiesto, nella pratica, cosa dovresti valutare prima di scegliere un letto doppio per i tuoi ragazzi? E quale modello sia preferibile inserire nella camera di bambini più piccoli?

Ecco tutto quello che devi sapere per ogni modello.

Il letto a castello: il paradiso dei bambini

Prometto: non parlerò di fantastici lettini con scivolo o bellissimi letti sopraelevati a forma di casa (che noi adulti un po’ invidiamo ai piccoli, ammettiamolo…)! Mi concentrerò piuttosto sul modello più classico, senza variazioni sul tema.

Il letto a castello è uno speciale tipo di letto doppio, la cui struttura dispone di due reti posizionate in altezza, ad una certa distanza l’una dall’altra.

Rientra a pieno titolo nella famiglia dei letti salvaspazio poiché si sviluppa verso l’alto e non richiede molto spazio in profondità. Può essere posizionato semplicemente contro la parete più lunga della cameretta, lasciando libero il centro della cameretta.

Cosa caratterizza un letto a castello?

  • la presenza di due letti, in genere singoli. Esistono anche modelli che combinano sopra un letto a 1 piazza, e sotto un matrimoniale o piazza e mezza
  • una scaletta a pioli frontale o laterale. Alcuni letti “ibridi” sostituiscono la scala con dei veri gradini, più facili da salire
  • una solida struttura salvaspazio, più o meno minimalista, che nello spazio occupato da un solo letto ne integra due (con una notevole diminuzione dell’ingombro in profondità e larghezza, tenuto conto anche del fatto che esistono letto a castello corti).

Qual è l’altezza del soffitto per un letto a castello?

Considerate le misure standard degli appartamenti moderni, un letto a castello si inserisce senza problemi in una cameretta con soffitto alto 2,70 metri.

È necessario preservare dello spazio al di sopra del lettino affinché sia possibile sedersi e sdraiarsi sul materasso in maniera agevole.

Quanti tipi di letto a castello esistono?

  • i letti a castello classici, con struttura fissa e due dormite parallele
  • i letti a castello a sbalzo laterale (o frontale, in cui il letto inferiore è leggermente più ampio di quello superiore)
  • i letti a castello a elle, ovvero perpendicolari
  • i letti a castello richiudibili o a scomparsa (che a tutti gli effetti sono annoverati tra i mobili trasformabili)

Esempio di un letto a castello a L

Un modello speciale: il letto a castello a scomparsa

Cosa rende i letti a castello richiudibili a parete unici nel loro genere? La possibilità di nascondere reti e materasso all’interno della struttura. Il meccanismo di apertura orizzontale è in tutto simile a un comune letto a scomparsa, con la differenza che i due letti possono essere aperti e chiusi insieme o singolarmente.

Il letto a soppalco: il regno di ragazzi e ragazze

Generalmente, per soppalco si intende una struttura autoportante che suddivide lo spazio in altezza aumentando la superficie calpestabile di un locale. Per associazione, il termine è stato assorbito dal linguaggio comune e adottato per definire sia un tipo di letto sovrapposto che la camera (o cameretta) che lo contiene.

Quali sono le caratteristiche dei letti con soppalco?

  • la presenza di uno o due materassi, a seconda del modello scelto
  • la struttura complessa che, oltre ai piani di riposo, permette di integrare mobili da cameretta come una scrivania, un armadio, un divanetto
  • la modalità di salita tramite una scala contenitore con cassettoni o cassetti.

Dettaglio della scala contenitore con cassettoni

Quali sono i vantaggi di un letto a soppalco?

I moderni letti a soppalco offrono una libertà di personalizzazione davvero straordinaria. A differenza dei classici castelli, bloccati nella configurazione, i soppalchi permettono di progettare composizioni complete che integrino, in uno spazio relativamente limitato, tutto ciò che serve nella camera di bambini, adolescenti e giovani adulti.

Se il letto superiore è una delle costanti, la parte inferiore del soppalco può essere personalizzata e attrezzata in base alle necessità di tuo figlio. Basta inserire una scrivania per creare un’ottima zona studio, un letto a scomparsa da aprire quando ospita un amico o un divanetto per creare un piccolo salottino esclusivo.
E se ti stai chiedendo come sia possibile sistemare un letto a soppalco senza troppi intoppi, sappi che alcuni modelli sono abbastanza facili da rifare.
Il segreto è salire i gradini, stare in piedi davanti al letto e utilizzare la pedana della scala come base per spostare coperte e lenzuola in sicurezza, rapidamente e con poco sforzo.

Letto a soppalco con secondo letto a scomparsa

Quanti tipi di letto con soppalco esistono?

  • i letti a soppalco con un solo letto, utili per chi vuole sfruttare lo spazio sottostante inserendo mobili
  • i letti a soppalco con due reti, più simili ai letti a castello
  • i letti a soppalco con scrivania, armadio o divano
  • i letti a soppalco angolari, con materassi in posizione perpendicolare
  • i letti a soppalco sfalsati, posizionati sulla stessa parete ma non lungo lo stesso asse verticale
  • i letti a soppalco scorrevoli

Un modello speciale: il letto a soppalco scorrevole

Si tratta di un letto a soppalco spostabile in avanti o indietro. La profondità della struttura, che corre su un binario a muro, può essere modificata per adattarsi alle esigenze dei ragazzi.

Di giorno, quando il letto superiore non serve, il soppalco può rimanere vicino al muro, adeso alla parete per rendere la stanza più ampia e gli spostamenti più agili. Di sera, quando è ora di andare a dormire, basterà riportare il letto in posizione di partenza per accedere liberamente alla scala contenitore.

Cameretta con letto a soppalco scorrevole: struttura aperta

Cameretta con letto a soppalco scorrevole: struttura chiusa

Il letto scorrevole: il salvaspazio per eccellenza

Scelta obbligata per i piccoli ambienti, i letti scorrevoli non hanno nulla da invidiare né ai soppalchi, né ai castelli. Come dice il nome, questo tipo di letto possiede reti estraibili e materassi nascosti in una struttura rialzata, capace di contenere fino a 3 lettini singoli.

Utilizzare un letto estraibile è davvero semplicissimo, a prova di bambini: basta far scorrere in avanti il piano di riposo proprio come si farebbe per un cassettone (motivo per cui devi sincerarti che nella cameretta ci sia spazio sufficiente per aprire e movimentare le reti aggiuntive). Non a caso, alcuni definiscono questo sistema di apertura del letto “a cassetto”!

In termini di spazio, il risparmio in centimetri è notevole. Quando le reti sono chiuse, l’ingombro totale si riduce alle dimensioni del letto principale.

Quali sono le caratteristiche dei letti estraibili?

  • la facilità di movimentazione dei letti a scomparsa, apribili e richiudibili senza sforzo grazie a rotelle che ne agevolano lo scorrimento
  • la possibilità di trasformare un letto singolo in doppio… o triplo! I letti sono divisibili e possono essere utilizzati separatamente
  • l’altezza ridotta: in termini di struttura, un letto scorrevole è meno alto di un letto a castello, dettaglio che ne facilita l’inserimento sotto un modulo a ponte. Anche tra i lettini l’altezza è diversa: puoi sfruttare questa differenza a tuo vantaggio per adattare i piani di riposo all’età dei bambini (bimbo più piccolo = lettino più basso).

Quanti tipi di letti a scomparsa scorrevoli esistono?

  • il letto doppio scorrevole, il salvaspazio più utilizzato. Il letto rialzato integra una seconda rete che può essere utilizzata sia tutti i giorni, che in caso di emergenza (i famosi pigiama party…). Per alcuni modelli si può scegliere di inserire una pratica scrivania a scomparsa tra i due materassi
  • il mobile con 3 letti scorrevoli. Ottimi per arredare una cameretta tripla, sono leggermente più alti dei modelli doppi perché devono garantire l’inserimento di tre reti e altrettanti materassi. Per questo, l’accesso al lettino superiore può essere facilitato da una scaletta a scomparsa
  • il letto sottoponte con seconda rete estraibile. A tutti gli effetti è uno scorrevole doppio, pensato per inserirsi nella nicchia di un armadio a ponte. Come tutti i letti estraibili, può essere attrezzato con protezioni anticaduta e pratici accessori.

Come scegliere il letto giusto per i bambini?

Dopo questa panoramica, non resta che evidenziare quali sono gli elementi che dovresti considerare per scegliere il miglior letto doppio.

1 – Lo spazio e la forma della camera dei ragazzi

Camera grande o stanza piccola? Cameretta lunga e stretta, quadrata di forma irregolare?

Benché banali, queste domande sono determinanti per effettuare una scelta corretta. Nati per ovviare a problemi di spazio, letti a cassetto o sopraelevati occupano comunque un certo ingombro.

Dai centimetri utili dipende l’individuazione del modello e, nel caso dei castelli o dei soppalchi, la posizione dei lettini. In linea generale, è più facile optare per un letto con seconda (o terza) rete estraibile o per un soppalco con letti a elle se nella camera dei bimbi c’è una buona larghezza.

2 – Il numero dei bambini e l’età dei ragazzi

Quanti bambini dormiranno in camera, due o tre? E quanti anni hanno i piccoli abitanti di casa, 8 o 14?

Sul numero di bimbi c’è poco da discutere: se hai tre figli, avrai bisogno di tre posti letto nella stessa camera! Sempre che tu non decida di riconvertire lo studio e trasformarlo in una cameretta aggiuntiva…

Sull’età dei ragazzi hai più margine d’azione. Se i bambini sono ancora in tenera età puoi giocare d’anticipo e scegliere un letto divisibile come quelli a scomparsa, in cui rete e materasso possono essere movimentati abbastanza facilmente grazie alle rotelle che hanno in dotazione.

Una volta cresciuti, i tuoi figli potranno disporre i letti singoli come meglio credono. Allo stesso modo, se la camera è condivisa tra ragazzi grandicelli o sorelle adolescenti, lascia che ognuno abbia la sua privacy. In questo, i letti a castello sfalsati ma paralleli sono piuttosto vincenti.

3 – Un letto pratico da usare

Immagina la camera dei ragazzi. Ora immagina i tuoi figli pronti per la favola della buonanotte. Se pensi che aprire ogni sera un letto estraibile sia per loro una vera scocciatura, opta per una struttura fissa e pronta all’uso.
Lascia i letti a castello richiudibili ai ragazzi più grandi. Per loro sarà una passeggiata sistemare il letto, ognuno il suo s’intende, prima di andare a scuola!

4 – In cameretta, la sicurezza prima di tutto

“I letti a castello sono sicuri o pericolosi”? – si chiesero mamma e papà aria interrogativa.

Scherzi a parte, è plausibile che un genitore si faccia questa domanda se ha intenzione di arredare la cameretta con un letto diverso dai modelli a terra.

I letti a castello moderni sì, possono essere considerati sicuri. Sono infatti dotati di protezioni che garantiscono la sicurezza ed evitano pericolose cadute a chi occupa il lettino superiore ed evitano pericolose cadute. A seconda delle proposte, sbarre e sponde possono essere rimovibili o fisse, perlopiù imbottite e perfettamente integrate nel sistema letto.

Allo stesso modo, i migliori letti a castello a scomparsa laterale devono integrare sistemi di blocco a prevenzione di aperture accidentali e improvvise.
Tuttavia, pur non esistendo un’età giusta per il letto a castello, è raccomandato un uso a partire dai 6 anni; in caso di bambini più piccoli è preferibile considerare una soluzione con letti a terra.

5 – Materiali di qualità per lettini robusti e solidi

La scelta di un letto robusto e solido passa anche dai materiali con cui è realizzato. Sempre più attenti alla salvaguardia dell’ecosistema e alla tutela dei piccoli, molti produttori hanno deciso di utilizzare solo materie di altissima qualità, reperibili sul territorio nazionale e la cui estrazione ha un impatto limitato sull’ambiente.

A questo si aggiunge l’attenzione per le finiture esterne che, come nel caso della laccatura ad acqua, devono essere realizzate con vernici atossiche e prive di sostanze chimiche dannose per la salute.

Ora che sai tutto sui letti sovrapposti, quale modello sceglierai?
Vorresti qualche consiglio per arredare al meglio la camera di un adolescente o una piccola stanza da bambina? Non perdere i nostri articoli:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

28 Ottobre 2019 / / Clever

Chi dice mensole da cameretta dice soluzioni salvaspazio per le stanze piccole.

Alleati degli spazi ridotti, ripiani colorati e dalle forme più strane invadono la camera dei ragazzi per ridurre al minimo l’ingombro e offrire, allo stesso tempo, intelligenti superfici d’appoggio per libri, giocattoli e peluches.

… A patto, però, di scegliere la disposizione migliore e adatta alle esigenze dei tuoi figli!

Se sei a corto di idee per posizionare le mensole nella cameretta, lasciati guidare dai nostri consigli e dalle nostre immagini. Troverai, oltre ai classici connubi letto o scrivania con mensole sopra, soluzioni originali per arredare, abbellire e decorare muri spogli e pareti vuote o inutilizzate.

Dove posizionare le mensole #1: le soluzioni classiche

Le mensole sopra il letto

Partiamo dalla disposizione più comune: le mensole sopra il letto della cameretta. SI tratta di una delle soluzioni più adottate per sfruttare al meglio la parete corrispondente al piano di riposo. Di norma, infatti, sul muro del letto rimane parecchio spazio libero in altezza, la condizione ideale per poter fissare qualche ripiano sopra la testiera.

Mensola semplice sopra il lettino

La disposizione classica:

mensola sopra il letto della cameretta

Per questo posizionamento vengono scelte sia mensole semplici e lineari (le classiche “mensole da muro” dell’immaginario comune) che mensole particolari, più o meno lunghe a seconda dello spazio disponibile.

Mensole sopra il letto della cameretta

Sfrutta la parete sopra il lettino con mensole particolari e sagomate

Non ci sono regole che stabiliscono quale sia la disposizione corretta dei ripiani. Si può scegliere di disporre le mensole sopra la testiera, ad una certa altezza rispetto al cuscino…

Idee per sistemare le mensole sopra il letto


Mensole sfalsate
: idea per decorare le pareti

…oppure fissare una mensola lunga sopra il letto, sfruttando la parete parallela al materasso.

Mensola lunga sopra il letto

Esempio di

mensola lunga posizionata sopra il letto

Le mensole sopra la scrivania

Un’altra idea consiste nel creare nella cameretta un piccolo angolo studio con scrivania e mensole. I piccoli studenti di casa potranno utilizzare i ripiani sopra lo scrittoio per avere libri, quaderni, dizionari e appunti sempre a portata di mano. L’accesso ai libri sarà agevole e la camera risulterà più ordinata.

Per ottenere un effetto minimalista, puoi scegliere di decorare la parete della scrivania con mensole porta libri, anche sfalsate se ti piace l’idea.

Mensola sfalsate sopra la scrivania


Mensole porta libri
ideali sopra la scrivania

Alcuni modelli, detti mensole con schienale, sono dotati di uno speciale fondo per proteggere il muro.

Mensole con schienale da cameretta


Mensole con schienale
, funzionali e decorative

Anche le mensole a L, ovvero i ripiani chiusi su un lato, riscuotono un certo successo. La particolare forma della struttura permette infatti di fermare i libri sulla mensola senza l’ausilio di accessori aggiuntivi.

Mensola a elle per cameretta

Il plus di una mensola a elle? Funziona come originale reggilibri!

Se invece vuoi creare una vera e propria parete di libri (il tuo bambino è già un appassionato di manga giapponesi, ammettilo…), l’idea è di posizionare sopra la scrivania un pannello a muro con mensole coloratissime e asimmetriche, dal particolare effetto dinamico.

Pannello a muro con mensole per la camera di ragazzi

Riempi il muro di ripiani utilizzando dei
pannelli con mensole

E perché non arredare la parete della scrivania con delle mensole chiuse? Valida alternativa ai pensili, si collocano a metà strada tra le mensole aperte e quelle contenitore, ma sono prive di sportello. Ne esistono tantissimi tipi, tra cui spiccano le mensole rettangolari, quelle quadrate e le imperdibili mensole a cubo.

Mensola a cubo gialla


Mensola a forma di cubo
, perfetta come portaoggetti

Mensole a cubo e rettangolo per la cameretta

Una fila di

mensole chiuse
permette di sistemare libri, accessori e quadretti

Mensole rettangolari per la stanza dei ragazzi

Esempio di mensola rettangolare con schienale e divisori

Estremamente versatili, rettangoli e cubi da parete possono essere usati singolarmente o all’interno di originali composizioni con mensole e pensili. Il vantaggio? La possibilità di comporre una piccola parete attrezzata proprio sopra la scrivania, completa del necessario per tenere in ordine libri e esporre piccoli accessori.

Parete attrezzata con mensole e cubi in una stanzetta

Originale composizione di
mensole asimmetriche

e contenitori sospesi

Dove mettere le mensole #2: le idee più originali

Mensole integrate nella scrivania

In questa soluzione, mensole e scrivania formano un tutt’uno. La base dello scrittoio è costituita da ripiani laterali che, oltre ad essere una solida base d’appoggio, compongono una micro libreria dove sistemare i libri più consultati.

È un’idea salvaspazio intelligente e originale, perfetta per creare un angolo studio quando la stanza è davvero piccola.

Scrivania con libreria a mensole integrata

Poco spazio? Opta per una
scrivania con mensole laterali

Mensola-scrivania a muro

Non più parte integrante piano di lavoro, in alcuni casi è la stessa mensola ad essere utilizzata come scrivania. Utile per sfruttare una parete vuota, lo scrittoio sospeso è una soluzione d’arredo moderna e di tendenza, apprezzata per la sensazione di leggerezza che restituisce.

Senza gambe, il piano non occupa spazio a terra; al contrario, lascia il pavimento libero per l’inserimento di una cassettiera su ruote, indispensabile per riporre cancelleria e materiale scolastico.

Mensola usata come scrittoio sospeso

Scrittoio sospeso costituito da una mensola con schienale

Mensole dietro al letto

Avresti mai pensato di poter mettere delle mensole dietro al letto della cameretta? Ebbene, non è raro utilizzare ripiani al posto della testiera. Oltre ad essere un’ottima idea per abbellire una parete vuota, questa disposizione rientra a pieno titolo tra le soluzioni salvaspazio.

Se temi che il letto occupi già molti centimetri in profondità, basterà scegliere una mensola poco profonda, ma che possa tuttavia accogliere una sveglia, qualche pupazzo o il diario segreto.

Mensola posizionata dietro al letto della cameretta

Una

mensola dietro la testiera
aiuta a ottimizzare preziosi centimetri

Mensole al posto della testiera del letto

Mensole dietro il letto: idea alternativa alla testiera

Mensole vicino al letto

Sopra il materasso, dietro il cuscino… e ai lati del letto? Le mensole, sì, possono diventare anche degli originali comodini sospesi. Puoi optare per semplici ripiani spessi, oppure orientarti su moderne mensole con cassetto per garantire ai ragazzi un piccolo nascondiglio per i loro effetti personali.

Mensole fissate al lato del letto

Composizione di mensole dritte posizionate vicino al letto

Mensola contenitore per la stanza dei ragazzi


Scaffale orizzontale
utile come mensola o comodino

Mensola comodino con cassetto


Mensole con cassetto?
Complemento 2 in 1!

Mensola comodino originale per la cameretta

Mensola aperta utilizzata come originale comodino

Nulla vieta di posizionare le mensole accanto al letto, ma in altezza. Esteticamente la composizione risulterà leggera, e tu potrai sistemare sui ripiani più alti gli accessori meno utilizzati dai bambini.

Mensole sospese vicino al letto della cameretta

Mensole sospese vicino al letto: idea per arredare i muri

Mensola cubo posizionata vicino al letto

Mensola cubo utile per decorare la parete accanto al letto

Mensole nella nicchia

Nella cameretta c’è una nicchia troppo piccola per inserire un mobiletto o un armadietto? Arredala con le mensole! Puoi usarne una sola oppure creare un piccolo scaffale con tanti ripiani colorati.

Se la rientranza della parete è vicino alla scrivania, la mensola sarà perfetta per i libri dei bambini; in caso contrario, potrà essere utilizzata come espositore di trofei, quadretti o souvenir delle vacanze.

Ottimizzare una nicchia con le mensole

Nicchia con una mensola lineare, utile sopra la scrivania

Mensole nella nicchia di una cameretta

Sfrutta gli spazi più piccoli con le mensole contenitore

Mensole accanto a un letto a soppalco

Come sfruttare una nicchia:

mensole accanto a un letto a soppalco

Arredare con le mensole: idee per una cameretta colorata

Scegliere dove posizionare le mensole nella cameretta risponde a esigenze di spazio, certo, ma non solo! Mensole e ripiani sono utili per sistemare e tenere in ordine la stanza, esporre e classificare libri, ma anche arredare, decorare e abbellire le pareti per dare un tocco di modernità all’ambiente.

Quindi, spazio alla fantasia, alle forme e ai colori!

Mensole in legno

Arredare con il legno è una scelta che non passa mai di moda. Naturale e caldo, questo materiale sposa tutti gli stili e si abbina facilmente a colori pastello o tonalità vivaci. Le sfumature ideali per la stanza dei ragazzi? Color rovere, noce o ciliegio, per mensole fini e discrete.

Mensola color rovere per la cameretta


Mensola color rovere
da posizionare sopra il letto

Mensole in legno di rovere per la camera dei ragazzi


Mensole in legno chiaro
per una cameretta scandinava

Nelle camere dei ragazzi più grandi, invece, il legno incontra altri materiali per sottolineare un mood più… adulto. Primo fra tutti, lo stile industriale: basta qualche mensola in metallo e legno, minimalista e moderna, per dare alla stanza tutto un altro aspetto.

Mensole-scaffale in metallo e legno

Industrial style:

mensola sospesa in metallo e legno

Mensole colorate

Che siano destinate ad abbellire la stanza ragazzi o per bambini, le mensole colorate trovano sempre posto nella camera da letto. Allegre e decorative al punto giusto, sono l’accessorio perfetto per dare un tocco di brio senza stravolgere lo stile dell’ambiente.

Dai toni chiari a quelli vivaci, i colori si scelgono in base all’età di chi occupa la cameretta: azzurre o blu per i maschietti; rosa, lilla o viola per le bambine; nuances pastello per i bimbi, quelle d’accento per gli adolescenti.. E le mensole arancioni o verdi? Unisex e passe-partout.

Mensola gialla per la camera dei bimbi

Mensola da cameretta gialla

Mensole rosa per la cameretta di una ragazza

Mensole contenitore rosa e viola: girl power!

Mensola lilla per la camera di una bimba

Mensola lilla dal forte potere decorativo

Mensole verdi e azzurre per la parete della cameretta


Mensole proteggi-muro
in toni chiari e di tendenza

Mensola per la cameretta di un bambino


Mensole dai colori pastello
perfette per la stanza dei bimbi

Mensole azzurre dal design originale


Mensole azzurre
per decorare la camera di un bambino

Mensole laccate

Indiscutibilmente moderne, le mensole laccate sono sempre più utilizzate per decorare le pareti della cameretta. Stravaganti in rosso, classiche in laccato bianco, la loro qualità passa anche per il processo di laccatura che subiscono. Le migliori aziende, attente alla salute dei più piccoli, utilizzano vernici ad acqua, non tossiche e rispettose dell’ambiente.

Mensola contenitore laccata rossa

Una

mensola rossa e legno
è quel che serve nella cameretta di una ragazza

Mensole originali

Mensole per libri originali e stravaganti? Ne esistono di tutte le forme (e alcune sono proprio strane!). Qualche ripiano asimmetrico, sagomato, irregolare, con bordi arrotondati è sufficiente per vivacizzare le pareti della cameretta e sistemare intere collezioni di fumetti.

Mensola dalla forma particolare


Mensola o casellario?
A te la scelta!

Mensole asimmetriche e sagomate


Mensola sagomata
perfetta per abbellire la parete

Mensole con pannello per la camera dei ragazzi


Pannello con mensole sfalsate
, idea vincente nella camera di uno studente

Consiglio: per osare con le forme, non devi per forza scegliere mensole a nuvola o a forma di casa! Puoi usare semplici mensole dritte di spessori diversi o creare una straordinaria composizione multicolor.

Mensola reggilibri da cameretta


Mensola da parete asimmetrica
da comporre a piacere

Mensole… scaffali

A metà tra mensole e librerie, gli scaffali portaoggetti fanno il loro grande ritorno nella camera dei bambini. Usati dai piccoli per sistemare i giochi (così sperano mamma e papà!) e dai grandi per tenere in ordine CD, videogiochi o riviste, offrono un’ottima alternativa alle mensole da parete.

Gli scaffali a mensole possono essere collocati ovunque: vicino al letto, accanto alla scrivania o, nel caso di alcuni modelli, al centro della stanza per dividere una cameretta in due.

Scaffale per la cameretta dei ragazzi


Scaffale a mensole
in alluminio e laccato

Mensola scaffale per la camera di un ragazzo


Scaffale per la cameretta di un ragazzo

Libreria-scaffale per i libri della cameretta


Libreria modulare sospesa
con scrivania integrata

Mensole-librerie sospese

Parete attrezzata per cameretta: scaffale sospeso per i libri

Ora che hai deciso dove mettere le mensole nella cameretta, dai un’occhiata allo speciale scrivanie!

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

23 Ottobre 2019 / / Clever

Save the Date! Dal 26 ottobre al 3 novembre siamo presenti alla 45° edizione di MOA CASA – Mostra dell’Arredamento e del Design a Roma, in collaborazione con Marcucci Arredamenti, studio di progettazione d’interni e negozio di mobili di qualità, nostro importante rivenditore partner romano.

ENTRATE NEL MONDO CLEVER!
Vi aspettiamo numerosi per toccare con mano la qualità dei mobili Clever e vivere un’esperienza virtuale 3D grazie a Virtuo, software innovativo che vi regala l’emozione di immergervi nella vostra futura casa.

Potrete scoprire le novità del programma Start InMotion, soluzioni giovani e dinamiche che usano tecnologie brevettate per restituire mood estetici di assoluta avanguardia. Vi aspettano nuove composizioni per le camerette di ragazzi e bambini, adatte ai gusti di grandi e piccini e a stanze di tutte le dimensioni. Letti a scomparsa e pareti attrezzate trasformabili, arredi salvaspazio per monolocali. Mensole, librerie, scrivanie, sedie, letti, comodini e armadi, una gamma coordinata di prodotti indispensabili per arredare la zona giorno e la zona notte.

L’appuntamento è a Roma alla Mostra dell’Arredamento e del Design MOA CASA dal 26 ottobre al 3 novembre 2019. Ci trovate al Padiglione 1 – Stand 4.

20 Settembre 2019 / / Clever

Prima o poi arriva il momento in cui per le ragazze la stanza diventa un piccolo grande rifugio. Il luogo magico dove riposare, studiare, crescere, confidarsi con le amiche e fantasticare sul futuro.

Non ancora adulta ma non più bambina, l’adolescente di casa ha già iniziato a manifestare gusti, stili e preferenze partendo proprio dal suo regno, la cameretta (proprio come i coetanei maschi!).

E allora perché non assecondarla con un arredamento su misura per lei? Ma attenzione a non definirlo “da femmina”: qualcuno potrebbe offendersi…

Trova la giusta ispirazione con queste 15 idee originali per arredare la cameretta di una ragazza: foto, immagini e consigli per decorare una stanza da sogno tutta al femminile!

Cameretta per ragazze di 10 anni

L’arredamento: cameretta con soppalco, armadio e secondo letto a scomparsa

La soluzione
Dai 10 anni in su, le bambine sono donnine in miniatura frizzanti e piene di vita, scisse tra compiti, pigiama party e primi pomeriggi di shopping con la mamma. A quell’età, la cameretta dev’essere bellissima, dar loro un senso di protezione e allo stesso tempo un sentore di indipendenza.

La stanza perfetta per una ragazza di 10 anni si posiziona a metà strada tra i ricordi d’infanzia e l’ingresso nell’adolescenza. Combina sfumature di rosa e toni pastello, un letto sopraelevato con accesso quasi segreto e un grande armadio bicolore dove appendere gonnelle, vestitini e la divisa della pallavolo.

Un letto in più per l’amica del cuore
Disposta su due muri, questa bella cameretta ad angolo prevede l’inserimento di un secondo letto, a scomparsa, proprio sotto il soppalco.
In pochi secondi, la cameretta singola si trasforma nella stanzetta per due ragazze con letti a sbalzo, la soluzione perfetta per ospitare la migliore amica di tua figlia.

Cameretta per una ragazza di 12 anni

L’arredamento: cameretta con armadio a ponte, libreria integrata e scrivania

La soluzione
Tua figlia è una ragazzina di 12 anni? Questa cameretta a ponte con cabina armadio rispecchia alla perfezione l’universo di un’adolescente di quell’età. Un’età delicatissima, certo, in cui la stanza deve diventare uno spazio privato invalicabile, dove sentirsi al sicuro e a proprio agio.

La camera ideale per una dodicenne dovrebbe contenere, oltre ad un comodo letto, una scrivania con un grande piano di lavoro e un bel guardaroba. Se la stanza è piccola ma ti piace l’idea che tua figlia abbia a disposizione la sua libreria, la soluzione consiste nell’integrarla nell’armadio, proprio come vedi nell’immagine.

L’arredamento, che porta con sé qualche ricordo d’infanzia, combina decorazione e funzionalità. Qualche esempio? La mensola colorata con fianco laterale evita la caduta dei libri, mentre la boiserie imbottita protegge il muro e decora la parete.

Colori e abbinamenti
Toni neutri e delicati come grigio chiaro o tortora sono i colori scelti per questa cameretta. Sono perfetti ad ogni età (anche quando la piccola di casa sarà cresciuta) e si abbinano facilmente a sfumature femminili come il glicine, il malva, il lilla o il rosa cipria.

Cameretta per ragazze adolescenti

L’arredamento: armadio a ponte con letto sotto, libreria con scrivania integrata

La soluzione
A prima vista, questa camera per una ragazza di 14 anni ha ben poco di femminile. Niente rosa, né glicine o fucsia, ma grigio, color avio e legno scuro che, abbinati, arredano alla perfezione una stanza per ragazze alternative e di carattere.

Oltre ai colori principalmente maschili, l’originalità di questa cameretta per teenager sta nella disposizione dell’arredamento. Benché collocati su tre pareti, i mobili della composizione sono stati studiati e scelti in un’ottica salvaspazio.

La scrivania è integrata nella libreria, il letto può nascondere un secondo materasso e gli armadi sfruttano i centimetri in altezza. Dalla zona compiti al guardaroba, in questa stanza (da femmine, sì!) tutto è alla portata di un’adolescente.

Per le fashion victim
Teenager, adolescente, quattordicenne. Dillo come vuoi, la storia non cambia: il guardaroba di una figlia in età adolescenziale è un vero arsenale di guerra. Accessori, abiti e capispalla di tutti i tipi tappezzano la stanza, malgrado lo slogan mattutino (“…non ho niente da mettere!“) risuoni forte in casa.
Ecco perché, per organizzare al meglio i vestiti, l’arredo di questa cameretta prevede uno speciale appendiabiti fissato a lato dell’armadio e una cassettiera proprio sotto l’anta.

Cameretta per una ragazza di 18 anni

L’arredamento: cameretta a ponte con letto e scrivania

La soluzione
Per la camera di una ragazza diciottenne, non ci sono dubbi. Lo stile si fa sobrio, i colori scuri e l’arredamento diventa funzionale per assecondare impegni scolastici e hobby. È il caso di questa cameretta stretta e lunga, arredata occupando una sola parete della stanza.

La scelta è ricaduta su mobili pratici e funzionali, capaci di moltiplicare al bisogno lo spazio contenitivo. All’armadio a ponte con ante battenti fa seguito un letto con sotto cassetti grandi e capienti, indispensabili per accogliere gli innumerevoli accessori di una giovane donna. In un’ottica salvaspazio, testiera del letto e scrivania coincidono, un’ottima soluzione per sfruttare la lunghezza riducendo l’ingombro in profondità.

Scuola = molti libri? Nessun problema. Bastano delle mensole contenitore dalla forma irregolare dove sistemare quaderni, appunti e dispense.

Il tocco femminile
Colori neutri sì, ma senza esagerare. L’idea è di aggiungere un tocco di verde acqua o color tiffany alla cameretta per sdrammatizzare la serietà del grigio.

Cameretta bianca e rosa

L’arredamento: cameretta componibile con letto a terra, armadio e scrivania

La soluzione
Chiedete ad una bambina qual è il suo colore preferito: probabilmente vi risponderà rosa. E non è detto che crescendo i suoi gusti cambino. Classico dei classici, questa cameretta da ragazza bianca e rosa ne è la prova.

Pensata per una bimba in età scolare, questa stanzetta femminile può incontrare anche i gusti di una preadolescente o di una ragazzina più grande. Il punto di forza sta nell’arredamento compatto, completo di tutto il necessario per organizzare zona riposo, guardaroba e spazio compiti.

L’ingombro? Limitato: basta un muro di 4 metri per posizionare armadio, lettino, scrivania, mensole e pensili a giorno. Lo stile? Evergreen, con colori d’accento come il viola equilibrati da mobili in legno chiaro.

Quando la cameretta è bella e pratica
Originale, particolare, bellissima: la camera di una ragazza deve rispecchiare tutte queste caratteristiche, senza rinunciare alla praticità. Integrare un letto con ruote è un’idea vincente per pulire a fondo la cameretta o cambiare l’assetto della stanza in base alle esigenze.

Cameretta per ragazze di 16 anni

L’arredamento: composizione con letto, scrivania e guardaroba

La soluzione
Ah, i 16 anni… un fiume in piena difficile da ostacolare. E la cameretta ne è la prova: decorazioni estrose, accessori originali e tinte vivacissime trasformano il luogo del riposo in un universo spumeggiante e dallo stile unico.

La camera da letto di una ragazza di 16 anni è una pura esplosione di personalità. Partiamo dagli arredi: i mobili assumono un aspetto più adulto, essenziale e minimalista. Nella foto di questa cameretta, la ricerca della leggerezza (il letto è sospeso su piedi alti, i cassetti della scrivania non toccano terra) va di pari passo con l’affermazione di uno stile personale e deciso.

Ed ecco i colori: le delicate sfumature pastello dell’infanzia lasciano il posto ad un meraviglioso rosso acceso negli accessori e sulle pareti. Almeno fino all’annuncio del prossimo color Pantone.

Nella cameretta: rosso sì o rosso no?

Secondo la cromoterapia, nella cameretta sarebbe meglio escludere le tinte energizzanti come il rosso. Per integrarlo, ma senza esagerare, l’idea è di tinteggiare solo una porzione di muro o scegliere una bella carta da parati per decorare la parete più corta, creando un effetto bicolore equilibrato e originale.

Camera per una ragazza moderna

L’arredamento: camera con letto imbottito, armadio bianco e zona studio

La soluzione
Non servono un letto color cipria e un tappeto rosa confetto per essere una principessa moderna. Lo dimostra questa cameretta tutta al femminile, ideale per una teenager che ama stare al passo con i tempi.

In questa stanza di 12 mq, ogni dettaglio è pensato affinché una giovanissima donna possa studiare, rilassarsi e dedicarsi ai propri hobby. Il letto è imbottito, l’armadio è molto spazioso e la scrivania è corredata di una cassettiera su cui appoggiare zaino e borsa e di mensole con reggilibri integrati.

Come arredare una cameretta per ragazze in perfetto stile pink rock? Osando con pareti e mobili colorati di viola, lilla, color lavanda e fucsia, tipiche sfumature femminili da accompagnare a mobili dal design super contemporaneo.

Un comodino alternativo
Chi dice cameretta alternativa, dice comodino originale. Tra le tante idee, puoi pensare di posizionare un paio di tavolini al lato del letto. Comodi per appoggiare sveglia, cellulare o qualche libro, potranno essere spostati ovunque nella stanza a seconda delle esigenze.

Cameretta arredata con colori neutri

L’arredamento: cameretta completa con letto, armadio e scrivania

La soluzione
Se stai considerando il colore predominante della camera di tua figlia, due sono le opzioni: essere travolto dall’uragano lilla-fucsia-violetto, oppure abbandonarti all’idea che, scegliendo fin da ora tinte neutre, tra qualche anno non sarai costretto a ritinteggiare le pareti.

Premessa fatta, ecco un’idea alternativa alla solita stanzetta rosa. Questa cameretta color tortora non ha proprio nulla da invidiare alle classiche camere color confetto. Sfumature neutre, bianco e legno di rovere sono magistralmente abbinati tra loro per evocare un’atmosfera rilassante e accogliente. Il guizzo cromatico è dato dal lettino rosso che, rivestito in tessuto pied de poule, assume già un aspetto… da grandi.

Design a prova di ragazzina
Il moderno design si mette al servizio dei genitori progettando soluzioni d’arredo che risolvano, almeno in parte, un proverbiale problema: il disordine. Qualche esempio? Testiere portaoggetti per cellulare e riviste, scrivanie con cassetti integrati per cancelleria, quaderni e accessori.

Cameretta per ragazza salvaspazio

L’arredamento: cameretta compatta con 2 letti, ponte e scrivania

La soluzione
Chi l’ha detto che una cameretta piccola non possa essere tanto pratica e funzionale come una grande? In una camera da ragazza con poco spazio, le idee sono chiare: se i centimetri sono pochi, sprecarli è davvero un peccato.

La forza di questa cameretta sono le sue dimensioni: 390 cm sono tutto ciò che serve per inserire un armadio a ponte, due lettini sotto e una scrivania con sedia coordinata. Posizionare l’armadio in altezza ha numerosi vantaggi: si riduce l’ingombro a terra, si sfrutta la parete nella sua interezza e si dà alla camera un aspetto ordinato e organizzato.

Anche la scelta dei lettini è dettata da motivazioni pratiche. Nello spazio di un solo letto ce ne stanno due, uno sotto l’altro, e il posizionamento in orizzontale contro il muro permette di risparmiare preziosi centimetri in profondità.

La scrivania in una cameretta lunga e stretta
Se la camera è stretta, o strettissima, posiziona la scrivania contro il muro, sulla parete più lunga. Puoi anche utilizzare la pediera del letto come punto di ancoraggio del piano di lavoro. Ricorda di sfruttare la luce naturale di una finestra, se ti è possibile. In caso contrario, illumina la scrivania con una buona lampada da tavolo, orientabile e regolabile.

Cameretta a ponte lilla e beige

L’arredamento: armadio a ponte con letto e divanetto

La soluzione
Casa nuova, cameretta nuova! Benché cresciuta, la piccola di casa non vuole rinunciare ad uno spazio tutto per sé (Virginia Woolf docet) in cui poter tornare bambina. Per lei, il rosa confetto è un po’ infantile, il color melanzana è troppo acceso… insomma, ci vuole una giusta via di mezzo che ne rifletta la femminilità. L’alternativa esiste e può prendere la forma di una bella cameretta da ragazza lilla e bianca.

Nulla è lasciato al caso in questa camera da letto per ragazza grande. In meno di 9 mq sono stati inseriti un grande armadio con moduli a ponte, un letto su pedana, un divanetto da utilizzare come secondo posto letto e delle mensole. L’idea in più? Integrare quanti più cassetti nella struttura dei letti per risparmiare preziosi centimetri e lasciare libero il centro della stanza.

Sfruttare gli angoli
Non tutte le camerette hanno piantine regolari: ci sono camere strette, camere lunghe, camere mansardate… L’importante è saper trarre vantaggio dei pochi metri quadri trasformando angoli persi in potenziali soluzioni salvaspazio. I letti ad L, posizionati in direzione perpendicolare su due muri vicini, lavorano proprio in questa direzione.

Cameretta in colori pastello

L’arredamento: cameretta completa con armadio scorrevole

La soluzione
Travolto dalla tendenza, anche l’universo delle camerette ha sposato lo stile e la filosofia della tendenza nordica. Ideale per una bambina grande, questa camera da ragazza in legno chiaro ha tutte le carte in regola per essere definita scandinava.

Essenze chiare, linee geometriche e colori pastello sono i protagonisti indiscussi dell’ambientazione. La semplicità formale degli arredi nordici si ritrova nel letto con piedini alti, nella scrivania a parete, nell’armadio scorrevole decentrato e negli elementi color azzurro cielo.

Non mancano le soluzioni salvaspazio: la testiera è sottile per limitare l’ingombro in profondità, gli elementi contenitivi sono fissati in altezza per non occupare il pavimento. In altre parole, più spazio per decorare la camera con tappeti, pouf, tavoli e altri accessori.

I vantaggi dell’azzurro nella cameretta
La cromoterapia lo afferma con forza: blu e azzurro sono i colori ideali per la decorazione della cameretta. Erroneamente definiti da maschi, ceruleo, ciano e celeste riscuotono un certo successo anche tra le femminucce, al punto che molte camere da ragazza integrano azzurro chiaro e scuro nei propri arredi. Il motivo? Il suo proverbiale potere rilassante.

Cameretta per ragazza con soppalco

L’arredamento: cameretta a soppalco con letti sfalsati

La soluzione
Speciale: camere per due adolescenti. Arredare una cameretta condivisa tra sorelle può sembrare un’impresa titanica. Due letti, un guardaroba infinito, un angolo per fare i compiti… e lo spazio sembra non bastare mai.

Ma questa camera per due ragazze ha la soluzione: il letto a soppalco. Posizionati ad altezze diverse, i due materassi rendono la camera funzionale e dinamica. La sensazione di movimento è data non solo dalla posizione dei letti sfalsati e perpendicolari tra loro, ma anche dalla possibilità di far scorrere il soppalco avanti e indietro.

Quando il soppalco è aperto, la scaletta è accessibile; quando il soppalco è chiuso, la scaletta rimane nascosta nella struttura. A questo si aggiunge la praticità di uno scrittoio sospeso e di un armadio a ponte con sotto un comodo letto singolo.

Piccoli trucchi salvaspazio
Anche le camerette più piccole possono nascondere grandi idee d’arredo. Se la scelta dovesse ricadere su una camera da ragazza con soppalco come questa, sfrutta ogni centimetro! Opta per una scaletta contenitore con cassetti e cestoni integrati.

Cameretta per ragazza con letto una piazza e mezza

L’arredamento: cameretta con letto una piazza e mezza, scrivania angolare, armadio

La soluzione
Lo dicono i medici e lo ripetono gli psicologi: per gli adolescenti, il sonno è fondamentale. Soprattutto il buon sonno, ovvero quello che permette al cervello di staccare la spina, ai ricordi di fissarsi nella mente e al corpo di godere di ottima salute.

Per questo, quando si parla della stanza di una ragazza adolescente, il letto gioca un ruolo di primaria importanza. La camera ideale dovrebbe contenere un letto comodo e confortevole, ma anche spazioso e accogliente. Non ci sono particolari vincoli di taglia, ma a ben vedere un letto ad una piazza e mezza è migliore di un letto singolo se si parla di comodità e di spazio utile per rotolarsi tra le lenzuola!

Uno spazio sotto il letto
Letto comodo e pratico? Sì, se possiede un contenitore. I piani di riposo con box sono perfetti se la cameretta è piccola e se si vuole razionalizzare lo spazio a disposizione. Il vano sotto la rete risulterà indispensabile per sistemare biancheria, coperte, cuscini, borse e zaini. E addio disordine!

Cameretta di una teenager romantica

L’arredamento: letto singolo, cassettiera, armadio con libreria e scrittoio

La soluzione
Ama scrivere, perdersi tra le pagine di un romanzo rosa per teenager e riempire il diario con i suoi pensieri. Tua figlia è una sognatrice, e il suo angolo di paradiso non potrà che essere una bella cameretta romantica.

Più moderno che classico, l’arredamento di una camera da teen combina delicatissimi colori femminili (rosa antico, lilla, lavanda) e legni chiari, gioca con le forme ma non perde mai di vista la funzionalità. In questa stanza, ad esempio, i mobili sono multifunzionali. Il comodino è integrato nella testiera del letto, a sua volta attrezzato con pratici scomparti; la cassettiera è dotata di appendiabiti e all’armadio è combinata una libreria con scrittoio a scomparsa.

Accessori che fanno la differenza
Basta poco per decorare una cameretta da femmine: mensole asimmetriche per i libri d’amore, maniglie originali laccate in colori pastello, pannelli di boiserie con angoli arrotondati per incorniciare il letto.

Cameretta da ragazza con un grande armadio

L’arredamento: cameretta con armadio a ponte, letto singolo e scrivania scorrevole

La soluzione
Piccola camera, grande guardaroba? Niente di più possibile. L’idea è realizzabile, e le soluzioni sono davvero sorprendenti, se si rispetta una semplice raccomandazione: sfruttare gli angoli e le altezze.

In poco più di 8 metri quadrati, questa cameretta per ragazze con armadio ad angolo mostra come poter inserire in poco spazio un guardaroba enorme, combinando ante a tutta altezza e moduli a ponte. Maglioni, magliette, pantaloni, gonne, vestiti, cappotti, sciarpe: tutto risulta perfettamente ordinato e a portata di mano. Per la superficie rimanente, non si è lesinato sulle idee geniali: l’originale scrittoio scorrevole può essere spostato vicino alla finestra in base alle esigenze.

Più spazio con i colori chiari
È una delle leggi sacre dell’arredamento e del design: è meglio usare tinte chiare per ingrandire visivamente gli spazi piccoli. Non serve limitarsi ai classici bianco o panna: puoi optare per colori vivaci come il giallo, tipico colore unisex, a patto però di scegliere sfumature tenui per non saturare l’ambiente.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.