22 Settembre 2020 / / Decor

tappeto artigianale a motivi geometrici e colore giallo

Non si può negare che un tappeto può trasformare istantaneamente l’atmosfera di una stanza. Che sia attraverso il colore, la trama o la stampa, un tappeto può determinare quanto sia accogliente, luminoso e originale l’arredamento della tua casa, per questo è importante scegliere il modello giusto. Per aiutarti nella ricerca del tappeto ideale, Rug’Society presenta uno dei suoi tappeti più amati: il tappeto Valencia.

Taftato a mano in lana e seta botanica, il tappeto Valencia, della collezione Classic, prende ispirazione da un viaggio estivo a Valencia, una splendida città spagnola dove il calore è onnipresente e i colori sono molti. La natura imponente e vibrante di questa città si è tradotta in arazzo attraverso un tappeto dal motivo geometrico neutro, che improvvisamente viene invaso da un’onda setosa di colore, che coniuga comfort ed eccitazione.

La colorazione standard di questo tappeto è un opulento giallo oro, che ricorda il modo in cui le luci brillano sugli edifici di Valencia, facendoli sembrare ricoperti d’oro. Tuttavia, se i tuoi ricordi di viaggio più cari sono legati a un’altra tonalità, Rug’s Society offre la possibilità di personalizzarlo creando un pezzo unico e su misura.

tappeti artigianali in lana

Per saperne di più, visita rugsociety.eu .

L’articolo Rug’Society presenta il tappeto Valencia proviene da Dettagli Home Decor.

6 Agosto 2020 / / Decor

tappeti moderni disegni geometrici

Trame, effetti ottici e intrecci di linee affascinano con la loro stessa rappresentazione

AntonioLupi è da sempre riconosciuto come leader di stile nell’ambiente wellness domestico per  bagni da copertina. L’estetica ed il design del brand colpiscono notevolmente ed era giunta l’ora di aggiungere un tassello alla lunga lista di prodotti che compongono il puzzle di eleganza e decor. Il potenziale di questa azienda ha concesso la possibilità di espandere le sue competenze oggi anche al di là dell’ambiente bagno arrivando ad utilizzare anche il tessuto.

tappeti in bianco e nero effetto optical

Ecco che per AntonioLupi arriva Tramato, una collezione dedicata ai tappeti, uscendo dai canoni del bagno e disponendosi in altri locali della casa. Si unisce alla precedente proposta di carte da parati con un gioco di geometrie contenute, nel vero senso della parola, proprio nei bordi del tappeto pur spostando il disegno su una nuova superficie, questa volta orizzontale.

tappeti Gumdesign

La collezione Tramato è composta da 16 referenze, tutti sono realizzati con velluto stampato per mezzo della tecnica tufting e rientrano nel concept più ampio di “Tra le righe” firmato da Gumdesign.

I tappeti Tramato si uniscono alle carte da parati per completare l’aspetto decorativo della stanza facendo da nuovi protagonisti a fianco di docce, sanitari e mobili bagno.

tappeti a righe bianco e nero

Tramato per AntonioLupi è una vera e propria decorazione a pavimento fatta di trame, effetti ottici e intrecci di linee per un continuo movimento che gioca con il bianco ed il nero.

I due colori non colori compongono un gioco di volumi e profondità, un effetto ottico che caratterizza lo spazio. La sagoma del tappeto, non più solo rettangolare, accentua questo effetto grafico.

www.antoniolupi.it

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Tramato, i tappeti di Gumdesign per AntonioLupi proviene da Dettagli Home Decor.

24 Luglio 2020 / / Blog Arredamento

I tappeti rappresentano un elemento d’arredo molto bello e utile per gli appartamenti. I colori e la morbidezza caratterizzano gli angoli della casa, dando personalità alle varie stanze. Prendersene cura, però, non è sempre facile. Ai tappeti basta una macchia per rovinarsi irrimediabilmente, ma al tempo stesso devono essere regolarmente puliti per avere sempre il massimo dell’igiene negli ambienti domestici.

Pulizia dei tappeti: cosa non fare mai

Le macchie sono un nemico acerrimo di tessuti e tappeti. Nel caso in cui ci si trovi di fronte ad una macchia, occorre agire tempestivamente per rimuoverla. Mai strofinare perché si rischia di far entrare ancora più in profondità la sostanza macchiante, oltre a poter scolorire il tessuto, finendo col rovinare per sempre il tappeto.
Tamponare con acqua sarà utile per non far assorbire del tutto la macchia, utilizzando qualche goccia di detergente delicato in caso di macchie particolarmente resistenti. I tappeti non devono essere mai sbattuti con troppa forza, né vanno mai messi in lavatrice per il lavaggio.
Leggere le istruzioni di pulizia e lavaggio è importante per conoscere i prodotti specifici da usare, mentre qualsiasi agente chimico che si desideri provare per la pulizia, andrebbe sempre testato in un angolo nascosto del tappeto, per verificare che non sia aggressivo e non rovini il tessuto.
Aspirapolvere

Rimedi naturali per pulire i tappeti da macchie accidentali

Il sale è un rimedio decisamente efficace soprattutto se si ha a che fare con macchie di vino rosso. Per pulire il tappeto basterà spargere il sale sulla macchia, lasciando agire finché il sale non sarà diventato rosso. A questo punto, si tampona con un panno imbevuto d’acqua e sale e si ripete la procedura finché non sarà sparita completamente la macchia. Per le macchie già secche, si può usare del vino bianco diluito con acqua per rimuoverle.
Il bicarbonato di sodio è un prodotto versatile, utile per tantissimi impieghi e ottimo alleato contro macchie e sporco. Sui tappeti si usa cospargendo la macchia da trattare, per poi versare dell’acqua tiepida ma senza esagerare. Quindi si tampona delicatamente con un panno fino alla completa rimozione di macchie e sporco.
Il limone è un altro alleato della pulizia a costo zero e facile da reperire. Svolge anche un’azione disinfettante e ne bastano poche gocce per ottenere un fantastico effetto smacchiante. Trattandosi di un elemento acido, è consigliabile usarlo soltanto su superfici non colorate, meglio ancora se bianche.
La schiuma da barba è un metodo insolito ma efficace che sostituisce le mousse per pulire. Per essere efficace, non deve contenere additivi chimici aggressivi. Si può usare per trattare una macchia particolare, spargendo la schiuma nell’area interessata. Si lascia agire una ventina di minuti e poi si rimuove il residuo con una spugna e si tampona la zona con un panno.

Regolare pulizia dei tappeti in casa

Pulire regolarmente i tappeti è importante per una questione igienica. I tappeti, infatti, sono una sorta di “filtro” che trattiene sporco, polvere, capelli, peli di animali, germi, batteri e altre particelle. Proprio per questa ragione, la pulizia dei tappeti in casa deve avvenire con una cadenza piuttosto regolare.
L’operazione si può svolgere da soli utilizzando prodotti presenti in casa. La prima cosa da fare è rimuovere la sporcizia in eccesso, usando una scopa elettrica e regolandola per non danneggiare il tappeto. I robot aspirapolvere, in questo caso, sono la soluzione perfetta perché garantiscono una pulizia eccellente del tappeto, oltre a fare tutto in completa autonomia. Questi dispositivi, inoltre, hanno un’intelligenza artificiale per riconoscere le diverse superfici e adattarsi automaticamente. I robot aspirapolvere sono l’alleato ideale per chi ha poco tempo ma desidera una pulizia delicata e approfondita dei tappeti e della casa. Di seguito, una guida all’acquisto di un robot aspirapolvere fornita dagli esperti online di smartdomotica.it.
Una volta eliminato lo sporco in eccesso, si può lavare il tappeto leggendo le indicazioni sull’etichetta anche se, nella maggior parte dei casi, basta usare una miscela di acqua calda e sapone per piatti. Con una spazzola delicata si cosparge tutto il tappeto con la miscela, ripassando più volte fino ad insaponare completamente il tappeto, lasciando agire per qualche minuto.
La fase di risciacquo è molto importante perché, se il sapone non viene eliminato del tutto, potrebbe finire per rovinare o scolorire il tappeto. Per questo deve essere risciacquato con acqua abbondante, fino alla completa eliminazione della schiuma. Se si usa una pompa d’acqua, bisogna agire delicatamente, poggiandola sul tappeto finché questo non sarà completamente zuppo. Con la pompa d’acqua si potranno eliminare anche ulteriori residui di sporco ostinato assieme alla schiuma e all’acqua.
Il tappeto bagnato deve essere possibilmente lasciato asciugare all’aria aperta oppure si può usare un tergi-pavimento o un’aspirapolvere per rimuovere l’acqua, passando gli apparecchi sempre seguendo il verso del pelo e mai il contrario.

Pulire i tappeti a seconda della tipologia

  • I tappeti in lana non devono assolutamente essere inseriti in lavatrice, né lavati a mano con acqua calda. La pulizia regolare può essere svolta sostituendo il sapone per i piatti con un detergente più delicato, come uno shampoo o un sapone neutro.
  • I tappeti in corda o iuta possono essere igienizzati e puliti usando bicarbonato e acqua per fare in modo che le fibre vengano pulite in profondità.
  • I tappeti in tessuto puro non trattato possono essere puliti con prodotti specifici, così da effettuare una sterilizzazione e un lavaggio accurato e approfondito.
  • I tappeti persiani si puliscono con acqua e aceto. Con una prima passata di acqua pura, si rimuove lo sporco superficiale, mentre con una spatola morbida con acqua e aceto, si procede manualmente per una pulizia più profonda. L’operazione va ripetuta più volte.
    Se non si dispone di spazi esterni, si può pulire il tappeto senza bagnarlo ma usando un panno bagnato per rimuovere il primo strato di sporco, per poi procedere normalmente. L’asciugatura deve avvenire in maniera delicata, possibilmente sollevandolo e lasciando defluire l’acqua prima di lasciarlo all’aria aperta e al sole.
23 Luglio 2020 / / Decor

tappeto artigianale giallo Selce

Studio Salaris disegna la collezione di tappeti Selce per Carpet Edition

La collezione di tappeti Selce, disegnata dallo Studio Salaris per Carpet Edition, è ispirata alle selci millenarie, pietre simbolo dell’evoluzione della civiltà e dello straordinario e incessante lavoro del tempo sull’ambiente che ci circonda.

tappeto artigianale Selce

Come le sostanze organiche e chimiche si accumulano e si stratificano fino a creare rocce dalle forme variegate, e per questo uniche, così Carpet Edition e lo Studio Salaris hanno lavorato alla progettazione dei tappeti della collezione Selce. Perimetri irregolari, figure geometriche scomposte e filati diversi si accostano e sovrappongono in cinque combinazioni, differenti tra loro nella forma e nel colore.

tappeto artigianale selce

Materiali pregiati come la Lana Nuova Zelanda, l’Hardtwist, il lino e il Tencel (quest’ultimo ecologico, ricavato dalle piante di Eucalipto), vengono taftati a mano e mixati insieme per un risultato armonioso, sorprendente alla vista e al tatto. Ne risultano infatti tappeti compositi, in cui ognuna delle parti che definisce il disegno propone anche una diversa texture, con un pelo ora più lungo, ora più corto, ora più liscio, ora più bouclé. Altrettanto interessante l’equilibrio creato dalla scelta dei colori, tra accostamenti ton-sur-ton e dettagli che creano contrasti mai banali.

tappeto artigianale Selce

Carpet Edition ha messo a disposizione dello Studio Salaris, che si è cimentato per la prima volta nella realizzazione di una linea di tappeti, una consolidata esperienza nella  produzione artigianale, instaurando così un’efficace collaborazione. Alessandra Salaris e il suo team, attingendo a valori importanti per l’azienda, hanno potuto esprimere al meglio la propria creatività: se la collezione Selce è un richiamo al mondo naturale, l’attenzione all’ecosostenibilità è evidente anche nella scelta dei materiali e nelle tecniche di lavorazione, a bassissimo impatto ambientale.

tappeto artigianale Selce

Carpet Edition ha ampliato l’offerta della sua linea Hand Made, proponendo, con l’aiuto dello Studio Salaris, una collezione eterogenea ma dal carattere ben definito, unica e riconoscibile, ideale per rispondere alle diverse esigenze di mercato con una serie di tappeti forti e identitari.

www.carpetedition.com

L’articolo La bellezza dell’irregolarità dei tappeti Selce proviene da Dettagli Home Decor.

7 Gennaio 2020 / / Decor

READ IN ENGLISH

Il tappeto è il complemento d’arredo che o si ama o si odia.
Se scegli di arredare la tua casa e la vuoi rendere più confortevole, sicuramente non ti limiterai a collocare un unico tappeto in una sola stanza ma gli ambienti e l’arredamento della tua abitazione saranno maggiormente valorizzati con tappeti speciali e particolari che esprimeranno il tuo carattere.

La scelta del tappeto giusto

Il tappeto perfetto per ogni ambiente è proporzionato alla stanza dove è collocato: un piccolo tappeto in una sala grande, appare come uno zerbino messo lì per caso; un tappeto molto grande rispetto alla superficie della stanza, invece, offre l’idea di un ambiente ridotto.

Il tappeto deve essere più corto almeno sessanta centimetri della parete più lunga: la sua collocazione deve essere prevista in ogni particolare e non deve ostacolare l’apertura di porte o finestroni a terra.

@EasyRelooking

La forma

La forma del tappeto può essere quadrata, rettangolare o tonda: la scelta del suo perimetro geometrico deve garantire sempre un buon effetto visivo, da dare la sensazione di omogeneità e armonia con il resto dell’arredamento.

soggiorno con archi

@EasyRelooking

La scelta del tappeto nel soggiorno

Il tappeto per il soggiorno dipende molto dalle dimensioni della sala.
È sempre elegante vedere un grande tappeto sotto il divano e le poltrone che rende la zona conversazione e relax molto accogliente.

Il tappeto dovrà sporgere almeno venti o venticinque centimetri dai mobili del salotto.

La forma può essere indifferentemente rotonda, quadrata, o rettangolare: deve essere, comunque, adeguata all’ambiente per renderlo armonioso.

color ruggine soggiorno

@EasyRelooking

In un salone molto ampio possono essere posti anche due tappeti, meglio uguali nel disegno e nel materiale, anche se di dimensioni diverse: su uno possono poggiare i mobili, sull’altro il divano.

Il tappeto giusto per la zona pranzo e cucina

Il tappeto nella zona pranzo deve essere equilibrato alle dimensioni del tavolo sotto cui è posto. Nella scelta del tappeto è bene tenere conto che tutte le sedie previste per il tavolo da pranzo devono essere posizionate sopra il tappeto, garantendo comodità nei movimenti e negli spostamenti per sedersi.

Per i tavoli con otto sedie, le dimensioni del tappeto devono essere intorno ai  240cm, possibilmente di forma quadrata.

Se il tavolo è più piccolo, per meno di sei persone, il tappeto può essere anche rettangolare, con misure tra i 160x230cm e i 200x290cm.
Una forma del tappeto identica al tavolo rotondo o quadrato è una scelta parecchio azzeccata.
Sotto il tavolo da pranzo è indicato un tappeto a pelo corto, comodo per spostare le sedie mentre ci si siede.

Il tappeto giusto per le camera da letto

Il tappeto in camera da letto è un tocco di classe, eleganza ma soprattutto di comodità. Alzarsi dal letto e trovare sotto i piedi il calore del tappeto, a ogni stagione, è sempre una peculiarità che denota attenzione verso ogni particolare.

Per la tua camera puoi scegliere tra vari modelli: se posizioni il tappeto sotto il letto, poni attenzione che sporga dai due lati allo stesso modo e con le medesime misure; altrimenti puoi sistemare due tappeti identici in entrambi i lati

Via Arthacollections.com

Ricercati e originali per la camera da letto sono, sicuramente, i tappeti in seta o misto lana.

L’articolo Scegliere il tappeto giusto: si parte dalle dimensioni! proviene da easyrelooking.

17 Ottobre 2019 / / Decor

tappeto in lana

Arredano, aggiungono calore agli ambienti e donano personalità e colore. Segui i nostri consigli per scegliere i tappeti per l’inverno più adatti alla tua casa.

Non esiste un ambiente confortevole senza un tappeto che ci regala il piacere del suo tocco morbido, soprattutto durante l’inverno. I tappeti arredano, aggiungono calore e comfort agli ambienti, decorano con personalità e spesso sono utili anche per definire le diverse zone. I tappeti per l’inverno sono un must have della casa. Proposti in un’ampia gamma di materiali, forme, colori e dimensioni, ecco alcuni consigli di stile per trovare il tappeto più adatto al tuo gusto e alla tua casa.

Punta sulle fibre naturali

Come detto il mondo dei tappeti è molto ricco: colori, materiali, forme di ogni tipo … Devi solo trovare quello più adatto al tuo ambiente.  I tappeti in fibre naturali, come sisal, juta, cocco o canapa, si adattano a qualsiasi stile decorativo, aggiungono un tocco naturale alla stanza e sono molto resistenti.

Classico d’ispirazione orientale

Per chi ama uno stile più classico e tradizionale, i tappeti persiani annodati a mano sono la scelta ideale. Realizzati mediante l’uso di un telaio, esistono diverse tipologie di nodo, a seconda dei materiali e dello stile del disegno. Naturalmente sono tra i modelli più costosi ma, in alternativa, vi sono molti tappeti economici realizzati a macchina, sicuramente meno pregiati ma dall’ottima resa estetica.

Personalizza la stanza con il colore

Tra i diversi ambienti domestici, il soggiorno è quello dove il tappeto non deve assolutamente mancare perché risulterebbe incompleto. Un modo semplice per aggiungere personalità al proprio soggiorno è scegliere modelli dalle tonalità vivaci come i tappeti kilim. Anche in questo, a seconda del budget, ci sono modelli artigianali e altri realizzati a macchina.

Creare un bel mix and match

Come detto i tappeti per l’inverno sono un vero e proprio must-have. Se lo spazio da coprire è molto ampio, anziché collocare un solo grande tappeto, la soluzione è abbinare più tappeti in formati diversi: il risultato sarà un originalissimo mix and match, a patto che siano scelti con criterio e siano quindi bene abbinati tra loro.

Delimitare le zone

Oltre a decorare, i tappeti sono utili anche per delimitare gli spazi senza la necessità di separarli. Ad esempio sono perfetti per definire la zona pranzo nel soggiorno, la zona relax, un piccolo angolo lettura oppure per sottolineare l’ingresso di casa. In questi casi, in fase di scelta, è opportuno tenere conto delle dimensioni che dovranno essere proporzionate alla dimensione dei mobili e degli spazi in cui andranno inseriti.

Appeso a parete

Chi ha detto che i tappeti sono fatti solo per vestire i pavimenti? In passato era più comune appenderli alle pareti perché tappeti o arazzi sono in grado di regalare una forte personalità alle nostre case e isolare in modo naturale le pareti. A seconda dello stile dell’arredamento presente nella stanza si possono scegliere tappeti classici, moderni, con tocchi etnici, la scelta è molto ampia e non ci sono limiti.

Se desideri altre idee e ispirazioni che ti possano aiutare nella scelta dei tappeti per l’inverno più adatti alla tua casa e al tuo gusto, ti suggeriamo di dare uno sguardo su Homelook, la nota piattaforma online dedicata all’interior design e all’arredamento di casa e giardino.

Moderna e di facile navigazione, all’interno di Homelook.it  puoi trovare appassionati di design, esperti del settore, negozi e un’infinità di prodotti, oltre, naturalmente, a tante immagini, consigli e progetti da cui trarre ispirazione per arredare la tua casa con stile.

L’articolo Tappeti per l’inverno. Consigli di stile proviene da Dettagli Home Decor.

30 Luglio 2019 / / Blog Arredamento

Spesso la scelta degli zerbini viene sottovalutata e non considerata come importante, tuttavia è dimostrato invece come i tappeti esterni la dicano lunga sia sulla cura dello spazio outdoor che sullo stile dell’abitazione, di un ufficio, di un negozio o altro. Ecco dunque una guida per scegliere gli zerbini da esterni, con tante soluzioni pratiche ed eleganti proposte.

Foto: tuttozerbini.it

Qual è la loro funzione

La funzione dei tappeti da esterni si è decisamente evoluta nel tempo e anche in fatto di zerbini la scelta diventa sempre più accurata e precisa. La comodità degli zerbini da esterno, quando questi sono di ottima qualità, è innegabile, ma altrettanto innegabile è l’effetto che aggiungono agli spazi outdoor, considerati dei luoghi a tutti gli effetti da arredare al pari degli interni.

Un tappeto comodo consente di fruire dunque degli spazi esterni in maniera più funzionale, e può essere scelto nelle dimensioni desiderate per aumentare la sua funzione. Inoltre, sceglierlo in sintonia con l’abitazione o il negozio o l’ufficio crea un’armonia decisamente migliore, che aggiunge classe ed eleganza ad ogni contesto.

Ecco che la scelta dei tappeti da esterni può cadere su zerbini di piccole o medie dimensioni, oppure su zerbini di dimensioni tali da coprire lo spazio desiderato e dare, oltre alla funzione di decoro, anche una indubbia funzionalità, che è quella di rendere lo spazio esterno calpestabile e in grado di far raggiungere l’interno con estrema comodità.

L’utilizzo degli zerbini esterni assicura anche che la maggior parte dello sporco si fermi all’ingresso e non si accumuli sui pavimenti, per cui i loro benefici sono notevoli e non devono essere mai sottovalutati.

Zerbini da esterni: il materiale fa la differenza

Come già detto, gli zerbini da esterno sono funzionali e comodi e quindi indispensabili da posizionare in tutti gli ingressi. A costituire la differenza nella scelta è il materiale, che bisogna valutare in funzione dell’utilizzo che se ne deve fare, quindi se serve per l’esterno di un’abitazione oppure per metterlo al di fuori di negozi o centri commerciali. Ecco i materiali migliori per scegliere lo zerbino da esterno:

Cocco sintetico

Fra i materiali da scegliere troviamo il cocco sintetico, ottimo per il suo potere pulente e assorbente e per la sua eccezionale resistenza al calpestio e alle intemperie.

Cocco naturale

Realizzato con fibra 100% naturale, offre una valida barriera contro lo sporco ed è facile e pratico da manutenere con un semplice aspirapolvere. È ideale per attività a traffico medio basso e indicato per ambienti rustici e storici.

Ricciolo di vinile

Ottimo è anche il ricciolo di vinile, di facile posa e che non necessita di sottofondo in gomma, altamente resistente ai raggi UV e ideale per produrre zerbini personalizzati.

Chicco di riso

Si tratta di una fibra sintetica resistente alle intemperie, allo schiacciamento e ai raggi UV. Lo zerbino in chicco di riso è dotato di sottofondo in gomma naturale e mantiene il suo aspetto e la sua funzione a lungo nel tempo. Di facile manutenzione e pratico da pulire, basta un getto d’acqua oppure l’aspirapolvere per mantenerlo perfetto.

11 Giugno 2019 / / Decor

READ IN ITALIAN

The overwhelming return of carpets in furnishing trends clearly reflects the desire to resume the convivial dimension: the bright colors, with some touches of primary tones on more neutral backgrounds, allow to give the atmosphere immediate vivacity.

This is a very popular trend: just think that in online research, textile art is among the most trendy, with a truly exponential increase in interest.

Real artists of textile art

This is good news if you love textile art and are looking for artists whose pieces could embellish your environments.

For example, you could take a look at the work of Tammy Karat, an Australian artist who creates truly extraordinary textile art.

Colored tapestries characterized by a very important material appearance, generally of irregular shapes tending to the oval, which let the material speak for itself.

 
 

 
 
 
 
 
View this post on Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

A post shared by Tammy Kanat (@tammykanat) on Jun 3, 2019 at 2:57pm PDT

 
Using an intuitive creative process, the Australian artist manages to make all the rooms in which his creations will rest unique. Thanks to the simple enhancement of classically considered poor materials, Tammy and the many artists who draw her inspiration try to resume typical Navajo traditions.
 

Tammy Karat

It is no coincidence that these images bring to mind the suggestions that derive from the vision of western films. These are fabrics that immediately refer us to an almost forgotten dimension, to which we give new vigor.

Tammy Karat

In fact, weaving represents a constantly evolving art form despite being timeless. The weaving is able to tell the artist’s feeling, which follows the instinct to make unique designs.

The wall rugs

The ideal tapestries must have large dimensions and the incredible details that characterize them must always be vivid. The colored wall carpet represents in all respects a real picture, which breaks with its expressive force to give a really important touch to the environment in which it is inserted.

The carpets on the walls are increasingly used in the world of furniture: they are unique objects, whose goal is to enhance the environment as a whole. This is not a simple task: this is why it is crucial to always keep in mind what style characterizes your living room.

 
The living area is in fact the one that best manages to convey the personality and character of those who live there. Here, then, that before proceeding with the purchase of a wall mat, one should always consider what the overall effect is that one wants to achieve. There are many companies that offer high quality textile products, which are able to adapt to different styles of living: from modern to folk, from rigorous black and white to neutral tones ton sur ton.

Return of the traditional rug

In addition to the tapestries, 2019 sees a great return of the traditional rug, the perfect complement for the living. As such it should be a support and not the total protagonist of the room when it is in the traditional position resting on the floor. A large rug, for example, is perfect for a conversation area and should always be under the sofas.

Via The Design Files

As a general rule, when choosing patterns, the colors should go slightly in contrast with the sofas to enhance them. It is important to keep in mind that the rug will be able to determine the personality of the room very clearly, so it must be borne in mind that one should harmoniously marry with everything else.

L’articolo Trend 2020: decor walls and floors with rugs proviene da easyrelooking.

6 Febbraio 2019 / / Decor

Arredare con i tappeti che sia per rinnovare la zona pranzo o per rimodernare la zona soggiorno può essere un valido alleato per cambiare il look ad alcune parti dell’ambiente.

Arredare con i tappeti può servire per raccogliere oppure dividere in più zone funzionali un locale. Ad esempio in soggiorno può dividere la zona divano, poltrone e tavolino da tutto il resto. In commercio esistono tanti tipi di tappeti realizzati con vari materiali come il cotone o in lana acquistabili comodamente online.

 

Arredare con i tappetiIl tappeto moderno è molto versatile come complemento d’arredo perché può trovare spazio dappertutto. In casa, dal bagno, alla cucina e il soggiorno anche la camera da letto diventa una soluzione originale per caratterizzare lo spazio. I colori tenui o accesi, ispirazione orientale oppure nordica, cotone a trama piatta o intrecci di lana, fantasie astratte o geometriche, potete scegliere in base alle vostre esigenze.

Come arredare con i tappeti

Rinnovare la casa con dei tappeti è una vera espressione di design sopratutto nella zona soggiorno. Basta una colorazione in contrasto con il divano per ottenere un effetto sorprendente. Si può anche giocare con i richiami ai dettagli presenti in casa e abbinare il colore del tappeto. Importante è che il risultato finale unisca ambienti divisi e crei armonia. Inoltre la sensazione del calore che tanto desideriamo è conferita dal tessuto del tappeto. Infatti alzarsi dal divano e toccare con i piedi un morbido tappeto è molto piacevole.

Arredare con i tappetiArredare con i tappeti

Invece nella zona notte, i tappeti moderni per la casa possono costituire pratici e gradevoli scendiletto. Potete scegliere un tappeto allungato e posizionarlo sotto il letto, in modo da sporgersi da entrami i lati.

Arredare con i tappeti

Se ti è piaciuto questo articolo condividi sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto. Puoi scriverti al mio blog per non perderti i miei post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.

Credits: carpetliving.com

L’articolo Arredare con i tappeti e rinnovare la casa proviene da Design ur life blog.

11 Gennaio 2019 / / Decor

Un nuovo tappeto in soggiorno può davvero cambiare il look della stanza. Ma scegliere il tappeto giusto può essere difficile: ecco qualche suggerimento.

Tappeti di tendenza 2019

Buondì cari amici. Con uno dei miei soliti “colpi di testa” ho deciso di cambiare il tappeto in salotto. Per carità, il vecchissimo persiano decisamente shabby, per non dire consumato,  è molto bello, e infatti non ho intenzione di buttarlo. Ma è troppo grande per l’ambiente e un po’ scuro: preferisco averne magari un paio chiari, più piccoli, facili da lavare ed economici, cosicché quando mi sarò stancata non sarà un problema sostituirli.

Tappeti di tendenza 2019

Prima di partire alla carica, mi sono fatta un’idea delle tendenze in fatto di tappeti nel 2019, e mi fa piacere condividerle, nel caso siate anche voi in cerca di un nuovo tappeto e non sappiate da dove cominciare . Pronti?

Tappeti shaggy

Si chiamano così i tappeti a pelo lungo, di grande tendenza. Morbidi, in lana (i più costosi) o in poliestere, vien voglia di rotolarcisi sopra. 

In questa categoria spadroneggiano ancora i tappeti berberi, originali (leggete questo post per capire la differenza) o d’imitazione: comunque sia, scegliendo uno di questi tappeti non rischiate di sbagliare.

Collezione Bliss disegnata da Mae Engelgeer per CC-Tapis

Poi ci sono i tappeti in tinta unita, proposti più o meno da tutti i brand di arredamento. Anche qui non rischiate di trovarvi con un complemento troppo ingombrante dal punto di vista estetico: basta scegliere un colore che si armonizzi con l’ambiente e l’arredo, e il tappeto resterà con voi per molti anni.

Saliamo di livello con i tappeti di design. Qui entriamo nel campo degli investimenti a lungo termine, visto il costo, ma sicuramente un tappeto come quelli proposti da CC-Tapis non passerà inosservato. Tuttavia, potete ispirarvi alla grafica Art Déco della collezione Bliss, disegnata da Mae Engelgeer per cercare un prodotto simile meno costoso. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 Shaggy

In senso orario: Tappeto in lana Freya, Westwing Now//Tappeto Kalpasi, La Redoute//Tappeto in stile berbero Ustril, La Redoute//Tappeto rotondo della collezione Bliss, CC-Tapis//Pelle di pecora Cassy, Westwing Now//Tappeto Fidji, Alinea//Tappeto Adum a pelo lungo rosa, Ikea.

Tappeti a pelo corto

Per chi non se la sente di investire in un tappeto a pelo lungo, per paura che non sia troppo igienico, la scelta si può orientare sui tappeti a pelo corto. Qui si trovano comunque le lavorazioni tradizionali in lana, e quelle in juta o altre fibre vegetali, molto di tendenza.

Tra i tappeti tradizionali troviamo sia i persiani, sia i francesi (tipo Abusson), ma devono essere rigorosamente tessuti con colori chiari ed avere un aspetto usurato (lo shabby chic resiste nei dettagli).

Se amate lo stile etcnico, quest’anno puntate sui tappeti in fibra vegetale, con motivi bicolore, uno chiaro e uno scuro, disposti in strisce orizzontali, alternate con pattern geometrici.

E a proposito di pattern geometrici, ebbene sì, sono ancora di attualità, come dimostrano i cataloghi dei brand più popolari come Ikea o MDM.

Concludo anche qui con un tappeto di design di alto livello, come il Valencia proposto da Covet Paris, con quella macchia color jaune moutarde tanto in voga in questo momento. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 pelo corto

Tappeto giallo senape in cotone, MDM//Tappeto vintage Cedar, Benuta//Tappeto STENLILLE, Ikea//Tappeto Valencia, Covet Paris//Tappeto stampato a mano Block, Westwing Now

Trend Alert 2019

Nel 2019, i tappeti appesi al muro saranno di grande tendenza, secondo alcuni osservatori del settore. Staremo a vedere.

Frange, frange e ancora frange. Ebbene sì, anche le frange sono tornate di moda. Le trovate naturalmente a guarnire i tappeti, ma anche coperte, cuscini, lampadari, sedute, da sole o in compagnia di pompom.

Ispirazioni: visita la mia bacheca Pinterest Carpet & Rugs

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: