BLOG ARREDAMENTO Posts

10 Gennaio 2019 / / Architettura

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

Da poco si è concluso un nuovo progetto dello studio di architettura Aires Mateus a Lisbona che vede come protagonista Novacolor con i suoi effetti decorativi ispirati al cemento

La Casa Na Estrela, situata nell’omonimo quartiere di Lisbona, è una reinterpretazione della tradizionale casa a schiera, interamente rinnovata, sia all’interno che all’esterno.

All’esterno gli architetti hanno deciso di realizzare delle facciate in cemento utilizzando il prodotto Novacem di Novacolor, una pittura acrilica anti carbonatazione, mentre per i pavimenti interni è stato scelto Wall2Floor, il rivestimento multistrato di Novacolor.

Il progetto, realizzato insieme al partner portoghese di Novacolor TDRV, utilizza un linguaggio architettonico che va a “diversificarsi” rispetto agli altri edifici circostanti, elimina gli ornamenti e va a prediligere figure più lineari e geometriche che scolpiscono il paesaggio circonstante. Dal tetto infatti scorgiamo, come in una cornice, la Basílica da Estrela del XIII secolo e il fiume Tago.

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch Aries Mateus

La Casa Na Estrela, arch. Aries Mateus

Una delle ambizioni di Novacolor, brand italiano sinonimo di eleganza, creatività e coraggio nell’innovare il settore dei decorativi, è di offrire soluzioni per esterni per vivere la città con maggiore consapevolezza, esaltando la pianificazione urbanistica come risultato di un’architettura collettiva e allo stesso tempo esaltare ambienti interni antichi e contemporanei offrendo soluzioni cromatiche e tessiture contaminate da passato e presente.

È da questa volontà che nascono le linee dedicate agli effetti cemento e il sistema Wall2Floor.

Novacem è una pittura per esterni, coprente e di aspetto satinato, a base di resine acriliche.
Il prodotto, marcato CE, è conforme alla norma EN 1504-2 ed ha un’elevata resistenza all’aggressione chimica dei supporti ed agli agenti atmosferici.  Novacem è consigliato come protettivo anti carbonatazione delle superfici in calcestruzzo, del cemento armato ed in generale di tutti gli intonaci a base cementizia.

Wall2Floor è una soluzione elegante, moderna e versatile. È un sistema multistrato che permette la realizzazione di rivestimenti continui senza giunte, secondo le più recenti tendenze dell’architettura. Wall2Floor decora ambienti antichi e contemporanei offrendo soluzioni cromatiche e tessiture contaminate da passato e presente e dà vita a linee pulite e superfici mai uguali che riconnettono a una dimensione essenziale in cui il vero lusso è un’eleganza concreta e naturale.

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

La Casa Na Estrela - arch. Aries Mateus

immagini: JG Photography

L’articolo La Casa Na Estrela, nuovo concetto di abitazione a Lisbona proviene da Dettagli Home Decor.

9 Gennaio 2019 / / Charme and More

Chiudete gli occhi e immaginate un tappeto di neve fresca illuminato dalle stelle in una notte di inverno in Alto Adige ~ Südtirol.

Atmosfera magica, silenzio ovattato, poesia ad alta quota e la calda atmosfera di un rifugio alpino o di una locanda altoatesina.

inverno-notte-stelle

Un’esperienza al chiaro di luna che scalda il cuore e l’anima così come gustare le soffici stelle di neve, i biscotti al burro tipici della pasticceria dell’Alto Adige.

Ecco la ricetta di oggi inserita nella rubricaRicette dell’Alto Adige ~ Südtirol”.

stelle-di-neve

Ingredienti

260 g di burro

100 g di zucchero a velo

1 bustina di zucchero vanigliato

1 puntina di scorza di limone grattugiata

125 g di farina

260 g di amido per uso alimentare

1 pizzico di sale

zucchero a velo

Preparazione

Foderare la teglia con la carta da forno. Mescolare il burro ammorbidito, lo zucchero a velo, lo zucchero vanigliato e la scorza di limone fino a ottenere una massa cremosa. Incorporare con un mestolo la farina, l’amido e il sale e mescolare brevemente. Versare la massa in una tasca da pasticcere con bocchetta a stella e formare dei biscotti a piacere, quindi infornare. Spolverare con zucchero a velo.
Temperatura di cottura: 160 gradi, tempo di cottura: circa 12 minuti.

Un consiglio speciale:

Immergere i biscotti nel cioccolato fondente liquido e farli asciugare sulla carta da forno. Stelle di neve farcite: far raffreddare almeno 1 ora l’impasto prima di stenderlo. Poi ricavare delle stelle e cuocerle nel forno preriscaldato. Farcire con marmellata di lamponi e cospargere con zucchero a velo.

Dal ricettario Dolci Dolomiti Heinrich Gasteiger, Gerhard Wieser, Helmut Bachmann

dolci-dolomiti

Ordina online 

Fonte suedtirol.info 

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Stelle di neve…..e sogni d’oro. proviene da Charme and More.

8 Gennaio 2019 / / +deco

Buon anno! E’ ora di cominciare a vedere cosa ci appassionerà nel 2019 e cosa c’è di nuovo sotto il sole (si fa per dire, qua piove).

Uno dei trend più interessanti dell’anno a venire arriva ancora dal passato, le frange! Molti di voi si mangeranno le mani per aver dato via il salatto della nonna che sicuramente le frange le aveva!

Sia che uno opti per un colore acceso o che scelga un nuance più conservatrice, questa stagione le frange trasformeranno i divani e le poltrone e daranno alla tua casa un aspetto più affascinante!

Velluto e damasco complementano particolarmente bene il look con le frange ma ho visto anche frange fatte della stessa pelle marrone di divani stile ranch.

Mi piace moltissimo la collezione  Fringes di Munna (alcune esempi a seguire); i divani e le poltrone son  bellissimi da ogni prospettiva e sono disponibili in una serie di colori così  belli e brillanti che è stato difficile decidere quale mostrarvi.

Se poi vuoi rinnovare una vecchia poltrona, puoi copiare l’idea di Gucci e far attaccare con delle borchie una frangia del colore giusto alla base della sedia, un trucchetto facile e veloce. Nota bene il colore giusto non è necessariamente lo stesso della seduta o quello dominante, anzi spesso un contrasto può risultare interessante.

Cosa aspetti allora? Basta mangiare e bere, è ora di pensare alla casa!

“Fringes” di Munna.

Poltrona GG Jaguar di Gucci.

Poltrona Octopus Jaguar di Gucci.

Chair Didi di Abhika.

“Fringes” di Munna.

Poltrona Napoleone III di 145 Antiques.

Couture Light Blue Pouf di Lorenza Bossoli per Artemest.

Crapaud Armchair di La Redoute.

Il divano Baxter T-Arm di Jonathan Adler.

Mocha Brown Velvet Chesterfield Sofa di The Savoy Flea.

The post Uno dei trend più fighi del 2019, frange! appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

8 Gennaio 2019 / / Architettura

riscaldare casa evitando gli sprechi

Vuoi riscaldare la casa in modo efficiente e funzionale, facendo attenzione agli sprechi? Ecco qualche consiglio pratico.

Il risparmio energetico in casa è importante, non solo per salvaguardare l’ambiente ma anche per risparmiare sulla bolletta.

A partire dal prossimo anno l’Unione Europea ha stabilito che tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere quasi a zero consumo (ECCN).  Le caratteristiche principali di questa tipologia di edifici sono un design bioclimatico per sfruttare al meglio il sole, un isolamento termico che facilita lo scambio ottimale di temperature tra l’interno e l’esterno, una ventilazione controllata per garantire la qualità dell’ambiente, l’utilizzo delle energie rinnovabili e l’applicazione di materiali ecologici e natuarali.

Per chi vive in una casa vecchia e utilizza i tradizionali sistemi di riscaldamento, ci sono alcune soluzioni da poter adottare per ottenere un risparmio energetico e quindi economico.

Isolamento delle pareti

Per isolare la casa dal freddo, possiamo iniziare con l’isolamento delle pareti di casa che danno sull’esterno. La soluzione ottimale è quella di rivestire le pareti con appositi pannelli isolanti, ad esempio in sughero o in polistirene, i due materiali più utilizzati nell’edilizia per le coibentazioni. In alternativa all’applicazione dei pannelli isolanti, si può scegliere di collocare i mobili della casa, come ad esempio un armadio, una credenza, sulle pareti che danno verso l’esterno. In questo modo diminuiscono le dispersioni dovute al freddo che penetra dai muri ma, naturalmente, si tratta di una soluzione meno efficiente.

isolamento delle pareti

 Sostituire la vecchia caldaia

Per un miglior risparmio energetico è importante valutare la sostituzione della vecchia caldaia con un modello a condensazione. Non dimenticate che in questo caso è possibile usufruire delle detrazioni fiscali, confermate anche per tutto il 2019.

Programmare il cronotermostato

Il termostato è uno dei trucchi più efficaci per un risparmio energetico ed economico. La temperatura interna deve essere mantenuta costante, così facendo non ci ritroveremo al freddo mentre il riscaldamento va al massimo per raggiungere la temperatura desiderata aumentando i consumi. Programmando il termostato per avere una temperatura costante di 19°-20° si risparmia e la casa sarà sempre confortevole.

programmare il cronotermostato

Evitare gli spifferi

Per chi vive in una casa vecchia gli spifferi che passano dalle finestre e da sotto le porte sono un problema. Per un risparmio energetico è importante eseguire un corretto e attento isolamento degli infissi. La soluzione ottimale resta comunque la sostituzione dei vecchi infissi con modelli ad alta efficienza energetica.

evitare gli spifferi

Il cambio d’aria d’inverno

Un altro accorgimento per evitare dispersioni di calore è il cambio d’aria. Evitate di spalancare le finestre per un tempo troppo lungo, per fare il cambio d’aria bastano infatti 10 minuti!

Tappeti per isolare il pavimento

Durante la stagione invernale i tappeti sono un ottimo alleato contro il freddo: arredano e isolano il pavimento dal freddo. Il nostro consiglio è di prevedere l’inserimento di un tappeto negli ambienti più vissuti della casa.

tappeti per isolare il pavimento

 

L’articolo Risparmio energetico: i trucchi per l’inverno proviene da Dettagli Home Decor.

8 Gennaio 2019 / / Colori

Living coral

Colore Pantone del 2019Living coral

Cominciamo a progettare con Living CoralLiving coral

Ambienti luminosi, accoglienti ed eleganti con il colore dell’annoLiving coral

Lacheside di Arthouse una carta da parati allegra e naïf

Living coral

Un colore che si presta a giochi di sfumature

 living coral

Casa Colombo-Servoli a Barcellona, il particolare volume color corallo in cucina è il fulcro della progettazioneliving coral

Il colore del corallo, della natura, si cose preziose, calde e avvolgenti

living coral

Anche in cucina Living Coral

living coral

Fold Panels di Wood-Skin. I pannelli acustici giocano con geometrie 3D per decorare le pareti e isolare dai rumori.

Il colore Pantone del 2019 è  living coral, un colore ricco di energia e positività.

Se il suo predecessore, ultra violet, si ispirava al mistero delle galassie lontane e ultraterenne, living coral ci riporta ad una natura più  accessibile, seppur sempre ricercata e non proprio a portata di mano, quella dei fondali marini con i suoi preziosi coralli.

Il colore che è  stato scelto per il 2019 dal Pantone Color Institute (codice 16-1546), è una sfumatura calda e vibrante di arancio tendente al pesca, da non confondere con il color salmone molto più rosato; una tonalità calda ed elegante, che si addice perfettamente agli ambienti domestici e che trasmette serenità e quiete.

«Siamo abituati a pensare al corallo come a qualcosa di prezioso e raffinato immerso nei flutti marini. Proprio per questo è stato scelto: per avvolgere in un abbraccio affettuoso, per dare cura, sostegno, amore, protezione», ha commentato Laurie Pressman, vice presidente di Pantone.

Creativo e vivace, ma anche rassicurante, living coral simboleggia la nostra necessità innata di ottimismo e allegria; dal sapore allo stesso tempo retrò e naïf può incontrare i gusti di chiunque desideri abbandonarsi ad un caldo abbraccio.

Living coral Living coral, colore pantone 2019Living coral

Living coral è le sue sfumatureLiving coral

Anche un solo dettaglio di questo colore cambierà  faccia al vostro arredamentoLiving coral

Feike firmato da White Label Living è un tappeto realizzato in viscosa, cotone e poliestere con supporto in gomma sintetica. Disponibile anche in 5 finitura compreso il nostro living coral

Living coral

Per atmosfere rassicuranti, alleg

Living coral

Di Murale Wallpaper la carta da parati in perfetto tema Living coral Living coral

Anche in giardino living coral, perfetto per gli spazi all’aperto, con i set da esterno di Pedrali. Si tratta di Nolita una serie disegnata da  Mandelli Pagliarulo, che comprende una famiglia di sedute da esterni che rievoca le origini di un percorso storico, iniziato da Mario Pedrali nel 1963 con le sue prime sedie da giardino in metallo.

Living coral

Rinnoviamo l’arredamento con un bel pezzo dj design scelto nel colore pantone dell’anno,  come nel caso della poltrona rimessa in produzione da Carl Hansen & Son, grazie alla tardiva scoperta dei disegni di Wegner del 1960 . Si tratta della CH468 Oculus Chair chiamata “Oculus”, dal latino occhio, in riferimento alla forma a occhio nella tappezzeria dello schienale. Può essere abbinata al suo poggiapiedi ed è disponibile in sei materiali e colori diversi, tra cui il Living Coral.

In un epoca in cui finalmente vediamo sdoganarsi l’idea che i colori siano legati ad un sesso, living coral è  una nuance elegantemente unisex, che può  essere declinata di volta in volta in maniera più  romantica o rigorosa, perfetto anche per chi ama lo stile Jungle- tropicale, eccentrico, caldo, vitale.

Living coral è  un colore che potremo tranquillamente utilizzare  per pareti, mobili e tessili fino ai rivestimenti per bagno e cucina.

Il colore pantone dell’anno è l’ideale per arredare la casa

Living coral

Giochiamo con i tessuti per rinnovare gli ambienti

Living coral

Pareti e complementi si tingono di living coral

Living coral

Sedia Appia di Maxdesign nella versione Living Coral

Living coral

Rivestimento in gres porcellanato effetto resina di Refin, collezione Creos

Living Coral

Bellissimo il rivestimento ceramico di Fap, della serie Colorline

Living Coral

Mobile bagno Absolute nel colore Living Coral di Arbi Living coral

Una parete living coral porta una ventata di gioia e calore in tutta la casaLiving CoralArredi e boiserie in living coral, per l’emergenza senza tempo sia in versione minimal che più  romantica

Living Coral

L’anonima cucina industriale diventa speciale grazie a Living Coral

Lenzuola e Trapunta living coral per una camera da letto accogliente e confortevole

Arredare con Living coral

Potrete cominciare con piccoli dettagli, cuscini, soprammobili, stampe,  che doneranno carattere e stile al vostro appartamento,  o immergervi completamente nel meraviglioso mondo di living coral pitturando un’intera parete o ridipingendo  un vecchio mobile, riportandolo a nuova vita.

Living Coral Set da bagno living coral di Somma

Living Coral

Bellissimi i tappeti che si ispirano al colore del corallo, perfetti per rendere speciale un ambiente. Nelle immagini tappeti Amalfi e Kinesis di Illulian

Living coral

Giravolta di Pedrali, design Basaglia Rota Nodari.La lampada wireless con il diffusore girevole si sposta dove vuoi e diventa l’arredo perfetto per angoli di tendenza.

Living coral

Affascinante e molto decorativa la stampa tropicale nel colore top del 2019. La trovate QUI

Living coral Armadio classico, reso special e dal colore dell’anno by Scandols mobili, anche voi potreste rinnovare i vecchi arredi, rinnovandoli con una mano di colore Living coral

Cult forniture,   Basta un cuscino nella tinta corallo per cambiare faccia al vecchio divano e dare al living un’aria rilassata e chic.Living coral

Parete living coral per rinnovare l’arredamento.

Living coral

L’idea che stavate cercando per la camera da letto

Living coral

Anche un semplice oggetto, come il vassoio tondo di ZAK Designs disponibile QUI anche in altri colori, può donare il giusto tocco di colore che mancava

Living coral

Allegre, fresche e marinare le tende a rigoni che trovate disponibili QUI

Sarà semplice abbinare living coral ad una base neutra, fatta di bianchi, grigi, beige, legno, oppure creare abbinamenti eccentrici e di grande impatto, ma allo stesso tempo armonici e molto suggestivi, come quelli con i verdi e i blu colori che, insieme a living coral, ritroviamo negli abissi marini.

I trucchi nell’arredamento, come spesso accade, sono soluzioni che spesso si trovano agli antipodi: esaltare un’ ambiente  neutro punteggiandolo di colore oppure scegliere due colori altrettanto vividi e porli a contrasto.

Living coral

Living Coral e grigio, bellissimo abbinamento adatto anche ai più rigorosiLiving coral

Living Coral e nero elegante e preziosoLiving coral

Living Coral e le sfumature del cielo e del mare per immergersi in un sogno

Living coral

Abbinamenti dal sapore etnico, di viaggi e terre lontane

Living coral

Picos di Baleri Italia, design Claesson Koivisto Rune è  un tavolino reversibile,  con i piani in due colori (verde e corallo). Per chi cerca accostamenti grintosi per un salotto contemporaneo.

Living coral

I contrasti tra i blu e living coral creano delle atmosfere molto affascinanti

Living coral

Parquet e bianco, la base perfetta per living coral

 

Casa Colombo-Servoli a Barcellona, gioca sui contrasti tra la brillantezza  di living coral e la profondità  del blu

Living coral è  il colore perfetto per rendere davvero speciali gli ambienti della vostra casa e, se eravate ancora in dubbio sul colore da scegliere per caratterizzare il vostro appartamento, Pantone vi ha dato ciò  che cercavate.

Perfetto a partire dall’ingresso  di casa, per accogliere con calore gli ospiti sarà  l’ideale in salotto, camera da letto, bagno, cucina e anche nella camera dei bambini che renderà allegra e stimolante.

Indicatissimo in cucina e negli ambienti conviviali, come tutte le tonalità  del rosso, poichè influisce positivamente sulla socialità  e l’appetito.

Nella nostra sala da bagno con living coral potremo creare un ambiente accogliente e che si ispira ai colori dei tropici e delle vacanze trasmettendo una bella sensazione di relax.

Living coral porterà allegria e dolcezza nella vostra vita, proprio quello che serve per iniziare un nuovo anno alla grande.

Living coral

Le meravigliose cucine professionali di officine Gullo in versione Living coral

Living coral

Lavabo da terra di Antonio Lupi in una meravigliosa versione corallo

Living coral Un bagno originale e tropicale in living coralLiving coral

Nursery stilista e vitaleLiving coral

Letto Alan di Noctis vestito di living Coral, per tenere e romantiche notti

Living coral

Comodi appendiabiti nel colore dell’ anno per rallegrare  l’ingresso. Sono Dots di MuutoLiving coral

Originale e invitante un living con il divano nella versione Living coral Living coral

Anche le classiche sedie da pranzo possono rinnovarsi con il colore dell’anno, come nel caso delle sedie Brigitte di RiflessiLiving coral

Eleganza, freschezza, calore e brio, tutte caratteristiche che può  donare living coral agli ambienti

Living coral Tepore, morbidezza e serenità in camera da letto grazie a Living coral  Living coral

Living coral per la camera dei ragazzi, per stimolare lo studio e l’allegria

L’articolo Arredare con Living Coral il colore Pantone dell 2019 proviene da Architettura e design a Roma.

8 Gennaio 2019 / / Architettura

Quando le case sono piccole i rivestimenti a soffitto e parete come si scelgono e si usano per ampliare visivamente lo spazio?


Dico case piccole e subito vi viene in mente: pareti bianche, mobili chiari. Pochi decori e fronzoli, che se no lo spazio sembra ancora più piccolo. In realtà non è vero, perché anche nelle case piccole si può osare, basta saperlo fare.

Anche una micro casa può avere un po’ di estro ed essere originale.

Case piccole e rivestimenti a soffitto e pareti: pittura, carta da parati e piastrelle

Cominciamo dal pitturare le pareti: non è necessario scegliere solo il bianco. Potete dipingere una o due pareti (quelle centrali della stanza, dove volete che si concentri l’attenzione) per dare senso di ampiezza; oppure in una stanza rettangolare basterà dipingere in un colore chiaro le pareti più strette e in un colore scuro quelle più larghe per dare un senso di ampiezza alla stanza.

Se aveste dei soffitti in travi di legno potete dipingerle in bianco per aumentare la riflessione della luce e dare un’impressione di maggior altezza.

case piccole e rivestimento a soffitto e parete
|Transition Interior Design | Foto: Meero |

Se vi piace la carta da parati un’idea può essere di usarne una con lo stesso decoro, ma che cambi colore in base alle stanze. Un modo come un altro per definire le zone d’uso.

I motivi optical invece aiutano a confondere i limiti delle pareti e ad aumentare visivamente gli spazi. Ma anche decori dai colori vivaci su fondo bianco sono ottimi in spazi poco luminosi.

L’unico accorgimento è quello di usare la carta su una sola parete e dipingere quelle vicine in colori complementari.

case piccole e rivestimento a soffitto e parete
Hi-Light Architects

Se invece siete amanti delle piastrelle allora un consiglio per sembrare più grandi gli spazi è di utilizzare su pavimenti e pareti le stesse piastrelle, dai grandi formati e con colori chiari.

Anche i mosaici sono ottimi alleati, non solo in bagno. Ce ne sono di molti che creano dei disegni simili alla carta da parati e che permette di utilizzarli in soggiorni moderni.

Case piccole e rivestimenti a soffitto e pareti: legno, mattoni, cemento e vetro

Quali tipi di parquet scegliere? Meglio quelli in listoni orizzontali che danno un senso di ampiezza alla stanza. Sceglietelo in legno liscio e chiaro, come il rovere sbiancato o la betulla.

Un buon alleato del legno sono le pareti in mattoni. Nelle case piccole però la superficie porosa del mattone assorbe la luce, oscurando la stanza. Dipingendoli di bianco si recupererà la luminosità. Evitate però di accoppiare pareri in mattone a pavimenti in ceramica rustica, avreste ambienti sovraccarichi. Delle tende bianche o avorio contribuiranno ad alleggerire l’insieme.

Case piccole e rivestimenti a soffitto e pareti
Weareproxy

Una casa piccola non è detto che non possa avere uno stile industriale; lo si può ottenere con l’uso del cemento a pavimento, che essendo senza fughe unifica gli ambienti facendoli sembrare più grandi. Oppure a parete, scaldato da complementi e accessori in tessuti naturali dai colori accesi.

Ma il cemento lucidato si può usare anche sul top e sul paraschizzi della cucina o sul mobile del bagno.

case piccole e rivestimento a soffitto e parete
Credit Photo Camille Hermand Architectures

Per finire il vetro: il vetro satinato è ideale per le porte del bagno o delle camere, che lasciano passare la luce pur separando gli spazi. Ma anche una piccola finestratura che divide la cucina dalla zona soggiorno: vi permetterà di separare gli ambienti pur tenendoli collegati visivamente.

L’articolo Case piccole e rivestimenti a parete e soffitto, come sceglierli e quali usare sembra essere il primo su VHD.

8 Gennaio 2019 / / Charme and More

Una Chic List dedicata ai saldi d’inverno che vede come protagonista la casa.

Non solo moda da acquistare a prezzi speciali, ma anche cuscini, tappeti, calde coperte in alpaca, asciugamani e lenzuola, decorazioni, complementi d’arredo e homewear.

 Scopri la selezione di Charme and More, con le imperdibili occasioni da cogliere, scelte dalla collezione di Zara Home Autunno Inverno 2018-19.

chic-list-saldi-inverno-001

chic-list-alpaca-saldi

1.  Coperta in lana di alpaca baby suri morbida al tatto, marrone bruciato.

the-chic-list-federa-saldi

2. Federa da guanciale in lino lavato color piombo.

ceste-chic-list

3. Ceste rotonde in Seagrass di colore naturale. Dotate di coperchio. Perfette per riporre i panni.

chic-list-federa-terracotta

4. Federa da guanciale in cotone satin a 500 fili tinta unita color terracotta.

mule-con-ricamo-chic-list

5. Mule con ricamo

chic-list-poncho

6. Poncho di lana e cashmere con collo alto a costine. Dettagli sui bordi a contrasto.

selected ZARAHOME, zarahome.com, image courtesy ZARAHOME

Vi è piaciuto questo post? Condivididetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo The Chic List: Saldi d’inverno|08.01.2019 proviene da Charme and More.

7 Gennaio 2019 / / Architettura

Lo Yor Yak Hotel si trova a Bangkok, Tailandia; il capsule hotel, in stile minimale, oltre alle aree comuni, presenta particolari dormitori con letti incassati in una sorta di cuccette di legno, separate le une dalle altre.

A capsule design hotel in Bangkok

Yor Yak Hotel is located in Bangkok, Thailand; the capsule hotel, in a minimalist style, in addition to the common areas, has particular dormitories with beds built into a sort of wooden bunks, separated from each other.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

7 Gennaio 2019 / / Design

cucina moderna legno naturale di Stosa

Cucina in legno, un classico? Si. Senza tempo. Ed è proprio per questa sua peculiarità che in un’epoca dove tutto ha vita breve e dove le cose vengono create per essere utilizzate e gettate nel breve termine, tutto ciò che racchiude in sé le caratteristiche di durevolezza e atemporalità conquista sempre più consensi.

Una cucina di legno è per sempre. Il suo carattere atemporale la rende irresistibile. Non ci si stanca perché è facile darle un nuovo look adattandola alle tendenze del momento. Sembra un paradosso però è proprio così: a differenza dei più moderni laccati e delle cucine colorate, che vincolano molto di più possibili cambiamenti, il legno permette di essere sempre al passo con la moda, adattandosi con piccoli dettagli di stile. Un esempio? Gli elettrodomestici colorati, come il frigorifero Smeg. Una nota di colore che darà un volto nuovo alla nostra cucina in legno.

cucina legno scuro con figorifero smeg colorato

cucina in legno di Febal

Per chi invece preferisce il ton sur ton, il legno e i marroni possono anche combinarsi insieme. Molto diffuso nell’ultimo periodo è il pavimento in parquet che si interrompe nella zona lavoro per lasciare spazio alle piastrelle, più funzionali e meno delicate. La cucina in legno si abbina perfettamente anche al pavimento bianco, creando un piacevole contrasto di tonalità.

cucina moderna di Stosa

cucina moderna in legno naturale di Stosa

cucina Boffi

isola cucina moderna di Boffi

Il legno si combina con stile non solo con tutti i colori, ma anche con tutti i materiali. I tessuti dei complementi d’arredo, l’acciaio del piano cottura, la ceramica delle piastrelle e la pietra del top cucina sono in completa armonia proprio grazie alla presenza importante del legno che funge da connettore.

cucina BRASS di Miniforms

cucina legno e ottone modello BRASS di Miniforms

Chi l’ha detto che legno significa antiquato? In passato si è pensato erroneamente che una cucina in legno sia una cucina antiquata e che sia molto più interessante sperimentare materiali nuovi, dimenticando il grado di personalizzazione offerto dal legno e la sua capacità di adattarsi alle linee più moderne. Proprio grazie alla sua capacità di fondersi con ogni materiale, il legno può essere accompagnato da piani cucina realizzati con materiali di ultima generazione o pareti in microcemento.

cucina moderna Cloe di Cesar

cucina legno e finitura cemento Cloe di Cesar

piano cucina in acciaio

cucina in legno con piano di lavoro acciaio. Miniforms

Non dimentichiamoci infine dello scopo fondamentale dell’arredamento: l’importanza di stare bene in un ambiente. E se si parla di calore e senso di casa, il legno non ha rivali, soprattutto in cucina, luogo di aggregazione per antonomasia all’interno dell’ambiente domestico. La cucina deve essere accogliente e esprimere calore. E cosa c’è di più caldo del legno?

cucina Artematica di Valcucine

cucina Artematica di valcucine

Un consiglio: quando si sceglie una cucina in legno è importante prestare attenzione alla provenienza della materia prima. Il legname deve sempre essere certificato e proveniente da zone controllate e non soggette a disboscamento.

L’articolo Cucina in legno, perché piace sempre di più proviene da Dettagli Home Decor.

7 Gennaio 2019 / / La Gatta Sul Tetto

Gli arredi per esterni sono sempre più considerati l’ampliamento dello spazio indoor, rispecchiandone lo stile.

Arredi per esterni pergola Shibuya Unopiu

Che si tratti di un semplice balcone o di un ampio giardino, gli spazi outdoor sono ormai diventati il naturale prolungamento degli interni: un ambiente da vivere nel confort senza rinunciare allo stile.

Nella scelta di arredi e accessori per il terrazzo e il giardino giocano un ruolo importante la funzionalità e la resistenza, tuttavia sarebbe un grosso errore trascurare lo stile, che deve essere in continuità con quello interno.

Del resto, lo stile che abbiamo scelto per arredare la casa rispecchia i nostri gusti, e gli esterni non fanno eccezione. Oggi vi propongo alcune soluzioni di arredi per esterni in stili diversi firmate da Unopiù, azienda leader nella produzione di arredi outdoor Made in Italy.

Collezioni in stile rustico e classico

Ambienti ispirati al passato e alle atmosfere provenzali, strutture in ferro e morbidi cuscini. Unopiù, celebre per gli arredi per esterni dal look contemporaneo, ha in catalogo anche  diverse proposte in stile rustico e classico. 

Arredi per esterni collezione Aurora Unopiu
collezione Aurora

Le collezioni in ferro forgiato come Aurora, o le sedie Camille, il tavolo Thor, gli elementi per il decoro perimetrale come le pensiline Dafne ed Esedra, le lampade Elettra o l’étagère da parete Demetra, sono solo alcuni dei prodotti che si abbinano perfettamente con interni in stile provenzale o shabby chic.

Arredi per esterni Titanic Unopiu
chaise longue Titanic

Le collezioni classiche si contraddistinguono per le linee semplici e la struttura massiccia in teak, come le poltroncine e le panchine Green, in stile anglosassone, o le chaise longue Titanic, ispirate al décor dei primi transatlantici. O ancora il tavolo Milton, il lettino Henry o il sistema di pannelli, fioriere e pergole Wood Garden, che rifiniscono perfettamente lo spazio outodoor dal gusto classico.

Intrecci di stile

I mobili in fibre intrecciate arredano gli spazi esterni da tempi immemorabili. Poltroncine, tavolini, cesti in vimini o in giunco evocano paesaggi esotici e portano sempre una nota di eleganza agli spazi esterni.

L’unico neo di queste soluzioni d’arredo è la scarsa resistenza alle intemperie, problema che Unopiù ha risolto egregiamente grazie a materiali innovativi dalle elevate prestazioni tecniche.

Tra questi, la corda poliolefinica intrecciata a mano, o la fibra sintetica WaProLace, resistente ad ogni tipo di agente atmosferico e la cui resa è del tutto simile alle lavorazioni tradizionali del rattan o del giunco, come nelle collezioni Eden, Mamy, Olimpia o l’iconica poltroncina Capri.

Arredi per esterni collezione capri Unopiu
poltroncina Capri
Arredi per esterni Olimpia Unopiu
collezione Olimpia

Tradizione ma non solo: gli intrecci caratterizzano anche le linee più moderne di Experience, Indobrittan o Sunlace.

Stile contemporaneo

Lo stile contemporaneo è sinonimo di design, innovazione e funzionalità. Alcune collezioni di Unopiù, realizzate in collaborazione con affermati designer, sono ormai entrate nell’olimpo dei prodotti iconici, come vi ho raccontato in un precedente articolo.

Arredi per esterni Conrad Unopiu
collezione Conrad

Tra le altre collezioni dal carattere spiccatamente contemporaneo, il salotto Welcome, un sistema modulare realizzato in un inedito accostamento tra listelli di teak curvato a vapore e corda intrecciata a mano; per ambienti dal look informale, scoprite l’elegante la collezione Equinox in acciaio inox e listelli di teak, e la pratica linea Conrad, in ferro zincato verniciato a polvere.

Arredi per esterni tavolo equinox Unopiu
collezione Equinox

Tra le strutture ombreggianti, spicca per il carattere fortemente innovativo la pergola Shibuya, brevettata da Unopiù come la prima pergola al mondo montata su ruote: caratterizzata da un design pulito ed essenziale, è composta da due strutture traslanti che si possono configurare secondo le necessità, ed eleva il confort nell’ambiente outdoor al massimo livello.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: