BLOG ARREDAMENTO Posts

14 Gennaio 2019 / / Charme and More

Giada è un brand del lusso italiano dallo stile minimal chic, pensato per una donna moderna, semplice e sofisticata, elegante e femminile alla ricerca di un guardaroba moderno, contemporaneo e funzionale.

Gabriele Colangelo, il direttore creativo del marchio di prêt-à-porter, ha dato vita ad una collezione di abiti dalle linee pulite ed essenziali, interscambiabili e perfetti per essere indossati da donne in carriera e cosmopolite super impegnate fra meeting e cene di lavoro con poco tempo per cambiarsi e che vogliono essere perfette da mattina a sera.

Stile, innovazione, raffinatezza e modernità sono le parole chiave che contraddistinguono gli abiti di Giada dall’estetica lussuosa e minimale.

Scopriamo assieme la linea primavera-estate 2019 indossata dalla bellissima ed elegante Giedre Dukauskaite ritratta dai fotografi olandesi Inez e Vinoodh.

giadass19giadass19_2giadass19_3giadass19_4giadass19_5giadass19_6giadass19_7

Ph via Giada.com 

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo GIADA Spring 2019| CAMPAIGN proviene da Charme and More.

14 Gennaio 2019 / / Coffee Break

In questo confortevole appartamento svedese datato al 1895, il lusso si riscontra nelle scelte di interior design; l’arredamento classico e contemporaneo è di alta qualità, le pareti scure si abbinano al parquet in rovere massello di rovere e alle pareti le foto in edizione limitata aggiungono un tocco di raffinatezza.

A sophisticated apartment in Sweden

In this comfortable Swedish apartment dating back to 1895, luxury is found in interior design choices; the classic and contemporary furniture is of high quality, the dark walls match the solid oak parquet and the limited edition photos add a touch of refinement to the walls.

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

14 Gennaio 2019 / / Blog Arredamento

Il legno è da sempre considerato il re dei materiali, quello più elegante, quello più resistente. I mobili in legno regalano alla casa uno stile inconfondibile ricco di calore e classe. Non basta avere un mobile in legno per riuscire a cambiare sfumatura alla nostra casa, quello che è necessario è sapere come scegliere quelli migliori. Ogni mobile che si decide di posizionare negli ambienti domestici deve essere pensato su misura per lo stile e le dimensioni del resto della casa.
La prima regola è quella di affidarsi a rivenditori che siano professionali, che abbiano esperienza e che propongano prodotti di qualità. È il caso di Falegnameria 900 che mette a disposizione mobili in legno per ogni stanza sia pronti per l’acquisto che progettati su misura. Una realtà artigianale che sa interpretare le esigenze dei clienti e che propone loro mobili di qualità realizzati quasi totalmente in legno massello di castagno proveniente da zone boschive locali. Le materie prime sono rigorosamente selezionate e l’esperienza garantisce la soddisfazione del cliente.

Mobili in legno: i segreti per la scelta giusta

Sembra bizzarro, ma è sempre utile seguire quelli che sono i segreti per la scelta giusta dei mobili in legno. Seguire il proprio gusto è il primo segreto. Un mobile è principalmente un oggetto che acquistiamo perché ci piace sì, ma anche perché ci trasmette particolari sensazioni. Ecco perché deve essere una scelta fatta con l’istinto e poi, in un secondo momento pensata con i criteri che deve avere. Un altro segreto che renderà la scelta migliore è quello legato alla qualità. Non tutti i tipi di legno sono uguali, per questo è necessario fare attenzione a ciò che scegliamo. Il prezzo è un criterio importante, ma non deve essere l’unico perché spesso a costi troppo bassi corrisponde una qualità pessima. Per evitare di acquistare prodotti scadenti è necessario fare attenzione alla tipologia del materiale e non puntare esclusivamente al risparmio.
Funzionalità. Terzo segreto che si dovrà seguire. Ogni mobile oltre a rispondere al proprio gusto personale deve anche essere funzionale all’ambiente, ciò significa che deve avere misure e stile fatti su misura per l’ambiente in cui verrà posizionato. Da non dimenticare di controllare prima dell’acquisto la scheda tecnica per non trovarsi di fronte a brutte sorprese dovute alla nostra mancanza di attenzione.

Mobili il legno: perché sceglierli

Il legno è il re dei materiali sì, ma ci siamo mai chiesti perché? Sicuramente il fatto di essere robusto e perfetto per ogni ambiente è una prerogativa importante. Oltre a questa ce ne sono altre che spiegano senza dubbi la superiorità del legno rispetto a ogni altro materiale.
Il legno si lega perfettamente ad ambienti classici così come a quelli moderni perché sa rinnovarsi e trasformarsi in base alle esigenze della stanza.
Altro dettaglio da non sottovalutare è che si tratta di un materiale eco sostenibile e non dannoso per la salute di chi abita in casa.
Seguendo questi segreti preziosi sarà sicuramente più semplice riuscire a scegliere mobili in legno che sappiano rispondere alle nostre esigenze e a quelle dell’ambiente.

14 Gennaio 2019 / / Idee

Pergole e gazebo, ma anche strutture mobili come ombrelloni o vele, sono validi elementi per creare angoli da sogno in giardino o in terrazzo.

Pegole e gazebo sogno in giardino

Vi chiederete come mai vi sto parlando di zone ombreggiate in giardino nel mese di gennaio. La risposta è semplice: i mesi invernali sono perfetti per pensare alla sistemazione delle zone outdoor, fare una Check-list delle cose da riparare o sostituire e decidere interventi e acquisti. Sono sicura che non vorrete arrivare al mese di maggio con un terrazzo impraticabile o un giardino in disordine. 

In questo post vi mostro delle pergole e dei gazebo selezionati dal catalogo di Unopiù, azienda al top per qualità e design nel settore outdoor, e una whishlist di arredi e complementi, per creare un angolo da sogno in giardino nel vostro stile preferito. 

A proposto di stile nell’ambiente outodoor, hai letto questo articolo?

Pergole e gazebo per un angolo romantico

Cominciamo con lo stile retrò, il mio preferito, quello, che evoca le atmosfere  rustiche della campagna provenzale o quelle romantiche dei giardini inglesi. Per questo stile le pergole e i gazebo in ferro sono un must.

Sono strutture leggere, impreziosite da delicati decori come riccioli e cerchietti. Sono perfette per far arrampicare rose, gelsomini o buganvillee, che creano una fresca zona d’ombra e aggiungono un tocco di colore.

Guardate l’eleganza della pergola Ermitage, in ferro zincato e verniciato in polvere color grafite, o la classe dei gazebo e padiglioni della collezione Tibisco. Quest’ultima si ispira ad una struttura molto antica, ritrovata in un monastero cistercense, che testimonia una tradizione secolare nell’arte dei giardini.

Pergole e gazebo sogno in giardino stile romantico

Classico o contemporaneo con il legno

Un altro materiale della tradizione è il legno, forse il più utilizzato per pergole e gazebo. Il motivo risiede nella sua versatilità: con il legno si possono immaginare innumerevoli soluzioni per attrezzare lo spazio outdoor, declinabili in diversi stili, dal classico al contemporaneo. 

Per un look attuale, è sufficiente scegliere una struttura semplice e lineare, come per esempio il gazebo Menton, in pino nordico, e dipingerla con un colore di tendenza. Unopiù ha in catalogo una linea di impregnanti all’acqua con una palette da urlo: oltre ai classici bianco, verde inglese e grafite, ci sono i colori di tendenza blu navy, celeste antico, giallo antico, rosso capri e verde salvia.

Pergole e gazebo sogno in giardino
Pergole e gazebo sogno in giardino stile contemporaneo

Chi preferisce uno stile più tradizionale, può scegliere la finitura naturale del pino nordico o utilizzare l’impregnante nei toni del teak o del noce.

Pergole e gazebo sogno in giardino stile tradizionale

Versatilità e personalizzazione

Quello che più apprezzo di questi prodotti è la possibilità di personalizzarli nei decori, nella scelta delle coperture ombreggianti e soprattutto nelle misure. 

Pergole e gazebo sogno in giardino pergola ermitage unopiu

Non occorre possedere un parco per creare il propio angolo da sogno, a volte possono bastare anche un terrazzino o un piccolo cortile. 


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

12 Gennaio 2019 / / Case e Interni

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Se stai cercando un’idea decorativa ed originale per il tuo angolo studio, quale modo migliore di aggiungere una mood board fai-da-te?

Molti creativi usano le moodboard per raccogliere le idee, lo facciamo anche noi, come professionisti di interior design. Le mood board, infatti, sono un ottimo strumento per aiutare il processo creativo.

Una moodboard è semplicemente una bacheca dove si appuntano immagini, disegni, tessuti, palette di colori, ma anche cartoline, poesie, citazioni e qualsiasi altra cosa permetta di definire il progetto che dobbiamo realizzare.

Quello che appare sempre più spesso sulle pagine di Pinterest, sono mood board a puro scopo decorativo. Generalmente sono griglie metalliche, dove appendere illustrazioni, piccoli oggetti o frasi motivazionali con semplici mollette.

La cosa divertente è che, puoi facilmente modificare il contenuto della bacheca, a seconda dell’umore, della stagione, dello stile, delle idee creative che hai in mente. Una bacheca di questo tipo, infatti, è anche molto bella da vedere, a patto di non renderla troppo disordinata.

Oggi raccogliamo per te alcune idee fai da te, che puoi realizzare in meno di mezz’ora, per avere una mood board, che possa raccogliere suggerimenti, promemoria e citazioni ispiratrici per il tuo prossimo progetto creativo, ma che riesca anche a rendere più originale ed accogliente il tuo angolo studio.

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Foto: Frida Ramstedt, Trendenser.se

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: ohcaro

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: forthemakers.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte e tutorial: abeautifulmess.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte qui

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte: tamsynmorgans.com

Moodboard nell'angolo studio per l'ispirazione e la decorazione

Fonte: homedit.com

idee-arredare-studio-scrivania

Fonte

Anna e Marco – CASE E INTERNI

12 Gennaio 2019 / / Charme and More

Weekend Inspirations

Una gallery fotografica  da cui farsi ispirare durante il weekend per rinnovare il guardaroba con le tendenze più hot della primavera estate 2019.

Idee e look da copiare, oggetti dei desideri.

Fashion + Denim Love.

Il denim è stato uno dei trend forti dell’inverno 2018 e sarà super cool  anche la prossima stagione.

Un classico del guardaroba che non passa mai di moda e che si reinventa declinato su abiti, camicie, jumpsuit, borse, scarpe e piccoli accessori.

Sempre cool sono i modelli cropped a vita alta e i cinque tasche tradizionali o con inserti patchwork.

 Le tendenze da tener presente al momento dell’acquisto sono jeans larghi (flare jeans)  a vita alta nelle tonalità scure, chiare o anche colorati.

Ph via Vogue Karen Walker Spring 2019 Ready-to-Wear Collection - Vogue
Ph via Vogue
Karen Walker Spring 2019 Ready-to-Wear Collection – Vogue

 

Ph via ew York Fashion Week Spring 2019 - Street Fashion
Ph via
New York Fashion Week Spring 2019 – Street Fashion

 

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

Il jeans chiaro, modello dritto si riconferma anche per la prossima primavera come protagonista di outfit dallo stile unico in abbinamento a camicie eleganti e morbidi pullover.

Ph via
Ph via Jeremy Scott at New York Fashion Week Spring 2019 – Details Runway Photos

Jeremy Scott e Isabel Marant puntano sugli stivali in denim per completare i look da mattina a sera.

Ph via Isabel Marant Spring-Summer 2019
Ph via
Isabel Marant Spring-Summer 2019

Via libera alle gonne, alle giacche delavé, alle camicie e agli abiti.

Ph via Sfilata Miu Miu Parigi - Collezioni Primavera Estate 2019 - Vogue
Ph via
Sfilata Miu Miu Parigi – Collezioni Primavera Estate 2019 – Vogue

 

Ph via Sfilata Miu Miu Parigi - Collezioni Primavera Estate 2019 - Vogue
Ph via
Sfilata Miu Miu Parigi – Collezioni Primavera Estate 2019 – Vogue

 

Ph via Balenciaga Spring 2019 Ready-to-Wear fashion show now on Vogue Runway.
Ph via
Balenciaga Spring 2019 Ready-to-Wear fashion show now on Vogue Runway.

 

Ph via Chanel Spring Summer 2019 Runway Bag Collection
Ph via
Chanel Spring Summer 2019 Runway Bag Collection

 

Ph via Sfilata Miu Miu Parigi - Collezioni Primavera Estate 2019 - Dettagli - Vogue
Ph via
Sfilata Miu Miu Parigi – Collezioni Primavera Estate 2019 – Dettagli – Vogue

Sandali con zeppa total denim.

 

Ph via Proenza Schouler Spring 2019 Ready-to-Wear fashion show now on Vogue Runway.
Ph via
Proenza Schouler Spring 2019 Ready-to-Wear fashion show now on Vogue Runway.

Anche per la prossima primavera – estate 2019 borse e scarpe si vestono del tessuto jeans e si abbinano agli outfit da giorno estivi.

Vi è piaciuto questo post? Condivididetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Weekend: Idee & Suggerimenti total denim proviene da Charme and More.

11 Gennaio 2019 / / Amerigo Milano

Il 14 febbraio 2019 torna la festa degli innamorati, torna San Valentino.

E proprio in vista di questa occasione speciale, il 9 febbraio, il Concept Store Amerigo Milano cambia pelle, trasformandosi in un auditorium dedicato all'amore e alla poesia.


"La poesia ha mille anni, ha la nostra età e deve ancora nascere” così scriveva Octavio Paz avvicinando l'umanità a quel fenomeno letterario incredibile che tutti conoscono come poesia.

san valentino amerigo milano

Proprio per scoprire ancora di più questo Universo, Amerigo Milano ha organizzato una giornata, con lo scopo di riunire le persone e di condividere sensazioni ed emozioni... una giornata in cui i racconti e le poesie diventano i protagonisti, in vista proprio della festa degli innamorati. 

Il Concept Store di via Carlo Alberto 35 a Monza si trasforma e ti aspetta a partire dalle ore 10:00. 

slippers love

Il tutto avverrà grazie alla presenza di Tiziana Fraterrigo, autrice e scrittrice e Marzia Astorino  che in un reading dal gusto raffinato intratterranno gli appassionati di questa nobile arte.


tiziana fraterrigo amerigo milano

Arte, poesia, emozioni, si aggiungono al Concept Store Amerigo Milano, che solitamente, viene riconosciuto dalle persone solite frequentarlo e dai nuovi avventori, come la casa dell'eleganza e della maestria artigianale; soprattutto grazie alle numerosi collezioni che spaziano in diversi ambiti, dal fashion, al design, al lifestyle.


amerigo milano concept store

Insomma, l'occasione giusta per portare il vostro innamorato o la vostra innamorata, passare un po' di tempo in compagnia delle poesie d'amore e scoprire un'idea perfetta per un regalo indimenticabile. 

AMERIGO MILANO Concept Store

Via Carlo Alberto 35 MONZA

store@amerigomilano.com

11 Gennaio 2019 / / Architettura

Gli arredi Pedrali nella nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un’apertura importante, carica di storia, in uno dei quartieri più caratteristici di Milano. Il primo ottobre scorso è stato inaugurato, all’interno della Pinacoteca di Brera, il Caffè Fernanda che nel nome rende omaggio alla visionaria direttrice Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia, cui si deve la riapertura della Pinacoteca nel 1950, dopo i terribili bombardamenti del ‘43.

Collocata al primo piano, la caffetteria è concepita come parte del percorso museale, inserita nel nuovo allestimento delle 38 sale promesso 3 anni fa e realizzato dal direttore James Bradburne. Un progetto di interior curato dallo studio milanese rgastudio, focalizzato sia sulla coerenza cromatica e materica con le sale espositive, sia sulla reinterpretazione dell’architettura dello spazio risalente agli anni ’50.

L’intenso color ottanio scelto per le pareti esalta le grandi opere d’arte presenti nel Caffè: la Conversione del Duca d’Aquitania di Pietro Damini, Le tre Grazie di Bertel Thorvaldsen, il busto di Fernanda Wittgens di Marino Marini e il suo ritratto eseguito da Attilio Rossi.

Gli splendidi pavimenti marmorei in Fiore di Pesco e le cornici in Rosso Lepanto, ereditati dal progetto dell’architetto Piero Portaluppi, sono stati recuperati e restaurati. Sotto la tela seicentesca del Damini è stato posto il grande bancone del bar, che reinterpreta i mobili anni ’50 in legno cannettato stravolgendone le dimensioni, costituito da grandi liste semicircolari di noce canaletto e da un sottile piano in ottone anticato dalle estremità arrotondate.

In quest’atmosfera unica e suggestiva si inseriscono gli arredi dell’azienda Pedrali, capaci di esaltare la raffinatezza del locale senza interferire con la visione delle opere d’arte presenti.

Una parete della sala è completamente arredata dalle sedute modulari Modus accostate all’eleganza delle poltroncine Jazz, con imbottitura in ecopelle color rosa cipria e telaio in acciaio con finitura ottone anticato, e ai tavoli Inox, con ripiano in noce e basamento sempre con finitura ottone anticato. Nella parte centrale della sala le sedute Nym, dal caratteristico schienale ad arco in legno curvato, e Nemea, che abbinano il frassino ad un telaio in pressofusione di alluminio, accolgono gli ospiti che possono rilassarsi sorseggiando un drink e ammirando lo scorcio de Il bacio di Francesco Hayez, esposto nell’ultima sala del museo.

La caffetteria offre anche uno spazio esterno, che si affaccia sul cortile, protetto dal loggiato: qui i tavoli e le sedute della collezione per esterni Nolita, realizzati completamente in acciaio per garantire il massimo della solidità e durevolezza, permettono di vivere momenti di convivialità all’aria aperta.

E’ chiaro quindi che il Caffè Fernanda ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo salotto milanese.

L’articolo Arte, storia e design animano il Caffè Fernanda proviene da Dettagli Home Decor.

11 Gennaio 2019 / / Decor

Un nuovo tappeto in soggiorno può davvero cambiare il look della stanza. Ma scegliere il tappeto giusto può essere difficile: ecco qualche suggerimento.

Tappeti di tendenza 2019

Buondì cari amici. Con uno dei miei soliti “colpi di testa” ho deciso di cambiare il tappeto in salotto. Per carità, il vecchissimo persiano decisamente shabby, per non dire consumato,  è molto bello, e infatti non ho intenzione di buttarlo. Ma è troppo grande per l’ambiente e un po’ scuro: preferisco averne magari un paio chiari, più piccoli, facili da lavare ed economici, cosicché quando mi sarò stancata non sarà un problema sostituirli.

Tappeti di tendenza 2019

Prima di partire alla carica, mi sono fatta un’idea delle tendenze in fatto di tappeti nel 2019, e mi fa piacere condividerle, nel caso siate anche voi in cerca di un nuovo tappeto e non sappiate da dove cominciare . Pronti?

Tappeti shaggy

Si chiamano così i tappeti a pelo lungo, di grande tendenza. Morbidi, in lana (i più costosi) o in poliestere, vien voglia di rotolarcisi sopra. 

In questa categoria spadroneggiano ancora i tappeti berberi, originali (leggete questo post per capire la differenza) o d’imitazione: comunque sia, scegliendo uno di questi tappeti non rischiate di sbagliare.

Collezione Bliss disegnata da Mae Engelgeer per CC-Tapis

Poi ci sono i tappeti in tinta unita, proposti più o meno da tutti i brand di arredamento. Anche qui non rischiate di trovarvi con un complemento troppo ingombrante dal punto di vista estetico: basta scegliere un colore che si armonizzi con l’ambiente e l’arredo, e il tappeto resterà con voi per molti anni.

Saliamo di livello con i tappeti di design. Qui entriamo nel campo degli investimenti a lungo termine, visto il costo, ma sicuramente un tappeto come quelli proposti da CC-Tapis non passerà inosservato. Tuttavia, potete ispirarvi alla grafica Art Déco della collezione Bliss, disegnata da Mae Engelgeer per cercare un prodotto simile meno costoso. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 Shaggy

In senso orario: Tappeto in lana Freya, Westwing Now//Tappeto Kalpasi, La Redoute//Tappeto in stile berbero Ustril, La Redoute//Tappeto rotondo della collezione Bliss, CC-Tapis//Pelle di pecora Cassy, Westwing Now//Tappeto Fidji, Alinea//Tappeto Adum a pelo lungo rosa, Ikea.

Tappeti a pelo corto

Per chi non se la sente di investire in un tappeto a pelo lungo, per paura che non sia troppo igienico, la scelta si può orientare sui tappeti a pelo corto. Qui si trovano comunque le lavorazioni tradizionali in lana, e quelle in juta o altre fibre vegetali, molto di tendenza.

Tra i tappeti tradizionali troviamo sia i persiani, sia i francesi (tipo Abusson), ma devono essere rigorosamente tessuti con colori chiari ed avere un aspetto usurato (lo shabby chic resiste nei dettagli).

Se amate lo stile etcnico, quest’anno puntate sui tappeti in fibra vegetale, con motivi bicolore, uno chiaro e uno scuro, disposti in strisce orizzontali, alternate con pattern geometrici.

E a proposito di pattern geometrici, ebbene sì, sono ancora di attualità, come dimostrano i cataloghi dei brand più popolari come Ikea o MDM.

Concludo anche qui con un tappeto di design di alto livello, come il Valencia proposto da Covet Paris, con quella macchia color jaune moutarde tanto in voga in questo momento. (Nella mood board qui sotto)

Tappeti di tendenza 2019 pelo corto

Tappeto giallo senape in cotone, MDM//Tappeto vintage Cedar, Benuta//Tappeto STENLILLE, Ikea//Tappeto Valencia, Covet Paris//Tappeto stampato a mano Block, Westwing Now

Trend Alert 2019

Nel 2019, i tappeti appesi al muro saranno di grande tendenza, secondo alcuni osservatori del settore. Staremo a vedere.

Frange, frange e ancora frange. Ebbene sì, anche le frange sono tornate di moda. Le trovate naturalmente a guarnire i tappeti, ma anche coperte, cuscini, lampadari, sedute, da sole o in compagnia di pompom.

Ispirazioni: visita la mia bacheca Pinterest Carpet & Rugs

Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

11 Gennaio 2019 / / ChiccaCasa

Non avrei mai creduto di scegliere come copertina di un post due immagini in cui il rosso fa da padrone. Non è un segreto che non è una delle tinte che amo di più, ma il trend di stagione ha influenzato anche me!

Rosse sono le pareti esterne di questo grazioso appartamento, posto in un complesso architettonico del 1924 a Södermalm (Svezia).
L’agenzia che lo propone in vendita, mostra, tra le pagine dedicate a questa casa, anche il quartiere, immerso in un suggestivo paesaggio autunnale, che mette in luce proprio il calore del rosso.


Lo styling allestito per la vendita infonde alle stanze un aspetto accogliente e vissuto. Sulla tavola da pranzo è imbandita una disordinata colazione, gli scaffali sono stati riempiti e la cucina è completa di utensili e di accessori necessari a preparare pasti deliziosi.
L’arredamento è un cocktail di pezzi second hand rivisitati, tra cui spiccano l’armadietto accanto alla scrivania e la poltroncina tappezzata di motivi floreali. Il bianco è alla base della palette cromatica che si tinge qua e là di colori pastello desaturati. È proprio questa caratteristica delle tinte a permettere ai dettagli black di armonizzarsi alla perfezione.

Quello che adoro di questo appartamento è l’atmosfera rassicurante ed accogliente che si respira. Sono sicura che non resterà ancora a lungo “on sale”.
Buon home tour!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss