13 Febbraio 2021 / / Interiors

Le soluzioni filo muro, o raso muro, consentono di ottenere spazi più essenziali e più puliti dal punto di vista visivo. Si tratta, infatti, di elementi a scomparsa che non sporgono rispetto al filo della parete e in grado di “mimetizzarsi” con essa, apparendo solitamente come dei tagli lineari nel muro. 

Soluzioni filo muro
Sistema RasoParete

Sempre più diffuse sono le porte a battente filo muro e tante sono ormai le aziende che le producono. Si contraddistinguono per essere prive di stipiti e cornici, e per avere cerniere invisibili. Avendo uno spessore inferiore a quello della parete, ovviamente risultano a filo soltanto su uno dei due lati. Occorre quindi decidere in anticipo dove si vuole la complanarità. 

Soluzioni filo muro
Porta filomuro.it

Per un effetto ancora di più a scomparsa, scegliete la stessa finitura del muro, che sia pittura, carta da parati o legno. 

Soluzioni filo muro
Porta Garofoli
Soluzioni filo muro
Porta Garofoli

Esistono inoltre porte filo muro a tutta altezza, che appaiono come un’intera fascia sulla parete.

Soluzioni filo muro
Porta Garofoli

Altri sistemi a scomparsa 

Soluzioni filo muro molto funzionali sono relative alle armadiature. Si possono realizzare ante per nascondere ripostigli, guardaroba o elettrodomestici, o semplici sportelli. Sono ideali anche per sfruttare lo spazio di un sottoscala aperto.

Altro elemento che potrebbe completamente sparire nella parete è il battiscopa che, rispetto a quello tradizionale, consente di avvicinare i mobili al muro senza lasciare spazi vuoti. Bianco, con la finitura in legno o alluminio, potete anche trovarli con LED integrati, che faranno da guida luminosa. L’effetto finale è caratterizzato da una linea che definisce il battiscopa quando i LED sono spenti.

Soluzione a scomparsa particolare è quella degli interruttori della luce. Esistono infatti placche in scatole totalmente incassate e integrate nella parete. Trovate anche modelli touch in cui i comandia tocco o sfioramento sono nascosti da una placca in cristallo e hanno una spia che rimane accesa per essere visibile anche al buio.

Soluzioni filo muro più tecniche

Questo tipo di soluzioni a scomparsa sono utili soprattutto per nascondere dalla vista qualcosa di non esteticamente bello, come gli impianti o i vani tecnici. 

Ad esempio, esistono particolari pannelli di chiusura per coprire in modo molto moderno ed essenziale scatole di derivazione o cavi elettrici. 

Oppure delle ante con bocche di aerazione dietro alle quali si celano termoconvettori.

Soluzioni filo muro
Sistema RasoParete
Sistema RasoParete

O ancora, si può realizzare l’apertura di accesso a un controsoffitto contenitore mediante botole, che possono essere collocate sia sul piano orizzontale che sullo spessore verticale.

Esistono infine dei sistemi a scomparsa per tende a rullo. Questo meccanismo va incassato in un controsoffitto in cartongesso e consente di arrotolare il telo al suo interno, nascondendolo, ed è azionabile anche a distanza.

Soluzioni filo muro
Sistema RasoParete

Questi erano soltanto alcuni tipi di soluzioni filo muro di design. In commercio esistono le più svariate per soddisfare ogni gusto! 

Se desiderate una progettazione minimalista per la vostra casa, consultate il sito https://zeumadesign.com.

21 Novembre 2020 / / Idee

Il vetro è un ottimo materiale per la realizzazione di porte interne moderne, perché consente di ottenere un design impossibile da realizzare sul laminato o sul legno. Può essere trasparente o satinato e con decori che creano un effetto vedo-non vedo, rende le porte più leggere e, unito all’alluminio, anche più robuste e facili da montare.

Porta trasparente in vetro
Collezione Miraquadra by Garofoli

Le porte interne a vetro sono molto versatili e possono essere inserite facilmente in qualsiasi ambiente, scegliendo il modello più adatto alle proprie esigenze che può essere scorrevole o a battente. 

Le porte interne con vetro permettono di rendere gli ambienti molto più luminosi, perché consentono alla luce di filtrare attraverso spazi senza finestre. Tra le scelte più moderne e più apprezzate, ci sono le porte trasparente in vetro con l’anta a scomparsa, ottime da utilizzare come soluzione salvaspazio.

Porta trasparente per interno: cosa sapere

Tra le tipologie di porte interne con inserti in vetro più utilizzate, troviamo la porta trasparente, spesso abbinata ad un’elegante cornice in legno o laminata. 

La porta trasparente in vetro offre il massimo della luminosità e della visione di un ambiente, che può essere visibile per tutta la sua estensione e crea una visione di open-space, per questo motivo è la porta ideale per uno stile moderno. Scopri di più sulle soluzioni di porte trasparenti del marchio Garofoli

Porta a filo muro by Garofoli

Le porte trasparenti possono essere realizzate interamente in vetro o in cristallo temperato, caratterizzati da una maggiore resistenza e brillantezza, da una superficie liscia e sottile e che si adattano a diversi tipi di ambienti.

Una porta trasparente in vetro può essere realizzata senza alcun telaio, semplice e minimal, che svolge perfettamente la sua funzione da divisorio degli spazi senza togliere luminosità in un ambiente, oppure può essere realizzata con un telaio in alluminio o legno, che la rendono più leggera e semplice da installare.

Porte trasparenti in vetro: quanto costano

Prima di acquistare una porta per interno in vetro è sempre consigliato avere un’idea dei prezzi e conoscere il proprio budget a disposizione. È bene ricordare che, al costo finale di una porta trasparente in vetro, bisogna aggiungere il costo di installazione.

I prezzi delle porte in vetro disponibili sul mercato variano dai 390 euro per i modelli più semplici con telaio in legno e inserti in vetro, fino ai 1500 euro per i modelli caratterizzati da più decorazioni. 

Le porte in vetro trasparente a battente, da utilizzare principalmente in ambienti secondari, come il bagno, hanno un costo che varia dai 250 euro ai 400 euro. Mentre le porte in vetro trasparente più economiche sono quelle da esterno muro, che si aggirano intorno ai 150/200 euro per la porta battente e intorno ai 300 euro per la porta in vetro scorrevole.  

Porta trasparente in vetro
Porta scorrevole a scomparsa collezione BISYSTEM by Garofoli

Le porte in vetro con un design specifico, caratterizzato da colorazioni e disegni vari, hanno un costo maggiore.

Le porte in cristallo sono nettamente più costose, prevedono dei costi di installazione molto alti, perché hanno elementi differenti rispetto alle tradizionali porte in vetro: la struttura della porta, stipite esterno e meccanismo.

26 Ottobre 2020 / / Idee

Il battiscopa, chiamato anche comunemente “zoccolino”, è da sempre utilizzato solo per il suo scopo funzionale di giunzione parete-pavimento e protezione del muro, ad esempio da segni e colpi accidentali di aspirapolveri e spazzoloni.

Con l’arrivo dello stile moderno e lineare, e soprattutto delle porte filo muro, c’è stata l’esigenza di modernizzare anche il battiscopa: arretrandolo fino ad arrivare all’incasso a parete, è nato così il battiscopa a filo muro (o raso muro).

esempio di battiscopa a filo muro in salotto
Battiscopa a filo muro in salotto

Lo zoccolino non assolve più solo uno scopo funzionale ma è diventato un vero e proprio dettaglio di interior design per la casa.

Si può scegliere di utilizzare un colore coordinato alla parete per renderlo “invisibile”, oppure un colore in contrasto per creare soluzioni originali.

I pro e i contro

Ci sono numerosi vantaggi nell’installazione del battiscopa a filo muro:

  • pulizia estetica, soprattutto in abbinamento con porte filo muro per evitare stacchi tra la porta e il muro
  • igiene degli ambienti, dato che permette di evitare il fastidioso accumulo di polvere nella parte superiore del battiscopa
  • migliore accostamento dei mobili, facendoli aderire con più precisione alle pareti.

Di contro, invece, possiamo certamente considerare che la posa è più complessa, e quindi un po’ più costosa, rispetto a un battiscopa “classico”.

Battiscopa a filo muro: i prezzi

Il prezzo varia molto a seconda della scelta del materiale e della finitura del battiscopa vero e proprio. Se ne possono trovare in alluminio, in rovere, in noce o in wengè, ad esempio, e con diversi effetti.

In generale i prezzi possono variare dai 15 ai 30 euro al metro lineare.

Come già chiarito, un maggior costo di questa tipologia di battiscopa rispetto al tradizionale dipende dalla posa, che prevede una predisposizione della parete più complessa, quando questa è ancora grezza.

Il prezzo della posa dovrebbe stare attorno ai 5 euro al metro lineare, ma può variare in base alle zone e alla manodopera.

Come in altri casi, è consigliabile confrontare le offerte di 2 o 3 fornitori per valutare al meglio le varie opzioni.

Montaggio del battiscopa

Ci sono numerose aziende specializzate nella creazione di profili in alluminio per l’installazione di battiscopa raso muro.

Di seguito il video di una di queste aziende su come effettuare il montaggio: in questo caso dei battiscopa della loro collezione.

In sostanza, si installa il profilo in alluminio (esiste sia per muratura che per cartongesso) sulla parete grezza, dopodiché si “finisce la parete” e si aggancia il battiscopa vero e proprio.

Ci sono diverse tipologie di battiscopa di diversi spessori ed altezze: per quelli a filo muro, andiamo dai 4 ai 10 cm in media.

Battiscopa filo muro con Led

Una delle idee più interessanti che riguardano questo elemento della casa e che possono veramente trasformarlo in un elemento di interior design, è l’utilizzo delle luci a Led.

Battiscopa filo muro con led su scale in legno
Battiscopa filo muro con led

Infatti, grazie a speciali profili, può essere anche retroilluminato con Led e fungere da segna passo o luce diffusa d’ambiente.

Come puoi vedere dall’immagine, la resa estetica di un battiscopa illuminato è molto suggestiva.

L’effetto sarà quasi scenografico, ottenendo sia una funzione di illuminazione notturna di cortesia che una vera e propria funzione di arredo.

I prezzi sono simili a quelli indicati nei paragrafi precedenti, ma possono variare in base al tipo di illuminazione e al tipo di comando (con  semplice interruttore o a distanza).

C’è anche la possibilità di aggiungere il dimmer, un dispositivo per regolare l’intensità della luce, o anche di centralizzare il comando di più battiscopa per creare dei percorsi illuminati (con una maggiorazione di circa 50-100 euro).

I profili e le varianti del battiscopa

Ad oggi sul mercato esistono diverse varianti del battiscopa filo muro.

In alternativa alla variante con led, ci sono profili che consentono al loro interno anche il passaggio di cavi, per l’installazione di nuovi punti luce o prese.

Per chi ha pareti curve in casa, è possibile richiedere profili per battiscopa a filo con un raggio massimo di curvatura di 40 cm.

esempio di una scala con battiscopa filo muro bianco
Scala con battiscopa filo muro bianco

Inoltre, si possono montare anche a lato delle scale in modo da seguire l’andamento dei gradini, tramite speciali elementi di giunzione.

Ultima chicca, per chi vuole adottare uno stile minimal e contemporaneo, spesso caratterizzato da un forte utilizzo del bianco, è possibile installare dei battiscopa total white per dare la giusta uniformità cromatica.

Spero di averti spiegato in modo semplice cosa sia e come può essere utilizzato il battiscopa filo muro.

Se hai ancora dubbi, chiedi tra i commenti e ti daremo i nostri consigli, oppure consulta i forum che puoi trovare online. Si trovano molte discussioni interessanti 😉

Ora tocca a voi fare la scelta giusta durante le vostre ristrutturazioni.

L’articolo Battiscopa filo muro: tutto quello che c’è da sapere proviene da My Happy Place.

4 Agosto 2020 / / Idee

Finalmente, nonostante tutto, siamo tutti abbastanza in proncinto di partire. Oppure di chiudere le nostre attività per qualche giorno e, dunque, di lasciare tutto incustodito per qualche girno..

per questo credo sia importante parlarvi ancora una volta dell’importanza di avere una buona porta blindata e di come saperla riconoscere.

Come scegliere una porta blindata: sicurezza contro i furti

Negli ultimi anni, l’incremento di furti in appartamento ha portato molte persone a rivolgere la propria attenzione verso le porte blindate. Queste, infatti, rappresentano uno dei primi e più importanti elementi di sicurezza contro le effrazioni da parte di malintenzionati.

Tuttavia è bene sapere che in commercio esistono molte tipologie diverse di porte blindate.

Esse sono caratterizzate da classi anti-effrazione differenti e serrature più o meno complesse, per una maggiore garanzia contro i tentativi di violazione di domicilio.

Il primo aspetto da valutare, quindi, riguarda la classe anti-effrazione: in commercio esistono infatti sei differenti classi di sicurezza. Dalla prima alla sesta classe, il livello di protezione offerto dalla porta è sempre più elevato. Si può quindi dire che le porte blindate di classe 1 offrono una protezione minima, in grado di resistere ai tentativi di effrazione di scassinatori inesperti. La sesta classe, invece, è quella che offre il massimo livello di sicurezza possibile; scassinatori esperti con strumenti professionali non riuscirebbero ad accedere ad ambienti protetti da questo tipo di porte che, infatti, sono tipicamente impiegate presso banche, gioiellerie e ambienti militari.

Per gli appartamenti, invece, solitamente si fa uso di porte blindate di classe 3 oppure 4. In caso di ville o piccoli condomini si può scegliere di utilizzare non una classica porta, ma un portone blindato. In tal modo l’accesso agli appartamenti sarà maggiormente protetto e sicuro.

come scegliere la porta blindata

Portoncino blindato ad anta singola

come scegliere la porta blindata

Portone blindato ad anta doppia

come scegliere la porta blindata

Portoncino blindato con vetrata ad anta singola

come scegliere la porta blindata

Portone blindato con vetrata ad anta doppia

Come scegliere una porta blindata e la serratura adeguata

Un livello ancora maggiore di sicurezza può essere raggiunto abbinando alla porta blindata una serratura adeguata. Le serrature per porta e per portone blindato sono solitamente a 3, 5 o 7 punti di blocco, posti intorno al perimetro della porta stessa. Si può facilmente comprendere che quelle con un maggiore numero di punti di blocco rappresentano la scelta più sicura, in quanto più difficili da manomettere. Attenzione però: per avere la massima garanzia di resistenza è fondamentale che la serratura di elevato livello sia associata a un cilindro altrettanto solido e sicuro. Se un ladro dovesse riuscire a rimuovere questo elemento, la porta non avrebbe più protezione, e potrebbe essere aperta con un normale cacciavite. Alcune serrature per porte e portoni blindati sono dotate anche di un accessorio di sicurezza chiamato defender. Si tratta di una borchia in acciaio temprato montata a protezione del cilindro della serratura, bloccata tramite viti passanti dall’interno e senza alcun fissaggio che possa essere manomesso dall’esterno.

come scegliere la porta blindata
come scegliere la porta blindata

Non solo sicurezza ma anche benessere

L’utilizzo di una porta blindata presenta anche un’altra serie di aspetti interessanti che, tuttavia, spesso passano in secondo piano. In particolare, questo tipo di porte rappresenta una barriera non solo contro i malintenzionati, ma anche contro i rumori, il caldo e il freddo. La funzione di elemento non solo di protezione, ma anche in grado di assicurare un ottimo isolamento termico e acustico non va assolutamente sottovalutata.

Soprattutto nelle grandi città questo può portare un maggiore benessere quando si sta in casa, in termini sia fisici che psicologici.

L’articolo Come scegliere una porta blindata proviene da Architettura e design a Roma.

2 Luglio 2020 / / Idee

Le caratteristiche di una porta blindata sono numerose. Per garantire la massima sicurezza a un qualsiasi contesto abitativo o anche commerciale, la scelta ideale è rappresentata dalla porta blindata, una struttura estremamente resistente e robusta che consente di minimizzare i rischi di effrazione da parte di malintenzionati.

Una porta corazzata è costituita da vari componenti che, dopo essere stati assemblati insieme, devono venire ancorati alla struttura muraria di riferimento.

Componenti e caratteristiche di una porta blindata:

– controtelaio

rappresenta la struttura di collegamento con la parete su cui la porta viene fissata ed è realizzato in acciaio presso-piegato;

– telaio

è la parte che unisce il controtelaio all’anta della porta ed è costituito da una cornice in acciaio presso-piegato;

– anta

è la porta vera e propria, solitamente rivestita di pannelli;

– cerniere

si trovano inserite tra anta e telaio dalla parte opposta rispetto alla serratura e sono realizzate sempre con acciaio;

– serratura

costituisce la parte più importante dell’intera struttura e deve essere rispondente a determinati standard europei di sicurezza.

Pe avere la certezza di poter contare su un dispositivo rispondente a elevati standard qualitativi è necessario rivolgersi a ditte specializzate e competenti del settore, come Serrature24ore.com che, tra l’altro, assicura un’assistenza continua per qualsiasi intervento di manutenzione ordinaria o straordinaria.

caratteristiche di una porta blindata

Requisiti e caratteristiche di una porta blindata

Per distinguere le varie tipologie di porta blindata sono state definite sei classi antieffrazione che, a seconda delle loro particolari prestazioni, assicurano garanzie di sicurezza sempre più perfezionate.

– Classe I

La porta può essere aperta da uno scassinatore improvvisato che si basa unicamente sulla forza fisica (calci, spinte, spallate) ma non dispone di arnesi specifici per l’effrazione.

– Classe II

La porta può essere aperta da un ladro che impiega coltelli, cunei o tenaglie, ma che comunque è poco esperto nell’effrazione.

– Classe III

La porta può essere aperta da uno scassinatore abbastanza abile, che utilizza piede di porco, cacciaviti o altre leve.

– Classe IV

È una porta corazzata piuttosto sicura che può cedere all’attacco di un ladro esperto che si serve di seghe, martelli, scalpelli o trapani portatili.

– Classe V

Si tratta di una porta blindata molto sicura, che viene montata nelle banche e nelle gioiellerie, in quanto può cedere all’attacco di scassinatori particolarmente esperti e forniti di trapani elettrici o seghe a sciabola.

– Classe VI

È una porta che non cede quasi mai all’effrazione e che può essere aperta soltanto utilizzando esplosivo.

Per le abitazioni di norma viene consigliata una porta di classe III oppure IV, che è in grado di offrire ottime prestazioni di sicurezza e non risulta eccessivamente pesante.

Accessori e caratteristiche di una porta blindata

La serratura rappresenta l’accessorio più importante della porta blindata in quanto costituisce il punto di maggiore vulnerabilità dell’intera struttura.
Pertanto la sua scelta deve essere fatta con particolare attenzione.

Il cilindro, che costituisce il nucleo della serratura, è composto da un corpo centrale in grado di comandare l’intero meccanismo.
Le serrature a ingranaggio sono dotate di cilindro di sicurezza a profilo europeo con meccanismo singolo oppure doppio.

Questi delicati ingranaggi necessitano di operazioni di manutenzione ordinaria e, qualora si blocchino, possono richiedere un pronto intervento indispensabile per rimettere in funzione la porta blindata.

Ditte come Serrature24ore Pronto Intervento Fabbro garantiscono interventi tempestivi da parte di professionisti esperti in grado di eliminare qualsiasi genere di problematica funzionale delle porte blindate.

Un accessorio di sicurezza che ormai viene montato su quasi tutte le porte blindate è il defender, consistente in una borchia in acciaio che viene applicata come protezione del cilindro della serratura.

Esso trova largo impiego per impedire i tentativi di effrazione che coinvolgono il cilindro, dato che non consente alcun margine d’azione agli strumenti di scasso di malintenzionati.

Prima di scegliere una porta blindata è necessario valutare bene l’impiego che si intende farne e soprattutto il suo rapporto qualità/prezzo.

caratteristiche di una porta blindata
caratteristiche di una porta blindata
caratteristiche di una porta blindata

L’articolo Caratteristiche di una porta blindata proviene da Architettura e design a Roma.

24 Aprile 2020 / / Architettura

Valutiamo metodi, materiali e vantaggi delle porte insonorizzate, perfette per ambienti casalinghi, ideali per il settore ospitalità

Foto di Pierre Blaché da Pixabay

Potersi chiudere una porta alle spalle spesso ci regala un senso di pace e libertà. Rientrare a casa, entrare nella camera di un hotel, è un po’ come lasciare il mondo fuori e regalarsi un universo fatto di privacy, dove protezione e sicurezza si intrecciano per poter vivere una dimensione del tutto personale.

Parliamo di sensazioni piacevoli, di cui godere grazie ad un requisito importante come la tranquillità e la possibilità di tenere fuori i rumori dell’area esterna. Per poter fruire di un ambiente sereno e silenzioso, così come proteggersi dall’inquinamento acustico, è fondamentale adottare tutte le misure necessarie per insonorizzare le pareti e soprattutto le porte.

La porta insonorizzata: modelli ad hoc per case e hotel

Per abbattere rumori e favorire la qualità della vita si pensa sempre più spesso alla collocazione di porte insonorizzate. Una scelta che considera gli ambienti casalinghi così come il settore ospitalità, grazie all’ampia proposta di modelli e soluzioni.

A casa così come in albergo poter godere di spazi tranquilli diventa una necessità fondamentale.

Per abbattere rumori, e favorire la qualità del sonno dei propri ospiti, i gestori del settore hotellerie valutano confortevole la presenza di una porta insonorizzata.

Grazie alla vasta collezione di porte insonorizzate per hotel e strutture turistiche è possibile dotarsi di modelli con differente abbattimento acustico fino a 46 dB, personalizzabili per il migliore confort. In un hotel il silenzio è essenziale per garantire un servizio di qualità, supportato da un buon isolamento acustico di finestre e porte finestre.

Come insonorizzare una porta: metodi e materiali

Costruire una porta insonorizzata rende necessario procedere con un metodo specifico, che tenga in considerazione il peso e la massa della porta, ma anche l’assemblaggio di più materiali.

Una normale porta in legno non è sufficiente per impedire il passaggio dei rumori, per questo è necessario procedere considerando prima di tutto il flusso dell’aria attraverso il perimetro della porta, da annullare sistemando una chiusura con guarnizioni da sigillare ermeticamente contro il telaio.

L’altro elemento fondamentale è la massa della porta, che incide sulle capacità di neutralizzare la fuoriuscita del suono.

Determinante anche la scelta dei materiali con cui costruire una porta insonorizzata. Un modello di qualità deve poter contare sull’utilizzo di legno, piombo, gomma e lamiera disposti nella maniera corretta, in modo tale che ai materiali soffici si alternino quelli duri, per realizzare una sorta di gabbia nella quale intrappolare i rumori impedendone il passaggio.

I vantaggi di una porta insonorizzata

Potrebbe sembrare una spesa poco importante, ma dotare la casa, così come gli spazi dedicati all’ospitalità, di porte insonorizzate è una scelta fondamentale, soprattutto considerando i vantaggi che un prodotto come questo è in grado di offrire.

Si tratta di investire sul comfort abitativo, regalando serenità e tanta tranquillità agli spazi casalinghi così come a quelli riservati ad attività lavorative di varia tipologia.

Per procedere all’insonorizzazione di una porta si deve considerare la portata dei rumori, valutando la tipologia dei disturbi, a partire da quelli che arrivano dall’esterno quali traffico, grida, voci, rumori aerei, radio e televisione, e dei rumori strutturali conseguenza delle vibrazioni e delle frequenze fra cui spiccano passaggio di auto e camion, utilizzo di elettrodomestici, uso di strumenti musicali.

17 Febbraio 2020 / / Blogger Ospiti

Le porte rasomuro rappresentano un elemento di arredo con caratteristiche assolutamente uniche. In termini pratici, il loro funzionamento è simile quello di un qualsiasi infisso. Permettono o meno il passaggio tra due ambienti, consentendo pertanto una comoda gestione degli spazi all’interno di aree residenziali, lavorative o ricettive. Su un piano estetico, però, il loro impatto è del tutto originale.

Le caratteristiche uniche delle porte filo muro, il loro gusto minimalista, sono largamente apprezzati sul mercato. Prova ne è una delle ultime installazioni che Porte Italiane ha avuto il piacere di portare a termine nella capitale mondiale dello stile e della moda: Parigi.

Porte rasomuro di Porte Italiane

Le porte rasomuro di Porte Italiane: gusto minimalista e classe innata

Tra le proprietà più importanti delle porte interne filo muro c’è sicuramente la versatilità. Ciò è dovuto sia al loro aspetto estetico, che alle loro caratteristiche tecniche.
Visivamente, questi infissi seguono una idea di minimalismo che non passa mai di moda. Privi di cornici o elementi di contorno, i serramenti rasomuro si integrano in maniera immediata con l’ambiente circostante. Uno dei punti di forza di queste porte, infatti, riguarda proprio la continuità stilistica. Una volta installate, diventano un tutt’uno con la parete che le circonda, dando una sensazione di omogeneità evidente.
Oltre al minimalismo, poi, c’è da considerare la loro eleganza. Seguendo il principio sempre attuale del “less is more”, le porte filo muro propongono un design estremamente pulito, privo di orpelli, contemporaneo e al tempo stesso classico. La presenza di sporgenze, e di spazi supplementari occupati dalle ante, diventa così un ricordo, a tutto vantaggio di ambienti più luminosi e ampi.
L’infisso così, diventa elemento primario nella creazione di un sistema organico, e di un arredo capace di lasciare il giusto spazio agli altri elementi architettonici.

Porte rasomuro di Porte Italiane

Le porte rasomuro di Porte Italiane: gusto minimalista e classe innata

Le caratteristiche delle porte interne filo muro con stampa

L’installazione che Porte Italiane ha portato a termine a Parigi, in una prestigiosa abitazione lungo gli Champs-Élysées, è un esempio calzante della capacità delle porte rasomuro di adattarsi a ogni contesto. Sono state utilizzate due tipologie di infissi: semplici e con stampa. Nel primo caso, la scelta è stata quella di riprendere la colorazione già presente sulle pareti circostanti. La continuità stilistica è evidente, e in qualche modo mira anche a “nascondere” aree della casa particolarmente private e personali, come il bagno.
Allo stesso tempo, si è deciso di intervenire installando porte interne filo muro con stampa. Anche in questo caso, l’effetto più immediato è quello della continuità stilistica con il disegno della parete, ma non solo. I serramenti con stampa diventano arredo, enfatizzano una determinata area della camera, attirano lo sguardo. Creano un punto focale senza interrompere l’armonia delle forme. Questo effetto è ottenibile con questa forza, questa raffinata semplicità, solo con le porte rasomuro.
Come visto, installare infissi interni a filo muro anche di diverso tipo nella stessa abitazione è un’operazione sicuramente fattibile. Molti modelli di porte rasomuro, infatti, sono creati per essere facilmente installabili su pareti in cartongesso o intonacabili, così come su mura già esistenti o da ricostruire durante opere di ristrutturazione.

Porte rasomuro di Porte Italiane

I prezzi delle porte filo muro

Il gusto tutto italiano delle porte filo muro non è sinonimo di prezzi poco accessibili. Al contrario, le offerte di Porte Italiane spaziano tra le diverse fasce di prezzo, offrendo alternative adatte a tutte le tasche. Dalle porte raso muro scorrevoli agli infissi filo muro con specchio esterno, l’offerta è ampia e particolarmente scalabile.
Il prezzo delle porte raso muro con maniglia invisibile, ad esempio, è influenzato da questi parametri:
Le misure del pannello: a dimensioni più elevate, corrisponde un prezzo maggiore
Il montaggio: l’installazione su pareti in cartongesso è più delicata, e pertanto maggiormente costosa rispetto a quella su muratura
L’aliquota IVA: può variare tra 4% (costruzione prima casa), 10% (ristrutturazioni) o 22% (ordinaria)
Altri parametri, come il senso di apertura, non influiscono sul prezzo finale.

Porte rasomuro di Porte Italiane

Da Parigi a tutta Italia: il gusto delle porte rasomuro Porte Italiane

Non è necessario essere a Parigi, sugli Champs-Élysées, per godere del gusto minimalista delle porte interne filo muro. Porte Italiane commercializza serramenti in tutta Italia, con un servizio puntuale e attento. L’offerta non si ferma alla proposizione di infissi e arredi, ma si espande anche a soluzioni di domotica per hotel.
Per maggiori informazioni, è sufficiente contattare Porte Italiane: risponderemo rapidamente alle vostre necessità, valorizzando appieno le caratteristiche del vostro immobile. Perché in Francia come in Italia, a Parigi come a Roma, lo stile italiano non passa mai inosservato.

17 Dicembre 2019 / / Architettura

Le porte a scomparsa rappresentano la soluzione perfetta per risparmiare spazio all’interno della propria abitazione con un risultato esteticamente gradevole.

Porte a scomparsa

La scelta di porte a scomparsa è molto ampia, si possono ordinare da casa, evitando lunghe ed estenuanti visite presso i punti vendita fisici.

L’acquisto di porte online è una valida alternativa a questi ultimi, in quanto è possibile sia risparmiare consistenti somme di denaro, sia ricevere degli articoli di qualità anche superiore rispetto alle grandi catene di distribuzione presenti in migliaia di città italiane.

Inoltre è presente un’eccellente guida alla rilevazione precisa delle misure ed alla configurazione perfetta dell’infisso.

Come scegliere la porta a scomparsa

Quando sorge la necessità di acquistare una porta a scomparsa, bisogna far sì che essa si adatti perfettamente allo stile dell’arredamento e all’ambiente.

Se questi sono minimali, si può optare per una colorazione ed un materiale in contrasto, in caso contrario meglio scegliere una porta ben abbinata, magari provvista di una maniglia impreziosita che la renda unica e originale.

Per avere un’ulteriore illuminazione in corridoi e disimpegni, si consiglia invece di optare per una variante dotata di vetro.

Le soluzioni con specchio si rivelano perfette per impreziosire una cabina armadio o una camera da letto, specialmente se di piccole dimensioni.

In quest’ultimo caso, grazie ad una porta a scomparsa, sarà infatti possibile avere uno specchio a figura intera senza rubare centimetri preziosi.

Tutti i vantaggi delle porte scorrevoli

Oltre al già menzionato risparmio di spazio, le porte scorrevoli hanno diversi vantaggi, in primis la capacità di unificare ambienti diversi e creare continuità fra di essi, ma quando occorre più privacy bastano pochi gesti per chiuderle.

Altri due benefici di questa tipologia di infissi sono l’aggiunta di un tocco moderno all’abitazione ed il risparmio energetico, poiché basterà farlo scorrere per evitare dispersione di calore.

Non bisogna poi trascurare la possibilità di usufruire dei benefici fiscali da parte dello Stato, il quale prevede un rimborso fino al 50% delle spese sostenute per le opere di ammodernamento edilizio.

Come contattare compraporte

Esistono diversi modi per contattare Compraporte, ossia inviare una mail all’indirizzo info@compraporte.it, chiamare il numero 0521-712637 o visitare personalmente lo show room di Parma in Via Emilia Ovest, 77/A.

Perché scegliere compraporte

Compraporte è un’azienda che rispetta sempre i tempi di consegna, cosa davvero molto importante quando si effettua una ristrutturazione, e propone un’ampia e diversificata offerta di articoli volti a soddisfare tutte le necessità, sia in termini estetici che economici.

Infine le porte, pur avendo dei prezzi molto vantaggiosi, sono di pregevole fattura.

Per saperne di più visitate il sito http://www.compraporte.it dove troverete un vasto assortimento di soluzioni per la vostra casa ed esaurienti informazioni riguardanti il rilievo delle misure, le tipologie ed i materiali .

L’articolo Porte a scomparsa salva spazio proviene da Architettura e design a Roma.

29 Novembre 2019 / / Blog Arredamento

Da bambini, sarà capitato a tutti di creare un nascondiglio segreto nella cameretta o in un angolo dell’abitazione. Coperto da un lenzuolo o barricato dietro a cuscini, quel rifugio domestico ha sempre racchiuso il fascino di un luogo inaccessibile ai grandi dove passare, indisturbati, ore e ore a disegnare o leggere.

Una volta cresciuti, con gli impegni che aumentano e il tempo che manca, non sarebbe fantastico poter rivivere quel ricordo e ricavare, nella propria casa, una stanza segreta per evadere dalla routine quotidiana?

Niente panico. Per creare passaggi segreti e locali nascosti non servono sistemi ingegneristici o corridoi labirintici alla Indiana Jones! La soluzione è semplice: basta arredare le pareti scegliendo una porta libreria con apertura a bilico.

porta libreria segreta

Cos’è una porta a bilico (per di più con libreria integrata)?

La porta a bilico è un modello di porta pivotante o girevole che, per aprirsi, ruota attorno a perni laterali a scomparsa. Si differenzia dalle classiche porte battenti o scorrevoli per il sistema di apertura non vincolato a binari né a telai murati.

La porta libreria è uno speciale modello di porta invisibile che integra la funzionalità dei serramenti salvaspazio all’intelligenza degli arredi multifunzione. Ciò che la rende unica è il suo design, simile all’aspetto di un mobile a ripiani ricavato in una nicchia.

porta libreria a bilico

7 buoni motivi per utilizzare una porta libreria segreta

Elegante, pratica, mimetizzata: la libreria nascondi porta presenta parecchi vantaggi. Se ti alletta l’idea che anche la tua casa abbia il suo passaggio segreto (o per dirla in stile fantasy, il suo portale spazio-temporale), dai un’occhiata alle 7 ragioni per scegliere una porta-libreria.

porta libreria segreta

1 – Creare un passaggio nascosto

Il vero motivo per cui si sceglie di installare una porta con finta libreria (ma da usare come una vera scaffalatura) è per rendere una stanza inaccessibile a chi non ne conosce l’esistenza. In altre parole, questa libreria magica permette di celare l’accesso a un locale che si desidera mantenere segreto.

Nella pratica, la porta nascosta può essere utilizzata per separare lo spazio in maniera discreta, per ricavare una stanza blindata, un ufficio domestico, una personale biblioteca con libri da collezione… o per organizzare un angolo relax dove riposare e ricaricare le energie prima che i bambini tornino da scuola!

2 – Soluzione salvaspazio

A livello tecnico, l’ingombro di una porta a bilico verticale è inferiore a quello di una normale porta battente. Può essere quindi utilizzata in numerosissimi ambienti, tanto spaziosi quanto ristretti.
In termini di ottimizzazione, l’assenza di un vano porta tradizionale permette di sfruttare la parete interamente, per tutta la lunghezza, quando il battente è chiuso. I ripiani integrati nelle ante, dal canto loro, riducono al minimo lo spazio occupato in profondità. Per rendersene conto, è sufficiente paragonare l’ingombro della porta a quello di una libreria a parete che, per quanto poco profonda o ultra sottile, non sarà mai a filo muro.

3 – Apertura facile e intuitiva

Le porte nascoste si aprono facilmente e senza sforzo tirando, spingendo o ruotando i pannelli a seconda dei modelli. Per preservare il massimo della segretezza, è bene scegliere un modello senza maniglie. I sistemi di apertura più avanzati prevedono serrature magnetiche e cerniere nascoste, dettagli che rendono la porta letteralmente invisibile.

Inoltre, il connubio tra apertura facilitata e minimo ingombro fa sì che le porte a bilico (comprese quelle con libreria) possano essere impiegate per agevolare le persone diversamente abili.

4 – Nessun lavoro di muratura

La posa delle porte con libreria non prevede alcuna opera muraria. A differenza di quelle a scomparsa, che richiedono un intervento di demolizione della parete, le porte a bilico verticale non necessitano l’installazione di controtelai interni. Infatti, il loro movimento è vincolato alla presenza di due perni, a soffitto e a pavimento.
Di conseguenza, le porte nascoste si fondono in totale armonia nella parete e sono compatibili con la maggior parte dei muri, anche in cartongesso.

5 – Insonorizzazione, resistenza, materiali di qualità

Quelle con libreria sono porte nate per nascondere e proteggere. Efficaci contro gli occhi indiscreti, le quinte girevoli con scaffalatura lo sono anche contro i rumori molesti. E non mi riferisco all’apertura silenziosa, controllata da cerniere di ultima generazione che ne garantiscono la movimentazione fluida e in sicurezza, ma piuttosto alla composizione delle ante.

Le migliori porte a libreria sono realizzate con materiali polimerici dalle proprietà isolanti, perfetti per insonorizzare un ambiente di piccole dimensioni.

6 – Estetica impeccabile

Veniamo al dunque: le porte libreria sono belle, oltre che pratiche. Contemporanee, essenziali, discrete: hanno tutte le carte in regola per soddisfare le richieste degli appartamenti moderni, a dir poco esigenti quando si tratta di estetica.

Il design, curato nei minimi dettagli, tende al minimalismo: maniglie assenti o incassate, pannelli in continuità con le pareti e installazione a filo muro, per una resa elegante e raffinata.

7 – Prezzo giustificato

Sarò sincera: il prezzo di una porta libreria può essere importante, di gran lunga superiore a quello di una tradizionale porta a battente. Bisogna però considerare che il costo è giustificato da fattori come la qualità dei materiali impiegati, la praticità di utilizzo, la funzionalità e l’impatto estetico che una porta nascosta ha nell’ambiente domestico. In una parola: impareggiabili.

Inoltre, il nome “porta libreria” suggerisce che la soluzione comprende non uno, ma due elementi: una porta e una libreria, perfettamente utilizzabile per riporre volumi (leggasi: non servirà acquistare scaffali o mensole aggiuntivi).

Ultimo ma non meno importante, il vantaggio economico. Se stai ristrutturando casa e prevedi di intervenire anche sulle porte, ricorda che potresti avere diritto alle agevolazioni fiscali previste per legge.

porta nascosta da libreria

Scegliere la migliore porta libreria: chiedi agli esperti

Come visto, la porta libreria è un arredo innovativo ed elegante, perfetto per creare una stanza o un passaggio segreto senza ricorrere a grandi opere murarie. Se l’idea fa al caso tuo, ma vorresti essere guidato nella scelta, il consiglio è di rivolgerti a dei veri professionisti.

L’azienda Porte Italiane, leader nel settore da 50 anni, è a disposizione per proporti una soluzione originale e di qualità per creare un angolo di pace nella tua casa.

26 Novembre 2019 / / Blog Arredamento

Oggi sono varie le tipologie di porte scorrevoli disponibili in commercio. Ce ne sono di vari materiali e dimensioni, ma anche di adatte per l’installazione all’esterno del muro, che consentono di posizionare questo tipo di porta anche dove non c’è lo spazio all’interno della parete. I modelli di alcune aziende sono poi particolarmente decorativi e permettono di dare quel tocco di originalità che ci aiuta a costruire uno stile del tutto personale all’interno della nostra abitazione. Spesso poi le porte scorrevoli si utilizzano per una vera e propria esigenza, dettata dallo spazio a disposizione o dall’assenza di una vera e propria parete in cui aprire la porta.

Porte salvaspazio

Questa è di certo la peculiarità principale che tutti conoscono delle porte scorrevoli; le si può infatti utilizzare negli ambienti in cui il movimento di apertura di una porta a battente potrebbe risultare eccessivamente “ingombrante”. La porta scorrevole invece, che rimane vicina alla parete o che addirittura vi penetra, è perfetta come accessorio salvaspazio. Ci sono poi anche molti altri vantaggi, si pensi ad esempio a necessità particolari, come suddividere in due un ambiente, come ad esempio un corridoio o il living, per creare un vero e proprio ingresso. In queste situazioni le porte scorrevoli non sono solo pratiche, ma anche molto decorative e permettono di creare un effetto originale e piacevole.

Molto decorative

La proposta oggi disponibile in commercio permette di posizionare in casa accessori decisamente molto belli dal punto di vista estetico e ben progettati. Si pensi ad esempio alle porte scorrevoli in vetro, disponibili con diverse finiture o anche con decorazioni colorate. Sono anche perfette per soluzioni all’interno di uffici open space, in cui suddividere gli spazi. La trasparenza del vetro infatti consente di diffondere la corretta luminosità anche agli ambienti che non affacciano verso l’esterno se non con piccole aperture, garantendo una perfetta abitabilità.
Porte scorrevoli in vetro fumé con binario a soffitto

Installazione

Le porte scorrevoli più classiche si installano creando nella parete laterale all’apertura uno spazio in cui fari rientrare la porta stessa. Chiaramente è necessario avere a disposizione una parete sufficientemente ampia, ma che sia anche completamente priva di impiantistiche, come ad esempio cavi dell’impianto elettrico. Non sempre tale soluzione è disponibile in casa, per questo oggi in vari casi le porte scorrevoli si installano con un binario posto all’esterno della parete, che corre invece sul muro, all’altezza della porta. Questo tipo di soluzione è decisamente piacevole e permette di posizionare una porta scorrevole, in vetro o in altro materiale, anche dove prima tale possibilità era totalmente preclusa. In commercio ci sono poi porte scorrevoli a filo parete, che decorano la stanza e rendono l’apertura decisamente originale. Oppure porte in vetro con profili in legno o alluminio, che danno quel tocco speciale ad ogni ambiente. Di particolare effetto scenico sono le porte scorrevoli doppie a scomparsa, che permettono di suddividere al meglio un ambiente, quando necessario, per poi riaprirlo nel momento in cui si vuole godere di tutto lo spazio disponibile senza interruzioni. Chiaramente è necessario avere a disposizione uno spazio sufficientemente ampio per questo tipo di installazione.