Una scala verso il cielo

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Casa G un progetto di Francesco Librizzi

Il progetto di ristrutturazione di una antica casa di pescatori a Cefalù dove una scala di 10 metri che conduce alla terrazza ne è la protagonista indiscussa.

Casa G, ad opera dell’’architetto milanese Francesco Librizzi,  è il risultato della fusione di più unità immobiliari, all’interno del nucleo che formava l’antico villaggio dei pescatori a ridosso del mare. 

Uno straordinario intervento di restauro seguito da una significativa reinterpretazione dello spazio. 


La distribuzione dei locali su più livelli ha permesso di stabilire un percorso principale in grado di attraversare la casa con un’unica scala. Il percorso verticale che porta alla vista del mare crea durante l’ascesa inaspettati punti di introspezione sugli spazi interni. La scala, alta ben 10 metri, è costituita da un telaio in profili trafilati in acciaio da 14 mm che collaborano strutturalmente con gradini e alzate realizzati in blocchi autoportanti di rovere massello.

I pavimenti sono realizzati in cementine colorate esagonali da 20 cm e ceramiche artigianali smaltate a mano. Sulla superficie di copertura del terrazzo le ceramiche diagonali a tinte verdi riprendono i colori del mare.

Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi
Casa G un progetto di Francesco Librizzi

Fotografie: Alberto Moncada


 
 

 
 

 
 
 

 

Happy Monday

Pubblicato da blog ospite in REDaddress

www.instagram.com


 
 

 
 

 
 
 

 

IKEA: tante novità in arrivo ad Agosto

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
Scopri le novità IKEA di Agosto

Per rendere la tua casa ancora più accogliente, IKEA presenta un assortimento di nuovi prodotti caratterizzato da colori intensi, accenti dorati e atmosfere tropicali.


Per il soggiorno IKEA propone una poltrona in diversi colori, tutti molto freschi, da abbinare alle nuove lampade, gli oggetti decorativi e i tessili, dai tappeti ai plaid, che rendono l’ambiente accogliente e creano la giusta atmosfera.

Per la zona pranzo troviamo una sedia che unisce un design iconico a una sostenibilità innovativa. Per la tavola arriva una nuova serie di piatti e ciotole realizzata con il vetro riciclato delle fabbriche di IKEA.

Il tema della sostenibilità prosegue in cucina, con un nuovo piano di lavoro in frassino, realizzato usando una quantità inferiore di legno, e maniglie in pelle ottenute con materiale di scarto, che donano carattere all’ambiente. Per il bagno, infine, sono disponibili nuovi miscelatori, in diversi stili, che permettono di risparmiare acqua ed energia. 
Tutte queste novità sono un esempio di come sia possibile realizzare prodotti che uniscono stile e funzionalità e rispetto per l’ambiente.


Scopri le novità di Agosto di IKEA
Pensata per il tuo relax, la poltrona KOARP dona al tuo soggiorno uno stile moderno e ti offre diversi colori tra cui scegliere, tutti molto freschi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Crea una calda luce d’ambiente in casa con la lampada da tavolo FADO, in vetro giallo o grigio, e la lampadina a LED LUNNOM, che ha un fascino d’altri tempi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Tessuto a mano da artigiani esperti di India e Bangladesh, ogni tappeto NÖDEBO è unico e presenta diverse sfumature di verde. 

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Con il suo motivo d’ispirazione tropicale, la fodera per cuscino GILLHOV porta una ventata di novità nella tua casa.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Crea un’accogliente luce d’ambiente con le lampade da terra e da tavolo MAJORNA, realizzate con due strati di carta di alta qualità applicati a mano a una struttura in metallo. In 50% ramiè e 50% cotone, la fodera per cuscino MAJBRITT è lavabile a 40 gradi.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Scopri la sedia ODGER, un’icona del design realizzata con un materiale innovativo costituito da un mix di legno e plastica. Non solo. Il 50% di quest’ultima è riciclato.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Dona alla tua cucina il calore del legno con il piano di lavoro PINNARP in truciolare rivestito di frassino, realizzato con una tecnologia innovativa e sostenibile che permette di usare meno legno massiccio. Con il loro colore naturale, le maniglie in pelle ÖSTERNÄS sono quello di cui hai bisogno per valorizzare i tuoi mobili donando loro carattere.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Dona stile alla tua tavola con le posate TILLAGD color ottone o nere, che si abbinano a piatti e bicchieri sia tradizionali che moderni e sono lavabili in lavastoviglie.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
La forma elegante della coppa STORHET è ideale non solo per champagne e cocktail, ma anche per servire gelati, macedonie e altri dessert.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Se ami il vintage, il motivo floreale d’ispirazione tradizionale del vassoio PRISTELLA è quello che fa per te.

Scopri le novità di Agosto di IKEA
Lasciati avvolgere dalla morbidezza dei nuovi plaid IKEA in diversi stili e materiali, dal moderno al tradizionale, dal poliestere alle fibre naturali come lana e cotone. Il miscelatore HAMNSKÄR è perfetto per un bagno dallo stile tradizionale, ma ha funzioni moderne che ti fanno risparmiare acqua ed energia.


Ricorda, tutte queste novità saranno disponibili nei punti vendita IKEA a partire dal mese di Agosto.


 
 

 
 

 
 
 

 

La camera da letto bianca

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Napol Arredamenti

La camera da letto è lo spazio privato per eccellenza, un luogo di riposo in cui ci si deve sentire sempre a proprio agio. L’arredamento contribuisce a creare l’atmosfera che desideriamo, insieme ad un uso studiato dei colori delle pareti, degli arredi e degli accessori.
Fantasia e gusti personali sono alla base di tutte le scelte in casa ma la psicologia del colore consiglia di scegliere tinte tenui e colori pastello per la zona notte, tonalità accese e vivaci per la zona giorno. Le tendenze degli ultimi anni ci hanno mostrato soluzioni diverse e molto lontante tra loro ma tra tutte le mode del settore arredamento, ai primi posti permane la camera da letto bianca. Una stanza rasserenante dal punto di vita cromatico perché pensata per conciliare il relax totale, infondere calma e pace, rilassare.

 

Camera bianca 8030 con letto, comodini e settimanale

 

Una camera con mobili bianchi piace a tutti, non stanca mai e il suo look può essere rivoluzionato tutte le volte che si desidera senza incorrere in spese eccessive. È possibile cambiare la biancheria del letto, giocare con le tende o il tappeto, scegliere un nuovo colore per una o più pareti della stanza.

Da notare in questa foto la presenza di letto, comodini e comò bianchi in abbinamento ad una parete d’accento color rame e ad accessori e complementi grigio / neri.

 

Camera matrimoniale 4022 con mobili in laccato bianco

 

Spesso il colore bianco viene visto come un colore di ripiego low cost ed economico, che va bene con tutto, da scegliere quando non si hanno idee e si vuole andare sul sicuro. È riduttivo pensare al bianco in quest’ottica, piuttosto è bene trovare il modo di sfruttare questa sua grande versatilità. Da dosare e usare con criterio, in modo equilibrato e studiato, il bianco diventa a volte il miglior alleato della camera da letto. Pensate allo stile scandinavo, questo colore / non colore la fa decisamente da padrone e abbinato alle calde sfumature del legno arreda in modo lodevole.

Camera da letto bianca, ma bianco come? Puro, latte, panna, avorio, ghiaccio, freddo, sporco? Chi più ne ha più ne metta.
Chi pensa che esiste un’unica sfumatura di bianco si sbaglia. Scegliere e acquistare mobili bianchi può rivelarsi più arduo del previsto, soprattutto quando si inizia a ragionare anche sul materiale.

 

Camera da letto 1000 in rovere laccato poro aperto bianco segnale. Armadio con dettagli in vetro millerighe bianco

 

Camera 2532 con letto bianco, comodini bianchi, comò bianco

 

Quelli che potete notare qui sotto sono campioni di diversi materiali bianchi presenti nel nostro campionario online. Da notare come l’impatto visivo cambia a seconda del materiale e della texture.

Dal campionario Napol, campioni in bianco

 

Naturalmente tutte le nostre camere da letto possono essere completate da armadi coordinabili per finiture e colori a letti, comò, comodini e settimanali. Chi ama il look total white può scegliere tra armadi ad ante battenti o scorrevoli bianchi, soluzioni componibili al centimetro e realizzabili praticamente su misura.

 

Armadio bianco Cono, componibile al centimetro e su misura

 

Armadio scorrevole bianco Greta con fascia decorativa in vetro bianco

 

Vi piacciono le soluzioni proposte in questo articolo? Vorreste conoscere dimensioni, finiture e prezzi? Prendete un appuntamento gratuito con un arredatore, pronto a rispondere a tutte le vostre domande e consigliarvi il miglior acquisto.


 
 

CASA MF by msplus architettura

Pubblicato da blog ospite in Voglia Casa


 
 

Uno scaffale alle spalle del divano

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa
In un posto molto vintage, ho trovato uno scaffale di cui mi sono innamorata. Ho iniziato a sfogliare le pagine di Pinterest cercando ispirazione per dargli una degna collocazione nella Casetta.

C’è un’idea che mi affascina più di tutte le altre: un sistema di librerie allineate sulla parete dietro il divano. 

La libreria è un elemento d’arredo davvero interessante. Così semplice, ma così dinamico. 

Una semplice scaffalatura bianca può assumere mille diverse sfaccettature, a seconda di come la si riempie. Il vero carattere, infatti, è affidato al contenuto. Libri disposti disordinatamente per un mood bohemien, piante rampicanti e cactus per un tocco di jungle o quadri ed articoli retrò per un look vintage.

Allo stesso tempo, è un’ottima alleata dell’ordine e dell’organizzazione. Tenere tutto a vista non solo rende la stanza vissuta e, quindi, più accogliente, ma permette anche di trovare vantaggio a livello pratico (trovare quello che ti serve è molto più semplice!)

In un soggiorno in cui il divano non è appoggiato alla parete, è possibile sfruttare lo spazio retrostante con una scaffalatura a tutta altezza oppure che occupi solo mezza parete, così da lasciare spazio ad una mini-galleria d’arte nella parte superiore del muro.

Trovo che questa soluzione sia perfetta per tutti gli stili e le esigenze, ma che, allo stesso tempo, lasci un’immensa libertà di esprimere la propria personalità, la quale inevitabilmente si riversa nell’intera stanza, rendendola unica.

Non faccio altro che immaginare una disposizione simile per il salone al piano di sopra della Casetta, ancora tutto da arredare. Sarà la sede di una zona tv e del mio studio. Una libreria non mancherà, e chissà se si troverà proprio dietro al divano!
Io la trovo una soluzione sofisticata e brillante. Ho raccolto le immagini che più mi hanno ispirata qui.


E tu, cosa ne pensi di questa idea d’arredo?
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

 
 

Stile Shabby Chic: da tendenza di arredamento a lifestyle

Pubblicato da blog ospite in Nell'Essenziale
Stile Shabby Chic- da tendenza di arredamento a lifestyle

Lo stile Shabby Chic nasce nel 1980 sulla rivista americana “The World of Interiors” e letteralmente si traduce in “trasandato di lusso”. Le sue origini si ritrovano nell’arredamento caratteristico dei casali della campagna inglese.

Questo stile diventata popolare grazie a  Rachel Aswell, designer americana che nel 1989 ha fondato il suo marchio con una catena di negozi incentrati su questo stile.

Lo Shabby Chic

Lo Shabby Chic nato come tendenza di arredamento, oggi  si è convertito in vero e proprio lifestyle.

Questo stile è caratterizzato da colori pastello molto chiari e polverosi,  naturali e  logorati. Colore protagonista è il bianco in tutte le sue sfumature, dal bianco gesso al crema ed ecrù. Il  verde decapè, il rosa cipria, rosa antico, lavanda, giallo fieno, carta da zucchero e azzurro-indaco anticato.

Tutorial acchiappasogni stile shabby chic

Cartella di colori shabby chic dal blog di Rachel Aswell

Perfetto il bianco antico che sconfina nel color ecrù segnato dal tempo, grande protagonista delle atmosfere shabby.

La tecnica utilizzata per dare ai mobili un aspetto shabby risale all’epoca di Luigi XV ed è chiamata decapè. Questa tecnica consiste nel decorare gli oggetti lasciando sempre intravedere, più o meno abbondantemente,  il colore del legno sottostante.

Lo Stile Shabby Chic da tendenza a lifestyle.

Lo Stile Shabby Chic oggi diventa un vero stile di vita. Sempre più persone cercano nell’abbigliamento e negli accessori la sua vena romantica e nostalgica oltre che vintage. In questo caso il look è apparentemente trasandato ma nasconde una grande eleganza.

stile shabby chic abbigliamento

Pizzi e merletti nell’ abbigliamento in stile shabby chic.

 

The shabby chic woman wears with austereness. Delicated and soft fabrics, who hide the curves, keeping the charm of the immagination. Soft colours, pastel tones and cream and beige tints, tones of grey and discoloured textures as old used fabrics. Retrò jewels mixed with contemporary accessories.

– Caterina Urgo -Relook Chic –

Stile Shabby Chic da tendenza di arredamento a lifestyle

Balze abbinate a fiori e merletti.

 

La donna shabby chic secondo Caterina Urgo di Relook Chic veste con sobrietà. Indossa tessuti delicati e morbidi velando le forme. Colori sono sempre discreti e dalle tonalità pastello, del beige, grigio e texture di vecchi pizzi e merletti dall’aspetto usurato.

Abbinare fiocchi su un paio di jeans sbiaditi, camicioni di lino  su una gonna di pizzo. Abiti ricchi di balze e merletti… L’idea è quella di “largo” senza apparire sciatto o disordinato.

Stile Shabby Chic da tendenza di arredamento a lifestyle

I gioielli retrò, tanto in voga al momento,  sono un mix tra vintage e moderno. Spaziano dal legno alle perle, ai merletti, veli e cristalli. Ecco di seguito dei gioielli che incarnano questa tendenza.

stile shabby chic lifestyle

Legno sbiancato per i gioielli artigianali realizzati da Lunar Bumblebee

 

I miei gioielli in Stile Shabby Chic

Io adoro lo stile shabby, e per me ho scelto questi gioielli: orecchini leggerissimi in carta realizzati da Cè Lèste Creazioni. Le perle sono in tecnica quilling, e le gocce sono rilievi su carta.

 Stile Shabby Chic 2

Orecchini in Stile Shabby Chic realizzati per me da  Cè Lèste Creazioni

Stile Shabby Chic- da tendenza di arredamento a lifestyle

Legno sbiancato per il mio logo trasformato in una collana in stile shabby chic.  Gioielli realizzati da Lunar Bumblebee

Se ami anche tu lo stile shabby chic puoi leggere tutti i miei post sullo stile Shabby chic ! Buona lettura!

Bibliografia foto

  • alchimieventi.com
  • arredamentoshabby.it
  • shabbychic.com
  • arredamentoprovenzale.net
  • shabbychicinteriors.it

L’articolo Stile Shabby Chic: da tendenza di arredamento a lifestyle sembra essere il primo su Nell’Essenziale.


 
 

Coffee Break compie 8 anni!

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break

Sono passati 8 anni da quando abbiamo deciso condividere le nostre passioni: l’architettura, l’interior design!

Grazie a tutti i nostri affezionati lettori!


Coffee Break celebrates 8 years!

Eight years have passed since we decided to share our passions: architecture, interior design!

Thanks to all our dear readers!

 

_________________________
CAFElab | studio di architettura


 
 

Ingo Maurer, lampade poetiche per un’esplosione di creatività

Pubblicato da blog ospite in Things I Like Today

Ingo Maurer Lampada Comic Explosion

Con le sue lampade originali e anticonformiste, Ingo Maurer ha definito il design degli oggetti di illuminazione in oltre 50 anni di carriera

Ingo Maurer è uno dei più famosi designer di lampade e oggetti di illuminazione.
Nato in Germania nel 1932, negli anni ’60 fonda l’azienda col suo nome e inizia a produrre lampade di design che sono quasi delle opere d’arte tanto che alcune di esse sono esposte nella collezione di design del Museum of Modern Art di New York. Sperimentando sempre con nuovi materiali e nuove tecnologie, è sempre stato un passo avanti nell’innovazione degli oggetti di illuminazione creando forme inedite e dirompenti.

Luce ed emozione nel suo stile sono indissolubilmente legati: le sue lampade fanno leva sul coinvolgimento emotivo degli utenti, parlando un linguaggio poetico e innovativo allo stesso tempo. Come la sua lampada cultLucellino“, una semplice lampadina a cui il designer ha messo le ali per farle spiccare il volo nel mondo della fantasia e del design d’autore.

Ingo Maurer - Lucellino, 1992

Lucellino, 1992 – Vetro, ottone, materiale sintetico, ali in piume d’oca lavorate a mano.

«La qualità della luce è più importante per me della sua forma.»

Più che sulla forma della lampada o sull’aspetto estetico, Ingo Maurer si concentra sulla qualità della luce, capace di influenzare la nostra percezione e le nostre sensazioni. Per lui la luce “è la quarta dimensione, qualcosa di spirituale, di mistico, strettamente connesso con il nostro benessere.

Ma il suo lavoro è anche gioco e sperimentazione sui materiali e sulle più avanzate tecnolgie disponibili con l’obiettivo di trasformare in oggetti di illuminazione le proprie emozioni. Ecco come è nato ad esempio il sistema di illuminazione “My New Flame” (2012), una delle sue ultime creazioni in collaborazione con Moritz Waldemeyer: candele LED sospese che creano bagliori estremamente realistici per un’atmosfera mistica e suggestiva. La fusione impossibile fra il sistema di illuminazione più arcaico e la tecnologia più avanzata.

Ingo Maurer - My New Flame, 2012

My New Flame, 2012 – Candele LED in collaborazione con Moritz Waldemeyer

Ma Ingo Maurer non si è ancora stancato di giocare e il risultato sono le lampade da tavolo “What we do counts” (Quello che facciamo conta) del 2015, divertenti lampade da scrivania girevoli a LED a forma di fumetto bidimensionale. La prova che la creatività non ha età!
Nella versione in commercio un lato della nuvoletta è bianco e consente con l’inclusa penna whiteboard di lasciare messaggi personalizzati, che possono essere cancellati e modificati in qualunque momento.

What We Do Counts Ingo Maurer

Ingo Maurer e le sue lampade della serie What We Do Counts

Lampade originali dalle forme esplosive

Forme inedite, mai convenzionali anzi spesso frutto di un’esplosione creativa che si traduce in forma fisica.
Come il famosissimo lampadario a sospensione “Porca Miseria!” interamente fatto di cocci di piatti, tazze e teiere di porcellana. Sembra che un suo cliente gli avesse commissionato un pezzo originale per vivacizzare la sua cucina piuttosto anonima. Maurer pensò che fosse necessario un big bang per risolvere il problema e si ispirò al film Zabriskie Point di Antonioni con la scena dell’esplosione finale in slow motion.

Ma la sua lunga carriera è disseminata di pezzi iconici basti ricordare il lampadario a sospensione “Zettel’z 5”, apparso nel 1997 e declinato in diverse versioni. Con i suoi foglietti bianchi di carta giapponese, invita l’utente a dar sfogo alla sua creatività lasciando un suo pensiero o un suo schizzo.

Insomma le idee di Ingo Maurer sembrano inesauribili e per scoprire tutte le sue incredibili creazioni vi consiglio di visitare il suo sito, un inno alla poesia e al’originalità!

LEGGI ANCHE: Tom Dixon, lampade di design Made in England

Porca Miseria! Ingo Maurer, 1994 - Lampada in produzione limitata.

Porca Miseria! Ingo Maurer, 1994 – Lampada in produzione limitata.

Lampada a sospensione Zettel'z 5 di Ingo Maurer, 1997

Lampada a sospensione Zettel’z 5 di Ingo Maurer, 1997

Ingo Maurer - Lampada a sospensione "Bird"

Ingo Maurer – Lampada a sospensione Bird

Ingo Maurer Golden Ribbon

Golden Ribbon – Oggetto luminoso


 
 

Poltrona sacco: relax all’insegna del design

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor
poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

La poltrona a sacco è una seduta dal design intramontabile, apprezzata e desiderata da molti per la sua forma originale e ironica, per la sua comodità e praticità d’uso.

Nel panorama del design italiano ci sono mobili e complementi d’arredo che hanno mantenuto inalterato nel tempo il loro successo, diventando dei veri e propri “best seller” e tra questi non poteva mancare la mitica poltrona sacco.

Ideata nel 1968 dagli architetti Piero Gatti, Franco Teodoro e Cesare Paolini per Zanotta, l’originale seduta Sacco negli anni è stata imitata e rivisitata con successo da molte aziende diventando un “must have” nell’arredamento moderno.


Il fascino di questo complemento d’arredo è dato proprio dalla sua particolare forma che ha saputo rivoluzionare il concetto di normale seduta. Vincitrice della selezione Compasso d’oro nel 1970, l’originale poltrona a Sacco è diventa un pezzo esposto in diversi musei di arte moderna e di design nel mondo.
poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Leggera e facile da trasportare ovunque, la poltrona a sacco è perfetta come complemento d’arredo nel living, nella camera da letto o nella zona ufficio, ideale per l’angolo relax dedicato al riposo o alla conversazione.

Nel sito modaedesign, e-commerce specializzato nella vendita di illuminazione, arredi e complementi di design, tra le tante proposte in assortimento, è possibile acquistare ad un prezzo davvero conveniente, una fantastica riproduzione della poltrona a sacco realizzata rigorosamente in Italia con materiali di qualità da Avalon.

Disponibili in diverse dimensioni, colori e materiali, noi abbiamo testato la poltrona sacco Grande BGXXLJV che misura circa 110 cm di diametro per 130cm di altezza. Il rivestimento è realizzato in tessuto tecnico Jive e quindi caratterizzato da un’elevata resistenza all’abrasione e alle pieghe, inoltre è completamente sfoderatile e lavabile, sia con acqua e sapone, sia in lavatrice.  La poltrona arriva già riempita di palline di polistirolo e il sacco dispone di un sistema di chiusura doppio che ne evita la fuoriuscita.

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Estremamente leggera, la poltrona sacco può essere facilmente trasportata in qualsiasi parte della casa o del giardino. Grazie al suo rivestimento che la rende completamente impermeabile, la poltrona può essere utilizzata come seduta da esterno a bordo piscina, in questo caso è importante che ci sia una zona ombreggiata dove collocarla perché non può essere esposta ai raggi diretti del sole per lunghi periodi.

Per quanto concerne la pulizia giornaliera è sufficiente utilizzare una spugna imbevuta di acqua calda e del sapone neutro, sciacquare con acqua pulita e poi asciugare bene con un panno morbido. Nel caso di macchie specifiche, è consigliabile pulire, sciacquare e asciugare subito la parte che si è sporcata.

Noi la stiamo utilizzando da oltre 10 giorni e ne siamo davvero entusiasti, una seduta comodissima, morbida e che invita al relax.  

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon


La caratteristica che rende unica la poltrona sacco è certamente la sua capacità di acquisire immediatamente la forma di chi si siede. Questa dimensione specifica, garantisce agli adulti libertà di scegliere la posizione più comoda sia da seduti che da sdraiati. La poltrona, infatti, può essere utilizzata in base alle diverse esigenze diventando una comoda seduta da lettura, per guardare la TV o per un po’ di relax !

poltrona sacco Grande BGXXLJV di Avalon

Se vi piace e la volete acquistare su modaedesign.com troverete un ricco assortimento di poltrone sacco Avalon nei colori più di tendenza e in diverse dimensioni, anche per i bambini che ne andranno pazzi.

La produzione delle poltrone sacco avviene tutta in Italia e questo permette all’azienda di realizzare anche un prodotto personalizzato! Se ti piace, questo è certamente un motivo in più per non rinunciare alla tua poltrona sacco!


 
 
               

Torna su