Rosso dalia: uno schema di colore trendy e sofisticato

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Novembre, il mese del grigio e della malinconia. Ci sono ancora piante in fiore, da cui trarre ispirazione per creare una bellissima color palette: dal rosso dalia, ad esempio.

Questo mese appena cominciato ha in se tutta la malinconia dell’inverno che arriva, quando le piante sono definitivamente in letargo e anche i loro stupendi colori ci hanno salutato.

Ci sono ancora alcune piante resistenti che sono fiorite e che ci regalano un ultimo strascico di gioia. Ed è proprio da alcune di queste che ho voluto prendere ispirazione per una color palette calda e sofisticata. La dalia l’avete mai vista?

È un fiore bellissimo, quasi regale; con tantissimi petali quasi appuntiti e dai colori vividi e passionali. Proprio per questo quando ho visto questa foto, con questo rosso dalia non ho resistito.

ROSSO DALIA PER UNA COLOR PALETTE TRENDY E UN PO’ SOFISTICATA

Si, forse è un po’ impegnativo come schema di colore, forse anche un po’ modaiolo, ma dovete ammettere che è affascinante. Colori un po’ barocchi, che fanno subito boudoir e segreti di dame settecentesche.

rosso dalia

Annie Spratt on Unsplash

Ovviamente quando c’è un colore così energetico come il rosso è sempre meglio bilanciare con colori pastello e con almeno un colore neutro, da poter usare nelle zone notte. Se ben ci pensate, questi colori ultimamente li state vedendo un po’ ovunque nelle riviste e nei siti di arredamento perché si tratta di colori molto in voga.

Burgundi, verde smeraldo, blu cobalto, petrolio, senape: un po’ anni ’70, un po’ teatro. Colori che vanno ben dosati, perché assorbono moltissimo la luce e se i soffitti di casa vostra non sono quelli di un loft, rischiate l’effetto cinema a luci spente. Per cui attenzione.

 

rosso dalia

H&M

rosso dalia

Maison du Monde

rosso dalia

Maison du Monde

Cominciamo a vedere alcuni esempi di come usare questi colori, sfruttando al massimo solo i colori pastello e il grigio e usando il rosso come accento qui e là. Potete usare il rosa per le pareti, è un colore rilassante e quindi va benissimo per tutte le stanze della casa. Il grigio è un colore neutro che di solito è gettonatissimo per i divani. Per il rosso, potete decidere: nei cuscini, nei tappetti, nelle tende oppure alternato al rosa sulle pareti.

rosso dalia

Maison du Monde

rosso dalia

ikea

Finiamo con alcuni esempi per gli amanti del rosso e dell’audace. Nelle zone giorno come soggiorno e zona pranzo potete usare il rosso un po’ più massicciamente, sulle pareti ad esempio, anche a tinta unita. Magari non su tutte le pareti, ne basta una, che sia quella focus della stanza. Tutto il resto è meglio se sia nei toni del grigio e dei colori pastello, per riposare gli occhi e non scurire troppo la stanza. Il senso di calore è immediato, così come l’atmosfera un po’ scenografica ma accogliente.

Fa anche un po’ Natale questo schema colori, che dite?

L’articolo Rosso dalia: uno schema di colore trendy e sofisticato sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Idee per utilizzare il Marrs Green

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Via Pinterest

Che cos’è il Marrs Green?

Il Marrs Green, secondo un sondaggio online promosso dalla cartiera inglese GF Smith che ha coinvolto 30.000 utenti di oltre 100 Paesi, è il colore più amato al mondo. Il suo nome deriva da quello della persona che per prima ha partecipato al sondaggio, cioè Annie Marrs. Laureata in Belle Arti e di origini scozzesi, ha indicato come colore preferito la tinta che le ricordava i paesaggi della propria terra.
Questo colore ha riscontrato le maggiori preferenze e GF Smith ha deciso di utilizzare il cognome Marrs per identificarlo. Si tratta effettivamente di una tonalità evocativa, che suscita emozioni e riprende le atmosfere bucoliche e misteriose della campagna scozzese.

Il Marrs green è un colore che si posiziona tra il verde acqua e il blu petrolio.

Questo verdeacqua intenso e molto scuro si sta avviando a diventare una delle nuance di tendenza per quanto riguarda il design, la moda e l’arredamento per la stagione 2017-2018.Tra le iniziative si ricorda l’apertura di un temporary shop nella città dove ha sede l’azienda (Hull, Capitale delle Cultura nel Regno Unito per il 2017). Qui sono stati messi in vendita tanti prodotti in verde Marrs: si va da accessori come le borse a oggetti di design, ad esempio le lampade.

Temporary Shop – GF Smith

Come abbinare il Marrs Green?

La stagione autunno-inverno 2017-2018 si caratterizza per essere dominata da colori legati al mondo della natura e in grado di creare un ambiente accogliente e piacevole. Il Marrs Green è una tinta rilassante, che combina perfettamente il verde e il blu scuro. A causa della sua intensità si consiglia di usarlo a piccole dosi: infatti risulta essere un perfetto catalizzatore d’attenzione. Per ottenere un effetto elegante e al tempo stesso sobrio è bene studiare con attenzione come abbinare la tonalità, così da donare personalità e carattere all’ambiente senza effetti cromatici troppo chiassosi. Una soluzione perfetta consiste nell’accostare il Marrs Green a materiali naturali, come il legno. Si tratta di un accorgimento grazie al quale dare calore ed eleganza al contesto; inoltre il colore della natura si sposa bene con superfici eleganti in varie essenze. Il risultato può essere anche molto informale e quindi adatto ad abitazioni giovanili con un tocco di classe tradizionale. Invece l’ambiente diventa particolarmente raffinato quando si abbina questo verdeacqua intenso all’ottone. Se si vuole osare, è possibile abbinare il Marrs Green a colori caldi: infatti questa tonalità è davvero versatile. Ad esempio il rosso e il magenta permettono effetti vivaci e molto originali.

Idee per arredare casa

Un ambiente ideale per il Marrs Green è il bagno, cioè una stanza dove sono preferibili colori rilassanti per creare una vera e propria oasi di benessere. Un’idea funzionale d’arredo consiste di utilizzare le piastrelle in questo colore per rivestire il pavimento e le pareti: il risultato è ancora più luminoso, bello e di carattere se gli elementi modulari sono fatti a mano accostati al bianco o al nero. In altri ambienti domestici si consiglia di impiegare il Marrs Green per le tappezzerie, le moquettes, i tessili e i complementi, dosandolo con cura. Ad esempio in un salotto dove predominano le tinte neutre un ampio divano di questa tonalità spicca sullo sfondo e attira immediatamente l’attenzione. Al tempo stesso dona un tocco di stile in più e calore al contesto senza essere troppo dirompente. In alternativa si può decidere di sperimentare e osare dipingendo un’intera parete con questa sfumatura lasciando le altre bianche o in tinta neutra.

Via Pinterest

L’articolo Idee per utilizzare il Marrs Green proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 

Arredare con il blu {& dintorni}: c’avevi mai pensato?

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Idee

… io poco sinceramente. In casa per i grandi spazi ho sempre prediletto colori caldi, come rosso e giallo, riservando il blu ai dettagli. Credo sia una scelta legata alla sfera emozionale e istintiva dei colori. Però sfogliando pagine web a tonnellate, mi sono fatta l’occhio imparando ad apprezzare il blu anche in contesti più estesi. Come per esempio una cucina. Tu una cucina blu te la faresti?

E’ una scelta audace, di carattere senza dubbio. Perché siamo abituati a vedere il blu e le sue varianti in contesti diversi: il bagno tutto blu o azzurro, se ci pensi, risulta più comune e ci sorprende meno. Lo riteniamo adatto a questo tipo di stanza per il fatto che ci viene spontaneo associarlo all’acqua. Il colore ha sempre una base emotiva, legata alle sensazioni. Non è pura ragione.

Eppure il blu {che peraltro in questo periodo è di grande tendenza} è interessante in contesti meno usuali e può sorprenderci piacevolmente.

Il blu & azzurro nell’interior: come e dove

Partiamo dalla cucina. Come dicevo, un luogo dove il blu non entra spesso. Il risultato è notevole, con il bianco rimane fresco e non opprime l’ambiente. I colori troppo scuri personalmente mi danno un senso di soffocamento. E a te?

blu arredamento

Sotto la versione soft: quale preferisci delle due?

arredare casa con il blu

Bello anche abbinato al verde, come sotto.

Apprezzo il blu per dipingere porzioni di parete: in camera da letto è davvero molto chic e rilassante.

arredare casa con il blu

colore blu

Il blu con il giallo mi piace tanto. Il giallo è un colore allegro capace di spezzare la serietà del blu.

come tinteggiare casa

E’ interessante anche quando usato per sottolineare dettagli, come le forme geometriche che disegnano le pareti di casa: le cornici dei quadri, gli infissi, le finestre…

La variante turchese è molto bella. Per un certo periodo l’ho presa seriamente in considerazione per l’eventuale nuovo divano: è un’idea che ho scartato per mantenere la coerenza del soggiorno che si affaccia sulla cucina. Spezzerebbe troppo l’armonia complessiva, peccato!

Sotto in versione elegante e trendy: blu + velluto.

Nel mondo del design il blu è sicuramente in linea con le tendenze. Ma credo sia un classico classico tradizionale, forse il blu di oggi è semplicemente un aggiornamento moderno.

Mi piace il blu:

  • abbinato al rosa
  • al giallo e al mostarda
  • con il verde acqua
  • con il rosso
  •  se si aggiunge un po ‘di blu attraverso un’opera d’arte, un bel mobile o una parete, questo colore andrà alla grande
  • che sia di tendenza o no, penso che il blu abbia le gambe tanto lunghe da camminare a testa alta anche per gli anni avvenire
Immagini Apartment Therapy 

The post Arredare con il blu {& dintorni}: c’avevi mai pensato? appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

Scegliere il colore giusto per la cameretta con Color Trainer #4

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto

Siamo infine giunti all’ultima puntata della piccola serie di articoli dedicati alla scelta del colore giusto per le pareti di casa.

Oggi vi presento la guida Color Trainer Young Casa, irrinunciabile vademecum per chi desidera scegliere il colore giusto per la cameretta dei bambini. Vi ricordo che tutte le guide del programma sono gratuite: in questo post (color trainer #1) vi spiego come funzionano e come richiederle. La guida per le camerette è forse la più divertente, con il suo Cerchio Cromatico Chrèon Young studiato appositamente per le esigenze visive dei più piccoli e suddiviso in 12 tinte, ognuna collegata ad un frutto: un simpatico ed utile espediente che facilita le scelta del colore da parte del bimbo. Mi piace molto l’idea che i piccoli siano coinvolti attivamente nel progetto di sistemazione della propria cameretta, credo che sia un modo per responsabilizzarli e un’occasione per far loro conoscere la base della teoria dei colori.

Per i genitori e i decoratori, invece, la guida presenta interessanti dati tecnici sulla percezione del colore e dello spazio da parte dei bimbi da 0 a 36 mesi, il periodo in cui apprendono ad interagire  con l’ambiente che li circonda. Anche in questa guida, come in quelle dedicate alla casa e alle decorazioni di cui vi ho parlato nei precedenti post, una sezione è dedicata alla distribuzione della pittura sulle pareti: per esempio, per camerette buie e colme di oggetti, si consiglia di dipingere con una unica nuance luminosa tutte le pareti della stanza, soffitto compreso. La divisione in orizzontale delle pareti, invece, è consigliata per le stanze dei bebè, in quanto ridimensiona la percezione dell’altezza e aiuta il piccolo ad ambientarsi meglio.

I colori sono suddivisi in due “Matrici” generali, una per i colori Neutri e una per i colori Saturi, e altre 3 matrici, ognuna per le diverse fasce d’età del bambino. In questo modo sarà facile scegliere i colori adatti ad ogni fase di crescita. Per completare la guida, sono state allestite diverse camerette con esempi di palette e decorazioni cui ispirarsi e che possono aiutare nella scelta.

Anche per le camerette, si può utilizzare il simulatore on line: basta caricare una foto della stanza e scegliere tra i colori proposti per vedere immediatamente il risultato.

 

The post Scegliere il colore giusto per la cameretta con Color Trainer #4 appeared first on La gatta sul tetto.

Tags: ,

 
 

Arredare con il grigio

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Mobile grigio su parete grigia per arredare con il grigio con eleganza e cura dei dettaglicameretta in grigio

Cameretta in una palette cromatica eleganta e alla moda: grigio giallo e verde acqua. Perfetto da abbinare il tappeto con fantasia chevron grigio e giallo disponibile QUI in varie dimensioni. Con il formato 2×3 mt potrete rivestire la stanza come con una soffice moquette.

Arredare con il grigio in Stile nordico con la sedia con scocca in materiale plastico e gambe in legno che trovate QUI

Veramente affascinante ed insolito il copripiumino da letto double faces grigio chiaro e grigio fumo che renderà davvero speciale la camera da letto. Lo trovate QUI

Un bellissimo interno moderno con arredi in varie sfumature di grigio

 

Arredare con il rigio con i cuscini in grigio cretivi o alla moda. A sinistra cuscino con piume, al centro con motivi stile marocchino e a destra chevron

Arredare con il grigio anche gli ambienti classici

Arredare con il grigio in stile eclettico con tocchi industriali

Arredare con il grigio per uno stile mediteranneo contemporaneo

 

Lo sapevate che le 50 sfumature di grigio esistono davvero?

Le ha codificate nel 1912 un ornitologo americano (altro che pantone color insitute…ma non ditelo all’architetto!).

Robert Rigley, in un libro intitolato Color standards and color nomenclature, ha censito 1115 colori (e poi dicono che siano le donne a conoscere meglio le sfumature cromatiche!) per descrivere il piumaggio degli uccelli; di queste 50 furono le sfumature di grigio.

A noi il grigio interessa parlando di interior design e non di ornitologia ma ringraziamo comunque Robert che, già nel lontano 1912, avvalorava la nostra tesi, ormai largamente diffusa, che il grigio sia un colore davvero speciale.

Ormai dipingere le pareti di grigio è diventata la quotidianità; il grigio è il nuovo bianco, il neutro moderno!
Se fino a qualche tempo fa qualcuno aveva ancora paura di arredare con il grigio e dipingere le pareti di casa di questo colore (ricordo ancora quando la mia amica V., dopo un colpo di audacia, mi disse quasi in lacrime “ho fatto un garage”!), oggi conosciamo tutti o quasi il fascino e la grande resa estetica di pareti grigie in un interno domestico.

Dovremo scegliere attentamente la tonalità adatta per il nostro ambiente ma per ognuno di noi esisterà certamente il grigio giusto, vista l’infinita possibilità di scelta.

Due sgabelli alti imbottiti dalle linee molto eleganti che trovate QUI

Arredare con il grigio una moderna cameretta con dettagli rossi. Il tappetino chevron lo trovate anche QUI

Tappeto in varie sfumature di grigio QUIin due misure, il più grande a 38.90€

6 federe cotone lino per  cuscini 45×45 nelle fantasie più trendy in un bellissimo grigio segnale. Li trovate QUI

Molto elegante e graziosa la cameretta grigio tortora per il piccolo Carter 

Il grigio è uno dei colori che ha più sfumature.

Arredare con il grigio scuro gli interni di carattere

Ecco come rendere speciale la parete della camera da letto, una boiserie dipinta di grigio e cambia l’atmosfera. Il copriletto fantasia chevro in nero lo trovate anche QUI

 

Di wink design il pouf effetto crochet disponibile in grigio chiaro e scuro QUI

La libreria si confonde con la parete in un’elegante e soffice nuance grigia

 

Potremo optare per un grigio più freddo e moderno, che evidenzierà i toni del blu, o uno più caldo e avvolgente, che metterà in risalto i toni del giallo; nel grigio ad ogni modo possiamo trovare praticamente tutte le sfumature ed abbinarlo al meglio con qualsiasi colore.

Dimenticatevi il concetto che il grigio sia adatto solo ad ambienti industriali, uffici o peggio ancora cantine!

Dimenticate espressioni come “che grigiore”!

Il grigio è un colore elegante, moderno, emozionante, adatto ad ogni ambiente della casa, soprattutto la zona giorno, ma potrà essere utilizzato anche in camera da letto e addirittura nelle camerette dei più piccoli soprattutto, se sapremo completarlo con i giusti complementi d’arredo colorati.

Il grigio può essere utilizzato sia per la camera dei maschietti che delle femminucce perché è bellissimo abbinato sia con il rosa che con il blu ma anche perché permette realizzazioni bellissime e unisex con il giallo e il turchese, tiffany, ottanio.

Arredare con il grigio scurissimo smorzato dalle geometrie una cameretta very cool

 

Grigio e rosa l’abbinamento perfetto per la camera di una bambina

 

Anche l’azzurro è perfetto con il grigio.

Arredare con il grigio una cameretta creativa per giovani avventurosi!

I cuscini grigi con le stelle sono perfetti per le camere dei ragazzi. A sinistragrigio con stelle bianche e a destra bianco con stella grigia…o viceversA!

 

Per rendere la camera dei ragazzi moderna ed elegante possiamo scegliere una cassettiera in legno grigio oppure rivestire la nostra vecchia cassettiera con una simpatic carta adesiva grigia a pois che potete trovare QUI

Anche una bella cassettiera antica potrà fare mostra di se in una romantica ed elegante cameretta in cui è fondamentale l’equilibrio dato da pareti e lettino grigio.

Una cameretta molto rock in grigio scuro

Il grigio è perfetto per sdrammatizzare e spezzare l’eccessiva stucchevolezza di alcune camerette piene di fronzoli. In questo modo si crea l’equilibrio giusto ed un ambiente creativo ed eclettico

Una cameretta semplice ma speciale, dal gusto shabby proprio come piace a noi che potete ammirare su http://www.shabbylab.it

E’ inoltre uno dei colori più adatti per rinnovare i vecchi arredi e renderli più freschi e contemporanei.

Rinnoviamo i vecchi termosifoni con una bella mano di vernice creativa

Un mobile torna a nuova vita grazie a Restyling mobili e ad una buona passata di grigio scuro

Un elegante appartamento d’eèoca acquista una nuova allure grazie ad una mano di grigio su tutte le superfici!

La cucina si rinnova

Ecco cosa succede quando si seguono i consigli di Non ditelo al’Architetto! Brava Antonella

Le porte bugnate in stile inglese mi piacciono molto ma il colore grigio le rende ancora più affascinanti e contemporanee.

Ci sono infinite sfumature di grigio, abbiamo già detto, che vanno da quelle chiarissime quasi bianche a quelle molto scure che si avvicinano addirittura al nero.

Carta da parati molto decorativa in diverse gradazioni di grigio.

Tappeto a disegni geometrici sfumati in scala di grigi, disponibile QUI in diverse dimensioni a partire da 14.90€

Interni in scala di grigi dal sapore metropolitano

 

Palette di grigi per uno stile nordico

Dover. Effetto acquerello sfumato, dai tratti irregolari, nei toni del grigio che scalano verso quelli del bianco sporco, per una carta da parati dal segno contemporaneo. Si tratta di una speciale carta da parati di Italian Wallcoverings, appositamente studiata per la decorazione di tutti gli ambienti ad alto tasso di umidità grazie alla composizione con fibra di vetro C/E apprettato con una miscela di amido e sostanze sintetiche, indicata per la decorazione di stanze da bagno, spa e persino interni doccia

Il grigio balena è un grigio particolare, delicato ma intenso, accogliente, rilassante, con un tocco di blu, che può intensificarsi al punto da trasformare il colore in “blu balena”.

Una graziosa cameretta dal sapore vintage in scala di grigi con letto e tenda color grigio balena

Carta da parati Melville, prende ispirazione dai viaggi marini del passato, onde gentili con animali marini quali tartarughe, balene, calamari ed è disponibile in 5 sfumature di grigioisponibile in cinque colori, disponibile su http://www.lecivettesulcomo.com

Grigio blena, intenso, compatto, perfetto nella versione opaca 

Parete grigio balena; grigio con una piccola punta di blu

Di che colore sono le balene grige o blu?!

Parete blu blena, blu con una piccola punta di grigio 

Il blu balena è un colore freddo ma profondo e avvolgente e molto rilassante.

Un colore speciale per la camera da letto che metterà d’accordo lui e lei

Tra i più scuri troviamo il grigio antracite, un grigio che deve il suo nome proprio all’omonimo carbone fossile, dal fascino indiscusso ma che va indubbiamente ben dosato e spesso può trovare applicazione soprattutto nei complementi d’arredo. Un colore perfetto per lo stile industriale, può correre il rischio di essere troppo rigido e maschile e dobbiamo trovare dunque il modo di addolcirlo, impreziosirlo o…sconvolgerlo un po’!

Cucina color antracite di Modulnova riscaldata dal piano in legno

Il color antracite è certamente un colore scuro che va ben modulato in un ambiente, quindi è preferibile non dipingere tutte le pareti di questo colore a meno che non si voglia dare volontariamente un aspetto molto maschile e notturno

parete attrezzata moderna per la zona giorno, disponibile su miliboo

Di solito è preferibile dipingere di questo colore una sola parete con elementi d’arredo a contrasto bianco, che risalteranno ancora di più sullo sfondo scuro

Una camera da letto color antricite per un eleganza moderna e senza vezzi

Parete e tappeto color grigio antracite e divano color grigio chiaro a contrasto per un equilibrio di chiari e scuri

Il grigio antracite potrebbe essere il colore che stavate cercando per i mobili del soggiorno, perfetto sia opaco che laccato.

Il grigio perla ha una tonalità nettamente più chiara e luminosa a volte scelto per le pareti con una finitura setosa e leggermente…perlescente appunto! Tra i grigi è quello che si è sempre considerato più femminile ed elegante; può abbinarsi facilmente ad altre gradazioni di grigio più scure per creare atmosfere davvero speciali con sfumature in grey. Insomma, un’ottima base per chi vuole scegliere questo colore a piccoli passi!

Grigio perla per una cucina rustica contemporanea con mix di complementi nordici e industriali

il grigio perla può essere il colore perfetto per rinnovare dei vecchio arredo,  compresi i mobili della cucina.arredi,equilibrato e aggraziato andrà in contro ai gusti di molti

Versione lucida per le mattonelline rettangolari grigio perla…ancora più brillanti

Il grigio perla è perfetto sia lucido che opaco ma è davvero meraviglioso nella versione cangiante del velluto che lo rende ancora più prezioso.

Pareti grigio perla per chi non vuole esagerare

il grigio perla è luminoso e rilassante, perfetto anche per un bagno, magari in mosaico di vetro 

Il grigio perl è un colore adatto anche ad ambienti più classici e decòr

Bianco e grigio perla per un salotto luminoso e romantico con brio

Stile eclettico per la camera vagamente bohemienne che diventa davvero speciale grazie al colore delle pareti

Grigio perla alle pareti, stucchi ed un maestoso camino per un classico contemporaneo

Anche il grigio cenere è una tonalità chiara di questo colore con cenni vellutati e polverosiperfetta per mobili e complementi poichè con il suo colore fumoso valorizza ancora di più le texture. 

Coperta invernale grigio cenere, disponibile QUI anche in altri colori

Composizione da ingresso in un elegante grigio cenere di Pezzani Design

Divertenti e soffici nodi/cuscini decorativi che potete trovare QUI in un vellutato color grigio cenere

Divano grigio cenere, elegante, sofficie e conviviale

Vaso Nicoli Hera, diametro 40 cm, altezza 30 cm, colore grigio cenere opaco disponibile QUI. Il materiale poroso dall’aspetto polveroso è perfetto per esaltare questo colore

Un bel tappeto grigio cenere disponibile su Dalani. Anche in questo caso il manto cangiante del tappeto è perfetto per valorizzare ed essere valorizzato dal grigio cenere

Dall’effetto polveroso, moderno, unico, è il  rivestimento in marmo PULSAR di Raffaello  Galiotto  

Poltrona grigio cenere Hilda design amadeus di http://www.maisonbel.com

Il grigio piombo (o canna da fucile) è un colore scuro e affascinante che ha numerose sfumature e che rientra nei grigi da saper dosare con attenzione, negli arredi è perfetto con finitura laccata o metallizzata, riprendendo in qualche modo il colore del metallo da cui prende il nome.

Divano grigio piombo con penisola su  http://www.centrorappresentanzemobili.com…maschile rigoroso, minimale.

Lube cucine presenta il modello closer accato in un moderno grigio piombo…bellissima, non sembra nemmeno una cucina e può essere inserita perfettamente a vista in una zona giorno.

Una graziosa lanterana in metallo grigio piombo tra il vintage e l’industriale. Disponibile QUI a 8.29€

COLORX scaldaslviette grigio piombo di Tubes, linee semplici, colre industrial.

Grigio tè verde è un colore davvero speciale, il colore cangiante di occhi ammalianti, di bevande benefiche, del cielo che muta. Nell’interior design può raffreddare una stanza molto soleggiata (ideale per la sala da bagno che assumerà un’atmosfera refrigerante) o donare un aspetto sereno e tranquillizzante alla camera da letto.

Si tratta in realtà di una tonalità di verde dalle sfumature grigie e non viceversa ma ve ne ho voluto parlare comunque perché lo trovo molto interessante.

Un bello sfondo grigio te verde per una parete pien di quadri

Il color grigio te verde è perfetto per un ambientazione dal sapore nordico come questa 

Colore perfetto per l’ambiente bagno, rilassante e rinfrescante

Un colore chiaro, speciale, non scontato, mai banale, ma tenue che personalizza senza invadare e che sobriamente rende l’ambiente unico.

Il color grigio te verde si abbina perfettamente anche con ambienti dal sapore shabby

Un colore speciale

Il colore del benessere.

Il grigio Talpa e il grigio tortora sono tonalità calde di questo meraviglioso, multiforme colore, hanno in se delle punte di giallo e marrone e prendono i loro nomi dai soffici manti di due graziosi animaletti.

A seconda di come doseremo le componenti potremo muoverci verso tinte più chiare che virano al grigio o più scure che virano al marrone

Grigio talpa per le piastrella Vision Cube 25X75 di Leroy Merlin

parete grigio tlpa, calda ed elegante

Tessuto color grigio talpa di Robert Kaufman disegnato da  Erin Dollar 

Poltrona bergère grigio talpa in lino Manoir di Maison Du Monde,

Una camera elegante in grigio tortora

Avorio e tortora per una cucina moderna elegante ed essenziale

Il grigio cemento non si distingue tanto per la sua tonalità, che può essere chiara o scura, quanto per la sua finitura, che imita appunto quella del cemento; sarà dunque ideale utilizzarlo su superfici con effetto materico e certamente dall’aspetto un po’ industriale.

interno dannunziano con parete color cemento fangoso

pavimento in cemento

Arredare con il grigio un simpatico bagno moderno rivestito in resina cementizia color grigio cemento

Orologio da parete rotondo materico in cemento grigio e metallo rame, disponibile QUI

Arredi che imitano il colore e l’effetto materico del cemento. A sinistra libreria 120x121x35 a destra scrivania 140×74.2×69 entrabe di Avanti Trend Store

carta da parati in tessuto non tessuto che imita la cassaforma di cemento dei cantieri. Disponibile QUI

Coffe table grigio cemento chiaro in legno, dimesnione 90x60x21 cm, disponibile QUI

Set di 3 Scatole quadrate multiuso in MDF colore grigio cemento che potete trovare QUI

Questo è solo un minimo accenno delle 50 sfumature di grigio, ognuno di noi troverà certamente la tonalità che è più nelle proprie corde.

Calibrando bene le varie sfumature si possono realizzare bellissimi interni in scala di grigi, il grigio è però un colore perfetto da abbinare anche a qualsiasi altra cromia: con il rosso e il porpora assumerà un tono teatrale, Pop, anticonvenzionale ed eclettico, per chi ama gli abbinamenti non scontati e gli effetti scenografici.

Rosso e grigio per un effetto scenografico e un pò dagli accenti barocco pop

Due salotti dall’ atmosfera completamente diversa ma entrambi resi speciali dall’abbinamento rosso/grigio

Il velluto è il tessuto perfetto per l’abbinamento con questi colori dagli effetti teatrali

Linee rigorose e minamli rese vive dalle pennellate di rosso

Arredare con il grigio e il rosso un Interno eclettico

Due effetti completamente agli antipodi creati dall’unione degli stessi colori: porpora e grigio

Porpora e grigio decòr

Un interno classico al quale il porpora dona il giusto brioArredare con il grigio e il porpora un interno eclettico molto affascinante

Contemporaneità in grigio e porpora

L’associazione con il verde è inusuale ma riuscita, il colore della città e quello della natura si incontrano in un mix esplosivo.

velluto verde e grigio scuro per un interno crespucolarearredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico anticonvenzionale

arredare con il grigio arredare con il grigio

Verde mela e verde prato con il grigio per interni freschi e moderni.

arredare con il grigio
interno eclettico e artistico in grigio e verde

arredare con il grigio

Un tocco di verde acido e il salotto anonimo prende vita arredare con il grigio

Quando il colore fa la differenza

Grigio e blu sono due colori freddi ma nonostante questo insieme stanno molto bene e a seconda della tonalità di blu che si sceglie cambia completamente l’effetto finale.

arredare con il grigio

Arredare con il grigi e il color ottanio un salotto metropolitano, giovane, allegro e dinamicoarredare con il grigio

Il lato femminile dei colori freddiarredare con il grigio

Guardaroba moerno e di design di Presotto, dove i colori giocano un ruolo fondamentale.

arredare con il grigio

Blu petrolio e grigio un accoppiamento perfetto per due colori di grande tendenzaarredare con il grigio

Restyling in blu e grigio: navy ed elegante arredare con il grigio Turchese per equilibrare il rigorearredare con il grigio

Due colori dal fascino indiscusso

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per creare un equilibrio polverosoarredare con il grigio

Scala di grigi e bluarredare con il grigio

Arredare con il grigio un interno classico contemporaneo

Giallo e grigio è uno degli abbinamenti più riusciti, la vitalità del giallo e la neutralità del grigio si incontrano in un’esplosione di energia.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un raggio di sole tra le nuvole in ogni ambiente… arredare con il grigio

Poche mosse per uscire dal grigiore!arredare con il grigio

Arredare con il grigio e il giallo un salotto moderno e rigoroso…con brio.

arredare con il grigioarredare con il grigio

Un pizzico di giallo in ogni stanza porterà allegria e gioia di viverearredare con il grigio

Il giallo che accende il grigioarredare con il grigio

L’elemento protagonista…

Il marrone si abbina benissimo alle tonalità di grigio come il tortora e il talpa, con le quali crea ambientazioni confortevoli e calde, assume invece un effetto particolare e di contrasto con le tonalità più fredde di grigio.

arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile rustico nordico.arredare con il grigio

Arredare con il grigio per uno stile Classico, contemporaneo, autunnalearredare con il grigio

Arredare con il grigio in stile Country chic

arredare con il grigio

Il marrone si addice di più ai grigi caldi come il tortora ma anche in questo caso, con un grigio freddo, si può ottenere un buon risultato più di contrasto.

arredare con il grigio

Una pennellata di colore avvolgente

arredare con il grigio

Arredare con il grigio e marrone per un tocco di modernità in un interno shabby

Il grigio mette in risalto qualsiasi colore gli sia vicino mettendosi in secondo piano, il segreto è scegliere il grigio che proviene dalla famiglia del colore che si vuole utilizzare (caldo o freddo), in questo modo si creerà un’armonia certa.

Ormai non avete più scuse, se ancora non siete riusciti a scegliere il colore che fa per voi di certo quello giusto è proprio il grigio!

L’articolo Arredare con il grigio proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Autunno 2017 – I colori dell’arredamento secondo Pantone

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

colori-tendenza-arredamento-pantone-autunno-2017

Ancora una volta è Pantone a dirci quali sono i colori della moda Autunno Inverno 2017-2018. Sono i colori che gli esperti hanno visto sfilare sulle passerelle di New York e Londra e che faranno tendenza anche nell’interior design.

Normalmente per stabilire quali saranno i 10 colori di moda della stagione, Pantone fa riferimento solo alle sfilate di NY, quindi quella dell’autunno inverno è una grande novità, almeno secondo la celeberrima azienda statunitense diventata l’autorità globale in fatto di tinte e sfumature.

I colori Pantone dell’autunno 2017 sono tonalità calde e rilassanti. I colori ripropongono tonalità naturalmente presenti nella natura, rispondendo al desiderio di un rapporto sempre più stretto con i cicli naturali della Terra. Si dà quindi addio al verde Greenery, il colore della primavera estate 2017, che viene soppiantato dal rosso, giallo e rosa, secondo le sfumature indicate nel report di Pantone.

La palette Pantone dell’autunno 2017 prevede il Grenadine, una tonalità tra lo scarlatto e il corallo, il Butterum, un mix delicato tra beige e nocciola, l’Autumn Maple, un neo arancione molto intrigante. Poi ci sono un azzurro (Marina), un verde chiaro (Golden Lime), un grigio maschile (Neutral Grey) e un rosa pallido (Ballet Slipper), tonalità accompagnate da quelle più classiche dell’autunno: blu, bordeaux e verde petrolio, rispettivamente Navy Peony, Tawny Port e Shaded Spruce.

Tags: ,

 
 

I colori 2018/2019: la palette ora è svelata

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
Presentati in anteprima a Milano i trend futuri

Quarto appuntamento di CULTURE CLUB, il progetto di tac comunic@zione che coniuga arte, design e cultura. Ospite a Milano nello spazio Victoria + Albert, l’esperta Colour Hive, Marie Rouillon.

Marie Rouillon, trends stylist editor di Colour Hive, è stata ospite dello show room milanese di Victoria + Albert per presentare le quattro palette di colori previste per l’autunno dell’anno prossimo, tonalità che, senza accorgercene, saranno quelle con le quali ci vestiremo e arrederemo la nostra casa.

Lo studio dei trend dei colori fa parte invece di un meccanismo di ricerca complesso e impegnativo che coinvolge esperti mondiali di tutti i settori, non solo commerciali, ma anche politici e sociologici.


Presentati in anteprima a Milano i trend futuri
Le tendenze globali nascono dalle riunioni che Colour Hive organizza, ogni stagione, con una decina di rappresentanti internazionali delle diverse industrie, dall’automotive, alla moda, al design. Durante queste riunioni si prendono in considerazione i trend e i bisogni percepiti nella società che, dopo vari confronti, vengono organizzati in alcuni macro temi fondamentali. Sono questi gli spunti da cui partire per la creazione delle palette dei colori del nostro futuro prossimo. Quattro le tavolozze proposte per le diverse aree geografiche che subiranno poi cambi delle sfumature, secondo le esigenze dei rappresentanti di quella determinata regione.

Le 4 palette di Colour Hive per l’autunno-inverno 2018/2019 sono BEYOND, RAPTUREFILTER, CONTROL, tutte nate dall’individuazione di punti chiave come:

  • il bisogno di controllo della natura

  • il problema dell’inquinamento dell’aria e del riscaldamento globale

  • i rifiuti come nuova materia prima

  • la progettazione a lungo termine (Cathedral Thinking)

  • l’esigenza di ricostruire i nostri sensi usurati dalla tecnologia

  • la ricerca di ambienti sensoriali in architettura

Presentati in anteprima a Milano i trend futuri

BEYOND è la palette con la quale Colour Hive e Victoria + Albert Baths hanno scelto di collaborare. Così, nelle ambientazioni degli spazi di Milano e Londra, in contemporanea, è possibile in questi giorni godere di un primo impatto visivo con alcuni… colori del futuro!

Un mix di sfumature raffinate, ricco anche di contrasti. Colour Hive li descrive come colori che ci potranno aiutare ad allenare i sensi per essere più connessi con l’ambiente in cui viviamo, ci sono tonalità pastello e tinte più forti, in contrasto, che ci fanno viaggiare, nel tempo, dal passato rassicurante a un futuro-futurista.


Presentati in anteprima a Milano i trend futuri

Questi colori BEYOND esprimono una tendenza istintiva e sensoriale che offre la possibilità di ritornare al nostro stato primitivo. Viviamo in un mondo di chiacchiere digitali e, contemporaneamente, il progresso tecnologico sente l’esigenza di aumentare le nostre percezioni sensoriali. È una palette pallida e versatile, che aiuta l’interazione e ci incoraggia a considerare tutti i nostri sensi, anche i più sottili.

Presentati in anteprima a Milano i trend futuri

Colpisce l’iniziativa di Victoria + Albert che, in collaborazione con Culture Club, tac comunic@zione, Fiora e Brochier apre i propri spazi espositivi non solo per motivi di acquisto, ma per incontri a tema legati al mondo dell’interior design a 360 gradi. Le vasche proposte da Victoria + Albert Baths in realtà sono facilmente personalizzabili, quindi, se lo si desidera, si possono chiedere anche con la parte esterna dipinta in un colore a scelta. Si tratta di un intervento molto semplice, basta carteggiare e tinteggiare.

Questo grazie al materiale, unico, con il quale sono realizzate le vasche di Victoria + Albert Baths: il Quarrycast®, un mix di pietra lavica (Volcanic Limestone) e resina, dal quale viene estratta l’aria e lasciato indurire a temperatura ambiente. Le caratteristiche di questo materiale sono diverse: trattiene il calore, non si graffia e, comunque, può essere facilmente levigato, è molto leggero (le vasche pesano da 50 kg a un massimo di 95 kg) e permette l’installazione anche all’esterno perché resiste al gelo e ai raggi UVA, cioè non ingiallisce.

Tags:

 
 

Ho cambiato il colore della camera da letto con Lachler

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Idee

Ho sempre fatto così. Dopo un po’ mi prende la voglia di rivoluzionare tutto. La stessa cosa è successa anche per la camera da letto ma {c’è sempre un ma in ogni storia che si rispetti} mi sono sempre trattenuta. Soprattutto per mio marito che non ama vivere in una casa che muta eccessivamente. Però durante l’estate, l’incontro virtuale con Lachler mi ha decisa a cambiare il colore della camera da letto. 

Non ho accettato su due piedi. Prima di tutto mi sono informata sull’azienda e ho appreso che Lachler è un’azienda italiana, di Como, che crea prodotti vernicianti dal 1885 nei settori IndustryRefinishDecorativeYachting e Habitat.

Poi ho saputo che proprio con Lachler collabora Francesca Valan, designer del colore veramente competente e ciò è bastato per farmi accettare la proposta.

Lachler mi ha inviato tre guide scritte da Francesca Valan affinché potessi scegliere, successivamente, il colore più adatto alle mie esigenze.

Le guide colore

Finalmente ho avuto l’occasione per trasformare, con qualche piccolo accorgimento, la mia stanza. Ero troppo contenta, anche perché è coinciso con le vacanze di agosto, quando la mente è sgombra da impegni.

Non volevo sbagliare il colore della camera da letto. Ho cercato di studiare le guide per decidere da sola ma consapevolmente la cromia più adatta.

colore pareti

colore

 

Come dicevo le guide che ho ricevuto {e fanno parte del programma Color Trainer} sono tre:

  •  Nuove Decorazioni: dedicata alla decorazione cromatica attraverso geometria, forme, proporzioni
  • Interni: dedicato alle tecniche, ai trend e agli strumenti per realizzare un progetto colore in casa
  • Young Casa: guida alla scelta dei colori per camerette e spazi gioco

La guida che ho usato in realtà è stata una sola, quella degli interni. Poca teoria e tanti esempi pratici, come i colori selezionati per ogni ambiente – dalla camera da letto all’ingresso – con il cerchio cromatico per sceglierli velocemente e abbinarli secondo le tre coordinate di tinta, chiarezza e lucentezza.

Credo sia fondamentale avere una base, una guida, per orientarci nella scelta del colore. Poi naturalmente entra in gioco l’ispirazione e la nostra propensione al colore, alla tinta che più ci fa stare bene, il colore fa parte della sfera delle emozioni. Ma non solo.

La mia camera da letto

Perciò ho letto e riletto la guida: alla fine ho scelto un rosa ben preciso {ci sono infinite sfumature della stessa tinta}, con caratteristiche definite. In particolare con una punta di rosso in modo tale da restare in linea con i rossi della mia camera da letto.

Di questo colore vorrei parlare nel dettaglio il mese prossimo, quando terminerò il piccolo progetto di rinnovo della camera da letto. Infatti la parete rosa è stata l’occasione per un passo di ulteriore cambiamento {piccolo, così mio marito non si arrabbia ;-)} in camera cominciato lo scorso anno con la messa in posa della carta da parati sull’altra parete.

colore parete camera

colore camera da letto

parete colorata in camera

Guide Colore: Color Trainer
Carta da parati: Nina Campbell
Lenzuola: Zara Home
Vaso artigianale rosa: Sarté
Testa del letto: Designers Guild

The post Ho cambiato il colore della camera da letto con Lachler appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

THINK PINK!

Pubblicato da blog ospite in Idee, Il Sottomarino a Pois
Per tutti gli amanti del rosa è arrivato un post tutto per voi! 
Lo so che è stato eletto da poco il colore dell’anno e che magari questa è la notizia del momento ( per chi ancora non lo sapesse si chiama così: heart  wood) moltissime blogger l’hanno già presentato in modo impeccabile nei loro siti; ma c’è un altro colore che la sta facendo da padrone, sta spuntando dappertutto, copertine di libri, scarpe, giacche,capelli, case etc etc…è stato chiamato MILLENIAL PINK! e allora seguiamo questo fluido rosa e vediamo dove ci porta… ( l’unico modo per poter mettere come colonna sonora dei miei post i pink floyd…ahaha che me so dovuta inventà 😄)
1

2
3
4
5

6
7
8
9

un colore che si sposa benissimo con il grigio, con il bianco, con il legno naturale, con il nero , con il rame e con qualche azzardo anche con il verde menta… molto nordico ecco perché il suo secondo nome è SCANDIPINK! 

ed ora PINK FLOYD! da uno degli album più belli e conosciuti -The Dark Side of the Moon-Brain Damage/Eclipse










Tags:

 
 

360 colori di tessuti per trasformare casa

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Trasforma la tua casa partendo dal colore

Arredare a partire dal colore: lasciarsi ispirare dalle suggestioni anche emotive che le varie sfumature suscitano nella nostra testa, oppure pensare di utilizzare le tonalità per creare un vero e proprio percorso cromatico all’interno della casa.

Una sorta di guida attraverso cui il visitatore potrà muoversi, scoprendo dettagli che solamente un accostamento studiato delle varie gradazioni può provocare.

Se deciderai di arredare una stanza con i toni del blu, ad esempio, l’effetto ottenuto sarà quello di un ambiente fresco e rilassante. Colori caldi e accesi, come il rosso e l’arancio, sono invece indicati per le zone living della casa come il soggiorno e la cucina. Non dimenticare che le varie tonalità hanno l’importante funzione di far sembrare gli spazi domestici più grandi e ariosi o, al contrario, intimi e protetti, a seconda che si scelgano sfumature chiare e colori pastello o, viceversa, tinte scure e profonde. Ma vediamo quali possono essere le soluzioni che puoi sfruttare per arredare in base al colore.

Un soggiorno verde o blu, ideale per rilassarsi

Se vuoi dare una ventata di freschezza al tuo appartamento e sei stufa del solito arredamento, anziché cambiare casa e mobili o spostare muri puoi provare a sfruttare in maniera brillante le infinite possibilità che ti danno i colori. Non si tratta semplicemente di rifoderare il divano di una tinta diversa, ma pensare e realizzare un ambiente confortevole e speciale.

Io mi sono assolutamente innamorata della collezione Linara di Romo , che propone tessuti in cotone e lino disponibili in ben 360 sfumature differenti.

Un colore diverso per ogni giorno dell’anno!

tessuti arredo casa

Linara – by Romo

A parte la quantità di tonalità di colore, ma vogliamo parlare anche della bellezza delle fotografie di questi tessuti?

La qualità della materia prima e la possibilità di scegliere tonalità inedite, ti permetterà di avere una casa arredata in maniera originale. Ad esempio, hai mai pensato alla possibilità di realizzare un piccolo angolo relax dove poter leggere e rilassarti? Se hai risposto affermativamente, ecco l’idea che puoi seguire: scegli una sfumatura come l’Ottanio, un misto di blu e verde, per le tende e utilizzalo anche per foderare divani e poltrone. Abbina qualche altro piccolo elemento d’arredo, come dei vasi in vetro colorato. I cuscini, invece, potranno essere a contrasto, magari giallo chiarissimo. Con pochi tocchi avrai creato un ambiente suggestivo e confortevole dove passare i tuoi pomeriggi.

Accosta sfumature di colore per arredare la tua camera da letto

L’accostamento di più tonalità è un’altra opzione che puoi prendere in considerazione e che ti darà grandi soddisfazioni. L’idea, ad esempio, potrebbe essere quella di mettere insieme due sfumature fredde come il rosa ed il blu.

Le gradazioni che puoi trovare sfruttando le enormi disponibilità della collezione Linara di Romo ti permetteranno di scegliere le tinte più idonee, ad esempio, per la tua camera da letto.

Scegli soluzioni originali: la cabina armadio, ad esempio, può essere nascosta da un’ampia tenda scura. Nello stesso colore, puoi far realizzare la poltrona della tua toilette da trucco o dello scrittoio e, magari, un paio di pouf. La particolarità di questo tipo di arredamento sta nel fatto che le pareti, invece, potranno essere tinte di un bel rosa. L’accostamento delle due tonalità può essere riproposto con facilità in cuscini e oggetti sparsi, in modo da creare uno spazio confortevole e perfettamente studiato in ogni suo più piccolo dettaglio. Arredare casa sfruttando le enormi potenzialità cromatiche dei tessuti ti permetterà di dare alla tua casa un tocco di personalità e gusto davvero unici. Scegli sfumature e gradazioni di colore inedite, rimarrai sorpresa dall’effetto finale, elegante e di grande gusto.

L’articolo 360 colori di tessuti per trasformare casa proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 




Torna su