I #5 colori da usare con calma e gesso in casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, VDR Home Design

Di solito quando si parla di colori per casa si danno consigli solo sui colori da usare in ciascuna stanza, ma non si parla mai di quelli da usare con molta cautela. Ne parliamo oggi.

……….

Se cercate nel web consigli per imparare a scegliere i colori e come dosarli in casa, ne troverete davvero tanti, che parlano di quali usare. Però non si pone mai l’attenzione sui colori da usare con cautela e parsimonia, perché potrebbero creare un effetto disastroso.

Ci sono molti colori, quelli super saturi ad esempio, che vanno dosati per evitare spiacevoli effetti “zero luce” e “stanza micro”. Nessuno dice che non si possano scegliere, sia chiaro, solo bisogna accoppiarli con i giusti colori neutri / pastello e freddo / caldo, a seconda del colore di partenza.

Volete vedere un po’ quali sono?

COLORI DA USARE CON CAUTELA #1: GIALLO, ARANCIONE E ROSSO

Comincio subito dicendo che questi colori sono bellissimi e mi piacciono davvero tanto. Solo che il vederli spalmati in ogni angolo e in ogni dettaglio di una stanza mi fa venire mal di testa. Se scegliete uno di questi colori per tinteggiare le pareti, non potete usarlo anche per i mobili. O uno o l’altro.

Ma anche se scegliete di dipingere le pareti di giallo, arancione o rosso, è meglio scegliere una parete sola o un pezzo di parete e tinteggiare. Potete alternare con righe bianche e colorate, oppure ancora dividere il muro orizzontalmente e usare il colore saturo sotto (così sopra il bianco contribuirà a riflettere la luce).

Oppure scegliete la parete focus della stanza e colorate. Vi dico di non esagerare con questi colori perché in stanze di dimensioni normali (quindi non immense e neanche alte 4 metri) questi colori assorbono tutta la luce, rendendole buie e facendo sembrare la stanza ancora più piccola.

colori da usare

Maison du Monde

colori da usare

Maison du Monde

È molto importante definire uno schema colori partendo dai pavimenti, per trovare le tonalità che ne facciamo risultare i pregi mascherando i difetti. Pavimenti dai toni caldi saranno ben bilanciati da colori freddi e così via. Una volta che avete definito i 4/5 colori per casa vostra potete cominciare a ragionare su come distribuirli per le stanze.

Anche se ribaltate l’uso dei colori da una stanza all’altra, il fatto di avere continuità cromatica per tutta casa contribuirà a rendere tutto l’insieme molto gradevole.

Questi tre colori sono altamente energetici e stimolanti e quindi adatti a zone studio / lavoro, alla cucina e al soggiorno. Nella zona notte dovranno essere relegati ai colori degli accessori (tende, cuscini, coperte, lenzuola e tappeti).

colori da usare

Ikea

colori da usare

Ikea

COLORI DA USARE CON CAUTELA #2: BLU E VIOLA

E finiamo con altri due colori molto apprezzati: il blu e il viola. Lo so che quando guardate le foto dei cataloghi le stanze con le pareti blu sembrano ultra luminose, ma dovete tenere conto che si tratta di ambienti in set fotografici, con luci posizionate apposta per far risaltare i prodotti.

Voi in casa non avete luci da stadio, quindi se fate tutte le pareti viola e tutti gli accessori anche, il risultato sarà più effetto teatro a luci soffuse.

Quindi ok a una o due pareti in queste tonalità a patto però che il resto dell’ambiente sia rischiarato da toni pastello e chiari. Un buon contraltare al viola è il verde oliva ad esempio. Mentre un buon contraltare del blu è il giallo / giallo senape.

 

colori da usare

Ikea

L’articolo I #5 colori da usare con calma e gesso in casa sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

30 modi per aggiungere colore alla tua casa senza dipingere

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (7)

Uno dei modi più veloci (e più divertenti) per dare alla tua casa un makeover veloce è l’uso del colore… ma non stiamo parlando di pittura! [fonte immagine di apertura qui]

L’idea che dipingere le pareti sia il modo migliore per introdurre il colore in una stanza è un mito da sfatare. È certamente efficace, ma non è l’unico modo.  Prova ad aggiungere il colore attraverso i complementi d’arredo e gli oggetti che completano e danno personalità alla casa. E vedrai come è facile aggiungere colore in una stanza senza usare la vernice.

Se l’ambiente total white o sui toni neutri ti ha stancato, si può giocare con il colore, senza fare cambiamenti troppo costosi. Niente di eccessivo nè esagerato, solo alcuni accenti, che attirano l’attenzione, creano interesse, danno personalità.

Ci sono tanti piccoli, semplici ed immediati modi per aggiungere più colore a qualsiasi stanza senza dipingere. Ecco 30 dei nostri modi preferiti per aggiungere note di colore in casa, senza stravolgimenti. Basta sostituire uno o più di questi elementi:

– Cuscini (tinta unita o fantasia)
– Plaid, copriletti o copripiumoni
– Tappeti
– Tende
– Soprammobili (piccole sculture, forme metalliche o in ceramica ecc)
– Candele
– Porta-candele e porta-lumini (con candele dai colori neutri)
– Fiori freschi o piante con fogliame colorato
– Vasi
– Ciotole
– Vassoi
– Scatole decorative
– Quadri e stampe
– Cornici e fotografie (cornice colorata o cornice neutra con immagini colorate)
– Specchi con cornici colorate
– Lampade
– Cavi elettrici colorati
– Lanterne
– Libri (una pila coordinata a colori o vecchi libri rivestiti con con carta o tessuto)
– Pomoli dei cassetti
– Reggilibri
– Lettere monogrammi o numeri
– Ghirlande luminose con lampioncini colorati
– Piccoli mobili colorati (sgabello, pouf, tavolino…)
– Orologi
– Cesti (dipinti o di tessuto)
– Runner da tavolo o tovagliette
– Strofinacci
– Asciugamani e teli da bagno
– Porta sapone o dispenser

Ed ora ecco alcune ispirazioni…

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (2)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (1)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (3)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (5)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (9)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (6)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (10)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (8)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (4)
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (4)b
[fonte qui]

arredamento-aggiungere-colore-senza-dipingere (11)
[fonte qui]

Ora, se ti stai chiedendo “sì ma che colori stanno bene insieme?”, non ti preoccupare, leggi i nostri post dedicati all’ uso del colore e i possibili abbinamenti.

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Dare carattere ad un corridoio anonimo

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Stanza Vuota

I corridoi, soprattutto se lunghi e stretti, sono tra gli ambienti che meno entusiasmano quando si arreda casa. Sono infatti difficili da rendere accoglienti, considerando che sono zone di passaggio dove si trascorre poco tempo.

Nella nuova casa dove mi sono da poco trasferita l’ingresso è su un corridoio. Le pareti erano state tinteggiate di bianco e l’effetto non mi piaceva per niente, troppo impersonale e freddo. Fortunatamente non è un corridoio buio, grazie ai potenti faretti installati a soffitto.

Parete bicolo

La parete bicolore

La prima cosa a cui ho pensato è che volevo dare carattere a questo corridoio che aveva un aspetto parecchio triste (in fondo la foto di confronto tra com’era e com’è). Ho deciso quindi di creare un effetto bicolore. Un altro problema di questo corridoio è che in poco tempo, sulla parete immacolata, si erano create delle macchie dovute al passaggio. Occorreva quindi un rivestimento resistente all’usura e alle macchie a differenza della vernice presente.

Color Trainer Chrèon



Ho quindi approfittato di questa situazione per testare l’idropittura superlavabile Framaton Seta prodotta da Chrèon. Ho scelto la tonalità che volevo tramite le guide colore. Ho optato per il DARK GRAY 54001 perché volevo una tinta neutra, che desse un tono più moderno al pavimento anni ’70. La scelta non è stata semplice perché c’erano molti colori che mi piacevano  come il blu tonale, il light gray o il pale green.

Corridoio con parete bicolore

Al colorificio il colore è stato preparato in pochissimo tempo e mi sono stati dati preziosi consigli su come applicare la pittura. Si tratta di una vernice all’acqua, semplice da diluire e da stendere, anche per i meno esperti. Vanno applicate due mani a distanza di 4 ore per avere un colore perfettamente omogeneo. La cosa più sorprendente é che Framaton Seta sprigiona una piacevole profumazione, per cui puoi dimenticarti di arieggiare la casa sia durante l’applicazione, sia dopo. Sono molto soddisfatta del risultato, anche considerando che ho fatto il tutto in mezza giornata. La superficie liscia e vellutata è allo stesso tempo resistente alle macchie e ai piccoli urti. Insomma, la approvo da tutti i punti di vista. Per il momento ho realizzato soltanto questo piccolo test, ma chissà che presto non decida di applicarla altrove.

Specchio ingressoPer evidenziare lo stacco tra i due colori ho utilizzato del washi tape, così come per appendere i poster, in questo modo non ho rubato centimetri ad uno spazio stretto, in cui avevo già inserito due cassettiere e la mia scrivania.

corridoio prima e dopo

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Tags:

 
 

Effetto Delabré: ricercata trascuratezza

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

L’effetto delabré diventa protagonista degli interni più ricercati, restituendo carattere ed un tono suggestivo sulle pareti e non solo. Sostituto delle carte da parati o delle tradizionali tinteggiature, il trend degli interni delabré mantiene una certa distanza dagli stili vintage e bohémien, sebbene ne risulti ispirato. Punta infatti a esaltare prevalentemente l’aspetto vissuto delle cose. Le texture giocano in modo opportuno per dar luce a soluzioni in cui diventa palpabile uno stile invecchiato e la ponderata scelta dei dettagli.

 Segni del tempo

Delabré, che tradotto letteralmente significa decadente e in cattivo stato, nasce per conferire personalità a tutti gli ambienti della casa, creando atmosfere ammalianti, effetti scrostati e contrasti irripetibili. L’esclusività di questo stile risiede nell’innata imperfezione e nella capacità di trasferire la sensazione di un tempo già trascorso.

L’effetto Delabré mi piace per dare un tocco particolare a una parete, anche in soggiorni moderni.

Nulla di convenzionale e di apparentemente casuale: il risultato trasandato si ottiene con una sapiente mescolanza di sfumature e di contrasti più o meno netti. Talvolta appaiono opportune patine e velature che alterano il colore originario, creando separazioni evidenti con le tinte preesistenti. Questo è proprio l’effetto conferito dal prodotto con il nome più indovinato di sempre, ovvero ‘patina‘, proposto dalla prestigiosa azienda Kerakoll. Patina è uno speciale intonaco con effetto delabré, in grado di creare imperfezioni molto naturali, destinati ad arredare ambienti privati e pubblici.

Pur soffrendo della limitazione di non poter essere applicato nelle pareti dei box doccia, patina che appartiene alla linea Warm Kerakoll, ha il grande pregio di realizzare giochi di sfumature tenui come nessun altro intonaco. Patina riesce far riemergere intonaci preesistenti, mettendo in bella mostra l’attenuazione dei colori nel complesso. Lo stile delabré è dichiaratamente destinato ad accrescere la bellezza e l’abitabilità di case di campagna ma anche di appartamenti contemporanei e luoghi commerciali.

Il gusto delabré predilige arredamenti prevalentemente in legno e metallici, oggetti recuperati, pezzi restaurati, tessuti ricercati ma altresì la contrapposizioni con stili più attuali, dal sapore moderno o industrial. L’effetto delabré ha il grande pregio di dar vita a motivi decorativi unici, e per questo incredibilmente artistici.

Effetti estetici prestigiosi

Diversamente da quello che si potrebbe pensare l’effetto delabré non è lasciato al caso e richiede sensibilità nella posa in opera ma soprattutto materiali all’avanguardia. Tendenzialmente le colorazioni delabré spaziano dalle tinte bronzate, fino a toccare quelle brunite vintage. Queste diventano imprescindibili al fine di restituire quel tocco di necessaria luce all’intera stanza. La valorizzazione delle parete prende il posto di una mera tinteggiatura ed in quest’ottica rileva la pregiata selezione degli smalti bicomponenti 2k, proposti da Molteni Vernici. Queste colorazioni di alta qualità sono pensate per realizzare armonie estetiche adattabili con ogni stile e per riprodurre perfettamente il sapore vissuto proprio del delabré.

I prodotti firmati da Molteni Vernici, nello specifico gli smalti delabré, assicurano la massima versatilità d’impiego. Applicabili anche su metalli e leghe, polimeri, materiali plastici, legno e MDF, le tinte delabré donano opacità, creando una cera molto naturale. Altamente resistente all’usura e semplice nella manutenzione, la gamma delabré di Molteni si presta anche per abbellire in maniera ricercata l’esterno. La decorazione in stile delabré non conosce ostacoli estendendosi non saltando alle pareti ma anche ai complementi, mobili, credenze, ante, maniglie, serramenti, muri e facciate e tutto quello che merita un’artistica e mirata trascuratezza.

Via Molteni vernici

L’articolo Effetto Delabré: ricercata trascuratezza proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Brown and caramel

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Colori caldi, ambrati, ricchi di sfumature cromatiche, che si ispirano 
come di consueto ai colori della natura in questa stagione. Giocare con 
tutte le nuance del marrone, dal cioccolato al caramello, per accosta-
menti tono su tono, un mélanges di stili e colori per realizzare ambienti 
confortevoli, accoglienti e rilassanti. Da abbinare con facilità al verde 
chiaro, al turchese e al beige per valorizzarne la raffinatezza.


1 foto di Ann Karlsson
josefineeriksson.se
bloomingville.com
intomymindseye.tumblr.com

bernardcreely.tumblr.com
sfgirlbybay.com
3 desiretoinspire.net
4  iwantthat.co.za


batixa.tumblr.com
eighty20nutrition.com
soulstratum.tumblr.com
pinterest.com

Tags:

 
 

Come arredare la casa con Ultra Violet, colore pantone 2018

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, Non Ditelo all'Architetto

pan

Casa dell’architetto d’interni parigino Géraldine Prieur con la poltrona viola modello Utrecht 637, progettato da Gerrit Thomas Rietveld nel 1953.

Pittura e smalto nella tonalità 18-3838 l’ultra violet di Max Mayer

Una carica profonda di energia…

Un colore per valorizzare gli interni

Sede di Madrid della casa di moda dello stilista spagnolo Eduardo Rivera, la poltroncina Ultra Violet crea un equilibrio perfetto con il tappeto, le paretie il divano di velluto.

Il nuovo colore scelto dall’ istituto internazionale del colore, il Pantone Color Institute, è l’Ultra Violet, che già dal nome sembra avere dei super poteri.

Leatrice Eiseman, direttore esecutivo di Pantone, ci racconta Ultra Violet in questo modo:

“Viviamo in un tempo che richiede creatività e immaginazione. […] Dall’esplorazione delle nuove tecnologie e della galassia maggiore, all’espressione artistica e alla riflessione spirituale, l’intuitivo Ultra Violet illumina la strada verso ciò che deve ancora venire.”.

Un colore proteso al futuro, ottimista e pieno di energia creatrice.

Ultra violet è una particolare tonalità di viola molto profonda

Colore pantone 2018

Pittura e smalto nella tonalità 18-3838 l’ultra violet di Max Mayer

Ultraviolet Eau de Parfum

Si tratta di un colore, ma anche di una speciale tonalità di viola, che da sempre ha racchiuso in se importanti significati simbolici di regalità e spiritualità.

Per qualcuno il viola potrebbe essere un colore difficile da introdurre nell’arredamento ma non ditelo all’architetto, o meglio all’interior designer, poiché il colore viola, con il suo forte carattere, potrebbe essere proprio quello in grado di dare una svolta ai vostri ambienti.

Scenografico e teatrale abbinato al rosso, al nero o all’oro.

  

Ultra Violet e rosso, teatrale e di forte impatto, abbinamento perfetto per il salotto ma anche per una camera molto originale.

Ultra violet e nero scenografico e “dannunziano” da utilizzare giocando con il colore delle pareti  e quelli dei complementi come tavolini, divani e tappeti. 

Ultra violet e oro è un abbinamento regale e barocco che possiamo ritrovare anche su delle bellissime carte da parati

Luminoso e fresco con il bianco, allegro e vitale unito al verde o al giallo.

Ultra violet e verde i colori della primavera. Questo abbinamento è stato scelto anche da jakub szczesny per il suo progetto del Tamka appartament (in alto), un monolocale studiato nei più piccoli dettagli.

Ultra violet e giallo: un’esplosione di energia

  

Ultra violet per ambienti e complementi come mensole e lampadari

Come sempre se non si è sicuri o non si vuole esagerare si può cominciare con l’utilizzo di qualche complemento d’arredo, tappeti, cuscini, vasi o lampade.

Anche dei semplici cuscini scelti nella tinta giusta potranno cambiare le sorti del vostro arredamento

In alto a sinistra federa viola 45×45 in lino,  con stampa moderna di foglie disponibile QUI, di seguito federe morbidissime di Velluto a Coste Confezione QUI la confezione da due. In basso a destra Simpaticissima la federa con cagnolino che fa capolino, la trovate QUI insieme a tanti altri animali e colori. In fine federa di cotone Ultra Violet disponibile QUI

tappeti o tappetini, il colore ultra violet è insolito e oiginale, ideale per un tappeto davvero speciale

Un vaso viola, da interni od esterni, anche dalle linee semplici, può essere un complemento d’arredo particolare e creativo che donerà la giusta nota di colore. In alto a sinistra vaso in vetro plissettato come un tessuto, disponibile QUI, di seguito vaso classico da balcone reso speciale dal colore e dalla finitura mat, lo trovate QUI a 2.54€. In basso a destra vaso dalle forme morbide con l’interno effetto metalizzato disponibile QUI ed in fine vaso viola lucido QUI a 14.00€

  

Lampade di tutti i generi per donare un tocco di ultra violet luminoso ai vostri ambienti. In alto a sinistra un semplice paralume acquista valore grazie a questo colore, al centro lampada da tavolo dalle linee anni settanta che trovate QUI e di seguito altra lampada da tavolo più contemporanea disponibile QUI.In basso a destra da diva il lampadario in grandi pailette viola che trovate QUI, di seguito classica lampada da tavolo in versione ultra violet che trovate QUI ed infine lampada da arredo alta 41 cm disponibile QUI

 

Un bellissimo chandelier ultra violet

Un passo un po’ più impegnativo può essere quello di scegliere sedie, o meglio ancora poltrone e divani in questa nuance…e perchè no persino con la cucina.

Con Ultra Violet potremo poi rinnovare i vecchi arredi con una passata di pittura e nuovo bellissimo vestito

 

Sedie per la sala da pranzo o per l’ufficio in una bellissima tonalità ultra violet

Possiamo riprendere il colore Ultra Violet anche per quelle di un bel quadro a parete.

La cucina vi sembra troppo?…

Si può cominciare con un carrellino!

Un semplice puff a sacco in eco pelle…

O un meraviglioso divano

Anche per i più piccoli! Divano letto per bambini con imbottitura memory adatto ai bambini da 1 a 4 anni

Lussuoso salotto disegnato da Taylor Howes con due graziose poltroncine in velluto ultra violet

Eccentrica, preziosa e scenografica la consolle “monochrome”  di Boca do Lobo versione ultra violet.

 

Rinnoviamo un vecchio arredo con il colore dell’anno

Fino ad arrivare ad avere il coraggio di scegliere questa tonalità per le pareti.

Scegliere ultra violet per il colore dei muri può sembrare eccessivo, ma vedrete che, se saprete scegliere il giusto equilibrio (dipingendo magari una sola parete, o scegliendo la giusta carta da parati) sarà proprio questo il colore che vi lascerà sodisfatti e che non avreste mai immaginato di scegliere.

Molto bella la carta da parati damascata  Ami Lulu che trovate QUI a 33.32€

Carta Da Parati tinta unita colore viola in un’elegante effetto graffiato, disponibile QUI

Una camera da letto dal sapore etnico e contemplativo con Ultra Violet

Angolo home office creativo

Anche il muro di mattoni assume un aspetto del tutto nuovo in vrsione ultra violet!

Giochi di colore con disegni geometrici e righine a contrasto

Parete total Ultra Violet, dipingiamo anche la boiserie

Anche Max Mayer, da tempo partner di pantone, ha introdotto nella sua linea “collection inspired by pantone”, pittura e smalto nella tonalità 18-3838 l’ultra violet colore dell’anno 2018.

“MaxMeyer e Pantone sono accomunati dalla passione per il colore e dalla costante ricerca di qualità e innovazione – dichiara Giovanna Mollis, Responsabile Marketing settore Do It Yourself Cromology Italia – e questa tonalità di Viola sarà certamente la nota innovativa che mancava alla nostra casa, aggiungo io!

Un colore spaziale, spirituale, regale, artistico e futuristico…cosa desiderare di più?

 

L’articolo Come arredare la casa con Ultra Violet, colore pantone 2018 proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Come scegliere il colore delle pareti del soggiorno

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Decor

I vari stili di arredamento, le dimensioni dell’ambiente e il gusto personale sono solo alcuni degli elementi fondamentali da tenere in considerazione quando si deve scegliere il colore per le pareti del soggiorno. Questa è la stanza più amata e più frequentata di tutta la casa. È qui che ci si ritaglia qualche momento di relax, ma è anche qui che si ricevono gli ospiti o si guarda la tv. Per questo è molto importante renderla calda ed accogliente.

I vari colori vanno scelti anche a seconda dell’esposizione della stanza: se l’ambiente è piccolo e poco luminoso sarà preferibile scegliere dei colori chiari e luminosi poiché le tinte cupe lo renderanno ancora più piccolo; in un soggiorno ampio e molto luminoso con varie finestre e balconi, invece, si potranno optare per delle tonalità più scure, che lo renderanno meno ampio e più accogliente. Fondamentale è optare per colori che si uniformino con tutto l’arredamento della stanza e lo valorizzino, poiché saranno proprio le pareti a realizzare il giusto equilibrio con i mobili e i complementi d’arredo e a creare un’atmosfera unica, calda e raffinata.

I colori di tendenza
La scelta della tinta per le pareti del soggiorno è molto vasta poiché oggi sono tanti gli stili di tendenza. Ogni tipologia di arredamento ha i suoi colori che lo contraddistinguono, anche se questi sono sempre influenzati dal gusto personale. Per gli arredamenti più classici c’è una vasta scelta di colori caldi, sobri e raffinati, come tutte le tonalità del giallo, del marrone, dell’ocra. Queste si integrano molto bene con il legno, con il parquet e con le luci calde e soffuse.

In arredamenti contemporanei o dallo stile minimale, i colori chiari come il bianco – in tutte le sue sfumature e tonalità – sono ideali per valorizzare gli ambienti, i mobili e i complementi d’arredo del soggiorno. Molto utilizzato è anche il grigio che si integra perfettamente con l’arredamento contemporaneo, donando all’ambiente stile e raffinata eleganza.

Le scelte più originali
Negli ambienti moderni molto di moda è creare tanti piacevoli contrasti, che renderanno ogni soggiorno di grande impatto visivo ma anche unico nel suo stile. Si possono, infatti, tinteggiare tutte le pareti di un unico colore e il soffitto di un colore diverso, per creare un contrasto originale ma anche molto raffinato. Molto di moda è anche realizzare una parete diversa dalle altre. Se si vuole realizzare un soggiorno esclusivo è possibile usare il doppio colore, anche solo su una parete, tinteggiando le altre con una sola tonalità (più chiara o più scura a seconda dei gusti). Decisamente originale è la realizzazione di una parete a righe verticali, con i colori applicabili anche in senso orizzontale così da dare alla stanza un aspetto unico.

I colori forti e il total white
La tinteggiatura con i colori forti è spesso usata in tutti qui soggiorni con arredamenti moderni. In questi ambienti di solito si preferisce il total white, poiché è capace di realizzare stupendi contrasti con gli elementi d’arredo. Ma non è da escludere l’utilizzo di tinte decise come il rosso, il nero o il viola, per creare uno sfondo utile a far risaltare ogni complemento d’arredo e regalere alla stanza una grande personalità.

Per gli arredamenti dal tono vintage e romantico, come quelli dello country o shabby, si può dare spazio alla propria fantasia e sbizzarrirsi scegliendo il total white e tutte le varianti di beige, bianco crema, miele e bianco ghiaccio. Questo tipo di arredamento del soggiorno permette anche di optare per splendidi e romantici parati dalle tinte floreali o a righe che rendono tutto l’ambiente elegante e sofisticato. Le combinazioni di colori sono infinite e, unite al gusto personale, daranno la possibilità di realizzare un soggiorno caldo e accogliente ma anche unico nel suo stile.

Tags:

 
 

Il sapiente uso del grigio e del nero in una casa a Berlino

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Interiors

READ IN ENGLISH

Il forte impatto emozionale dato dall‘uso di un colore difficile come il nero, abbinato con la sua più tenue declinazione: la scala cromatica dei grigi. Dal fumo al perla, per una combinazione di raffinata eleganza che dona agli ambienti un aspetto satinato.

Piccoli punti luce e piccoli punti ombra

L’efficienza ed il buongusto minimalista tedesco trovano terreno fertile nella proposta creativa ed innovativa di questo abbinamento di colore.  Su sfondi, tendenzialmente bianchi, si creano punti scuri, utilizzando elementi arredativi o complementi neri. Questi vengono poi smorzati con un elemento in tenue grigio. Ad esempio un divano in tessuto nero, simbolo di eleganza e minimalismo, con davanti un soffice ed ampio tappeto perlaceo, che ne smussi i toni con le sue sfumature delicate.

L’eterno contrasto tra luce ed ombra, tra chiaro e scuro, tra notte e giorno: un gioco spesso usato e messo in atto destreggiandosi tra bianco e nero, che acquista un nuovo significato ed una nuova emozionalità introducendo l’intermedio grigio ad arricchire la scala cromatica.

Via My Scandinavian Home

Il sapiente uso di nero e grigio in pratica

Un abbinamento che dà un grande risultato estetico in tutti gli ambienti della casa. In cucina la fanno da padrone i piani di lavoro in marmo o simil-marmo, dalla base perla con le classiche ed inconfondibili striature nere. L’abbinamento perfetto è l’inserimento di elettrodomestici neri, anziché i classici bianchi, che si inseriscono in maniera discreta ed elegante nel contesto cromatico, conferendo subito alla cucina un aspetto professionale, senza togliere luminosità.

Via My Scandinavian Home

In camera da letto si gioca con i complementi d’arredo: tende e copriletti in delicate sfumature di grigio, in contrasto con lampade di design moderne ed innovative. Ad esempio la lampada a braccio di Luceplan, installata direttamente a parete ed orientabile a piacimento, per una perfetta e comoda fruibilità.

Via My Scandinavian Home

Via My Scandinavian Home

In salotto si gioca ai contrasti tra elementi d’arredo importanti e piccoli complementi decorativi. Divani, poltrone e tavolini dalle linee semplici ed austere, in nero puro, smorzati da tappeti, cuscini e tende in chiarissima tonalità di grigio, con barlumi che virano al rosa.

Via My Scandinavian Home

Via My Scandinavian Home

Il chiaroscuro che sta bene ovunque

Seguendo la falsariga proposta dagli architetti tedeschi, giocando a creare punti scuri intervallati da un accessorio chiaro e brillante, si può arredare qualsiasi stanza in stile moderno.

Queste scelte danno all’ambiente una personalità importante ma discreta. La linea dell’eleganza che non urla ma sussurra le sue qualità, la pregevolezza dei colori freddi ma che assorbono e restituiscono luce. Bastano pochi accessori per ricalcare questo particolare stile in qualsiasi zona della casa: un tappeto nero davanti alla vasca da bagno ed uno grigio sotto al lavandino o all’uscita della doccia, un attaccappanni nero all’ingresso ed un portariviste grigio-argenteo di fianco al portoncino d’entrata, un tavolino in vetro su base in ferro grigia tra poltrone nere. La fantasia è sempre l’alleata perfetta per le combinazioni ben riuscite, soprattutto se si hanno linee guida valide nelle quali incanalarla.

Via My Scandinavian Home

L’articolo Il sapiente uso del grigio e del nero in una casa a Berlino proviene da easyrelooking.

Tags: ,

 
 

Rosso dalia: uno schema di colore trendy e sofisticato

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Novembre, il mese del grigio e della malinconia. Ci sono ancora piante in fiore, da cui trarre ispirazione per creare una bellissima color palette: dal rosso dalia, ad esempio.

Questo mese appena cominciato ha in se tutta la malinconia dell’inverno che arriva, quando le piante sono definitivamente in letargo e anche i loro stupendi colori ci hanno salutato.

Ci sono ancora alcune piante resistenti che sono fiorite e che ci regalano un ultimo strascico di gioia. Ed è proprio da alcune di queste che ho voluto prendere ispirazione per una color palette calda e sofisticata. La dalia l’avete mai vista?

È un fiore bellissimo, quasi regale; con tantissimi petali quasi appuntiti e dai colori vividi e passionali. Proprio per questo quando ho visto questa foto, con questo rosso dalia non ho resistito.

ROSSO DALIA PER UNA COLOR PALETTE TRENDY E UN PO’ SOFISTICATA

Si, forse è un po’ impegnativo come schema di colore, forse anche un po’ modaiolo, ma dovete ammettere che è affascinante. Colori un po’ barocchi, che fanno subito boudoir e segreti di dame settecentesche.

rosso dalia

Annie Spratt on Unsplash

Ovviamente quando c’è un colore così energetico come il rosso è sempre meglio bilanciare con colori pastello e con almeno un colore neutro, da poter usare nelle zone notte. Se ben ci pensate, questi colori ultimamente li state vedendo un po’ ovunque nelle riviste e nei siti di arredamento perché si tratta di colori molto in voga.

Burgundi, verde smeraldo, blu cobalto, petrolio, senape: un po’ anni ’70, un po’ teatro. Colori che vanno ben dosati, perché assorbono moltissimo la luce e se i soffitti di casa vostra non sono quelli di un loft, rischiate l’effetto cinema a luci spente. Per cui attenzione.

 

rosso dalia

H&M

rosso dalia

Maison du Monde

rosso dalia

Maison du Monde

Cominciamo a vedere alcuni esempi di come usare questi colori, sfruttando al massimo solo i colori pastello e il grigio e usando il rosso come accento qui e là. Potete usare il rosa per le pareti, è un colore rilassante e quindi va benissimo per tutte le stanze della casa. Il grigio è un colore neutro che di solito è gettonatissimo per i divani. Per il rosso, potete decidere: nei cuscini, nei tappetti, nelle tende oppure alternato al rosa sulle pareti.

rosso dalia

Maison du Monde

rosso dalia

ikea

Finiamo con alcuni esempi per gli amanti del rosso e dell’audace. Nelle zone giorno come soggiorno e zona pranzo potete usare il rosso un po’ più massicciamente, sulle pareti ad esempio, anche a tinta unita. Magari non su tutte le pareti, ne basta una, che sia quella focus della stanza. Tutto il resto è meglio se sia nei toni del grigio e dei colori pastello, per riposare gli occhi e non scurire troppo la stanza. Il senso di calore è immediato, così come l’atmosfera un po’ scenografica ma accogliente.

Fa anche un po’ Natale questo schema colori, che dite?

L’articolo Rosso dalia: uno schema di colore trendy e sofisticato sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Idee per utilizzare il Marrs Green

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking, Idee

READ IN ENGLISH

Via Pinterest

Che cos’è il Marrs Green?

Il Marrs Green, secondo un sondaggio online promosso dalla cartiera inglese GF Smith che ha coinvolto 30.000 utenti di oltre 100 Paesi, è il colore più amato al mondo. Il suo nome deriva da quello della persona che per prima ha partecipato al sondaggio, cioè Annie Marrs. Laureata in Belle Arti e di origini scozzesi, ha indicato come colore preferito la tinta che le ricordava i paesaggi della propria terra.
Questo colore ha riscontrato le maggiori preferenze e GF Smith ha deciso di utilizzare il cognome Marrs per identificarlo. Si tratta effettivamente di una tonalità evocativa, che suscita emozioni e riprende le atmosfere bucoliche e misteriose della campagna scozzese.

Il Marrs green è un colore che si posiziona tra il verde acqua e il blu petrolio.

Questo verdeacqua intenso e molto scuro si sta avviando a diventare una delle nuance di tendenza per quanto riguarda il design, la moda e l’arredamento per la stagione 2017-2018.Tra le iniziative si ricorda l’apertura di un temporary shop nella città dove ha sede l’azienda (Hull, Capitale delle Cultura nel Regno Unito per il 2017). Qui sono stati messi in vendita tanti prodotti in verde Marrs: si va da accessori come le borse a oggetti di design, ad esempio le lampade.

Temporary Shop – GF Smith

Come abbinare il Marrs Green?

La stagione autunno-inverno 2017-2018 si caratterizza per essere dominata da colori legati al mondo della natura e in grado di creare un ambiente accogliente e piacevole. Il Marrs Green è una tinta rilassante, che combina perfettamente il verde e il blu scuro. A causa della sua intensità si consiglia di usarlo a piccole dosi: infatti risulta essere un perfetto catalizzatore d’attenzione. Per ottenere un effetto elegante e al tempo stesso sobrio è bene studiare con attenzione come abbinare la tonalità, così da donare personalità e carattere all’ambiente senza effetti cromatici troppo chiassosi. Una soluzione perfetta consiste nell’accostare il Marrs Green a materiali naturali, come il legno. Si tratta di un accorgimento grazie al quale dare calore ed eleganza al contesto; inoltre il colore della natura si sposa bene con superfici eleganti in varie essenze. Il risultato può essere anche molto informale e quindi adatto ad abitazioni giovanili con un tocco di classe tradizionale. Invece l’ambiente diventa particolarmente raffinato quando si abbina questo verdeacqua intenso all’ottone. Se si vuole osare, è possibile abbinare il Marrs Green a colori caldi: infatti questa tonalità è davvero versatile. Ad esempio il rosso e il magenta permettono effetti vivaci e molto originali.

Idee per arredare casa

Un ambiente ideale per il Marrs Green è il bagno, cioè una stanza dove sono preferibili colori rilassanti per creare una vera e propria oasi di benessere. Un’idea funzionale d’arredo consiste di utilizzare le piastrelle in questo colore per rivestire il pavimento e le pareti: il risultato è ancora più luminoso, bello e di carattere se gli elementi modulari sono fatti a mano accostati al bianco o al nero. In altri ambienti domestici si consiglia di impiegare il Marrs Green per le tappezzerie, le moquettes, i tessili e i complementi, dosandolo con cura. Ad esempio in un salotto dove predominano le tinte neutre un ampio divano di questa tonalità spicca sullo sfondo e attira immediatamente l’attenzione. Al tempo stesso dona un tocco di stile in più e calore al contesto senza essere troppo dirompente. In alternativa si può decidere di sperimentare e osare dipingendo un’intera parete con questa sfumatura lasciando le altre bianche o in tinta neutra.

Via Pinterest

L’articolo Idee per utilizzare il Marrs Green proviene da easyrelooking.

Tags:

 
 




Torna su