Che colore ha il benessere?

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

Questa la domanda che ci pone Oikos durante il Salone del mobile 2017 e noi accettiamo la sfida e ci ragioniamo con voi.

Il primo elemento che ci sottopone Oikos è il sempre fedele bianco, un colore che non ti tradisce mai, ma che troppo spesso è visto come una soluzione facile per chi ha poca fantasia. Ebbene Oikos risponde a questa affermazione con ben 187 tipi di bianco con diverse finiture materiche che modificano l’esperienza percettiva.

Ancora sicuri che il banco sia banale? Allora vi portiamo a scoprire il percorso White in the city creato da Oikos per il Fuorisalone di quest’anno. Diverse le location che sono state scelte, da Claudio Balestri, presidente di Oikos e del celebre designer Giulio Cappellini. Alla Pinacoteca di Brera con White Architecture il bianco viene raccontato attraverso installazioni architettoniche dei grandi nomi del design internazionale.

Nella Sala della Passione di Brera, invece, Marco Piva racconta il bianco in rapporto al lusso attraverso le mille declinazioni che questo colore permette.

Passando per i corridoi dell’Accademia di Brera sono invece gli studenti dell’istituto che utilizzano il bianco per illustrare il ben-essere attraverso la creazione di diverse opere. I 187 bianchi di Okios sono stati esposti nell’ex chiesa di San Carpoforo, dove una spettacolare installazione ha raccontato la personale visione di Oikos di White Ben-Essere.

A Palazzo Cusani invece importanti architetti e designer hanno realizzato diverse installazioni attraverso i piani del palazzo per dare la loro personale interpretazione di questo importante colore. All’ultimo piano è lo stesso Cappellini che con White Icons racconta il bianco attraverso prodotti e materiali che sono diventati punti di riferimento e che si sono caratterizzati proprio per l’uso di questo colore. La voce viene poi passata ai giovani designer e progettisti che con White Young Innovative utilizzano il bianco per presentare oggetti innovativi per il benessere degli ambienti.

Benessere in senso ampio, perché se è vero che i colori influenzano lo stato d’animo, altrettanto importante è la nostra salute e quella del nostro Pianeta. La giusta scelta del colore non va quindi fatta solo per esprimere la nostra personalità, ma dobbiamo anche pensare all’aria che respiriamo all’interno della nostra casa. Oikos ci aiuta nella scelta grazie alle sue tinte ecologiche dal 1984.

Per noi di Non ditelo all’architetto le tinte del benessere sono quelle che ci ricordano la natura, il mondo naturale ci dona sensazioni positive anche solo attraverso i suoi colori. Le tinte verdi il bruno della terra, come l’azzurro del cielo ed il bianco dell’aria ci possono donare benessere e tranquillità, sfruttiamoli quindi al meglio negli spazi che viviamo di più.

E per voi, qual’è il colore del benessere?

L’articolo Che colore ha il benessere? proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Inspiration mood – Turquoise

Pubblicato da blog ospite in Decor, REDaddress

Voglia di piccoli e grandi restyling per la casa che si ispira ai colori del mare, 
l’azzurro e il turchese in tutte le tonalità comunicano allegria, freschezza 
spontaneità. Di grande impatto ed eleganza si abbinano facilmente a molti altri 
colori, e fanno venir voglia di progettare le prossime vacanze!


1 basket storage thedharmadoor.com.au
2 fashion style www.mykukula.tumblr.com
3 wall decoration www.betterhomesandgardens.com
4 brocca e ciotola www.anthropologie.com


1 poltrona www.decoist.com
2 bedroom www.bloglovin.com
3 Mauritius –  Oceano indiano – Condé Nast -Traveller uk
4 living room www.elledecoration.fr 

1 poltrona www.addicted-to-style.com
2 tavola akailochiclife.com
3 flower wall installation www.sugarandcloth.com
4 collezione di succulente www.whatoliviadid.com

Tags: ,

 
 

Risorse online per la scelta dei colori

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee

Quando abiti un luogo è importante che tu sia circondato dalla giusta atmosfera, per avere gli stimoli necessari ad affrontare la quotidianità. Forse non te ne rendi conto, ma i colori incidono molto sul tuo umore e sul tuo livello di concentrazione.
La tua casa è il luogo in cui riposerai, farai progetti per il futuro, accoglierai gli amici, cucinerai e farai le faccende. Devi fare di tutto per renderla accogliente, per sentirti a tuo agio e per far sentire allo stesso modo i tuoi ospiti.
Assicurati di scegliere la tinta più giusta per te per le tue stanze (qui trovi un prezioso consiglio per farlo).
Puoi aiutare la fantasia sfogliando riviste del settore, creando bacheche Pinterest e utilizzando queste tre risorse online che io ho trovato super utili.

Coolors.co è un sito ed un app che permette di generare velocemente palette di colori, partendo da un certo numero di colori di base.
Non è necessario iscriversi per iniziare a “spalettare”. Basta cliccare su “Start the generator, it’s free!”. Puoi caricare colori da un’immagine, oppure iniziare a far scorrere le palette semplicemente cliccando la barra spaziatrice sulla tastiera. Quando ti passa davanti il colore che vuoi a tutti i costi o che magari sai che sarà nel tuo ambiente perché è lo stesso di quell’elemento che di certo non mancherà, puoi bloccarlo con il simbolo del lucchetto.
A questo punto, continuando a cliccare la barra di spazio, attorno alla tua tinta di base si formeranno degli accostamenti cromatici. Blocca quelli che ti convincono di più, aggiusta le tonalità e salva la palette in formato immagine (per salvare devi iscriverti).
Puoi stampare la palette e portarla con te durante gli acquisti per la casa.


La tabella RAL è uno standard Europeo volto a definire i colori.
Come faccio a comunicare a parole il colore che mi piace?
Negli anni ho capito che non tutti riescono ad associare un colore al proprio nome (anche perchè ci sono tantissime nuances di ogni tinta e sarebbe impossibile ricordarle tutte!). Magari ti piace una tonalità x di verde a cui non sai dare un nome (io, per esempio. non sapevo come si chiamasse questa fino a poco tempo fa) e vai in crisi solo al pensiero di doverla spiegare al tuo negoziante di fiducia per comprare, chessò, una tenda verde x.
La tabella RAL ti facilita estremamente le cose, anche per quanto riguarda gli acquisti online e gli ordini per prodotti su misura artigianali. Ogni tonalità ha un solo ed unico codice ad essa relativo.
Si può anche acquistare la mazzetta con i campioncini, in modo da averla sempre a disposizione.


Pantone Studio è un’app collegata a Pantone, l’istituto del colore che ha il compito di decretare i color trend e di studiare il loro impatto in ambito commerciale.
Pantone studio permette di catturare i colori da un tuo scatto (lo fa automaticamente, ma puoi anche selezionarle tu) attribuendogli nomi e codici Pantone. Credimi, è divertente!
Puoi cercare su Pinterest il nome della tinta che più ti piace, associando alla ricerca la parola “home” oppure “interiors”, così da poter prendere ispirazione per arredare il tuo spazio. 



Conoscevi già queste risorse? Le avevi mai provate? Se pensi che siano utili, se ti va condividi questo post, o cinsiglialo ad un amico che sta rinnovando o arredando uno spazio!

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Tendenze arredo 2017: arredare con il rosa

Pubblicato da blog ospite in Idee, La Gatta Sul Tetto
Buondì cari amici! Torniamo a parlare di colori, e precisamente della palette primaverile 2017 decisamente dominata dal verde, accostato ad alcune nuance di rosa suggerite dall’autorevole istituto Pantone: il Pale dogwood, un rosa cipria caldo e delicato già selezionato tra i colori dell’anno, e il Pink Yarrow, un rosa carico tendente al fucsia. A questi toni classici si affianca l’outsider Mauve di Sherwin Williams, tendente al violetto e più freddo del Pale dogwood.
Il rosa è un colore femminile, per tradizione riservato alle camerette dei bebé o delle ragazze, anche se negli anni ’50 fece la sua comparsa anche nelle cucine, grazie ai rivestimenti in formica. 
La novità di oggi è rappresentata dalla conquista dei living, con sedie, imbottiti, mobili e perfino le pareti: il rosa è diventato finalmente protagonista di tutti gli ambienti domestici, uscendo dal recinto dei colori ritenuti “leziosi”. Tuttavia, vale sempre la regola di cui vi avevo già parlato:

Il trucco per non sbagliare mai consiste nel l’usare toni neutri per le superfici dominanti (pareti, pavimenti), colori medi per le superfici medie (porzioni di pareti, mobili e rivestimenti in tessuto) e, per completare, pennellate di colori vivaci nei complementi.

Se desiderate tinteggiare le pareti in rosa, quindi, scegliete i toni più chiari del cipria e del malva, riservando al fucsia, per esempio, piccoli tocchi negli arredi e nei complementi. Se temete l’effetto “bomboniera”, dipingete solo una boiserie tutto intorno alla stanza, o giocate con le geometrie, dipingendo porzioni di muro intorno ad un mobile, anche in diagonale.

Ⓒ Karvei // cupcakesandcashemere.com
Ecco la palette degli abbinamenti più indicati per il rosa cipria, il più trendy del momento: oltre al bianco, questo colore si sposa alla perfezione con il grigio e con l’indaco. Pochi tocchi di turchese e giallo e oggetti in rame per ravvivarlo.

Ⓒ Ellos.dk
Ⓒ Anna Gillar
Ⓒ myscandinavianhome.com
Photography by Paul Ferney for Oh Happy Day
Ⓒ the fabulous rebecca
Ⓒ lesdernierespluies
Chi preferisce toni più freddi e decisamente più eleganti, può optare per il malva, abbinato al viola scuro, al blu e all’indaco: il turchese per accostamenti più audaci.

Foto Andrea Papini per Elle Decor

poltrona 366 Concept by Jozef Chierowski /Lovelymarket

Foto by Alpha Smoot per A Cup of Jo

Infine, il chiassoso Pink Yarrow, indicato da Pantone per la moda, conta molti estimatori anche tra gli interior designer, anche se, a mio parere, è adatto per ravvivare ambienti dalla palette neutra con pochi tocchi. Ecco gli abbinamenti consigliati:

Foto copertina: Kelly Hopen

Tags: ,

 
 

PANTONE 13-0755 Primrose Yellow

Pubblicato da blog ospite in Decor, Voglia Casa

Primrose Yellow emana calore e vitalità. Invitandovi con i suoi caldi toni, questo gioioso colore giallo ci porterà a soluzioni marcate da entusiasmo, allegria e voglia di riprodurre in casa e non solo delle splendide giornate soleggiate.

Primrose Yellow funziona molto bene come un punto focale all’ interno di un progetto. Sia che si tratti di un muro tinteggiato o di un elemento accessorio diventa la caratteristica primaria su cui “cade l’occhio”.

Questo vibrante colore è perfetto persino per il design di una camera per bambini nonchè per gli accessori di una nursery.

Utilizzato outdoor? Semplicemente una meraviglia che si sposa perfettamente con l’atmosfera che lo circonda.

Salva

Tags:

 
 

Come scegliere lo schema di colore giusto? Qui ci sono le risposte!

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, VDR Home Design

Come si fa a scegliere uno schema di colore che vada bene per casa nostra? Da cosa si parte? Come si mettono insieme i colori? Qui tutte le risposte!

……….

È una cosa più comune di quello che pensate: come caspita si fa a scegliere il colore giusto per casa nostra? Tutte le nostre case sono strabordanti di mobili e oggetti che abbiamo raccolto nel corso degli anni.

Mille accessori diversi, testimoni del nostro passato glorioso, che però molto spesso contribuiscono a creare ambienti stile supermercato.

Ora vi trovate a dover imbiancare magari, e volete esseri sicuri di scegliere uno schema di colore che rimetta a posto tutto, invece del contrario.

Ma da dove si parte per capire quali sono i colori perfetti per riequilibrare e rimettere insieme tutto quello che abbiamo in casa? Un punto di partenza sempre molto utile è il pavimento.

Eh si, perché è l’elemento più importante della casa, essendo la base di tutti i nostri spazi. Trovando i colori giusti che accompagnano il pavimento avrete già fatto la metà del lavoro.

E oggi voglio farvi un esempio concreto: partiamo dal (bruttissimo purtroppo) pavimento di casa nostra. Una comunissima ceramica, neutra e un po’ anonima. Di quelle base che si trovano in tutti i capitolati, più o meno.

Vediamo come ridargli un po’ di onore con quattro schemi di colore diversi.

SCHEMA DI COLORE #1: NEUTRO E MONOCROMATICO

schema di colore

(1) Tenda in lino Rimini | tessuti (5-6-7) Panama, Goa e Delilah | www.terrysfabrics.co.uk

Gli schemi di colore di base da scegliere sono molti, ognuno dei quali vi permetterà di ottenere stili completamente diversi. Partiamo con uno schema classico: neutro e monocromatico.

Partendo dal greige del pavimento (un mix di beige e grigio), ho scelto colori vicini nel cerchio dei colori. Sono tutte tinte simili (si differenziano perché più chiare o scure) ma neutre, che creano un ambiente classico ed intramontabile.

Se però come pavimento avere un parquet in rovere sbiancato o un gres porcellanato (come le foto 3 e 4), lo schema è applicabile ugualmente (come tutti gli altri). Questo perché sono tutte tonalità scelte per andare d’accordo con pavimenti naturali e neutri, perfetti compagni di quasi ogni stile.

Tende in lino beige e tessuti floreali e geometrici per decorare ogni ambiente. Un divano in tessuto marrone o un letto tessile nello stesso colore sarebbero i perfetti protagonisti di un ambiente con questi colori.

SCHEMA DI COLORE #2: FREDDO E CONTRASTANTE

schema di colore

(1) Tenda Ninni Rund di Ikea | Tessuti (5-6-7) Manila, Panama, twist | www.terrysfabrics.co.uk

Saliamo di difficoltà e cominciamo a indagare il campo degli schemi di colore più coraggiosi. Passiamo ad uno schema dai colori freddi e a contrasto. Cosa vuol dire a contrasto? Significa che se guardiamo sul cerchio dei colori, queste tonalità si trovano uno di fronte all’altra perché il contrario una dell’altra.

È meglio non esagerare usando questi colori nei vari ambienti, ma piuttosto dosarli come accenti qui e la. In questo modo l’effetto finale sarà incredibile.

I pavimenti sono un punto fisso, quello che cambia è il resto: tende grigie di Ikea, a cui si accompagnano accessori in colori energetici. Non vi da una grande sprint questo insieme di colori?

SCHEMA DI COLORE #3: CALDO E ARMONIOSO

schema di colore

(1) Tenda grigia in cotone di Maison du Monde | Tessuti (5-6-7) Suede, Dandelion, Flavia | www.terrysfabrics.co.uk

Amanti del calore e dell’energia, questo è per voi! Un caldo rosso e un vivace giallo-arancio per portare il sole in casa. Uno schema perfetto soprattutto per le stanze esposte a nord, povere di luce e calore.

Io consiglio sempre questi colori forti nei cuscini, nei tappeti.. Ma se siete coraggiosi, perché non optare per un divano in pelle rossa? Oppure un tappeto a fantasia floreale, per dare un tocco decorativo alla stanza.

Questo schema ha per protagonisti colori si caldi, ma vicini nel cerchio dei colori: questo fa si che crei uno schema armonioso e sempre di successo, data la grande interconnessione dei colori.

SCHEMA DI COLORE #4: VIA LIBERA AI COLORI ACCESI

schema di colore

(1) Tenda verde a stampe di Maison du Monde | Tessuti (5-6-7) Richmond, Autumn Leaves, Panama | www.terrysfabrics.co.uk

Finiamo con uno schema dai colori saturi e accesi, per creare ambienti vitali e con tanta energia. Ci sono la freschezza e il sapore dell’estate in questo azzurro e verde, che si declinano in tutti gli aspetti della stanza.

Dalla tenda un po’ urban jungle che tanto ci piace, al tessuto a foglie che è perfetto per i cuscini. Che ve ne pare di un letto in turchese?

O di un bel tappeto verde carico? Si tratta sicuramente di colori per chi non ha paura di cambiare e osare, ma il risultato vi convincerebbe di sicuro!

Visto quante scelte? Basta darsi un po’ di tempo e scegliere bene e il gioco è fatto!

L’articolo Come scegliere lo schema di colore giusto? Qui ci sono le risposte! sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

Una stanza per cinque stili: relooking a budget (quasi) zero

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Una stanza sola, cinque stili: cambiando colore ad una sola parete possiamo creare ambienti completamente diversi. Vi va di vedere come?

……….

Come ormai saprete (perché lo sto ripetendo quasi in loop), aprile è il mese che ho deciso di dedicare al colore. Perché se ne parla sempre tanto, ma non sempre le idee sono chiare.

È difficile sapersi orientare tra tutti i colori che esistono quando si tratta di sceglierli per rifare il look di casa. Molto spesso si va in confusione perché il pavimento è di un tipo, i mobili di un altro e gli accessori di un altro ancora…. e va a finire che casa nostra diventa un arcobaleno.

Tante volte basta solo prendersi un po’ di tempo in più e trovare il giusto colore, che leghi tutto. Così da creare un ambiente armonico ed equilibrato.

Ho voluto fare un esempio di relooking, che potrebbe capitare a tutti. In questo caso è un soggiorno, ho deciso di concentrare l’attenzione sulla parete focus della stanza: quella del divano.

Alcuni arredi base: un divano grigio (o un qualsiasi tono neutro), un tavolino basso, una lampada da terra, dei quadri a parete. Vi lascio qui sotto i dettagli, nel caso vi piacciano:

  • Divano, Maison du Monde, € 499
  • ANDERSEN tavolino basso, Maison du Monde, €199
  • Lampada da terra Holmo, Ikea, € 8,99
  • Quadri a parete Knoppang, Ikea, € 34,99

Che ne dite, vi va di cominciare con i relooking?

UNA STANZA IN BEIGE, STILE CLASSICO

una stanza

Tappeto Laborg di Ikea € 16,99 | Cuscino Foglia di ogal Home € 30 | Copricuscino Ananas di H&M € 7,99

Cominciamo con un colore neutro e classico, il beige. Sarà sicuramente un colore amato da molti, perché adattabile a tutto praticamente, soprattutto se siete persone che amano cambiare spesso.

Cambiando il colore degli accessori (cuscini, quadri, tende…) potrete rinnovare il look nel corso degli anni con poca spesa.

Un classico intramontabile insomma.

UNA STANZA IN AZZURRO, EFFETTO MARE

una stanza

Tappeto Stillebak di Ikea € 29,99 | Cuscino Swedine di Maison du Monde € 19,99 | Copricuscino H&M € 3,99

Se invece volete osare giusto un pochino in più, ma senza esagerare, allora potreste optare per questo tenue azzurro chiaro, che fa subito mare. Colore rilassante e tranquillo, si adatta facilmente ai più diversi stili di arredo. Inoltre, è versatile in tutta casa, non essendo particolarmente eccitante o aggressivo come tonalità.

Potete optare per accessori nelle stesse sfumature di colore, oppure rimanere nei toni neutri del beige, per spezzare un po’.

UNA STANZA IN ROSSO, VAGAMENTE BAROCCA

una stanza

Tappeto Stockholm 2017 Ikea, € 159,90 | Cuscino Pensiero Cogal Home € 29 | Cuscino Sigma Cogal Home € 25

Passiamo ad un colore per gli amanti del cambiamento e che non hanno paura di osare: un bel rosso, che ricorda il terra di Siena. Colore pieno e deciso, crea subito un’atmosfera intima e vagamente barocca.

Non esagerate col tono su tono degli accessori, rischiereste di creare ambienti troppo carichi e che potrebbero stancarvi presto. Meglio tenersi sui toni del grigio, del bianco e del nero per riequilibrare l’insieme.

Se volete usare lo stesso rosso anche nelle zone notte, tenetelo solo per gli accessori: è un colore troppo energizzante, non adatto in grandi quantità per le zone dedicate al riposo.

UNA STANZA A RIGHE: ORIZZONTALI O VERTICALI?

una stanza

Tappeto Stillebak di Ikea € 29,99 | Cuscino Swedine di Maison du Monde € 19,99 | Copricuscino H&M € 3,99

Chiudiamo con due versioni adatte agli amanti del decoro geometrico e un po’ neoclassico: le righe. Come fare però a scegliere tra orizzontale o verticale?

Tenete conto di questo: le righe verticali danno l’illusione di ambienti più alti, mentre quelle orizzontali di stanze più larghe. Giocando poi con la larghezza delle righe e con il loro colore, potrete creare mille varianti. Nei due esempi in queste foto, io ho scelto campiture regolari con alternanza di colori sempre uguale, per creare simmetria e quindi ambienti classici.

Ma se alternate righe con larghezze diverse e colori diversi, il classicismo delle foto qui sopra si trasformerà facilmente in estro. A voi la scelta!

una stanza

Tappeto Stillebak di Ikea € 29,99 | Copricuscino H6M blu e 4,99 | Fodera copricuscino in lino lavato H&M € 7,99

 

 

 

L’articolo Una stanza per cinque stili: relooking a budget (quasi) zero sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

I 20 colori neutri più belli per casa vostra (fidatevi che non sono tutti uguali)

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, VDR Home Design

Scegliere i giusti colori neutri può sembrare facile, ma non è così scontato. Ci sono centinaia di colori di questo tipo: quali scegliamo? 

English version >> http://bit.ly/2owI6Wx

……….

Mai come in questi ultimi tempi, in cui tutti si stanno riscoprendo arredatori (ma anche cuochi e cantanti….), si sente così tanto parlare dei colori neutri.

Ma che cavolo sono questi colori? Magari vi verrebbe da pensare che se sono definiti neutri, allora non possono essere davvero dei colori… In realtà sono tinte apparentemente semplici, ma che nascondono tutto un mondo alle spalle.

Nascono dalla mescolanza di due o più colori primari o secondari e sono tinte rilassanti, soprattutto per gli occhi. Assorbono quasi tutte le radiazioni dello spettro luminoso, caratteristica che li rende così adattabili.

C’è però da sfatare un mito su queste tinte: sono si neutre, ma tendono tutte al caldo o al freddo. Nascendo dalla mescolanza di diversi colori, possono variare verso il rosso – arancione o il blu-verde.

Se vi piacciono queste sfumature quindi, avete già un primo punto a cui prestare attenzione: volete andare verso i colori caldi o quelli freddi?

I VENTI COLORI NEUTRI PIÙ GLAM

Lo so, lo so: avete aperto la mazzetta colori della Sikkens e vi siete sentiti svenire. Non pensavate che ci potessero essere così tanti colori neutri in giro eh?

Molto spesso sento dire che queste tinte sono tutte uguali, che non c’è bisogno di perdere una settimana della propria vita per scegliere tra 4 tipi di bianco, che alla fine sono tutti uguali.

Ed è qui che si sbaglia: i colori di questa gamma sono tutto, fuorché bianchi. Si va dai beige chiarissimi, fino alle sfumature di viola. Ce ne sono per tutti i gusti e per tutti gli stili.

Quindi, per aiutarvi a non diventare matti ed avere un punto di partenza, ho scelto 20 tra i più fighi colori neutri in circolazione.

Se vi state apprestando a scegliere le tinte per casa vostra, partite da questi colori base, che ben si adatteranno a quasi ogni tipo di sfumatura e vi seguiranno nei corsi e ricorsi delle mode, nei decenni.

colori neutri

20 colori scelti tra le mazzette della Sikkens e di Benjiamin Moore

Eccoli qui sopra: io li scelti tra le mazzette colore della Sikkens e di Benjiamin Moore: fantastiche. Ho preferito rimanere su toni chiari, pastello, che vi permetteranno davvero di creare degli schemi di colore variegati e personalizzabili.

Come vedete ci sono sia i beige che tendono al giallo, così come quelli che tendono al blu. Sta a voi capire verso che toni vorrete far virare casa vostra: se vi piace il blu ottanio, allora forse la scelta migliore potrebbe essere il colore L0.03.81 (il primo della quarta riga).

Non sempre e necessariamente deve essere così: colori di base calda o fredda stanno benissimo con tonalità più sature, dell’esatto opposto. Si creano degli schemi comunque equilibrati e di effetto.

Vi ho fatto tre super easy e mini schemi di colore, partendo dai toni neutri qui sopra. Quale preferite?

colori neutri

schemi di colore, partendo dai colori neutri

 

L’articolo I 20 colori neutri più belli per casa vostra (fidatevi che non sono tutti uguali) sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Guida al significato dei colori: per non avere più dubbi nel sceglierli

Pubblicato da blog ospite in Decor, Idee, VDR Home Design

La psicologia e il significato dei colori sono aspetti molto importanti quando si tratta di scegliere il colore che fa per noi. Siccome le fonti e le versioni in merito sono mille, ho pensato di fare una guida facile facile, per aiutarvi a scegliere.

English version >> http://bit.ly/2pPnHwo

……….

Lo so, pensavate che fossi svenuta da qualche parte e che non sarei tornata più a scrivere, ma non è così.

È solo che il post Salone del Mobile è stato ancora più allucinante… Tutta una serie di impegni che erano rimasti fermi in un limbo quasi dimenticato, ma che sono tornati alla carica appena la vita è tornata alla normalità.

E io che speravo che si sarebbero portati a termine da soli certi lavori! Quindi, ora che sono riuscita a riemergere dal caos post fiera, voglio parlarvi dell’argomento che vi avevo promesso sarebbe stato il protagonista assoluto del mese: il colore.

Prima di partire a tutta carica con i post “questo colore dove” oppure “questo colore per questo stile”, facciamo un po’ di ordine.

Quando si tratta di scegliere il colore per casa nostra, bisognerebbe pensarci bene. Mi spiego: ogni colore ha un significato, anche simbolico.

Potreste non saperlo, consciamente, ma inconsciamente siete attratti da certe tonalità per le sensazioni che evocano e per i collegamenti mentali che fate.

Il vostro colore preferito, addirittura, racconta moltissimo di voi.


Il colore è il mio vero ed unico amico, che mi consola senza mai rimproverarmi di nulla. -Paolo…
Condividi il Tweet


Salterò tutta quella parte che parla di colori primari, secondari, teoria del colore e bla bla, perché ne parlano ovunque.

Vediamo passo passo il significato dei colori più importanti, così che possiate scegliere quello che fa per voi.

SI COMINCIA CON ROSSO, ROSA E ARANCIONE

Se dico rosso, pensate allo stesso tempo al pericolo e all’amore. Questo perché tutti i colori hanno molteplici significati, anche contrastanti.

Il rosso aumenta i battiti cardiaci, l’aggressività e le energie. È il colore del sangue che scorre nel corpo, che entra ed esce dal cuore e per questo è correlato all’amore e alla passione. Ma anche al sangue che esce dalle ferite: pericolo e dolore.

Nei secoli passati il rosso era il colore delle divise dei militari, così come era il colore scelto dagli operai dell’ottocento, nelle lotte contro il capitalismo. Essendo un colore fortemente stimolante, è consigliato per le zone giorno; sarebbe da evitare nelle zone notte, in quanto tonalità stimolante.

Una sfumatura del rosso è il rosa: si ottiene mescolando rosso e bianco. Colore delicato, evoca tenerezza e dolcezza, ed è molto spesso correlato ai neonati. Lo sapete che in passato il rosa era un colore maschile? Essendo una variante del rosso, univa la forza di questo colore alla purezza del bianco.

È un colore rilassante, che ben si adatta a tutte le stanze della casa.

Di tutt’altra natura l’arancione: il colore che rappresenta il sole che sorge e che tramonta. Il giorno che nasce e che muore. Si tratta di una tonalità che trasmette allegria e gioia, ma che non lascia passare l’aggressività del rosso o l’agitazione del giallo. Nelle culture orientali è un colore di buon auspicio.

In grafica l’arancione è un colore molto usato perché attira velocemente l’attenzione.

significato

CONTINUIAMO CON GIALLO, VERDE E BLU

Il giallo è il colore del sole: la luce, il calore e l’energia. Il giallo dei raggi del sole che illuminano e inondano tutti gli spazi che ci stanno intorno. Ma anche il sole forte che acceca e brucia.

Si tratta di un colore che avverte del pericolo imminente, che ci chiede di prestare attenzione e che regolarizza battito cardiaco e frequenza arteriosa.

Potete usarlo in cucina, così come in soggiorno e nelle zone di passaggio. Se volete usarlo nelle zone notte, fatelo a piccole dosi, usandolo soprattutto negli accessori.

Passiamo al verde: il colore della natura, della rinascita dopo la durezza dell’inverno. Si tratta di un colore rilassante, il più rilassante per gli occhi. È il colore del via libera, che aiuta a calmarsi e rilassarsi e proprio per questo è uno dei colori più consigliati per le camere da letto.

 Il blu, insieme al verde, è un colore rilassante che aiuta a calmarsi e ad aumentare la concentrazione. Ispira pulizia e riduce l’ansia. Non a caso, se dite blu a cosa pensate? Al mare calmo, che subito vi darà una sensazione di pace e tranquillità.

Proprio per questo, entrambi i colori sono spesso usati negli uffici e nei luoghi pubblici, mentre in casa sono adatti a zona notte e bagni.

significato

COSA NE PENSATE DI VIOLA, MARRONE E GRIGIO?

Passiamo ad un gruppo di colori non molto popolari, ma molto intesi. Cominciamo col viola: colore molto complesso, simboleggia l’unione del corpo con lo spirito, per cui la trasformazione e l’unione degli opposti.

Tonalità dalla valenza fortemente spirituale, è anche legata alla penitenza. Mescola in sé la passionalità del rosso con la calma del blu: un colore mistico e magico, dai mille significati.

Il marrone invece è il colore della terra, dei tronchi degli alberi e dell’autunno. Ispira calore e dona calma, perfetto quindi per tutti gli ambienti della casa.

Insieme al viola è un colore molto forte, che dona subito carattere agli ambienti in cui viene utilizzato. Se decidete di usare uno di questi due colori, mi raccomando dosatelo bene, solo su una parete della stanza. Eviterete di perdere luce e avere un effetto troppo teatrale.

Finiamo col grigio: il colore che più di tutti viene legato alla tristezza, perché ci ricorda la nebbia, la cenere, la vecchiaia… Ci sono mille modi per ottenerlo (bianco e nero, giallo rosso e blu… ) e per questo è un colore neutro. Colore elegante e moderno, diventa super chic con tocchi di colori accesi (come il giallo e verde).

Perfetto come colore base in tutta la casa, per creare ambienti eleganti e senza tempo.

significato

E PER FINIRE: BIANCO E NERO

Non potevano certo mancare i due colori più importanti: il bianco e il nero. Che per molti non sono neanche colori, in quanto sono rispettivamente la totalità e l’assenza dei colori.

Il bianco rappresenta la purezza, la verginità, la spiritualità, la saggezza della vecchiaia. Lo sapete invece che nei paesi orientali è il colore del lutto?

Colore dai significati fortemente spirituali, è anche legato all’igiene e alla pulizia. A molti infatti non piacciono gli ambienti completamente bianchi: danno una sensazione di asetticità e impersonalità.

Scegliere di creare ambienti bianchi invece, denota una forte personalità: non c’è paura del cambiamento, che viene visto come elemento positivo.

Al contrario il nero è il colore della mancanza totale di luce, legato alla morte e al dolore. Ma è anche simbolo di mistero, della notte e del rispetto. Pensate ai vestiti di giudici, avvocati e manager: sono di colore nero, a sottolineare la loro posizione autorevole e potente.

Tonalità estremamente elegante, è da usare con parsimonia nell’arredo di casa: negli accessori trova l’utilizzo più comune, mentre per le pareti è bene sceglierlo solo per sottolineare dei particolari e in spazi molto ampi.

significato

 

L’articolo Guida al significato dei colori: per non avere più dubbi nel sceglierli sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Arredare con il giallo a primavera; speciale Pasqua.

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto

arredare con il giallo a primavera

 

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

Il giallo è il colore preferito di mia madre e da piccola me ne ha parlato così tanto che per molto tempo non l’ho preso proprio in considerazione, per quello spirito di contraddizione che spesso colpisce i figli.…ma il suo potere è innegabile.

La forza spirituale, decorativa e scenica del giallo è talmente prorompente che è il colore di cui, probabilmente, si è parlato di più in questo blog.

Il giallo è il colore, inoltre, che mi fa pensare alla primavera e non solo all’estate; alla rinascita, alla gioia del risveglio della natura, al polline dei fiori e il ronzare delle api, le mimose, le margherite, i giacinti, i tulipani…alcuni dei fiori più belli che ci siano soprattutto se declinati in giallo.

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

Il giallo mi fa pensare anche alla Pasqua con i pulcini e le uova che iniziano a popolare decorazioni per la tavola e grafiche di auguri.

 

giallo a primavera 

giallo a primavera

   

 

arredare con il giallo a priamavera  arredare con il giallo a primaveraIl giallo è senza dubbio un colore carico di vita ed energia, che con la sua forza pervade gli ambienti e ne basta un piccolo tocco per dare carattere e creatività ad uno spazio.

Questo è il colore più adatto a rinnovare e recuperare un vecchio mobile per portarlo a nuova vita, donargli il carattere perduto o che non ha mai avuto e farlo diventare il pezzo forte del nostro arredamento.

Inserire un nuovo complemento in giallo nel vecchio contesto donerà una nuova luce e ci regalerà un punto di vista diverso che ci farà rivalutare tutto l’insieme.

arredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera  

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a pasqua

arredare con il gialo a primavera

Se non vogliamo strafare anche piccoli semplici elementi ci aiuteranno a rinnovare la casa se declinati in questo colore: utensili e stoviglie in cucina, tessili in bagno e camera da letto, soprammobili e lampade in salotto, dettagli carichi di energia per la camera dei bambini, lo studio e il giardino.

 

Se invece avete scelto questo colore per le pareti fate attenzione che non risulti davvero troppo acceso. Soprattutto se lo spazio è già di per se particolarmente luminoso potreste dipingere non l’intera parte ma un’affascinante e “boiserie”!

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

 

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

Il giallo, come tutti i colori, ha infinite tonalità e sfumature ma spesso si tende a generalizzare.

Vanno certamente distinte le cromie più calde comprendenti il giallo cadmio, giallo oro, giallo di Napoli, giallo polvere, giallo becco d’oca, ocra, senape, giallo tufo, crema, color burro, da quelle più fredde: giallo limone, giallo canarino,giallo acido, lime.

La base ideale per questo colore è comunque sempre neutra: perfettissimo il grigio, buono il tortora, il color corda e simili; il bianco potrebbe essere eccessivo in ambienti già luminosi perché amplificherebbe ancora di più la luminosità del giallo, ma è adatto a valorizzare e illuminare ambienti bui.

Se però avete un animo creativo, eclettico e un po’ pazzo saprete certamente realizzare abbinamenti azzardati ma carichi di carattere che lasceranno a bocca aperta i vostri ospiti ed esprimeranno tutta la vostra energia.

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

arredare con il giallo a primavera

 arredare con il giallo a primaveraarredare con il giallo a primavera

 

Kandinsky diceva che il giallo è “il più felice dei colori” ed un pizzico di giallo contribuirà a rendere più felice anche la nostra casa, a portare tra le nostre pareti la luce, il profumo e la gioia della primavera.

Buona primavera e buona Pasqua a tutti con il colore più felice che ci sia!

L’articolo Arredare con il giallo a primavera; speciale Pasqua. proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 




Torna su