Helen Round

Pubblicato da blog ospite in Decor, Le Cose Semplici

 

Il bello di scrivere e coltivare un blog come il mio è quello di sentirsi sempre ” in dovere” di cercare nuove storie da raccontare.

Helen Round è stata una scoperta veramente deliziosa.

Una storia tutta inglese, di tessuti stampati a mano in Cornovaglia.

Helen è per l’appunto l’ideatrice e creatrice di queste collezioni meravigliose : nella loro semplicità racchiudono una eleganza e una bellezza unici.

I suoi disegni classici, ispirati alla flora e alla fauna della campagna  e della costa inglese, sono stampati a mano su biancheria di alta qualità con le tradizionali tecniche di stampa serigrafica.

Il tessuto per lo più utilizzato è il lino. Ogni pezzo e cucito dalle abili mani di artigiani, per creare un oggetto non solo bello ma durevole nel tempo.

Helen Round non è solo biancheria per la casa ma anche tazze, quaderni, borse e paralumi.

Trovo bellissimi i disegni stampati sopratutto quelli della collezione Garden, Rame Head e  Hedgerow.

E’ da tanto che non mi faccio un regalo: credo che presto attingerò da Helen per farmene uno.( Spediscono anche in Italia!! 🙂 )

 

 

 

Tags: ,

 
 

IKEA lancia SAMMANHANG, la collezione per i collezionisti

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa
ChiccaCasa pic



Ad agosto arriva SAMMANHANG, una nuova collezione di IKEA!

Clicca qui sotto per scoprire come si pronuncia!



Questa volta, IKEA ha pensato ad una precisa categoria di persone: i collezionisti.

Chi ama conservare gli oggetti che rappresentano le proprie passioni, amerà anche l’idea di tenerli a vista e dedicare loro un piccolo spazio ordinato.

Il concetto chiave è la celebrazione dell’unicità.
IKEA intende rendere omaggio al modo in cui, ogni collezionista, interpreta a modo proprio la sua collezione.

Pertanto, SAMMANHANG non poteva essere figlia di un unico designer.
Sono ben sette i designer che hanno lavorato alla collezione, ognuno lasciando la propria firma stilistica.

Il risultato è una linea variegata, fatta di oggetti di materiali e forme differenti. Il filo conduttore è l’arte dell’esporre.

Qualsiasi cosa tu ami collezionare, ad Agosto troverai sicuramente il modo giusto per valorizzare e condividere con gli altri i tuoi piccoli tesori.

SAMMANHANG è la soluzione “bella” per sfoggiare pezzi unici e ricordi. Include da piccoli contenitori a dei mini scaffali, passando per dei veri e propri espositori.

Io la approvo! Anche se non colleziono nulla, guardando queste immagini, è come se qualcosa mi dicesse di iniziare a farlo.

Goditi la gallery!


E tu cosa collezioni?

pics via IKEA
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: ,

 
 

Fai da te estivo. Unire l’utile al dilettevole

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
come decorare le borse di paglia

Per la spiaggia, per un pic-nic o per fare shopping in città, le borse di paglia sono da sempre un must have dell’estate.


Comode e capienti, le borse di paglia si possono anche utilizzare come pratiche ceste multiusoper qualsiasi ambiente domestico, dal soggiorno alla cameretta dei bambini, appese alla parete o più semplicemente collocate a terra.


borse di paglia personalizzate


Basta un po’ di fantasia e una buona manualità per personalizzare una classica borsa di paglia in modo unico e originale. Possiamo ad esempio utilizzare i colori spray per colorarla tutta o in parte, magari con un effetto sfumato; utilizzare gli stencil per decorarla con una scritta o un particolare disegno; impreziosirla con dei divertenti pom pom, aggiungere tante  nappine colorate,  ma anche applicare delle decorazioni in tessuto, insomma le soluzioni sono davvero infinite.


borse di paglia estate

Fai da te estate design: personalizzare le borse di paglia


Che siate già al mare o ancora in città, questo è certamente il momento giusto di sfoggiare una bella borsa in paglia. In commercio si trovano modelli basici in tutte le forme, dimensioni e prezzo che si possono facilmente personalizzare. Cosa ne dite di un facile fai da te estivo e unire l’utile al dilettevole?


Ecco per voi tante facili idee da copiare o da cui prendere semplicemente l’ispirazione, per decorare le borse in paglia e trasformale in un accessorio trendy per voi o la vostra casa!


borse di paglia con pom pom
borsa di paglia rotonda con pom pom
borsa di paglia con frange
borsa di paglia con pom pom black
borse di pagliadecorate con pom pom e nappine
come colorare la borsa di paglia
borsa di paglia Love
borsa di paglia decorata mare

Tutte queste idee, naturalmente, si possono sfruttare per decorare e impreziosire anche i tanti cesti e cestini in fibra naturale utilizzati in casa!

Tags:

 
 

MEST – Storie di artigianato pugliese e Stile contemporaneo

Pubblicato da blog ospite in Design, Idee, Paz Garden

Tutti dicono che sono fortunata a vivere in Puglia, che vorrebbero essere al mio posto e che qui, in questa regione abbracciata dal mare, dove il sole non si dimentica mai di essere caldo e luminoso, tutto deve essere assolutamente fighissimo.
Io ho sempre pensato che per chi viene qui a trascorrere la propria vacanza, questo è verissimo, non ci sono dubbi, anzi. Tutto quello che scopri in Puglia è di una bellezza che difficilmente si dimentica, il mare è qualcosa di davvero speciale, per non parlare di come la gente ti accoglie o delle prelibatezze di cui, in un attimo, ogni tavola si riempie per la gioia degli occhi e non solo!!!
Insomma un luogo speciale e unico, nella sua semplicità discreta ed autentica, che io però ammetto di aver cominciato a guadare con occhi nuovi solo da pochissimo tempo.
Per anni avrei voluto scappare, avvicinarmi di più (almeno geograficamente) ai luoghi dove le cose fighissime succedevano, dove era più semplice parlare di cultura, arte, moda. Avrei voluto abitare nelle città dove il design lo si respira anche andando al bar, dove i workshops sono ovunque e tu hai solo l’imbarazzo della scelta su quale evento scegliere.

Non mi vergogno a dire che non ho mai sentito il bisogno di parlare di “radici” ( io sono al 50% anche abruzzese!!!) e la mia ispirazione l’ho sempre ricercata nel Mondo, e lo sapete. Le culture lontane mi attraggono, le lingue che non conosco mi regalano vita e allegria. Partire e viaggiare saranno sempre le mie passioni del cuore.
Ma crescendo, la verità è che ho iniziato a voler assecondare il bisogno di capirla meglio questa terra che mi porto dentro. Cosa nasconde dietro i suoi tempi lenti, il suo bianco accecante, gli oliveti secolari, il cibo buono che è quasi una religione.
Non si può amare nulla senza la vera voglia di stringere un’amicizia approfondita, un po’ più intima.
Una relazione dove si smette di sentirsi superiori e si abbraccia dell’altro tutto, difetti e contraddizioni in primis.
MEST per me è stato soprattuto questo. Lavorare allo storytelling del brand selezionando insieme a Marilena, i prodotti delle collezioni, è stato un semplice, piacevole ed entusiasmante innamoramento di qualcosa che è sempre stato ovunque intorno a me.

Ad un tratto, relazionandomi con gli artigiani, girando la Puglia in lungo e largo, toccando con mano la bellezza e aprendomi a lunghi racconti e chiacchierate incredibili, ho capito. Ho capito molte cose di questa regione, della sua gente, della nostra storia e delle nostre potenzialità.

Ho scoperto quante cose straordinarie succedono anche qui, quanta gente fighissima è rimasta che non conoscevo o è tornata perchè questa è la terra dove vogliono far crescere i propri figli. Mi sono concessa il Tempo di accogliere e approfondire tutte le storie che mi circondano, e ho pensato che davvero fosse giunto per loro il momento di essere raccontate, portate in giro per il Mondo che amo.

Ecco perchè, per ogni prodotto scelto, troverete un pezzo di cuore, di strada alla ricerca della bellezza autentica. Un pezzo di Puglia che merita di essere celebrato, rivissuto e condiviso insieme al sincero desiderio, attraverso gli Antichi Mestieri, di continuare a guardare con curiosità e nuovi occhi a tutto quello che ci circonda, riscoprendo non solo quel Valore aggiunto che va esaltato, ma anche una nuova Estetica fatta di linee semplici, senso dell’Unicità e valore della Qualità.

E per ringraziarvi sempre di esserci e insieme darvi il benvenuto nel mondo di MEST – MEDITERRANEAN STORIES, ecco per voi il codice sconto MEST&PAZ da utilizzare subito per ottenere il 15% di sconto sui vostri primi acquisti. Ah, mi raccomando, fatemi sapere cosa ne pensate dello shop o quali altri prodotti del lifestyle pugliese vorreste che aggiungessimo alla collezione, va bene? Ormai lo sapete quanto contano le vostre opninioni per me ;-)!!!

Tags: , ,

 
 

Bella Casa: il nuovo modo di fare shopping per il tuo ambiente

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

Un’oasi dedicata allo stile per la casa all’interno dei punti vendita Brico Io: Bella Casa è il nuovo corner shop che porta nel mondo del fai da te una vasta selezione di prodotti di arredamento con un’innovativa esperienza di shopping.

L’acquisto in negozio si unisce infatti alla comodità dello shopping online grazie alla presenza di tanti prodotti in esposizione ai quali si affianca un catalogo di oltre 5000 articoli disponibili tramite l’esclusivo sistema i-Wall®.

Il monitor touch screen del sistema i-Wall® permette di esplorare il catalogo prodotti e consultarne tutti i dettagli, nonché scoprire di più sugli articoli presenti in esposizione, il tutto utilizzando un sistema di facile utilizzo e completo di tutte le informazioni.
L’ordine può essere inviato direttamente dal dispositivo i-Wall® e poi concluso alle casse del punto vendita.

Un mix fresco e innovativo tra negozio fisico e shop online che non manca di accompagnare il cliente in ogni fase grazie al Personal Shopper sempre presente nel corner shop, una figura dedicata pronta a offrire assistenza e una consulenza mirata e competente.

Sempre in linea con le tendenze del momento e con una particolare attenzione verso lo stile e la funzionalità, la proposta Bella Casa include complementi d’arredo per ogni ambiente e un’ampia varietà di modelli e fasce di prezzo.

L’esposizione di ogni punto vendita è unica perché progettata in modo esclusivo e rinnovata periodicamente per offrire ai propri clienti una proposta sempre fresca, varia e aggiornata.

Un’esperienza di shopping ancora più comoda e conveniente perché integrata ai servizi offerti dai negozi Brico Io, da trent’anni insegna di riferimento nel mondo del fai da te e del bricolage.

Gli ordini inviati tramite i-Wall® possono essere ritirati presso il punto vendita oppure consegnati direttamente al proprio indirizzo, in più è possibile approfittare delle promozioni periodicamente offerte dai punti vendita.

Inaugurato nel novembre 2017 con l’apertura del primo shop in shop a Bergamo, il format Bella Casa conta già una serie di punti vendita dislocati sul territorio italiano e tante nuove aperture previste, con l’obiettivo di allargare il servizio a tutto il territorio coprendo le maggiori città italiane.

Per scoprire di più sul progetto Bella Casa è possibile visitare il sito http://bellacasa.it e la pagina Facebook https://www.facebook.com/BellaCasaShopIT

Tags: ,

 
 

Fresco, ironico, curato: è il design di DesignEspresso

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

il design di DesignEspresso sgabelli
Si chiamano Salvatore Borriello e Alfonso Cantile: sono giovani, creativi, inventano e realizzano oggetti di design davvero unici. Li ho conosciuti a Milano durante il Fuorisalone, da Din – Design in a Lambrate, lo spazio espositivo dedicato ai designer emergenti.

Tra le proposte presenti, quella dei due fondatori del brand DesignEspresso mi ha colpita per la freschezza, l’ironia, la cura nei dettagli e l’originalità.

Per i loro arredi e complementi, i due architetti napoletani prediligono il legno in tutte le sue espressioni: il massello o il multistrato marino vengono fresati, piegati, scavati, levigati, incastrati, laccati o rivestiti con laminati e impiallacciature che sottolineano le forme e i volumi in un sapiente gioco di contrasti. Nelle loro mani, un arredo generalmente sobrio e un po’ rigido come la libreria si trasforma in un oggetto giocoso dalle forme antropomorfe e zoomorfe, dotato di nome proprio: nascono così il Signor Ugo, la signora Pina, Ettore il cane e Silvestro il gatto.

il design di DesignEspresso libreria

Nella lampada Blocco il cavo elettrico, solitamente antiestetico e poco pratico, diventa elemento decorativo integrandosi perfettamente nell’oggetto.

il design di DesignEspresso lampada

Ecco Notes, un orologio che sembra una lavagna, di quelle in ardesia appese nelle scuole, con tanto di portagessetti e portacancellino: il bello è che ci si può davvero scrivere sopra con il gesso!

il design di DesignEspresso orologio

Le novità presentate al Fuorisalone 2018:sgabelli colorati, consolle e libreria personalizzabili. C’è perfino il cubo per la cuccia del gatto.

il design di DesignEspresso sgabelli

il design di DesignEspresso consolle

il design di DesignEspresso libreria

Ecco alcuni momenti della lavorazione dei vari pezzi:

il design di DesignEspresso disegni

il design di DesignEspresso lavorazione

il design di DesignEspresso consolle lavorazione

Potete seguire tutte le novità di DesignEspresso su Instagram: @design_espresso; questo invece è il loro sito.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 

Intervista a Luca Micelli, creativo per passione

Pubblicato da blog ospite in Design, La Gatta Sul Tetto

Intervista a Luca Micelli creativo per passione

Oggi vi presento Luca Micelli, un giovane designer che ama definirsi Creativo per Passione.

Assieme alle sorelle Valentina e Roberta ha ereditato l’attività creata dal padre nel campo del tessile, trasformandola in un brand di design. La storia del brand Arketicom ruota, come ci tiene a precisare Luca, attorno alla famiglia, uno dei principali punti di forza dell’azienda.

Andiamo a conoscere meglio Luca:

Ciao Luca, ci parli un po’ di te e del tuo ruolo in Arketicom?

Ciao a tutti, sono Luca Micelli, classe 1978,  Creativo per Passione prima ancora che designer. In azienda mi occupo principalmente di immaginare, ma non solo. Per come la vediamo in Arketicom, e parlo anche a nome delle mie sorelle Valentina e Roberta, in un’azienda a dirigenza prettamente Familiare spesso i ruoli si fondono e si combinano con un costante confronto di idee, sviluppo effettivo e  commercializzazione. E’ chiaro che ognuno di noi è responsabile nel proprio ma la decisione finale la si prende sempre intorno ad un tavolo.

Come è nato il brand Arketicom?

Il Brand Arketicom nasce con la stessa naturalezza di un bimbo che muove i primi passi. Senza schemi prefissati. E’ il 2012 quando mia sorella Valentina, che vive già da qualche anno in Catalogna e che lavora nel reparto informatico di un’azienda spagnola, intuisce che un altro scenario, un altro canale si espande, affermandosi sempre più energicamente nel mondo del web. E’ l’economia Digitale. E’ però la spinta emozionale e non quella commerciale a far accendere la scintilla, il desiderio di far conoscere ad un’utenza sempre più grande quello che la sua famiglia realizza in bottega nel settore dell’arredamento tessile da due generazioni. Nasce cosi La sfida! Come per tutte le start up, l’inizio è tutto in salita, bisogna organizzare gli spazi fisici di produzione, di stoccaggio, dare una linea,  il marchio è ancora sconosciuto a molti, la reputazione (che sul canale e-commerce si misura in stelle) è ancora un’ incognita, ma sin dalle prime uscite i nostri oggetti piacciono, rispondono alle esigenze del pubblico. La gente li sceglie, l’aspettativa viene sempre superata e i clienti si  fidelizzano sempre di più. Noi impariamo sempre di più a gestire le dinamiche del web ed i bisogni degli utenti e così,  mirando con sempre più precisione al mercato, capiamo che la sfida Arketicom non è semplice ma intuiamo anche che, complice la passione, è destinata a crescere.

Intervista a Luca Micelli, creativo per passione pouf

Come descriveresti un prodotto Arketicom?

Più che di prodotto parlerei di un servizio, che è una sintesi dell’Attuale, dello SMART!  Come si può considerare se non attuale un’azienda 4.0 che, oltre ad immaginare, disegnare, prototipizzare e creare, testa e successivamente commercializza un prodotto o servizio, utilizzando direttamente il canale online B2C? Che riesce, nonostante un display, a mantenere un rapporto quasi di contatto fisico con il cliente, grazie ad un custom care service giovane ed entusiasta? Che appaga anche il senso del tatto con l’invio in 24 ore di campioni gratuiti, offrendo la possibilità di personalizzare il prodotto nella forma, nel materiale e nel colore, a sole 24/48 ore dal ricevimento dell’ordine? E tutto questo, mantenendo la totale artigianalità del prodotto ed un livello di rifiniture degno del puro Made in Puglia, grazie all’ organizzazione dei processi di produzione. In sintesi, descriverei il Prodotto Arketicom Design come giovane, pratico, leggero, Utile, SMART.

Intervista a Luca Micelli, creativo per passione

Come immagini il futuro del tuo brand?

Lo immaginiamo come il presente. Nessuno può prevederlo, tantomeno noi, ma lavorando con la stessa passione ed entusiasmo che ci mettiamo quotidianamente si può cercare di dargli una direzione. Questa direzione vorremmo che seguisse l’acronimo del nostro brand ARK.ETI.COM Architettura ed Etica Commerciale, ponendo l’accento sull’aspetto Etico e lavorando sodo perché il nostro brand diventi, nel panorama del design, un marchio che rispetti l’etica in ogni suo aspetto, a partire dalla compagine aziendale e dal rapporto con i nostri “datori di lavoro”, ossia  il pubblico che apprezza le nostre idee,  all’utilizzo di prodotti che rispettino l’ambiente ed alla ricerca della filiera più corta, fino alla tutela e conservazione dell’artigianalità come importantissimo patrimonio da conservare. Insomma, le idee son tante e l’energia ancor di più 🙂

Intervista a Luca Micelli, creativo per passione

Per saperne di più su Luca e Arketicom:

Luca Micelli su Archiproducts

Arketicom

Questa la pagina facebook

Leggi le altre interviste su questo blog: interviste

Tags:

 
 

Bye bye pattumiere brutte, ora ci sono quelle di Brabantia!

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Design, Idee

Per una cucina al top, ogni dettaglio deve essere curato. Anche gli oggetti più comuni possono trasformarsi in bellissimi elementi di decor, contribuendo a creare l'”effetto wow”.

A tal proposito, nella mia vita ho cercato millemila soluzioni per la raccolta dei rifiuti in cucina. Prima ho sistemato dei cestini brutti in un armadietto, ma erano troppo ingombranti lì e mi serviva spazio, allora li ho nascosti nel camino (?), coperti da una tendina. Infine ne ho comprati tre, piuttosto carini, ma troppo piccoli. Insomma, una lunga e delirante serie di esperimenti, che non hanno ancora portato ad una soluzione esteticamente piacevole e funzionale.

La notizia è che la soluzione ESISTE! 

Sei pronto per una gallery di pattumiere favolose perfette per la cucina? Sono seria quando dico che potresti innamorartene! Geniale l’artefice di questi adorabili prodotti: è il brand Brabantia. Ecco le mie preferite, ovvero le pattumiere papabili per la cucina della Casetta! 

GO PINK
Se vuoi aggiungere un tocco glam alla tua cucina questa è la scelta che fa per te! Puoi scegliere la stessa tinta per tazzine, contenitori e canovacci, oppure abbinarla a colori pastello. Non è deliziosa? Per aprirla basta un tocco leggero sul coperchio, così non è necessario liberarsi le mani, il che è un grande vantaggio. Pensa a quando stai preparando la pasta fatta in casa ed hai le mani tutte infarinate o a quando devi far cadere degli scarti dal tagliere! Comodo no?



DIFFERENZIA(TI) CON STILE
Una pattumiera che sembra una mini madia? È un sogno che si realizza. Una semplice struttura con i piedini, dal design young e molto diversa dal concetto estetico classico di pattumiera. Si integra alla perfezione con il mobilio di ogni cucina, come un vero e proprio complemento d’arredo. Al suo interno ci sono tre cestini, grazie ai quali puoi differenziare i rifiuti senza costellare la cucina di pattumiere qua e là.

CLEAN OCEAN 
Una delle tinte più sofisticate e di tendenza degli ultimi due-tre anni è il blu balena. Una tinta tra il grigio ed il blu più puro, intensa ed elegantissima. A proposito di balene, questa pattumiera blu è loro amica! Sì, perché se ne acquisti una, l’azienda aiuterà gli oceani con una donazione, affinché siano liberi dalla plastica. Questo modello è discreto e funzionale, grazie all’apertura a pedale, ma non risulterà mai banale

New Icon Pedal Bin 30l – Mineral Reflective Blue – Brabantia

SPACEFUL
Una grande pattumiera bianca ideale per i rifiuti più ingombranti, come quelli di plastica. Il coperchio presenta un grande maniglione, che, oltre ad essere la caratteristica più spiccata della pattumiera, è anche un pratico appiglio utile ad aprirla confortevolmente. Se fai spesso decluttering, la sua capienza ti darà grandi soddisfazioni! Il suo design si abbina bene anche con gli stili più particolari, come l’industriale e lo shabby.
C’è ancora una chicca che devo assolutamente svelarti! Ognuna di queste pattumiere è pensata per tenere nascosto il bordo del sacchetto interno! Così, quello che vedrai, sarà soltanto la pattumiera, così com’è. Sono tutte così carine!

Sullo shop online di Brabantia ce ne sono tante altre, anche per il bagno e per l’ufficio. Il sito è uno di quei posti in cui non ti annoi mai a sfogliare le pagine e a scoprire prodotti da gustare con gli occhi!
http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: , ,

 
 

Sukhi: tappeti artigianali di design

Pubblicato da blog ospite in Decor, Non Ditelo all'Architetto

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Qualche tempo fa ho conosciuto una meravigliosa azienda di tappeti fatti a mano, che mi ha appassionato e affascinato, non solo per lo splendore dei suoi prodotti, tappeti artigianali realizzati completamente a mano frutto di antichi saperi ma dall’aspetto contemporaneo e perfetto per la casa moderna, decorata, fresca e creativa, ma anche per l’impegno sociale in cui questa azienda è impegnata in modo serio e tangibile.

Sto parlando di Sukhi, un’azienda che permette di acquistare tappeti fatti a mano direttamente dal produttore, cosa che ci dà la possibilità di avere il prodotto a prezzi più convenienti, inoltre i tappeti possono essere personalizzati al massimo, nel deign e nelle dimensioni,  trattandosi di manufatti. In fine, cosa fondamentale per questa azienda, permettere, con la realizzazione artigianale dei tappeti, di dare un lavoro con un buon stipendio e condizioni di vita ottime ad artigiani di tutto il mondo.

tappeti artigianali

Sukhi in nepalese vuol dire felice e sono assolutamente  d’accordo con il concetto che un bel complemento d’arredo e l’amore e la cura per la propria casa contribuiscano alla felicità dell’uomo.

Sukhi unisce due caratteristiche per me fondamentali: la VERA artigianalità e il design; i tappeti che ci propone quest’azienda sono davvero bellissimi, creativi e con una grandissima forza decorativa.

Perfetti per arredare ogni stanza della casa, lasciando un segno non indifferente di fascino e caratterizzazione.

I tappeti Beni Ourain del Marocco sono probabilmente i tappeti più comodi che si possano immaginare, sono costituiti da lana di pecora 100% e sono al 100% non tinti, perfetti per la camera dei bambini.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

I tappeti nepalesi sono coloratissimi e originalissimi, speciali quelli realizzati con migliaia di palline di feltro fatte a mano ideali per dare carattere e rendere speciale un angolo della casa.

tappeti artigianalitappeti artigianali

tappeti artiianalitappeti artigianali

I tappeti patchwork della Turchia sono pensati per essere divertenti e colorati. Questi tappeti fatti a mano sono realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme. Il risultato finale è un’opera d’arte veramente unica nel suo genere che potrà arricchire e valorizzare la zona giorno come quella notte.

tappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianalitappeti artigianali

Un tappeto è un arredo davvero speciale e insostituibile, che in un attimo può cambiare volto all’arredamento della casa, valorizzare dei mobili anonimi, migliorare un pavimento che non ci piace, donare eleganza, fascino, carattere e accoglienza ad ogni ambiente.

Sia che voi amiate i tappeti, sia che non li abbiate mai presi troppo in considerazione, una volta visti quelli di Sukhi non potrete più farne a meno!

L’articolo Sukhi: tappeti artigianali di design proviene da Architettura e design a Roma.

Tags: ,

 
 

Save the budget ep. 6 – Vetrinette sotto i 200 €

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor, Idee

Immagina una casa in campagna, con un grande prato fuori ed una quercia al centro del giardino. I fortunati proprietari sono una coppia di lettori, genitori di quattro figli e otto nipoti. Nella loro casa non manca un lunghissimo tavolo per ospitare la famiglia al completo ogni domenica. 

La villa, all’interno, è vestita di colori neutri e mobili in arte povera. Le pareti sono di un grigio chiarissimo in soggiorno, mentre alle spalle del divano, c’è una carta da parati in stile retrò.
No, non me lo sono inventato: questo posto esiste davvero e non è la casa del Mulino Bianco!

L’orgogliosa padrona di casa ha una passione per i piccoli oggetti di ceramica, Ne porta sempre uno a casa di ritorno da un viaggio o da un giro ai mercatini.

Vorrebbe un piccolo spazio tutto per loro, dove esporle e custodirle. In una zona di transito tra la cucina e la sala da pranzo c’è una piccola parete libera che potrebbe essere riempita con una vetrina. Il budget? Non più di 200 euro.

Ecco la mia selezione di vetrinette al di sotto dei 200 euro, combinabili con uno stile classico ed con un ambiente dalla palette neutra.
1. BILLY, IKEA – La libreria Billy è stata declinata in tutte le salse dal momento del suo lancio (1979!) senza mai toppare. Sta bene anche nella veste di credenza. Il modello beige è pensato sia per un arredamento contemporneo sia per un mood e tradizionale. 80x30x202 cm, 149,90€
2. FABRIKOR, IKEA – Discreta, ma di carattere la nuova vetrinetta di Ikea in metallo. Può essere fissata alla parete per acquisire maggiore stabilità. I ripiani sono in vetro e possono essere regolati. 81x113cm, 149,90 €
3. LAKOLK, JYSK – Una credenza semplice, dalle linee pulite. Oltre allo spazio espositivo, presenta due comodi cassetti che rappresentano un prezioso spazio contenitivo. 96x45x180 cm, 199,95€
4. PENSILE PICCOLO, BIANCHINI E CAPPONI – Una vetrina in miniatura in legno massello. Può essere usato come pensile oppure appoggiato su un altro mobile. L’antina si chiude grazie ad un gancio, un metodo antico e affascinante. Sotto le ante, un cassettino per custodire documenti o piccoli oggetti. 40×13,50×80 cm, 95 €
5. PARIS, JYSK – Questa è l’alzata di una credenza, che può diventare più divertente se “scombinata” dalla sua base originale, oppure se usata come pensile. In pino massiccio e MDF. Il contrasto tra il colore del fondo ed il candore esterno le conferiscono un tocco di carattere in più. 105x38x110 cm, 199,95 €
6. FABRIKOR, IKEA – Nella nuova tinta blu, questo classico Ikea è ancora più simpatico! Io credo che questa nuance sia perfettamente abbinabile ai mobili in arte povera e che possa smorzare i toni e diventare un punto focale.. 57×150 cm, 149,90€


Scopri qui come richiedere una shopping list gratuita per arredare – rinnovare uno dei tuoi ambienti!

Leggi anche…

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: , ,

 
 




Torna su