Restyling camere Domus Hotel Cicerone

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Interni, Non Ditelo all'Architetto

Restyling camereRestyling camereRestyling camereRestyling camereRestyling camere

L’articolo Restyling camere Domus Hotel Cicerone proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Rifugi di montagna ma non solo; relax nella natura lontano da tutto

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Things I Like Today

Lund Hagem Architects - Cabin Knapphullet, Sandefjord in Norvegia

Stupefacenti rifugi di montagna nascosti in boschi inaccessibili, piccole case di vacanza dove rilassarsi e staccare la spina dalla vita di tutti i giorni

In inglese si chiamano cabin, in italiano possiamo tradurli come rifugi di montagna, piccole case, spesso di legno, costruite in mezzo ai boschi o in luoghi remoti e impervi a contatto con la natura. Tutti sognano un posto segreto dove rifugiarsi per sfuggire dalla vita di tutti i giorni e rilassarsi in mezzo alla natura. Con questi spettacolari rifugi di montagna, il sogno si trasforma in realtà. Sono piccole case nascoste nel bosco o fra le rocce, perfette per trascorrere un weekend o per concedersi una fuga rilassante dal frenetico caos metropolitano.

OFIS architects: rifugio di montagna in Slovenia

OFIS Rifugio alpino

OFIS Rifugio alpino

Questo rifugio alpino è nato da un progetto di collaborazione fra lo studio di architettura OFIS e gli studenti della Harvard Graduate School of Design. Ispirandosi alla tradizionale architettura vernacolare della Slovenia, hanno selezionato i materiali migliori per resistere alle condizioni climatiche estreme e allo stesso tempo per valorizzare il panorama mozzafiato. Internamente questo rifugio di montagna è estremamente spartano avendo l’unica funzione di fornire un riparo agli alpinisti di passaggio. La piccola struttura è suddivisa in tre blocchi funzionali: un piccolo ingresso/ripostiglio con una micro cucina, uno spazio comune e infine l’area notte con otto cuccette. Le facciate completamente vetrate lasciano spaziare lo sguardo sulla magifica vallata e sulla montagna Skuta.

Cabin Knapphullet un rifugio nascosto fra le rocce in Norvegia

Rifugi di montagna - Lund Hagem Architects - Cabin Knapphullet, Sandefjord in Norvegia

Rifugi di montagna – Lund Hagem Architects – Cabin Knapphullet, Sandefjord in Norvegia

Sfruttando al massimo il terreno roccioso che si affaccia su un fiordo norvegese, l’architetto Lund Hagem ha realizzato questo piccolo rifugio inserito perfettamente fra le rocce e gli alberi, seminascosto dalla vegetazione.
Cabin Knapphullet, a Sandefjord, è progettato come uno stretto ponte che collega uno sperone di roccia a terreno con lo scopo di resistere ai forti venti. Il tetto pendente è terrazzato e praticabile e consente di salire fino in cima per ammirare il panorama dall’alto. Questa piccola casa vacanze per il weekend misura solo 30 mq e contiene uno spazio living con area pranzo, un bagno e un’area notte soppalcata. La sua forma passante e i lati vetrati, annullano praticamente il confine fra interno ed esterno, ampliando lo spazio a disposizione e consentendo un vero contatto con la natura circostante.

Il Nido di Mr.Falck

Il designer di Helsinki Robin Falck, aka Mr. Falck, ama concentrarsi sulla ricerca della semplicità e sull’eliminazione del superfluo. Nel 2010, in sole due settimane ha costruito il “Nido” come suo personale rifugio fra i boschi, utilizzando solo materiali locali e assolutamente naturali. Una micro casa di solo 9 mq (!!!) caratterizzata da una facciata inclinata e completamente trasparente che lascia entrare la luce naturale giorno e notte e regala la sensazione di trovarsi proprio in mezzo agli alberi.

• LEGGI ANCHE: Mini appartamenti e micro case innovative

Nido Micro Cabin by Robin Falck

Nido Micro Cabin di Robin Falck

Rifugio sul fiume Drina, Serbia

Photo Marko Djurica / Reuters

Un rifugio in mezzo al fiume può sembrare qualcosa di impossibile ma in realtà tutto è iniziato nell’estate del ’68 quando un gruppo di amici che sguazzava nelle fresche acque del fiume Drina in Serbia, cercò riposo su un grosso scoglio in mezzo alla corrente. La bellezza del luogo diede loro l’idea di costruire un vero e proprio rifugio in mezzo all’acqua per godersi il fresco e ripararsi dal sole. Questo primo tentativo fu spazzato via dalla corrente e così numerosi altri di anno in anno. L’immagine di questa micro casa in mezzo al fiume è è però diventata un simbolo dell’integrazione fra uomo e natura e ogni volta che la forza della natura si fa sentire, la testardaggine dell’uomo risponde con una nuova ricostruzione…

Valdes Cabin il rifugio di montagna nascosto fra gli alberi

Hinterland Design Valdes Island Shack ©Luc as Finlay

Hinterland Design Valdes Island Shack ©Lucas Finlay

Lo studio Hinterland Design ha realizzato questo piccolo rifugio nella foresta che si affaccia su un golfo della British Columbia. Caratterizzata da un forte contrasto cromatico fra il legno di cedro brunito all’esterno e la luminosità degli interni in multistrato chiaro, nonostante sia molto piccola è dotata di tutti i comfort: un lungo divano da un lato, una cucina e un camino dall’altro. Il soppalco con la zona notte è raggiungibile con una scala incorporata nel muro. Inoltre questo piccolo rifugio di montagna nascosto fra gli alberi, è dotato di una vasca per la raccolta di acqua piovana e di pannelli solari per essere autonomo dal punto di vista energetico.

• LEGGI ANCHE:  Le case sull’albero più belle e spettacolari del mondo

Rifugio in legno Valdes Island Shack di Hinterland Design ©Lucas Finlay

Valdes Island Shack di Hinterland Design ©Lucas Finlay

Vipp il rifugio moderno e tecnologico

Rifugi di montagna nei boschi

Rifugi di montagna nei boschi

Vipp Shelter è un parallelepipedo di vetro e acciaio, un oggetto geometrico e moderno calato all’interno di una foresta nel cuore della Svezia. Realizzato dallo studio di design Vipp con un prefabbricato di 55 mq, questo rifugio di montagna è dotato di tutte le comodità ma, isolato dal mondo esterno, è soprattutto un luogo di pace e tranquillità immerso nella natura dove l’unico suono proveniente dall’esterno è il canto degli uccelli. Le pareti vetrate scorrevoli a tutta altezza consentono di cancellare il confine fra interno ed esterno e di vivere immersi nella natura. VippSelter in realtà è un micro hotel ed è anche possibile prenotare un soggiorno sul sito ufficiale.

Rifugi di montagna nei boschi

Rifugi di montagna nei boschi

L’articolo Rifugi di montagna ma non solo; relax nella natura lontano da tutto proviene da Things I Like Today.

Tags:

 
 

Weekend a Parigi

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break

Per un weekend d’autunno a Parigi, questo grazioso appartamento può essere l’ideale; i soffitti in legno a vista, la scelta di una palette cromatica neutra nei toni dell’ocra, arredi di design prevalentemente in tonalità scura creano un ambiente caldo ed accogliente.

Weekend in Paris

For an autumn weekend in Paris, this lovely apartment may be ideal; the exposed wooden ceilings, the choice of a neutral color palette in shades of ocher, designer furnishings predominantly in dark shades create a warm and welcoming atmosphere.

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Il Balzolo, un nido abbarbicato alla roccia

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva, attraverso un uso minimale di linee e colori con la volontà di enfatizzare i materiali presenti ed utilizzati: la pietra, il legno, l’acciaio.


Un nido abbarbicato alla roccia più alta del paese di Pennapiedimonte, Chieti – Abruzzo, questo è “il Balzolo”, il cui progetto è stato curato da MATERIAprima Studio di Architettura.

La roccia è stata in parte lavorata e scavata per creare il piano di fondazione dell’edificio. Quasi tutta la muratura è costituita dalla roccia della montagna e solo parte del primo livello è costruita in blocchi squadrati della stessa pietra.
L’edificio è composto da due corpi di fabbrica affiancati, uno coperto da un tetto a falda unica e l’altro coperto da un solaio piano, sfruttato per ricavarne un terrazzo panoramico.

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva

La nuova distribuzione degli spazi nasce dalla volontà di utilizzare come accesso principale l’ingresso dal belvedere del Balzolo. Da questo, infatti, si accede ad una zona di ingresso, su soppalco, dalla quale si può uscire al terrazzo oppure, tramite una scala leggera in ferro e legno, scendere alla sala comune adibita alle colazioni. Da questa stanza si accede ad un corridoio che fiancheggia la scala di collegamento con il piano terra, sempre in ferro e legno e alla prima delle stanze da letto con bagno i cui spazi sono pensati per rispondere alle necessità di persone con limitate abilità. Al piano inferiore si scende ad un’altra sala comune con camino sulla quale affacciano le altre due stanze. Una, più piccola, con bagno nella roccia e l’altra, ricavata nell’antica stalla, un ambiente con volte e con una scaletta scavata nella roccia che portava al fienile superiore, oggi parte del grande bagno.

Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva


Da queste stanze al piano terra si accede al giardino, primo livello di un terrazzamento un tempo utilizzato come orto, sul quale affaccia il vero fronte dell’edificio rivolto a valle. Su questo fronte si è giocato con l’asimmetria delle cornici delle finestre, utili a coprire architravi e spallette in cemento esistenti, dando movimento alla facciata ed evidenziando la cromia della pietra in rapporto al bianco calce.


Il recupero di un edificio e la sua riconversione in struttura ricettiva
foto di Sergio Camplone


Tutto è pensato per valorizzare l’essere “litico” di questa struttura. Pavimenti e scale in rovere, rivestimenti in grigio chiaro e cornici bianco calce sono elementi neutri come pure gli arredi, negli stessi toni, sono elementi che non sovrastano la bellezza  naturale della “nuda pietra”.


Tags: ,

 
 

Colori neutri per una villa a Mykonos

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break
Colori neutri nei toni del taupe, tanto bianco e legno naturale caratterizzano gli interni sofisticati di villa per le vacanze a Mykonos, Grecia.

Neutral colors for a villa in Mykonos

Neutral colors in shades of taupe, white and natural wood characterize the sophisticated interiors of a holiday villa in Mykonos, Greece.

 

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Autunno in Marocco

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break
L’estate sta per finire ma la voglia di viaggiare e scoprire nuove realtà e nuovi posti affascinanti c’è sempre… oggi, almeno virtualmente, andiamo a Marrakesh, in Marocco, a scoprire il Riad Wow, un Riad davvero affascinante!

Autumn in Morocco

Summer is coming to an end but the desire to travel and discover new realities and new fascinating places is always … today, at least virtually, we go to Marrakesh, Morocco, to discover the Riad Wow, a truly fascinating Riad!

 

Immagini via

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Fuga a Puerto Escondido

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break

Per il nostro #hometour delle case più belle su Airbnb oggi arriviamo a Puerto Escondido, nella idilliaca costa di Oaxacan in Messico.

Tiny House è una piccola costruzione in cemento armato isolata in mezzo della vegetazione a soli 200 metri dalla spiaggia.

La costruzione è piccola ma affascinante, interamente realizzata in cemento armato a vista e legno locale, bellissimo il piano in cemento della cucina che fuoriesce dalla casa per diventare tavolo all’aperto, è da notare il divertente dettaglio delle persiane in legno sagomate per richiudersi sul piano.

Questa piccola scultura è in affitto su Airbnb a 128€ a notte,
utilizzando questo link potrete avere uno sconto di 25€ sul vostro prossimo viaggio!

A jewel in Puerto Escondido

For our #hometour of the most beautiful houses on Airbnb today we arrive in Puerto Escondido, in the idyllic coast of Oaxacan in Mexico.

Tiny House is a small building made of reinforced concrete isolated in the middle of the vegetation just 200 meters from the beach.

The building is small but fascinating, entirely made of exposed concrete and local wood, the beautiful concrete floor of the kitchen that emerges from the house to become an outdoor table, it is worth noting the fun detail of the wooden shutters shaped to close on plan.

This small sculpture is rented on Airbnb at € 128 a night, and using this link you can have a discount of € 25 on your next trip!

Immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags:

 
 

Hotel Torino

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Le Cose Semplici

Si chiama Hotel Torino ma non fatevi trarre in inganno: si trova nel centro storico di Parma ed è una vera chicca.

88-1t-prescopool-maisontorino-hd0021

89-1t-prescopool-maisontorino-hd0031

90-1t-prescopool-maisontorino-hd0041

Un piccolo e delizioso hotel di charme , composto da otto camere, arredate con raffinatezza e gusto.

9-2t-prescopool-maisontorino-hd019

15-2t-prescopool-maisontorino-hd022

Tutte insonorizzate ed eleganti ,dal sapore un po’ parigino, ricche di dettagli che le rendono una diversa dall’altra.

66-2t-prescopool-maisontorino-hd0161

72-2t-prescopool-maisontorino-hd0321

85-2t-prescopool-maisontorino-hd0561

Frutto di una attenta ristrutturazione questo hotel racchiude al suo interno elementi di storia coniugati con pezzi di arredamento industriale chic, un ottimo binomio che si sposa bene.

105-2t-prescopool-maisontorino-hd0491

109-2t-prescopool-maisontorino-hd0521

83-2t-prescopool-maisontorino-hd0531

Bellissima la scala interna, con queste pareti lasciate ” vive”  e le luci   a sospensione ad accompagnarla.

92-1t-prescopool-maisontorino-hd0061

93-1t-prescopool-maisontorino-hd0071

94-1t-prescopool-maisontorino-hd0132

Tags:

 
 

My Cocoon Hostel, un capsule hotel a Mykonos

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break, Idee
My Cocoon Hostel è un hotel molto particolare, che forse non ci si aspetta di trovare in un’isola come Mykonos, una fra le destinazioni top della Grecia. L’hotel infatti mixa con successo l’architettura tipica delle Isole Cicladi con le suggestioni ispirate ai capsule-hotel giapponesi; gli interni sono pensati in stile minimalista, in un bianco puro, con un tocco di naturalezza dato dal legno e dal bamboo degli arredi e propone stanze anche multiple con bagno privato o in comune. Sul fronte, un bar-ristorante aperto anche al pubblico.
Prenota il tuo prossimo viaggio su Booking QUI e risparmia 15€!

My Cocoon Hostel, a capsule hotel in Mykonos

My Cocoon Hostel is a very special hotel, which you might not expect to find on an island like Mykonos, one of the top destinations in Greece. In fact, the hotel successfully mixes the typical Cycladic architecture with the suggestions inspired by the Japanese capsule-hotels; the interiors are designed in a minimalist style, with a touch of naturalness given by the wood and the bamboo of the furnishings and also offers multiple rooms with private or shared bathroom. On the front, a bar-restaurant also open to the public.

Book your next trip on Booking HERE and save € 15!

 

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Agriturismo di charme

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Interni
La Granja Ibiza

Lo studio Dreimeta ha trasformato una residenza privata in un magnifico agriturismo di charme a nove camere nel cuore del Mar Mediterraneo, sull’isola di Ibiza: La Granja.


La Granja è una fattoria di 10 ettari incastonata nell’entroterra pastorale di Ibiza, con 20 ettari di boschi di pini e agrumeti e giardini fertili.

Gli spazi comuni, caratterizzati dalla tradizionale architettura iberica e dalle influenze moresche, presentano pareti ad arco, soffitti alti con travi in ​​legno scuro e vecchie porte in legno con maniglie e serramenti in ferro battuto.
Lo studio Dreimeta ha evidenziato le imperfezioni dovute alle intemperie della struttura, conferendo allo spazio una raffinata eleganza.


La Granja Ibiza
La Granja Ibiza
La Granja Ibiza

Le camere variano di dimensioni; ognuna è dotata di un lussuoso letto e materiali in legno bruciato, cenere spazzolata e oleata, legno, pietra e ardesia.

 

La Granja Ibiza

La Granja Ibiza
La Granja Ibiza
La Granja Ibiza
La Granja Ibiza

La cucina proposta da La Granja abbraccia anche la dieta mediterranea e i rituali che lo accompagnano: l’aria fresca, il sole e l’attività fisica. Lo chef José Catrimán lavora con Andy Szymanowicz, agricoltore di La Granja, per supervisionare il cibo che viene coltivato e, a sua volta, prepara i suoi menù a base di cibo fresco, sano e lento che viene servito agli ospiti al tavolo da pranzo comune.

La Granja Ibiza
La Granja Ibiza
La Granja Ibiza

La Granja mira a preservare la bellezza naturale dell’isola attraverso iniziative locali e programmi a sostegno dell’agricoltura biologica. Qui, tra i profumi inebrianti di ficus e fichi, è la vera Ibiza, lontana dal turismo di massa.


Tags: ,

 
 




Torna su