6 Agosto 2019 / / Blog Arredamento

Gli affitti sono tornati a crescere in Italia, ma ogni città ha i suoi prezzi. Spesso con differenze notevoli tra le diverse regioni e con trend che segnano in maniera particolare i centri maggiori.
Secondo l’infografica realizzata da Soluzioni Salvaspazio, azienda specializzata in mobili a scomparsa, Milano occupa la vetta della classifica delle città con l’affitto più caro: 15,8 euro al metro quadro. Seguono Firenze (13,5 € mq) e Roma (12,2 € mq). Quali sono invece le città dove si paga meno? Sono tutte al sud: Caltanissetta (3,9 € mq), Avellino (4,4 € mq) e Reggio Calabria (4,4 € mq).

Gli affitti regione per regione

Nel 2018 gli affitti sono aumentati del 3,5%, ma nell’ultimo trimestre hanno fatto registrare una diminuzione dell’1,2% rispetto al trimestre precedente. La regione più costosa è la Valle d’Aosta, con un affitto mensile che supera i 1.500 euro per un appartamento di 100 metri quadri, seguita da Sardegna (1.480 €) e Lazio (1.203 €). La più economica, invece, è la Calabria con un affitto di 489 euro mensili, seguita da Molise (522 €) e Sicilia (612 €).

Ma le differenze di prezzo non riguardano solo le regioni. Secondo i dati raccolti nel settembre del 2018, le città capoluogo di regione costano in media il 3,5% in più rispetto ai capoluoghi di provincia. Oltre alle già citate Milano, Firenze e Roma, anche Venezia, Bologna e Trento hanno tutti canoni di locazione al di sopra dei 1.000 euro al mese. Sul podio delle province con gli affitti più elevati troviamo Bergamo (1.212 €), mentre al secondo e terzo posto Treviso (1.165 €) e Modena (1.149 €). In uno scenario di questo genere, la soluzione è orientarsi su appartamenti più piccoli e quindi sostenibili economicamente. Da arredare con mobili creati proprio per soddisfare queste esigenze, perché in grado di ottimizzare e rendere più funzionali gli spazi a disposizione.

Casa dolce casa

Il 72,3% delle case in Italia sono di proprietà: una percentuale elevata, anche se rappresenta in realtà il dato più basso dal 2010. Mentre il 27,7% sono in affitto: il dato più alto dal 2012.
Il prezzo medio degli affitti nel nostro paese, secondo l’infografica, è di circa 800 euro. Ma mentre alcune città hanno fatto registrare dei rincari, in altre i prezzi sono invece diminuiti. Qualche esempio? A Siena sono aumentati del 9,7%, a Verona del 9,5% e Catania l’8,6%. Chieti, Venezia e Sassari hanno affitti in calo: la città abruzzese del 14,3%, le altre due rispettivamente del 12% e 11,6%.

26 Luglio 2019 / / Charme and More

Summer holidays ~ Vacanze estive~ Vacances d’été

 

Non si può essere infelice quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento.
~ Irène Némirovsky

vacanze-roberta-2019-001

Luce diffusa, splendore. L’estate è essenziale e costringe ogni anima alla felicità.

~ André Gide

Charme and More va in vacanza e vi aspetta fra una settimana con nuovi post. 

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Summer holidays 2019 proviene da Charme and More.

25 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

concorso di design nuova edizione 2020

Partecipa alla nuova edizione di A Design Award & Competition , il più importante concorso internazionale di design. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 settembre. Tutte le informazioni in queto articolo. 

A’ Design Award & Competition, il prestigioso premio per il design più influente al mondo, è nata a Como nel 2009 e fin da subito ha riscosso un grande successo a livello internazionale. Ogni anno, infatti, il numero dei partecipanti tutti di nazionalità diverse aumenta notevolmente.

Chi può partecipare al concorso?

A‘Design Award, aperto a designer, architetti, artisti e aziende di tutto il mondo, comprende ben più di 100 categorie di design. Tra queste troviamo architettura, interior design, materiali da costruzione, arredamento, illuminazione, grafica, comunicazione, moda, tecnologia, prodotti per bambini, per animali e molto altro ancora.

Puoi trovare l’elenco di tutte le categorie a questo link.

concorso internazionale di design

Perché partecipare?

Il premio A’Design Award è uno dei premi di design più prestigiosi.  I vincitori del premio ricevono un trofeo in metallo stampato in 3D e una serie di altri vantaggi: un certificato di eccellenza, la pubblicazione del prodotto nel volume annuale, un’intervista esclusiva pubblicata sul sito web di  A’ Design Awards,  utilizzo gratuito dei servizi di DesignMediator, un invito gratuito per due persone alla cerimonia di premiazione con serata di gala. In quell’occasione sarà inoltre presentata una mostra con esposti tutti i prodotti vincitori. Oltre a ciò non mancherà una ricca campagna pubblicitaria con interviste e articoli su riviste e portali web volta a promuovere e diffondere i progetti vincitori, la progettazione e stampa di manifesti in formato A2 per le mostre e l’inserimento nelle classifiche mondiali del design.

A questo link puoi trovare l’elenco completo dei vantaggi.

premio concorso A'Design Award

La giuria e metodologia

La giuria di A’Design Award è composta da 209 membri tra designer, professori, imprenditori e giornalisti provenienti da tutto il mondo, ognuno dei quali deve firmare un accordo e seguire un codice di condotta. Al fine di evitare conflitti di interesse, i giurati non possono essere dipendenti delle società partecipanti. Inoltre, a differenza di altri premi o concorsi di design, A’Design Award fornisce gratuitamente dei “punteggi preliminari” e feedback per aiutare i progettisti o le aziende che stanno prendendo in considerazione l’idea di partecipare al concorso.

Il processo di valutazione di un “Design Award & Competitions” richiede diverse settimane poiché ogni iscrizione viene attentamente valutata. Ma ancora più importante, prima che le iscrizioni siano accettate, ogni progetto viene controllato dozzine di volte e la giuria esprime il proprio voto in modo indipendente senza alcuna possibilità di influenzarsi a vicenda.

Puoi trovare tutte le informazioni sulla giuria e sulla metodologia qui .

serata di gala A Design Award

Premiazione con serata di Gala A’Design Award

Come iscriversi

Le iscrizioni per la presentazione anticipata del progetto si chiudono il prossimo 30 settembre 2019. I risultati saranno resi pubblici il prossimo 15 aprile 2020. Dettagli Mag da quest’anno è tra i media partner di A Design Award e vi terremo sempre aggiornati su questa nuova edizione con nuovi articoli e, naturalmente, non mancheremo di pubblicare i progetti vincitori del premio.

Per registrarsi al concorso clicca su questo link https://competition.adesignaward.com/registration.php

A’ Design Award & Competition 2019 i vincitori

Ecco di seguito una piccola selezione dei progetti vincitori dell’edizione che si è da poco conclusa, estrapolati dalla categoria arredamento, architettura e interior design.

divano imbottito marrone e blu

divano Bandage by Bogdanova Bureau

interior design Villa moderna

Feliz Villa Suite Hospitality di Nakahara Norito

poltrona di design pieghevole

Poltrona pieghevole di Serge Atallah

progetto di architettura

Qin Garden Holiday Villa di Shuai Wang

carrello bar di design

Vello Bar Cart by Fabricio Roncca

casa stile loft con soppalco

Inclayer Residential House di Masayuki Miki

sedia in legno di design

Portuguese Roots by Alexandre Caldas

moderna casa in pietra

Stone House di Hueb Ferreira

lampade da esterno in cemento

Vira Garden Collection Lampade da esterno di Lucas Bittar

sgabelli di design

Drum by Serge Atallah

bar pasticcieria dal design attuale

Zanotti Bread Pastries and Coffee by Flussocreativo Design Studio

lampada da scrivania regolabile

Lampada da scrivania orientabile Umbu di Juliana Bertolucci Atelier Bam

locale in stile industriale

The Skull Lounge Bar di Amir Cherni

progetto di architettura

Tsingpu Baisha Retreat di Yoshimasa Tsutsumi

porta tutto d'appendere

Goccia di Giuliano Ricciardi

una casa flessibile

Casa Ojala Casa altamente flessibile di Beatrice Bonzanigo

 

Per saperne di più su A ‘Design Award:  https://competition.adesignaward.com/

Scopri i design premiati: https://competition.adesignaward.com/winners.php

Per maggiori informazioni su pubblicità e pubblicazioni: https://competition.adesignaward.com/publications.html

 

L’articolo A’ Design Award & Competition 2020 proviene da Dettagli Home Decor.

25 Luglio 2019 / / Charme and More

Bianco e nero da indossare in estate in total look o abbinati.

Gli opposti si incontrano creando un mix cromatico intramontabile e di stile.

Un binomio perfetto di eleganza e semplicità; la scelta vincente per essere sempre impeccabili sia indossando outfit casual da giorno che sofisticati per la sera.

Ph via
Ph via

Indossare il nero d’estate in total look, anche quando le temperature sono elevate è possibile puntando su tessuti freschi come il lino, il cotone o la garza (in lino o cotone) declinati su abiti o pantaloni over-size.

Ph via
Ph via

estate-bianco-e-nero-abito-daleko

Maxi dress e cappello in lino biologico fatti a mano da DALEKO.

estate-bianco-e-nero-abito-e-cappello

Ph via
Ph via

bianco-e-nero-destate-3

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via
bianco-destate
Ph via
Copyright © LINENFOX
Copyright © LINENFOX
Ph via

Abito a tunica in lino biologico di Linenfox.

Ph via
Ph via

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Bianco e nero d’estate. proviene da Charme and More.

20 Luglio 2019 / / News

architettura accessibile

Tra Firenze e Caserta, rispettivamente il 26 giugno e il 1° luglio, si sono svolti degli incontri dal titolo “Universal Design – Per un’architettura accessibile, funzionale e confortevole per tutti” durante i quali si è discusso dell’importanza di ideare e progettare gli spazi in modo tale da garantire il benessere abitativo, nonché di cambiare la forma delle città e degli edifici rendendo ogni ambiente adatto a chiunque senza alcun tipo di discriminazione. Anche la continua evoluzione della tecnologia e tutte le nuove invenzione ci vengono incontro per riuscire ad abbattere le barriere architettoniche, dalla pedana montascale ai sistemi in alluminio per finestre scorrevoli e facciate, fino ai nuovi elettrodomestici che possono essere controllati a distanza tramite apposita applicazione sullo smartphone.

Obiettivi

L’obiettivo dei due incontri è stato quindi quello di far capire che nella realizzazione di nuovi scenari di architettura devono essere messe al centro le persone e le loro esigenze così da realizzare spazi che siano facilmente fruibili da chiunque a prescindere dall’età, dal genere, dal background culturale e dalle capacità fisiche e sensoriali di ognuno, ma il termine Universal Design non è un’invenzione recente anzi, è stato introdotto nel 1985 da un architetto americano di nome Ronald L. Mace che, affetto da poliomielite sin da bambino, ha dedicato tutta la sua vita ai temi della progettazione accessibile.

architettura accessibile

Nascita dello Universal Design

Mace, infatti, costretto sulla sedia a rotelle già a nove anni, si è sempre trovato davanti a numerose difficoltà nell’accedere a determinate strutture, comprese quelle presenti nel campus della North Carolina State University in cui si è laureato proprio in architettura. A partire dalle sue stesse esperienze, Mace introdusse il termine Universal Design e lo definì come la progettazione di prodotti e ambienti che siano utilizzabili da tutte le persone, nella misura più ampia possibile, senza necessità di adattamento o progettazione specifica. Secondo Mace, quindi, il design universale non è una disciplina che realizza degli oggetti specifici per persone con specifiche esigenze ma, piuttosto, una disciplina in grado di realizzare prodotti che siano adatti alla più ampia gamma di persone, degli spazi che possano essere fruiti, utilizzati e compresi indistintamente da tutti.

Nella realizzazione di uno spazio non bisogna quindi rispondere ai bisogni specifici di una fetta della popolazione, o realizzare ambienti che siano destinati ad una minoranza della popolazione ma progettare spazi che incontrino i bisogni di tutte le persone che desiderano utilizzarlo.

architettura accessibile

I sette principi dello Universal Design

Il design, per essere definito buono, deve creare un ambiente accessibile, utilizzabile, comodo e piacevole e, soprattutto, che può essere usato da tutti. Nel 1997 il Centre for Universal Design , composto da architetti, designers, ingegneri e ricercatori guidati proprio da Ronald L. Mace, ha definito i sette principi dell’Universal Design con lo scopo di guidare la progettazione di spazi, prodotti e comunicazione.

I sette principi possono essere utilizzati anche per valutare i prodotti già esistenti sul mercato, per guidare il processo di progettazione e per educare architetti e design, ma anche i consumatori, sulle caratteristiche di prodotti e ambienti.​I sette principi dell’Universal Design

1. Usabilità equa : il design deve essere utile e vendibile a chiunque. Questo significa che l’oggetto o lo spazio deve fornire lo stesso significato di utilizzo a tutti, identico se possibile o almeno equivalente. È importante quindi evitare ogni tipo di categorizzazione del fruitore.

2. Flessibilità d’uso : il design deve sapersi adattare alle preferenze e alle abilità individuali, quindi offrire una scelta nei metodi d’uso e permettere una maneggiabilità sia sinistra che destra.

3. Uso semplice e intuitivo : il prodotto deve risultare facile da capire, a prescindere dall’esperienza, dalla conoscenza e dalle abilità linguistiche del fruitore. È importante eliminare quindi tutte quelle complessità superflue e far corrispondere il prodotto alle aspettative di chi lo acquista.

4. Informazione percettibile : il design deve saper comunicare efficacemente tutte le informazioni necessarie al fruitore, a prescindere dalle sue abilità sensoriali. Il prodotto deve quindi offrire metodi diversi per poter presentare le informazioni essenziali, a livello visivo, tattile, ecc. e deve saper differenziare le informazioni essenziali da quelle secondarie. È fondamentale la leggibilità delle informazioni e che il prodotto sia compatibile con una varietà di tecniche o dispositivi usati dalle persone con limitazioni sensoriali.

5. Tolleranza per gli errori : è importante minimizzare i rischi o le conseguenze accidentali pericolose. È fondamentale quindi prevedere eventuali errori e pericoli ma anche scoraggiare l’utilizzo scorretto del prodotto.

6. Sforzo fisico contenuto : il design può essere utilizzato efficientemente e comodamente con il minimo sforzo. Per poter essere universalmente utilizzabile, il prodotto deve permettere una posizione neutra del corpo durante il suo utilizzo, con il minor sforzo fisico possibile e col minor numero di azioni ripetitive.

7. Dimensione e spazio per approccio e uso : dimensione e spazio devono essere garantiti per poter utilizzare il prodotto, indipendentemente dalle dimensioni del corpo, dalla postura e dalla mobilità fornendo allo stesso tempo una chiara visualizzazione e il facile raggiungimento degli elementi da cui è composto, offrendo quindi anche lo spazio necessario per gli ausili o il personale d’assistenza. ​

architettura accessibile

L’articolo Universal Design: l’evento dedicato all’architettura accessibile proviene da Architettura e design a Roma.

17 Luglio 2019 / / Charme and More

17 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

sedie e tavolino da giardino in metallo giallo

Le collezioni estive di Pedrali arredano l’Altera Pars Suites di Santorini

Colori, profumi e sapori della tradizione ellenica si uniscono all’interno dell’Altera Pars, un ambiente etereo dove beneficiare di infiniti momenti di pace e relax. Un luogo elegante e raffinato situato nel cuore dell’isola di Santorini, all’interno del pittoresco villaggio di Mesaria. L’Altera Pars offre quattordici suite che si distinguono sia per l’architettura tradizionale tipica delle Cicladi, sia per le decorazioni caratterizzate da colori accesi e intensi.

Gli ospiti dell’Altera possono godere non solo di una fantastica vista dell’isola, ma anche del comfort offerto dagli arredi Pedrali, in grado di resistere all’usura del tempo, all’azione degli agenti atmosferici e della brezza marina, così come adattarsi perfettamente alle elevate temperature mediterranee.

Nel patio esterno, sedie, chaise longue e tavolini della collezione Nolita disegnati da CMP Design, fanno emergere tutto il loro carattere spiccatamente outdoor. Sono realizzati interamente in acciaio e proposti nella vivace tonalità del giallo.

patio con arredi in metallo di colore giallo

patio con tavolo da pranzo

patio arredato con zona relax e pranzo

Versatile, trasversale e multifunzionale è la collezione Reva, disegnata da Patrick Jouin. Un elegante divano a tre posti, una poltrona lounge e un lettino da sole: questa è l’essenza della collezione caratterizzata da linee morbide e dimensioni generose che proprio nel nome evoca sensazioni rilassanti e sognanti tipiche della stagione estiva.

NOLITA – Design CMP Design

collezione outdoor Nolita di Pedrali

Nolita è una famiglia di sedute da esterni che rievoca le origini di un percorso storico, iniziato da Mario Pedrali nel 1963 con le sue prime sedie da giardino in metallo. La collezione sembra scaturire da ricordi in trasparenza, un’atmosfera senza tempo da piazza assolata e vivace, per un risultato di solida durevolezza in forme semplici ed iconiche. Interamente in acciaio è studiata specificatamente per utilizzo outdoor.

La collezione comprende sedia e poltroncina con due differenti altezze di schienale e sgabelli in due altezze. Come accessorio è disponibile un cuscino sedile.

I tavolini a tre e quattro gambe in due altezze sono leggeri e maneggevoli. E’ disponibile anche una versione con ripiano reclinabile per essere riposto ottimizzando gli spazi.

Finiture disponibili: bianco, giallo, arancio, rosso, terracotta, azzurro, grigio antracite, verde salvia.

REVA – Design Patrick Jouin

divano, poltrona e lettino da giardino collezione REVA di Pedrali

Un elegante divano a tre posti, una poltrona lounge e un lettino da sole che si trasforma in divano: questa è l’essenza di Reva, una collezione per l’outdoor caratterizzata da linee morbide e dimensioni generose, che proprio nel nome evoca atmosfere rilassanti e sognanti.

Una sottile cornice perimetrale in estruso di alluminio è sorretta alle estremità da quattro gambe affusolate in pressofusione d’alluminio che ne rimarcano il disegno pulito. Il lettino dispone di uno schienale reclinabile che si solleva dalla struttura permettendo di definire l’inclinazione più confortevole; aggiungendo due braccioli e uno schienale, in tubo d’acciaio e rivestiti in tessuto, si trasforma in divano. In entrambe le soluzioni il comfort viene esaltato da morbidi cuscini che si poggiano alla struttura.

Per maggiori informazioni vai su www.pedrali.it

L’articolo Magici momenti di relax sotto il sole della Grecia proviene da Dettagli Home Decor.

14 Luglio 2019 / / ArtigianaMente

Un mix di natura e cultura, di opere d’arte ed eventi di spessore, di gusto e di raffinato artigianato. Vedo così la Sicilia. Un po’ ne ho vista, ma vorrei tornarci magari sulla costa orientale, dove conoscere spiagge e città da favola, insieme ad attività di artigianato a dir poco sorprendenti.

In Sicilia credo che si possa andare in qualsiasi stagione: d’autunno per il tepore permette di visitare luoghi bellissimi, durante i ponti di primavera per regalarsi la fioritura mediterranea con un sole già caldo per abbronzarsi su spiagge poco affollate o semplicemente camminare, magari accompagnati da guide ambientali.

Un viaggio in Sicilia presuppone una valigia leggera.

Non riempitela di cose che non utilizzerete in modo da lasciarvi abbastanza spazio per gli oggetti che troverete nelle varie attività artigianali locali, e ricordate di portare con voi tutto l’indispensabile per una vacanza al mare, come il costume da bagno, un abito prendisole, ottimo per restare fresche in spiaggia, una bella scorta di crema protettiva e scarpe leggere e comode, per visitare le riserve naturali del mare.

Le spiagge della Sicilia orientale

Molti già lo sanno, ma questa parte della Sicilia è un vero incanto per quanto riguarda mare e spiagge,con luoghi assolutamente imperdibili. Uno di questi è la spiaggia di Letojanni, frequentata per la sua vicinanza a Taormina; da qui – se la giornata è particolarmente bella e il cielo abbastanza limpido – è possibile intravedere le vicine coste della Calabria.

Sempre vicino Taormina c’è la spiaggia di Isola Bella, paradiso per gli occhi con la sua spiaggia di pietre e sassi e con il suo mare blu intenso e i faraglioni, alti e appuntiti scogli di nero basalto di fronte ad Aci Trezza. Ed è proprio grazie ai sassi che potrete ammirare uno dei più bei fondali della zona, con colori che non potranno che conquistarvi.

Spiaggia di Isola Bella

Chi preferisce rilassarsi su una spiaggia con la sabbia candida e sottilissima, invece, dovrebbe andare sulla spiaggia di Calamosche, presso la riserva di Vendicari, che con il suo paesaggio marino da cartolina non ha davvero nulla da invidiare alle spiagge caraibiche.

Sicilia e artigianato

Le bellezze della Sicilia orientale non finiscono con le sue spiagge.

Durante una vacanza di questo tipo, infatti, sarebbe un vero peccato non visitare città splendide come Catania oppure i piccoli centri appena fuori città come Vizzini, una tappe imperdibili per chi ama le creazioni in ceramica insieme a Caltagirone, dove potrete ammirare anche la Scalinata di Santa Maria al Monte realizzata con tessere di maiolica decorata.

Qui la lavorazione dell’argilla ha storia antica e affonda le sue radici nelle botteghe arabe, che le fecero meritare il nome di “Rocca dei Vasi”, grazie ad una lavorazione a smalto di particolare pregio.

Lavori dei ceramisti siciliani Stefania Boemi e Alessandro Iudici

Infine, al limite delle province di Messina e Palermo, c’è Santo Stefano di Camastra, la città famosa in tutto il mondo per i suoi piatti e i suoi vasi in ceramica, che potrete ammirare e acquistare in una delle tante botteghe artigiane presenti.

Santo Stefano di Camastra è una tappa dell’iniziativa “Buongiorno Ceramica”, che si tiene annualmente nei luoghi simbolo di questa bellissima arte che è appunto quella della ceramica.

 

 

The post Itinerario in Sicilia orientale tra spiagge e artigianato appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

12 Luglio 2019 / / Charme and More

Dal web alcuni spunti da cui trarre ispirazione per essere sempre al passo con le nuove tendenze.

Stile e tendenza per essere sempre “alla moda” e non sbagliare un look.

 Ispirazioni e spunti  home décor per arredare e decorare la casa in stile marino.

ispirazioi-dal-web-casa-in-stile-marino-2
Ph via

Una casa al mare con mobili, accessori e complementi d’arredo nelle tonalità che si adattano al mood marino; sfumature nei toni del mare, del cielo e accenni di bianco e sabbia.

Ph via
Ph via
Ph via
Ph via

Fantasie in stile marinaro per i tessuti: le righe bianche e blu sono un must have dell’arredamento della casa al mare.

Ph via
Ph via

ispirazioni-dal-web-estate-arredo-coastal

Nappine fatte a mano in cotone e perle di legno bianco (CreativeBoutiqueHome), perfette da appendere ai pomoli dei cassetti o alle maniglie per personalizzare e rendere inconfondibile lo stile della casa in stile coastal.

ispirazioni-estive-dal-web-moda

La moda sotto il sole.

La borsa e il cappello di paglia eco-friendly di YouYarnUa saranno i dettagli di stile che completeranno i look estivi assieme ad un leggero caftano e sandali flat.

ispirazion-dal-web-stile-marino-aforisma

Sun, Sea, Salt

Stampa da appendere di MottosPrint

stile-marino-ispirazioni-dal-web-3

ispriazioni-fashion-dal-web

Un tocco bianco e un tocco di paglia riescono a donare un tocco chic e ricercato ad ogni look, anche il più semplice.

Cappello di JustineHats realizzato a mano; leggero, elegante, unico.

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Ispirazioni estive dal web: Trend, Stile, Lifestyle, Home Décor proviene da Charme and More.

9 Luglio 2019 / / Charme and More