28 Novembre 2019 / / Architettura

In Canada l’influenza del design nordico ha dato vita a uno stile moderno tipicamente canadese sinonimo di funzionalità, semplicità delle forme e naturalezza, ben rappresentato in questo bellissimo chalet di famiglia situato vicino a Vancouver.

Basandosi sul progetto di costruzione della casa realizzato da Burgers Architecture, i clienti hanno affidato la cura degli interni allo studio​ Sophie Burke Design con richieste specifiche: una casa di montagna pensata per tutta la famiglia dall’atmosfera calda e accogliente, selezionando solo materiali locali e materiali naturali, attendendosi a pratiche eco-compatibili. Coniugare queste esigenze non è stata un’impresa facile, ma Sophie Burke è riuscita perfettamente ad esaudire tutte le richieste della committenza. Per farlo ha infatti lavorato con produttori locali per la realizzazione di molti mobili su misura come ad esempio i letti a castello, i divani o le scale, attraverso l’impiego esclusivo di materiali locali e naturali.

I clienti hanno apprezzato fin da subito la vista sulle montagne, da cui si può godere grazie alla presenza di finestre a tutta altezza e porte scorrevoli nella zona giorno, la quale è stata concepita come un grande open space.

Per ammorbidire le parti in cemento a vista, Sophie Burke ha utilizzato del legno, a sua volta reso più morbido dall’accostamento di materiali come pelle, lana e lino.

Il risultato finale è uno chalet di famiglia dalla vocazione scandinava che trasmette una piacevole sensazione di calma, esattamente come ciò che trasmette il paesaggio innevato che circonda la casa.

 

L’articolo Uno chalet di famiglia dalla vocazione scandinava in Canada proviene da Dettagli Home Decor.

28 Novembre 2019 / / Design

L’Ebanisteria Gambella, storico laboratorio di falegnameria artigianale, incontra lo stile scandinavo e il risultato è decisamente sorprendente.

Ebanisteria Gambella

La sobria eleganza degli arredi scandinavi si ammanta di raffinata ricercatezza grazie ai legni pregiati e alla lavorazione rigorosamente fatta a mano.

Frutto della creatività della designer Erika Gambella, la collezione di arredi in stile scandinavo mi ha decisamente conquistata. 

Ebanisteria Gambella, una storia affascinante

E’ una storia, quella dell’Ebanisteria Gambella, che evoca antiche botteghe artigiane e ci parla di trucioli, segatura e profumo di legno. Ma anche di fatica, di passione per un mestiere antico, di attenzione per i dettagli, di maestria e creatività.

Nata nel 1915 a Piedimonte Matese, in provincia di Caserta, l’ebanisteria era celebre per la sua produzione di porte e portoni. Se avete presente lo stile dell’epoca, allora potete immaginare la complessità di un manufatto simile, e la grande maestria che occorre per realizzarlo.

Il laboratorio è oggi gestito dalla terza generazione, che perpetua la tradizione di famiglia. Vengono ancora realizzati infissi, ma il grosso della produzione si concentra sugli arredi, in stile classico e moderno. 

Tutti i prodotti sono realizzati a mano, e ogni progetto è costruito in modo sartoriale per soddisfare le esigenze dei clienti. Oggi l’Ebanisteria Gambella resta una piccola realtà a gestione famigliare, ma può vantare clienti in tutto il mondo, dall’Europa agli Stati Uniti, e perfino in Svezia!

La collezione di mobili in stile scandinavo

Come vi ho anticipato, è la collezione di mobili in stile scandinavo ad aver attirato la mia attenzione. E non solo per le tipiche forme snelle e minimaliste. Sono mobili che trasmettono solidità, mentre le superfici in legno massello trasmettono un senso di calore e invitano al tatto. 

Il pezzo più prestigioso, realizzato per un cliente di New York, è il comò in legno massello di Acero, un’essenza molto pregiata.

Ebanisteria Gambella

Il comò poggia su un telaio con piedini obliqui, e i frontali dei tre cassetti movimentano la parte anteriore, grazie all’alternanza tra elementi quadrati e rettangolari. 

Perfetta per il living, la madia in noce canaletto si distingue per le forme minimaliste, valorizzate dalle eleganti venature e dal contrasto con la base in legno chiaro.

Ebanisteria Gambella

Leggera ed elegante, grazie al piano asimmetrico, la consolle in pregiato palissandro con gambe oblique in cedro sfoggia una finitura lucida, realizzata a mano a gommalacca.

La collezione propone anche un pezzo colorato, come la credenza in stile anni 50 in listellare di noce Tanganika e massello. Capiente e leggera allo stesso tempo, poggia su piedini in metallo ed è dotata di quattro vetrine e altrettanti contenitori, ed è perfetta per dare un tocco di stile e di colore alla cucina o alla sala da pranzo.

Ebanisteria Gambella

Infine, il delizioso comodino in legno massello di tiglio, può essere personalizzato scegliendo tra noce Bibolo o Padouk per i frontalini dei due cassetti, oppure tra le finiture naturale e verniciata in noce scuro per la struttura e le gambe.

La collezione non finisce qui: se vi ho incuriositi, potete visitare il sito e scoprire gli altri arredi, come tavoli, scrivanie, armadi e altri comodini e comò.

Sito Ufficiale Ebanisteria Gambella

Scopri le caratteristiche dello stile scandinavo


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

21 Novembre 2019 / / Architettura

Nella periferia di Oslo , lo studio norvegese  Austigard Arkitektur ha rinnovato e ampliato un appartamento al secondo piano in un tipico edificio residenziale del dopoguerra in una casa di famiglia, trasformando il sottotetto in un rifugio appartato.

House of Many Worlds, ovvero la casa di molti mondi. Questo è il nome dato a questo appartamento dallo studio norvegese Austigard Arkitektur , che ha creato per questa abitazione di Oslo, un insieme di spazi multifunzionali per sfruttare al meglio la superficie a disposizione. Con le pareti ricoperte da pannelli impiallacciati di faggio pigmentato bianco o nero, il fulcro della casa è il grande tavolo che permette ai membri della famiglia di ritrovarsi insieme svolgendo diverse attività senza interferire tra loro. Questo spazio a doppia altezza è dominato da grandi finestre che si affacciano sulle cime degli alberi innevate della capitale norvegese. Allontanandosi da questo punto della casa, gli spazi diventano più intimi. La cucina, il soggiorno e la biblioteca sono zone ben distinte ma non stanze separate.

Il soppalco è la zona più appartata dell’appartamento: progettato per sedersi e sdraiarsi, con un’ampia panca / letto / tavolo multifunzionale e finestre basse. In posizione eretta lo spazio del sottotetto sembra limitato, ma in posizione seduta o sdraiata lo spazio diventa più ampio, mentre la vicinanza del tetto offre un senso di comfort e intimità. Protetto da pannelli in acciaio perforato semitrasparente su ciascun lato, consente una vista verso il tavolo e la cucina, oltre che attraverso gli alberi.

 

L’articolo Un appartamento ristrutturato in Norvegia con un soppalco dove rifugiarsi proviene da Dettagli Home Decor.

13 Novembre 2019 / / Charme and More

Natale è sempre più vicino, l’aria fuori e frizzante e la neve in Alto Adige è scesa in abbondanza la notte scorsa.

Perchè non iniziare ad ispirarsi e a pensare alle decorazioni che porteranno in casa un magico spirito festivo?

 Dagli allestimenti realizzati dalla stylist di interni svedese, Mari Strenghielm, per Lantliv, ecco qualche idea in stile scandinavo per creare in casa una perfetta, accogliente atmosfera.

un-natale-in-stile-scandinavo-1 un-natale-in-stile-scandinavo-2

un-natale-in-stile-scandinavo-3

un-natale-in-stile-scandinavo-4

Un semplice ramo di pino come decorazione natalizia.

un-natale-in-stile-scandinavo-6

Le candele ricreano la magica atmosfera del Natale.

Fotograf: Lina Östling +46 70 405 42 07 mail@linaostling.se www.linaostling.se Stylist: Mari Strenghielm Nord Lantliv jul 2017

un-natale-in-stile-scandinavo-7

un-natale-in-stile-scandinavo-8

un-natale-in-stile-scandinavo-9

Addobbi profumati.

Decorazioni fai da te  realizzate con stecche di cannella e con fettine di agrumi essicati

un-natale-in-stile-scandinavo-10

un-natale-in-stile-scandinavo-11

un-natale-in-stile-scandinavo-12

un-natale-in-stile-scandinavo-13

un-natale-in-stile-scandinavo-14

un-natale-in-stile-scandinavo-15

Ph: Lina Östling
www.linaostling.se
Stylist: Mari Strenghielm Nord
Lantliv jul 2017

Vi è piaciuto questo post?

Condivididetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

𝐿𝑒𝓉’𝓈 𝓀𝑒𝑒𝓅 𝒾𝓃 𝓉𝑜𝓊𝒸𝒽!

 

L’articolo Un Natale in stile scandinavo. proviene da Charme and More.

25 Ottobre 2019 / / Charme and More

Un delizioso chalet con una splendida vista lago situato nei pressi di Alingsås in Svezia.

Questo rifugio, chiamato “stuga” in svedese è perfetto per una vacanza rilassante o per una mini fuga durante il weekend.

L’estetica della struttura, costruita con materiali naturali, quali legno e pietra, è essenziale, nel tipico stile nordico.

All’interno tanta luce naturale, proveniente dalle grandi vetrate ed arredi puliti, sobri e lineari.

Uno stile che fonde estetica e funzionalità con il risultato di creare un ambiente accogliente e ospitale, capace di trasmettere calore e serenità.

chalet-con-vista-lago-in-svezia-2chalet-con-vista-lago-in-svezia-3chalet-con-vista-lago-in-svezia-4chalet-con-vista-lago-in-svezia-5chalet-con-vista-lago-in-svezia-6chalet-con-vista-lago-in-svezia-7

Photo Credits & fonte: Jotex | My Scandinavian Home

 

L’articolo Chalet con vista lago in Svezia. proviene da Charme and More.

3 Giugno 2019 / / Colori

Questa casa danese, dipinta in una delicata palette di blu, riflette la personalità della proprietaria, che ha curato la ristrutturazione in ogni dettaglio.

Delicata palette di blu per una casa danese

Quando Sanja ha acquistato l’appartamento, situato in un quartiere nordoccidentale di Copenaghen, aveva già le idee chiare. Via la moquette marrone, il lineoleum a scacchi in cucina e gli strati di tappezzeria che ricoprivano le pareti.

Sanja aveva già individuato le potenzialità di questo appartamento di soli 70 mq. Grandi finestre, una distribuzione ottimale degli spazi e stucchi sui soffitti.

La cucina e il bagno erano le aree più problematiche, ma Sanja non si è persa d’animo e ha portato avanti il suo progetto senza fretta.

Come avrete capito, il colore preferito di Sanja è il blu. Come lei stessa racconta, ogni stanza ha una nuance diversa, perché ogni volta il colore non era della gradazione che cercava.

Il blu mi rilassa e crea un insieme armonioso. Ma per l’ingresso ho scelto il rosa, perché amo trovare la gioia e l’umorismo quando entro dalla porta.

La casa riflette la personalità di Sanja, negli oggetti trovati nei mercatini dell’usato, nei ricordi d’infanzia, nei mobili ridipinti. Una decorazione costruita nel tempo e a strati, caratterizzata dalla spontaneità. Come spiega la proprietaria, non bisogna rincorrere la perfezione: se un oggetto ci piace, poco importa se non sembra accordarsi con l’ambiente.

  • Delicata palette di blu per una casa danese
  • Delicata palette di blu per una casa danese

La libreria è semplicissima: un sistema di ripiani appoggiati su mensole riempie un’intera parete dipinta di blu. I libri, le stampe e i cimeli di famiglia disposti con apparente noncuranza creano un’ambiente accogliente e caloroso.

La parete dietro il divano è stata lasciata grezza, con i vecchi strati di tappezzeria sovrapposti, in contrasto con il muro liscio a a fianco. Una soluzione decorativa interessante, che aiuta a rendere più dinamico lo spazio.

Delicata palette di blu per una casa danese

Completano il décor del soggiorno la sedia Papillon di Hardoy, Bonet e Kurchan, che apparteneva alla madre, i poster con riproduzioni d’arte, una lampada della nonna di Sanja.

  • Delicata palette di blu per una casa danese
  • Delicata palette di blu per una casa danese

In sala da pranzo le pareti sono dipinte di un blu più tenue. Anche qui regna la semplicità: qualche poste alle pareti, un divano letto per eventuali ospiti e un tavolo rustico con sedie in legno chiaro.

La palette di blu si arricchisce del turchese, grazie al mobile rustico un po’ shabby che funge da credenza in cucina. Il portacoltelli di Alessi e il tagliere in polietilene di Hay aggiungono un tocco di design contemporaneo.

Delicata palette di blu per una casa danese

In bagno ritroviamo invece il rosa, nelle piatrelline che Sanja ha acquistato in Italia. Delizioso il lavamani in porcellana decorato a mano con motivi floreali, di fattura artigianale danese.

Delicata palette di blu per una casa danese

Scegli i colori e gli oggetti che ti rendono felice, senza pensare troppo alle mode del momento. E’ la tua personalità a rendere la tua casa unica.

Delicata palette di blu per una casa danese

Visita tutte le case nei nostri House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

18 Maggio 2019 / / Case e Interni

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

Ci sono così tanti stili nell’arredamento e alcuni di loro si combinano perfettamente l’uno con l’altro. Questo è il caso dello stile scandinavo e di quello industriale. Quindi, se ti piacciono entrambi e non sai quale scegliere, punta su una combinazione dei due, come nel caso di questo appartamento. Il mix è di tendenza!

E’ sempre più frequente vedere interni scandinavi in cui è stato aggiunto un tocco industriale.

Lo stile nordico è abbastanza versatile ed è anche uno dei più adatti a combinarsi con lo stile loft-industriale. In questo caso, il risultato è perfettamente equilibrato grazie alla giusta dose di elementi dallo stile industriale che danno un tono eclettico pur mettendo in evidenza la semplicità e la funzionalità dello stile scandinavo.

Noi di Case e Interni cerchiamo, quando è possibile, di aggiungere la planimetria delle case che presentiamo qui sul blog, in modo tale che si possa comprendere meglio la distribuzione dei locali, per prenderne ispirazione. Questo ci è reso più facile se le foto dell’appartamento provengono da una agenzia immobiliare, come nel post di oggi.

In realtà, è una deformazione professionale, perchè in quanto architetti ed interior designer siamo molto interessati a come gli appartamenti sono stati progettati e anzi spesso guardiamo le immagini della pianta prima delle foto degli interni.

In questo caso, l’appartamento di soli 60 m², si trova in un edificio storico di una grande città svedese e purtroppo non ha subito grandi modifiche, per cui la distribuzione non è “perfetta” (anzi) e non sarebbe nemmeno conforme alle normative italiane. Tuttavia è interessante vedere, come con budget ridotto e senza fare modifiche murarie, si è riusciti a creare degli ambienti ricchi di carattere.

Partendo dalle basi tipiche dello stile nordico, con toni prevalentemente bianchi e grigi, in questo normale appartamento svedese, che non è un loft come puoi vedere, si sono piano piano aggiunti elementi di arredo ispirati alle vecchie fabbriche e tutto funziona perfettamente.

La cucina è uno degli spazi che ci ha colpito di più. E’ bastato osare una palette in bianco e nero, lasciare solo mensole a vista, lampade da ufficio a parete e barre dove appendere padelle ed utensili, per offrire una perfetta fusione tra stile industriale e nordico. Le piastrelle bianche quadrate posate sfalsate (a mattoncino) con una fuga scura ricordano subito le piastrelle metropolitana, tanto amate nello stile industriale. Anche il mattone a vista, recuperato da una delle pareti portanti in muratura, rafforza lo stile. Così come l’infisso in legno da edificio storico, che dipinto di nero acquisisce tutto un altro sapore.

In soggiorno l‘insegna luminosa di tipo industriale appesa alla parete, la collezione di stampe e poster, le sedie spaiate tra cui alcune da ufficio, aiutano a spostare il mood scandinavo verso quello dei loft. Anche il pavimento in legno tipicamente nordico è stato scurito per dare più calore. A questo proposito facciamo notare che, in appartamenti piccoli come questo, l’uniformità di pavimentazione è molto importante, perchè aiuta a dilatare gli spazi e a dare continuità.

La camera da letto offre la calma perfetta per il riposo, tipica degli interni nordici. Le pareti grigio-verde sono abbinate al bianco di finestra e soffitto, al nero di alcuni complementi e al calore del legno del pavimento.

Guarda tutte le foto e scopri come la combinazione di entrambi gli stili, scandinavo e industriale, sia decisamente semplice da attuare!

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

La facile fusione tra stile scandinavo e industriale

Fonte qui

Anna e Marco – CASE E INTERNI

19 Marzo 2019 / / Interiors

Oggi vi porto a visitare un cottage tradizionale in Islanda, decorato in una palette fatta di grigio, blu e materiali naturali.

Un cottage tradizionale in Islanda

L’Oggi andiamo in Islanda, un’isola aspra e inospitale dominata da una natura selvaggia. Eppure, questa terra così fredda e lontana esercita da sempre un certo fascino, per i suoi paesaggi sublimi, ma anche per la particolarità di manufatti umani. Tra questi, i cottage tradizionali, tutti in legno e dipinti con colori sgargianti, aggiungono un tocco di magia ed evocano scenari fiabeschi.

Un cottage tradizionale in Islanda

Certo, i cottage tradizionali sono costruzioni spartane, senza molte concessioni al lusso e alle frivolezze. Spesso all’interno sono dotati di tutti i confort, come il cottage che visitiamo oggi. Del resto i proprietari, gli interior designer Rut Káradóttir e Kristinn Arnarson, di stile se ne intendono, e si vede da come hanno trasformato il loro cottage.

Situato alle pendici del vulcano Hafnarfjall, il cottage tradizionale di Rut e Kristinn è completamente dipinto di nero all’esterno, così da essere facilmente individuabile nel paesaggio imbiancato.

  • L’ingresso del cottage
  • L’ingresso del cottage

Purtroppo, anche in Islanda queste strutture vengono abbandonate a favore di costruzioni moderne che poco hanno a che fare con le tradizioni locali, così i due designer hanno voluto dimostrare che anche una modesta casetta di legno può diventare moderna ed elegante.

Un cottage tradizionale in Islanda
al centro del cottage è situata la grande stanza che raggruppa le aree living: cucina, zona pranzo e soggiorno
Un cottage tradizionale in Islanda
  • Un cottage tradizionale in Islanda
  • Un cottage tradizionale in Islanda

All’interno, i proprietari hanno optato per un blu-grigio quasi totale, che ricopre le pareti, le boiseries, i soffitti: eppure non sembra di entrare in un acquario, tutt’altro.

  • Un cottage tradizionale in Islanda
  • Un cottage tradizionale in Islanda
  • Un cottage tradizionale in Islanda
  • Un cottage tradizionale in Islanda

L’atmosfera è calda e accogliente grazie agli accessori e ai complementi in legno naturale, agli oggetti di artigianato etnico, ai numerosi cuscini, coperte, pelli di pecora. Se poi vengono accese le candele, l’atmosfera Hygge è assicurata.

Fonte: Skonahem

Crediti Foto: Krista Keltanen

Visita le altre case della rubrica House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

16 Marzo 2019 / / Case e Interni

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese
L’interior design nordico è facilmente riconoscibile grazie alla sua semplice eleganza, legata alla forma e alla funzione. L’arredamento delle case costiere riflette tutto questo e riesce ad incorporare in modo naturale gli elementi del mare.

Una delle cose che ammiriamo veramente degli scandinavi e degli abitanti dei Paesi del Nord, è la loro capacità di portare la natura negli interni abitativi in modo semplice e senza eccessi. La casa danese da sogno, dell’interior stylist e graphic designer Pernille Grønkjær Taatø, è un bell’esempio di questo.

Situata in uno storico borgo sulla costa danese, la casa racchiude perfettamente la sottile sfumatura biancastra della sabbia e il sereno grigio-blu del mare del Nord.

Vivendo in una città di mare ci sentiamo così incredibilmente ispirati dalla casa danese! Ma anche se non vivi in riva al mare, ci sono così tante idee da copiare da questa splendida casa!

I colori principali in questa casa costiera sono il bianco, il colore sabbia del legno chiaro e un pallido grigio-azzurro. Questa palette contribuisce a creare un’atmosfera più rilassata in un ambiente contemporaneo.

Se vuoi copiare lo stile, sappi che la chiave per un arredamento come questo è la semplicità. Non aggiungere troppi mobili e complementi. Adotta un atteggiamento “minimalista” e sii molto selettivo su ciò che aggiungi al tuo arredamento.

Alcuni pezzi dei grandi designer danesi conferiscono classe ed eleganza senza tempo. Wegner è particolarmente noto per il suo stile pulito, che unisce comfort e design. La sua sedia Wishbone Chair (chiamata anche Y chair) si adatta ad ogni ambiente, anche se siamo vicini alla spiaggia.

In questi interni ci sono comunque alcune lampade di design italiano, che sono diventate ormai vere icone internazionali, come la Tolomeo di Artemide e Parentesi (1970, Achille Castiglioni, Pio Manzù) di Flos.

Quando ci si concentra su una combinazione di colori chiari e “sbiancati” , le texture diventano incredibilmente importanti. Come nel tavolo da pranzo, ricavato da un bellissimo pezzo di legno invecchiato, che con le sue fessure ricorda il legno “lavorato” dal mare.

Una casa dal sapore nordico-scandinavo fonde sempre il minimalismo con un sentimento di piacevole comfort, grazie all’importanza dei dettagli, che anche qui non mancano. Scoprili scorrendo le foto che seguono.

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Idee da Copiare in una Casa Costiera Danese

Fonte e Fotografia: Pernille Grønkjær Taatø e Trine Bukh

Per altri spunti guarda qui, quali sono i punti salienti dello stile nordico-scandinavo, che rendono questa tendenza una delle preferite degli ultimi anni.

Anna e Marco – CASE E INTERNI

7 Marzo 2019 / / Colori

Una casa d’epoca nel centro di Gothenburg è il perfetto esempio del minimalismo scandinavo.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Colori chiari, possibilmente neutri, tanto legno e pochi oggetti, meglio se di design. Queste semplici regole sono la base del minimalismo scandinavo, di cui la casa che vi presento oggi è l’esempio perfetto.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

La casa è stata ristrutturata da Alvhem, uno studio che unisce un’agenzia immobiliare e un negozio di interior design con sede a Gothenburg (o Goteborg).

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Generalmente non pubblico molte case svedesi, perché solitamente on line si trovano immobili ristrutturati dalle agenzie destinati alla vendita. Queste case hanno il difetto, se così si può sire, di essere omologate nello stile, così ho deciso di condividere solo quelle che hanno un tocco particolare.

La casa di oggi mi piace perché il minimalismo spinto, che può creare una sensazione di vuoto, è compensato dal calore intrinseco degli elementi strutturali, come il pavimento in legno, le porte antiche, i tubi degli impianti a vista.

Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio
Minimalismo scandinavo in bianco e grigio

Visita tutte le case pubblicate nell’House Tour


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail: