11 Febbraio 2021 / / Interiors

A Cetara, sulla costiera amalfitana, lo studio del designer Ernesto Fusco ha rinnovato una casa con un progetto caratterizzato dal dialogo tra tradizione e modernità.

casa sulla costiera amalfitana

Nell’antico borgo marinaro di Cetara, sulla costiera amalfitana, il designer Ernesto Fusco ha realizzato un progetto di ristrutturazione basato sul dialogo tra la tradizione locale e lo stile moderno. 

Il nuovo taglio dell’appartamento è decisamente contemporaneo, con i nuovi spazi completamente aperti verso la vista sul mare e l’involucro bianco e minimalista. Tuttavia, gli accenti decorativi si ispirano ai colori e ai profumi locali, nell’intento di cogliere lo spirito magico e romantico del luogo

Le ceramiche amalfitane protagoniste

In questa casa sulla costiera amalfitana, la tradizione locale rivive nelle ceramiche vietresi, che rivestono parte dei soffitti, in un gioco che mira a sovvertire le regole e che crea uno scorcio inaspettato. Le “riggiole” vietresi vanno a formare un cielo di ceramica da ammirare comodamente seduti sui soffici sofà, mentre il pavimento a listoni di rovere richiama atmosfere settentrionali e borghesi.

casa sulla costiera amalfitana
casa sulla costiera amalfitana

Le ceramiche amalfitane diventano protagoniste in cucina, dove, oltre a rivestire il paraschizzi, occupano un’intera parete. Il contrasto con l’arredo di gusto contemporaneo, caratterizzato da linee rigorose e superfici in legno o laccate in bianco, caratterizza tutta la zona living.

casa sulla costiera amalfitana

Radiatori di design by Tubes

L’appartamento è composto da un ingresso, una zona living affacciata sul mare e con cucina a vista, una camera padronale e una per gli ospiti, la zona servizi con bagni e lavanderia. Al piano superiore si trova una splendida terrazza arredata e attrezzata con cucina all’aperto, rivestita in teak come il ponte di una nave.

casa sulla costiera amalfitana

In questa casa spiccano i radiatori di design, utilizzati come pezzi d’arredo e capaci di celare la loro funzione. Il marchio scelto dall’architetto è Tubes, un’azienda italiana tra le eccellenze del made in Italy.

casa sulla costiera amalfitana

In soggiorno troneggiano, come delle sculture, i radiatori della linea Milano, disegnata da Antonia Astori e Nicola de Ponti, mentre nel bagno della zona living si inseriscono perfettamente i radiatori a parete della collezione TBT, disegnata da Ludovica+Roberto Palomba.

casa sulla costiera amalfitana

In camera da letto e cucina il progettista ha scelto il radiatore Soho, sempre di Ludovica+Roberto Palomba, dal design essenziale e rigoroso.

Photo courtesy by Press Office Italy Share //Progetto Interior Designer Ernesto Fusco // Photo Roberto Pierucci

20 Gennaio 2021 / / +deco

Eccoci qui, gia’ a meta’ Gennaio. Ho cominciato l’anno a passo lento: il lavoro e’ lento e io sono lenta. Mi sento distratta e letargica e le uniche cose che mi va di fare sono yoga e bere vino (mi rendo conto, una contraddizione). Sto cercando di darmi una scossa e sto tentando di trovare un po’ di concentrazione e vigore. Anche voi vi sentite un po’ sottotono?

Nel frattempo sogno ad occhi aperti interni che possano smuovermi dalla mia indolenza. Quello che vi faro’ vedere oggi e’ indecentemente bello: e’ un’eruzione di colori sfarzosi, motivi sofisticati e materiali sontuosi. Maison Souquet ripropone lo spirito originario della sua sede, una casa di piacere durante la Belle Epoque, nel quartiere Montmartre a Parigi. Insieme ad un’altra gemma, il Maison Athenee, Maison Souquet e’ parte della Maisons Particulières Collection fondata da Sylviane Sanz e Yoni Aidan. Ogni stanza e’ differente ma ugualmente incantevole e seducente.

Sono sicura che una notte a Maison Souquet mi scuoterebbe dal mio torpore.

Fotografie cortesia di Maisons Particulières Collection.

The post L’opulenza di Maison Souquet appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

5 Gennaio 2021 / / Case e Interni

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

Pareti vetrate, attenzione ai dettagli e muri in cemento: questa è la dimora scandinava della home stylist Linnéa Salmén e del suo compagno Magnus.

Questo monolocale elegante di Stoccolma ha qualcosa di prettamente nordico: una combinazione di colori basati sui toni grigi e naturali. Tuttavia è una dimora abbastanza diversa dai tipici interni scandinavi che siamo soliti vedere, in primo luogo per i muri di cemento, visto che gli scandinavi tendono a preferire la pittura o la carta da parati. Ha soffitti alti, una bella luce che proviene dalle alte finestre industriali e piccoli oggetti insoliti qua e là.

Il monolocale degli anni ’50 era in precedenza uno studio di un artista. Era in cattive condizioni quando è stato acquistato, si trattava solo di una stanza senza elettricità né acqua. Ora troviamo cucina, bagno, ingresso, soggiorno, camera da letto e ripostiglio il tutto in poco più di 50 metri quadrati.

Durante i lavori di ristrutturazione, gli operai hanno rimosso dei vecchi pannelli dal muro, dietro i quali si nascondevano muri di cemento grezzo, che Linnéa ha deciso di mantenere. Sono lo sfondo perfetto per l’arredo della sua casa, visto che ama utilizzare principalmente toni di grigio, sabbia e nero. Anche se Linnéa utilizza principalmente colori freddi, la casa è comunque calda e accogliente grazie alle texture (come quel meraviglioso tappeto soffice), gli elementi in legno e i tanti oggetti personali con cui ha decorato la sua casa: elementi vintage, classici del design e cose che ha realizzato da sola.

Linnéa ama acquistare mobili ed oggetti usati, non necessariamente antichi. Lei crede che si possa trovare qualsiasi cosa possa servire all’arredamento di una casa, anche se è usato, pagandolo ad un prezzo irrisorio. È anche un buon modo per pensare in modo sostenibile.

La zona giorno è illuminata da grandi finestre industriali, che corrono lungo quasi l’intero muro, che si affaccia sul giardino e sono state sostituite di recente. Lasciano comunque un ricordo del passato di questo luogo, quando era un atelier di artista.

Situato in alto il piccolo ingresso, è possibile raggiungerlo tramite una scala. Il sottoscala è un ripostiglio che serve anche a deposito degli oggetti di scena che Linnéa utilizza per il suo lavoro: creare scene per le foto da pubblicare su riviste e pubblicità. Usa il tavolo della cucina come scrivania (quando si dice smart working). Al momento ha grandi clienti come Granit, Ikea, Mateus e H&M Home.

La cucina è stata progettata da Linnea e l’ha costruita suo padre, che fa il falegname. Il piano del tavolo da pranzo è una vecchia porta. Sopra uno scaffale minimalista di Muuto trovano spazio tazze artigianali.

In soggiorno vediamo il divano Söderhamn di IKEA e la credenza creata con gli elementi Ivar sempre di IKEA, dipinti in grigio. Guarda altre idee per personalizzare Ivar qui. La lampada a sospensione francese Vertigo di Petite Friture è un’icona di design molto amata dagli scandinavi.

Non ci sono partizioni nella piccola casa, ma è stata aggiunta una porzione di parete vetrata industriale per creare la privacy per lo spazio dedicato alla notte, senza perdere la luce naturale. Per oscurare, la coppia tira semplicemente una tenda nera, che va dal pavimento al soffitto. Un morbido plaid in maglia grigia sopra al letto con retro letto, aggiunge calore alla stanza.

Il consiglio di Linnea è di non dar troppo retta alle tendenze: se è trendy, scomparirà. Quindi coltiva il tuo stile, acquista l’usato nei mercatini delle pulci. È più economico e più rispettoso dell’ambiente.

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

piccola casa studio in stile industriale scandinavo

Foto: Emily Laye e Emelie Sundberg

______________________________________

Anna e Marco DMstudio – CASE E INTERNI

22 Dicembre 2020 / / Case e Interni

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Oggi visitiamo una casa bifamiliare arredata in stile nordico-scandinavo con mobili Ikea e vintage. Un bell’esempio di arredamento low cost. Si tratta di una residenza di città con grandi finestre per una coppia con quattro figli.

Tutto è pronto per l’arrivo del Natale nella casa olandese di Adriana van den Berg, che si occupa di decorazione d’interni. L’abitazione ha assunto un’aria di festa grazie ai sobri e nordici addobbi natalizi, che impreziosiscono gli ambienti. Le decorazioni sono ben integrate, creano la giusta atmosfera, ma non attirano molta attenzione su di sé. Stelle di carta appese alle finestre, rami di abete e di eucalipto, finte pellicce, veri alberi di Natale e le immancabili candele.

La casa si sviluppa su tre piani ed è impostata su una palette di colori prettamente scandinava, come abbiamo imparato a riconoscerla in questi anni: molto bianco (pareti e mobili) con qualche accento nero (porte ecc.), scaldato da elementi in legno (pavimenti e mobili). 

Al piano terra troviamo la zona giorno con un parquet chiaro a pavimento posato a listoni. La cucina, separata dal soggiorno da una porta nera, ha un’interessante pavimento a scacchiera, grazie all’uso di piastrelle bianco e nere. Al piano superiore troviamo le camere dei bambini, dove i pavimenti sono in listoni di legno sbiancato. Infine nel piano mansardato, la camera matrimoniale, il guardaroba e la camera dell’ultimo nato, anche qui legno sbiancato a pavimento.

La proprietaria ama andare a caccia di tesori nascosti nei mercatini vintage e nei negozi di seconda mano, per cui oltre a diversi mobili Ikea, troviamo arredi ed oggetti, che hanno trovato qui una seconda vita.

Nel soggiorno: divano, tavolino in legno e credenza, sono tutti di Ikea. Il mobile credenza è stato creato con elementi Ivar dipinti di bianco e sospesi da terra. Altre personalizzazioni di Ivar le trovi in questo nostro articolo. Completano l’arredo un tappeto in stile scandinavo, un pouf marocchino, un armadio con ante a libro per la tv, delle sedie vintage e un bel camino con stufa.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

In cucina i mobili della zona pranzo e i candelabri sono stati acquistati nei mercatini dell’usato, mentre le basi e i pensili della cucina sono di Ikea, ma su di essi è stata applicata una mano di vernice bianca, che si armonizza meglio con lo stile della casa. Una porta antica è stata recuperata in un ex convento, per creare un armadio a tutta altezza. Un pannello in finto marmo protegge il muro dietro le sedie. Infine la porta in stile classico nera richiama il pavimento bicolore.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

In camera da letto, troviamo anche qui un mobile contenitore sospeso, realizzato con gli elementi Ivar di Ikea, dipinti di bianco. Il letto in legno grezzo è sempre di Ikea ed è impreziosito da una tenda bianca fissata a soffitto e a parete, che crea un finto baldacchino. In un angolo della stanza, troviamo un mobile toeletta con specchio degli anni ’20, trovato su Internet e dipinto di nero. Ancora una volta ricordiamo l’importanza delle texture in ambienti quasi monocromatici come questo: per cui via libera a cuscini diversi, pompon, coperte lavorate a maglia, fiori secchi ecc.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

In bagno, tra le piastrelle semplici e bianche, spicca la credenza etnica in noce, a cui è stato dato un nuovo uso con i due lavandini. Anche qui troviamo il pavimento a scacchi bianco e nero.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Nella camera della bambina, il letto Ikea con tenda bianca, si abbina al vecchio armadio e al mobile vetrina dipinti di bianco e ad altri arredi in vimini, acquistati online e nei negozi di seconda mano. Un tocco romantico è dato dalla carta da parati floreale.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Anche nelle altre camere dei bambini troviamo scrivanie e mobili vintage o di Ikea.

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Tour di Natale nella casa arredata con mobili Ikea e vintage

Foto di Muk van Lil via micasarevista

______________________________________

Anna e Marco DMstudio – CASE E INTERNI

18 Dicembre 2020 / / +deco

Sono cosi’ felice di mostrarvi lo spettacolare showroom De Gournay di Parigi, progettato da India Mahdavi come parte dell’evento Deco Off 2020. Solo India Mahdavi poteva creare un favoloso ed accogliente boudoir che riesce ad essere contemporaneamente molto belle epoque ed incredibilmente di tendenza. La designer ed architetto di origini iraniane-anglo-egiziane e’ indubbiamente illustre maestra nel creare associazioni di colori inaspettate e nel declinare al meglio tonalita’ brillanti e coraggiose, vestendole con dettagli femminili e con forme inusuali.

Lo showroom e’ composto da due grandi stanze. La stanza lounge con grandi sedute in velluto viola e’ imbellita dalla carta Abbasi in The Sky commissionata dallo storico atelier francese De Gournay. Il murales, parte della collezione PPP e’ ispirato dal lavoro del miniaturista Iraniano del sedicesimo secolo Reza Abbasi; la scena e’ pitturata a mano su una seta color verde acquamarina pallido . La moquette lilla, soffice e sontuosa, unisce questo spazio con la stanza adiacente tappezzata dalla versione arancio della carta Chez Nina. Immancabili nei progetti di India le poltroncine a fiore Charlotte in velluto rosa cipria.

Fotografie di Rebecca Reid (cortesia di De Gourney)

The post India Mahdavi per De Gournay appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

18 Dicembre 2020 / / Architettura

TECA HOUSE di Federico Delrosso riceve la menzione d’onore Best of Year Awards 2020, il premio della
prestigiosa rivista USA Interior Design

Teca House, l’iconico progetto dell’architetto Federico Delrosso ispirato alla Glass House di Philip Johnson, immerso nella natura delle colline Biellesi, riceve la menzione d’onore – nella categoria Residential Landscape – del premio annuale Best of Year Awards 2020 indetto dalla prestigiosa rivista americana Interior Design. La premiazione in digitale si è tenuta lo scorso 9 Dicembre.

Best of Year Awards

Concepito con un approccio minimal-naturalista, Teca House è un edificio contemporaneo che consiste nel recupero di un piccolo fabbricato rustico nella splendida cornice delle colline di Biella. Si basa su un intervento di inversione compositiva, che porta all’esterno, smaterializzandolo, un piccolo volume rustico preesistente dando vita ad una nuova funzione sul territorio.

Best of Year Awards
Best of Year Awards

L’edificio ha una superficie di circa 80 mq che si estende di altri 50 aprendo le pareti vetrate scorrevoli che circondano interamente il volume. La flessibilità del progetto, rende questo spazio, ideale per riunioni od ospitare un cocktail di lavoro ma è anche un rifugio intimo per la lettura o yoga. Può anche trasformarsi in una foresteria per gli ospiti occasionali del padrone di casa e di sua moglie. Teca House è stato concepito come un prezioso contenitore culturale, un landmark con l’intento di creare nuove possibilità di relazione con territorio biellese. 

Best of Year Awards
“In questo progetto la Teca custodisce l’uomo e le sue emozioni. Un punto di vista privilegiato e poetico, una totale immersione nella natura, quasi come se il fruitore fosse sospeso nel vuoto. Contestualmente essa lavora in negativo: lo sguardo è infatti rivolto dall’interno all’esterno, ad indicare la centralità dell’essere umano” dichiara Federico Delrosso.

L’impianto murario rurale diventa il basamento, la connessione con il territorio dal quale nasce il nuovo intervento, leggero e trasparente: una struttura in calcestruzzo che si apre verso il paesaggio con due grandi ali orizzontali ed una pelle di vetro completamente apribile che ne racchiude il volume. L’impianto architettonico nasce per favorire i corretti apporti solari: la conformazione dei solai che si protendono allungati oltre la teca di vetro hanno lo scopo di proteggere dall’irraggiamento solare estivo, favorendone invece quello invernale.

Best of Year Awards

Le sofisticate soluzioni architettoniche e strutturali, pur non visibili esternamente, hanno consentito di integrare l’edificio con soluzioni e materiali altamente performanti volte all’eliminazione e correzione dei ponti termici. L’impiantistica affiancata agli interventi di isolamento portano l’edificio in classe energetica A4


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.


Photo credits: Matteo Piazza

L’articolo Best of Year Awards 2020, il premio della rivista USA Interior Design proviene da Design ur life blog.

21 Novembre 2020 / / Design Ur Life

Le belle case su Instagram sono davvero tante e attraverso questi home tour cerco di esplorare, trovare ispirazione e idee di design nelle case italiane che hanno un profilo Instagram.

La rubrica Case su Instagram oggi bussa la posta della casa di Greta, il suo profilo Instagram si chiama @homeat88A. Vive insieme al suo marito Alessandro in Toscana e hanno un figlio di tre anni. Ha una casa luminosa e arredato con uno stile personalizzato e tanto gusto.

Questa casa apparteneva ai nonni di suo marito ed era totalmente diversa. Loro infatti, hanno pensato di fare i lavori di ristrutturazione e si sono affidati ad un’ingegnere. Hanno abbattuto le pareti nel soggiorno, creato aperture e ampliato delle porte e finestre, realizzando un open space. Loro con i lavori della ristrutturazione hanno voluto rendere la casa sostenibile grazie ad inserimento degli impianti fotovoltaici, igloo (il sistema che garantisce una perfetta areazione necessaria all’isolamento contro l’umidità e le muffe) e il riscaldamento a pavimento in tutta la casa. Il pavimento in tutta la casa è un grès porcellanato effetto legno, per via del riscaldamento a pavimento. Le porte interne sono in legno dell’azienda italiana Garofoli.

case su Instagram

Home tour

La cucina è di Veneta cucine, il modello RiFlex in vetro nero opaco. È composta da 4 colonne incassate in una struttura in cartongesso realizzata su misura, e un’isola centrale con piano di lavoro in marmo vetrificato bianco, su cui hanno fatto montare in salita il pavimento per rendere l’isola parte integrante della casa. Gli sgabelli sono in metallo nero della Westwing.

case su Instagram

Zona living

Nella zona living à arredato con un divano componibile Maison Du Monde.

case su Instagram

Il mobile tv è Ikea modello Besta sospeso a cui è stato sovrapposto un top sempre Ikea effetto legno. Loro utilizzano i mobili basic e low cost Ikea come base per poi arricchire con i giusti complementi d’arredo per dare lo stile che fa la differenza.

case su Instagram

Il tavolo da pranzo è di Hay Design e le sedie bianche con gambe in legno ispirate alle DSW. Console effetto cemento di Maisons du Monde abbinata alla colonna sempre in cemento nel Salotto che ospita l’iconica Monkey Lamp di Seletti.

case su Instagram

Le tre lampade sospese sopra il tavolo sono di Beliani mentre la string lamp che si attorciglia sul soffitto spiovente è una creazione totalmente fai da te. Hanno acquistato le lampade da Leroy Merlin, cambiando i cavi e usando i gancetti per fissare in vari punti del soffitto.

case su Instagram

La scala a chiocciola che porta in mansarda è l’unico elemento della vecchia casa che prima era in un legno laccato ed aveva un corrimano intarsiato. Quindi per rinnovare hanno pensato di ridipingerla in nero.

Infine, un tocco green inserendo le piante tropicali come il banano nano la Monstera e Strelitzia. I quadri e le stampe di Desenio sempre in tema verde.

Zona notte

Una parete in cartongesso sulle spalle del letto che divide la stanza dalla cabina d’armadio (Pax Ikea). Anche il letto è dell’Ikea. I due sgabelli in legno grezzo (Westwing) al posto dei classici comodini e le lampade sospese al posto di più tradizionali abat jour, sono i dettagli che fanno differenza. Invece, il comò è stato acquistato da Maisons Du Monde con una piccola modifica alle gambe. Aggiungendo le gambe haipin leg, in metallo nero, che lo ha reso più in linea con lo stile della casa.

case su Instagram

L’angolo make-up e beauty è sempre Ikea, mensola con cassettini Alex, scaffale Kallax e specchio con led StorJorm.

case su Instagram

La camera del bimbo è più che altro una stanza giochi, anche qui hanno inserito l’armadio Pax Ikea e il mobile Kallax comodo contenitore di tutti i giocattoli.

case su Instagram

Il bagno

Ciò che distingue il bagno dal resto della casa è il pavimento in grès effetto legno si interrompe e si interseca dolcemente con delle piastrelle effetto cemento esagonali, montate in modo scomposto.

case su Instagram

Il mobile lavabo è un pensile cucina Ikea su cui hanno montato delle gambe in metallo e un piano in legno grezzo e incurvato. La doccia è a filo pavimento e i sanitari sono di Leroy Merlin anche la Vasca freestanding. I rubinetti nero opaco sono invece di Bugnatese. Gli specchi con profilo nero sono aquistati da Westwing.

case su Instagram
case su Instagram

La veranda

Nella veranda hanno ricavato anche una zona lavanderia, semi coperta da un separè in legno e le piante di cactus.

case su Instagram

Entra a far parte della community di appassionati di architettura e interior design e usa l’ Hashtag #happycornerathome per pubblicare le foto di casa tua e le più belle verranno condivise nelle mie storie.

Rubrica case su Instagram e Home Tour in diretta sul mio Instagram

Se volete vedere l’home tour di questa casa oggi venerdì 20 Novembre alle 11:00 facciamo una diretta Instagram con Greta.


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


L’articolo Case su Instagram, Home tour #20 proviene da Design ur life blog.

22 Settembre 2020 / / Dettagli Home Decor

soggiorno arredo design

Un progetto può avere innumerevoli punti di inizio. Questo realizzato dall’architetto Alessandra Sacchi, con il team DePadova Santa Cecilia di Milano, per la ristrutturazione di un appartamento privato in un edifico d’epoca, è partito dalla relazione con il contesto. Il quartiere nobile e di forte connotazione Liberty ribattezzato dai milanesi “il quadrilatero del silenzio”.

I toni chiari che si propagano dai pavimenti alle pareti ai mobili, e attraversano materiali e tessuti, riescono ad amplificare l’atmosfera sospesa proveniente dall’esterno, per scorrere come linfa vitale dello spazio interno. Qui non è stata dimenticata la storia, di cui si rintracciano i segni originali nei decori, nelle incisioni delle porte, negli stucchi di gesso dei soffitti e nei pavimenti di legno sbiancato. Un gioco di rimandi sottolineato dal posizionamento strategico di specchi, fra i quali, il grande Veneziana (Piero Lissoni design), nella sala da pranzo, è punto focale. Allunga nella stanza il verde della terrazza e riflette gli arredi.

Gli ambienti sono tutti definiti dalla triplice firma Boffi, DePadova, Ma/u Studio. Un insieme coordinato che esprime l’ordine rassicurante dell’atmosfera domestica, dove il rapporto emotivo fra le cose è dato dalla precisa linearità e accoglienza delle forme e dalle dichiarazioni funzionali rigorose, ma non severe.

L’immagine riconoscibile e duttile dell’intimità quotidiana, aspetta solo di essere vissuta.

L’articolo Un appartamento ristrutturato nel “quadrlatero del silenzio” a Milano proviene da Dettagli Home Decor.

18 Luglio 2020 / / Coffee Break

Questo container si trova in Costarica, in una delle aree con la natura più intatta del mondo; è stato riadattato ad abitazione, misura circa 110 mq, e contiene non solo gli ambienti tipi di una casa tradizionale, due camere, cucina e bagno, ma anche una piccola piscina salata.

Living in a container

This container is located in Costa Rica, in one of the areas with the most intact nature in the world; it has been adapted to a home, measuring about 110 square meters, and contains not only the typical rooms of a traditional house, two bedrooms, kitchen and bathroom, but also a small salt swimming pool.

Via 

17 Luglio 2020 / / Design Ur Life

Le belle case su Instagram sono davvero tante e attraverso questi home tour cerco di esplorare, trovare ispirazione e idee di design nelle case costruite da designer, architetti oppure semplice appassionati di Interior.

Con la rubrica “Case su Instagram” oggi facciamo Home Tour da Manuela (su Instagram @ designtherapy. La sua casa è una nuova costruzione che Manuela ha seguito personalmente il progetto e i lavori.

Home Tour

La zona giorno come un arioso open space che si apre sul giardino esterno grazie a grandi vetrate scorrevoli.

DSCF6544

La parete è stato tinto in una rilassante tonalità desaturata di verde, combinato con il bianco. Il pavimento è un parquet in rovere spazzolato e piallato a mano, dal caratteristico effetto vissuto che scalda l’atmosfera.

DSCF7827

A dividere la zona pranzo dalla cucina c’è una grande vetrata fissa con fioriera sul lato cucina. La porta è scorrevole in vetro millerighe di Lualdi; tutte le altre porte sono sempre di Lualdi con telaio in acciaio e vetro nero.

Home Tour

Per illuminazione della zona giorno sono state scelte delle scenografiche sospensioni Caboche di Foscarini in due differenti misure.

DSCF7792

Una soluzione molto bella è l’utilizzo delle nicchie ricavate nei vari punti del soggiorno. Servono per rianimare la parete e renderla viva attraverso l’uso di luci mirate , come spazio espositivo per i vasi e le piante.

DSCF6540

Il carrello di Normann Copenhagen e le vecchie damigiane recuperate sono delle idee da prendere spunto per decorare la casa.

DSCF7814

DSCF3322

Angoli e pareti decorati con gli oggetti decorativi del brand danese design letters, donano uno stile scandinavo alla casa.


Zona Notte

Anche in camera da letto sopra la testata è stato ricavato una nicchia decorata con delle piante e il poster dell’azienda Posterlounge. La parete color verde dietro il letto dona un aspetto rilassante alla camera da letto.



La casa di Manuela è una dimora curata nei minimi dettagli e arredata con gusto e personalità. Fammi sapere nei commenti se sei d’accordo con me.

Home Tour






Video Home tour sul mio Instagram

Oggi non ci sarà la diretta ma un video IGTV per fare l’home tour in questa bella casa. Passa a trovarmi e lasciami un commento.

Vuoi vedere la tua casa sul mio blog? Puoi contattarmi e inviarmi le foto.


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


 

L’articolo Home Tour #11, Case su Instagram proviene da Design ur life blog.