Ottobre, le piante rientrano in casa

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
Idee e consigli per disporre le piante in casa

Le temperature si stanno abbassando ed è il momento di riportare le piante al riparo dentro casa in attesa della prossima primavera. Ma come disporre le piante in casa?

Le piante sono un vero e proprio complemento d’arredoin grado di valorizzare gli interni delle nostre case, inoltre favoriscono il ricambio di ossigeno, trasmettono energia positiva e ci regalano una piacevole sensazione di benessere.
Con un pò di fantasia e la giusta dose di creatività, si possono creare deliziose composizioni green per ravvivare qualsiasi angolo della casa, dal soggiorno alla camera da letto, così come nella stanza da bagno. Grazie alle proprietà di depurazione dell’aria, il bagno è certamente l’ambiente della casa più idoneo ad ospitare le piante in quanto riossigenano l’aria e assorbono l’umidità presente.

Naturalmente le piante di grandi dimensioni andranno necessariamente collocate a terra, disposte singolarmente o in gruppo. Potete ad esempio sistemarle in soggiorno vicino al divano, oppure al tavolo da pranzo. Le piante di medie e piccole dimensioni possono trovare posto sopra una mensola, una panca o sopra un mobile. Se lo spazio proprio non c’è e le piante sono molte, potete appenderle acquistando appositi porta piante o meglio ancora, creando fai da te originali porta piante in corda d’appendere

Quando create dei gruppi di piante, che siano da collocate a terra oppure sopra un piano, ricordate sempre di giocare con le altezze per dare maggior movimento alla composizione e un senso di profondità.
Qualsiasi ambiente anonimo, una volta arricchito con alcune piante verdi, si trasformerà in uno spazio caldo e accogliente.

Se non sapete dove mettere le piante in ecco una carrellata di immagini che abbiamo selezionato per voi.


Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
Idee e consigli per disporre le piante in casa
immagini via Pinterest

Se vuoi scoprire qual’è la pianta giusta per la tua casa, clicca qui!

Tags: ,

 
 

Coltivare le piante più trendy del momento

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor
sources 1. 2. 3. 4. 5. 6.


Sono belle e facili da coltivare. Le piante più pinnate del momento sono un trucchetto economico e green per rendere le nostre case super trendy!
Anche se non hai il pollice verde, non preoccuparti. Impegnati e segui questa mini guida. Coltivarle indoor sarà un gioco da ragazzi.

Tre delle star che ho selezionato per te sono piante da frutto, mentre le altre tre sono tipiche piante decorative.

– IL FICUS CARICA

Partiamo da ficus carica, o meglio, l’albero del fico. Una pianta da frutto che non è affatto difficile da trovare nella nostra bella Italia. Chiaramente, ne è più comune l’utilizzo outdoor, ma le sue foglie sinuosamente frastagliate, sono ben accette anche idoor.
La pianta del fico necessita di un vaso ampio sin da piccola. Puoi sistemarla fin da subito in un vaso dal diametro di 60 cm, che andrà a riempire crescendo. 
Sistema dell’argilla espansa sul fondo del vaso, rigorosamente forato. Prepara un suolo con un misto di torba e sabbia in rapporto 2/1.
Se necessario, puoi rinvasare il tuo fico in primavera.
I fichi, non spuntano facilmente all’interno, ma se sarai fortunato, ne vedrai qualcuno in estate.
Colloca il tuo alberello in un luogo assolato. Il fico è una pianta forte e resistente, ma è meglio tenerla al riparo dal freddo d’inverno. D’estate, invece, è bene annaffiarla spesso.

– IL BANANO


Piuttosto esigente invece, la pianta del banano, abituata a climi torridi.
Tuttavia le sue foglie sono davvero irresistibili. Creano un immediato effetto tropical e sono ottime alleate degli ambienti boho. 
C’è innanzitutto da sapere che il banano cresce molto in altezza. In commercio, però, esiste anche la varietà “banano nano”, più adatto per questo motivo ad essere impiegato indoor.
Disponi sul fondo del vaso della sabbia, assicurati che l’acqua possa facilmente drenare ed aggiungi un terreno ricco di hummus e ben fertilizzato. 
Nelle stagioni calde, irriga spesso il terreno, mentre in quelle più fredde, annaffia solo quando la terra si asciuga.
Le grandi foglie vanno pulite dalla polvere regolarmente, mentre quelle ingiallite devono essere asportate.
Il banano predilige un ambiente soleggiato, ma lontano dagli spifferi.
Se seguirai queste semplici regole, probabilmente vedrai spuntare delle  banane rosa altamente istangrammabili!

– LA PILEA


Diametralmente opposta al banano è la Pilea peperomoides, una “nuova” (scoperta da poco) pianta di origine asiatica. Chiamata anche pianta delle monete, questo tipo di Pilea è contraddistinta proprio dalla forma circolare delle foglie. 
Coltivarla è super-facile perché questa piantina non necessita di grandi attenzioni.
Deve essere innaffiata solo quando il terreno si asciuga. Quindi è particolarmente adatta a te se (come me) tendi a dimenticarti di innaffiare le piante.
Ama la luce, ma non i raggi diretti del sole e non deve essere posizionata vicino a fonti dirette di calore.
Se sei riuscita a procurartene un rametto, basterà  piantarlo in un terreno di buona qualità e ben presto metterà le sue radici e si moltiplicherà.
La pilea peperomoides può vivere anche in acqua!

– LA MONSTERA


La Monstera Deliciosa è la pianta del 2017. Le sue foto hanno invaso il web a tal punto che ill mondo dell’handmade l’ha utilizzata come icona da riprodurre artigianalmente.
Quello che piace è la foglia a forma di cuore che, crescendo, si rompe creando delle aperture sui lati. È proprio questa la peculiarità della Monstera. 
In natura cresce fino a venti metri ostentando enormi fogli ed un vero e proprio tronco.
Puoi piantarla in un mix di terra e torba e sistemarla in un luogo luminoso, ma non troppo esposto al sole.
Pulisci le foglie dalla polvere e nebulizzale periodicamente. La Monstera richiede più acqua in estate che in inverno e può essere rinvasata ogni 3 anni.
In appartamento è raro che fiorisca, ma questa pianta è in grado di produrre dei bellissimi fiori in primavera. Sono simili a quelli della calla. In realtà la Monstera produce anche dei frutti, che diventano commestibili dopo i primi anni di vita della pianta. Si dice abbiano  un sapore simile a quello dell’ananas.

– LA “RUBBER PLANT”


La pianta della gomma è una comune pianta d’arredamento, piuttosto facile da trovare in qualsiasi negozio di fiori e piante. La sua forma essenziale è davvero incantevole.
Può raggiungere i 3 metri d’altezza, ma è bene sostenerne il fusto con un tutore, in modo che cresca “nella giusta direzione”.
La pianta della gomma ha bisogno di tanta luce, anche di sole diretto. Il suolo più adatto è composto di torba e sabbia. 
Annaffiala spesso in estate e limitati ad un’irrigazione a settimana in inverno.
Questa pianta piace a tutti per la sua semplicità: ha delle foglie rigide e consistenti di forma ovale che è bene tenere sempre pulite e libere dalla polvere.

– L’OLIVO


Altro protagonista degli styling di tutto il mondo è l’ulivo. La nostra cara Olea Europaea ha conquistato tutti con il verde tenue della sua chioma.
È abiuato al clima del Mediterraneo, quindi necessita di almeno mezza giornata in pieno sole.
Sistemalo lontano dai radiatori, ed irrigalo regolarmente. 
Scegli un vaso di una taglia in più: il fusto deve distare dal bordo almeno 5 cm.

E tu? Hai mai provato a coltivare una di queste piante?

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Unisci bellezza e benessere con le piante officinali in giardino

Pubblicato da blog ospite in Design d' Ingegno, Idee

L’organizzazione del giardino può essere affidata ad un tema ispirato ad una tonalità di colore oppure alla scelta di una particolare ambientazione che si vuole creare. In alternativa – ed indipendentemente dalla disponibilità degli spazi – si può scegliere di coltivare piante officinali per conciliare l’estetica alla voglia di prendersi cura della propria salute.

Siamo sempre più attenti alle cose che mangiamo, alla provenienza dei prodotti e alla qualità del cibo. Le piante officinali sono considerate dei rimedi naturali dall’erboristeria e dalla fitoterapia, utilizzate per il trattamento di disturbi come il raffreddore, il mal di stomaco, l’insonnia ecc… in virtù delle loro proprietà benefiche e terapeutiche.
La coltivazione delle piante officinali diventa dunque una soluzione intelligente per conciliare la passione del giardinaggio alla cura del nostro corpo.

Alcune piante officinali sono fortunatamente anche ornamentali. Tra queste, quelle che possiamo facilmente coltivare ci sono l’Alkekengi, l’Echinacea Purpurea e la Rosa Canina, poiché diffuse naturalmente nel nostro paese. Grazie alle loro qualità estetiche e funzionali, questi vegetali possono rendere il nostro giardino o il terrazzo un posto ancora più prezioso e speciale.

Fiori di Camomilla

Come scegliere le piante officinali più adatte alle nostre necessità?

Ogni pianta officinale ha delle caratteristiche proprie che riguardano la crescita, la fioritura e non da ultimo l’ingombro in termini di spazio. Scegliere le piante più adatte all’ambiente che abbiamo a disposizione ci permette di individuare la soluzione migliore per creare un giardino adatto alle nostre esigenze estetiche e funzionali.

Le piante officinali sono piante selvatiche diffuse in natura e in habitat specifici. Ogni territorio può avere piante medicali caratteristiche, ma alcune sono ampiamente diffuse in interi continenti. Molte volte queste piante sono così comuni che dimentichiamo quanto siano preziose (e quanto spesso ne facciamo uso inconsapevolmente all’interno di preparati farmaceutici).

Sono piante robuste che possono darci grandi soddisfazioni quando coltivate in vaso o in giardino, ma non servono cure particolari. Forse conosciamo già le loro qualità terapeutiche, ma scopriamo insieme anche le caratteristiche delle piante officinali che possiamo coltivare facilmente in giardino o in vaso come piante ornamentali.

In questo modo manterremo vivo un importante sapere ed allestiremo un giardino secondo un tema insolito come quello del benessere.

Bacche di Alkekengi

Alkekengi

L’Alkekengi è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle solanacee ed è presente sia in Europa che in Asia. In estate genera piccoli fiori bianchi a forma di campanella, con foglie verde chiaro e ovali. Oltre ad una bella fioritura, produce anche bacche commestibili che si sviluppano all’interno di membrane dalla caratteristica forma di calici e secondo alcuni ricordano le lanterne di carta cinesi.

Questa loro qualità rende il frutto dell’Alkekengi particolarmente decorativo, ancor più della sua fioritura. Le bacche raggiungono la maturazione a Settembre ed hanno la forma di una piccola ciliegia, di colore rosso o arancione.

Si coltiva con facilità (non a caso è un’erba spontanea che può crescere in tutta italia, soprattutto nei campi incolti, lungo le rive dei fossi e all’interno di siepi ombreggiate) e ha una base rizomatica che richiede un adeguato ingombro. Si consiglia infatti di piantarla a terra ad una distanza di circa 60cm da altri fiori.
La sua collocazione ideale è quella in cui non riceve direttamente i raggi solari, ma preferisce comunque poca ombra. Tollera temperature molto rigide le sue particolarità estetiche attraggono molto le farfalle.

In inverno la pianta sembra scomparire, per poi ricrescere in primavera, per cui è consigliato proteggerla con uno strato di pacciamatura – ovvero uno strato di foglie e scarti vegetali per mantenere più caldo il terreno, permettendo comunque all’aria di circolare – che simuli quella copertura di erbe spontanee normalmente presente in natura.
Le bacche di Alkekengi hanno proprietà diuretiche, depurative, antireumatiche ed antinfiammatorie, ma questa pianta è anche un buon integratore di vitamina C.

Fiori di Echinacea Purpurea

Echinacea Purpurea

Questa pianta appartiene alla stessa famiglia del girasole, è nativa del Nord America ed è una pianta erbacea perenne che fiorisce dalla primavera fino al termine dell’estate. Pur essendo una pianta officinale, l’Echinacea viene coltivata anche come pianta ornamentale, per via dei suoi grandi fiori violacei con petali lunghi dalla forma simile a quelli di una margherita.

È una pianta rustica che si coltiva con pochissimo sforzo. Si adatta sia ai terreni secchi che umidi e cresce persino all’ombra, ma ha bisogno di poter disporre di un efficace drenaggio, perché non tollera i ristagni. Affinché la pianta possa prosperare è importante mantenere il suo terreno sempre umido, ma non richiede altre particolari attenzioni.
La sua fioritura è un’intensa nota di colore nel terrazzo o in giardino, ma considerate che può raggiungere un’altezza di circa 120cm e quindi assicuratele tutto lo spazio necessario.

I principi attivi dell’Echinacea sono contenuti nella radice e nella parte aerea della pianta e le sue proprietà sono davvero notevoli.
La sua efficacia è ben nota in ambito medico ed è usata principalmente per rafforzare il sistema immunitario. Ricca di vitamine A, C ed E, questa pianta contiene anche sostanze che hanno un’azione antinfiammatoria, antibatterica, antivirale (perché ostacola i processi di replicazione dei virus) ed è anche un valido aiuto nei processi di cicatrizzazione e per la cura della pelle in generale.

Può essere assunta sotto diverse forme, incluse le tisane, ma facendo parte della famiglia delle Asteracee è sempre meglio controllare un’eventuale allergia all’Echinacea.

Fiore di Rosa Canina

Rosa Canina

È la specie di rosa selvatica più comune in Italia, dotata di bacche rosse e spine. I suoi fiori hanno grandi petali bianchi o rosati, un gradevole profumo delicato e sbocciano dalla tarda primavera all’estate, ma anche il frutto è una parte estremamente decorativa della Rosa Canina.

In realtà, le bacche rosse sono un falso frutto dalla consistenza carnosa che contiene al suo interno degli acheni, il vero frutto della Rosa Canina. Gli acheni sono infatti un frutto secco con un unico seme e raggiungono la maturazione a fine autunno.

Cresce nelle boscaglie e per la coltivazione in giardino non serve fare nulla di particolare. Ama l’esposizione al sole, ma cresce bene anche in ombra parziale perché molto robusta.
È un arbusto spinoso perenne con rami lunghi – ma quasi mai rampicanti – e quindi è possibile utilizzarla anche come siepe. Si adatta a qualunque tipo di terreno e necessita solo di essere annaffiata con regolarità, senza esagerare.

Si possono ricavare marmellate sia dai frutti che dai petali di Rosa Canina ed è una pianta ricca di vitamina C, tannini, carotenoidi e polifenoli che la rendono un’importante risorsa contro gli stati infiammatori dell’organismo. La Rosa Canina è ampiamente utilizzata pure in ambito cosmetico e farmacologico per la bellezza e la cura della pelle, per ostacolare la comparsa delle rughe e dei segni dell’invecchiamento epidermico in generale.

Arredo da giardino in stile fattoria francese

Conclusione

Avete creato un piccolo paradiso di salute e bellezza: godetevi frutti, fioriture e tisane scegliendo un arredamento da giardino che abbia uno stile rustico, provenzale o shabby chic.  Se amate i colori aggiungete cuscini e dettagli con tonalità pastello o fantasie floreali: in questo modo conferirete un’aspetto autentico all’insieme e se avete sufficiente spazio inserite pure un’amaca o un dondolo da giardino per assicurarvi totale relax.

Tags: ,

 
 

Arredare con le piante

Pubblicato da blog ospite in Idee, Non Ditelo all'Architetto


arredare con le piante

La Sanseveira appartiene alla famiglia delle agavacee e si adatta molto ad ambienti moderni e contemporanei. Perfetta come pianta da appartamento desidera luce diffusa e temperatura calda e costante.

Per arredare una parete o un angolo con del verde si possono usare come dei sistemi come l’orto domestico da terra di City sense con sistema di autoirrigazione, a sinistra, disponibile QUI in due colori; oppure una struttura sospesa realizzata artigianalmente come quella di destra.

arredare con le piante

Un’orchidea dona sempre un tocco di eleganza e di gentilezza in ogni ambiente

Perfetta la struttura da terra di Ferm living per vasi per creare scenografie con le piante. Disponibile QUI in vari colori

 

Le ampie foglie della monstera sono molto decorative e scenografiche perfette per arredare gli interni anche per il fatto che non richiedono troppa luce, né tollera il pieno sole. Si riproduce facilmente per talea, preferibilmente immergendo lo stelo con poche foglie in un contenitore pieno di acqua.

arredare con le piante

Le fioriere da soffitto Sky Planter sonorealizzate in ceramica con sistema che alimenta gradualmente acqua alle radici.

 

La Pachiria è una pianta che si presenta come un simpatico alberello dal tronco intrecciato molto decorativo.

Semplicità o tecnologia, per arredare con le piante seguite la vostra anima. A sinistra graziosi vasetti in una piccola cassetta rustica, disponibili QUI a 14.50. A destra Quadra, che fa parte della collezione di lampade LED Bulbo per crescere le piante in casa anche dove manca la luce del sole. Oltre che uno strumento funzionale, un elemento di arredo originale.

arredare con le piante

Ditelo con i fiori…

 

La Pachiria con le sue curiose foglie a forma di disco è tra le piante da appartamento più trendy!

Scenografiche, poco impegnative, perfette per ogni arredamento, sono le piante grasse di tutte le dimesnioni. QUI trovate i semi della Faucaria trigrina, una specie molto scenografica con i suoi morbidi denti bianchi lungo i bordi delle foglie, simili a piccole  fauci di coccodrillo.

Ormai lo abbiamo capito, una delle tendenze di questo 2017, che già aleggia da qualche anno, è quella del green indoor. Non più il verde verticale, elegantissimo e fashion, molto ordinato (e costoso) che tutt’al più viene rivisitato con soluzioni creative, ma piante lussureggianti negli interni, poggiate in artistiche composizioni su mobili e mensole e addirittura appese al soffitto.

Piante grasse, orchidee e piante esotiche in generale (palme, palmette cycas & co) sono le predilette.

Per un verde che si estende in verticale, comodo anche per dividire gli spazi, a sinistra c’è Four Season Vertical Zen, micro vaso da giardino per succulente, cactus, piccole piante ed erbe. Lo trovate QUI a 14.12. A destra soluzione creativa con tubi di pvc.

XPOT è il simpatico sistema studiato da Pascal  Grossiord per edition compagnie    

Soluzioni creative con vasetti.

Bellissime le piante appese sulla parete del balcone  

Seguite QUI il tutorial per realizzare questa soluzione di verde verticale.

Verde contemporaneo 

Arredare spazi semplici con le piante

La nuova moda che impazza: piante sospese

cactus style

L’eleganza infinita delle orchidee

Le palme rendo jungle anche un arredamento minimal!

Chi ha il pollice nero come me ancora si deve riprendere dal trauma di dover correre ai ripari in qualche modo, pur di essere alla moda. Che poi diciamocelo è una bella moda: le piante danno colore, non costano troppo e fanno anche bene all’umore e spesso alla salute. Di certo la tendenza delle piante grasse viene in contro a quelli come me, che possono avere anche loro un piccolo angolo green in casa o in ufficio di cui vantarsi.

Già in un altro articolo abbiamo parlato approfonditamente delle piante grasse e ne faremo un altro breve accenno anche qui.

Le piante grasse si dividono in tre tipi, che a seconda della forma sono  più o meno adatti a uno stile d’arredo o ad un altro. Esistono le piante grasse colonnari, sferiche e pensili/ricadenti.

Piante grasse colonnari

Perfette per riempire l’angolo di una stanza, un corridoio o per essere poste davanti ad uno specchio, adatte ad uno stile più minimale. Tra le colonnari troviamo il Cactus, l’Opuntia (di cui fa parte anche il Fico d’India) o l’l’Echinocereusarredare con le piante

Opuntia Microdasys originaria del Messico, è una pianta nana con foglie piatte e ovali, molto adatta alla coltura in vaso; ha finissime spine molto penetranti al tatto, può avere fiori bianchi o gialli.

 

Opuntia con foglie ovali o cactus a sviluppo verticale, perfetti per ogni ambiente della casa.

Belli, di moda e molto decorativi, sono i cactus ancora più trendy se inseriti in vasi originali come una cesta

Il cactus è perfetto per arredare un angolo della casa, meglio se posizionato vicino alla finestra.

 

Cactus ed Opuntia a sviluppo colonnare, da terra o da tavolo.

arredare con le piante

Semi di Opuntia ficus disponibili QUI..occhio alle spine!

 

l’Echinocereus ha corpo cilindrico spesso sottile, che si sviluppa in altezza e può anche ripiegarsi su stesso.

Bellissime e scenografiche le Real tuch, mini piante grasse in bolla di vetro che potete trovare QUI

Sciegliete dei piccoli e graziosi vasetti per contenere le vostre piantine grasse come T4U in ceramica bianca con sottovaso in legno, a sinistra, disponile QUI la coppia in molte forme diverse. A destra, per una bella collezione di piante grasse, un assortimento di 12 vasetti in ceramica simil craquele misti che trovate QUI

arredare con le piante

Un bellissimo terraio in vetro a forma di prisma per una composizione contemporanea. Lo trovate QUI
a 14.29€

Piante grasse ricadenti

Si tratta di piante grasse pensili, perfette per essere poste negli hanger plant tanto in voga per uno stile jungle, bohemien e meno ordinato. Necessitano di un’ottima esposizione solare. Tra queste troviamo l’Aporocactus (bellissima, molto scenografica e con meravigliosi fiori fuxia), lo Zygocactus che ci regala una fioritura invernale e  il  Sedum Morganianum.

arredare con le piante
Bellissima collezione di piante grasse con Aporocactus sospeso. In basso Cactus, Opuntia, Pailana, Euphorbia triangularis, Disocactus e Kalanchoe

arrdare con le piante

Affascinante pioggia di Aporocactus

L’Aporocactus è un’alternativa esotica alle classiche piante ricadenti

 

Anche lo Zygocactus è una pianta grassa ricadente che in natura cresce sugli alberi in Brasile. QUI potete acquistare i semiarredare con le piante

Lo Zygocactuso ha fioritura invernale per questo viene anche ciamato cactus di Natale

arredare con le piante

Mi è molto simpatoica questa pianta grassa ricadente, spesso coltivata come pianta da appartamentoi, originaria del Messico

Il Sedum Morganianum può essere posizionato in vasi sospeso per far ricadere i suoi stelli sospesi o anche in vaso dove la pianta tenderà comunque verso il basso.

 

Hanger plant per tutti i gusti a sinistra moderno e minimale color Antracite QUI, di seguito cesta impermeabilizzata da appendere QUI ancora più a destra  hanger plant in corda cono senza perline QUI ed in fine hanger plant macramè rosso disponibile QUI in svariati colori

Vasi sospesi multipli per piante ricadenti e non solo. A sinistra versione koderna in ceramica bianca disponibile QUI e a destra versione clasima in macramè che trovate QUI arredare con le piante

E’ una versione creativa per piccole piantine sospese quella di Soledì-Design  in Vetro, a forma di Bulbo Trasparente, simile ad una lampadina. La trovate QUI a 6.99€

Piante grasse sferiche

Se le colonnari si sviluppano in verticale, le ricadenti si sviluppano verso il basso… le piante grasse sferiche, così come lascia intendere il termine, sono caratterizzate da forme arrotondate, forse per alcuni considerate più eleganti e classiche. Possono essere impiegate come centrotavola oppure essere posizionate su mensole e mobili. Tra queste troviamo la Rebutia (con degli incredibili fiori colorati), la Mammillaria (dalla forma più oblunga), l’Astrofito, l’Echinocactus e la Buddha’s Temple, chiamata così per via della forma che ricorda quella dei templi buddisti. Una grassa dalla forma molto originale, ideale da coltivare in appartamento poiché non tollera temperature troppo rigide;  rispetto alle altre piante grasse questa varietà di Crassula non è facilissima da coltivare perché è molto delicata e tende a marcire.

arredare con le piante

Questo è un cactus aggraziato e simmetrico, che dà la grande soddisfazione di fiorire solo se l'esemplare è già sufficientemente grande. Il suo nome deriva dal greco αστέρ (astèr) stella, data la sua forma.

Due diverse tipologie di Astrofito

arredare con le piante

QUI astrophytum da collezionein vaso bianco di terracotta.

L’originale variozione di Astrophito, il Super Kabuto con macchioline bianche, frutto di una mutazione naturale, che danno vita ad un manto maculato. QUI trovate i semi.

Bellissime Rebutie fiorite

arredare con le piante

QUI potete trovare una Rebutia da collezione

arredare con le piante

Echinocactus centrotavolaarredare con le piante

Un semplice, ma di grande effetto, allestimento esterno con Echinocactusarredare con il verde

L’Echinocactus è una cactacea dalla forma a bulbo dalle lunghe spine di colore giallo o bianco che ne ricoprono la tonda superficie. Si tratta di una specie molto longeva.

L’echinocactus è ironicamente chiamato anche cuscino della suocera, data la forma tondeggiante e apparentemente morbida e le fitte spine. A sinistra una versione artificiale molto decorativa che trovate QUI  e a destra un elemento da collezione disponibileQUI

La crassula tempio di BuddhapProduce piccoli graziosi fiorellini sulla punta

 

La Crassula tempio di Buddha è una succolunta nana molto affscinante, ma anche molto delicata, che tende a marcire al colletto

Una varietà di piante grasse molto particolare, è data dai “sassi viventi”, si chiamano Lithops e più che a piante succulente somigliano a piccole pietre tondeggianti.

C’è poi l’Aloe, che fa sempre parte delle succulente, ed ha particolari proprietà benefiche (la specie medicinale non quella solo ornamentale) poiché il gel contenuto nelle sue foglie carnose è lenitivo, perfetto per arrossamenti e scottature.

Della famiglia dell’aloe fa parte anche il cactus zebra molto particolare e decorativo.

Ci sono tanti modi graziosi, creativi e low cost per arredare con le piante grasse da comporre in gruppetti eterogenei.arredare con le piante

Può essere sempre comodo, oltre che decorativo, avere in casa una pianta di Aloe medicinale, ottima per le propietà lenitive contro arrossamenti e scotatture. La trovate anche QUI

arredare con le piante

Dal salotto…

arredare con le piante

…al bagno l’aloe si presta a tutti gli ambienti ed è molto decorativa 

Per ambienti minimali o eclettici.arredare con le piante

Aloe simpatica e utilissima piantina dalle proprietà lenitive

Il particolarissimo e bellissimo Cactus zebra della famiglia dell’aloe

arredare con le piante

Lithops, sassi viventi, di tante forme e colori, QUI potete trovare i semi da pianare.arredare con le piante

Anche i sassi viventi fioriscono!Disponibili anche QUI

Chi non vuole accontentarsi delle piante grasse ed ha certamente più dimestichezza di me con il verde può arredare casa con piante da fiore. Nello specifico, possiamo coltivare in casa: Orchidee, ciclamini e violette africane, se abbiamo luce in abbondanza (sono fiori adatti dal bagno alla sala da pranzo); Poinsettias, meglio conosciuta come stella di Natale, non tutti sanno che si tratta di una pianta velenosa quindi attenzione abambini ed animali; le Amarillidi, una meravigliosa famiglia di fiori tropicali; Giacinti; gerbere (i cui fiori sono perfetti anche per belle e durature composizioni) , il giglio della pace, che diffonde un profumo piacevole ed è famoso per il suo effetto benefico sulla qualità dell’aria. Molte ricerche hanno attestato che questa, grazie alle sue proprietà, riesce a depurare l’aria catturando le piccole particelle di gas presenti negli ambienti chiusi. Questa pianta da appartamento è adatta a chi ha poco tempo, infatti non necessita di grandi cure e offre una ricca fioritura.

arredare con le piantearredare con le piante

Le orchidee sono fiori meravigliose da sole o anche affiancate ad altre piante

Molto decorative ed eleganti bastano a portare un tocco di classe in qualsiasi ambiente

Le orchidee sono fiori molto delicati e che richiedono attente cure, dunque se avete il pollice nero ma non volete farne a meno meglio prenderne una artificiale! A sinistra orchidea artificiale bianca mini in vaso di ceramica QUI e a destra orchidea farfalla rosa artificiale in vaso di terracotta QUI

c’è un’orchidea particolarissima che sembra davvero raffigurare la faccia di una scimmia, trovate i semi anche QUI. La natura è davvero incredibile!

I ciclamini sono fiori perfetti per lo stile shabby country

La Violetta africana, come dice il nome stesso, proviene dall’africa ed ha grande successo come pianta d’appartamento, poiché non ha particolari esigenze di coltivazione e produce abbondanti e durevoli fioriture.

Sapevate che la stella di Natale è originaria del Messico? Dunque molto lontana dal paese di babbo Natale!

arredare con il verde

Si possono acquistare i bulbi della pianta o la pianta fiorita

arredare con il verde

La bellissima Amaryllis Dancing Queen con le sue caratteristiche striature. la trovate anche QUI

Bellissimi i giacinti! QUI trovate i bulbi. Il nopme del fiore deriva dal nome del personaggio mitologico amato ed ucciso per errore dal Dio Apollo che lo trasformò in fiore ed incise sui suoi petali le lettere ai ai come imperituro cordoglio; le lettere sembrano effettivamente comparire incise sulle foglie del fiore.

Le gerbere sono piante graziose i cui fiori sono molto decorativi e duraturi anche da recisi

arredare con le piante

Bello e candido il giglio della pace QUI in versione artificiale, anche se si tratta di una pianta comunque molto semplice da curare

Le piante sono da considerarsi veri e propri complementi , esse possono sostituire quadri, mobili e soprammobili,  per dare carattere, allegria e tono al nostro appartamento, riempiono i “buchi” donano colore e sono molto glamour.

Possiamo poi  dare libero sfogo alla nostra creatività scegliendo di sostituire i classici vasi con supporti più insoliti, magari di recupero o decorati da noi: partiamo dall’idea che qualunque oggetto cavo possa essere un contenitore per le piante dalle tazzine alle scarpe!

arredare con le piante

le cassette di legno sono perfette per contenere piccoli vasi di piantearredare con le piante

Mestoli come piccoli vasi da appendere…ci avevate mai pensato?arredare con le piante

Una vecchia caligetta per una deliziosa composizione di grassearredare con le piante

Un vecchio acquario viene recuperato per diventare il contenitore di una bella collezione di piante grassearredare con le piante

Semplici vasi su una scaletta ed è già tutta un’altra cosa.arredare con le piante

Collezione di fioriere derivata dal redupero di  veccchie cassettiere, firmata “Sovrappensiero“.  La collezione si chiama Office+Retrofit ed è nata da un intervento di recupero sviluppato in collaborazione con l’azienda Manerba arredare con le piante

Libri portapiante

legno e verde un binomio perfetto

Creatività e riuso per piante e fioriarredare con le piante

Vecchi arnesi diventano i vasi delle piante in gisrdino.

Gli oggetti più svariati diventano originali vasi per piantine

Se invece preferiamo i fiori recisi (io non li amo particolarmente) possiamo ispirarci alla tecnica dell’Ikebana, l’arte giapponese di composizione floreale: perfetta per ambienti essenziali e minimalisti. I giapponesi sono però anche coloro che hanno inventato l’antica tecnica del Kokedama, la più spettacolare e complicata arte della coltivazione sospesa, che consiste nell’alloggiamento delle piante in “perle di muschio”. Le specie sono praticamente senza vaso, in vassoi o appese con fili invisibili.

La meravigliosa arte dell’ Ikebana

Centrotavola e soprammobbili come vere opere d’arte con l’Ikebana.arredare con le piante

Opere scultoree.

arredare con le piante

Comporre i fiori in un vaso è una vera e propria arte

Se volete imparare l’arte dell’Ikabana potete trovare il volume a sinistra in inglese QUI e quello a destra in italiano QUI

A sinistra elementi per la disposizione dei fiori nell’arte dell’Ikebana, disponibili QUI e a destra 3 vasirettangolare e quadrati per composizioni floreali, che trovate QUI

 

arredare con le piante

Affascinante e meravigliosa l’antica arte giapponese del Kokedama. Volete sapere come si realizzano questeincredibili piantine volanti? Seguite il TUTORIAL

Veri e propri giardini sospesi

Disponibile QUI il libro in inglese, versione cartacea o Kindel, per scoprire i segreti del Kokedama.

Esistono anche bellissime piante verdi molto decorative, sia che ne scegliate una da vaso a terra per riempire un angolo o decorare un mobile, sia che ne scegliate una ricadente magari da appender ad un hanger plant tanto in voga . Potete scegliere tra la Dracena (tossica solo per gli animali) dalle molteplici proprietà benifiche,  il Clorofito per depurare l’aria da cattivi odori; la simpatica Pilea regina dell’home decòr con le sue particolari foglioline; l’Aglaonema, l’ideale per riempire gli angoli inutilizzati e molto decorativa; Il classico Ficus (che fa sempre la sua grande figura); la Pachira, dall’originale fusto intrecciato o la Sansevieria perfetta per il bagno grazie alle sue proprietà con cui  contribuisce all’assorbimento della formaldeide (uno dei maggiori inquinanti presenti nei prodotti per il corpo) o la camera da letto, poiché è una delle poche piante che di notte sviluppano ossigeno invece che anidride carbonica, ancora la Monstera che sta trovando un rinnovato successo con la moda jungle e le sue immense (mostruose) foglie! 
  

Le grandi fogli di Monstera sono bellissime e d’arredo anche recise. Possono riprodursi per talea immerse in acqua e per i pigrissimi ci sono le foglie artificiali che trovate QUI comode anche per realizzare decorazioni creative.

Meravigliose le piante di Monstera si prestano ad arredare ogni ambiente della casa

 

l’Aglaonema Pianta erbacea sempre verde tra le più comuni piante da appartamento. QUI trovate la pianta centrale conporta vaso in ferro battuto stile shabby

La sansevieria è perfetta anche per ralizzare divisori in uffici.
arredare con le piante

La sansevieria della famiglia delle Agavacee fiorisce davvero raramente ma è molto decorativa con le sue foglie carnose, erette e coriacee.

Sanseveira, perfetta per il bagno.

A me piace particolarmente la Pachira acquatica, con il suo fusto intrecciato, un simpatico alberello che può crescere tranquillamente in casa.
   

Ma quanto è bello il Ficus? Da non confondere con il Ficus Benjamin altra pianta da appartamento molto bella. Ma io mi riferisco proprio al Ficus, con le sue grandi foglie che sembrano emanare profumo di estate.

Bonsai di Ficus retusa, 6 anni, disponibile QUI
  

La Pilea è una pianta molto amata dagli appassionati di Home decòr grazie al suo aspetto particolare e graziosoarredare con le piante

La regina dell’interior design!

  

Anche il clorifito o Falangio è una pianta semplice ma molto decorativa, anche come ricadente. QUI trovate anche la versione artificiale che di certo non avrà le proprietà depurative dell’aria tipiche di questa pianta

La Dracena è perfetta per tutte le occasioni…da quelle più minimal allo stile boh-chic!

Per i pollici neri ricordiamo la Zamia; l’Aspidistra ( a cui George Orwell ha dedicato un celebre libro ); lo Spatifillo(con i suoi bei fiori bianchi); il Pothos ed il Falangio o clorofito…praticamente impossibili da far morire!

Ci sono poi l’edera e le felci che sono sempre perfette ed inoltre non tollerano l’esposizione diretta della luce solare e crescono bene anche in zone della casa in ombra, cosa da non sottovalutare, sono anche  estremamente economiche. Per le loro caratteristiche sono molto adatte agli ingressi e stanze poco illuminate.

La Zamia è una pianta resistente e molto decorativa originaria dell’merica

L’Aspidistra, con le foglie a forma di scudo, come ci dice l’etimologia del suo nome, originaria dell’Asia Orientale

Il grazioso Spatifillo oltre ad essere resistente ci regala anche bellissimi fori bianchi. Anche in versione artificiale molto realistica QUIarredare con le piante

pothos bellezza e semplicità.

Il Pothos in bagno per creare una zona benessere in green  arredare con le piante

Il potos è molto decorativo e perfetto per l’attuale moda degli hanger plant ma può anche diventare infestante.arredare con le piante

Il clorofito è conosciuto volgarmente anche come Falngio

Le felce può essere utilizzata in vaso o come pianta ricadente sospesa, anche artificiale

 

L’edera è una pianta rampicante che siamo abituati a vedere in esterno ma che può essere utilizzata anche indoor.

Un’altra tendenza che si è fatta largo negli ultimi anni è quella dell’orto domestico o più semplicemente le pianticelle aromatiche che faranno bella mostra di se in cucina e risulteranno anche utili per i vostri piatti.

Potete organizzare anche queste in modo creativo, preferibilmente vicino alla finestra,  esistono in commercio anche tante soluzioni di design.

arredare con il verde

Simpatico orticello da tavolo, con recinto e casetta degli attrezzi! Disponibile QUI

BloemBagz è un Erbario, un  vaso per erbe aromatiche in tessuto speciale con 6 tasche per le varie erbette. Lo trovate QUI

Erbizia Balcony è il kit completo per l’orto sul balcone;  un kit per la coltivazione di piante aromatiche con guida online in tempo reale. Disponibil QUI.

arredare con le piante

Orto urbano di metal Green Passion, dimensioni 120x56x80cm. Gamma di alta qualitàper anime metropolitane con l’animo contadino! Disponibile QUI

arredare con il verde 

Le piante aromatiche sono belle e utili, perfette per gli amanti dello stile shabby inserite anche in semplici barattoli di metalloo vasetti con targhette come i tre che trovate QUI a 12.95€

arredare con le piante

Per avere sempre timo e basilico fresco a portata di mano c’è Horti&Horti di Danese, lo scaffale in metallo attrezzato con vasi e fioriere che permette di creare un orto domestico.

Un piccolo orto urbano sul balcone o sul terrazzo? Ora si può con questo semplice Kit che contiene tutto il necessario. Disponibile QUI 

Simpatico orto domestico trasportabile progettato da studio ZEROTREUNOUNO. Interamente realizzato in ceramica e dotato di un comodo manico,ricorda i cestini porta bottiglie e contiene sei tasche per 6 vasetti estraibili…da portare dove occorre!

Coltivare l’orto ovunque si desideri, senza fatica, senza sporcarsi i piedi e con qualunque condizione atmosferica. La soluzione è il vegeTable, l’orto portatile ideato da Giacomo Borta!

arredare con il verde

Il design non ha limiti ed eccol’orto volante, una  lampada a sospensione by  Verde Profilo

arredare con il verde 

Quanti muretti divisori e nicchie ci sono nelle nostre abitazioni? Perchè non trasformarlo in un delizioso orto domestico.

 

Mini serre orto tradizionale a sinistra e tenologica a destra; è Bioma la miniserra domestica hi-tech di Samuel Wilkinson . Puo Essere collegata a dispositivi mobili per monitorare in tempo reale la vita delle piante all’interno della capsula.

A proposito di design esistono in commercio oggetti davvero bellissimi, complementi d’arredo, come lampade e mobili, che inglobano vasi e contenitori per piante. Esiste anche una vera e propria arte l’ en-gi, in giapponese en°木, che vede complementi d’arredo rappresentati dalla fusione tra mobili e piante che nascono dalle favole e dalle leggende popolari. Ne sono un esempio le creazioni dalla pluripremiata designer nipponica Chie Morimoto per la mono goen, azienda giapponese che si è specializzata in queste soluzioni d’arredo, ma possiamo trovate anche tanti altri esempio di mobili multifunzionali che inglobano anche vani per le piante.

arredare con le piante

Il lampadario che è anche un giardino pensile è stato progettato da Omer Arbel per Bocci. Le sfere di vetro giocano con la luce, la trasparenza e le piccole piante grasse.

Engi green furniture by Chie Morimoto. Il tavolino libreria a destra può facilmenete essere realizzato anche con una bobbina di legno recuperata.

arredare con le piante 

I giapponesi adorano l’idea di integrare design e natura come nel caso della panca a sinistra. A destra si realizza il sogno di molti,  sedersi sotto un albero d’ulivo e degustare del buon olio, con Taste of Wood, il progetto di Antonio Aricò, un elogio divertente all’olio di oliva e ai complementi d’arredo in legno.

arredare con le piante

Set ideato dallo studio svedese A2 che comprende una doppia funzionalitàdi libreria, contenitore, portapiante

arredare con le piante

Plant Pods, una serie di mensole in legno che fungono anche da vaso in cui far crescere piccole piante, un progetto di Domenic Fiorello.

Il portabottiglie diventa anche un semplice vaso per rinfrescare un fiore…Si chiama “inriga” ed è`il simpatico  portabottiglie in acciaio inox di Opinion Ciatti. arredare con le piante

Tab b ha una doppia funzione, oltre a contenere fiori può essere usato anche come portaoggetti o posacenere grazie alla ciotola che funge da base. Firmato Tom Bloyce per Vitamin

arredare con le piante

Miroir en HERBE è un meraviglioso specchio di Edition compagnie  che realizza questo affascinante verde verticale grazie a un gioco di specchi coponibile.

 

La luce ed il verde si incontrano in queste affascinanti lampade. A sinistra Babylone, un’incredibile lampada a sospensione che ospita piante d’appartamento in grado di purificare l’aria. A destra le favolose Botanic Lamps, dei designer tedeschi Johannes Marmon, Johannes Müller e Moritz Willborn della jjoo design, vere e proprie piante da interni sulle quali sono installato delle fonti di luce bianca.

arredare con le piante

Con l’acqua dell’ombrello bagnato potre annaffiare il vostro verde praticello domestico grazie al divertente portaombrelli di design.

arredare con le piante

Måns Salomonsen ha realizzato Cocoon, un contenitore in ceramica da fissare al soffitto, che può ospitare contemporaneamente sia piantine che frutta fresca.arredare con le piante

Andrea è il purificatore superecologico e funzionale progettato da Mathieu Lehanneur che sfrutta le proprietà delle piante per filtrare l’aria dell’ambiente domestico.

I giapponesi hanno sempre molto da insegnarci in tema di design ed anche nel caso dell’arredamento con il verde ne sono l’ennesimo esempio i giardini zen, che possiamo ricreare anche nelle nostre moderne abitazioni, sono perfetti soprattutto per gli amanti del minimalismo e delle linee pulite. Il giardino zen nella filosofia orientale ha anche proprietà terapeutiche, in quanto ci mette in contatto con gli elementi della natura (di solito sono presenti al suo interno i quattro elementi aria, acqua, terra e fuoco),  ci rilassa e ci fa concentrare ed è in continua mutazione come l’animo umano. Ce ne sono di grandissimi e meravigliosi ma anche versioni mini, più simili a soprammobili.

Giardini ZEN in esterno

arredare con le piante

arredare con le piante

…e all’interno.

arredare con le piante

Una sapiente progettazione può portare luce e verde anche in un seminterrato

arredare con le piante

Dei rilassanti pozzi di luce arredare con le piante

L’acqua e le pietre sono quasi sempre presenti all’interno della progettazione di un giardino ZEN.

arredare con le piante

Seguite questo tutorial per realizzare un piccolo e grazioso giardino zen fai da te arredare con le piante

Piccoli giardini zen allegri e moderni VIA

 

A sinistra un tradizionale giardinetto Zen con sabbia sassi e piantine, che potete trovare QUI a 14.90€. A destra una versione molto minimale

I giardini ZEN in miniatura possono essere dei graziosi soprammobili o rilassanti passatempo come la classica vaschetta di sabbia, a sinistra, da “pettinare” per mutare forma e disposzione dei sassi a seconda dell’umore QUI. Al centro troviamo un vero e proprio paesaggio in miniatura disponibile QUI e a destra un piccolo giardino votivo con stata del buddha e incensi, che trovate QUI

Il Bambù Nero e i bonsai sono piante che troviamo spessimo nei giardini ZEN

Qualsiasi soluzione scegliamo è  sempre consigliato   raggruppare insieme le piante con caratteristiche simili,  stesse esigenze di luce e calore.

Degli elementi in vetro possono contribuire ad allegerire la composizione oltre al fatto che ci sono piante, come le orchidee, che prediligono contenitori in vetro che facciano arrivare la luce direttamente alle radici

arredare con le piante

Una bella composizione ricca grazie ai portavaso piedistallo di IKEA Lantlivarredare con le piante

Il giardino entra in casa!

Stile classico, moderno, rustico o industriale, come in questo caso, le piante sono sempre le ben venute.arredare con le piante

Piante sopra e sotto

   arredare con le piante

I vecchi mobili possono diventare nuove affascinanti location per i nostri vasi e creare un bellissimo angolo green nella nostra abitazione.
arredare con le piante

Disordine e ordine sempre con la vitale presenza delle piante.

 

Sedie, sgabelli ed altri supporti per realizzare composzioni con le piante.

Stile minimal nordico o rustico jungle?

Interpretazione con colori caldi o colori freddi, per delle composzioni che hanno come protagonista la Pilea e delle piantine grasse

arredare con le piante

Non sapete come arredare la parete vuota del salotto? Ecco un bel suggerimento

Con le piante si possono arredare anche gli spazzi vuoti “difficili”.

arredare con le piante

Perchè non arredare con le piante anche l’ufficio l’angolo home-office!

Le piante ci fanno stare bene e fanno stare bene il nostro ambiente, sia che viviamo in una villa, che in un piccolo appartamento, le idee per arredare con le piante sono davvero infinite basta scegliere la pianta adatta e tutto intorno a noi diventerà più bello.

 

Per le nostre piante in casa possiamo realizzare soluzioni creative come i vasetti dipinti a sinistra o i mini giardini zen calamitati a destra

arredare con le piante

Le piante sospese arredano molto e sono adatte ad ogni luogo e ad ogni stilearredare con le piante

La poesia delle piante…

arredare con le piante

piccole composizioni curate in ogni dettaglio possono arricchire angoli anonimi della casa

Le piante sono perfette per arredare e riempire gli angoli…arredare con le piante

…o le nicchie…

arredare con le piante

…o gli spazi di passaggio.

arredare con le piante

Con poco possiamo realizzare un piccolo angolo verde molto decorativo.  

Piante e firoi per donare colore agli ambientiarredare con le piante

Le piante e i fiori arricchiscono gli ambienti dimostrando la cura e l’amore che abbiamo per i loghi in cui viviamo.

 

L’articolo Arredare con le piante proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

THE PLANTHUNTER 🌿 Il Magazine che celebra La Vita. Insieme alle Piante.

Pubblicato da blog ospite in Idee, Paz Garden

Il weekend è alle porte ma, tra bimbi che stanno poco bene e le consegne di questi ultimi giorni, non è che proprio me lo immagino calmo e rilassato.
La cura a tutto questo secondo me può essere una sola, un tuffo nel Verde più sincero e generoso possibile, lasciandosi vincere dall’ esuberanza  rigogliosa di questo periodo dove la Natura è più ricca, carica di Vita ed Energia.
Basterà un giro in campagna, qualche minuto di giardinaggio in più o anche solo la contemplazione della vostra pianta preferita. Effetto relax assicurato!!!

Photo by Daniel Shipp
Photo by Caitlin Mills
Photo by Daniel Shipp

In più siccome questo è un Blog e il mio contributo qui può essere per voi virtuale e di condivisione delle mie personali risorse, ecco che vi lascio il link ad un sito per me sempre carico di Bellezza e tantissimo Amore (leggi anche Rispetto) per le piante e i Giardini tutti (piccoli o grandi che siano)!!!

Il sito australiano si chiama THE PLANTHUNTER ed è un magazine online in continua crescita pieno zeppo di consigli e mille altre curiosità sul mondo della Botanica. Ci sono le interviste ad esperti del settore, appassionati giardinieri o botanici, esempi bellissimi di progetti di Landscape e Garden design. E’ insomma un Magazine completo interessato a descrivere e celebrare i mille modi in cui nascono e si sviluppano le relazioni tra l’Uomo e le Piante.
Fondato da Georgina Reid, una scrittrice e paesaggista appassionata di base a Sydneyè davvero un sito unico nel suo genere che vi consiglio davvero di inserire tra i vostri preferiti!

Pronti a fare insieme a me quel famoso tuffo nel Verde ;-)?
Buon weekend Pazzerelli, e se avete qualche altro sito simile da suggerire sappiate che sono super curiosa di leggere i vostri link!!!

Robyn Prent in her Moonee Ponds garden. Photo by Caitlin Mills
Photo by Daniel Shipp
Photo by Kaycee, and shot by Dan Doherty
Photo by Daniel Shipp
Photo by Daniel Shipp
Photo by Daniel Shipp

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
SalvaSalva
SalvaSalva

Tags:

 
 

Arredare con le piante: le #7 specie perfette per camera e bagno

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Sfatiamo un po’ di false credenze sulle piante per la camera e il bagno: non è vero che non si possono mettere in queste due stanze, anzi. Esistono dei tipi di pianta perfette per questi ambienti, vediamo insieme quali sono.

………

Siccome sento spesso dire che in bagno e in camera le piante non si dovrebbero mettere perché non stanno bene e perché sono pericolose per la nostra salute, ho voluto vedere quanto ci fosse di vero in queste affermazioni.

Ho scoperto alla fine che sono solo dicerie popolari: poche piante in una stanza non costituiscono un problema per noi umani. È vero che di notte avviene la fotosintesi, ma la quantità di anidride che una pianta produce è davvero minima. Così poca da non costituire un problema.

Anzi: ci sono alcuni tipi di pianta che hanno effetti depuratori sull’aria! Quindi, sentitevi liberi di trasformare le vostre stanze in vere giungle urbane!

LE PIANTE PERFETTE PER CAMERA E BAGNO

Diciamo subito che per il bagno le piante perfette sono quelle di origine tropicale: amanti dell’umidità, di solito hanno bisogno di poche cure. Molte di queste piante hanno effetti depuratori sull’aria e il che le rende perfette anche per la camera.

piante

Possiamo disporle in vasi di diverse forme, per terra o su mensole. Oltre a rendere i vostri ambienti accoglienti, femminili ed esotici, le piante contribuiranno a tirarvi su di morale.

Ecco qui le varietà da privilegiare per camera e bagno quindi:

  • Felce: più di 7000 specie appartengono a questa famiglia. Con le loro foglie verde accesso, amano l’umidità ma sono facili da gestire. Hanno bisogno di poca acqua e luce, ma cresceranno comunque rigogliose.
  • Orchidea: meraviglioso fiore dal sapore orientale. Ama gli ambienti umidi e luminosi, ma non la luce diretta. Da annaffiare preferibilmente con acqua poco calcarea, come quella piovana.
  • Aloe: la pianta rilevatrice per eccellenza. Se sulle foglie vedete comparire macchie marroni, vuol dire che l’aria non è pura. Amante della luce diretta, ha bisogno di acqua solo quando il terreno è secco.
  • Dracena: pianta decorativa e depurativa, in quanto capace di risucchiare le particelle di fumo. Con le sue grandi foglie verdi, decora e rende salutare l’ambiente.
  • Ficus: pianta tropicale amante dell’umidità, sta bene in tutti gli ambienti della casa, ma il bagno è la stanza top. Perfetta per i vasi pensili.
  • Cactus: piante originarie degli Stati Uniti meridionali, amano il caldo, l’umidità e la luce. Necessitano di poche cure, ma arredano con il loro stile un po’ selvaggio qualsiasi ambiente della casa.
  • Photos: la pianta da appartamento più diffusa. Altamente decorativa grazie alla cascata di foglie verdi che la caratterizzano, richiede poche cure ed è facilissima da coltivare.
piante

Designed by jannoon028 / Freepik

piante

 

L’articolo Arredare con le piante: le #7 specie perfette per camera e bagno sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Parrot Pot: il vaso intelligente che annaffia le piante quando non ci siamo

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
vaso wireless smart

La stagione dei weekend al mare, delle gite in montagna e delle giornate nei parchi cittadini è arrivata. Ma se il bel tempo invoglia a passare sempre più tempo fuori casa, chi pensa alle nostre piante mentre siamo via?  

La risposta è Parrot Pot, l’aiutante giardiniere perfetto: il vaso wireless intelligente che annaffia automaticamente le piante quando necessario, regola il consumo di acqua quando si è fuori casa e al contempo dà consigli riguardo allo stato di salute della pianta. 


vaso wireless smart

In base alle proprie esigenze, è possibile decidere tra differenti modalità d’annaffiatura:

Perfect Drop: Pot      gestisce autonomamente l’annaffiamento e il consumo d’acqua della pianta, adeguandosi automaticamente alle sue necessità.

Plant Sitter: Il vaso regola il consumo della propria riserva d’acqua in modo da poter assicurare l’innaffiatura fino a un mese senza intervento umano. 
Manuale: L’innaffiamento parte con un semplice click sull’app. 
Esperto: Si definisce la frequenza di annaffiatura e il livello di umidità della pianta.

vaso wireless smart

Parrot Pot è un prodotto altamente tecnologico che permette alla pianta di comunicare con l’utente e a quest’ultimo di comprenderne meglio le necessità. Pot si controlla tramite l’applicazione Flower Power e permette di gestire fino a 256 Pot contemporaneamente. Inoltre, attraverso l’app dedicata, è possibile consultare in tempo reale i dati raccolti per ciascuna pianta gestita cliccando sull’icona corrispondente a ogni parametro, che apparirà di colore verde (va tutto bene), arancione (da monitorare) o rosso (è necessaria un’azione immediata).

vaso wireless smart

Parrot Pot è disponibile nello store onlineParrot al prezzo di 149,90€ nelle colorazioni Ardesia, Mattone e Porcellana
Per maggiori informazioni, visita www.parrot.com/it

Tags: ,

 
 

Tendenze arredo 2017: piante in casa #1 – Cactus mania

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Gatta Sul Tetto
Il ritorno in grande stile delle piante d’appartamento è già una tendenza da un paio d’anni: insieme al colore verde e ai materiali come rattan, vimini e midollino, le piante sono elementi irrinunciabili del Tropical Style.
Personalmente provo una grande simpatia per i cactus e per le piante grasse in generale, forse perché, non avendo il pollice verde, sono le uniche che riescono a darmi delle soddisfazioni. I cactus hanno bisogno veramente di poche cure: acqua una volta al mese, un po’ dì di concime, tanta luce e  sapranno regalare fioriture spettacolari e durature.
Nel 2016 i cactus in hanno invaso gli interni e i terrazzi, per poi diventare uno dei soggetti preferiti nella decorazione d’interni. Nella storia del design queste piante hanno già ispirato molti designer e alcuni pezzi sono diventati delle icone, come l’appendiabiti Cactus di Gufram disegnato da Guido Drocco et Franco Mello nel 1972, ma mai come oggi troviamo il motivo del cactus un po’ ovunque, dalle carte da parati ai tessili, dalle stoviglie alle stampe.

Come disporre i cactus in casa per creare uno o più angoli verdi gradevoli e di stile?

Per prima cosa, i cactus sono piante “socievoli” che amano stare in gruppo, a meno che non vogliate un enorme Saguaro messicano o un maestoso Cereus peruviano, che possono stare benissimo anche in solitudine. Scegliete diverse specie di cactus per creare delle composizioni e disponete le piante a terra, sul davanzale, su un tavolo, sbizzarrendovi con portavasi e contenitori in armonia con lo stile della stanza, come negli esempi che ho selezionato:


www.papernstitchblog.com



www.apairandasparediy.com



Piante a volontà, ma non solo: per decorare la vostra casa non mancano i prodotti ispirati alle succulente: tessili, carte da parati e stickers, appendiabiti per i bimbi, stampe, etc.

Etsy Shop
Etsy Shop
Cristina Caramida
www.carnetsparisiens.com
www.goodregards.com

Tags:

 
 

Piante aromatiche: come organizzarle

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Idee

Primavera è: profumi, colori, luci e bellezza.
Amo percepire a pieno ogni stagione, inserendo anche indoor degli elementi caratteristici. 

C’è una corrispondenza tra le erbe aromatiche e gli aspetti principali della primavera.
Io non ho ancora trovato il coraggio di acquistare (di nuovo) dei vasetti di erbette da tenere in cucina, perchè il mio pollice verde ha fallito già diverse volte in quest’ambito.
Non compro mai le vaschette dei rametti freschi, perché la maggior parte delle volte non le finisco e mi dispiace che il 70% del contenuto vada a finire nella pattumiera. Preferisco usare gli aromi secchi.


La soluzione più adatta però, è certamente quella dei vasetti perchè garantiscono la freschezza e la pulizia dei prodotti, limitano gli sprechi e soprattutto.. sono profumati e decorativi!

Ci sono svariati modi creativi per organizzare le erbe aromatiche in cucina. 

SOLUZIONE 1: CASSETTA DI LEGNO
Puoi acquistarla, farla realizzare da un bricoleur o riciclare una cassetta per il vino. Il risultato è ordinato e dal sapore rustico.


SOLUZIONE 2: LA CREDENZA 
Se ci sai fare con le piante puoi realizzare un vero e proprio giardino di spezie sfruttando i ripiani di una credenza. Puoi regalare alle amiche i rametti che non utilizzi confezionandoli con carta di giornale o carta paglia (quella per i fritti).

SOLUZIONE 3: CENTROTAVOLA
Come base puoi usare un vassoio oppure un grande sottovaso che dipingerai del colore che più si abbina alla tua cucina.


SOLUZIONE 4: RAMETTI SOSPESI
La quarta ed ultima soluzione è pensata per chi non se la sente di occuparsi delle piantine e preferisce i rametti. 
Puoi usare una vecchia ruota di bicicletta, un telaio da ricamo o qualsiasi altro sostegno circolare. Usa delle pinze da bucato o dello spago per far fluttuare le tue erbe aromatiche.


Hai mai provato altre soluzioni per esporre le spezie in cucina? 

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags:

 
 

Quando la natura entra in casa

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Idee

Questo originalissimo appartamento si trova in Cina, a Foshan ed è stato progettato dallo studio C&C Design Group. Gli interni, molto sobri nei toni del bianco, grigio e nero, sono ravvivati da una vera e propria esplosione di piante come felci e tillandsie ovunque, anche a parete.

When nature comes into the house

This original apartment is located in Foshan, Cina and was designed by the firm C & C Design Group. The interior, very sober in shades of white, gray and black, are enlivened by a veritable explosion of plants such as ferns and tillandsie everywhere, even on the walls.

 

Via

_________________________
CAFElab | studio di architettura
Tags:

 
 




Torna su