Come fare una parete attrezzata?

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Idee, Napol Arredamenti

Creare una parete attrezzata significa organizzare una parete del soggiorno o del salotto in modo funzionale ed armonioso. La parete attrezzata è la soluzione salvaspazio intelligente per posizionare il televisore, contenere libri, stereo, lettori dvd e bluray, consolle di gioco e tanti oggetti decorativi e foto.

Per progettare una parete perfetta per i tuoi spazi parti da qui:

1. COSA metterai nella parete attrezzata: tv, libri, soprammobili, stereo, consolle, album di foto, documenti, bicchieri e piatti, cd, dvd, quadri, vasi ecc…
2. quali sono le DIMENSIONI della parete del soggiorno che intendi arredare: in primis larghezza e altezza, poi eventuali limiti progettuali come la presenza di una porta, una finestra, un termosifone, un soffitto spiovente, una scala ecc…

Una volta definiti questi 2 semplicissimi punti di partenza avrai ben chiari gli elementi che ti servono e sarai pronto a progettare il mobile soggiorno perfetto per te e per il tuo living.

Com’è fatta una parete attrezzata componibile?

 

Un programma per l’arredo del soggiorno, modulare e componibile è formato da singoli elementi disponibili in numerose dimensioni e finiture, da abbinare secondo gusti e necessità per donare alla parete attrezzata il look desiderato.
Quando si parla di parete attrezzata è innanzitutto bene distinguere i modelli a spalla da quelli a bussolottoPareti attrezzate a bussolotto sono quei modelli che prendono forma dall’accostamento libero di singoli moduli indipendenti già finiti e montati. Le pareti attrezzate a spalla sono formate da elementi come schienali, spalle e ripiani da poter abbinare a piacere.

I due sistemi possono essere integrati nella stessa composizione. A seconda di quello che si vuole realizzare è necessario abbinare gli elementi elencati qui sotto.
Le dimensioni si riferiscono agli elementi di Napol, ogni azienda propone la propria collezione ma a grandi linee questi sono i moduli di base di cui avrete bisogno per realizzare la vostra parete soggiorno:

  • Basi

    Larghezza: cm 46 – 61,3 – 92 – 122,7 – 138 – 184
    Profondità: cm 45 – 58
    Altezza: a seconda del modello, da minimo cm 16 a massimo cm 203,4
    Modelli: con 1, 2, 3 cassetti, con 1 cassettone, con 1 anta a ribalta, con 1 o 2 ante battenti ad 1, 2, 3, 4 o 5 ripiani; in legno o vetro, anche con ante curve e sagomate Solo in questo ultimo caso la profondità è di cm 66,5 o 67.
    Posizionamento: sospesi, inserite tra spalle
    Le basi necessitano sempre di top di finitura sp cm 18 – 51
  • Pensili

    Larghezza: cm 46 – 61,3 – 92 – 122,7 – 138 – 184
    Profondità: cm 35,3 – 45
    Modelli: a giorno senza ante, con 1 o 2 ante, con 1, 2, 3 ripiani
    Ante: con ante battenti, basculanti, a ribalta, anche ante curve o sagomate; in legno o vetro; con “anta moderna” o “anta massello”.
  • Spalle Portanti e Fianchi

    Larghezza moduli standard: cm 34,2 – 49,6 – 64,9 – 95,6 – 126,2
    Larghezza fianchi: cm 3,6
    Altezza fianchi: a seconda del modello, da minimo cm 33,8 a massimo cm 275,6
  • Coperchi, fondi e ripiani

    Larghezza: cm 27 – 42,4 – 57,7 – 88,4 – 119 – 134, – 149,8 – 165,1 – 180,4 – 211,2 – 241,8 – ad angolo 87,6 x 87,6
  • Schienali a Muro

    Posizionamento: inseribili tra basi e pensili, tra basi e colonne, a muro
    Altezza: a seconda del modello, da cm 60,4 a 126,2
    Optional: profilo laterale di tamponamento, predisposizione per mensole, foro passacavi
  • Mensole

    Larghezza: cm 45 – 61,4 – 92 – 107,4 – 122,7 – 138 – 153,4 – 168,7 – 184 – 245,4
    Profondità: cm 25 – 33 – 45
    Modello: lineare, sagomato, “a onda”
  • Pannello Porta TV

    Modelli: fisso, estraibile, orientabile
    Optional: retro illuminazione al neon o a LED, mensole sagomate, “ad onda”, lineari, porta lettore cd e dvd
  • Scrittoio

    Modello: piano con un fianchetto
    Posizionamento: per composizioni a spalla portante, in continuità con un ripiano
  • Luci

    Modelli: faretti a LED, lampade a LED da incasso
    Accessori: minipresa a 6 vie con cavo, kit trasformatore con presa o per barre a led, kit interruttore touch anche per barre a led

Non è necessario essere esperti del settore per capire le potenzialità di un simile sistema. Le varianti sono davvero infinite, senza contare la possibilità di realizzare particolari lavorazioni su misura che comportano riduzioni in larghezza e profondità o tagli in larghezza, profondità e altezza.

Cliccando sulle seguenti immagini è possibile visualizzare alcuni schemi progettuali. Gli schemi sono puramente indicativi e rappresentano solo alcune delle soluzioni realizzabili.

 

Come progettare una parete attrezzata

 

Come organizzare la parete attrezzata? Parti da cosa ci metterai

 

In un open space con cucina a vista o in un bilocale dove sala da pranzo e salotto convivono, una parete attrezzata progettata in maniera intelligente può essere il contenitore perfetto per piatti, bicchieri, calici e tovaglie.
In mancanza di spazio, questo mobile soggiorno versatile e ultra componibile può svolgere allo stesso tempo la funzione di porta tv, libreria, madia e anche vetrina per i nostri soprammobili e oggetti di design preferiti.

Ecco alcuni esempi di come fare una parete attrezzata partendo da quello che vuoi metterci:

  • non hai libri / soprammobili: non hai bisogno di un sistema libreria (anche detto “a spalla” in gergo tecnico) ma punterai invece su cassetti e moduli pensili con ante (anche detti “bussolotti” in gergo)

  • hai pochi libri / soprammobili: punta su un mix di mensole e contenitori a muro e sul pavimento

Parete attrezzata con mensole e pensili con ante

  • ti serve uno spazio per piatti e bicchieri: scegli pensili con ante, con apertura a ribalta e/o vasistas

Parete attrezzata con spazio per piatti e bicchieri

  • hai oggetti decorativi preziosi e di design: non farti mancare delle vetrinette in cui esporre – e proteggere – i tuoi preferiti

Parete attrezzata con vetrinette pensili

  • hai un grande televisore: preferisci una composizione con capienti basi a terra, calcola bene quanto spazio serve per il tv ed in base a quello progetta quali elementi appenderai a parete e dove (segui i punti sopra per sceglierli).
    Se non puoi posizionare il divano di fronte al tv: la soluzione che fa per te è un pannello porta tv estraibile orientabile da attaccare al muro, a cui poi aggiungerai a piacere mensole, basi con cassettoni, librerie

Parete attrezzata con pannello porta tv estraibile orientabile

Dimensioni: il segreto è la componibilità

 

Le soluzioni arredative sono pressoché infinite e tutti quando abbiamo arredato casa siamo stati alla ricerca di ispirazioni e idee. Internet, Instagram, cataloghi di arredamento, riviste specializzate, ambientazioni proposte nelle esposizioni sono tutte valide fonti d’ispirazione. Spesso però vengono mostrate soluzioni lontane dalle nostre reali possibilità e proprio non riusciamo ad immaginare come quella grande parete attrezzata da rivista patinata possa andar bene per il nostro piccolo soggiorno.

Vi sveliamo un segreto: è tutta questione di personalizzazione e modularità. Anche la più grande, scenografica parete attrezzata è scalabile e adattabile al più piccolo dei soggiorni.
Direste mai che le due librerie qui sotto sono lo stesso modello di libreria componibile?

Parete attrezzata con porta tv e libreria componibile

Libreria piccola laccata con anta 584

Non potevamo scegliere esempio più calzante per dimostrarvi quanto scegliere un sistema componibile per arredare il soggiorno possa risultare determinante nell’arredare casa intelligentemente.

Ricapitolando: il primo passo è aver ben chiaro a priori l’utilizzo della composizione scegliendo ad esempio se la parete attrezzata avrà solo funzione contenitiva, se dovrà avere uno spazio per il porta tv, se è necessario integrare uno scrittoio. In quest’ultimo caso è bene sviluppare un sistema a spalle e organizzare lo spazio in modo intelligente. Se si desidera destinare uno spazio alla tv è bene decidere se si preferisce appenderla al muro, su un pannello fisso, orientabile o estraibile o in alternativa appoggiarla su una base. In questo caso è necessario scegliere se avere una base sospesa o in appoggio a terra e, in entrambi i casi, a quale altezza. Nel realizzare il progetto per una parete attrezzata è necessario anche valutare se si preferisce avere tanti spazi contenitivi con ante o si preferiscono mensole. Questa preferenza inciderà sul numero di ripiani e pensili e sull’aspetto finale dell’intera composizione. Sempre per quanto riguarda gusti ed estetica è necessario scegliere se avere una parete attrezzata con tanti elementi uniti ed affiancati o se è meglio avere singoli elementi disposti in modo indipendente sulla parete.

Le considerazioni fatte sono solo alcune delle possibilità da valutare, così come le foto delle pareti attrezzate che hai visto sono solo esempi di quanto è realizzabile. Quello che è certo è che un sistema componibile per il soggiorno di buona qualità offre la possibilità di realizzare qualsiasi progetto di parete attrezzata.

Se hai trovato quello che fa per te in questa guida, clicca qui sotto per contattare un arredatore per un progetto personalizzato.

Tags: , ,

 
 

Gli interior trends da non perdere di vista nel 2019

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Colori, Stili

Happy new year!

Sei pronto per lo sprint di inizio anno o sei ancora appesantito dalle abbuffate delle feste?

Una delle ragioni che mi sprona a ripartire con entusiasmo, ogni anno è spulciare tutte le nuove tendenze e cercare di individuare le correnti che influenzeranno il mondo dell’interior.
È una delle prime cose che ho fatto anche stavolta, con l’inizio del 2019, e non vedevo l’ora di condividerle con te per conoscere le tue impressioni.

RED SHADES
Dopo anni di propensione alla neutralità, dal 2019 dobbiamo aspettarci nuances ad alte temperature!
Avremo a che fare con i toni del rosso passando per il rosa ed il ruggine.
Non a caso, il colore Pantone dell’anno è Living Coral, un’allegra tinta corallo “che incarna la necessità di ottimismo dell’uomo”. Ikea ha lanciato l’iconica sedia Bjuran (ispirata alla Thonet n°14) in rosso ed il terracotta impazza (ancora) su Pinterest.
Insomma, sarà una anno dal mood caldo ed intenso!

 in senso orario partendo da sinistra 1. 2. 3. 4.


SOFT
Uno dei trend che mi ha incantata di più è quello incentrato sulla morbidezza dei tessuti.
I tappeti diventano protagonisti dei pavimenti, con motivi accattivanti. I dettagli soft proseguono sulle pareti con i wall hanging in tessuto, che quest’anno saranno oversize e super trendy con trame e textures avvolgenti. Vale lo stesso per pouf e cuscini, soffici e rivestiti con tessuti intrecciati o super soffici.
Se sei in cerca di un modo per rendere più accogliente uno spazio, devi assolutamente seguire questa tendenza.

 in senso orario partendo da sinistra 1. 2. 3.  4. 5.

AUTHENTIC 
Per chi ama l’autenticità dei materiali grezzi, il 2019 è l’anno della loro celebrazione. Questa ventata di purezza si basa su materiali naturali ed una palette che varia dal grigio antracite al beige. 
Uno dei must che deriva da questa corrente è costituito dai busti scultorei: la tendenza li vuole imperfetti ed incompleti, per evidenziarne l’artigianalità.
La scelta dei materiali è concentrata sul lino, il legno, la pietra e il metallo martellato.
Per completare il look, fiori essiccati, pampas e oggetti di ceramica di uso comune.

 in senso orario partendo da sinistra 1. 2. 3. 4.



Insomma, siamo nel 2019 da soli due giorni, ma le aspettative sono già altissime! Sono sicura che ne vedremo delle belle!

Quale tra queste è la tendenza che proprio non vuoi perdere di vista durante il 2019?

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: ,

 
 

Tendenze per l’arredo cucina 2019

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

cucina freestanding colorata

Le tendenze per l’arredo cucina 2019 si riflettono nei nuovi prodotti built-in e freestanding Bertazzoni, ideali per gli appassionati di design e della cucina di alto livello

Gli elettrodomestici Bertazzoni, da più di 135 anni sinonimo di Made in Italy di qualità, ridefiniscono in chiave contemporanea il design dell’ambiente della convivialità quotidiana per eccellenza: la cucina. Ogni Serie Bertazzoni è progettata per interpretare uno stile preciso caratterizzato da elementi unici e distintivi. I nuovi prodotti built-in presentati a Eurocucina 2018 e le iconiche cucine freestandig colorate declinano nelle diverse serie del brand le tendenze per l’arredo cucina del prossimo anno. Valentina Bertazzoni, Direttore Stile e Comunicazione dell’azienda, ha identificato i trend da non perdere per il design 2019.

FINITURE SPECIALI MADE IN ITALY

Bertazzoni coniuga le più alte competenze ingegneristiche con l’amore per il design italiano. Questa filosofia ha dato vita a quattro nuove finiture speciali ispirate all’eccellenza dell’artigianato italiano, portando a nuovi livelli la sintesi tra forma e funzionalità, tecnologia e stile inimitabile. Designer e progettisti si sono ispirati alle impeccabili verniciature delle auto supersportive di lusso italiane, alla lavorazione dei metalli e alle finiture a polvere create dagli artigiani italiani, oltre che ai tradizionali smalti originali delle cucine Bertazzoni della metà del Novecento. Ogni finitura si abbina a serie diverse e completa un’estetica raffinata e immediatamente riconoscibile. Qualunque sia la serie o la finitura scelta, i prodotti Bertazzoni regalano un tocco unico al design e allo stile della cucina all’insegna dei trend di design del prossimo anno. 

UN AMBIENTE CUCINA UNICO, ALL’INSEGNA DEL COLORE

Il Giallo, l’Arancio e il Rosso delle iconiche cucine freestanding Bertazzoni interpretano il trend del colore 2019. Le tonalità pastello lasciano il passo a colori più accesi e brillanti. “Il nostro Centro Stile svolge una ricerca continua sulle tendenze del design italiano ed internazionale, cercando di interpretarle e declinarle secondo le linee guida che caratterizzano lo stile unico Bertazzoni. Ne è un esempio la palette di colori automotive Bertazzoni, la cui ispirazione nasce dal territorio dell’Emilia e dai colori brillanti delle auto sportive di lusso che qui vengono prodotte” afferma Valentina Bertazzoni. “I clienti Bertazzoni che acquistano un elettrodomestico colorato lo fanno per esprimere la propria personalità, per creare un ambiente unico”.

cucina freestanding Bertazzoni Serie Professional

cucina freestanding Bertazzoni Serie Professional

DESIGN MULTIFUNZIONE

I mobili e gli elettrodomestici multifunzione rappresentano una soluzione vincente per arredare con stile ogni singolo spazio della propria casa. I piani cottura a induzione Bertazzoni si distinguono per l’elegante grafica minimalista e per la semplicità di utilizzo. I comandi touch permettono intuitivamente di azionare fino a nove livelli di cottura oltre alla funzione Booster per cuocere a piena potenza. Le quattro zone di cottura garantiscono ampio spazio e facilità di movimento delle pentole sul piano a induzione grazie anche alla tecnologia Flexi. Il sistema di aspirazione integrata aggiunge un ulteriore livello di funzionalità ed è disponibile in due opzioni: con la griglia di aspirazione posizionata al centro del piano cottura oppure con una sottile cappa con apertura automatica sulla parte superiore del piano. Ideale per installazioni ad isola, tutti i filtri e i motori di questi innovativi piani cottura Bertazzoni sono perfettamente integrati in modo che l’aspetto sia quello di un normale piano cottura a induzione. La cucina assume così un design funzionale, elegante e moderno.

elettrodomestici serie Modern Bertazzoni

piano cottura, cappa e forno Serie Modern Bertazzoni

IL RITORNO DEL VETRO NELL’ARREDAMENTO MINIMAL

Bello ed essenziale: anche l’arredo 2019 si declina nel minimalismo di design. In questo contesto, il trend più rilevante è l’utilizzo del vetro. Le nuove serie Modern e Professional Bertazzoni presentate a Eurocucina 2018 esprimono alla perfezione questa tendenza nello stile dell’azienda. I piani cottura a induzione, così come i gas on glass, realizzati in vetro nero temperato termo-resistente si abbinano perfettamente alle maniglie con finitura in cristallo nero dei nuovi forni Bertazzoni della Serie Modern. Della stessa finitura sono anche le eleganti e innovative cappe a parete Bertazzoni con comandi touch, che permettono di completare l’ambiente cucina all’insegna di questa nuova tendenza.

L’articolo Tendenze per l’arredo cucina 2019 proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Etereo e sospeso: l’arredamento si fa leggero

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Elegante, luminoso, trasparente ed etereo: questo è la nuova tendenza di interior design dove mobili e arredi si fanno leggeri grazie al vetro che permette la continuità visiva e favorisce la luminosità degli ambienti.

Dalla sala alla camera da letto il vetro diventa il protagonista assoluto.

Abbinato ad altri elementi, come il legno ad esempio, dà forma a tavoli che sembrano fluttuare nell’aria.

Le gambe in cristallo, quasi invisibili, sostengono piani in legno massello che sembrano sospesi nel vuoto:
Tavolo Air Wildwood – Lago

Tavolo Breath – Zamagna

Anche in salotto il vetro diventa elemento essenziale per alleggerire il living adattandosi a contesti e stili diversi:
Tavolino Real – Connubia by Calligaris

Tavolino Tris – La Forma

Scegliere una consolle in vetro per l’ingresso o mensole di cristallo sagomato per le pareti allarga la stanza grazie all’effetto di continuità visiva che non interrompe lo sguardo:
Consolle Enter – Connubia by Calligaris

Mensola Step – Connubia by Calligaris

La camera da letto è il luogo della casa dove i sogni prendono vita e per dormire come su una nuvola serve un letto galleggiante ed etero, che sembra levitare e che crea un effetto scenografico davvero suggestivo.

Come il letto Air Wildwood di Lago che grazie ai suoi piedi in cristallo, quasi invisibili, sembra galleggiare nell’aria. La testiera, in legno massello invecchiato, porta spessore e fisicità ad un complemento davvero unico:
Letto Airwildwood – Lago

Tags:

 
 

Interior trends 2019: la guida

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, La Gatta Sul Tetto

In esclusiva per i lettori di La gatta sul tetto interior design blog, ecco la mia  guida Interior Trends 2019.

INTERIOR TRENDS 2019

Scoprite i colori, i materiali e gli stili d’arredo che andranno per la maggiore nel 2019 per essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze. La guida si divide in 7 sezioni tematiche, ed esplora le tendenze nel campo dei colori, dei materiali, delle forme, dei rivestimenti, dei tessuti, degli stili. In appendice trovate inoltre un elenco dei prodotti illustrati nella guida.

A grandi linee, il minimalismo lascia spazio a stili più decorativi. Nel 2019 ricorre il centenario del Bauhaus, la scuola d’arte che ha rivoluzionato il mondo del design: è naturale aspettarsi proposte ispirate alle forme e ai colori tipici della scuola, reinterpretati in chiave contemporanea. Per i nostalgici e per gli amanti degli interni sofisticati, sarà adatto lo stile Contemporary Art Déco, mentre chi predilige gli stili esotici potrà contare su un mood che richiama la poetica della pittrice messicana Frida Khalo.

INTERIOR TRENDS 2019 bauhaus

Per i materiali, oltre ai metalli presenti in tutte le sfaccettature, si profila un’epica sfida tra il legno chiaro, decisamente dominante, e il legno scuro, che dopo anni si ripresenta in grande stile. Linee curve, cerchi e archi si impongono nell’architettura, nell’interior design, nei mobili e nelle decorazioni. Grande ritorno dell’arte astratta nei pattern geometrici e nella wall art. Tra gli studi di design e di architettura d’interni, emergono i paesi dell’est per le loro proposte fresche e audaci. In sintesi, un 2019 che guarda al passato ma senza nostalgia, con l’obiettivo di creare una nuova estetica più colta e sofisticata rispetto agli anni scorsi.

INTERIOR TRENDS 2019 colori neutri

Per scaricare la guida interior trends 2019 gratuitamente, basta iscriversi alla newsletter. Per coloro che sono già iscritti, niente paura, nella newsletter del 1° dicembre troverete il link per scaricarla a vostra volta.

Infine, se volete vedere gli aggiornamenti sulle ultime tendenze nel meraviglioso mondo di Pinterest, seguite le mie bacheche Interior Trends e Colors 2019.

 

Tags: ,

 
 

7 colori Pantone 2018 per l’arredamento

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Colori

Pantone è ad oggi un’autorità riconosciuta universalmente quando si parla di colori per la casa, i mobili, la moda e il design.
Icona pop di designer, architetti e dei graphic designer, Pantone nasce come “azienda di tecnologie per la grafica” e diventa negli anni punto di riferimento per la classificazione universale dei colori. Una spiegazione molto, molto, semplicistica di come funziona e di cosa fa il colosso statunitense (magari ci ritorneremo), perché invece quello che ci interessa oggi è mostrarti quali sono i colori per l’arredamento per questo autunno-inverno 2018-2019. Sono pieni di energia, sono tinte che parlano di ambienti dalla forte personalità.

Sono anche colori distanti dal trend nordico imperante che vuole il bianco, il grigio ed il legno assoluti protagonisti dell’interior design. Noi ci vediamo un ritorno a nuance più vicine alla nostra tradizione, più intense e cariche…insomma, il total white dello stile scandinavo ha senso per illuminare gli ambienti di lassù, dove d’inverno la notte non ha fine, ma qui ne abbiamo davvero bisogno?
Per quanto lo scandi-design ci sia sempre piaciuto per il suo mood accogliente e famigliare, diamo volentieri il benvenuto ai nuovi trend.

Vediamoli subito!

I 7 colori Pantone di cui non potrai fare a meno quest’inverno

Red Pear

Un rosso intenso, profondo e deliziosamente lussureggiante. Proprio come un buon vino.

Madia rossa in Pantone Red Pear

Nebulas Blue

Come un cielo stellato in un crepuscolo invernale, questo blu riflessivo dà il suo meglio declinato in velluto.

Divano blu in Pantone Nebulas Blue

Martini Olive

Un verde sofisticato che aggiunge profondità alla tavolozza.</>

Letto verde in Pantone Martini Olive

Russet Orange

Tutta la forza dei colori dell’autunno condensata in un’unica nuance.

Cassettiera arancione in Pantone Russet Orange

Quetzal Green

Misteriosa e intensissima, questa elegante tonalità blu-verde evoca il ricco piumaggio di uccelli esotici.

Sedie in velluto verde Pantone Quetzal Green

Ceylon Yellow

Un tocco speziato che dona luminosità a qualsiasi ambiente, senza essere stucchevole.

Credenza gialla in Pantone Ceylon Yellow

Valiant Poppy

Un rosso coraggioso e sicuro di sé, da usare con discrezione.

Letto imbottito rosso in Pantone Valiant Poppy

Hai bisogno di consigli per i tuoi mobili colorati? Sei attratto da questi colori ma non sai come abbinarli? C’è un arredatore pronto a risponderti, basta cliccare qui sotto.

Vuoi scoprire di più sui colori Pantone per la tua casa?
Leggi qui:
I 10 colore Pantone 2017 per l’arredamento

Tags: , , ,

 
 

Tendenze: contemporary Art Déco

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto, Stili

Elegante e raffinato, lo stile Art Déco riproposto in chiave contemporanea rivoluziona gli interni con audaci geometrie e inediti accostamenti.

Tendenze contemporary Art Deco Sella Concept

Tra le varie tendenze che costellano il mondo dell’interior design, forse quella che vede il ritorno dell’Art Déco è la più rivoluzionaria. Da molti anni, infatti, non si vedevano negli interni geometrie singolari, materiali lussuosi e colori audaci proposti contemporaneamente.

L’Art Déco delle origini

L’Art Déco è un movimento che ha caratterizzato l’estetica degli anni Venti e Trenta influenzando l’arredamento, ma anche la gioielleria, la moda, la grafica e l’architettura, la letteratura, la musica e il cinema (Pensate al Jazz e al grande Gatsby). Proprio per la sua trasversalità, l’Art Déco fu più uno stile di vita che un fenomeno circoscritto all’ambito della decorazione.

E’ uno stile eclettico che si fonda sul predominio della geometria astratta, dei colori intensi, dei materiali luccicanti come i metalli, il vetro, le lacche. Abbondano i motivi decorativi, da quelli geometrici come il triangolo in tutte le sue declinazioni, a quelli stilizzati ispirati alla natura (raggi solari, fiori, foglie, uccelli, onde).

Qualche esempio famoso nel campo dell’arte e del design? Il Chrysler Building e l’Empire State Building a New York, l’Art Déco Historic Districts a Miami, i dipinti di Tamara de Lempicka, le ceramiche di Giò Ponti, solo per citarne alcuni.

L’Art Déco contemporaneo

Salito alla ribalta inizialmente nei locali pubblici, il Contemporary Art Déco è più minimalista e meno decorativo rispetto all’originale, è comunque uno stile dal grande impatto estetico e tra i più innovativi, grazie anche alla contaminazione con il Memphis-style di Ettore Sotsass.

Tendenze contemporary Art Deco Daria Zinovatnaya

La collezione Cherokee della designer ucraina Daria Zinovatnaya si ispira al Memphis Style

Tra le geometrie, predominano i cerchi, gli archi, le forme composte e le linee rette. Molto gettonata la forma ovale, ma con i lati maggiori dritti, utilizzata soprattutto per specchi, lampade, frontali dei mobili, come si vede nella consolle di Daria Zinovatnaya.

Tendenze contemporary Art Deco porte ad arco

Gli uffici di Vizor Interactive progettati da STUDIO11 a Minsk

Tendenze contemporary Art Deco

Casa a Barcellona, by Colombo and Serboli Architecture (CaSA)

Tenete d’occhio anche i motivi a scanalature, che ormai sono utilizzati un po’ ovunque, dalle decorazioni delle pareti, alle gambe dei tavoli, agli schienali di sedie e poltrone e via via fino agli accessori.

Tendenze contemporary Art Deco Nana patisserie

NANAN Patisserie © PION Basia Kuligowska, Przemysław Nieciecki

I materiali sono spesso sinonimo di lusso: marmo, legni pregiati, ottone, velluti e carte da parati, mentre i colori sono giocati su palette dai toni intensi oppure in accostamenti di colori pastello, con una netta predominanza del rosa. Una curiosità: questo stile è particolarmente apprezzato dai designer dei paesi dell’Est Europa.

Tendenze contemporary Art Deco HARRY NURIEV

Progetto del designer russo Harry Nuriev e del suo studio Crosby Studios

I must have

Ecco i mobili e gli accessori che non devono mancare se si desidera arredare la casa in stile contemporary Art Déco:

Tendenze contemporary Art Deco

Charlotte Sofa by India Mahdavi

Tendenze contemporary Art Deco julius chair

Julius Chair by Carlyle Collective

Tendenze contemporary Art Deco azucena caccia dominioni

Il pouf Azucena di Luigi Caccia Dominioni

Tendenze contemporary Art Deco IC lights

IC Lights by Michael Anastassiades

Tendenze contemporary Art Deco ceramica cielo specchio

Specchio ovale collezione I Catini by Ceramica Cielo

Tendenze contemporary Art Deco prettypegs

I frontali per mobili Ikea by Prettypegs

Tendenze contemporary Art Deco letto Essential Home

Letto Sophia by Essential Home

Crediti foto di copertina Sella Concept


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


 

Tags:

 
 

Una casa in stile eclettico

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Stili

Soggiorno combinazione di stili

Il mondo sarebbe piuttosto noioso, se tutti avessimo lo stesso gusto nell’arredare. A noi di Case e Interni piace poter stimolare la creatività guardando anche case che si allontanano dai percorsi consueti. Questo appartamento in Andalusia (forse un render ben riuscito) in un complesso di nuova costruzione, è stato arredato con un approccio eclettico, utilizzando un mix intrigante di colori trame e fantasie per dare forma a una casa non banale.

Lo stile eclettico nell’arredamento è una combinazione di stili e periodi diversi ed offre la possibilità di mettere in mostra la propria personalità.

Certo, non è uno stile per tutti: c’è una linea sottile tra un soggiorno splendidamente eclettico e una stanza che è semplicemente caotica e kitsch. Arredare stanze in stile eclettico non significa rifiutare ogni regola. Gli spazi eclettici più riusciti riescono a mettere insieme forme, trame e colori apparentemente disparati, utilizzando alcuni trucchi per mantenere tutto in armonia.

Lo stile eclettico qui è fresco, contemporaneo ed esotico. I materiali naturali e le differenti texture aiutano a creare uno sfondo che accoglie accenti di colore e collezioni di oggetti disparati, tutti in perfetto equilibrio.

Le pareti dell’ingresso sono in verde bosco. Una parete di quel colore prosegue anche nel soggiorno, aggiungendo un tocco di fascino vintage anche grazie alle sedie spaiate e ai mobili in midollino, mentre un sottile accenno di stile industriale, viene introdotto dalle lampade. Cesti ed altri oggetti etnici trovano posto qua e là. L’angolo relax è delicatamente boho chic, accogliente e riposante.

L’appartamento richiama anche un’estetica scandinava, con il suo pavimento in legno, le pareti bianche accanto a tessuti morbidi dai disegni geometrici. Mentre l’elemento eccentrico, che in un arredamento eclettico non può mancare per attirare l’attenzione, sono la serie di fenicotteri e aironi nell’ingresso che prendono spunto dal quadro dai colori oro e malva. Grazie anche allo specchio, l’insieme crea una scenografia interessante.

Qui la creazione di una combinazione di colori comune contribuisce a creare coesione, nel gioco di legni, metalli e tessuti differenti.

Lo stile eclettico è noto anche per l’utilizzo di decorazioni uniche: collezioni di ceramiche, lampade e specchi insieme a pezzi più grandi come tappeti, quadri, sculture.

In uno stile dove ci sono molti stimoli visivi è importante anche avere spazi meno “carichi” per bilanciare. La piccola cucina, tutta bianca e dal design lineare, qui svolge questo scopo, pur mantenendo alcuni accenti di colore.

Anche la camera da letto, ha un design pulito, interrotto solo dalla testata tradizionale spagnola, che è stata dipinta di malva come il muro di sfondo, creando un piacevole chiaro-scuro. Mentre come accento troviamo i due comodini e il cuscino di un vibrante blu elettrico.

Copia lo stile, anche solo per dare un nuovo look al soggiorno

– Mescola stili, texture e fantasie tenendo un filo conduttore nella palette di colori

– Utilizza alcuni contrasti di colore inattesi

– Dai importanza ai tessuti e non dimenticare i tappeti

– Abbellisci le pareti con collezioni di specchi, quadri o altri oggetti

– Aggiungi il tuo tocco personale con alcune decorazioni insolite

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

Soggiorno combinazione di stili

casa-stile-eclettico-arredamento (6)

casa-stile-eclettico-arredamento (7)

casa-stile-eclettico-arredamento (8)

Fonte: myramardos.com

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Trend d’arredamento autunno / inverno: animalier o velluto?

Pubblicato da blog ospite in Stili, VDR Home Design

La stagione invernale è alle porte e con lui i nuovi trend d’arredamento per affrontare il freddo al meglio. Vediamo quali sono i trend d’arredamento autunno / inverno 2018.

……….

L’autunno è arrivato e con lui i primi freddi e i colori splendidi che questa stagione ci regala. La natura va in letargo e in realtà anche noi vorremmo seguirla, ma si sa, è solo un sogno.

Come risvegliare i sensi un po’ intorpiditi dal cambio stagione allora? Di solito il modo migliore è lo shopping ed in particolare, quello per la casa. Si sa che i mobili non si possono cambiare ogni sei mesi, per ovvi motivi economici e pratici. Quindi come fare per dare un nuovo sprint al nostro nido senza andare in banca rotta?

Cambiando i complementi d’arredo: cuscini, tappeti, lenzuola, tovaglie e tende. Potete fare il cambio complementi così come si fa il cambio dell’armadio. Vedrete che ventata di novità!

Tra i trend d’arredamento autunno/inverno 2018 ci sono l’animalier e il velluto. Quale scegliete?

TREND D’ARREDAMENTO AUTUNNO / INVERNO: ANIMALIER

Prima di tutto: cosa vuol dire animalier? Vuol dire stampe che riproducono il manto degli animali della savana (o quanto meno, di animali esotici). Quindi via libera a maculato, panterato, zebrato, pitonato, effetto pelle di giraffa. Un po’ cougar diciamo.

Sicuramente molto audace e sensuale, chi sceglie per questo trend non ha paura di osare. Il rischio di creare ambienti sovraccarichi e un po’ ridicoli, però, è dietro l’angolo. Quindi non è che tutto deve essere in animalier. Se scegliete un tappeto in questo stile, state attenti ad abbinare piccoli accessori con stampe simili. Non fate tende, tappeti e cuscini così: l’insieme diventerebbe davvero too much e poco elegante.

Abbinate le stampe animalier con complementi in tinta unita per riequilibrare e dare omogeneità.

trend d'arredamento autunno / inverno

|Image credits: H&M Home – Maisons du Monde – Zara Home|

TREND D’ARREDAMENTO AUTUNNO / INVERNO: VELLUTO

Per chi vorrebbe osare, ma non esagerare, il velluto è la scelta migliore. Elegante e sofisticato, darà un’aura molto speciale ai vostri ambienti. Li farà sembrare usciti dai saloni delle feste di altri tempi, conferendo anche un po’ di mistero all’insieme.

Si tratta di un trend già visto al Salone del Mobile, declinato davvero in mille modi diversi. Tende, completi letto, cuscini. Chi più ne ha ne metta. Anche i colori: potete scegliere i toni pastello o il più coraggioso blu ottanio. Potete anche mischiare le diverse tonalità per evitare l’effetto teatro. Ad esempio, una bella ottomana in blu ottanio con cuscini rosa pastello. Un insieme mascolino ma anche romantico. Un perfetto mix.

trend d'arredamento autunno / inverno

|Image credits: H&M Home – Maisons du Monde|

 

 

L’articolo Trend d’arredamento autunno / inverno: animalier o velluto? sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Arredare con il velluto, protagonista della nuova stagione

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Stili
divani in velluto

Il velluto, tessuto morbido e chic, torna come trend 2018 di interior designDivani, poltrone, testiere, cuscini, tende e carte da parati, il velluto entra nelle case in tanti modi diversi ma sempre con grande stile.

Da sempre utilizzato nell’arredamento di ambienti di lusso, il velluto è un tessuto ricavato da nobili fibre naturali e disponibile in una ricca scelta di colori e nuance diverse. Esistono velluti di lana, di seta e di cotone, quest’ultimo sicuramente è il più diffuso.

tessuti di velluto collezione PRIVATE di Élitis
tessuti di velluto collezione PRIVATE di Élitis

Consigli per arredare con il velluto

Arredare con il velluto, protagonista della nuova stagione, è sinonimo di stile e ricercatezza ma poiché si tratta di un materiale che non passa certo inosservato, occorre la massima attenzione per non esagerare.
Ideale per essere inserito in ambienti luminosi, il velluto può essere accostato a diversi materiali a seconda dell’effetto desiderato. Abbinato al legno o ai metalli opachi, si otterrà un effetto più sobrio, mentre se accostato al marmo e ai metalli lucidi il risultato sarà indubbiamente più lussuoso ed elegante.

Con l’arrivo dell’autunno tutti abbiamo voglia di rinnovare i propri interni, cosa ne dite di aggiungere qualche elemento in velluto?

Il velluto è infatti il tessuto perfetto per un restyling autunnale e per aggiungere un tocco glamour agli ambienti, sia nei colori vivaci che nelle tonalità pastello o neutre. Inoltre, nonostante la sua anima vintage, si tratta di un materiale versatile utile per impreziosire ogni ambiente, dal classico al contemporaneo.

Le attuali proposte d’arredo in velluto spaziano dai divani ai letti, ma anche poltrone, pouff, sedie e tanti altri complementi come cuscini d’arredo, tende e persino carte d parati o raffinate boiserie per rivestire con classe le pareti di casa.  
Basteranno pochi elementi in velluto per donare alla stanza un’atmosfera calda e accogliente.



divano in velluto MOON - Dall'Agnese
divano in velluto MOON Dall’Agnese
poltrone in velluto di MisuraEmme
poltrone in velluto di MisuraEmme
tenda coprente in velluto di H&MHome
tenda coprente in velluto di H&MHome
cuscini d'arredo in velluto di H&MHome
cuscini d’arredo in velluto di H&MHome
sedia in velluto modello ASANA di Ronda Design
sedia in velluto modello ASANA di Ronda Design
letto in velluto modello CHARLOTTE di Emmebi
letto in velluto modello CHARLOTTE di Emmebi
cuscini d'arredo in velluto HAPPY FRAME di LO DESIGN
cuscini d’arredo in velluto HAPPY FRAME di LO DESIGN
coprpiumini e tende in velluto di H&MHome
coprpiumini e tende in velluto di H&MHome


Pulizia del velluto

Il velluto è un materiale delicato, la cui manutenzione varia a seconda del filato, anche se oggi, grazie alle nuove tecnologie produttive, è diventato più performante di un tempo. Il velluto in seta richiede un lavaggio a secco, al fine di mantenere inalterate le sue caratteristiche di lucentezza e l’effetto cangiante. Per  il velluto in lino o cotone l’ideale basta tamponare con un panno imbevuto d’acqua e asciugare, oppure utilizzare una spazzola, anche contropelo.



Tags: ,

 
 




Torna su