BLOG ARREDAMENTO Posts

7 Luglio 2019 / / News

Continuiamo con la Milano Design Week e ci spostiamo alla scoperta degli eventi più interessanti della settimana, questa volta in zona Brera.

English version >> http://bit.ly/2nuhbcX

………..

Siamo nel pieno della settimana del design Milanese e tutto è in fibrillazione.

Girando per Milano davvero ci si rende conto del caos che c’è.

Migliaia di persone, centinaia di eventi: un continuo correre per spostarsi da un angolo all’altro della città. Non si può perdere davvero nessuno degli eventi messi in programma.

Mentre si è nel pieno della settimana, si arriva alla fine delle giornate distrutte.

Si tratta di una settimana quasi magica, direi: tutti lavorano per rendere ogni cosa perfetta, per imprimere nella mente delle persone il ricordo di Milano come grande capitale del design.

Ci sono eventi per tutti i gusti e gli stili. Dopo aver visto la ricerca di soluzioni sostenibili e i progetti dei nuovi designer, oggi è la volta dell’eleganza del design milanese.

Pronti per vedere cosa ci offre zona Brera?

MILANO DESIGN WEEK: SI CONTINUA CON LO STUDIO PEPE E WHITE IN THE CITY, ZONA BRERA

Ovviamente non poteva mancare una capatina nel quartiere più patinato e fashion di Milano: Brera. Siamo in centro sparato, dove ci sono i negozi più cool e le case storiche più invidiate.

Tra un’occhiata alle vetrine da sogno e uno sguardo alla Milano di una volta, potreste incappare in uno degli allestimenti fatti ad hoc per White in the city (qui il post dove ne parlavo).

Cinque prestigiosi punti saranno teatro di installazioni architettoniche che indagano tutti i possibili significati del colore bianco.

Accademia e Pinacoteca di Brera, Palazzo Cusani, ex chiesa di San Carpoforo e Class Editori Space; questi i luoghi da visitare per scoprire come gli architetti hanno declinato questo colore nelle loro opere.

zona Brera

Corridoio gessi Accademia di Brera – Image credits: Cosmo Laera | corte interna_ Palazzo Cusani | Pinacoteca_ LOGGIATO SUPERIORE | San Carpoforo

Direttore artistico dell’evento è Giulio Cappellini, affiancato da nomi internazionali dell’architettura e del design: Stefano Boeri, David Chipperfield, Patricia Urquiola, Zaha Hadid Architects, solo per citarne alcuni.

Rimaniamo sempre in questo quartiere, ma spostiamoci verso un allestimento davvero originale: The Visit, dello Studiopepe.

Un appartamento di inizio ‘800 a Milano, caratterizzato da un’infilata di stanze, stucchi e parquet a spina di pesce. Il sapore romantico della storia, che si incontra con la contemporaneità del design.

Una casa ristrutturata dallo Studiopepe, che riporta nel progetto tutto il complesso delle loro ispirazioni. Attraverso una visione eclettica e trasversale, prende vita un progetto che esalta l’iconicità dei grandi maestri, trasbordando la progettualità in un contesto attuale.

Un progetto fatto apposta per il Fuorisalone, con cui le progettiste Arianna e Chiara hanno voluto raccontare una favola; la favola non solo di un luogo, ma di un gesto, un rituale: il rituale della visita.

Visita come atto che implica un luogo fisico, ma anche l’esistenza delle persone ospitanti e ospitate. Un allestimento intimo, che rende questo appartamento la casa delle persone che abitano la città.


Crediamo che la #casa sia la trasposizione fisica del nostro mondo interiore. #Studiopepe
Condividi il Tweet


zona Brera

Credits – Illustrations: Alberto Fiocco

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Milano Design Week: zona Brera, tra Bianco e Studiopepe sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

6 Luglio 2019 / / Design Ur Life

La stagione dei saldi estivi è ufficialmente iniziata e forse non sanno tutti che è il momento adatto per acquistare anche i mobili in saldi e a prezzi scontati.

Se siete alla ricerca di un monile di design e particolare oppure complementi d’arredo a prezzi convenienti, questo articolo vi può aiutare. Infatti, è proprio il momento migliore per fare acquisti e questa guida può aiutarvi nella vostra ricerca dei mobili in saldi nei negozi online. Su siti dove con pochi click è possibile comprare a prezzi scontati fino a 80%. Dovete solo fare attenzione alle spese di spedizione e ai tempi di consegna.

Dove Acquistare online i mobili e complementi d’arredo in promozione

Sul sito  made in design ci sono saldi fino al 60%.

I saldi su Smallable fino al -60% sui marchi di moda e design.

Potete trovare anche sul sito home24 fino al 60% di sconto.

Sul sito lampade.it fino al 50% con i saldi estivi e la spedizione gratuita in tutta Italia per acquisti superiori a 150Euro. Promozione valida dal 6 Luglio al 18 agosto 2019.

Su miliboo Saldi fino al 50% su tutto l’arredo fino il 30 agosto 2019.

Sul sito euronova sconti fino al 50% più spese di spedizione ed è valida fino al 14 Luglio 2019.

Fino al 50% di sconto anche sul sito di Kave Home, dal 6 Luglio al 30 agosto 2019.

Saldi fino al 40% sul sito ibs.it

Sul sito media shopping c’è lo sconto su alcuni prodotti top seller, promo valida dall’8 al 10 Luglio 2019.

5% di sconto sul primo ordine fino il 29 Luglio 2019 sul sito FloraQueen.

Sul sito di Ventis per i nuovi iscritti c’è uno sconto di 5 Euro.

10 euro in regalo sul sito Photosi riservato sul primo ordine.

Anche su Amazon potete acquistare i mobili a prezzi molto convenienti. Inoltre il 15 e il 16 Luglio c’è il prime day e ci sono fino al 20% di sconto sui mobili a marchio Amazon. Qui di seguito alcuni suggerimenti da Amazon:

Parete da Soggiorno con biocamino a bioetanolo

mobili in saldi

Divano trapuntata stile mid-century

mobili in saldi


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.


IN QUESTO ARTICOLO CI SONO I LINK AFFILIATI

L’articolo Mobili in saldi, Consigli per l’acquisto proviene da Design ur life blog.

6 Luglio 2019 / / Case e Interni

Country chic per un casa in campagna firmata Ikea
L’elegante e fresca residenza di campagna nella località del West Sussex, che presentiamo oggi, è la casa che la blogger Natalie ha ristrutturato per abitarci. Questo rifugio bianco e luminoso ha un aspetto moderno, che include anche alcuni dettagli rustici. Ikea l’ha scelto per mettere in risalto alcuni dei suoi prodotti.

A differenza di altri marchi di arredamento, Ikea punta tutto sulla versatilità, per cui gli arredi e complementi del colosso svedese trovano spazio in ambienti dagli stili più disparati: classico, contemporaneo, industriale, vintage… Qui vediamo come alcuni elementi, scelti da Natalie, si inseriscono alla perfezione in questa bella casa di campagna.

Secondo noi, i migliori interni di campagna trovano un perfetto equilibrio tra rustico e modernità. Abbiamo già parlato in modo approfondito del Country Chic. Questo stile di arredamento sottolinea l’autentica bellezza dei materiali naturali, celebra i gusti senza fronzoli e semplicemente ci fa sentire a casa.

Lo stile di questa casa si basa sull’uso preponderante del colore bianco, abbinato a pezzi dai materiali naturali (legno, cocco, rattan), arredi poco formali, che la rendono così rilassante ed accogliente. Specchi, stampe ed oggetti scovati nei mercatini, aggiungono quei dettagli di carattere e personalità, che fanno la differenza. Un’ispirazione che possiamo cogliere per arredare le case di vacanza per l’estate.
 

Se vuoi copiare lo stile, i prodotti Ikea utilizzati:

EKTORP – Divano a 3 posti €349
NORRÅKER – Panca € 64,95
FANBYN – Sedia con braccioli € 64,95
HEKTAR – Lampade, sia a sospensione (€19,95) che da tavolo (€49,95)
LOHALS – Tappeto € 69,95
MATHEA – Plaid € 9,95
JOFRID – Fodera per cuscino € 9,95
FLÅDIS – Cestino € 9,95
SÄVEDAL – Anta cucina

Interior stylist: Carl Braganza
Foto: Dan Duchars
fonte: Ikea

Anna e Marco – CASE E INTERNI

5 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

La città della luce e dell’amore. Così è Parigi nell’immaginario collettivo, ma è solo in parte vero. Parigi è anche la città dell’arte e dell’architettura sempre al passo con i tempi, anzi talvolta anche in anticipo sugli stessi.

C’è sempre qualche nuovo edificio o interno da esplorare, come nel caso del recentissimo Café jacques.

Un contenitore vetrato da cui ammirare il mondo esterno

Il Café Jacques sorge ai piedi della Tour Eiffel ed il nome stesso ne fa capire l’omaggio insito. Un ringraziamento a Jacques Chirac che ha voluto il Museo Quai Branly dedicato alle Arti e Civiltà d’Africa, d’Asia, d’Oceania e delle Americhe.

Proprio al suo interno trova posto questo ristorante che è stato concepito come un contenitore vetrato. In perfetta sintonia con l’ambiente circostante, col quale dialoga in maniera fluida permettendo di godere del panorama limitrofo.

All’esterno infatti appare il giardino del Museo progettato da Gilles Clément un vero e proprio capolavoro protetto dal rumore della strada. Una savana nel centro di Parigi da ammirare seduti al tavoli di questo caffè .

Il progetto è dell’Interior Designer Aliénor Béchu dello studio Agence Volume ABC che ha creato uno spazio raffinato ed elegante, con richiami allo stile moderno.

Le finiture e lo schema colori sono in tonalità chiare che riflettono il più possibile la grande quantità di luce che naturalmente entra nello spazio, facendolo sembrare ancora più ampio. Discreti specchi a soffitto riflettono in maniera riservata la bellezza del paesaggio circostante.

Per i tavoli è stato scelto il marmo chiaro, materiale allo stesso tempo resistente e delicato: un binomio che si sposa perfettamente con la natura del locale.

Ogni elemento è stato scelto in stretta relazione con quella che è l’arte della tavola di Alain Ducasse: una perfetta simbiosi di arte, materie prime e sapori.

Arredi di alta gamma in finiture personalizzate, con dettagli appositamente studiati per sottolineare ancora di più la natura di questo ristorante.

L’azienda italiana Scab Design ha contribuito al progetto di questo locale con le sedie e gli sgabelli Lisa, in cuoio color cognac e struttura in ottone.

Il caldo color caramello del cuoio rimanda placidamente al piacere dei sensi che vengono risvegliati dall’alta cucina, mentre la struttura ottone risplende a sottolineare l’importanza dell’esperienza.

Queste finiture dialogano anche con l’esterno e con le essenze scelte dal paesaggista Clément. Un continuo rimando tra natura, cibo e benessere per una genuina pausa nella Ville Lumière.

Articolo a cura di
Valentina Di Roma
Interior Designer & Blogger

L’articolo Una pausa di stile al Cafè Jacques, tra Tour Eiffel e natura proviene da Dettagli Home Decor.

5 Luglio 2019 / / Charme and More

La Masseria Cimino si trova a Sevelletri di Fasano in Puglia.

Situata sul lungomare, tra il San Domenico Golf Club e gli scavi archeologici di Egnazia risalenti al VI sec.a.C. fu costruita nel 1700 fra orti e uliveti secolari.

I locali di questa antica fattoria fortificata servivano da centro di lavorazione dei prodotti agricoli.

Una parte dei fabbricati era adibita ad abitazione dei lavoratori del “massaro” e a residenza saltuaria dei proprietari, così come la maggior parte delle masserie di Puglia.

Nel 2005 la Masseria Cimino è stata completamente ristrutturata conservandone l’originaria struttura, le caratteristiche architettoniche e nel pieno rispetto dei materiali, delle forme e dei colori originari.

Una struttura di grande fascino, perfetta per chi cerca una vacanza slow all’insegna della quiete, del silenzio e del relax, lontana dal caos e dalla mondanità.

masseria-cimino-piscina

masseria-esterni-piscina

63014808

masseria-san-cimino-interni

masseria-san-cimino-sala-pranzo

207590564

207590576

La Masseria Cimino, ha 14 camere di cui alcune ubicate nell’antica torre ed altre nei casolari ristrutturati che si affacciano sul sito archeologico facente parte degli scavi della antica città romana di Egnazia. Questi ultimi, da poco portati alla luce, segnano anche i confini della proprietà.

masseria-san-cimino-camere

masseria-san-cimino-outdoor

masseria-san-cimino-copertina

Masseria Cimino

Contrada Masciola

 Savelletri di Fasano (Brindisi)

FirmaFellinSMALL

 

L’articolo Masseria Cimino; hotel di charme per una vacanza slow. proviene da Charme and More.

5 Luglio 2019 / / Idee

Se c’è una cosa che non può mancare fuori dalla propria casa è lo zerbino. Lo zerbino permette di proteggere la casa dall’ingresso di sporco e di eventuali agenti esterni, permettendo a tutti di pulirsi adeguatamente le scarpe prima di fare ingresso nei locali. 

Ma lo zerbino non è solamente un
utile prodotto per pulirsi le scarpe prima di entrare in casa, è anche una
sorta di “benvenuto” che è possibile personalizzare

Per rendere davvero unico lo zerbino
della propria casa, ma anche della propria attività commerciale, esiste la
possibilità di richiedere uno zerbino personalizzato. Scopriamo come e a chi rivolgersi.

Zerbini
personalizzati online

Grazie alla possibilità di
personalizzare il proprio zerbino, gli zerbini classici, anonimi e tristi
stanno scomparendo.

Diverse attività online come, Tuttozerbini.it permettono di
personalizzare il proprio zerbino in ogni piccolo dettaglio:

  • grandezza
  • materiale
  • colori
  • loghi
  • frasi
  • immagini

Ci sono veramente moltissimi aspetti
da poter scegliere e personalizzare per dare un tocco di colore alla casa, oppure
fornire un po’ di professionalità in più all’azienda.

Uno zerbino personalizzato può
rendere un ingresso davvero unico e
sempre accogliente sia se si tratti
di un’abitazione privata, sia se si tratti di un’attività commerciale o di un
ufficio.

Inoltre, uno zerbino personalizzato,
proponendolo come simpatico ed utile regalo,
può rappresentare una buona ed originale idea in ogni occasione.

Affidandosi ad aziende del settore che creano prodotti ad hoc zerbini personalizzati con materiali di altissima qualità, sia per uso domestico sia per uso aziendale, ordinare uno zerbino unico è davvero semplicissimo. Grazie ai servizi offerti online è possibile scegliere ogni dettaglio dello zerbino comodamente da casa e farlo spedire, direttamente, nel luogo in cui è destinato ad essere esposto.

Come si personalizza uno zerbino

Lo zerbino può essere personalizzato
in molti modi diversi, ad esempio con un marchio
particolare, con un’immagine, con
delle scritte ma anche con tanti colori differenti che rendono davvero
unico lo zerbino personalizzato. È
possibile, in questo modo, realizzare uno zerbino che sia in tono con la
propria casa oppure scegliere colori che meglio si abbinino con il logo
aziendale.

La
prima scelta da fare è sul materiale
che si vuol impiegare per realizzare il proprio zerbino.
Questa scelta varia in base all’uso cui è destinato lo zerbino stesso: esistono
moltissimi e diversi materiali che si adattano a prestazioni diverse e devono
essere scelti in base al fatto che lo zerbino sia d’interno o d’esterno.

A
seguire, dev’essere fatta la scelta della grandezza dello zerbino (che può
anche essere su misura) e del colore che si preferisce.

Ma
le scelte sono tantissime: si può far scrivere una frase simpatica, il proprio
nome o quello della famiglia; si può far stampare una fotografia o un’immagine;
si può scegliere anche solo un pattern come quello a pois oppure far scrivere
un logo aziendale o una frase di benvenuto.

In questo modo, si potrà avere in poco tempo uno zerbino personalizzato davvero unico che arredi con originalità la zona esterna ed interna della propria casa.

L’articolo Zerbini personalizzati online: un’idea originale per arredare casa proviene da Architettura e design a Roma.

5 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

soggiorno nel patio

Che si tratti di una casa al mare, una villa in campagna, o di una casa in città con giardino e piscina, gli arredi del relax sono i protagonisti dell’estate. Ecco alcune delle ispirazioni più belle per arredare il tuo spazio outdoor con stile e ricercatezza.

Con la bella stagione il giardino diventa uno spazio tutto da vivere e da godere. Studiati per vivere all’aperto e in una grande varietà di soluzioni, poltrone, divani e tavolini sono gli ingredienti base per creare delle oasi di relax.

Dai modelli ampi e avvolgenti realizzati in fibre naturali o sintetiche a quelli slim, divani e poltrone per esterno oggi sono così comodi e confortevoli, ricercati nei materiali e curati nel design da non avere nulla da invidiare a quelli per gli interni, tanto che il confine tra i due usi è sempre meno definito e molti dei modelli possono integrarsi benissimo anche dentro casa.

Se avete a disposizione uno spazio esterno al quale desiderate dare un tocco in più, rendendolo un vero e proprio living all’aperto, di seguito vi mostriamo gli estesi spazi outdoor del lussuoso Myconian Naia Hotel di Mykonos.  Questo boutique hotel è un vero e proprio invito a relax, valorizzato da un arredo giardino all’insegna del design.

Tra intrecci naturali dall’atmosfera esotica, stili moderni e colorati, ecco tante idee per creare angoli scenografici dove il relax è raffinatezza e lusso.

divano da giardino moderno

SABI – divano a 3 posti di Paola Lenti

divani in fibra naturale

divani in vimini

angolo dall'atmosfera etnica e chic

outdoor Mykonian Naia Hotel

terrazza Mykonian Naia Hotel

WABI – divano e poltrona da giardino verde; NIDO poltrona da giardino arancione di Paola Lenti

divano da giardino Wabi di Paola Lenti

Mykonian Naia Hotel Mykonos

L’articolo Arredo giardino: salotti en plain air proviene da Dettagli Home Decor.

4 Luglio 2019 / / Architettura

Loft Go e Loft Jo a Milano – il progetto di Federico Delrosso per due fratelli

Non è la prima volta che Federico Delrosso si cimenta in un progetto di loft metropolitani, nati dal recupero di un unico complesso industriale, di pari superficie e personalizzati per ognuno dei due committenti che nel caso di Loft Go e Loft Jo a Milano, sono due giovani fratelli.

Loft Go e Loft Jo
Federico Delrosso – Loft GO
Loft Go e Loft Jo
Federico Delrosso – Loft JO

Il primo progetto di questo tipo è stato il noto Twin Loft; ovvero la sua abitazione e quella del suo amico Alessandro Sartori, direttore artistico di Zegna.

Il progetto di Loft Go e Loft Jo

Nel progetto di Loft Go e Loft Jo la richiesta specifica, da parte dei genitori, è stata di ricavare due unità possibilmente di uguale superficie e caratteristiche. Il progetto quindi si sviluppa lungo l’asse longitudinale del corpo di fabbrica, impostando una nuova struttura metallica assiale, che sostiene autonomamente il nuovo piano soppalco, staccata dalle murature perimetrali. Connessi alla struttura vengono realizzati ex novo i blocchi che contengono i servizi, in modo da lasciare sempre molto percepibili le diverse aree di intervento.

Il soppalco viene chiuso parzialmente dai puntelli verticali di irrigidimento del solaio, che idealmente sono la prosecuzione dell’orditura del solaio a vista, come se il soppalco fosse sospeso. Un gioco illusorio che diventa il fulcro del progetto, una sorta di spina dorsale che gestisce spazi e funzioni.

Sul pavimento del soppalco, in prossimità delle colonne in pietra e degli appoggi strutturali assiali, sono stati creati tagli in vetro, per dare verticalità alla zona sottostante e valorizzare la struttura esistente.

I muri perimetrali originari sono a vista, mentre la parte nuova è intonacata e tinteggiata, per evidenziare la coesione tra i due interventi, conservativo e contemporaneo.


Loft Go e Loft Jo
Loft Go e Loft Jo

Federico Delrosso – Loft JO






Loft Go e Loft Jo

Federico Delrosso – Loft GO


SE L’ARTICOLO TI È PIACIUTO, È STATO UTILE E HAI TROVATO LE INFORMAZIONI CHE STAVI CERCANDO, ALLORA CONDIVIDILO UTILIZZANDO UNO DEI TASTI QUI SOTTO. PUOI ANCHE ISCRIVERTI CON LA TUA E-MAIL AL BLOG PER NON PERDERTI I POST E SEGUIRMI SU INSTAGRAM E FACEBOOK PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO.

Guest post

L’articolo Loft Go e Loft Jo a Milano proviene da Design ur life blog.

4 Luglio 2019 / / Idee

Devi fare un trasloco a Firenze ma prima desideri avere un
preventivo che ti permetta di capire la spesa che devi affrontare? Niente di
più facile, basta chiedere un preventivo online e il gioco è fatto, saprai
subito quanto devi spendere. Scopriamo quindi come richiedere un preventivo traslochi Firenze online!

traslochi a firenze

Perché richiedere un preventivo traslochi online

L’esigenza di traslocare è ormai una cosa abbastanza
frequente e sono in tanti che, per motivi di lavoro, di studio o familiari hanno
bisogno di trasferirsi.

Sia che il trasloco avvenga nella stessa città o in un’altra, oppure fuori dal proprio paese, per fortuna ci sono le ditte di trasloco che effettuano servizi impeccabili in tempi rapidi.

Trovare una ditta di traslochi a Firenze che possa fornirti un preventivo personalizzato è facilmente reperibile e se lo richiedi online lo è ancora di più.

Questo servizio è un ottimo mezzo per confrontare, gratuitamente, diversi preventivi e
scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Inoltre, leggendo e confrontando le molte recensioni, disponibili online, è
possibile scegliere la ditta più esperta e competente, trovando un’ottima
combinazione qualità-prezzo.

traslochi a firenze

Preventivo trasloco Firenze: come richiederlo

Per poter organizzazione un trasloco la prima cosa che bisogna
fare è quella di cercare online l’impresa che risponda alle proprie esigenze.

Una volta trovata una ditta traslochi che operi nella propria
città sarà possibile effettuare un preventivo personalizzato cliccando
nell’apposita sezione.

Ovviamente, verrà richiesto l’inserimento di alcune
informazioni utili al calcolo del preventivo.

In questo modo, un esperto potrà elaborare tutti i dati
forniti e presentare il preventivo finale con l’importo di quanto verrebbe a
costare il trasloco da effettuare.

Le informazioni più frequenti da inserire, e generalmente
richieste, sono:

  • Località di
    partenza e di arrivo
  • Data del
    trasloco
  • Eventuali
    servizi extra
    (come, ad esempio, smontaggio e rimontaggio di mobili)
  • Numero di scatole
    e mobili da trasportare
  • Tempistiche
    previste

Queste informazioni, fornite all’esperto, consentono di avere
un’idea indicativa di come organizzare il trasloco.

L’impresa, in questo modo, potrà organizzare il trasloco nella
maniera migliore ottimizzando tempo, spazio e manodopera al fine di risparmiare sul trasloco stesso e
fornire un preventivo online molto preciso e ad un prezzo davvero competitivo.

traslochi a firenze

Quale ditta scegliere dopo aver richiesto il preventivo del trasloco

Una volta ricevuto il preventivo del trasloco da effettuare, non
bisogna accettarlo subito.

Per avere un quadro ancora più chiaro della spesa da
affrontare, infatti, sarà bene confrontarlo con quelli di altre ditte.

Inoltre, oltre a valutare il costo del trasloco, è bene controllare anche un altro aspetto, molto importante anch’esso: l’affidabilità dell’azienda.
E’ possibile trovare online molte recensioni lasciate dai clienti e, grazie ad esse, sarà possibile avere un’idea più chiara sulla professionalità e sul modo di operare di una determinata ditta traslochi.

Controllare anche il profilo
dell’azienda
riveste un ruolo fondamentale.
Serve ad avere la certezza di avere a che fare con ditte serie e competenti,
che operano nella più assoluta trasparenza e che garantiscono alla clientela
servizi sicuri, rapidi, veloci e impeccabili.

Tenendo conto di tutti questi fattori, sarà estremamente facile trovare un preventivo traslochi online conveniente ed affidabile e sarà possibile scegliere l’azienda più adatta alle proprie esigenze.

traslochi a firenze

L’articolo Traslochi a Firenze? Come richiedere un preventivo online proviene da Architettura e design a Roma.

4 Luglio 2019 / / Charme and More

Lo stile marinière è pronto a salpare per creare look estivi che profumano di mare e di French Riviera.

Un classico che non stanca mai e che ogni estate si reinventa declinato su abiti, accessori, scarpe, maglie tricot e l’immancabile t-shirt a righe.

Ecco la selezione di Charme and More in stile navy scelta scelta su Smallable.

stile-marinaro-smallable-2-001

costume-bibala-collezione-donna-stile

Costume intero Petit Bateau perfetto per le vostre vacanze in barca….e non solo.

Da abbinare ad una maxi gonna o copricostume bianco per essere chic in spiaggia e a bordo piscina.

espadrillas-cocteau-stile

Espadrillas Cocteau blu notte, con zeppa in pelle di capra di Petite Mendigote.

Da indossare da mattina a sera sotto abiti estivi o pantaloni cropped.

t-shirt-bon-appetit-stile-nautico

Di etre cecile t-shirt in  jersey di cotone da indossare per creare look casual dal sapore provenzale con pantaloni chino bianchi o blu.

Vi è piaciuto questo post?

Condividetelo sui vostri canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguitemi  su Instagram , Facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornati.

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo Moodboard in stile navy. proviene da Charme and More.