La nuova cameretta per Nicolò

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Idee

Finalmente questa settimana abbiamo definito il progetto della nuova cameretta di Nicolò, scegliendo i colori, la disposizione dei mobili, le finiture… Credo sarà una bella cameretta, divertente ma anche attuale per quando sarà più grandicello. Pensando al progetto mi viene da dire che ciò che lo caratterizza sono il design e la qualità dei materiali. Non vediamo l’ora che si concretizzi, tra 2 mesetti. Ahimé, dovremmo armarci di pazienza. Nel frattempo però ti mostro alcuni particolari.

La cameretta di Nicolò

Ormai la camera di Nicolò ha fatto il suo corso: sta crescendo, i mobili e lo spazio vanno ripensati perché non corrispondono più alle sue esigenze. Così a 10 anni Nicolò avrà una cameretta tutta nuova, con mobili salva spazio, una scrivania come si deve, delle mensole per riporre i libri.

Attualmente sono i mobili Ikea ad arredare la camera da letto.

Il progetto e le nuove finiture

Il progetto è opera dell’architetto Elena di TollotandC. Elena è una persona deliziosa, piena di pazienza e super professionale. Devo dire che grazie a lei questo progetto è davvero un’avventura divertente e stimolante.

Per la nuova stanza abbiamo sfruttato la tutta la geometria della stanza, per esempio, la nicchia creata dall’attiguo box doccia che ospiterà un letto in alto. Sotto il letto abbiamo deciso di inserire l’armadio per liberare la stanza dagli ingombri dei mobili che rimpiccioliscono ulteriormente la stanza.

La scrivania riceverà tutta la luce della finestra e unirà gli spigoli del letto alla parete opposta, su cui correrà {più in alto, a livello dello stipide della porta} una lunga mensola. In questo modo lo spazio sembrerà più grande e comodo da vivere.

Abbiamo optato dei mobili seriali. Nonostante le misure standard essi hanno risposto alle nostre esigenze: si tratta di mobili in legno, laccati e spazzolati, prodotti da Callesella. L’azienda lavora artigianalmente per cui risulta flessibile e soddisfa molte richieste che si scostano dal catalogo.

A noi sono piaciute le finiture color bianco, carta da zucchero e petrolio: il bianco dominerà, mentre gli altri due colori serviranno per alcuni dettagli {… non posso svelarti tutto }. Purtroppo le immagini non rispecchiano fedelmente le cromie.

La testiera del letto è stato un dilemma. Inizialmente avevamo scelto la collezione Outwall di Dominique Kieffer by Rubelli, ma i colori non ci hanno convinti appieno e preferito la linea Lin Bombé.

Non mancheranno i tocchi di design… la lampada Tolomeo di Artemide, l’appendiabiti Hang it all di Vitra e la sedia Trip Trap di Stokke che zia Mari ha regalato a Nicolò in occasione del battesimo.

Speriamo che il risultato sia soddisfacente, soprattutto per Nicolò… ora non ci resta che aspettare.

Che ne dici?

The post La nuova cameretta per Nicolò appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags: ,

 
 

Organizzare l’armadio dei bambini

Pubblicato da blog ospite in Clever, Design, Idee

Sistemare l’armadio della cameretta può essere una vera impresa… se non viene affrontata nel modo giusto! Bambini, adolescenti e ragazzi hanno esigenze diverse, certo, ma quando si tratta di abiti e biancheria la missione è uguale per tutti: tenere in ordine il guardaroba e, di riflesso, la camera da letto.

In questo articolo facciamo il punto sui metodi per organizzare l’armadio dei bambini e dei ragazzi: dai un’occhiata alle nostre idee, agli accessori giusti e ai consigli da mettere in pratica subito.

Sistemare l’armadio: cosa fare prima

Il segreto di un armadio perfetto e in ordine? L’organizzazione. Prima di avere a che fare con grucce, scatole e vestiti di tutti i tipi, pianifica l’attività e chiediti quali sono le esigenze dei tuoi figli.

Uno dei fattori chiave è, senza dubbio, l’età di chi occupa la cameretta: gli armadi per bimbi differiscono da quelli degli adolescenti per l’accessibilità e la disposizione degli elementi interni, oltre che per la tipologia dei vestiti da riporre. A questo si aggiungono il tipo di guardaroba (è per maschio o femmina?) e la “proprietà dell’armadio” (soprattutto se è condiviso tra fratelli o sorelle).

Dopo queste riflessioni, procedi con un preciso piano d’azione: munisciti di cesti dove riporre gli abiti, stracci per spolverare i ripiani, sacchetti sottovuoto e scatole non troppo profonde. Se non ami fare le pulizie, suddividi le attività in più momenti, ma cerca di portare a termine quello che hai iniziato entro la fine della giornata *.

* Secondo il metodo della giapponese Marie Kondo, è ottimale completare il decluttering in una volta sola. Ma si sa, le giornate di mamma e papà sono così impegnate che fare uno strappo alla regola è d’obbligo!

Armadio capiente per cameretta piccola Corner

Armadio capiente per una cameretta piccola Corner

Fare ordine nel guardaroba

Quanti vestiti servono nell’armadio? C’è chi dice 33, chi azzarda con un 12 e chi rilancia puntando su 22. Se questo vale per gli adulti, non si può dire lo stesso dei bambini e dei ragazzi, per cui stime simili risultano sopraelevate, riduttive o difficilmente applicabili.

Per organizzare l’armadio di una bambina o di un bambino bisogna, in primis, scegliere cosa tenere, cosa buttare, cosa regalare e cosa conservare per i fratelli più piccoli. Libera i ripiani, sgombera i tubi appendiabiti e svuota completamente i cassetti, posizionando gli indumenti su una superficie orizzontale.

Dividi gli indumenti in base alla loro sorte, avendo cura di insacchettare quelli che pensi di gettare o di riciclare. Dedica una o più scatole agli abiti che passeranno ai fratelli minori. Per riconoscerle ti basterà applicare un’etichetta con il nome del bambino, la taglia, l’età e, se può servirti, il tipo di indumenti contenuti (magliette, pantaloni, pigiami).

Discorso diverso per gli adolescenti, per cui la cernita dei vestiti è spesso dettata dalle mode e dalle tendenze. Per loro, sistemare il guardaroba può addirittura far riemergere tesori nascosti: chissà quante magliette ritroverebbero, sepolte nei meandri della loro cabina armadio!

Se la cameretta non è molto grande e l’armadio deve contenere anche salviette e completi per il letto, il consiglio è di usare i sacchetti sottovuoto. Ideali per proteggere la biancheria dalla polvere, permettono di ridurre notevolmente lo spazio occupato da capi ingombranti come i piumoni e le coperte.

Armadio a 2 ante per cameretta Maxy

Armadio a due ante per la camera di una ragazza Maxy

Organizzare l’interno dell’armadio

Per avere (e mantenere) in ordine l’armadio dei bambini, gli accessori fanno la differenza. Scegliere le attrezzature giuste non solo aiuterà a razionalizzare lo spazio, ma renderà il cambio di stagione molto più rapido e organizzato.

Ecco alcuni degli accessori per tenere in ordine l’armadio che non possono mancare nella stanza dei ragazzi.

Le barre appendiabiti
Sono indispensabili per appendere completini, pantaloncini e camicette, e conferiscono al guardaroba un senso di ordine quando si aprono le ante. Se l’armadio è di un bimbo o di una bimba, posiziona in basso gli abiti che indosserà quotidianamente, compresi il grembiule per la scuola e la tuta per il calcetto. Così facendo stimolerai la sua autonomia e la sua intraprendenza.
Lo stesso discorso vale per gli adolescenti: meglio privilegiare la sistemazione degli abiti ordinari verso il basso, appendendo in alto indumenti eleganti o fuori stagione.

L’idea in più: le barre LED permettono di illuminare dall’interno l’appenderia, un dettaglio pratico e utile che conferisce un tocco di modernità alla cameretta.

Allestimenti e attrezzature per armadi dei bambini

Allestimenti per gli armadi Clever

Le cassettiere
Versatili e funzionali, i cassetti sono perfetti per sistemare e ordinare capi poco ingombranti e sottili. Se l’armadio integra una bella cassettiera, fai in modo che ogni cassetto contenga una specifica tipologia di vestiti: magliette nel primo cassetto, maglioncini nel secondo, e così via. Il metodo della divisione per categoria è funzionale ed efficace, poiché permette ai piccini (ma anche ai grandicelli) di trovare facilmente il capo che desiderano.

Il cassetto della biancheria merita un’attenzione speciale. Raggruppa slip, calze e canottiere in un unico vano, utilizza separatori per cassetti e suddividi gli indumenti per categoria. In questo modo, persino un figlio adolescente potrà dire addio ai calzini spaiati!

L’idea in più: se ne hai la possibilità, scegli cassetti ad estrazione totale affinché i tuoi figli abbiano una visione completa del contenuto. I modelli più moderni prevedono meccanismi di chiusura ammortizzata che evitano lo schiacciamento delle dita.
In linea di massima, puoi organizzare i cassetti posizionando davanti la biancheria della stagione in cui ti trovi (magliette a maniche corte in primavera, maglie a maniche lunghe in inverno) e, quando le temperature cambiano, variarne in blocco la disposizione.

Cassetti per organizzare l'armadio o la cabina armadio

Cabina armadio aperta con cassetti Naked

I ripiani aggiuntivi
Prevedi mensole e piani dove appoggiare scatole e contenitori, soprattutto per organizzare un armadio senza cassetti. Nelle scatole potrai sistemare, a seconda delle stagioni, costumi o sciarpe di lana, e riporle nella parte più alta dell’armadio. I ripiani a mezza altezza aiutano i bambini a raggiungere facilmente maglioni o felpe, e permettono ai ragazzi di appoggiare borsoni, zaini o il casco della moto.

L’idea in più: tra i ripiani disponibili in commercio, ne esistono alcuni dedicati alle calzature. I ripiani porta-scarpe, perfetti per integrare nell’armadio sneakers, ballerine e stivaletti, permettono di non ricorrere all’utilizzo di scarpiere aggiuntive. Tua figlia è un’adolescente con un debole per sandali e décolleté? Quale miglior occasione per farla sentire una diva di Hollywood!

Ripiani aggiuntivi, utili anche come libreria

Cabina armadio per cameretta con libreria laterale Lite

7 trucchi per tenere in ordine l’armadio dei bambini

Ecco un breve ma utilissimo vademecum per mettere in ordine l’armadio dei tuoi bambini. Inizia subito seguendo questi semplici consigli!

  1. Acquista solo lo stretto necessario. Non farti prendere la mano mentre passeggi per vetrine o fai un salto per i negozi del centro. Acquista ciò che davvero serve al tuo bambino, o chiedi a tuo figlio adolescente di fare ordine nell’armadio prima di comprare un nuovo paio di jeans.
    Nulla vieta di approfittare dei saldi per rinnovare il guardaroba: in questo caso, però, controlla che nell’armadio ci sia abbastanza spazio per riporre il bottino.
  2. Diversifica un armadio condiviso: se fratello e sorella dividono la stessa cabina armadio, non è il caso di farne un dramma! Fai in modo che ognuno abbia il suo spazio o, in alternativa, usa grucce di colore diverso per differenziare il guardaroba.
  3. Sfrutta il potenziale dei cassetti, usando separatori e divisori. Sono facili da reperire e da realizzare.
  4. Usa etichette adesive per le scatole, i contenitori e i sacchetti sottovuoto: dai un’identità a quello che ordini, che si tratti dei sacchetti del negozio o dei contenitori in plastica trasparente. Riporta sulle etichette tutte le informazioni necessarie per identificare immediatamente ciò che hai sistemato.
  5. Scegli gli accessori giusti (…per tuo figlio!): studia le esigenze dei tuoi figli e scegli l’attrezzatura dell’armadio in base alle loro attività. Se opti per un armadio completo di cassetti, ripiani e appenderia, eviterai l’acquisto di altri mobili, ridurrai il disordine nella cameretta e garantirai ai tuoi figli più spazio per giocare e svagarsi.
  6. Pianifica delle scadenze per riordinare l’armadio. Al cambio di stagione, dopo i saldi, durante le ferie estive, quando i bambini sono dai nonni… trova il momento ideale per sistemare guardaroba e cassetti. Se insegni ai tuoi figli a tenere in ordine l’armadio, non dovrai intervenire di frequente, e il caos non sarà mai fuori controllo.
  7. Ultimo ma non meno importante, coinvolgi tuo figlio! Fallo partecipare senza stress o pressione fin dalla prima infanzia, dedicando al riordino il giusto tempo. Un bambino è in grado di capire che esiste un posto per ogni cosa e sarà incentivato nel ritrovare i suoi abiti preferiti proprio dove devono stare. In fondo, sistemare l’armadio può diventare un gioco educativo e costruttivo.
    Per gli adolescenti… beh, si sa, lo scontro può essere dietro l’angolo. I ragazzi vivono il disordine come sinonimo di creatività ed espressione del sé, anche quando si tratta del guardaroba. Perciò non imporre compulsivamente ad un figlio adolescente di fare ordine nell’armadio. Con tutta probabilità, inizierà a farlo quando smetterai di chiederglielo!

Clicca qui per richiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

Da non perdere:

Tags: ,

 
 

11 soluzioni per una cameretta con due letti

Pubblicato da blog ospite in Clever, Idee

Mamme e papà di tutto il mondo, unitevi! Abbiamo raccolto 11 soluzioni per arredare una cameretta doppia, condivisa tra due fratelli, sorelle o gemelli.

Sì, questa guida e queste idee si rivolgono proprio a voi: se siete genitori di due splendidi bambini, adorabili ragazze o adolescenti ribelli, vi sarà capitato almeno una volta di dover affrontare l’organizzazione di una cameretta con 2 letti… Ma non temete. Se non sapete come fare o da dove partire, prendete spunto dai nostri esempi.

Partiremo da soluzioni lineari (la cameretta doppia con letti a terra è una delle più facili da realizzare), passando per camerette con 2 letti a ponte, soppalco, angolari e salvaspazio. E tutto questo senza dimenticare un principio fondamentale: garantire ad ogni bambino o ragazzo uno spazio tutto suo, dove riposare, studiare o giocare in totale serenità.

Soluzione per arredare la cameretta di due bambini

 

Fratello e sorella condividono la stessa stanza: come fare?

Seppur molto legati, due figli maschio e femmina potrebbero, crescendo, chiedervi di non condividere più la stessa stanza. E, se la casa non è molto grande, questo può diventare un vero grattacapo.

Fortunatamente, le camerette a due letti separati offrono una soluzione pratica e funzionale al problema. Sconsigliate per chi ha problemi di spazio, risultano particolarmente vincenti qualora si decidesse di dividere la camera in due camerette. Il motivo? Generalmente, i due letti singoli sono indipendenti dal resto dell’arredamento, e per questo godono di una certa libertà di posizionamento (geniali queste camerette componibili, vero?).

Consiglio #1: non abbiate timore di coinvolgere i ragazzi durante la progettazione della loro stanza. Avendo bene in mente i loro desideri e le loro esigenze, potrete facilmente arredare una stanza doppia a misura di fratelli.

Consiglio #2: non buttatevi nella progettazione di una cameretta con 2 letti a terra se prima non avete una chiara idea delle dimensioni dei posti letto. Opterete per due lettini singoli, perfetti per dei bambini, o sceglierete dei letti 1 piazza e mezza per accontentare due adolescenti?

Soluzione 1

Idea di cameretta con due letti separati

La cameretta per ragazzi con due letti a centro stanza permette di sfruttare lo spazio perimetrale per posizionare armadi, mensole o librerie. Sistemando un tappeto in mezzo alla camera, potrete creare una piccola area giochi in cui i bambini potranno svagarsi senza essere a diretto contatto con il pavimento. Un’altra (ottima) idea consiste nello scegliere dei letti sommier, a cui poi aggiungere boiserie decorativa o pannelli imbottiti da utilizzare a mo’ di testiera.

Idea bonus: utilizzate una libreria bifacciale per dividere una cameretta condivisa tra maschio e femmina adolescenti. Usata come separatore in mezzo alla stanza, segnalerà visivamente il confine tra una metà della camera e l’altra, garantendo ad ogni fratello il suo spazio privato.

Soluzione 2

Idea di cameretta con ponte ad angolo e due letti

Se preferite mantenere libero il centro della stanza, o utilizzare muri adiacenti, scegliete di posizionare i due letti ad elle. Questa configurazione, che sfrutta un angolo disponendo i posti letto lungo le pareti, è perfetta per la cameretta di due bambini o due bambine. Il motivo? In fratelli di età simile o uguale, che condividono gli stessi orari e le stesse attività, dormire in due letti singoli ad angolo vicini tra loro non può che rafforzarne il legame e… la complicità! Se cambierete idea, potrete sempre intervenire sull’organizzazione della camera modificando il posizionamento dei letti singoli.

Arredare la cameretta dei gemelli: risparmiare spazio con il letto a soppalco

Quando si tratta di arredare una cameretta doppia per gemelli, il vantaggio è dato dal fatto che i bambini hanno la stessa età e le medesime esigenze, anche in fatto di mobili. Ma come fare se la cameretta non ha spazio per posizionare due letti a terra, uno accanto all’altro, con due comodini e magari due armadi? In questo caso, le camerette con letto a soppalco offrono una soluzione davvero pratica e funzionale, perché permettono di razionalizzare lo spazio risparmiando centimetri in profondità.

Da sapere: i soppalchi nascono dall’esigenza di sopraelevare il letto per adibire la superficie sottostante ad angolo studio o piccola zona giorno. Le soluzioni più moderne, però, prevedono l’inserimento di un secondo letto per sfruttare a pieno lo spazio in altezza.

Soluzione 3

Soluzione per cameretta a soppalco con due letti

Bello e funzionale, il letto a soppalco è il sogno di tutti i piccoli! Questa soluzione per la cameretta di due bambini prevede il posizionamento della composizione lungo un muro di almeno 4 metri, con conseguente disimpegno del centro stanza. I lettini singoli sono posizionati l’uno sopra l’altro, e il superiore è raggiungibile tramite una scala contenitore. I gradini sono posizionati dietro la struttura, un piccolo plus che permette di risparmiare spazio in profondità. Il fratellino o la sorellina che dormirà nel letto che si trova in alto sarà protetto da una spalliera imbottita e potrà dormire sonni tranquilli e in totale sicurezza.

Soluzione 4

Soluzione di cameretta con letto a castello per 2 ragazzi

È finito il tempo in cui, per inserire due letti in cameretta, bisognava fare i salti mortali! Pensata per una stanza non molto grande, questa soluzione divide nettamente la zona notte da quella contenitiva. Indiscusso protagonista, il letto a soppalco è costituito da un doppio piano di riposo, in cui le due reti sono posizionate in direzione parallela. Il letto singolo inferiore è scorrevole, e può essere facilmente spostato a centro stanza per facilitare le operazioni di pulizia o di rifacimento del letto stesso. Al lettino singolo superiore, invece, si accede tramite una scaletta laterale dotata di gradini con contenitore. Il punto di forza di questo doppio letto sta nelle sue dimensioni ridotte, che lo rendono adatto ad arredare una cameretta con una parete di 3 metri circa.

Come arredare la camera di due ragazzi o due ragazze?

Gli adolescenti, si sa, esigono la propria indipendenza e il loro spazio. Se i più fortunati possono contare su una camera tutta loro, molti fratelli e sorelle condividono la stanza fino a quando uno non lascerà la casa natale. Anche in questo caso, l’ideale sarebbe creare due camerette in una, posizionando i letti lungo pareti diverse e scegliendo arredi funzionali per separare l’ambiente.

Ma cosa fare se la camera si sviluppa in lunghezza? Invece di sfruttare la profondità, è meglio puntare sull’altezza posizionando un letto a castello lungo il muro principale. Proprio come il letto a soppalco, la struttura a castello nasce dall’esigenza di ottimizzare al meglio lo spazio. A differenza del primo, però, il secondo tipo prevede sempre la coesistenza di due letti, generalmente di ugual misura.

Le camerette per due con letto a castello si rivolgono ad un pubblico più grande, che comprende anche gli adolescenti o i giovani adulti. Il carattere infantile dato dai gradoni delle camerette con soppalco, però, si perde a favore dell’iconica scaletta a pioli in metallo (che, detto tra noi, evoca anche una certa atmosfera da ostello della gioventù!). Fedeli alla loro missione salvaspazio, le composizioni più moderne rispondono alle esigenze dei ragazzi più grandi e prevedono, tra l’altro, l’inserimento di scrivanie e mensole per creare un angolo studio a prova di studente.

Soluzione 5

Idea di cameretta con due letti ad elle

Chi l’ha detto che il letto a castello è una cosa da bambini? Provate a pensare alle moderne camerette per ragazzi con due letti che, pur rivolgendosi ad un pubblico cresciuto, non rinunciano ad un pizzico di estro. L’originalità compositiva può essere data, per esempio, dal posizionamento perpendicolare dei materassi. A questo proposito, il letto a castello ad “elle” è una delle soluzioni più amate dai ragazzi che condividono la stessa stanza. In questa particolare cameretta doppia, i letti ad angolo sono posizionati in modo da ricreare la forma della lettera L (ecco perché sono conosciuti con questo nome!).

Soluzione 6

Idea di cameretta con 2 letti a sbalzo

Ecco un altro esempio di cameretta a castello. I due letti, sfalsati, sono posizionati lungo la stessa parete ed occupano una lunghezza di circa 300 cm. Ideale per due ragazze, questa stanza è completa di tutto ciò che serve a due sorelle adolescenti. Oltre alla zona studio, sempre utile nella camera di bambini e ragazzi in età scolare, è prevista una cabina armadio spaziosa e ben organizzata. Ma non è tutto: la struttura a castello con letti a sbalzo ottimizza gli spazi fino all’ultimo centimetro, integrando un pratico armadio sotto il letto. Così, ognuna delle due fanciulle potrà godere di uno spazio guardaroba tutto per lei (ma scambiarsi i vestiti rimarrà comunque una pratica lecita!).

Idea bonus: a seconda dei modelli, una cameretta ad angolo con due letti può essere la soluzione vincente per integrare nella composizione una piccola zona studio. Le scrivanie lunghe e strette, posizionate perpendicolarmente rispetto al letto, sono ideali per ridurre lo spazio occupato in larghezza.

Soluzione 7

Soluzione per la cameretta per due bambini

Lo abbiamo visto, le idee di camerette per due fratelli o due sorelle sono davvero tante! Se lo spazio è poco, è bene disporre di un bel letto a castello, proprio come nei casi precedenti. A differenza delle altre, però, questa soluzione mostra come arredare al meglio una cameretta per due sfruttando un angolo. La scelta può ricadere su una camera per ragazzi con grande cabina armadio, l’opzione vincente per sistemare, in un solo punto della stanza, tutti i loro abiti. In questo modo, sarà possibile utilizzare lo spazio rimanente come area svago o relax, da corredare di contenitori o mensole per i libri.

Idee per la cameretta di due bambini: il letto a ponte

Le camerette con armadio a ponte sono state la vera rivoluzione nel campo dell’arredamento per bambini. Ne esistono di tipi diversi, alcuni più particolari di altri, ma tutti volti a migliorare l’organizzazione nella camera dei piccoli. Si distinguono dai letti a soppalco per via dell’armadio posto sopra il letto (o è il letto che si trova sotto l’armadio, dipende dai punti di vista), ma come loro possono essere muniti di due lettini. Nelle camerette doppie, il ponte può declinarsi in vari modelli: doppio, unico, lineare o angolare.

Soluzione 8

Soluzioni per la cameretta con due letti ad angolo

Site alla ricerca di una cameretta angolare con due letti, che raddoppi anche lo spazio contenitivo? Questa soluzione, perfetta per una stanza grande, concentra in due pareti tutto l’arredo dei ragazzi. Protagonista della composizione, l’armadio a ponte si trova sopra uno dei due letti ad elle. La scelta di posizionare i piani di riposo su livelli diversi non è solo estetica, ma anche funzionale. Dalla differenza in altezza è stato possibile ricavare uno spazio contenitivo supplementare, costituito da pratici cassetti dove riporre biancheria per il letto, magliette ed accessori. Questa configurazione può rivelarsi particolarmente adatta alla cameretta di due bambini di età diversa: il letto più alto per il fratello maggiore, il letto più basso per quello minore.

Soluzione 9

Idea di cameretta con due letti scorrevoli

Avete due figli e la loro cameretta è lunga e stretta? Optate per una soluzione che concentri tutti gli arredi in lunghezza e in altezza, principalmente contro la stessa parete. Scegliete un armadio a ponte che sovrasti entrambi i letti, e optate per una soluzione salvaspazio come i letti scorrevoli. Infatti, nello spazio di un solo letto ce ne sono due, posizionati uno sopra all’altro. Geniale, vero? Il letto estraibile, dotato di ruote, può rimanere nascosto fino al suo utilizzo, per ridurre al minimo lo spazio occupato in profondità.

Idea bonus: la cameretta è doppia ma potreste avere bisogno di tre letti? Scegliete una soluzione che contempli la possibilità di aggiungere un terzo lettino con rete estraibile.

Due letti in una stanza piccola: è davvero possibile?

Non sempre “cameretta doppia” rima con “cameretta grande”. A molti sarà capitato di dover far fronte alla mancanza di spazio nella camera dei ragazzi, soprattutto quando a viverci sono in due. In questi casi, non serve a nulla perdersi d’animo! La soluzione è una sola: scegliere camerette doppie salvaspazio dotate di arredi multifunzionali che permettano di risparmiare preziosi centimetri in larghezza e/o profondità.

Soluzione 10

Soluzione di cameretta con 2 letti a scomparsa

Iniziamo con il dire che le moderne camerette salvaspazio con 2 letti mettono il design al servizio della funzionalità. In questa soluzione, adatta ad una camera per ragazzi di circa 10 mq, i due lettini singoli sono letteralmente nascosti negli arredi. Il letto verticale è integrato in un armadio a ponte, mentre quello ad apertura orizzontale funge da letto con scrivania incorporata. Nello specifico, questa cameretta trasformabile si rivolge sia a due bambini che a due adolescenti. Per quanto riguarda la fruibilità, il sistema di apertura assistita del letto ne evita l’apertura accidentale, garantendo quindi il massimo della sicurezza. Al contempo, gli arredi salvaspazio offrono ai 2 ragazzi tutto ciò di cui hanno bisogno: un’ampia scrivania a profondità ridotta, un grande armadio, mensole e contenitori per tutti i loro accessori.

Soluzione 11

Soluzione per la cameretta con due letti a scomparsa

Ecco l’ultima idea che aiuterà a progettare una cameretta con due letti in poco spazio. Ancora più ingegnosa della precedente, questa camera trasformabile integra non uno, ma ben due letti orizzontali a scomparsa! Ideale per una cameretta di circa 9 mq, questa soluzione integra un sistema di reti letto davvero intelligente. Simile in tutto e per tutto ad un letto a castello, ogni piano di riposo è indipendente e può essere aperto e richiuso a seconda delle esigenze dei ragazzi. In questo modo, i bambini potranno giocare, divertirsi e svagarsi nello spazio libero a centro stanza… fino all’ora di andare a dormire!

 

Riassumendo

Come abbiamo visto, arredare una cameretta con 2 letti non è poi così difficile! Le idee in pista sono davvero numerose, e le soluzioni possibili non sono da meno. Per organizzare al meglio la cameretta doppia dei vostri ragazzi, scoprite ancora qualche piccolo suggerimento!

1. Scegliere degli arredi conformi all’età

  • come arredare la cameretta di due bambini: innanzitutto, è indispensabile trovare il giusto equilibrio tra design, funzionalità e sicurezza. Se i bambini sono piccoli, è meglio disporre di mobili con angoli smussati e facilmente accessibili. Qualche esempio? Potete optare per armadi con maniglie grandi, sedie con rotelle regolabili in altezza e un bel letto a castello con scalini contenitore e protezioni imbottite.
  • come arredare la camera di due ragazzi: non più bambini, non ancora adulti, gli adolescenti hanno bisogno di uno spazio su misura per loro, soprattutto se questo è condiviso. Nella stanza per due teenager non può mancare un angolo studio con una scrivania ampia, una libreria dove riporre i libri di scuola e una cabina armadio grande abbastanza per accogliere i vestiti di entrambi. Un piccolo lusso? Aggiungere nella camera un piccolo divano letto.

2. Scegliere i colori giusti

  • i colori per la camera di due bimbi: principio sempre valido, i colori per la camera da letto devono conciliare il sonno e infondere un senso di tranquillità. Spazio quindi ai colori pastello, al posto di tonalità cupe o troppo accese. Nel caso di una cameretta per due maschietti, le nuance intramontabili restano l’azzurro e il verde, ma anche il giallo e l’arancione sono piuttosto quotati.
  • i colori per la cameretta di due bambine: abituati come siamo all’idea che il rosa sia il colore d’elezione per la camera delle femminucce, non facciamo che alimentare lo stereotipo! Lilla e violetto offrono alternative interessanti: usati con moderazione, accanto a bianco, panna o avorio, saranno perfetti anche quando le bambine saranno cresciute.
  • i colori per la stanza di due ragazzi: in virtù della loro età, gli adolescenti usano la propria camera per affermare uno stile che li rappresenti. Lasciati alle spalle i colori pastello, nella camera dei teen si può osare con tinte più cariche o accostamenti di materiali. Grigio, nero, marrone e blu sono colori tipicamente maschili che, ben dosati, convivono alla perfezione. Quanto alle finiture, giocate con l’effetto legno e il metallo per riprodurre un ambiente industriale o urban molto suggestivo.
  • i colori per la camera di due ragazze: romantiche, sognatrici, rivoluzionarie… Ogni ragazza ha il suo carattere e, proprio come i coetanei maschi, lascia che la cameretta parli per lei. Coinvolgete le vostre figlie nella scelta dei colori e dell’arredo della loro stanza. Tra le tinte più gettonate spiccano il grigio perla, il tortora e il beige, ravvivati da punte di lavanda chiaro, glicine o corallo, in omaggio al Colore Pantone 2019.
  • i colori per la cameretta di due bambini / ragazzi maschio e femmina: se la camera è condivisa tra fratello e sorella, due sono le strade percorribili. La prima opzione è facilmente percorribile (per la felicità di mamma e papà): si tratta di optare per tinte neutre o unisex come il verde e l’arancione. La seconda opzione, invece, è un filo più complessa, ma non impossibile, e consiste nel differenziare gli arredi e i loro colori, dando un chiaro segno di divisione all’interno della stanza. In questo caso, lasciate che ognuno dei vostri figli esprima le sue preferenze, e cercate di accontentarli di conseguenza. Se non è pensabile scegliere mobili da cameretta personalizzati per ogni figlio, puntate sugli accessori!

 

Da non perdere: 9 soluzioni per arredare una cameretta piccola

Clicca qui per richiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

Tags: ,

 
 

5 elementi fondamentali per la cameretta dei bambini

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee

arredare la cameretta dei bambini

Quando si arreda la cameretta, spesso ci si lascia prendere dall’entusiasmo e si commettono errori dati dalla voglia di creare un ambiente il più possibile “da bambini”. In realtà la maggior parte degli elementi d’arredo, se scelti con una visione a lungo termine, possono durare fino alle scuole primarie e oltre. La regola fondamentale è quella di optare sempre per la qualità e valutare il valore dell’investimento in termini di durata e prestazioni.

Letto evolutivo

Il primo elemento d’arredo, indispensabile per una cameretta, è il letto evolutivo. Ormai esistono in commercio tantissime varianti di questo tipo di letto, che vanno dalla prima fino alla quarta o addirittura quinta posizione. Dalla culla si passa al divanetto fino ad arrivare a letti junior di 160 m. Un unico investimento iniziale che permette di essere sfruttato a lungo.

Basterà scegliere un colore neutro che si adatti alle varie tappe della camera dei bambini.

lettino evolutivo e trasformista

lettino evolutivo Oliver Furniture

lettino evolutivo e trasformista Matata

lettino evolutivo e trasformista Matata

lettino evolutivo e trasformista Matata

Scrivania

Anche per quanto riguarda la scrivania è bene andare con cautela quando ci si accinge a comprare. L’opzione evolutiva rimane la soluzione migliore. Molte scrivanie per bambini offrono la possibilità di ampliarsi in larghezza e in altezza, e questo è importantissimo per evitare acquisti inutili. Piuttosto che scegliere una scrivania brandizzata con i personaggi del momento, meglio lasciare che questo tipo di personalizzazioni le faccia il bambino, acquistando mobili in tinta unita che si possano adeguare ai cambi di moda e crescere insieme ai loro piccoli proprietari.

scrivania evolutiva per bambini

panca e scrivania Evolution

scrivania evolutiva per bambini

scrivania evolutiva Brooklyn

Mensole

Un oggetto che non passa mai di moda e che è sempre utilissimo sono le mensole. Nella cameretta è bene posizionarle in modo strategico: alcune alla loro altezza, magari con i loro libri e con i loro peluches preferiti, altre invece in alto, fuori dalla loro portata, per riporvi tutto ciò che è meglio che non venga usato senza supervisione!

Il legno è sempre un materiale perfetto, versatile, e che si presta ad essere colorato per poi essere riportato nuovamente al suo tono originale.

mensole in legno per bambini

mensole Rafa Kids

In alternativa alle mensole vanno benissimo anche dei semplici contenitori da fissare a parete, magari optando per alcuni chiusi e altri aperti!

contenitori a parete per camerette

contenitori colorati aperti e chiusi LAGO

Cassettiere

Sotto al letto. Una soluzione che risolve tantissimi problemi di spazio e di ordine. La maggior parte dei bambini invade la propria cameretta con tantissimi giochi, e poi la voglia di riordinare è sempre poca. Con delle cassettiere alla loro portata sarà più semplice indurli a rimettere a posto quando finiscono di giocare. Quando poi non giocheranno più, questi pratici contenitori potranno essere destinati ad altro, ad esempio al cambio stagione.

letto singolo con cassetti per la cameretta

letto singolo con cassetti Nidi

Armadi e librerie fai da te o di recupero

Sempre a proposito della continua necessità di ordine e pulizia richieste dalla camera dei bambini, armadi e librerie realizzati fai da te, in cartongesso oppure in compensato, si rivelano essere un ottimo alleato. Anche in questo caso si tratta di elementi di arredo che non smettono di essere utili, dai primi anni dei bambini fino all’adolescenza, passando dai giocattoli ai libri di scuola. Funzionali, nascondono i giochi (e il disordine) con stile!

armadio fai da te per la cameretta

Se invece avete a disposizione un vecchio armadio inutilizzato, potete procedere con un veloce restyling e sfruttarlo nella cameretta.

armadio di recupero per la cameretta

 

L’articolo 5 elementi fondamentali per la cameretta dei bambini proviene da Dettagli Home Decor.

Tags:

 
 

Un nuovo lettino giocoso in stile Montessori

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor

Woodly presenta la nuova linea di lettini Montessori Skate

Woodly presenta “Skate”, la nuova linea di lettini Montessori: chi ha detto che un lettino Montessori debba essere noioso?

Con Skate il bambino potrà uscire ed entrare facilmente dal lettino, ma le sponde laterali impediranno possibili cadute notturne.

Disponibile in ben 12 diverse combinazioni di colori, Skate è interamente costruito in legno massello, e rifinito a mano, con gommalacca e cera d’api.

“Qui da Woodly stiamo molto, molto attenti alla salute dei bambini, per esempio, siamo l’unica azienda, e sottolineo UNICA, che rifinisce lettini e culle con gommalacca e cera d’api, è una finitura bella, setosa e robusta, cosi sana che si può mangiare.
La Gommalacca ? E una vernice naturale ricavata dalla secrezione di un insetto (Kerria lacca), non fate quell’espressione , anche il miele lo è…..
E una lacca naturale, che si usa per rifinire i mobili antichi, e gli strumenti musicali di pregio, come chitarre e violini.
Il legno è tutto certificato FSC (vuol dire Forest Stewardship Council), bello robusto fatto per durare.”

nuovo lettino Montessori Skate

Per il materasso sono disponibili Futon realizzati a mano in puro cotone non trattato, disponibili in due misure: 160×70 e 120×60

Un lettino a ZERO emissioni tossiche (nessuna sostanza sintetica, ne colle ne vernici), sia nella struttura che nel materasso e negli accessori!

Per ogni lettino venduto, Woodly pianta un albero, (che viene intestato al bimbo che dormirà nel lettino), in modo da realizzare un reale equilibrio ecologico.

nuovo lettino Montessori Skate

Woodly è un’azienda a impatto zero, per la produzione ecologica di mobili per bambini, accessori per l’arredo e giocattoli in legno.

Per maggiori informazioni www.woodly.it

L’articolo Un nuovo lettino giocoso in stile Montessori proviene da Dettagli Home Decor.

Tags: ,

 
 

Schemi di colore per bambini anti-noia ed energetici

Pubblicato da blog ospite in Colori, VDR Home Design

Quando si parla di schemi di colore per bambini e ragazzi, si tende a rimanere nel campo dei colori soft e neutri. Mai scelta più ovvia.. E se invece andassimo a tutto colore?

……….

Di solito succede sempre così: siamo li con le mazzette colore per scegliere le tinte da usare in cameretta. Partiamo con l’idea di scegliere delle tonalità diverse dal solito, per rendere la stanza divertente e accogliente. Però la paura di sbagliare, esagerare e fare un pastrocchio ci attanaglia. Risultato?

Scegliamo sempre i soliti colori: blu, azzurro, giallino, rosino. Che per carità, sono ottime scelte. Forse un po’ troppo usate e inflazionate, no?

Per darvi una mano e farvi vedere che scegliere ed usare colori audaci non vuol dire creare stanze da incubo, vi ho fatto tre schemi di colore a cui ispirarvi. 

Sono partita da caramelle e giocattoli. Curiosi?

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI IN ROSSO E TURCHESE


SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Eccolo qui il primo schema: ispirato a delle piccole statuine in colori davvero esplosivi. Rosso e turchese come colori saturi e poi azzurro chiaro, rosa e arancione. Può sembrare uno schema per sole bimbe, ma non è così. Se usate il turchese in maggior parte, automaticamente la stanza prenderà un’aria mascolina. Anche se ci sono accenti di rosso e arancione qui e là. Il mio consiglio (che vale per tutti e tre gli schemi) è di non usare nessuno di questi colori a parete, ma solo negli accessori e nei dettagli. 

Questo perché eviterete di creare stanze sovraccariche di colore e stimoli e perché sarà più facile aggiornare la stanza man mano che il piccolo / a cresce.

Pensate che così la stanza sia troppo anonima? Guardate questa stanza che bella che è. I muri sono una tela bianca e si è intervenuti poi con stampe e trame. Il filo di unione sono proprio i colori.

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: fourcheekymonkeys.com|

SCHEMI DI COLORE IN ROSSO, FUCSIA E AZZURRO

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Qual è il cibo preferito dei più piccoli? I dolci e le caramelle. E per invitarli a mangiarli i dolciumi di solito si presentano in colori sgargianti a cui è impossibile resistere. Perché quindi non ispirarsi a loro per uno schema colore?

Anche qui ci sono il rosso e l’arancione, ma in tonalità più chiare perché con più presenza di bianco all’interno. E poi fucsia, giallo e azzurro come il cielo d’estate.

Un mix davvero esplosivo per delle camerette uniche nel loro genere!

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: Oh Joy for Nod – ohjoy.blogs.com|

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI IN LILLA E VERDE

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

Ed eccoci qui con l’ultimo schema che forse è anche il più adatto a ragazzi e ragazze già adolescenti. Colori sempre audaci e coraggiosi, ma meno giocosi. Lilla e verde sono un’accoppiata senza tempo, per stanze dal sapore romantico e dal fascino d’altri tempi. Se ve la sentite in questo caso potete usare il lilla per le pareti: è un colore pastello che non fa mancare luce e non appesantisce l’insieme.

Anche in questo caso in base a come decidete di usare i colori, lo schema è perfetto sia per i maschi che per le femmine.

SCHEMI DI COLORE PER BAMBINI

|Image credits: Benjamin Moore – Adairs.com|

L’articolo Schemi di colore per bambini anti-noia ed energetici sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

Decorare a costo zero con i quadri gratis per bimbi

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Potete aver scelto i mobili più belli per la vostra cameretta, ma se le pareti sono spoglie, il lavoro non è completo. Dove trovare dei bei quadri da appendere? Ci ho pensato io. Leggete per scaricare i vostri quadri gratis per bimbi. 

………

Chi di voi ha figli o è in attesa di averli, ha sperimentato l’ansia da cameretta. Cioè: quando vanno scelti i mobili? Come li prendiamo? Da neonato o già da adolescente? Quelli che crescono con lui?

Dopo aver speso mesi arrovellandosi il cervello in cerca delle risposte, qualcosa ne è venuto fuori ed una cameretta ha preso forma. Però di solito ci si ferma ai mobili veri e propri e si tralasciano i dettagli. Che poi sono il cuore di ogni progetto di interior design e architettura in generale.

Pensate ad una stanza arredata ma senza i complementi: non vi sembra spoglia e non accogliente? Quindi potete aver scelto i mobili più belli che c’erano, ma se non avete anche scelto tende, tappeti e quadri, il progetto non è finito.

Almeno su un punto posso venirvi incontro facendovi risparmiare un po’.

I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA: QUADRI GRATIS PER BIMBI

Come dicevo, almeno su un punto posso aiutarvi: i quadri. Come sapete ne ho già creato qualcuno che potete scaricare gratis e stampare. Questa volta è la volta dei bimbi.

Ho pensato a quattro quadri da stampare nel formato che meglio credete o che meglio si adatta alle vostre esigenze. Il formato ideale a cui ho pensato è il 20 x 30 cm.

 quadri gratis per bimbi quadri gratis per bimbi

Si tratta di disegni adatti ai più piccoli, principalmente maschietti ma non è detto. Se piacciono anche alle femminucce nessuno vi vieta di metterglieli in camera!!

quadri gratis per bimbi quadri gratis per bimbi

Hanno temi vari con colori decisi ma anche un po’ effetto cartone. Si adattano bene davvero ad ogni tipo di stanza, per cui sentitevi liberi di metterli dove più vi piacciono.

Spero vi piacciano e se la risposta è si, potete scaricarli qui!

 

 

L’articolo Decorare a costo zero con i quadri gratis per bimbi sembra essere il primo su VHD.

Tags:

 
 

Cameretta in mansarda: il nostro progetto

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Idee, VDR Home Design

Come si arreda una cameretta in mansarda? Vi faccio vedere il progetto che abbiamo pensato per la nostra, a budget contenuto.

……….

Come ormai saprete bene, abbiamo cambiato casa ed avuto un bimbo. Un sacco di novità insomma, per essere solo a settembre di questo 2018. E in questi cambiamenti ci sono due variabili abbastanza complicate, che oltretutto si presentano insieme. Arredare una mansarda e arredare una cameretta. Mettete insieme le due cose e il livello di difficoltà diventa incalcolabile.

Che mobili scelgo per sfruttare al meglio l’altezza della mansarda? Quanti armadi mi serviranno per il neonato che poi diventerà adolescente? Dove li trovo dei mobili che si trasformino nel tempo?

Dopo aver spremuto le meningi per mesi su queste e altre duemila domande, siamo arrivati ad una soluzione pratica ed economica che ci permettesse di realizzare una cameretta che resistesse alla crescita del nostro piccolo.

LA NOSTRA SOLUZIONE PER ARREDARE LA CAMERETTA IN MANSARDA

Cominciamo da un punto che può sembrare scontato ma non lo è. Le dimensioni (larghezza e altezza) della cameretta che avete in mansarda. Molto spesso le mansarde hanno altezze quasi ridicole, nel senso che sono troppo basse per rendere davvero vivibile (e arredabile) la stanza. Tenete conto che in Lombardia una mansarda per essere abitabile deve avere altezza minima di 1,5 mt e altezza media di 2,4 mt.

Ma anche l’altezza massima è un dato importante, perché sarà proprio sulle pareti più alte che troveranno posto la gran parte degli armadi e degli arredi in generale. I metri quadri minimi per una cameretta sono 9, per cui attenzione anche a questo dato.

Nel nostro caso, l’altezza massima che abbiamo è di 3,8 mt per un totale di quasi 13,5 mq. Per cui non abbiamo molti vincoli, a parte il tetto inclinato in legno.

cameretta in mansarda

Abbiamo valutato la possibilità di far fare armadiature su misura ma il budget non lo permetteva. Abbiamo perso un po’ di mesi alla ricerca di armadi più alti di 2,4 mt che non costassero una fortuna, ma non abbiamo trovato molto. Finché qualche mese fa ci siamo imbattuti in una novità di Ikea: il sistema Platsa. Si tratta di un sistema modulare componibile, con strutture disponibili in quattro altezze: 40 cm, 60 cm, 120 cm, 180 cm. Le strutture sono sovrapponibili ed attrezzabili con ante e cassetti, oppure si possono lasciare aperte come scaffali.

Potete capire quanto sia flessibile questo sistema e quanto sia perfetto per noi e per chi come noi abita in mansarda. Combinando un modulo da 180 cm, con uno da 60 cm e uno da 40 cm riusciamo ad arrivare a ben 2,8 mt di altezza! Che per un armadio è davvero notevole.

I tre moduli che vedete (due larghi 80 cm e uno largo 60 cm) sono attrezzati con tubi appendiabiti ma soprattutto cassetti ed hanno un prezzo che si aggira intorno agli € 800. Ovviamente noi per gli armadi abbiamo scelto la parete più alta, mentre su quella opposta (che ha altezza sotto trave di 1,1 mt) abbiamo pensato ad una serie di cassetti e scaffali (sempre serie Platsa). Si tratta di moduli da 40 cm di altezza sovrapposti, in cui inseriremo alcuni cassetti.

Il letto è il modello Flekke sempre di Ikea che ha due cassetti sotto e un doppio materasso, in quanto all’occorrenza può diventare letto matrimoniale. Di giorno invece funziona come comodo divano.

In tutto la spesa per una cameretta del genere è intorno ai € 1200, ma si tratta di un arredo che non necessita di essere cambiato man mano che il bimbo cresce. Al massimo si possono sostituire gli accessori interni degli armadi, ma direi che si tratterebbe di una spesa assolutamente accessibile.

 

L’articolo Cameretta in mansarda: il nostro progetto sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

Una cameretta per due

Pubblicato da blog ospite in Filò, Interiors, Interni

Oggi ho deciso di raccontarti come si è trasformata ‘la sua cameretta’ in questi sei anni.

Ovviamente lo stravolgimento più grande è stata la necessità di far posto al fratellino.
Anna e Giorgio  hanno cinque anni di differenza, quasi sei, esigenze molto diverse.
Ho deciso che lei avrebbe dovuto continuare ad avere una sua ‘privacy’ e soprattutto la sensazione di un piccolo rifugio tutto per sè.

Come sempre parto dai vincoli: spostare il grande armadio bianco era cosa impensabile, anche per me – nonostante ormai mi sia creata un ottimo curriculum da traslocatore: a casa mia e dai miei clienti non mi limito a progettare, passo spesso all’azione in prima persona! –
Oltre a questo c’era da considerare la vicinanza di finestra e portafinestra, certamente meravigliose vista la luce che riesce ad entrare in camera ma molto vincolanti in quanto mettono fuori gioco ben due pareti!

Ecco la situazione prima del cambiamento.

Come creare due ambienti diversi?

L’idea è arrivata grazie ad una necessità – succede sempre così, per questo consiglio di metterle bene a fuoco prima di procedere con radicali stravolgimenti – 
La cassettiera di Anna era inadeguata per l’arrivo del fratello.
Mi spiego.
La nostra casa è piuttosto piccola, il grande armadio bianco contiene al 90% biancheria per la casa , cappotti, scatole per il cambio stagione, lo spazio a loro dedicato è minimo = ho bisogno di una cassettiera più grande (va da se’ che un’altro armadio nella stessa camera non l’avrei mai messo).

A questo punto unisco due tasselli: la stessa esigenza l’abbiamo anche in camera nostra e così arriva la soluzione!

La nostra bella HEMNES  con 8 cassetti diventa la loro cassettiera (ho esattamente raddoppiato la capienza che avevo prima) mentre da noi, potendo sfruttare lo spazio libero in altezza, abbiamo inserito due MALM da sei cassetti ciascuno ( su INSTAGRAM puoi vedere come l’ho personalizzata!).

Ho posizionato la Hemnes in modo inusuale, ovvero non appoggiata al muro con il lato lungo ma sul lato corto; il mio falegname di fiducia ha realizzato un pannello con finte doghe per coprire la schiena della cassettiera (se ti piace l’idea puoi realizzarla da sola utilizzando delle perline ad incastro come QUESTE ) e così il letto di Anna si è trasformato in un divanetto. 
Le fa da comodino/libreria  un modulo cassettone STUVA, perfetto come contenitore giochi, accanto un contenitore DRONA verde pastello per tutto i suoi pupazzi. Tra le finestre invece ho lasciato la sua sedia a dondolo così come nella soluzione iniziale. A terra il grande tappeto in tinta neutra trasforma ogni centimetro di pavimento libero in area giochi .

La nuova cassettiera oltre ad essere perfetta per le nuove esigenze è riuscita a creare due zone ben distinte.

Sopra al lettino di Giorgio una mensola reggiquadro – QUESTA – raccoglie tutti gli albi illustrati che abbiamo iniziato a leggergli.

Il gioco è fatto? Che dici, ti sono stata utile?
Se hai ancora dei dubbi su come trasformare o rinnovare la sua camera SCRIVIMI!
‘La sua cameretta’ sarà in promozione fino a fine ottobre, QUI puoi leggere come funziona.

A presto,
Marianna

Tags:

 
 

Come arredare una cameretta piccola: 9 soluzioni

Pubblicato da blog ospite in Clever

Arredare una cameretta piccola può essere una sfida, che sia per uno o per due bambini.

Progettare una stanzetta di piccole dimensioni mette a dura prova qualsiasi genitore. Tu vuoi dare il meglio ai tuoi figli: vuoi creare un ambiente personalizzato in cui possano giocare, studiare, invitare gli amici.

In questa guida vi diamo alcune idee su cosa fare se la cameretta è mini ma tu sei determinato a creare uno spazio super attrezzato, bello e capiente.

Partiamo dalla più piccola, passando ad una standard di 9 mq in su, con soluzioni destinate ad un bambino o bambina, ad un ragazzo o ragazza, a due fratelli o sorelle.

7 / 8 metri quadri: arredare una cameretta molto piccola

Per il momento non avete intenzione di cambiare casa e pensate di convertire lo studio, l’home theatre o la grande cabina armadio in stanzetta. Per loro, questo ed altro!

Per ottimizzare al massimo lo spazio a disposizione un’ottima idea è optare per una cameretta con letti estraibili.

Piantina cameretta 390 cm

Idea cameretta piccola due letti

Oppure puntare su una soluzione stretta e lunga che si sviluppa su un’unica parete.

Pianta cameretta larghezza 440 cm

Mobili cameretta piccola su unica parete

 

Idee per arredare una cameretta di 9 mq

Anche se la superficie a disposizione è limitata ricordate sempre che i bambini hanno bisogno di uno spazio centrale libero per giocare e che l’ideale è riuscire sempre ad organizzare una cameretta con angolo studio.

Piantina cameretta singola 375 x 209 cm

Esempio di cameretta con armadio a ponte e scrivania

Se il primo mantra degli ambienti piccoli è sfruttarli in altezza, il secondo è non dimenticare di usare gli angoli. In questo caso sono state fatte entrambe le cose, con una cameretta a ponte con letti contenitore: due must salvaspazio in un’unica composizione.

Pianta cameretta 420 x 209 cm

Cameretta angolare con due letti e armadio a ponte

 

Suggerimenti per l’arredamento di una cameretta piccola per una ragazza

La camera di una ragazza deve avere tanto spazio contenitivo per vestiti, scarpe e borse. Se lo spazio è piccolo allora meglio preferire una soluzione con grande armadio a ponte ed un letto contenitore o con cassetti.

Piantina cameretta 420 x 225 cm

Soluzione per cameretta piccola per una ragazza

Inoltre la perfetta combinazione per le ragazze è quella di una zona studio-relax per accogliere le amiche, chiacchierare e organizzare pigiama party. Un arredamento cameretta con letto a scomparsa o divano letto possono essere la soluzione ideale per tutte queste esigenze.

Pianta cameretta 437 x 229 cm

Idea per arredo cameretta con divano letto e letto a scomparsa

 

Che mobili scegliere per la piccola cameretta di due bambini

Se la stanzetta è molto ridotta potete pensare ad una composizione con letto a castello a scomparsa.

Piantina cameretta 448 x 180 cm

Cameretta piccolissima con letto a castello a scomparsa

Se invece lo spazio ve lo consente, un arredo cameretta con letto a soppalco e armadio è fantastico per permettere ad ognuno di avere un vero e proprio spazio personale, su due livelli.

Piantina cameretta larghezza 380 cm

Mobili cameretta con letto a soppalco e cabina armadio

 

Se la cameretta piccola è per due ragazzi

I ragazzi passano molto tempo fuori casa e quando sono in cameretta è per studiare o invitare gli amici per giocare alla Play o al pc. Una camera da ragazzi con due letti a scomparsa unisce spazio riposo, studio, relax in pochi – e compatti – metri quadrati.

Pianta cameretta 312 x 319 cm

Cameretta compatta con due letti a scomparsa integrati con armadio

 

Le misure standard delle camerette in Italia

Nel 1975 un Decreto del Ministero della Sanità ha fissato alcune importantissimi regole per la costruzione delle abitazioni private per cui la superficie minima di una cameretta (intesa come stanza singola) deve essere di 9 mq. Inoltre la lunghezza e la larghezza dell’ambiente devono permettere l’inserimento di:

  • un letto singolo (ingombro minimo cm 80 x 190 in su)
  • un armadio (profondità minima 60 cm, larghezza e altezza variabili)
  • un comodino (dimensioni variabili)
  • una scrivania (dimensioni variabili)

I fatidici 9 metri quadrati sono quelli più diffusi negli appartamenti di recente o nuova costruzione. Ma abbiamo visto che con i mobili giusti si possono arredare camerette minuscole perfettamente attrezzate.

Ecco secondo noi i 3 mobili indispensabili per organizzare camerette piccole e piccolissime:

  • letto salvaspazio multifunzionale: a soppalco, a castello, estraibile o a scomparsa. Tutti arredi salvaspazio di varie tipologie che, se progettati intelligentemente, possono avere la scrivania o l’armadio integrato
  • armadio a ponte: una delle indiscusse leggi per ottimizzare gli spazi piccoli è quella di sfruttarli in verticale, usate i muri in altezza il più possibile (= più spazio calpestabile)
  • mobili trasformabili: letti a scomparsa con scrittoi integrati, armadi con scrivanie a ribalta o libreria incorporati, mobili-letto con divanetti o pouf e molte altre soluzioni aiutano a creare un ambiente da utilizzare giorno e notte al pieno delle sue possibilità

 

Clicca qui per richiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

Tags: ,

 
 




Torna su