Impianto fotovoltaico come ci fa guadagnare

Pubblicato da admin in Architettura, Design Ur Life

Chi mette a casa un pannello fotovoltaico fa del bene all’ambiente e la comunità riducendo l’inquinamento. Inoltre può Guadagnare con impianto fotovoltaico.

Quanto si può guadagnare con impianto fotovoltaico? la risposta a questa domanda non è univoca perché dipende dalla dimensione e la qualità dei materiale utilizzati.

Impianto fotovoltaicoBisognerebbe calcolare anche il costo dell’impianto fotovoltaico. Infatti un fattore da tenere in considerazione prima di decidere di fare questo investimento è calcolare i propri consumi. Per il momento si parla di un consumo minimo di 2200-2500 kWh all’anno per poter installare un impianto fotovoltaico.

Un impianto fotovoltaico presenta un costo iniziale e non solo, ma anche altri costi da tenere in considerazione. Ad esempio costi legati alla sua funzionalità, la manutenzione, le pulizie e la sua assicurazione. Quindi bisogna calcolare tutti i costi che si dovranno sostenere prima di decidere di acquistare un pannello fotovoltaico.

Un esempio di come calcolare il costo impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico per una casa di circa 100 mq ha un costo che si aggira intorno ai 3000 € per kW installato. Generalmente quello che vien installato in una famiglia di 4 persone, è un impianto da 3 kW, cha un prezzo di 9000 € circa. Se, invece, abbiamo necessità di installare un impianto di grandi dimensioni per la nostra azienda, il prezzo si aggira intorno ai 5000 € per kW installato.

In particolare, il prezzo medio di un impianto fotovoltaico dipende sostanzialmente da:

  • il tipo di moduli utilizzati (silicio monocristallino, policristallino o amorfo, altre tecnologie comprese tra i “film sottili”)
  • la dimensione dell’impianto.

Impianto fotovoltaico

Quanto si guadagna con il pannello fotovoltaico?

Per poter fare un calcolo, prima di tutto bisogna considerare la dimensione dell’impianto, il tipo di impianto e il livello di integrazione architettonica nell’abitazione. In Italia, infatti, sono previsti 20 anni di contributi con il conto Energia.

Le tariffe incentivanti generali dal conto Energia sono le seguenti:

  • 0,445 euro per ogni kWh prodotto per impianti con potenza da 1 a 20 kW.
  • 0,460 euro per ogni kWh prodotto per impianti con potenza da 20 a 50 kW.
  • 0,490 euro per ogni kWh prodotto per impianti con potenza da 50 a 1000 kW.

Ipotizziamo per un impianto da 20 kW che produrrà 3000 kW in un anno. Quindi dal gestore abbiamo incentivi pari a 3000 x 0.445 = 1335 Euro.

Impianto fotovoltaico

La detrazione del 50%

L’impianto fotovoltaico domestico beneficia della detrazione fiscale al 50% che consente di recuperare la metà del costo dell’impianto. Quindi 9000 x 50% = 4500 Euro suddivisi in 10 anni.

Il bonus ristrutturazioni potrebbero subire delle modifiche nel 2019, ma fino al 31 dicembre 2018 è pari al 50% con un tetto massimo di spesa che arriva a 96 mila Euro.

Impianto fotovoltaicoSe l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche scriverti al blog per non perderti i miei post.

L’articolo Impianto fotovoltaico come ci fa guadagnare proviene da Design ur life blog.

Tags:

 
 

Cosa scegliere: pannelli solari o impianto fotovoltaico?

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Voglia Casa

Quando si parla di  pannelli solari si deve porre molta attenzione a quello a cui ci si sta riferendo.

Pannelli solari

Infatti , in maniera molto semplice, possiamo differenziare la categoria in due tipologie.

Il pannello solare termico (la denominazione tecnica è collettore solare) che è un dispositivo per la conversione della radiazione solare in energia termica che una volta trasferito può essere utilizzata in varie modalità; dalla produzione di acqua calda, al riscaldamento degli ambienti al raffrescamento solare (solarcooling).

Pannelli solari

Si differenzia dal pannello solare fotovoltaico, in quanto quest’ultimo serve unicamente per la produzione di corrente elettrica.

I pannelli solari hanno trovato terreno fertile nel nostro Paese: nel 2016 l’Italia è stata come prima al mondo per utilizzo dell’energia solare, che copre l’8% dei suoi consumi. Molti infatti, hanno affrontato la spesa per l’installazione, proprio pensando al beneficio successivo, in termini principalmente economici ma anche di diminuzione degli sprechi pensando a temi eco che stanno molto a cuore per cercare di vivere in modo più sano e pulito.

Altri invece sono ancora spaventati e si chiedono quale sia il grande costo da affrontare. In effetti diventa difficile calcolarlo poiché si deve tener conto di differenti variabili come, ad esempio, il numero di abitanti della casa e i consumi medi annui. Inoltre sono diverse soluzioni che si possono applicare (a piani vetrati o     a tubo sottovuoto). L’unico modo per conoscere la risposta a questa domanda è quello di rivolgersi a delle aziende fidate del settore che sapranno indirizzare verso la soluzione più consona.

Nel caso, invece, che il vostro interesse converga verso la conoscenza del costo per l’installazione di un impianto fotovoltaico, si devono prendere in considerazione altri fattori: le dimensioni dell’impianto, la scelta del pannello e del materiale che compone la cella, la superficie disponibile sul tetto e il consumo energetico.

Impianto fotovoltaico

Diversamente da quello che molti pensano, un impianto fotovoltaico presenta non solo un costo iniziale, ma anche quelli da sostenere nell’arco della vita dell’impianto e che sono legati alla sua funzionalità, alla sua manutenzione, alla sua pulizia e alla sua assicurazione.

Anche se tutte le spese spaventano, scegliere il fotovoltaico conviene ancora e il risparmio è tanto maggiore quanto più alti sono i consumi e la quota di energia che si riesce ad usare direttamente quando l’impianto produce, senza farla passare per la rete.

Dal momento che le variabili da considerare sono davvero tante, il nostro consiglio è quello di affidarsi a professionisti del settore che risolveranno ogni dubbio. Confrontare le offerte di diversi specialisti è la cosa migliore e molti sono in grado di proporre sino ad un massimo di 5 preventivi da parte di esperti che operano nella zona di interesse, utili per facilitare la scelta finale.

Tags:

 
 




Torna su