Blog Arredamento






 
 
 

Il restyling low cost? Passa dagli adesivi murali personalizzati

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

“Tu che lavori nell’arredamento, non è che mi puoi aiutare a rinnovare casa?”
Non hai idea di quante volte mi è stata fatta questa domanda, e di quante volte questa prima richiesta sia stata completata da un “…ma non voglio spendere troppo”.

A chi chiede il mio aiuto devo prima di tutto confessare di non essere una interior designer. Ma so farmi perdonare, perché ho il grande vantaggio di veder passare ogni giorno sulla mia scrivania progetti, foto e idee che possono essere d’ispirazione.

Ultimamente c’è una cosa che mi piace consigliare a chi vuol fare un restyling low cost della casa o dei mobili. Infatti è molto più semplice ed economico di quanto si pensi: a volte basta solo cambiare colore alle pareti oppure personalizzarle con degli adesivi murali.

Se tinteggiare è impegnativo e richiede una certa preparazione, la soluzione degli stickers è veloce, originale ed è l’idea perfetta per chi vuole dare un tocco personale ad una casa in affitto.

Adesivi per personalizzare casa: 5 idee su dove metterli

Se vuoi davvero rinnovare casa con dei dettagli di stile che rappresentino la tua personalità, non ha senso comprare delle scritte o dei decori uguali a quelli degli altri, non credi?

Il mio consiglio è optare per adesivi personalizzati di qualità, stampati su materiali sicuri e resistenti, fatti per durare nel tempo.

Potrai creare scritte murali ispirate alle tue citazioni o frasi preferite. Oppure decorare il tuo angolo studio con simboli e loghi che ami. Se hai figli potrai sbizzarrirti con gli adesivi con i nomi dei bambini (qui c’è solo l’imbarazzo della scelta tra animaletti, cuoricini o stelle di Hollywood per la camera della teenager di casa).

Qui sotto trovate quelle che secondo me sono le 5 idee perfette per adesivi personalizzati unici, dedicati alle varie stanze della casa.

Per lei: il poster adesivo di design con le vostre iniziali

Stile minimal per un poster ispirato al lettering, con la sua iniziale o quella di entrambi. Bellissimo dietro il divano o all’ingresso di casa.

Per lui: il vinile preferito (o tutti quelli della sua personale playlist!)

La scelta perfetta per decorare un muro dietro la scrivania, un angolo studio o lavoro, la stanza hobby dove conserva tutti i suoi cimeli e dove si trova con gli amici per lunghe partite alla PS (c’è l’adesivo personalizzato anche per quella, comunque!)

Per la cameretta: nomi adesivi e decori per tutte le età

Scegliere il nome di tuo figlio è stata la cosa più bella, e allora mettilo bene in evidenza nella sua cameretta.

Il meglio del tuo Instagram…in formato sticker da parete

Tutte le tue foto preferite tra viaggi, serate con gli amici, momenti magici con lei o con lui. Stampale e attaccale in soggiorno, nello studio o su una parete sopra una consolle.

Quando la cucina è cuore della casa (e della famiglia)

La cucina, cuore pulsante della casa, stanza conviviale per eccellenza. Ma chi è lo chef di casa? Meglio scriverlo a chiare lettere con un adesivo da parete.

Come funziona la stampa di adesivi personalizzati online?

Per comprare i tuoi adesivi puoi partire da design già pronti e personalizzare solo alcuni dettagli.

Oppure puoi creare il tuo sticker da zero.

Io ho provato su www.tenstickers.it, la procedura è stata molto semplice e il risultato davvero impeccabile. Per creare i miei adesivi personalizzati è bastato:

1. caricare un’immagine
2. scegliere i colori e il taglio (c’è anche quello sagomato che eliminerà lo sfondo lasciando solo l’immagine che ti interessa stampare!)
3. indicare le dimensioni
4. inviare tutto, pagare e…aspettare di ricevere i tuoi adesivi

Rinnovare casa non significa per forza infierire sul portafogli cambiando tutti i mobili. Come abbiamo visto insieme, a volte è solo questione di dare libero sfogo alla fantasia e regalare così alla propria abitazione un tocco davvero personale e originale.

Tags:

 
 

Mobili in legno: come scegliere quelli migliori

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento, Design

Il legno è da sempre considerato il re dei materiali, quello più elegante, quello più resistente. I mobili in legno regalano alla casa uno stile inconfondibile ricco di calore e classe. Non basta avere un mobile in legno per riuscire a cambiare sfumatura alla nostra casa, quello che è necessario è sapere come scegliere quelli migliori. Ogni mobile che si decide di posizionare negli ambienti domestici deve essere pensato su misura per lo stile e le dimensioni del resto della casa.
La prima regola è quella di affidarsi a rivenditori che siano professionali, che abbiano esperienza e che propongano prodotti di qualità. È il caso di Falegnameria 900 che mette a disposizione mobili in legno per ogni stanza sia pronti per l’acquisto che progettati su misura. Una realtà artigianale che sa interpretare le esigenze dei clienti e che propone loro mobili di qualità realizzati quasi totalmente in legno massello di castagno proveniente da zone boschive locali. Le materie prime sono rigorosamente selezionate e l’esperienza garantisce la soddisfazione del cliente.

Mobili in legno: scrivania per studio

Mobili in legno: i segreti per la scelta giusta

Sembra bizzarro, ma è sempre utile seguire quelli che sono i segreti per la scelta giusta dei mobili in legno. Seguire il proprio gusto è il primo segreto. Un mobile è principalmente un oggetto che acquistiamo perché ci piace sì, ma anche perché ci trasmette particolari sensazioni. Ecco perché deve essere una scelta fatta con l’istinto e poi, in un secondo momento pensata con i criteri che deve avere. Un altro segreto che renderà la scelta migliore è quello legato alla qualità. Non tutti i tipi di legno sono uguali, per questo è necessario fare attenzione a ciò che scegliamo. Il prezzo è un criterio importante, ma non deve essere l’unico perché spesso a costi troppo bassi corrisponde una qualità pessima. Per evitare di acquistare prodotti scadenti è necessario fare attenzione alla tipologia del materiale e non puntare esclusivamente al risparmio.
Funzionalità. Terzo segreto che si dovrà seguire. Ogni mobile oltre a rispondere al proprio gusto personale deve anche essere funzionale all’ambiente, ciò significa che deve avere misure e stile fatti su misura per l’ambiente in cui verrà posizionato. Da non dimenticare di controllare prima dell’acquisto la scheda tecnica per non trovarsi di fronte a brutte sorprese dovute alla nostra mancanza di attenzione.

Mobili il legno: perché sceglierli

Il legno è il re dei materiali sì, ma ci siamo mai chiesti perché? Sicuramente il fatto di essere robusto e perfetto per ogni ambiente è una prerogativa importante. Oltre a questa ce ne sono altre che spiegano senza dubbi la superiorità del legno rispetto a ogni altro materiale.
Il legno si lega perfettamente ad ambienti classici così come a quelli moderni perché sa rinnovarsi e trasformarsi in base alle esigenze della stanza.
Altro dettaglio da non sottovalutare è che si tratta di un materiale eco sostenibile e non dannoso per la salute di chi abita in casa.
Seguendo questi segreti preziosi sarà sicuramente più semplice riuscire a scegliere mobili in legno che sappiano rispondere alle nostre esigenze e a quelle dell’ambiente.

Tags:

 
 

Illuminazioni in ferro battuto: tutta la scelta Arte & Stile

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Perché scegliere il ferro battuto per l’arredamento domestico

Quando si parla di ferro battuto si fa riferimento ad una particolare tipologia di lavorazione del ferro, definita appunto con il termine di “battitura”. La battitura del ferro è un’operazione artigianale, generalmente realizzata da mastri ferrai, fabbri o aziende specializzate, che prevede la forgiatura a caldo del metallo e la sua percussione per mezzo di incudine e martello fino ad ottenere la forma desiderata.

Con il passare del tempo il ferro battuto è divenuto un elemento essenziale per l’arredamento in ambito domestico, arrivando a coprire un gran numero di elementi d’arredo, tra cui i lampadari e le lampade in ferro battuto. Ma per quale motivo preferire il ferro battuto a qualunque altro materiale presente sul mercato?

Il primo vantaggio del ferro battuto è senza dubbio la sua versatilità, vale a dire la sua capacità di adattarsi con estrema facilità a qualunque tipo di arredamento. Provate infatti a pensare ad un soggiorno in stile industriale o ad una cucina rustica o in stile shabby chic e noterete immediatamente come questo materiale si conformi alla perfezione all’ambiente circostante.

Un’altra caratteristica importante del ferro battuto è la sua facilità di manutenzione: pulire e mantenere bello nel tempo un complemento d’arredo in ferro battuto non richiede particolari prodotti per la pulizia oppure operazioni frequenti. Sarà infatti sufficiente utilizzare un panno da inumidire in acqua calda con l’aggiunta di un po’ di detersivo per i piatti o di comune sapone di Marsiglia; diverso invece è il caso in cui il metallo sia intaccato dalla ruggine, perché in questo caso si renderà necessario l’uso di pagliette in ferro o spazzole dotate di denti in ferro.

I numerosi modelli di lampade offerti da Arte & Stile

Arte & Stile dal 2006 opera sul territorio di Bologna e dintorni per offrirvi una vasta gamma di elementi d’arredo in ferro battuto realizzati con cura per i dettagli e amore per l’artigianalità.

All’interno del catalogo troverete diversi modelli di lampade e lampadari in ferro battuto per tutti i gusti e le esigenze. Ne sono un esempio le applique, disponibili sia in versione torcia che in versione foglia oro, caratterizzate da delicati dettagli dorati che conferiscono loro un aspetto elegante e sofisticato. Molto apprezzate sono anche le applique geometriche, che conferiscono all’ambiente uno stile più sobrio e lineare, come nel caso delle lampade della linea Alfoglia.

Un altro esempio di prodotto è dato dai lampadari delle collezioni Alambra, Albianca, Alpetra, Alurania o Lux, i quali si distinguono innanzitutto per l’applicazione a soffitto e in secondo luogo per i numerosi bracci che ricordano lo stile degli antichi candelabri.

Se amate uno stile d’arredo più moderno e contemporaneo la linea di lampade da terra Alrustico e Goccia saranno sicuramente in grado di conquistarvi grazie alle loro linee fluide e sinuose accompagnate da bulbi che ricordano elementi della natura come fiori e piante.
A coronare l’incontro tra lo stile rustico e le colorazioni vivaci sono invece le lampade della collezione Tiffany, che si distinguono per il cappello a campana e per la delicata decorazione in vetro che si rifà alla maestosità dei mosaici. Il fascino delle lampade della linea Tiffany non si rivolge unicamente a tavole e comodini, ma anche a voi che avete bisogno di una lampada da scrivania per dare carattere ad uno studio. Per un soggiorno unico nel suo genere infine, le lampade Tiffany in stile animale, come quelle a tartaruga, sono la scelta ideale.

Tags:

 
 

Il Futon, grande alternativa ai materassi tradizionali

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Se sei giunto fin qui, sicuramente avrai già sentito parlare del futon, il famoso materasso delle tradizioni giapponesi. E adesso vorrai scoprire nel dettaglio di cosa si tratta, e quali sono tutte le sue proprietà. Si comincia col dire che parliamo di una grande alternativa ai materassi tradizionali, dunque quelli di matrice occidentale. Di contro, c’è ancora molta confusione sul futon: alcuni pensano che si tratti di un divano, mentre altri credono che sia un semplice letto senza molle. Pur essendo vere entrambe le cose, in realtà il concetto di futon va ben oltre queste semplici definizioni.

Cosa è il futon?

Potrebbe sembrare una domanda semplice, ma non lo è per niente. Questo per via dei tanti luoghi comuni che gravitano intorno al futon, e non perché la definizione di questo complemento d’arredo sia in sé complicata. Si inizia dalla base, dunque dalla traduzione del termine “Futon”: la parola significa “letto che si arrotola”. Il set completo, stando alle tradizioni del Giappone, contempla la presenza di tre elementi. Si parla dei seguenti:

  • Shikibuton: lo shikibuton è il materasso vero e proprio. Da noi è conosciuto con il termine futon, anche se si tratta parzialmente di un errore. I giapponesi usano infatti questo termine per indicare l’intero bundle del letto, dunque il materasso insieme agli altri elementi.
  • Kakebuton: il kakebuton è il piumino o trapunta che si accompagna allo shikibuton. Si tratta anche in questo caso di una componente inclusa nel set del futon.
  • Makura: il terzo e ultimo complemento incluso nel set del futon è il makura. In questo caso si parla del tradizionale cuscino giapponese, ampio e largo, nonché dotato di una imbottitura in pula di grano saraceno.

Kit tatami e futon


Per quanto concerne il materasso (futon o shikibuton), è bene aggiungere sin da subito che la sua imbottitura è basata prettamente sul cotone vergine cardato. È un elemento che lo rende naturale al 100%, data la totale assenza di fibre di natura artificiale. Inoltre non è presente un solo strato di cotone ma diversi strati, utili per renderlo più morbido. È chiaro che esistono comunque delle differenze fra i futon giapponesi e quelli pensati per il mercato occidentale. La differenza viene data dallo spessore: massimo 6 centimetri per i primi, almeno 8 centimetri per i secondi (fino a superare i 13 cm). Lo spessore maggiore dei futon per l’Occidente viene giustificato dall’esigenza di avere un materasso più morbido, rispetto a quelli made in Japan.

Il futon: letto o divano?

Il futon, in Giappone, viene considerato come un vero e proprio materasso. Di solito, questo materasso arrotolabile viene usato in combinazione con il tatami, ovvero la tipica stuoia in paglia di riso giapponese. Il tatami più il futon danno vita alla struttura del letto usata per millenni nel Sol Levante. Qui da noi, la situazione è un po’ diversa, innanzitutto perché lo shikibuton e il kakebuton non vengono utilizzati. E poi perché è possibile sfruttare la combinazione fra futon e tatami per creare un vero e proprio divano-letto.

Poltrona Kanto

Ciò avviene usando due tatami e due futon, in questo modo: il primo tatami viene usato come schienale per il divano, mentre il secondo come basamento. Fatto questo, si prende il primo futon e lo si dispone sulla base, mentre il secondo andrà collocato lungo lo schienale del divano-futon. Come puoi vedere, questi due complementi d’arredo danno la possibilità di creare un comodissimo divano-letto. È una soluzione che si presta soprattutto per le camere con una scarsa metratura a disposizione.

Differenze fra futon occidentali e orientali

Poco più sopra abbiamo visto come i futon per il mercato nostrano siano più spessi dei cugini giapponesi. Come detto, si tratta solamente di una questione di comodità, perché le nostre schiene non sono abituate ad uno spessore così basso. Va però aggiunto che esistono anche altre differenze, soprattutto per quanto riguarda l’imbottitura. I nostri futon, infatti, alternano gli strati in fibra di cotone con alcuni strati in lattice.

Letto giapponese


Così facendo, si mantiene il carattere eco-friendly del futon, ma si aggiunge ulteriore morbidezza. Un altro materiale spesso usato per i futon occidentali è l’eco-lana, insieme alle crine di cavallo e alla fibra di soia o di cocco. Per via del maggiore spessore, poi, il materasso non può essere più arrotolato: cosa che invece è possibile fare con i futon giapponesi, in quanto decisamente più sottili dei nostri.

Tutte le proprietà del futon

A questo punto è lecito farsi una domanda: perché si dovrebbero sostituire i materassi tradizionali con i futon giapponesi? Le risposte possono essere diverse, e partono in primo luogo dalla bellezza di un complemento ideale per il design della camera da letto. In special modo quando viene utilizzato in combinazione con il già citato tatami. Poi è ovvio che i vantaggi di un futon vanno ben al di là di una mera questione estetica. Questo per via del fatto che i materassi di tradizione giapponese fanno molto bene alla salute. Intanto perché il futon è totalmente naturale, quindi non provoca allergie né dermatiti, a meno di non essere allergici al cotone. Poi fa bene anche alla schiena, in quanto si adegua alle forme della colonna vertebrale di chi lo usa.

Il futon, inoltre, è un materasso particolarmente traspirante e dotato di un’altra specifica interessante: non consente agli acari di sopravvivere sul materasso, quindi è una soluzione perfetta per chi è allergico. Fra le altre proprietà del futon troviamo il suo ruolo come vero e proprio conciliatore del sonno: rispetto ad un materasso tradizionale non possiede alcuna molla al suo interno, di riflesso evita ai campi magnetici di disturbare il nostro ciclo circadiano. È bene chiudere specificando che sul mercato esistono anche delle versioni del futon con le molle. Sono da evitare, perché si tratta semplicemente di riedizioni dei canonici materassi occidentali.

Tags:

 
 

Tatami: dal Giappone la soluzione alternativa al letto

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Anche l’Italia sceglie i tatami, scoprendosi grande appassionata di questa soluzione tutta orientale. In fondo si parla di un complemento d’arredo dalle tradizioni molto antiche, ancora oggi facente parte della quotidianità delle famiglie giapponesi. Eppure anche le nostre non sono rimaste impassibili di fronte a questa vera e propria alternativa al letto. Alternativa per noi, perché in realtà – per secoli – il tatami è stato uno dei grandi protagonisti delle case del Sol Levante. Di riflesso, oggi ti spiegheremo cos’è il tatami e perché potrebbe diventare una soluzione interessante anche per la tua abitazione.

Cos’è il tatami e quali sono le sue caratteristiche

Spesso sentiamo parlare di tatami, perché oggi questo complemento è diventato un grande protagonista delle ultime tendenze in fatto di interior design. Altrettanto spesso, però, ci troviamo di fronte ad un grande punto interrogativo, chiedendoci di cosa si tratti esattamente. Ebbene, il tatami altro non è che una stuoia realizzata in paglia di riso, rifinita con un intreccio del medesimo materiale e poi bordata con delle fettucce di tessuto, di solito nere o rosse. La composizione del tatami merita comunque un approfondimento: nella fattispecie, all’interno di questa stuoia si trova un’imbottitura a base di paglia di riso non al “naturale”, ma trattata tramite la pressatura e la tritatura. Per quanto concerne la rifinitura esterna, come detto può essere realizzata grazie all’intreccio della paglia di riso, o in alternativa con un intreccio in giunco. Infine, le fettucce laterali possono essere fatte in lino o in cotone.

Le misure dei tatami giapponesi tradizionali

Il tatami è un pannello che in Giappone, da sempre, viene utilizzato non solamente come pavimento ma addirittura come unità di misura. Al punto che, ancora oggi, è il numero dei tatami a definire la grandezza di una camera. È ad esempio possibile parlare di camere da 8 tatami o da 6 tatami, proprio perché le suddette vengono misurate grazie al numero di queste stuoie. A tal proposito, è giusto passare alle dimensioni del tatami, partendo però da una premessa: ad oggi esistono alcuni siti web che consentono di ordinare i tatami personalizzati, con le misure desiderate dal cliente (vedi i prodotti di bio arredamento su viverezen.it).

In verità, in Giappone i tatami hanno delle misure ben definite: si parla di 85 centimetri per la base e 170 centimetri per l’altezza. Per quanto concerne lo spessore, invece, un tatami classico viene realizzato a partire da 5,5 cm. È chiaro che esistono comunque delle versioni con misure differenti, sia per quanto concerne base e altezza, sia per lo spessore. Ad ogni modo, per via della sua natura, un tatami giapponese possiede quasi sempre le misure standard riportate poco sopra. Ciò che invece potrebbe essere diverso è il metodo usato per fabbricare questi pannelli, per via di una serie di varianti regionali. A cambiare è il sistema usato per l’intreccio, ma anche le decorazioni apposte sulla stuoia.

Tatami tradizionali giapponesi

Il tatami come alternativa al letto

Finora abbiamo parlato del tatami come di pannelli usati per comporre i pavimenti delle stanze giapponesi. Questa è solo la prima sfaccettatura appartenente a queste stuoie, perché in realtà il loro scopo è duplice. Va infatti aggiunto che qui in Occidente il tatami non viene utilizzato per comporre le pavimentazioni delle stanze. C’è chi lo fa, ma si tratta di casi molto isolati. Al contrario, un gran numero di italiani ha scoperto tutta la bellezza del tatami come soluzione alternativa al letto. Chiaramente si parla di una soluzione ancora una volta ereditata dal Giappone, visto che anche nella terra del Sol Levante il tatami è stato usato in questo modo (e continua ad esserlo).

La proposta è la seguente: sostituire il classico letto in doghe con il tatami, usando dunque quest’ultimo come base per collocare il materasso. Un’accoppiata perfetta, a dirla tutta, sarebbe la combinazione tatami più futon, ovvero il tradizionale materasso arrotolabile giapponese. I motivi per i quali vale la pena di provare questa soluzione alternativa li vedremo più avanti. Qui, invece, è bene sottolineare tutto il potenziale estetico di questa scelta. La ragione è data dal fatto che il tatami possiede un fascino unico nel suo genere, e si presta alla composizione di un arredo speciale e dal gusto prettamente orientale. Non è un caso che le suddette stuoie, insieme al futon, rappresentino una passione di molti esperti che si occupano di interior design per professione.

Perché dovresti scegliere il tatami?

In primo luogo per una questione di stile, dato che le stuoie in paglia di riso consentono di dare un tocco tutto made in Japan alla tua camera da letto. Si tratta di un elemento a dir poco essenziale, se il tuo obiettivo è quello di creare un ambiente votato alla filosofia di matrice Zen. Dunque una casa che possa permetterti di sentirti a tuo agio, rilassato e orientato alla cultura green tipica di queste correnti di arredo. Sì, perché il futon è interamente realizzato con materiali eco-sostenibili, dunque non fa bene solo al design ma anche alla natura.

Ovviamente esistono altri motivi che dovrebbero spingerti all’acquisto di un tatami come alternativa al letto tradizionale. Questi motivi si trovano celati fra i vari strati di paglia di riso, contenuti all’interno della struttura della stuoia. Nello specifico, durante il processo produttivo del tatami viene incapsulata dell’aria all’interno di questi strati. Ciò rende il pannello un ottimo isolante, sia in termini acustici che termici, perché l’aria dentro al tatami non viene influenzata dalle temperature esterne. In sintesi, la stuoia in inverno appare calda e confortevole, mentre durante il periodo estivo risulta fresca e piacevole. Fra le altre cose, il tatami emana una fragranza naturale dal forte potere rilassante, quindi aiuta anche a conciliare il sonno. Infine, il tatami è addirittura in grado di purificare l’aria degli ambienti domestici.

Conclusioni

Oggi ti abbiamo spiegato cos’è e perché scegliere un tatami: una questione che tocca il tema dello stile e dell’arredo, ma che riguarda anche la comodità e la salubrità della casa. Queste stuoie in paglia organica di riso, quindi, rappresentano una soluzione ideale per chi cerca un’alternativa al classico letto con le doghe. E anche per chi vorrebbe portarsi a casa un po’ di Giappone.

Tags:

 
 

Completare in modo elegante l’arredo bagno

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

I dettagli sono quelli che colpiscono maggiormente l’attenzione: non dimenticatevi, quindi, di scegliere accuratamente quei complementi che andrete ad aggiungere all’interno del vostro bagno.

Perché scegliere complementi arredo di qualità per il servizio igienico

Tra gli ambienti che devono necessariamente essere caratterizzati da un’atmosfera accogliente e piacevole, non possiamo fare a meno di citare i servizi igienici, essenziali per garantire la cura ed il benessere delle persone tanto in ambito professionale quanto in quello domestico. Tuttavia, spesso, non basta scegliere dei sanitari di alta qualità, delle finiture particolarmente brillanti e chiare, o ancora, materiali caldi per rivestire il pavimento e le pareti, affinché si crei quell’alchimia tanto ricercata dal proprietario di casa (o dell’ufficio). Talvolta può servire quel quid in più che, magari, soltanto degli asciugamani di qualità posizionati nel modo giusto, o ancora, quei diffusori di profumo delicato o, infine, anche i dispenser per il sapone o i porta carta igienica possono dare, che è poi quella sensazione di familiarità e di confort tipica di casa propria. Degli accessori per arredare il bagno di buona qualità, scelti con una certa attenzione nei confronti del gusto, permettono evidentemente di creare un’atmosfera più accogliente, dove traspare una cura del dettaglio, quell’attenzione del particolare che differenzia un ambiente elegante da uno per così dire ordinario.

Sistemare in modo accurato i prodotti in bagno

Se il servizio igienico si ritiene per eccellenza il luogo in cui le persone debbono trovarsi completamente a proprio agio, non si può evidentemente fare a meno di considerare che lo stesso debba essere sì accogliente e piacevole, ma al tempo stesso, deve anche mettere a disposizione della persona tutto ciò di cui possa aver bisogno a seconda delle circostanze. Per questo, il bagno dovrebbe essere arredato in modo tale da consentire di trovare immediatamente il necessario per lavarsi le mani e, di conseguenza, anche per provvedere ad asciugare le stesse, in modo tale da permettere alla persona di ritrovare il giusto confort. Che cosa dire, poi, dell’esigenza di mettere a disposizione dell’ospite il necessario per igienizzarsi dopo aver usufruito dello stesso servizio igienico? Anche in questo caso, per permettere alle persone di non vivere situazioni imbarazzati, è essenziale provvedere a predisporre correttamente la presenza di un porta rotolo di carta igienica in maniera tale da consentire un’esperienza di uso soddisfacente del servizio, evitando di costringere gli individui a sgradite acrobazie per completare correttamente l’espletamento dei bisogni fisiologici. Ma dove potete trovare tutto quanto possa servire ad arredare perfettamente il vostro servizio igienico?

Comprare online gli accessori per completare il bagno

In un’epoca in cui gli e-commerce consentono di acquistare prodotti e servizi di ogni genere, senza particolari problemi, anche per arredare gli ambienti di casa o dell’azienda, è possibile trovare indubbiamente tanti accessori di buona qualità tramite il web, ampliando notevolmente la selezione di prodotti tra i quali andare a scegliere il vostro oggetto ideale per completare la vostra casa. In ogni caso, per evitare di fare acquisti non contraddistinti dal miglior rapporto tra la qualità e il prezzo, è sempre importante selezionare attentamente il rivenditore al quale rivolgersi, in maniera tale da poter approfittare di un servizio soddisfacente, sin dall’ordine fino alla consegna, ottenendo il meglio per la vostra abitazione o l’ufficio. In questo senso, sull’e-commerce Ufficio Discount potrete trovare tutti quei complementi ed accessori per arredare in maniera funzionale ed elegante il vostro servizio igienico, completando anche questo ambiente senza trascurare alcun aspetto, in maniera tale da poter mettere a proprio agio tutti coloro i quali hanno bisogno di fare uso dello stesso. Scoprite subito le migliori offerte di prodotti disponibili su questo e-commerce: in pochi clic, potrete scegliere tra tantissimi accessori, approfittando di prezzi concorrenziali e, ancora, potendo contare su un servizio accurato, consegna tramite corriere espresso e un supporto cliente sempre disponibile a rispondere alle vostre richieste.

Tags:

 
 

La casa intelligente del nuovo anno: tendenze e novità

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Dato che siamo sempre più connessi, la tecnologia va a toccare sempre più ambiti della vita quotidiana, e la casa non fa eccezione. Molte aziende di eccellenza nella produzione di accessori tecnologici per la casa stanno proponendo soluzioni di ogni tipo per migliorare la vita degli utenti e per ottenere comfort e risparmio. I trend infatti riguardano spesso soluzioni smart per il risparmio energetico, andando sempre più verso abitazioni green. Ecco alcune proposte per connettersi con la propria casa e risparmiare tempo e soldi.

Elettrodomestici

Oggi gli elettrodomestici non hanno bisogno di essere gestiti manualmente: le ultime soluzioni hanno portato grandi novità nella loro gestione. Dal frigorifero intelligente che suggerisce come ottimizzare le posizioni degli alimenti in base a temperatura e tipologia del cibo e notificano le scadenze, alle lavatrici e le lavastoviglie che sanno quanto detersivo utilizzare e si attivano solamente in fasce orarie con il maggiore risparmio sulla corrente elettrica. E poi ci sono i robot che puliscono i pavimenti con i sensori che gestiscono in autonomia il movimento, oppure le macchine del caffè attivabili tramite smartphone.

Illuminotronica

Anche questo è un settore in pieno sviluppo, che punta soprattutto al risparmio dell’energia. Alcuni studi hanno dimostrato che con un impianto di illuminazione smart si può risparmiare fino al 50% rispetto alle luci con attivazione on-off. L’impianto smart si basa sul semplice concetto che le luci si accendono quando la stanza viene utilizzata, quindi ad esempio tramite sensori di movimento. Ma c’è anche la possibilità di impostare l’illuminazione in modo tale che si attivi dipendententemente dal livello di luce naturale della stanza, per esempio attraverso tapparelle e tende che si aprono e si chiudono all’alba o al tramonto. Molte aziende propongono soluzioni per interruttori intelligenti collegati al wi-fi, come il Living Now di BTicino che attraverso interruttori comunicanti tra loro e ad un gateway, consentono la gestione dell’illuminazione di tutta la casa tramite il proprio smartphone anche attraverso i comandi vocali.

Sicurezza

Uno dei campi più interessanti per gli utilizzatori delle tecnologie smart. La domotica fa passi da gigante nella protezione delle case, non solo attraverso l’utilizzo di sensori e videocamere di sorveglianza, ma anche grazie alla possibilità di ricevere notifiche immediate quando avviene un’effrazione, spesso inviata anche direttamente alle forze dell’ordine. Inoltre, la protezione avviene anche contro eventuali fughe di gas, perdite d’acqua o principi di incendio, con il sistema smart che gestisce in autonomia le soluzioni migliori al problema. Troviamo allora impianti che attivano l’areazione in caso di fuga di gas, oppure che chiudono le valvole dell’acqua quando avvertono una perdita. In questo modo la gestione delle difficoltà è sempre più delegata ai sistemi smart, e certamente nei prossimi anni le aziende punteranno molto su questo settore.

Climatizzazione

Il riscaldamento è spesso un incubo che diventa realtà nelle bollette da pagare, per questo le aziende maggiori di domotica si impegnano per trovare soluzioni e far risparmiare gli utenti. Questo passa sempre per i sistemi di gestione autonoma e per il controllo tramite app e comandi vocali. Ecco quindi che abbiamo la possibilità di far partire il riscaldamento poco prima di tornare a casa, oppure di spegnerlo con un semplice comando senza andare ogni volta all’interruttore del riscaldamento. Una proposta interessante che fa risparmiare fino al 31% è stata sviluppata da Tado, con un termostato intelligente che tra le altre cose spegne in autonomia il riscaldamento se ti dimentichi di farlo, grazie alla geolocalizzazione che gli permette di capire la tua presenza in casa. Questi sono solamente alcuni esempi delle novità e delle tendenze della domotica, ma siamo certi che nel prossimo anno ci saranno diversi sviluppi per renderci la vita sempre più semplice.

Tags: ,

 
 

Zanzatap (zanzariere e tapparelle) on-line

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Hai bisogno di sostituire una tapparella rotta? Stai ristrutturando casa e non sai quale tapparella scegliere tra tutti i modelli esistenti? L’estate è in arrivo e devi porre rimedio all’intrusione in casa di fastidiosi insetti e zanzare?

Finalmente arriva Zanzatap.com il nuovo portale on-line che mette a disposizione una vasta gamma di Zanzariere e Tapparelle su misura a prezzi vantaggiosi. Grazie ad un potente software l’utente può fare tutto da sé e configurare il suo prodotto come preferisce: colore, misure, materiali e optional.
Zanzatap offre un sito ben fatto, molto intuitivo e soprattutto semplice da usare “user friendly” poiché trattando prodotti tecnici non basta avere un sito e-commerce.

Non sapresti da dove iniziare perchè non conosci i pro e i contro di questi prodotti?

Partiamo dal presupposto che Zanzatap è un’azienda che produce personalmente i prodotti operando da più di 20 anni in questo settore; sul portale sono selezionati solo i migliori prodotti che richiedono un’installazione molto semplice. Ogni prodotto ha delle descrizioni dettagliate che spiegano il funzionamento, i vantaggi e la qualità. Grazie al supporto in chat e le guide messe a disposizione, rilevare le misure e procedere con l’installazione sarà un gioco da ragazzi.

Conviene acquistare on-line?

Sono numerosi i negozi brico e showroom che trattano questi prodotti ma spesso si rivelano scadenti e i commessi non sono molto esperti in questo settore. Inoltre cambiare le zanzariere o le tapparelle in tutta la casa di solito comporta spese notevoli ma su zanzatap.com il risparmio è notevole perché si saltano intermediari, costi di gestione e tecnici o installatori.

Le zanzariere

Le Zanzariere sono “barriere” che permettono di limitare l’intrusione di insetti e zanzare nell’abitazione quando porte e finestre vengono lasciate aperte. Con l’incrementare del numero e delle specie di questo insetto molto fastidioso, le zanzariere ormai sono diventate indispensabili per il benessere in casa. Con il passare del tempo la necessità di avere zanzariere è sempre maggiore, per questo aziende produttrici come Zanzatap effettuano una continua ricerca per sviluppare zanzariere su misura. Le zanzariere che potrete acquistare su questo portale sono zanzariere avvolgenti, verticali, laterali, a molla a catena con guida e senza guida.

Le tapparelle

Le Tapparelle o dette anche avvolgibili e le persiane sono schermature per la sicurezza della casa. Esse vengono applicate a protezione degli infissi che sono la parte più vulnerabile di una abitazione. Gli avvolgibili a differenza delle persiane offrono la praticità di essere avvolte all’interno del cassonetto e quindi di scomparire.  Questa manovra può essere effettuata manualmente tirando corde e cinghie o automaticamente grazie alla tecnologia dei motori tubolari. Il loro funzionamento consiste nel proteggere e isolare la propria casa da eventi atmosferici, garantire una certa sicurezza dal tentativo di furti e permettere la gestione della luce solare.  Le tapparelle che si trovano in commercio sono diverse, blindate, antieffrazione, termiche , alta resistenza, economiche, ecc; si distinguono per forma dei profili e materiali che caratterizzano le loro funzionalità.

Tags: , ,

 
 

Produttori serramenti PVC, come scegliere al meglio

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Cosa c’è di più bello della luce naturale che entra da una finestra per riscaldare e illuminare una stanza?

La finestra, inclusi infissi e serramenti, sono dati talmente per scontati nell’idea che abbiamo di casa che spesso non ci si ferma a riflettere sul lavoro e sulle caratteristiche che questi elementi contengono.

Una finestra ha lo scopo di illuminare, ma non solo. Attraverso le finestre si permette il ricambio di aria e la fuoriuscita degli odori; una finestra permette di guardare il panorama circostante, allungando la vista e permettendo al cervello di ossigenare, specie se ci si trova in un ufficio. Una finestra dà anche la possibilità di isolarsi e proteggersi dal rumore eccessivo, o di non lasciare che i rumori interni disturbino chi si trova fuori o nelle vicinanze.

Last but not least, una finestra isola dalla temperatura esterna, che sia troppo fredda o troppo calda, permettendo che in casa ci sia sempre il clima ideale.

Tantissime funzioni che esplicitano molto bene perché è importante scegliere con cura tutti gli aspetti di questo elemento.

Serramenti in PVC, i più diffusi

Con serramenti si intende proprio lo scheletro nel quale l’infisso o finestra viene inserito. Il PVC è il materiale largamente più diffuso per i serramenti, ed esistono moltissimi produttori di serramenti in PVC, che si sono specializzati per rendere al meglio tutte le funzionalità dell’oggetto.

IL PVC o cloruro di polivinile, è un materiale quasi completamente naturale: è composto al 57% di sale.
Proprio per questo motivo il PVC è un materiale ecosostenibile e i produttori di serramenti in PVC sono tendenzialmente portati ad un maggior rispetto verso l’ambiente e le tematiche ecologiche.

I produttori di serramenti in PVC hanno un occhio di riguardo per il basso impatto su ambiente e la tecnologia intelligente, che riesce a contenere costi e rischi per il pianeta. Per arrivare a questo risultato è necessario affidarsi a dei veri esperti del settore, magari con anni di esperienza nel mercato e che sappiano coniugare scelte estetiche a scelte efficienti.

Come scegliere tra i produttori serramenti in PVC

Se avete bisogno di scegliere dei nuovi serramenti in PVC ma non sapete da che parte iniziare? Ecco una lista di accorgimenti da prendere per fare la scelta giusta.

  • SOSTENIBILITÀ
    è importante che il produttore di serramenti che state valutando oltre a dichiarare di essere ecosostenibile, mostri anche in che modo è sensibile verso l’ambiente. Magari utilizza materiali a basso impatto ambientale, come il PVC rigenerato, oppure devolva parte dei propri introiti a favore di attività volte alla conservazione delle risorse e della salvaguardia della natura, o magari impieghi durante le fasi di lavorazione energia da fonti rinnovabili.
  • QUALITÀ
    mai dimenticare che i serramenti sono un varco nel muro. Tra le caratteristiche principali che devono avere per essere di qualità è la resistenza e solidità, per far sì che quel varco sia completamente sicuro e valido.
  • INNOVAZIONE
    Dalla pianificazione al trasporto e posa dei serramenti in PVC, l’intero ciclo produttivo può esser reso più smart grazie all’utilizzo di impianti automatizzati di ultima generazione.
  • RAPIDITÀ
    la presenza di operatori altamente specializzati, di parti del lavoro automatizzate e di grande esperienza sul campo, snelliscono le operazioni, rendendole agili sia nel caso di interventi in ambito domestico che nell’edilizia pubblica e industriale. Il risparmio di tempo significa anche risparmio di costi e svantaggi per il cliente finale.
  • STILE ED ESTETICA
    i gusti sono gusti, non ci piove, ma scegliere serramenti di design, con la giunzione dei profili ad angolo perfettamente allineato e rifinitura liscia e senza sbavature, è una priorità per chiunque selezioni dei serramenti belli ed efficienti. Il PVC è un materiale resistente, versatile ed affidabile, che risponde sia alle esigenze estetiche che a quelle tecniche. Giostrando tra le varie caratteristiche del materiale e valutando tra le specifiche dei produttori di serramenti PVC, possono essere sormontati gli ostacoli difficili e soddisfatte le richieste più particolari.
Tags: ,

 
 

Retif.it arreda il tuo negozio con un click

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento

Retif è l’azienda francese leader nella vendita di allestimenti e arredi per negozi.
In Italia, si presenta con una piattaforma web moderna, studiata per dare il giusto risalto alla solidità del brand e ai prodotti commercializzati.
Retif.it offre ai negozianti la possibilità di poter allestire la propria attività commerciale in completa autonomia, comodamente, e con pochi click.

Il primo punto vendita Retif apre in Francia nel 1968, a Le Mans. In poco tempo, grazie a prezzi concorrenziali e a una larga scelta di prodotti, si diffonde prima in tutta la Francia, con più di 80 punti vendita, e poi a macchia d’olio in quasi tutta Europa. In Italia è disponibile online con il sito e-commerce Retif.it.

Arredi per negozi

La gamma degli articoli disponibili su Retif.it per commercianti e negozianti è vastissima: da complementi di arredo come banconi, scaffali o pannelli dogati, a vetrinette, espositori, decorazioni per vetrine, shopper e imballaggi, anche per negozi di alimentari.
Dalla prossima primavera è in arrivo una grande novità per la gamma di imballaggi su Retif.it: sarà infatti disponibile il servizio per realizzare shopper personalizzate. Un’altra soluzione per consentire agli utenti di reperire su un unico sito web tutto ciò di cui hanno bisogno per la gestione del proprio punto vendita.

Retif.it è il punto di riferimento per i commercianti che hanno necessità di riassortire i prodotti per l’allestimento del proprio negozio di abbigliamento, come grucce e altri accessori per l’esposizione della merce nel punto vendita.

Ogni articolo in vendita è disponibile in diverse varianti, a seconda dello stile dell’attività commerciale. Vintage, moderno, industriale, shabby chic: tutti i prodotti ben si adattano a questi stili, coordinandosi armoniosamente con tutto il resto dell’arredamento.

Anche i venditori ambulanti in Retif.it troveranno tutto quello che gli serve: banconi per mercatini, stender abbigliamento, grucce, segnataglie, manichini e tanto altro.

Per testare l’economicità del servizio, il cliente può richiedere senza impegno un preventivo on-line. Solo dopo aver valutato la convenienza, potrà acquistare in modo sicuro e garantito.

Con una gamma di oltre 7000 prodotti, il sito web Retif.it è studiato per essere facilmente fruibile dagli utenti, con ampio spazio alle descrizioni e alle caratteristiche tecniche dei singoli prodotti.

L’acquisto è immediato. L’utente, grazie a una buona catalogazione degli articoli, sin da subito riesce a individuare ciò che risponde alle proprie esigenze, senza perdersi nel vasto catalogo di Retif.it.

Disponibile anche il servizio di assistenza per la progettazione del punto vendita completamente gratuito: entro 4 giorni dalla richiesta, gli esperti Retif forniranno al cliente un progetto completo di arredi e accessori adatti al tipo di attività commerciale. Il progetto sarà visionabile grazie ad un rendere 3D del punto vendita, al quale verrà allegata la lista dei prodotti suggeriti.

Grazie a Retif.it, i negozianti in un unico sito web possono trovare tutto quello che serve alla loro attività, senza perdere tempo e denaro e senza essere costretti a consultare più distributori.

Tags:

 
 




Torna su