16 Gennaio 2020 / / ChiccaCasa


Sissignore, un'altra casa svedese è qui sul blog! 
Come di consueto, ti invito a perderti tra toni neutri, tanta luce, mura candide e pochi e semplici arredi. Quello che di certo non dimenticherai di questo tour virtuale, è la stanza da letto, che infrange i canoni appena citati, facendo sfoggio di un intenso ed abbondante blu notte, combinato ad una sfarzosa tappezzeria dal motivo tutt'altro che minimal. 
Un azzardo vincente che caratterizza questo appartamento e rendendolo non una casa nordica qualsiasi, ma "la casa dalla camera blu notte".















Le linee degli arredi sono le stesse linee essenziali tipiche dello stile scandinavo, nella stanza da letto. A renderla La stanza della casa è la tinta scura ed avvolgente. Tutte le pareti sono interamente dipinte di blu notte. Il tessuto delle tende ne riprende il colore come anche la testata del letto, la quale è stata pitturata dello stesso punto di blu e che quasi si fonde con la parete. 
Perfino i cavalletti su cui è poggiato il piano della scrivania contribuiscono al gioco monocromatico, ma i contrasti non mancano. Tra le due finestre c'è un maestoso ventaglio dorato, un'applique degna di nota, che richiama i dettagli gold della carta da parati presente sulla parete opposta. La tappezzeria è stata applicata sulle ante scorrevoli dell'armadio. Ha un che di regale, con quella texture metallica e con quei pavoni in bella mostra!










Il blu è un colore di tendenza per il duemilaventi. Se ti è piaciuto questo home tour, puoi iniziare a pensare di rinnovare una o più zone della tua casa con qualche tocco di blu, a te la scelta della tonalità: intensa, rilassante, moody o pastello?

📷 Pics via Entrance
16 Gennaio 2020 / / diotti.com

In questo lungo e glaciale inverno fa spesso piacere accendere una buona candela per creare una atmosfera calda e rilassante. Ce ne sono tantissime in commercio: ho provato a fare una piccola cernita delle mie preferite e voglio condividerla con voi. Due sono le profumazioni principali: quelle con le spezie e quelle dalle note fresche …
16 Gennaio 2020 / / Charme and More

I tulipani sono fra i primi fiori a sbocciare in primavera e ogni anno rappresentano l’arrivo della bella stagione.

Coloratissimi e assolutamente incantevoli con i loro colori sgargianti che trasmettono allegria sono tra i fiori più adatti per abbellire la casa o per decorare un ambiente .

Ph via
Ph via

Sono perfetti per creare un bouquet da posizionare al centro del tavolo da pranzo o per illuminare un angolo della propria abitazione con un tocco primaverile ricco di buonumore e freschezza.

Ph via
Ph via

In salotto, in cucina, nell’ingresso di casa e anche in bagno; tantissime le soluzioni che regalano colore e brio.

tulipani-che-passione-rosa
Bouquer rosa pastello Rose Quartz

Dillo con i fiori.

I tulipani rosa sono simbolo di affetto, di premura e attenzione e pertanto sono perfetti per essere regalati ad una amica, alla mamma,  a un familiare o per una dichiarazione di amore.

tulipani-che-passione-bouquet

I tulipani gialli sono sinonimo d’allegria e luce e simboleggiano l’amicizia, l’ottimismo e la positività.

Nel linguaggio dei fiori il tulipano bianco è simbolo di purezza, innocenza, pace è serenità oltre ad essere associato a un nuovo inizio e al pentimento per questo sono spesso scelti per realizzare bouquet di scuse o di perdono.

Il bouquet di fiori freschi Flashing Lights brilla di luce propria grazie alla combinazione di tulipani bianchi e gialli. Il tipico fiore olandese, naturalmente di stagione, è il re indiscusso di questo bouquet pieno di energia e vitalità. Un mix di tulipani e di eryngium che non vede l'ora di illuminare un angolo della tua casa.
Il bouquet di fiori freschi Flashing Lights brilla di luce propria grazie alla combinazione di tulipani bianchi e gialli. Il tipico fiore olandese, naturalmente di stagione, è il re indiscusso di questo bouquet pieno di energia e vitalità.
Un mix di tulipani e di eryngium che non vede l’ora di illuminare un angolo della tua casa.
Ph via
Ph via

Siete anche voi amanti di questi delicati fiori e delle loro sfumature?

Se desiderate regalarveli per portare la primavera in casa ecco un piccolo regalo; un codice sconto del 20%

 valido dal 20 al 26 gennaio 2020, da utilizzare su The Colvin .

Per usufruire di questo sconto basta inserire il codice BLUEWEEK20IT al momento dell’ordine.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.
 

L’articolo Tulipani che passione! proviene da Charme and More.

16 Gennaio 2020 / / Design

poltrona realizzata con materiali di riciclo

Una nuova sensibilità green investe e cambia le nostre abitudini di consumo, impattando anche su accessori e oggetti per la casa .

Anche a HOMI le scelte ecofriendly e attente all’ambiente rappresentano una delle tendenze più interessanti e diffuse: tante sono le proposte delle aziende espositrici alle quali HOMI affianca #HOMINext un nuovo progetto dedicato al futuro e alla sostenibilità.

A curare questa prima edizione , che prende il nome di ECOSOCIALLY by Luca Gnizio è l’omonimo ecosocial artist pioniere dell’arte ecologica e sociale, che porta in mostra le più innovative e originali soluzioni di design eco ed etico.

La spazio #HOMINext – ECOSOCIALLY by Luca Gnizio accoglie dunque una ricca antologica di questo artista, realizzata interamente con i più disparati materiali di scarto che diventano, non solo opere d’arte, belle e funzionali, ma nuovi brevetti e innovazioni ecologiche, sconfessando anche l’idea che creazioni realizzate con materiale di scarto restituiscano prodotti di minor valore.

FORDESERT by Luca Gnizio

Le iconiche sculture-sedia di Gnizio per esempio, sono il rimando ad un prodotto comprensibile, domestico, ma che al tempo stesso è portatore di messaggi importanti di sensibilizzazione e critica all’inquinamento. Altre suggestioni arrivano da opere come fordesert ricavata dagli scarti di pneumatici, che parla dei cambiamenti climatici, oppure dai sorprendenti effetti luminosi del cristallo forsoul e del tessuto forblackligh, entrambi brevetti che ha ottenuto riciclando la fibra di carbonio.

FORCLOUD by Luca Gnizio

Il progetto #HOMINext prevede però anche un coinvolgimento diretto con le aziende presenti in mostra: Luca Gnizio durante i giorni mostra dialogherà con gli espositori che vorranno prender parte a questa iniziativa, con l’obiettivo di cooperare riciclando i loro materiali di scarto, al fine di ricavarne nuove soluzioni creative, artistiche, funzionali, di aiuto sociale, che saranno le protagoniste dell’evento Ecosocially by Luca Gnizio che HOMI metterà in scena nell’edizione di gennaio 2020.

Un progetto molto ambizioso che mostrerà il risultato di quella che in assoluto sarà la prima cooperazione ecologica tra centinaia di aziende di varie aree merceologiche e che, per le aziende partecipanti , renderà il problema di smaltimento diventare una nuova risorsa per la propria attività e magari un nuovo anello di collaborazione con altre realtà.

www.homimilano.com

L’articolo A HOMI, Il Salone degli Stili di Vita un nuovo progetto dedicato al futuro e alla sostenibilità proviene da Dettagli Home Decor.

16 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

La vita all’interno di un’abitazione è scandita da tempi e ritmi ben precisi, da luci e complementi d’arredo: è il luogo personalissimo dove ciascuno di noi si sente a proprio agio e dove passa la maggior parte del tempo. La buona qualità dell’aria che si respira nelle stanze così come quella dell’illuminazione dei vari ambienti sono elementi imprescindibili per far sì che la casa risulti accogliente. In particolare il pianeta delle luci deve essere preso in considerazione con grande attenzione, facendo ricerca nel campo dello stile, per una buona performance finale nelle stanze deputate al riposo. Soprattutto quelle dove studiano e dormono bambini e ragazzi.

La soluzione migliore, che consente anche un alto livello di personalizzazione, è quella di ricorrere a luci Led (acronimo di light emitting diode): garantiscono una lunga durata, un basso impatto ambientale e la possibilità di regolare e direzionare il flusso di illuminazione. Innanzitutto occorre valutare la posizione e l’orientamento stesso della stanza, per capire quanta illuminazione di tipo naturale e in che punti possa entrare. La fase della progettazione è molto importante, niente deve essere lasciato al caso, ecco perché sarà utile affidarsi al team di Arena Luci. Se l’esposizione durante il giorno alla luce naturale e diretta del sole risulta scarsa, allora ci saranno maggiori problematiche da “correggere” in fase di progettazione: nel caso in cui l’ambiente risulti troppo buio, visto che i ragazzi utilizzano la stanza per dormire e riposarsi ma anche per lo studio e la lettura, si dovranno utilizzare fonti luminose ad hoc. I Led, di facile applicazione, possono andare anche a illuminare determinati scorci e angoli della stanza che sarebbero altrimenti risultati inutilizzabili perché “nascosti”.

L’illuminazione è un presidio di sicurezza

Il letto, il divano e la scrivania sono punti di riferimento imprescindibili nella progettazione della stanza di bambini e ragazzi. Qui la luce rappresenta anche un presidio di sicurezza: faretti e plafoniere, spesso incastonati nel controsoffitto di cartongesso (effetto cielo di stelle), risultano eleganti o sbarazzini ma soprattutto sono irraggiungibili. I lampadari e tutta una serie di lampade a sospensione possono invece rappresentare un pericolo: occorre evitare che i più piccoli si arrampichino e cadano nel tentativo di raggiungerli oppure urtino su mobili e altri oggetti. Con i faretti Led si potranno poi creare rilassanti giochi di luce dal sicuro impatto scenico. Potranno scintillare come tanti piccoli frutti incastonati nei rami di un albero sulla parete dell’angolo-giochi oppure brillare dentro le nuvole sul soffitto sopra al letto, per propiziare sonni profondi. Piccoli punti luce Led, sfumati, potranno essere un valido ausilio per i bambini che hanno paura del buio e fanno fatica a prendere sonno. Il dettaglio delle mensole luminose, molto apprezzate dai ragazzi, completa poi lo scenario di una camera da letto accogliente e ricca di soluzioni intelligenti. A seconda dell’orario e dell’attività che si sta per intraprendere, con le luci Led sarà possibile regolare la gradazione dell’illuminazione. Per le ragazze, è sempre più diffuso un dettaglio di tendenza: il filo di luci Led sul quale appendere, con delle simpatiche mollette, le foto di viaggio e quelle con le amiche per una parete “parlante”.

16 Gennaio 2020 / / Interiors

Il futuro del passato..Tutto quello che è stato Presente..e lo è ancora

“il futuro influenza il presente tanto quanto il passato”

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Oro, bronzo , rame, velluto, marmo, blu, rosa, verde , carte da parati, le riviste di arredamento mi fanno fare un tuffo nel passato..

tra le foto dei ricordi ritrovo il tavolino porta tv ottonato, il divano in velluto blu, la carta da parati in soggiorno..

insomma sembra che il tempo sia tornato indietro e che tutto ciò che fino qualche anno fa sembrava vecchio , ora è lo stile così elegante e così chic per una casa che fa tendenza

Addio quindi ai colori pastello, che lasciano la scena ai colori elettrici e ai colori forti, come il blu che quest’anno detta tendenza grazie a Pantone che lo ha scelto come colore dell’anno nel Classic Blue

Il senape, il rosa, il corallo, il verde

Foto Arredomania

Essenziale ed elegante, la casa di oggi è pensata per essere raffinata,

non possono quindi mancare i dettagli in oro, metallo , argento e marmo lucido che ritroviamo spesso nei complemeti d’arredo come tavolini , porta lampade, comodini, tavoli

Foto Arredomania

La voglia di una casa semplice, con elementi essenziali

si ovviamente non è una tendenza che a tutti piace, ma ha la capacità di far riscoprire la bellezza delle cose semplici e pregiate

il marmo ad esempio, che per lungo tempo è stato sostituito nei piani di lavoro delle cucine da quarzo e materiali sintetici , è tornato a far capolino con grande eleganza

Foto Pinterest

L’acciaio satinato e il cromato hanno lasciano spazio ai metalli tradizionali , che danno un tocco di stile all’ambiente nei suoi particolari

Foto Pinterest

i mobili finiti nei mercatini dell’usato perché diventati retrò, oggi acquistano più valore

e le madie dalle forme arrotondate, le consolle, le toilette da trucco ora sono complementi alla moda

Foto Pinterest

Insomma, lo stile industrial tanto acclamato , un pò grezzo e urban, sembra far parte ormai del passato..un passato che prima o poi tornerà, ma che oggi lascia spazio al nuovo Retrò

L’articolo Il futuro del passato… proviene da Laura Home Planner.

16 Gennaio 2020 / / diotti.com

I post di Quid divinum:

Che differenza c’è tra la fotografia commerciale e la fotografia artistica? 

Nel mondo anglosassone si parla di foto commerciale e di foto fine-art per intendere la fotografia d’arte stampata con tecniche avanzate che ne prolunghino la durata e che ne consolidino il valore.

La differenza tra le due forme è sostanzialmente quella che riporto, traducendola, dalla spiegazione che un’artista americana, fotografa fine-art, appunto così definisce:

“La fotografia Fine-art è basata sulla comunicazione di un’idea, di un sentimento o di un’emozione. L’estetica viene dopo il concetto. Questo messaggio tende ad emergere in modi che richiedono all’osservatore di interagire criticamente e impegnarsi nell’interpretare l’immagine.

Per la fotografia commerciale invece vendere viene prima, l’estetica viene dopo. Lo scopo è vendere il prodotto o l’idea che ne è il soggetto. Per questo i fotografi commerciali normalmente hanno un approccio più realistico e letterale alla creazione delle immagini. “  

Dal blog di Dana Montlack

Fotografia d’arte che vale davvero

Istallazione di Dana Monlack, foto fine art per l'arredamento

Cito volentieri Dana Montlack perché è un’artista per la quale il supporto fisico e la scala a cui stampa non sono fattori secondari.  Alcune sue installazioni sono in realtà opere site-specific ma anche pezzi di arredamento, appositamente studiati per gli ambienti in cui vengono ambientati.

Chi le commissiona quei lavori (penso al ristorante sul mare che ha decorato con grandi pannelli) si è aggiudicato un valore notevole.  Infatti non è possibile riprodurre arbitrariamente le sue immagini senza snaturarle. Quindi il suo committente ha ottenuto un valore che crescerà nel tempo, oltre ad aver ben completato l’arredo del suo locale.


Vorrei aggiungere che nell’intersezione tra i due insiemi Foto commerciale e Foto fine art, si genera una categoria ibrida che è quella che offre stampe in serie, più o meno limitate, per l’uso nell’arredamento.  E’ il caso, ad esempio dei grandi produttori di elementi d’arredo (Ikea primo fra tutti, o Leroy Merlin) ma anche di fotografi commerciali già molto affermati che vendono online foto stampate e anche incorniciate, in tirature limitate a grandi numeri. 

In ogni caso sono convinta che il contenuto dell’immagine abbia un ruolo importante quando questa entra nello spazio abitato come elemento decorativo o narrativo.  Un prodotto di serie funziona benissimo quando ha una funzione di servizio, pratica, materiale. Infatti le aziende di cui sopra assolvono alla grande a quelle funzioni, tanto che non c’è casa che non ricorra ai loro prodotti.  Ma un elemento che ha la funzione di ispirare, descrivere, raccontare lo specifico del luogo e delle persone che lo abitano non può essere un oggetto ripetuto in serie. <mi appassiona questo argomento e ho scritto su altri post su come inserire la fotografia artistica nell’arredamento e sul valore dell’immagine fotografica d’arte.

Piuttosto, meglio attaccare al muro i fogli di calendario incorniciati dalla nonna.  Possono dire di noi molto di più della Audrey Hepburn moltiplicata enne volte nei bed and breakfast o nei parrucchieri di mezzo mondo. Adoro Audrey, e proprio e proprio per  questo vederla ridotta a icona pop mi dà ai nervi, che ci posso fare.

Oppure meglio scegliere opere d’arte. Arte “affordable”, cioè di prezzo contenuto, ma realizzata con cura, passione e attenzione alla destinazione finale. E se si tratta di arte fotografica, allora che sia stampata con tecniche fine-art, per prolungarne la durata e consolidarne il valore nel tempo. Approfondiremo in nuovi post questo argomento.

L'articolo Foto commerciale vs fotografia d’arte sembra essere il primo su MARA CELANI.