15 Gennaio 2020 / / VDR Home Design

Organizzare i pensili della cucina è un lavoro che si rimanda sempre. Ma non basta farlo una volta all’anno. Con questi prodotti sarà un gioco da ragazzi.


Sii onesta.

In che stato sono gli interni dei tuoi pensili e delle tue basi della cucina? Siamo sempre di fretta, prendiamo gli oggetti che ci sono all’interno e non sempre stiamo attenti a rimetterli al loro posto.

Il risultato è che dopo qualche settimana ogni cosa è sull’altra, con un caos incredibile e fai fatica a trovare qualsiasi cosa.

Organizzare i pensili della cucina potrebbe essere davvero un compito semplice se fatto con i giusti prodotti. Ed è proprio di questo che voglio parlati oggi, per farti avere una cucina efficiente e pratica.

Sei con me?

Cucina con basi ed isola bianche, senza pensili. Muro a calce beige e soffitto a travi in legno.
Zarahome

Organizzare i pensili della cucina si, ma con stile

Non ha senso inserire oggetti a caso all’interno dei pensili, ma questo già lo sai. Come prima cosa pensa in modo razionale a dove mettere cosa, in base a quanto lo usi e quando lo usi.

Ti faccio qualche esempio: noi usiamo tantissime spezie e se avessimo potuto progettare la cucina avremmo sicuramente pensato ad un cassetto solo per loro. Da avere vicino al piano cottura, così da evitare di averle sempre sul piano top ad occupare spazio.

Abbiamo anche moltissimi tupperware e usiamo anche molto la pellicola. Non ci piace sprecare il cibo e lavorando fuori in pausa pranzo, la sera prepariamo in più di modo da essere a posto anche per il giorno dopo.

Quindi i contenitori di plastica e la pellicola sono nei pensili di fianco al frigo, sopra al forno (si trovano di fianco). In questo modo è più facile trovare quello che cerchiamo e sono più veloci le operazioni di refrigerazione.

Una volta che hai ben chiaro in mente quali sono le dinamiche di tutta la famiglia puoi definire quali oggetti andranno in quale posto. Vedrai che ti si delineerà in mente anche un elenco di oggetti che ti potrebbero semplificare la vita.

Il mio consiglio è di non sceglierli a caso. Datti tempo di guardare in giro e comprali di buona qualità. Prendili in massimo due colori, che si accordino a quelli della cucina e della casa. In questo modo avrai coerenza stilistica e armonia.

Perché ok essere organizzati, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Mi raccomando: stai attenta alle dimensioni. I pensili della cucina hanno profondità ed altezze variabili, per cui prima prendi tutte le dimensioni interne e poi acquisti.

organizzare i pensili della cucina con barattoli in vetro e cesti di differenti misure
ORNAMI Piccolo barattolo in vetro per alimenti con coperchio in sughero e chiusura ermetica Amazon | RABBLA scatola in tessuto con coperchio in bambu impilabile di IKEA | Kitabetty Cestello in Ferro Amazon

Organizzare ed incastrare gli elementi per massimizzare lo spazio

Ci sei. Hai analizzato tutto come una ninja, flussi e percorsi. Sei sicura di dove mettere cosa e potresti anche aver trovato i vari contenitori per tutti i tuoi piccoli pezzi.

Ma come effettivamente sfruttare l’altezza e la capienza del pensile?

Perché ci sono dei pensili che effettivamente sono molti alti e quindi se non sono correttamente attrezzati all’interno rischiano di diventare un luogo di accumulo di oggetti senza criterio.

Ci sono degli strumenti che possono venirti in soccorso, permettendoti finalmente di utilizzare lo spazio che hai lì a far nulla. Sapevi ad esempio che esistono dei cestelli estraibili che si avvitano direttamente ai fianchi del tuo mobile?

In questo modo puoi estrarlo e prendere anche i prodotti che si trovano più in fondo comodamente, senza dover andare in punta di piedi e slogarti una clavicola (non riuscendo comunque a prenderlo). Esiste la versione singola e doppia e ce ne sono in più larghezze (40 e 60 cm), così da adattarsi a diversi tipi di arredi.

Potresti ad esempio prendere il cestello estraibile singolo ed avvitarlo sul fondo del pensile e sopra mettere binario per il supporto dei bicchieri in vetro ad esempio. Un’idea smart se ne hai un po’ e non sai mai dove metterli.

(Se hai un pensile alto 45 cm in totale all’interno, entrambi gli elementi ti ci staranno. Considera che un calice da champagne è alto 25 cm e il cestello estraibile è 13 cm).

In questo modo saranno al sicuro dalla polvere e dal rischio di rompersi ogni volta che ne prendi uno e ne riponi un altro.

Un’altra combinazione potrebbe essere quella del cestello estraibile e cestello sotto ripiano. Con un’altezza di soli 14 cm è perfetto per riporre piccole scatole o piccoli oggetti che non vuoi perdere e che non sapresti dove altro mettere.

Hai solo bisogno di una mensola o ripiano nel mezzo per dare ordine a tazze e piatti?

C’è il porta piatti di mDesign, che è allungabile e può essere configurato come preferisci. In due pezzi singoli, in combinato, uno sull’altro. Robusto e multiuso, è perfetto per chi ha una micro cucina e vuole fare miracoli dove non sembra poter fare di meglio. 

mensola allungabile mdesign | contenitori in plastica personalizzabili | decals personalizzabili | contenitori in vetro con tappo in sughero binario porta bicchieri
mensola allungabile mdesign | contenitori in plastica personalizzabili | decals personalizzabili | binario porta bicchieri

Organizzare i pensili della cucina con un po’ di creatività

Un po’ di originalità non ha mai fatto male a nessuno. Se ad esempio ti avanza uno di quei porta documenti in plastica aperti, dal taglio obliquo, potrei usarli per metterci dentro l’alluminio, la pellicola e la carta forno.

Sono della misura giusta e potresti addirittura incollarlo con del nastro adesivo all’interno di un’antina di una base.

Altra idea fai da te: usa i ganci che si usano per i bastoni delle tende e recupera dei tondi in legno. In questo modo avrai realizzato dei comodi dispenser per i sacchi dell’immondizia.

Troppi taglieri, tortiere e leccarde del forno? Usa uno stand porta coperchi. Ti aiuterà a recuperare spazio e a tenere ordine.

Ed infine un consiglio per chi non è un drago della calligrafia come me. Se usi i contenitori trasparenti per pasta e simili e vuoi che tutti capiscano cosa hai scritto, hai due soluzioni. Comprare dei contenitori che si possono personalizzare nelle iscrizioni come quelli proposti da Shabby2ChicStudio.

Oppure comprare le decalcomanie da applicare sui tuoi contenitori. Puoi scegliere il colore, il tipo di carattere e quando li acquisti dovrai dire cosa vuoi che arrivi scritto.

Semplice vero?

Stand porta coperchi | Mensola sotto pensile | Cestello retrattile
Stand Porta Coperchi a 6 Posti | Cestello Sotto Ripiano 40cm in Acciaio Bianco | Cestelli a Rete Estraibili

Direi che è tutto

Di idee se ne possono trovare davvero tante e avrei potuto continuare ancora. Il punto importante è partire da quelle che sono le tue esigenze.

Focalizza bene quello che fai quotidianamente, i tuoi percorsi e le tue abitudini e poi pianifica. Solo così sarai sicura di creare un’organizzazione che funziona per te e per tutta la famiglia.

Fammi sapere nei commenti se qualcuno dei consigli e dei prodotti qui sopra ti è tornato utile!

L'articolo Organizzare i pensili della cucina: i prodotti da non perdere. sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l'interior design è reso facile.

15 Gennaio 2020 / / Blog Arredamento

Cosa succede a casa vostra se si rompe qualcosa a cui tenete? Magari finisce dritto nella spazzatura, accompagnato dai vostri occhi lucidi e colmi di rimpianto. Forse era il ricordo della vacanza perfetta, oppure un oggetto regalatoci tanti anni fa da una persona tanto amata che ora non è più nella nostra vita. Sia quel che sia, quell’oggetto ora è da buttare. O forse no. Forse potremmo diventare esperti (o anche solo amanti e cultori, perché no!) del fai da te: immaginate un angolo a casa vostra o, a seconda dello spazio, magari una vera e propria stanza, o ancora, e più classicamente, una parte di garage adibita a angolo per il bricolage. Non sarebbe bellissimo avere a disposizione un set intero di adesivi e colle per il DIY, degli attrezzi tutti vostri, ordinati e ben riposti, un ampio piano di appoggio per intraprendere moltissimi progetti? Da dove partire? Ma dall’allestimento di questo angolo, ovviamente.

Foto di cottonbro da Pexels

Quali passi per ottenere un angolo per il fai da te perfetto

Punto numero uno: l’illuminazione.

Una fonte di luce, naturale o artificiale che sia, è ovviamente fondamentale per qualunque attività, ma per quanto riguarda il fai da te diventa ancora più importante: prima di tutto perché è assai probabile che ci si trovi a maneggiare attrezzi pericolosi, come trapani o frese, oppure colle che rischierebbero di attaccarci le dita, necessitando di solventi per essere rimosse. In secondo luogo, la luce è fondamentale perché è possibile che ci si trovi a che fare con pezzi piccoli, lavori di fino, quindi la luminosità dell’ambiente diventa fondamentale. Luce, quindi, e bella forte, sui nostri progetti.

Punto numero due: non un piano di appoggio grande, ma un grande piano di appoggio

Probabilmente non abbiamo chissà quanto spazio a disposizione per il nostro angolo del fai da te: ovviamente tutti sappiamo che, più è ampio il piano d’appoggio, più possibilità abbiamo di lavorare con la massima comodità possibile, il massimo ordine, la massima pulizia. Qualora però non disponessimo di un grande spazio, ecco che la qualità fondamentale del nostro tavolo da lavoro dovrà essere la robustezza. Non dovremo mai aver paura di rovinarlo, mai dovrebbe farci pensare che quel dato attrezzo potrebbe graffiarlo. Robustezza, prima di ogni altra qualità: perché robustezza significa affidabilità.

Punto numero tre: ogni cosa al suo posto

Il segreto per avere tutto in ordine è quello di dotarsi di scaffalature metalliche e rastrelliere per attrezzi. Non importa davvero quanto spazio abbiate a disposizione, questi oggetti sono disponibili in svariate misure, dalla più piccola alla più gigantesca che possa venirvi in mente. Ora, perché le scaffalature sarebbe meglio che fossero metalliche? Prima di tutto, la resistenza: umidità e infiltrazioni d’acqua le farebbero un baffo, a differenza di quanto accadrebbe con il legno. Secondo, la resistenza: pensate che, in commercio, esistono scaffalature metalliche in grado di reggere fino a 1.000 chili per scaffale. Mica male, giusto? Unica accortezza: ricordate di disporre gli oggetti e gli attrezzi che usate più frequentemente sui ripiani più accessibili, così da non dover impazzire ogni volta che un nuovo lavoro avrà inizio.

15 Gennaio 2020 / / Architettura


Secondo i giudici del World Architecture Festival 2019, LocHal è il nuovo salotto urbano ricavato dal recupero di un ex capannone ferroviario

"Un approccio forte e sostenibile per convertire una ex struttura industriale in un edificio civico. Assorbe il potenziale del grande vuoto e lo trasforma nel meraviglioso, eroico spazio centrale della biblioteca. I dettagli precisi e l'uso dei tessuti creano il intimità necessaria per la scala umana, valorizzando al contempo la vecchia struttura in acciaio"

Situato vicino alla stazione, nel cuore del nuovo City Campus di Tilburg, è uno spazio per grandi e piccoli per leggere, imparare, studiare, incontrarsi e riunirsi, ospita una Biblioteca, un caffè le istituzioni culturali Kunstloc e Brabant C e gli spazi di co-working di Seats2meet.

I vecchi binari rimangono visibili sul pavimento di cemento e vengono utilizzati per spostare tre grandi tavoli su ruote.

Un singolo tavolo può diventare l'estensione del bar o quando combinato con un altro, formare un palcoscenico con le scale come tribuna. Possono anche essere spostati all'esterno per formare un palcoscenico per eventi all'aperto.
Le pareti tessili a tutta altezza, progettate da Inside Outside e dal Textile Museum, ammorbidiscono la sala in stile industriale, Dividendo  lo spazio in aree più o meno grandi per differenti attività.





The most beautiful building in the world 2019 is Dutch

According to the judges of the World Architecture Festival 2019, LocHal is the new urban living room obtained from the recovery of a former railway shed

"A strong, sustainable approach to convert a former industrial facility into a civic building. It takes on the potential of the big void and turns it into the marvellous, heroic central space of the library. The fine details and the use of textiles create the necessary intimacy for the human scale, while putting in value of the old steel structure."

Located near the station, in the heart of the new City Campus of Tilburg, it is a space for young and old to read, learn, study, meet and meet, houses a library, a cafe, the cultural institutions Kunstloc and Brabant C and the spaces of co -working by Seats2meet.

The old rails remain visible on the concrete floor and are used to move three large tables on wheels.

A single table can become the extension of the bar or when combined with another, form a stage with stairs as a tribune. They can also be moved outside to form a stage for outdoor events.
The full-height textile walls, designed by Inside Outside and the Textile Museum, soften the industrial-style room, dividing the space into more or less large areas for different activities.












VIA
15 Gennaio 2020 / / Nell'Essenziale

I cuscini per sedie shabby della linea shabby basic nella variante avorio e nocciola sono realizzati solo su misura e su solo ordinazione, fanno parte della collezione Shabby Basic e sono personalizzabili.

Cuscini per sedie shabby basic nella variante nocciola

La nostra collezione basic ha avuto un grande successo grazie all’elevata possibilità di personalizzazione. I modelli infatti, sempre originali e disegnati da noi, sono personalizzabili con tessuti di puro cotone in tinta unita, ma non solo… Scegliendo colori neutri puoi abbinare dettagli come fiori, fiocchi e ricami nel colore che più preferisci.

IMPORTANTE: per conoscere tutti i prezzi dei cuscini visita lo shop, chiedi un preventivo per una personalizzazione solo dopo aver visionato  lo shop.

cuscini per sedie shabby avorio e marrone
oppure
 

Composizione del Cuscino su misura

La seduta è realizzata con tessuto panama rustico in puro cotone, mentre la balza corta ed i fiocchi sono realizzati in tessuto panama avorio. La balza lunga è n puro cotone rustico tinto in filo. L’imbottitura è in fiocco di fibra siliconata.

Ogni cuscino è sfoderabile perché provvisto di una tasca nella quale è inserita l’imbottitura.

cuscino per sedia shabby basic
Vista laterale del cuscino per sedia shabby basic.

Un esempio di personalizzazione è il coordinato per cucina shabby con personalizzazione in verde nel quale tutti i decori sono stati realizzati in verde perché abbinati ad altri complementi.

Se desideri un coordinato shabby da abbinare ai tuoi complementi o che deve rispettare una palette colori i nostri coordinati fanno al caso tuo.

Questo articolo Cuscini per sedie shabby basic – avorio e nocciola proviene da NellEssenziale.

15 Gennaio 2020 / / Design Ur Life

I complementi d’arredo sono tutti gli accessori che formano l’arredamento di un ambiente. Ad esempio, le sedie, i tavolini, le tende e i tappeti sono alcuni di questi accessori e la lista è davvero molto lunga. Ma in questo post vi elenco i 5 complementi d’arredo indispensabili in una casa.

La giusta attenzione ai dettagli  e quindi la scelta di accessori e complementi d’arredo aiutano a dare il carattere allo spazio. ci sono alcuni complementi d’arredo indispensabili per completare l’arredamento. In questo post vediamo i 5 complementi d’arredo che non devono mancare in una casa:

5 complementi d'arredo

1. Le lampade

La scelta della giusta illuminazione in vari ambienti ci aiuta a creare la giusta atmosfera. Quindi, ogni ambiente ha bisogno di una luce diversa in base alle esigenze di chi abita quello spazio. Ogni zona ha bisogno di un tipo di luce diversa. Se devi scegliere una lampada per un soggiorno piuttosto che una lampada per la cameretta, bisogna valutare di non commettere l’errore di illuminare eccessivamente un ambiente in cui non è richiesta molta luce e viceversa.

5 complementi d'arredo

Etsy

2. Le tende

Spesso questo complemento d’arredo non è considerato importante e viene trascurato da chi sta arredando il proprio spazio. Invece, le tende hanno una grande potere d’arredamento. Se viene scelto bene il colore e nel tessuto giusto, cambia totalmente l’aspetto di una stanza. Cambiando lo stile delle tende è possibile rinnovare una casa senza dover spendere cifre esagerate. Le tende non sono soltanto sulle finestre, ma è possibile dividere gli spazi con questo complemento d’arredo.

5 complementi d'arredo

Etsy

3. I tappeti

Il tappeto è molto versatile come complemento d’arredo perché può trovare spazio dappertutto. In casa, dal bagno, alla cucina e il soggiorno anche la camera da letto diventa una soluzione originale per caratterizzare lo spazio. In questo articoloho parlato di come arredare con i tappeti e rinnovare la casa. Invece se cercate tappeti artigianali andate a leggere questo post.

5 complementi d'arredo

Etsy

4. I quadri

I quadri, i poster o qualsiasi elemento decorativo sulle pareti sono molto importanti per valorizzare gli elementi di arredo. Infatti, i quadri rappresentano una soluzione unica e d’impatto per regalare personalità ad ambienti di ogni stile. I quadri e le decorazioni per le pareti devono essere scelte sapientemente abbinato allo stile della casa.

5 complementi d'arredo

Etsy

5 complementi d'arredo

Etsy

5. I cuscini

I cuscini sono un complemento d’arredo molto versatile e possono essere usati dappertutto. Danno la possibilità di rinnovare la casa con poche mosse e senza cambiare i mobili. Ad esempio in base alla stagione, basta semplicemente cambiare le federe dei cuscini e dare un nuovo aspetto all’ambiente. Potete giocare con la gamma di colori, le dimensioni e i tessuti.

5 complementi d'arredo

imgbbrand-509_evergreen_affiliate_hl_v2_5-1551092086930

cuscino kids.jpg

Etsy


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


Link affiliati e crediti ETSY

 

 

L'articolo 5 complementi d’arredo indispensabili in casa proviene da Design ur life blog.