News






 
 
 

Permessi e sconti fiscali per i lavori d’estate

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, News
detrazioni fiscali 2018 ristrutturazione casa
I lavori in casa in estate saranno più facili grazie a semplificazioni nei permessi e al bonus fiscale per i giardini. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e chi sono gli aventi diritto. Attenzione, si ha tempo fino al 31 dicembre 2018.

Un punto importantissimo riguarda la detrazione fiscale per tutti gli interventi volti alla ristrutturazione dell’edificio, da distinguere tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria. In questo caso la detrazione fiscale Irpef è del 50%. Il tetto massimo è di 95.000 €. Lo stesso tipo di detrazione è applicabile sia per appartamenti che per condomini.

Videosorveglianza e antifurti sono inclusi nel bonus, un’ottima notizia in vista delle vacanze estive. Si può detrarre fino al 50% per la sicurezza dell’immobile, sia in caso di appartamento che come spesa condominiale.

Per quanto riguarda invece gli interventi volti al risparmio energetico, la detrazione irpef va dal 50% al 65%, a seconda delle classi energetiche guadagnate.

Questo tipo di bonus riguarda anche per le società di capitali (detrazione ires).

Il Bonus mobili invece, è richiedibile solo in caso di acquisto di mobili successivo alla data di inizio di lavori ordinari o straordinari. Il budget massimo in questo caso è di 10.000 €. Bisogna sempre fare attenzione agli acquisti, ad esempio nel caso di una caldaia a condensazione si può avere una detrazione che va dal 65% al 50%, ma deve avere le caratteristiche di risparmio energetico qualificato.


bonus verde 2018
Passiamo al Bonus Verde, interessante e da cogliere al volo. Il Bonus Verde infatti riguarda tutti gli interventi riferiti a giardini e balconi. Sono inclusi i lavori di recinzione, progettazione, irrigazione, manutenzione e anche l’acquisto di piante, realizzazione di pozzi o di coperture verdi, pergole e giardini pensili. Questo tipo di incentivo fiscale, perfetto per preparare il proprio giardino al meglio con l’arrivo della bella stagione, si può applicare anche a livello condominiale. L’importo massimo dei lavori che è possibile detrarre è di 5.000 €. Non sono invece inclusi nel bonus attività commerciali, aziende e fabbriche. Ovviamente è necessario un pagamento tracciato, va benissimo un bonifico dal cc del soggetto che vuole detrarre.

Molto importante è il Bonus Sisma, che prevede una detrazione irpef (vale anche per ires) dal 50% all’85%. Come nel caso del miglioramento della classe energetica, anche nel caso delle classi sismiche si ha un aumento della percentuale detraibile proporzionale al miglioramento antisismico. Se si riduce di due classi, la detrazione sarà dell’85%, se invece solo di una, avrò una detrazione del 75%.

Il Bonus Sisma e il Bonus ristrutturazioni sono cumulabili, però vanno applicati a spese diverse. Non possiamo applicare due sconti alla stessa voce. Il Bonus Sisma si applica sia in caso di irpef che di ires.

È fondamentale tenere presente che qualsiasi manutenzione ordinaria o straordinaria effettuata dopo un lavoro importante, rientra in essi (ad esempio dipingere la facciata dopo un intervento di miglioramento sismico).

Chi sono gli aventi diritto?

Gli aventi diritto sono le persone fisiche e soci di società di persone (sas, snc…)

Chi è esente dal pagamento delle imposte è esente da questo bonus.

Una precisazione sul condominio. I bonus relativi alla singola unità immobiliare si moltiplicano per il numero di unità che compongono il condominio in caso di lavori su parti comuni. In questo modo è possibile che ogni condomino paghi la rispettiva quota di spese condominiali con l’applicazione del bonus, quindi con uno sconto del 50% dilazionato in 10 anni. È l’occasione perfetta per provvedere a livello condominiale a un intervento di riqualificazione energetica.


Tags:

 
 

Voglia di Dettagli Home Magazine

Pubblicato da blog ospite in News, Voglia Casa

Nasce Voglia di Dettagli.

Voglia di Dettagli

Un Magazine Online sul mondo della casa a tutto tondo. Un’avventura nata dalla collaborazione e professionalità di due amiche, Elena Boggia di Vogliacasa.it ed Elisabetta Ferrari di Dettagli Home Decor, con la medesima passione per l’home design.

Ecco il primo numero...da non perdere!


 
 

Il Salotto Buono di Torino

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, News
spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino

Lo spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino


Fino a qualche mese fa, il salotto buono era un’officina. Sul pavimento c’è ancora qualche macchia d’olio che racconta le origini di questo luogo e ne lascia intendere la trasformazione, frutto della pluriennale esperienza di stylist nell’organizzazione eventi di Isabella Giunto. Il Salotto Buono di Torino, via Provana 3/E, è uno spazio-casa per eventi privati a due passi dai giardini di Piazza Cavour e Piazza Maria Teresa, in uno dei quartieri più eleganti della città. 

Lo spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino


Un open space arredato con cucina a vista, mobili e lampade di design anni ‘60, dove si respirano atmosfere urban-chic newyorkesi e si percepisce la grande passione della padrona di casa per l’interior design e gli allestimenti.

Un appartamento in piena regola, ma con accesso diretto dal marciapiede e vetrate che si affacciano sulla strada, dove si organizzano dai pranzi e cene con gli amici, agli incontri di lavoro con i collaboratori, nell’intimità di un ambiente che diventa proprio per il tempo in cui lo si desidera. 


Lo spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino

Un’assoluta novità nel panorama delle location per organizzare eventi privati, nata da un’intuizione avuta tre anni fa proprio da Isabella Giunto che, per rispondere alle richieste del mercato, inizia la ricerca di uno spazio che possa soddisfare le esigenze della sua clientela e al tempo stesso trasmettere il senso di calore di un ambiente domestico, dove l’arredamento è curato nei minimi dettagli, con particolari dal gusto elegante e raffinato. 

Lo spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino
Ogni evento è pensato su misura per gli ospiti che per una sera possono ricevere gli amici nel salotto buono, cucinando personalmente oppure utilizzando il servizio di catering fornito su richiesta.


Lo spazio-casa per eventi privati, nel cuore di Torino

Il Salotto Buono, insieme ad altre residenze private, sarà aperto per visite gratuite il 9 e 10 giugno, in occasione di Open House Torino.


Tags:

 
 

Places in Rome – Eli library – Style and interiors

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, News
There are places you just stumble upon quite all of a sudden. I came through this magic place last Sunday. I was going back home after spending a beautiful joyful day in Villa Ada, playing and having fun with my family. I made this interesting discovery and took some picture of it that I thought I’d better share with all of you. This is a library where people can find rare and old books, have some relaxing time to scroll through their pages in a super cozy atmosphere. It’s a place of style and beautiful interiors and of course with plenty of books, a place you can draw some inspiration for your studio or living room. A yellow armchair, colored chairs and a mustard vintage couch are the main interior elements that add  style to the place. Have a look at these interiors and have a wonderful week-end!

Tags:

 
 

VogliaCasa.it – 2 gennaio 2017

Pubblicato da blog ospite in News, Voglia Casa

copertina-1-gennaio-2017


 
 

Best seller 2016…e qualche breve riflessione (promesso!)

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Design, News

A fine anno si fa sempre il bilancio, non sto parlando di quello economico ma di quello personale: quello che abbiamo fatto bene, quello che abbiamo fatto meno bene, cose da fare e cose da dimenticare per ripartire alla grande.

via GIPHY

No, non fate quella faccia. Sarò rapida!

Scommetto che molti di voi staranno pensando che è stato un anno denso di avvenimenti da dimenticare (eddai: George Michael e la Principessa Leia nel giro di 3 giorni sono stati davvero la goccia che ha fatto traboccare il vaso!). Facebook è pieno di meme e post che esprimono chiaramente quello che pensiamo un po’ tutti: caro 2016 grazie comunque dei bei ricordi e dei bei momenti…ma adesso basta, spazio al 2017.

Noi quest’anno abbiamo lavorato su tantissimi progetti, è stato intenso e siamo ancora nel vivo, insomma stiamo ancora lavorando duro per riuscire a portare a termine nel corso del 2017 quello che ci siamo prefissati. Ma non posso ancora svelare nulla. Quello di cui invece posso vantarmi un po’ è che qui non ci fermiamo mai, siamo un team in costante crescita (guarda il team al completo qui) e ci impegniamo senza sosta per offrire un servizio impeccabile. Ok, non siamo perfetti…ma ci stiamo lavorando. Non ci credete? Leggete cosa dicono di noi i clienti che abbiamo servito.

Che altro? Il nostro studio fotografico è sempre più bello e attrezzatissimo, abbiamo appena potenziato il nostro arsenale tecnologico con un macchinario che…che ve lo dico a fare? [cit. Donnie Brasco].
Il lavoro di realizzazione dei campionari è per noi fondamentale e sta migliorando ogni giorno di più.

Lo sappiamo che “è difficile scegliere il divano / letto / tavolo senza toccarlo / sedercisi / sdraiarcisi…” ma noi continuiamo a crederci e la crescita dell’e-commerce ci dà ragione. Se volete sapere di più su come creiamo i campionari potete leggere nelle FAQ il paragrafo “Come posso valutare i campioni di colori e materiali che vedo nel campionario?”

Ma passiamo agli AWARDS di arredamento, mobili e complementi più venduti del 2016! La fine dell’anno è anche l’occasione per annunciare i best seller, è un classico e non possiamo certo tirarci indietro.

Ladies and gentlemen, ecco i 3 prodotti più amati del 2016!!!

1° posto
Non la scalza nessuno, è sempre lei. Sto parlando della libreria componibile Almond che con le sue misure al centimetro, configurazioni e colori ultra personalizzabili è la preferita dei clienti italiani e non.

PERCHÉ PIACE: vince la versatilità. Tutti quelli che l’hanno scelta l’hanno saputa trasformare a seconda di esigenze specifiche e svariate. Questa libreria può diventare home office, parete attrezzata porta tv, parete divisoria in un open space, mobile contenitore per documenti in ambienti di lavoro e addirittura armadio a profondità ridotta. Ecco come l’hanno interpretata alcuni clienti che hanno usufruito del nostro servizio di progettazione.

2° posto

Uno dei posti in cui spendiamo una buona parte della nostra vita. Se lo usate poco sono 3 mesi della vostra vita. Se siete particolarmente vanitosi…il calcolo diventa difficile. È il bagno: sempre più SPA domestica, sempre più stanza da mostrare a chi viene a vedere la vostra nuova casa. La cura dell’arredo e dei rivestimenti del bagno sta crescendo esponenzialmente, non vogliamo più un semplice luogo funzionale, vogliamo il nostro piccolo angolo di benessere. Non stupisce che il nostro secondo best seller sia la collezione di mobili bagno Atlantic in tutte le sue molteplici forme, colori e mille utilizzi.

Pssst! Ci sono anche i mobili per la lavanderia con porta lavatrice e asciugatrice e molto altro!

3° posto

“…ma le gambe, ma le gambe sono belle ancor di più!” cantava il Trio Lescano alla fine degli anni Trenta. La passione per le gambe pare non passare mai, in particolare se scultoree, originali, capaci di attirare lo sguardo e diventare subito protagoniste. Di che gambe sto parlando? Naturalmente di quelle del nostro 3° best seller! Il tavolo con le gambe incrociate è il beniamino degli ultimi anni, tra i tantissimi modelli in commercio il nostro campione è sicuramente Spyder di Cattelan.

Sono stata breve, come promesso. Me la sono tirata un po’, ma è giusto alla fine dell’anno tessere un po’ le lodi di quanto stiamo facendo tutti insieme. E sì, siamo qui anche oggi sempre a vostra disposizione…per le lenticchie c’è tempo. Per la lista di buoni propositi 2017, un po’ meno, quindi tutti al lavoro!

Tags:

 
 

VogliaCasa.it – CHRISTMAS SPECIAL EDITION –

Pubblicato da blog ospite in News, Voglia Casa

VogliaCasa.it – CHRISTMAS SPECIAL EDITION –

Il NATALE è dei bambini!

Semplici soluzioni da creare insieme ai piccoli di casa per addobbare la loro cameretta in attesa dei doni natalizi.

VISUALIZZA GUEST POST!

Tags:

 
 

Revisione della caldaia: perché e quando effettuarla

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, News
dettagli home decor

Garantire la sicurezza dell’ambiente domestico e ottimizzare il funzionamento riducendo sprechi e costi di riscaldamento:l’importanza di una corretta manutenzione della caldaia

La revisione della caldaia è uno dei controlli obbligatori per tutti gli impianti di riscaldamento, compresa la classica caldaia domestica con potenza inferiore a 35 kW;si tratta di una sorta di check upda eseguire prima dell’accensione a pieno regime dell’impianto per assicurarsi che non vi siano rischi di malfunzionamento, spesso con conseguenze irreparabili, o problemi legati alle prestazioni dell’apparecchio.
Una fuoriuscita di gas può, infatti, provocare intossicazioni da monossido di carbonio, scoppi o addirittura incendi causati da cortocircuiti negli impianti elettrici che servono la caldaia. Se si tratta di unimpianto alimentato a gasolio o kerosene, si aggiunge anche il rischio di incendio del combustibile.
La costante verifica del corretto funzionamento della caldaia è, inoltre, garanzia di risparmio energetico e di riduzione dei costi per il riscaldamento.
Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sulla revisione della caldaia.
 
dettagli home decor
 
Che cosa si intende per revisione della caldaia?
Innanzitutto è bene precisare che la revisione della caldaia è un controllo diverso da quello dell’efficienza energetica, meglio conosciuto anche comeverifica dei fumi o bollino blu.
La revisione della caldaia comprende una serie dioperazioni di manutenzione ordinaria, tra cui la pulizia del bruciatore, dello scambiatore ela verifica del corretto ed efficiente scarico dei fumi, tese a conservare l’impianto in uno stato nel quale può adempiere, in sicurezza, alla funzione richiesta.
La verifica dei fumi, invece, consiste nell’esame dei fumi della caldaia, più precisamente nell’analisi della combustioneper verificarne il rendimento, la concentrazione di ossido di carbonio (CO) e l’indice di fumosità.
Ogni quanto va effettuata la revisione della caldaia?
La periodicità con cui deve essere effettuata la revisione della caldaia non segue regole univoche.
Il DPR n. 74 del 2013 – normativa di riferimento per la revisione degli impianti di riscaldamento delle abitazioni -affida alla ditta installatrice la possibilità di indicare la periodicità e la tipologia di operazioni di manutenzione e pulizia da compiere, in genere ogni 1 o 2 anni.
Nel caso in cui la ditta non fornisca indicazioni, faranno fede le prescrizioni riportate dal costruttore della caldaia sul libretto di impianto. Solo nel caso in cui mancassero anche questi dati, ci si riferirà alle norme UNI e alle norme CEI della caldaia.
Chi deve effettuare obbligatoriamente la revisione della caldaia?
In base alla normativa vigente,ogni proprietario di una caldaia è il diretto responsabile dell’impianto stesso e come tale è obbligato a rispettare la cadenza dei tempi per l’esecuzione dei lavori di revisionepresenti nel libretto di istruzioni dell’impianto.
Nel caso di un condominio, sarà l’amministratore e occuparsi della manutenzione della caldaia, anche se tutti i fruitori dell’impianto di riscaldamento sono chiamati a contribuire alle spese.
 
dettagli home decor
 
Chi è abilitato ad eseguire la revisione della caldaia?
Le operazioni di manutenzione vanno effettuate da un’impresa abilitata, per cui è opportuno richiedere alla ditta a cui ci si rivolge di poter prendere visione delcertificato di abilitazione.
Il tecnico che esegue il controllo deve annotare sul libretto della caldaia tutti gli interventi e i controlli effettuati e compilare il Rapporto di Controllo Tecnico di Manutenzione.
Per ridurre le spese di revisione dell’impianto, il consiglio è quello di stipulare un contratto di assistenzapreventiva e programmata che prevede, generalmente, un numero determinato di interventi di controllo, garantendo un sicuro risparmio.
Se la vostra caldaia è vecchia e a bassa efficienza energetica, vi conviene valutare la possibilità di investire nell’acquisto di una nuova caldaia, meglio se a condensazione, approfittando della detrazione 65% in vigore fino al 31 dicembre 2016 per le spese effettuate sia per le singole unità immobiliari che per i condomini.
Una soluzione che vi consentirà un grande risparmio nel lungo periodo.
 
 
 

Tags: ,

 
 

H&M, i trend per il 2017

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Decor, Idee, News

E’ vero, siamo ancora nel 2016, ma la curiosità per quello che ci attende nel 2017 è grande ed i nuovi trend sono praticamente dietro l’angolo; ecco intanto quello che cipropone H&M!

1. Il grigio continuerà ad essere il colore guida per gli interni anche nel prossimo anno.

2. I colori pastello andranno alla grande, soprattutto abbinati con dettagli in nero ed oro.

3. La monocromaticità di nero e bianco sarà spezzata dalle tonalità del blu e del verde, preso dalle piante che porteranno la natura in casa.

4. In bagno, i tessuti saranno scelti tono su tono con le piastrelle, per un affetto monocromatico.

5. Colori neutri e materiali naturali caratterizzanno gliinterni, per un’atmosfera calma e rilassante.

Via


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

VogliaCasa.it – 12 dicembre 2016

Pubblicato da blog ospite in News, Voglia Casa

03

Salva


 
 




Torna su