9 Aprile 2021 / / Idee

C’è chi non può farne a meno e chi lo odia , sto parlando del “letto matrimoniale con contenitore”,

uno tra i tanti complementi d’arredo che genera dubbi durante il suo acquisto:

“meglio letto matrimoniale con contenitore o senza?”

E si perché spesso ,

quando si parla di letto matrimoniale con contenitore,

la prima cosa a cui si pensa è la polvere:

“no, no tutta quella polvere che si forma li sotto”

oppure,

“la rete e il materasso non respirano di sicuro”,

insomma,

oggi vi darò qualche dritta per aiutarvi a sciogliere qualche dubbio su questo importante elemento d’arredo.

Letto matrimoniale con contenitore: i meccanismi

Esistono vari tipi di letto matrimoniale con contenitore, con diverse tipologie di meccanismi alza rete:

Sistema alza rete frontale

E’ il meccanismo più comune.

Si tratta si un sistema di apertura verticale , azionato tramite molle a gas che permettono di sollevare rete e materasso.

L’apertura avviene tramite una maniglia posizionata di fronte al letto e agganciata alla rete.

Questo tipo di sistema, può essere anche motorizzato,

ovvero,

attraverso un comando, è possibile attivare elettricamente l’alza rete del letto .

Sistema con doppia alzata

Azionato tramite molle a gas

è un tipo di sistema che permette di sollevare la rete ed il materasso in due modi:

  • Il primo frontalmente per accedere al contenitore,
  • il secondo in maniera orizzontale, per rifare comodamente il letto

Letto matrimoniale con contenitore: il fondo

Per tornare dal discorso da cui sono partita,

ovvero il pensiero e il dubbio che in molti hanno rispetto alla polvere che si può formare sotto un letto con contenitore ,

nonché la mancanza di circolazione d’aria per rete e materasso,

il mio consiglio è optare per alcune tipologie di letto matrimoniale con contenitore che , grazie ad alcune caratteristiche, sono in grado di ovviare a queste possibili problematiche.

Un esempio è la presenza del fondo pratico che traspira,

si tratta di un sistema scorrevole in acciaio verniciato, completo di ruote di scorrimento ,grazie al quale è possibile estrarre ciò che si trova all’interno del contenitore, garantendo anche traspirabilità a rete e materasso.

Grazie a questo meccanismo è possibile accedere al pavimento sotto il letto , senza dover svuotare tutte le volte il contenitore,

in modo da poter effettuare la pulizia.

Lo so,

molti di voi staranno pensando che in questo modo , ciò che viene sistemato dentro al contenitore è sempre a contatto con il pavimento.. e quindi sempre comunque con un pò di polvere,

per questo c’è una soluzione,

una tela copri fondo che permette di proteggere dalla polvere , ma anche di non rinunciare alla traspirabilità.

E se neanche questa soluzione vi convince?

C’è un altra tipologia di letto con contenitore che ha il fondo chiuso da dei piani estraibili in legno agglomerato , corredato di spazzole antipolvere sul perimetro.

Anche in questo caso, seppure in maniera diversa, è possibile accedere sotto al letto , sollevando i pannelli con delle maniglie .

Letto matrimoniale : i mie top 5

Come per tutto ciò che riguarda gli arredi, io ho i miei preferiti,

nel caso dei letti , con contenitore e non , i miei top 5 sono questi:

Al primo posto il letto Dream di Tomasella, che adoro sia nella versione fissa che contenitore, bellissimo

Al secondo posto Il letto Noha di Noctis

con Secret Box®il contenitore che c’è ma non si vede – metafora e funzione operativa – ideato e brevettato da Noctis

Al terzo posto Free

il letto di Dall’Agnese,

non trovate che le finiture in questa immagine siano fantastiche?

Al quarto posto Fusion di Tomasella,

un unico sistema integrato tra letto e comodini

in ultimo, ma non ultimo Extra Bed

il letto di Dall’Agnese dall’eleganza estrema.

idee e consigli

Ora che vi ho presentato qualche modello di letto contenitore vi do qualche consiglio:

  1. La polvere in un modo o nell’altro si può sempre formare, quindi se pensate che questi meccanismi allontaneranno per sempre la polvere dal vostro letto , il letto contenitore non fa al caso vostro
  2. Se l’idea del letto contenitore vi piace , ma non volete far fatica a spolverare il pavimento sottostante, optate per letti con i piedi alti, sfatiamo il mito che i letti con questi meccanismi devono essere tutti raso terra, non è così
  3. Scegliete sempre prodotti di qualità

Infine,

Se vi state ancora chiedendo se è meglio il letto matrimoniale con contenitore o quello senza, sappiate che dipende solo da voi,

infondo si tratta della possibilità di ricavare uno spazio in più , certamente comodo in una casa di piccole dimensioni,

ad ogni modo,

non disperate perché esistono anche tanti altri modi per ottimizzare lo spazio.

L’articolo Meglio letto matrimoniale con contenitore o senza? proviene da Laura Home Planner.

8 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

illuminazione da esterno

La primavera è arrivata e la voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta aumenta: ma se non sempre ci è possibile uscire, possiamo sfruttare al meglio gli spazi all’aperto della nostra casa, sia di giorno che di sera.

Per godere di terrazzi, balconi e giardini nelle ore serali è opportuno illuminarli in modo adeguato. Scopriamo come scegliere l’illuminazione da esterno in base alle diverse esigenze. 

Scegli la tipologia di lampade adatte per uso esterno

A seconda di dove intendi posizionare le lampade da esterno dovrai prestare attenzione all’indice IP, che classifica il livello di protezione dei prodotti contro l’ingresso di corpi solidi e liquidi.

Il valore IP è costituito da due numeri: il primo indica l’indice di protezione dai solidi mentre il secondo dai liquidi. Il grado di protezione IP44 viene normalmente utilizzato per le installazioni luminose coperte da pergolati e tettoie. Il grado di protezione IP65, invece, è l’ideale per le lampade esposte ad acqua e pioggia, perché garantisce una elevata impermeabilità.

Un altro aspetto di cui tener conto è senza dubbio il consumo energetico. I corpi illuminanti che consentono un maggiore risparmio, come il LED, sono sicuramente da preferirsi.

catena luminosa da esterno
String light HOOP di Fermob

Stabilisci quale funzione deve svolgere la lampada da esterno

L’illuminazione esterna deve sempre essere funzionale, mettendo in evidenza zone specifiche quando necessario, o creando un’atmosfera rilassante se è quello di cui hai bisogno.

A ogni funzione corrispondono differenti tipologie di lampada:

  • le applique da esterno sono la soluzione ideale per illuminare l’ingresso della tua casa, rendendolo più sicuro, oppure il terrazzo dove vorresti passare più tempo. Creano una luce diffusa e sono perfette per dar luce alle tue cene all’aria aperta.
  • in un patio o un porticato le lampade a sospensione offrono un’illuminazione omogenea e diffusa, perfetta per i tuoi momenti di relax all’aperto in qualsiasi stagione dell’anno.
  • le catene di luci, invece, sono la soluzione ideale per creare un’atmosfera speciale su balconi di ogni metratura o sotto una pergola, riscaldando le tue serate e le tue occasioni speciali con un’illuminazione diffusa su più aree.

Qualsiasi illuminazione deciderai di scegliere per i tuoi spazi esterni è importante illuminare senza eccessi: assicurati sempre che la luce scelta non sia troppo abbagliante e rispetti le norme di inquinamento luminoso del tuo comune.

lampada senza fili da giardino
lampada senza fili UMA di Pablo Designs

Verifica il tipo di predisposizione elettrica esistente

Infine, l’ultimo aspetto da considerare per illuminare gli spazi esterni della tua casa è la predisposizione elettrica dello spazio dove desideri inserire una lampada.

  • Le lampade a sospensione e da parete devono essere collegate direttamente alla corrente elettrica da mani esperte: assicurati che lo spazio che vuoi illuminare sia già predisposto.
  • Le lampade plug-in, invece, sono complete di spina e puoi collegarle alla presa più vicina. Puoi trovare illuminazione plug-in sia sotto forma di catena luminosa con più punti luce, oppure come sospensione singola, con una sola fonte luminosa.
  • Se invece vuoi illuminare un punto del giardino privo di corrente elettrica, allora puoi optare per delle comode e pratiche lampade da esterno senza fili.

L’articolo Come scegliere l’illuminazione per esterni? Guida all’acquisto proviene da Dettagli Home Decor.

8 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

appartamento in stile scandinavo

Situato in una delle migliori strade di Santa Catalina, uno dei quartieri più affascinanti a Palma di  Maiorca, l’appartamento è stato rinnovato in stile scandinavo. I materiali di qualità e la scelta di unna palette cromatica neutra rendono questa casa la location perfetta dove trascorrere le vacanze.

I 65 mq dell’appartamento, molto ben distribuiti, sono composti da un soggiorno con zona pranzo, una cucina aperta, due camere da letto con armadi a muro per ottimizzare lo spazio, un bagno ampio con doccia e un bagno più piccolo per gli ospiti.

stile scandinavo

camera da letto minimal

appartamento stile scandinavo

appartamento stile scandinavo

appartamento stile scandinavo

scala esterna in ferro

Da un piccolo patio una scala in ferro dal design minimalista conduce alla soleggiata terrazza panoramica di circa 25 mq da cui si può anche intravedere il mare.

terrazza sul tetto

Esposto a sud e situato al terzo piano, l’interno riceve abbondante luce solare naturale che rende questo attico moderno luminoso e arioso.

L’appartamento è in vendita dall’agenzia Fantastic Frank

L’articolo Un attico moderno con terrazza sul tetto a Palma di Maiorca proviene da Dettagli Home Decor.

8 Aprile 2021 / / Charme and More

Lo stile siciliano, dopo il mondo della moda, conquista anche quello dell’interior décor.

Uno stile che grazie all’utilizzo di colori luminosi, di materiali naturali e delle ceramiche tradizionali,  evoca il fascino, i profumi e le atmosfere dell’isola del Mediterraneo.

Ph via

Ecco alcune ispirazioni  per riprodurre con personalità e gusto lo stile siciliano nelle nostre case.

Masseria D’Estia per Casantica
Photo Credit Benedetto Tarantino

Pietra, materiali naturali e le colorate maioliche sono sono i protagonisti principali della cucina.

Ph via Pinterest
“Villa sotto il Vulcano “Stromboli
Ph via Pinterest

 

Ph via Pinterest

 

Ph via Pinterest
Ph Villa Valguarnera
CreditSERENA ELLER

La produzione della ceramica in Sicilia ha tradizione secolare.

Le ceramica (vasellame, piatti, teste di Moro, pigne)  e le piastrelle di Caltagirone hanno storia millenaria e i loro  colori luminosi e caldi richiamano le atmosfere soleggiate dell’isola.

Coppe e pesci decorativi prodotto artigianalmente, con decori e dettagli fatti a mano nel pieno rispetto della tradizione delle ceramiche di Sicilia. Made in Italy Ceramiche Siciliane Ruggeri per Coin Casa

Ceramiche artistiche che raccontano tradizioni e leggende e ben si abbiano a tutti gli ambienti e arredi, dai più moderni e di design, ai più classici.

Ph living.corriere.it
via Pinterest

La cosiddetta ‘Testa di Moro’ è un’icona della tradizione ceramista siciliana. Un oggetto decorativo tipico dei buoni salotti siciliani capace di dare carattere a un balcone, o a un ambiente interno, simboleggiando il legame con la tradizione e l’amore per i manufatti artigianali.

Si tratta di  vasi ornamentali, che ritraggono un moro e una donna (la sua compagna) e non di rado hanno teste coronate adornate da fiori e frutti.

La loro origine risale ad una leggenda del 1100 di amore e gelosia.

Teste di Moro Arabesque Ceramiche Siciliane Ruggeri per Coin Casa prodotte artigianalmente, con decori e dettagli fatti a mano nel pieno rispetto della tradizione delle ceramiche di Sicilia. Made in Italy.

Le teste di Moro

Si narra che intorno all’anno 1000, in piena dominazione araba, nel quartiere Kalsa a Palermo, una giovane e bellissima ragazza passasse le sue giornate prendendosi cura dei fiori e delle piante del suo balcone. Un girno passò sotto il suo balcone un ragazzo, un moro, che vedendola ne rimase subito folgorato, innamorandosene perdutamente. La giovane, di fronte a cotanto sentimento non poté fare altro che rimanerne travolta a sua volta, dando il via a una bellissima storia d’amore.

Ciò che la giovane ignorava era che il suo amato moro possedesse già una moglie, che avesse dei figli al di là del mare, da cui doveva necessariamente tornare. Accecata dalla gelosia e dal dolore, a notte fonda, lo uccise nel sonno. Lo decapitò pere tenerlo sempre con sé e fece della sua testa un vaso dove all’interno pianto del basilico, la pianta dei re. Depose la testa sul suo balcone annaffiando ogni giorno con le sue lacrime l’odorosa pianta che crescendo destò la curiosità dei suoi vicini, che pervasi dal forte profumo del basilico e guardando con invidia la pianta che maturava in quel particolare vaso a forma di testa di moro si fecero realizzare vasi a forma di testa in ceramica.

Teste di moro Siciliane in Ceramica di Caltagirone realizzate a mano da Sicilia Bedda Capaci

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati

Immagine in evidenza via

 

L’articolo Lo stile siciliano in casa. proviene da Charme and More.