7 Aprile 2021 / / Idee

Appena varcata la soglia di casa il caos ti circonda… non sai dove appendere la giacca, dove appoggiare la borsa e riporre le scarpe. SOS disordine. Urge un armadio ingresso: un armadio guardaroba ma anche scarpiera, un’armadiatura con tanti ripiani e vani per riporre le scatole degli attrezzi, i contenitori dei giochi dei bambini, i detersivi per la pulizia di tutte le superfici.
Un armadio all’ingresso può essere il migliore alleato salvaspazio per sfruttare ogni centimetro e garantire ordine e rigore, soprattutto in un monolocale o in una casa piccola o piccolissima. Con un armadio capiente e ben organizzato è scongiurato il pericolo di trasformare l’ingresso in un deposito disordinato. Tutto è in ordine, tutto è nascosto dalla vista.

Un disimpegno e un corridoio si prestano ad essere arredati con un armadio più o meno grande a seconda dello spazio a disposizione. Se l’ingresso è piccolo o il corridoio è lungo e stretto scegli armadi ad ante scorrevoli che permettono di guadagnare spazio in apertura: le ante scorrono su binari paralleli al muro, non prevedono apertura frontale, il loro ingombro da aperte è praticamente nullo.
Se invece la porta d’ingresso si affaccia direttamente sulla zona living e non ci sono i presupposti per inserire un armadio il nostro consiglio è comunque quello di non rinunciare ad un contenitore chiuso dove riporre tutti gli accessori che non si vogliono (o non si possono) lasciare in bella vista. Il contenitore può essere un mobiletto multiuso capiente che non sembra quello che in realtà è. Un armadietto alto e stretto magari con anta a specchio, una scarpiera slim con ante a ribalta, un contenitore scarpiera che sembra una credenza ma che è dotata internamente di griglie per le scarpe. Oppure potresti optare per un pannello specchiera e guardaroba: pannello con specchio sul davanti e asta per grucce nascosta sul retro. Se lo spazio è proprio ridotto o se queste idee non ti convincono potresti scegliere semplicemente mensole e cassetti svuotatasche per appoggiare mazzi di chiavi, occhiali e portafogli.

Gli armadi per ingresso più richiesti

Alias quello che gli Italiani digitano di più su Google in fatto di armadi da ingresso.
6 ricerche, 6 soluzioni firmate Maconi.

Armadio ingresso poco profondo

Mobile ingresso profondo 30 cm con due armadietti che contengono appendiabiti, ripiani, kit postazione stiro.

Composizione ingresso con armadietti e pannello centrale con specchio e mensole

Armadio guardaroba ingresso

Armadio guardaroba poco profondo con colonne contenitore, specchio, asta appendiabiti, panca-scarpiera.

Armadio con specchiera e tubo per grucce appendiabito

Armadio appendiabiti ingresso

Armadio guardaroba a due ante e tre cassetti. Ganci appendiabiti nascosti nell’armadio.

Armadio ingresso con cassettiera inferiore e pannello laterale

Armadio ingresso con specchio

Grande armadio ingresso a 6 ante. Le due ante centrali sono a specchio.

Armadio ingresso a 6 ante con ante centrali a specchio

Armadio ingresso con scarpiera

Mobile ingresso con due armadietti e un pannello centrale attrezzato. Un armadietto è organizzato con ripiani porta scarpe.

Armadio ingresso con ante scorrevoli

Mobile ingresso con due armadietti sospesi con ante scorrevoli.

Armadio ingresso con armadietti contenitore e pannello centrale appendiabito

Come organizzare internamente un armadio ingresso

Scegli un armadio componibile o su misura con attrezzature interne personalizzabili. I nostri armadi sono composti da moduli liberamente abbinabili tra loro. Con gli elementi a disposizione puoi creare veri e propri armadi, cappottiere, armadietti per giacche, con vani scarpiera e spazi per borse e accessori, ma anche ripostigli per detersivi e prodotti di pulizia o per attrezzature sportive, postazioni con asse da stiro. Inoltre tutti i moduli possono essere posizionati a terra o agganciati a parete, per il massimo della personalizzazione. Grazie alla profondità limitata i nostri armadi sono i validi alleati di ingressi piccoli. Armadi slim e salvaspazio con profondità di soli 30 cm, minimo ingombro ma grande spazio contenitivo.

Gli elementi indispensabili più richiesti e più sfruttati in un armadio da ingresso sono due: appendiabiti e ripiani. Ganci o aste appendiabiti per giacche, cappotti, sciarpe; ripiani per scarpe, scatole, organizer vari. Se l’armadio all’ingresso ha questi due elementi la maggior parte dei tuoi problemi di organizzazione è risolta.
Se c’è spazio extra o se hai particolari esigenze potresti scegliere anche griglie in metallo per scarpe, cassetti singoli o cassettiere, specchi, kit per predisporre una postazione stiro. Questi elementi sono utili ma non indispensabili, se ci sono ne guadagna l’organizzazione e la praticità.

Se hai giacche, cappotti e impermeabili lunghi prevedi una vera e propria cappottiera, ovvero un armadio con anta verticale alta per appendere tutto in altezza, scongiurando il pericolo di avere vestiti piegati o stropicciati. Se hai poco spazio non esagerare con il numero di capi da appendere all’ingresso, piuttosto riponi qui quello che usi quotidianamente e sfrutta l’armadio della camera per il cambio di stagione. Se invece all’ingresso vuoi appendere solo capispalle e soprabiti corti come giubbotti, giacche di jeans, chiodi o bomber hai bisogno di meno spazio e puoi optare quindi per un guardaroba a mezza colonna. La parte superiore di una colonna armadio puoi destinarla appunto al guardaroba, la parte inferiore puoi organizzarla con ripiani multiuso per scarpe o borse.
E le scarpe? Lasciare le scarpe in bella vista non è un’ottima idea, nè per estetica nè per igiene, soprattutto se hai bambini piccoli che gattonano e toccano tutto quello che trovano alla loro altezza. Per riporre scarpe da ginnastica, stivaletti, ballerine, tacchi ma anche ciabatte e pantofole bastano dei ripiani (ricoprili con carta da giornale per non rovinarli) oppure delle griglie in metallo fatte apposta per ospitare le calzature.
I ripiani, must have indispensabili per riporre in modo ordinato tantissimi oggetti, anche la borsa che usi quotidianamente e qualche immancabile sacchetto shopper.
Se avanzano centimetri preziosi o se proprio non riesci a trovare uno spazio in casa per l’asse da stiro puoi scegliere di posizionarla nell’armadio da ingresso. Puoi attrezzare una colonna armadio con un kit con asse a ribalta da aprire all’occorrenza e ripiani per appoggiare il ferro da stiro, i vestiti da stirare o quelli appena stirati o uno spray appretto.

Vediamo ora degli esempi di organizzazione interna degli armadi da ingresso. Lasciati ispirare e ricordati che possiamo realizzare soluzioni su misura e predisporre gli elementi come preferisci tu.

Colonne e vani contenitore per prodotti per la pulizia di casa, asta portagrucceColonne scarpiera, vani per scatole e contenitore, ripiano ad uso seduta, asta per grucce portabito

Ingresso con armadio…ma non solo

Un armadio all’ingresso di casa è una delle migliori soluzioni contenitive possibili ma se l’armadio non basta, se vuoi qualcosa di più di un contenitore o se lo spazio lo consente, puoi affiancare altri elementi altrettanto funzionali. Per esempio un pannello a muro con ganci, specchio, mensole e cassetti, oppure cassetti e mensole singole. I pannelli possono anche essere dotati di asta per grucce portabito, per appendere pochi capi selezionati. Sempre utile: uno specchio. Oltre a donare luminosità e profondità all’ambiente, permette di darsi un’ultima occhiata prima di uscire di casa. Lasciati ispirare.

Ingresso con armadio a specchio e pannello con mensole e cassetto.


Ingresso sospeso con armadietto e pannello con ganci appendiabiti, specchio, mensole.


Ingresso con armadietto guardaroba chiuso, contenitori modulari, panchetta, pannelli con aste portabito a vista.


Ingresso con armadietto guardaroba, cestoni modulari, pannello con appendiabiti, specchio, cassetti.


Ingresso sospeso con armadietto ad anta scorrevole a specchio, pannello con mensole.

Le soluzioni mostrate in questo articolo ti hanno colpito? Ti piace qualche armadio fotografato e pensi che starebbe proprio bene all’ingresso di casa tua? Vuoi personalizzare una soluzione ingresso? Cerca il rivenditore Maconi più vicino a casa tua e contatta o visita di persona il negozio. Un arredatore ti aiuterà a realizzare l’armadio ingresso perfetto.

Rivenditori scarpiere Maconi

Potresti essere interessato a…

7 Aprile 2021 / / Interiors

 

Vi siete mai chiesti come arredare un bagno rettangolare? Bene , oggi voglio parlarvi e darvi qualche consiglio in merito. Vi è mai capitato di avere delle forme ridotte per il vostro bagno o avere una forma appunto particolare? E’ importante però che prima di procedere nella costruzione o ristrutturazione della vostra stanza , conosciate il regolamento edilizio e le norme necessarie. Come prima cosa , l’altezza della stanza deve essere pari a 240cm , invece per quanto riguarda le norme igieniche , la stanza deve essere dotata di un wc , un lavabo , un bidet ed una vasca da bagno o doccia. Per quanto riguarda la finestra non è necessaria se avete un’aspirazione meccanica ma necessario invece è l’antibagno (in particolare per edifici non adibiti ad abitazione). Si seguono delle distanze minime tra un oggetto ed un altro e finalmente potrete iniziare la progettazione del vostro bagno particolare!
Un must che ormai è presente in tutte le case moderne e di nuova costruzione sono i sanitari sospesi , che a mio dire anche da un punto di vista igienico sono la scelta più opportuna. Se lo spazio non è abbastanza , il bidet e il wc possono essere posizionati uno di fronte all’altro , lasciando ovviamente uno spazio tra essi. Per usufruire di ogni angolo , un consiglio è quello di utilizzare lo spazio sottostante al lavabo come mobiletto contenitore , quindi per asciugamani o piccola dispensa , che può essere sia aperto che chiuso , con ripiani e non , insomma a vostro piacimento. Inserire la doccia invece nella parte finale della stanza o meglio in un angolo (scegliendo un piatto doccia angolare) , permette di ricavare ulteriore spazio ; se invece preferite inserire uno rettangolare è bene posizionarlo sul lato più lungo della stanza. ATTENZIONE! Se siete comunque alla ricerca di relax e proprio non potete farne a meno la sera di mettervi a bagno con candele e nel più totale silenzio , esistono anche modelli di vasca di dimensioni ridotte che si possono utilizzare in questi tipi di ambiente. 
Sicuramente vi è capitato di vedere a casa di amici o parenti o anche in hotel 
i termosifoni al muro. Ecco , questa soluzione garantisce ancora ulteriore spazio da poter ricavare e se utilizziamo una forma come quella della foto a sinistra , permette di avere una doppia funzionalità 
ovvero di poterli utilizzare come poggia-asciugami.
Una cosa importante da valutare in questi ambienti è l’uso del colore delle pareti. Come sappiamo il bianco è il colore per eccellenza che rende la stanza più luminosa e spaziosa, ma ciò non vuol dire che altre tonalità non siano ammesse , anzi di solito quelle color pastello sono le più richieste!
Infine , per quanto riguarda l’illuminazione , se non c’è l’opportunità di avere quella naturale e bisogna ricorrere a quella artificiale , ciò che consiglio è l’utilizzo dei faretti a led o applique da muro.
Non dimenticate di inserire qualche pianta che dona freschezza alla stanza. E soprattutto ricordate che l’uomo deve rapportarsi con lo spazio e l’oggetto , perciò fate scelte corrette.
E TU POSSIEDI UN BAGNO CON FORMA PARTICOLARE?

M.

6 Aprile 2021 / / Decor

Fortskrida di IKEA

Nuova vita alla plastica e ai jeans vecchi con Fortskrida di IKEA, la nuova collezione sostenibile in edizione limitata.

Con la nuova linea FORTSKRIDA puoi rinnovare lo stile della tua casa e, al tempo stesso, contribuire a un futuro più sostenibile. Le fodere per cuscini, le tende e le tovaglie di questa serie, vivaci e colorate, sono realizzate al 100% con materiali riciclati: jeans e bottiglie di plastica.

IKEA si è posta l’obiettivo di usare materiali rinnovabili o riciclati in tutti i suoi prodotti entro il 2030. Questo significa che dobbiamo studiare nuovi modi per usare le risorse. Un esempio? Mescolare le bottiglie di plastica e i vecchi jeans per trasformarli in un tessuto morbido e resistente,” spiega Luca Clerici, impegnato nello sviluppo di FORTSKRIDA.

Fortskrida di IKEA

Riciclando due materiali IKEA ne ha ottenuto uno nuovo. Nella prima fase del processo, le bottiglie di plastica vengono lavate e trasformate in piccoli pellet, mentre i jeans vendono sfibrati e diventano soffici balle di cotone. Dopodiché i due materiali vengono uniti e filati su telai.

Non è sempre facile riciclare i tessuti perché spesso sono un misto di materiali diversi, ma se si riesce, ne vale la pena. Per ogni chilo di cotone riciclato risparmiamo 2000 litri d’acqua rispetto a quanto accadrebbe se usassimo nuovo cotone,” prosegue Luca. “Il 45% di FORTSKRIDA è costituito da bottiglie in PET e il 55% da denim. La plastica riciclata serve per rinforzare le fibre di cotone: se non ci fosse, il tessuto non sarebbe in grado di resistere all’usura quotidiana.

Fortskrida di IKEA

Piccoli passi, grandi risultati. Ogni volta che ricicli qualcosa, fai la differenza. Luca spiega che è possibile realizzare 10 metri quadri di tessuto FORTSKRIDA con 30 bottiglie di plastica e due paia di jeans soltanto.

Collaboriamo con altre aziende e organizzazioni che vedono i prodotti scaduti come risorse preziose e non come rifiuti. FORTSKRIDA è un piccolo ma importante passo in questa direzione. Un modo per salvaguardare le risorse e, al tempo stesso, arredare la casa con tessuti colorati e più sostenibili.”

La serie FORTSKRIDA, che ricordiamo essere una collezione in edizione limitata, è disponibile online e in tutti i punti vendita IKEA.

L’articolo IKEA lancia la nuova linea di tessili green ricavata dal riciclo di plastica e jeans proviene da Dettagli Home Decor.

6 Aprile 2021 / / Design

mobile bagno sospeso

L’economia è drasticamente cambiata negli ultimi periodi a causa della recente situazione sanitaria. Infatti, le chiusure forzate di negozi e centri commerciali hanno dato un enorme spinta in avanti al commercio on-line sui siti e piattaforme di e-commerce. Se prima della pandemia il settore andava bene, con l’arrivo del periodo più duro, è andata addirittura benissimo perché sono diventati evidenti punti di forza di questo sistema per acquistare tutto quello che serve. È vero che in generale i consumi dei cittadini hanno subito un freno, ma a ben guardare ci sono settori che sono riusciti a rispondere meglio al colpo. Si tratta proprio della Web economy che permette di acquistare ogni genere di prodotto attraverso la rete internet.

I punti di forza dello shopping on-line

Sono davvero molti i benefici e i vantaggi che hanno spinto moltissime persone a preferire lo shopping on-line, iniziando ovviamente dalla presenza di chiusure e limitazioni. A questo si aggiungono altri fattori come, per esempio, i prezzi più economici e abbordabili. Sui siti di e-commerce sarà sicuramente più facile trovare prezzi scontati che aiutano a risparmiare. Lo stesso prodotto venduto in un negozio fisico tradizionale sicuramente ha un prezzo maggiore rispetto a quello proposto dai siti di e-commerce dove spesso si trovano offerte, promozioni, sconti. Per esempio, un mobile bagno acquistato su www.importforme.it ha un prezzo migliore e più conveniente.

Non si tratta solo ed esclusivamente di convenienza economica poiché tra i punti di forza dello shopping on-line bisogna parlare anche delle tempistiche. Chi preferisce acquistare i prodotti on-line può contare oggi sulla consegna veloce e praticamente immediata. Si tratta di un vantaggio non da poco potere avere tutti i prodotti per la casa, bagno, giardino direttamente consegnati all’indirizzo indicato in appena un giorno. La velocità è un fattore che dà un’ulteriore spinta alla web economy, un settore che registra sempre maggiori introiti a causa delle chiusure che sembrano prolungarsi ancora per diverso tempo. Oggi la maggior parte del brand punta proprio sui siti di e-commerce per limitare le perdite legate alla chiusura dei vari punti vendita.

Per completare l’elenco dei punti di forza dello shopping on-line bisogna anche citare la vasta gamma di scelta e la disponibilità pressoché illimitata.

arredo bagno moderno

Assistenza post vendita per gli acquisti on-line

Nel momento in cui si sceglie di acquistare prodotti on-line sui siti di e-commerce, molte persone hanno il timore di non ricevere adeguata assistenza alla vendita e soprattutto nel post vendita. In certi casi effettivamente può accadere ma il segreto è quello di affidarsi a un partner affidabile e di grande profilo come può essere Import For Me che segue il cliente anche nella fase post vendita.

Si tratta di un enorme vantaggio di cui tutti possono beneficiare in seguito all’acquisto dei prodotti per la casa, il bagno, il giardino grazie a uno staff sempre preparato e pronto a fornire tutto l’aiuto che serve. È un valore aggiunto che assicura maggiore affidabilità.

L’articolo Acquistare arredo bagno online: non solo economico ma anche veloce! proviene da Dettagli Home Decor.

6 Aprile 2021 / / Dettagli Home Decor

NetSpace Design progetto interior

Un progetto che si ispira ai colori tenui tratti dall’arcobaleno o meglio il secondo arcobaleno come lo definisce NetSpace Design e da cui prende forma un piccolo appartamento. Il fulcro del mood estetico è una teoria dei colori che comunicano con la tavolozza sfumata e nebbiosa di un fenomeno reale che non molti osservano e percepiscono in natura.

Sotto la pratica del minimalismo il progetto si sviluppa con un ritmo fluido dello spazio e la composizione di grafici geometrici mentre i colori ariosi e sereni introducono l’anima e lo spirito di questa unità abitativa. Materiali e trame delicate coinvolgono in un ambiente incantevole che calma la mente strato dopo strato.

I locali mantengono la suddivisione funzionale definita da tre linee invisibili attorno al pilastro strutturale per ricollocare rispettivamente soggiorno, camera flessibile e zona pranzo.

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

Il pilastro stesso si collega a un’isola cucina che è anche un altro punto su cui riecheggia il concetto di design di questo progetto: l’obiettivo era quello di alleggerire un elemento d’arredo con forme sinuose e un approccio di struttura a gamba singola, pulita e non troppo ingombrante.  I dettagli, tra accessori e complementi, aiutano a diffondere un’atmosfera libera, leggera e fluttuante.  Infine un angolo raccolto e nascosto cela un tavolo da lavoro minuscolo ma esteticamente ben attrezzato. Il tutto soddisfa sia le esigenze di privacy sia di convivialità.

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interior

NetSpace Design progetto interni

Articolo di Silvia Fabris

 

 

L’articolo NetSpace Design ispirato dall’arcobaleno pastello proviene da Dettagli Home Decor.

6 Aprile 2021 / / ChiccaCasa

corsi laboratorio terra cruda vasto vasi piante
Vaso in terra cruda - corso Boite Verde - VASTO

 Da quando il mio pollice è diventato verde, mi diverto a cercare vasi e accessori per piante che valorizzino le mie amichette green e che siano al contempo elementi decorativi.

Già da prima della mia avventura come plant-mom, il Chicca-radar aveva scovato un prodotto davvero interessante. Volevo parlartene già da tempo, ma l’ho fatto solo qualche settimana fa, menzionandolo nelle mie Ig stories, fra i prodotti che avrei voluto acquistare.

Boite Verde - corsi vasi in terra cruda

Sto parlando del kit per realizzare dei vasi in Terra Cruda, un materiale tanto antico quanto materico.

La terra cruda è composta da pigmenti minerali polverizzati e acqua, con l’aggiunta opzionale di paglia. La solidificazione di questa mescola non richiede cottura, e avviene con la sola esposizione all’aria. 

Corso vaso terra cruda boite verde

Si tratta del materiale da costruzione più antico utilizzato per realizzare strutture abitative. Ne abbiamo una prova tangibile proprio qui in Abruzzo, nel paese di Casalincontrada, celebre per la sua densità di edifici costruiti in Terra Cruda (informazione appresa grazie ai miei amici Garret’s Memories).

L’effetto finale è visivamente paragonabile al gesso ed al cemento. Ruvido, grigiastro, ricco di texture e polveroso al tatto. 

La differenza sostanziale rispetto a questi altri due materiali consiste nella composizione assolutamente  naturale della terra cruda e nella sua capacità di biodegradarsi in tempi brevi.

Vasto, boite verde, vasi in terra cruda, workshop vasto

Ma prima di questo focus sulla sostanza, parlavamo di vasi!

Il mio desiderio è stato presto avverato! Ho avuto da poco l’opportunità di partecipare ad un corso di Boite Verde proprio dedicato alla creazione di un vaso in Terra Cruda. 

Boite verde vasto, workshop vasto, piante vasto, terra cruda vasto

Dedicarsi ad un’attività manuale in questo periodo è stata una boccata d’aria fresca. Mi è servito per allontanarmi dalla realtà e dalla difficile situazione generale di questi ultimi due anni. In più, a fare da cornice ad un momento pressochè perfetto c’erano le piante. Non avrei potuto chiedere di meglio!

Da questa esperienza, sono tornata a casa con un nuovo ed inimitabile alloggio per una delle mie piantine.

Guidata da Emanuela di Boite Verde, ho piantato all’interno del vaso in Terra Cruda dei semini di menta, che a distanza di solo due settimane stanno iniziando a germogliare!

workshop vasi vasto ch

Se anche tu vuoi staccare la spina dedicandoti ad un’attività super piacevole come quella della costruzione di un vaso in Terra Cruda, sappi che puoi farlo immerso in una piccola giungla, situata in uno scorcio meraviglioso del centro storico di Vasto (basta fare due passi per trovarsi davanti un panorama mozzafiato da cui si vede tutta la costa, fino al Gargano!).

Di seguito trovi il calendario dei prossimi corsi. Prenota il tuo con un direct message o con un messaggio WhatsApp.