L’articolo Pavimento bordo piscina: quale scegliere? è stato scritto da Elemaca e si trova su Questioni di Arredamento.

L’estate è il momento in cui è possibile godere del sole e del fresco serale stando all’aria aperta, tra barbecue con amici e feste in piscina. Ed è proprio la piscina uno degli ambienti più apprezzati durante la stagione più calda, un luogo in cui tutto scivola via rimanendo in totale relax per ore a guardare il cielo blu. Tuttavia, chi conosce queste strutture, sa bene che il pavimento del bordo deve essere antiscivolo. Quindi, è bene scegliere con accuratezza le piastrelle da giardino.

Che siano effetto legno, effetto pietra o effetto cotto, le piastrelle per esterno in gres riescono ad abbellire e a dare un tocco elegante al giardino con piscina.

Pavimento bordo piscina: caratteristiche essenziali delle piastrelle per esterno

La piscina è sinonimo di feste, estate, famiglia e amici. Un luogo in cui ci si diverte e il tempo vola via veloce. È bene effettuare una corretta manutenzione della piscina e scegliere il pavimento più adatto per il bordo. Una scelta estremamente importante poiché il pavimento in questione deve essere sicuro per tutta la famiglia. Ecco, le caratteristiche essenziali di un pavimento per il bordo piscina:

  • resistenza all’acqua: uno dei primi fattori da considerare quando si va a scegliere un rivestimento per il bordo piscina.
  • Durevolezza: un’altra caratteristica essenziale è che il pavimento rimanga intatto per il maggior tempo possibile, in modo che non si rovini poco dopo averlo installato.
  • Caratteristiche antiscivolo: per evitare danni a persone o cose. Il pavimento del bordo piscina è bene che sia antiscivolo e sicuro per chi entra ed esce dalla struttura.

Pavimento per il bordo piscina in gres porcellanato

Il giardino è quello spazio immerso nella natura, che regala attimi di serenità a tutta la famiglia così come la piscina è un desiderio di molti e soprattutto dei più piccoli di casa, che non aspettano altro che tuffarsi insieme ai propri amici e giocare in acqua.

Se si possiede una piscina, si sa, è più il tempo che si passa in giardino che quello dentro casa, in particolare durante l’estate. Per questa ragione, è bene scegliere con accuratezza il tipo di pavimento per il proprio bordo piscina. La struttura deve essere scelta nella maniera più selettiva possibile e così anche i materiali che si vanno ad impiegare, in particolare quando si tratta del bordo stesso.

Ecco, perché è importante conoscere tutte le opzioni per rendere l’ambiente il più sicuro ed unico possibile. Il gres porcellanato è una delle piastrelle per esterno più adatte alla pavimentazione di un bordo piscina.

Il Gres porcellanato è un materiale antiscivolo, impermeabile e possiede inoltre una resistenza ottima ai carichi e al calpestio. Questo materiale può essere collocato in appoggio su di un fondo di ghiaia o erba. Il gres oltre a essere una soluzione davvero ottima tecnicamente in quanto resistente, durevole, antiscivolo e impermeabile, è anche gradevole dal punto di vista estetico per la pavimentazione di un bordo piscina. Il gres può essere effetto legno, effetto pietra, adatto per chi ama uno stile un po’ più rustico. Ideale soprattutto per chi possiede già una pavimentazione in pietra nel giardino.

Vota questo post

L’articolo Pavimento bordo piscina: quale scegliere? è stato scritto da Elemaca e si trova su Questioni di Arredamento.

30 Luglio 2022 / / Maconi

Arredare con gli scaffali è un’idea pratica e versatile che permette di vestire le pareti della propria casa con mensole e contenitori utili da avere in tutti gli ambienti.

I sistemi modulari salvaspazio possono essere collocati in un monolocale per dividere la zona living dalla zona pranzo, in cucina per appoggiare i barattoli che si usano mentre si preparano le pietanze, in cameretta come angolo studio e addirittura in bagno o in lavanderia per appoggiare asciugamani, prodotti di bellezza e detersivi.

Gli scaffali componibili metallici hanno tre caratteristiche su cui giocano i loro punti di forza:

  • Componibilità
  • Su misura
  • Versatilità

La componibilità degli scaffali modulari offre soluzioni personalizzate in grado di arredare intere pareti aggiungendo gli accessori necessari all’ambiente che si sta arredando.
Gli scaffali a parete, sospesi o a soffitto possono essere usati in infiniti modi per inserirsi in tutti gli ambienti della casa, anche in quelli già arredati.

Gli arredi “su misura” sono perfetti per adattare i complementi della propria casa con lo spazio a disposizione. Nessun problema sussiste quando si parla di spazi piccoli e di pareti strette o irregolari.

Un mobile componibile risulta invece utile e pratico in qualsiasi abitazione, da posizionare in ogni ambiente della casa: cucina, salotto, cameretta, bagno o lavanderia. La versatilità è una caratteristica che contraddistingue tutti questi complementi.

Scaffale modulare Link Free

Vedi lo scaffale modulare Link Free

Scaffali salvaspazio modulari per arredare la casa

Scaffali componibili a soffito, poggiati a terra o sospesi al muro, sono tante le idee per arredare i diversi ambienti della casa con i sistemi a moduli. Ecco qui alcune proposte:

Libreria componibile Link Free

Vedi la libreria componibile Link Free

Scaffali minimal in metallo per completare la cucina

In cucina, gli scaffali salvaspazio da appendere alle pareti sono un’ottima soluzione per appoggiare i barattoli con pasta, riso e spezie, da tenere a portata di mano quando si deve preparare il pranzo o la cena e, oltre a ciò, possono rivelarsi anche un pratico appoggio per il pentolame e per la biancheria da cucina, tovaglie e tovaglioli.

Le spalle con aste orizzontali in metallo, se dotate di ganci optional, sono ideali per appendere gli strofinacci e il grembiule.

Il grosso vantaggio di questi scaffali salvaspazio sta essenzialmente nella particolare forma esile della struttura portante: minimal e leggera. Possono quindi essere inseriti nell’ambiente cucina, anche a fianco di pensili con ante, senza risultare troppo ingombranti.

Scaffale in metallo Mini Link

Vedi lo scaffale in metallo Mini Link

L’estrema componibilità che caratterizza questi scaffali salvaspazio li rende estremamente versatili, da posizionare quindi anche su pareti già arredate dove possono completare gli spazi rimasti vuoti, sviluppandosi sia in verticale che in orizzontale.

Un’idea particolarmente originale prevede di utilizzare gli stessi scaffali per ricreare un piccolo orto Km 0 direttamente nella propria cucina, con alcuni vasi di piante aromatiche da usare all’occorrenza per insaporire i piatti. Un’idea intelligente per dare un tocco green al proprio appartamento, anche in città.

Scaffali salvaspazio per il bagno e la lavanderia

In bagno, spesso ci si trova a dover sacrificare dello spazio dietro le ante dei pensili contenitori per fare posto agli ingombranti asciugamani appena stirati, puliti e profumati, oppure ai prodotti di bellezza e a quelli per l’igiene personale.
Gli scaffali a vista possono sicuramente essere un valido alleato per soddisfare tale esigenza, soprattutto in un bagno piccolo come può essere quello di una casa vacanze.

Scegliere elementi che si incastrino alla perfezione negli spazi del bagno rimasti vuoti non risulta però sempre così semplice. Proprio per questo l’estrema componibilità degli scaffali di piccole dimensioni permette di creare posto anche in spazi stretti: a fianco del box doccia o sopra il lavandino.

Mobiletto salvaspazio Mini Link

Vedi il mobiletto salvaspazio Mini Link

In un ambiente come il bagno bisogna tenere conto anche dei materiali con cui sono costruiti i mobili che si pensa di inserire. L’alta umidità può deteriorare il legno e arrugginire le componenti in metallo, è quindi fondamentale scegliere materiali trattati che non permettono all’acqua di penetrare e rovinarli. Il metallo cromato o verniciato lucido e il legno rivestito in melaminico si prestano in modo particolare a tale scopo.

Questo aspetto va tenuto presente anche nel momento in cui si volesse arredare la zona della casa adibita alla lavanderia, dove un pratico mobiletto con una serie di scaffali può tornare utile per appoggiare i detersivi. Se si ha per esempio a disposizione un piccolo spazio sopra la lavatrice, possono essere appese una serie di mensole per avere a portata di mano tutto ciò che serve per lavare il bucato.

Scaffali a muro, sospesi o a terra per il salotto

Per il salotto, uno scaffale modulare con contenitore da usare in appoggio a terra, fissato alla parete o al soffitto, è perfetto per arredare un soggiorno moderno, pratico e minimalista. Una serie di ripiani componibili che alternano mensole e contenitori con ante a ribalta o scorrevoli offrono spazi contenitivi aggiuntivi per l’organizzazione di libri, riviste e piccoli ricordi come le fotografie o i souvenir di viaggi davvero indimenticabili.

Per non farsi mancare nulla, soprattutto in un monolocale dove lo spazio è poco, una scrivania può tornare utile per ricavare un piccolo angolo studio o lavoro. Ecco allora come una libreria componibile con scrittoio annesso si rivela ottimale per chi cerca un living funzionale da utilizzare anche quando si è a casa in smart-working.

Libreria bifacciale Link Divisoria

Vedi la libreria bifacciale Link Divisoria

E quando si cerca una libreria che sia anche parete divisoria? Uno scaffale modulare può assolvere questa funzione in maniera ottimale. In un appartamento piccolo ad esempio, per separare la zona pranzo o la cucina dal resto del soggiorno, una serie di scaffali appesi al soffitto sono perfetti per aggiungere un tocco minimal e funzionale al proprio living. In questo caso, la parete bifacciale multifunzione può prevedere contenitori con ante in vetro scorrevoli dove riporre i piatti e i bicchieri, mentre il lato della zona living può essere organizzato con mensole e portariviste per organizzare libri e oggetti decorativi.

Scaffali libreria per camerette

Una composizione a muro costruita per avere tutto il necessario per lo studio è ciò che qualsiasi ragazzo o ragazza cerca per arredare la propria camera da letto.
Anche in ambienti piccoli e stretti, sfruttare bene lo spazio con composizioni angolari, permette di utilizzare ogni singolo centimetro e avere così a disposizione: vani contenitore dove riporre i libri, mensole per mettere in bella mostra le foto e i ricordi più belli ed infine lo scrittorio con una comoda sedia per lo studio.

Libreria con scrivania Link Night

Vedi la libreria con scrivania Link Night

Per la cameretta, un moderno sistema modulare formato da ripiani e montanti in filo metallico dal look minimalista permette di realizzare soluzioni su misura adatte a ragazzi e ragazze che necessitano di un adeguato spazio per lo studio. Gli scaffali componibili sono perfetti da inserire anche in spazi stretti o in camere piccole. La modularità che li contraddistingue permette di realizzare soluzioni ad hoc, anche angolari, per sfruttare al meglio ogni centimetro a disposizione.

Scaffalature a muro, a terra e perfino a soffitto includono mensole e scrittoio che offrono lo spazio dove riporre il PC, portatile o fisso. Altri accessori come i vani contenitore e i ganci appendiabiti possono essere aggiunti anche in un secondo momento, qualora ce ne fosse l’esigenza.

Oltre alla natura modulare, gli scaffali componibili a muro prevedono la possibilità di costruire la propria parete attrezzata con elementi colorati, per dare un tocco di vivacità all’ambiente e, nel caso, abbinarlo con gli altri mobili già presenti nella stanza.
Per risparmiare ancora più centimetri ed optare per una soluzione estremamente salvaspazio, è anche possibile inserire tra i montanti del mobile un letto singolo trasformabile da usare all’occorrenza per ospitare in casa un amico o un parente.

Libreria componibile Link Night

Vedi la libreria componibile Link Night

Gli scaffali modulari possono davvero rivelarsi utili in tutte le case e in tutti gli ambienti.

Le soluzioni mostrate in questo articolo ti hanno colpito? Pensi che una di queste potrebbe essere l’ideale per le tue esigenze? Cerca il rivenditore Maconi più vicino a casa tua e contatta o visita di persona il negozio. Un arredatore ti aiuterà a realizzare l’armadio ingresso perfetto.

Non hai trovato la soluzione che fa per te? Contattaci!

Rivenditori Italia Maconi

Potresti essere interessato a…

30 Luglio 2022 / / VDR Home Design

Le idee per la testiera del letto non sembrano mai abbastanza. Ho fatto un po’ di ricerche e ho trovato ben 12 idee da cui ispirarsi.


Cosa hai scelto per la testiera del tuo letto?

Domanda all’apparenza insensata, perché immagino che starai pensando: “Bè ovvio, quella del letto che ho scelto”. La risposta è più articolata di così in realtà.

Ci sono molte situazioni in cui la testiera del letto non c’è, non si può mettere, oppure la si vorrebbe “speciale” salvo poi non riuscire a definire questo “speciale”.

Diciamo che nell’80% dei casi non ci si pone nemmeno il quesito, nel senso che si da per scontato che la testiera sia quella del letto (per forza).

Hai mai pensato che invece potresti scegliere un letto senza testiera e crearne una a tuo piacimento? O che esistono modelli speciali di letto, con testiere alquanto personalizzate?

In questo post ti mostro 12 esempi di testiere a cui probabilmente non avevi pensato.

idee per testiera letto con vani a giorno e vani chiusi in stile boho chic

Idee per testiere letto importanti. Letti boiserie e pareti tridimensionali 

Cominciamo con le idee più importanti, quelle che richiedono anche più budget. Sicuramente i letti con le testiere boiserie sono sia funzionali che esteticamente soddisfacenti. Uno di quelli che ho proposto recentemente in un progetto è il letto Sorvolo di Diotti.

Il letto può avere box contenitore oppure essere senza, la testiera può essere lunga minimo 240 cm e arrivare fino a 320 cm. Puoi scegliere se farla asimmetrica o simmetrica rispetto al letto, così come scegliere la finitura di giroletto e boiserie.

Le finiture di Diotti sono di alta qualità e sono visibili sul sito o nel loro showroom di Lentate sul Seveso. Alla boiserie si possono aggiungere led così come piccoli contenitori ad uso comodino.

Una scelta di grande impatto per una camera in stile contemporaneo, in cui letto è sicuramente il protagonista della stanza.

letto con testiera boiserie con led e ripiani in rovere

Un’altra soluzione di grande impatto sono le pareti tridimensionali. In che senso?

Pareti decorate con cornici in polistirene, tipo quelle di Orac Decor. Sono profili che si tagliano facilmente col cutter e si attaccano col silicone. Quindi facili anche da togliere in futuro. Si possono lasciare bianche ma si possono tranquillamente imbiancare come la parete.

L’effetto scenico è assicurato, la stanza apparirà caratterizzata e piena. Pochi altri elementi andranno inseriti, per evitare di creare un effetto teatro che non ci interessa.

Ma anche i pannelli fatti di listelli di legno: ne esistono in diverse tonalità di legno e anche in questo caso sono facili sia da tagliare a misura che da installare. Sicuramente in questo caso l’effetto suite è presente. Per chi ama lo stile nordico ma chic, con un tocco di glam.

idee per testiera letto con cornici in polistirene, in stile boho chic
Interior of beautiful modern bedroom
Parete letto con listelli di legno e mensole in rovere
Modern bedroom with double bed against wooden paneling – 3d rendering
testata letto con carta da parati materica effetto legno
Scandinavian minimalist bedroom with big window and herringbone parquet, white and gray interior design, close-up

Decorazione per la parete testata del letto. Idee per budget più contenuti

Ok, scendiamo di un gradino e vediamo quali idee ci possono essere se hai un po’ di budget ma non così tanto.

Se hai già una struttura letto senza testiera puoi decidere di prenderne una di quelle free-standing, da fissare a parete. Maisons du Monde ne ha davvero molte, in tanti stili e materiali diversi. Parti sempre dai colori che hai usato per casa tua, dallo stile che hai e dai materiali che ami.

Considera anche che le testiere in tessuto sono più difficili da gestire e richiedono una pulizia delicata ma costante. Quelle in legno sicuramente sono più pratiche anche se meno morbide e accoglienti.

Puoi decidere di prendere una testiera molto più grande del tuo letto per dare importanza a quella parte della camera, così puoi decidere di farla disegnare o evidenziare la porzione di parete dietro al letto con una carta da parati davvero d’impatto.

decorazione parete testata letto con boiserie bassa in grigio scuro e dettagli oro
Potrebbe interessarti: 
Abbinamenti colori pareti camera da letto scegli quello per te
Trova il tuo nuovo quadro moderno per la camera da letto con Bimago
testiera in velluto blu su parete terracotta in stile eclettico

Idee per testata letto fai da te: costo contenuto, grande impatto

Non è detto però che ti piaccia l’idea della testiera letto “già fatta”. Magari sei più da stile eclettico, boho chic. Insomma, uno stile che di regole in pratica non ne ha.

Questa sezione è per te, perché sto per farti vedere delle idee davvero molto carine e anche facili da replicare. Aggiungendo ovviamente il tuo tocco personale.

Il mio consiglio è di scegliere un colore o una pittura materica, tipo effetto calce (no brillantini e no spatolato, grazie). Le pitture di La Calce del Brenta sono super tattili, in colori polverosi che sono perfetti per un ambiente come la camera. Inoltre daranno un immediato senso di sofisticatezza, senza dover andare a ricercare chissà che.

Potresti aggiungere un piano di mensole (a profondità ridotta) tipo le Mosslanda di Ikea. Perfette per piccoli quadri, piccole piante e gli oggetti che ti servono a portata di mano di notte. Appendile ad almeno 130 cm dal letto per essere sicuro di non sbatterci la testa.

Se ti piacciono gli acchiappasogni e i decori in rattan e cotone, via libera. Uniscili a quadri e poster, specchi e cesti decorativi. Sbizzarrisciti componendo una parete artistica che ti soddisfi.

letto senza testata con parete in mattoni e decoro in cotone
interior of bedroom with bed in boho style decor
parete effetto calce con mensole e specchio con cornice oro
Minimal home interior bedroom design in boho style. Pillows, blanket and decorations. Horizontal photo

Idee per testiera letto: le ultime idee creative

Finiamo con quelle che possono sembrare le idee più banali, ma che così non sono. Giocare con stencil, adesivi e decori geometrici a parete è sicuramente uno dei metodi più efficaci per creare profondità in una stanza senza dover andare a ricercare qualcosa di difficile da fare e con un costo esagerato.

Tutti questi decori li puoi cambiare in tempo zero, perché facilmente come li hai fatti li togli. Però ti permettono di spaziare con la fantasia. Cerchi, semicerchi, triangoli, righe… Insomma, quello che preferisci.

Sei amante del vintage e delle soluzioni fai da te? Allora potresti usare delle vecchie porte o persiane, da tassellare a parete per creare una testiera unica nella sua specie. Oppure delle cornici grandi, colorate di bianco, all’interno delle quali inserire pezzi di carta da parati, cappelli o qualsiasi altra cosa ti piaccia.

Ovviamente la parete di quadri è sempre la benvenuta: opta per questa se tutto il resto ti sembra lontano dai tuoi gusti.

vecchie persiane per letto con testiera fai da te
Stylish interior of modern bedroom
cornici bianche usate per appendere abiti e accessori in camera da letto
Interior of modern comfortable bedroom

Idee per testiere letto: quale scegli ?

Come hai visto le soluzioni possono essere mille e ancora di più, basta ricercare e uscire dagli schemi. Non c’è risposta giusta o sbagliata, solo uno stile che più si addice a te.

Creativa o di design? Incorporata nel letto o vintage?

Se non sai proprio da che parte andare scrivimi. Troviamo insieme la strada migliore per la tua casa.

L’articolo Idee per testiera letto: 12 ispirazioni per avere quella perfetta sembra essere il primo su .

29 Luglio 2022 / / Dettagli Home Decor

Come arredare la tua casa in stile giapponese con il gres porcellanato

Lo stile giapponese è tra gli stili più ricercati e apprezzati nel panorama dell’interior design contemporaneo. Composto da diverse sfaccettature modellate da secoli di evoluzione e frutto di differenti contaminazioni, non rappresenta solo una tendenza ma una vera e propria filosofia. Uno stile d’arredo senza eccessi e unico nel suo genere, si traduce nella creazione di ambienti semplici e rigeneranti e si caratterizza per semplicità, essenzialità e funzionalità.

Come arredare in stile Zen

Gli elementi tipici di una casa arredata in stile giapponese sono gli ampi spazi aperti, gli ambienti accoglienti e meditativi, le stanze ordinate, il costante richiamo alla natura, gli arredi semplici e funzionali, le grandi vetrate, i colori tenui e rilassanti, i materiali naturali e l’utilizzo di lampade da terra. Un design ispirato allo stile Zen si caratterizza per la predominanza di materiali e tessuti naturali e di colori tenui come il bianco, il color panna, il perla, il grigio o il marrone. Il nero invece, si adatta bene per tavoli, sedie e piccoli mobili.

Come arredare in stile zen
Pavimento e Rivestimento: Resina Grey

Altra peculiarità propria dello stile giapponese è la ricerca di armonia cromatica ottenibile attraverso la creazione di ambienti monocromi realizzabili partendo dalla scelta del colore di pavimento e pareti che andrà coordinato con quello dell’arredamento e dei tessuti. Le lastre in gres effetto legno, pietra, cemento e metallo di Casalgrande Padana, rappresentano una valida scelta per la creazione di ambienti che si ispirano alla millenaria cultura nipponica: dalla zona living alla camera da letto, dalla stanza da bagno fino al giardino, ogni spazio sarà in grado di trasmettere serenità, pace e armonia.

come arredare casa in stile zen
Pavimento interno: Amazzonia Dragon Brown – Rivestimento: Amazzonia Dragon Brown Composizione A

Considerato parte integrante della cultura nipponica, il giardino riveste un ruolo di grande importanza ed è solitamente composto da piccole aiuole di sabbia o ghiaia, da aceri rossi e da varie tipologie di arbusti ed è caratterizzato da percorsi pedonali che dall’interno proseguono in continuità verso l’esterno conducendo a zone in cui scorre acqua, elemento che non può mai mancare in un giardino Zen.

come arredare casa in stile giapponese
Pavimento: Amazzonia Dragon Brown antiscivolo Grip – Rivestimento: Brickworks Petra Oro

Come arredare in stile Wabi-Sabi

Parte integrante della cultura nipponica, il Wabi-Sabi si fonda sul concetto di transitorietà e semplicità consapevole. La vera bellezza del Wabi-Sabi risiede nel riconoscimento del valore di uno stile semplice e naturale, alla scoperta dell’assoluta bellezza nell’autenticità e nella singolarità dell’imperfezione. Una sensibilità estetica che si può assaporare nella creazione di uno stile di arredamento che sta conquistando il mondo occidentale.

Come lo stile Japandi, anche questo trend è composto da un look equilibrato e da ambienti semplici dove sono da prediligere materiali naturali e oggetti artigianali realizzati a mano, dalle forme irregolari e asimmetriche. Tra i materiali spiccano, dunque, il cotone organico, il legno naturale con le sue venature e i suoi irripetibili nodi, il bamboo, la pietra, l’argilla, il lino e la carta grezzi.

L’argilla, in particolare, conosciuta fin dall’antichità nella sua forma cotta sotto l’aspetto di mattone o di piastrella in gres porcellanato, grazie alle sue ottime qualità termiche e alla sua atossicità, è considerata un ottimo materiale da costruzione.

Come arredare in stile Wabi-Sabi
Collezione Metropolis di Casalgrande Padana

Insieme alle tonalità neutre, nell’arredo in stile Wabi-Sabi si possono inserire anche accenti di colore che virano in tutte le loro numerose cromie: dal verde salvia, all’azzurro, fino al rosa, consentendo così di giocare con accostamenti monocromatici tono su tono oppure in netto contrasto.

il gres porcellanato di Casalgrade Padana
Collezione Atelier di Casalgrade Padana

Colori distensivi, venature imperfette, tinte neutre e grigie effetto cemento o calde tonalità color terra e sabbia ad effetto pietra o ad effetto legno di Casalgrande Padana si uniscono alle eccellenti qualità del gres porcellanato per rivestire ogni tipologia di superficie, sia a pavimento che a rivestimento, sia in interno che in esterno, restituendo quel senso di serenità e semplicità naturale tipico dello stile Wabi-Sabi.

come arredare in stile japandi
Pavimento: Nature Lava – Rivestimento: Brickworks Muretto Bianco

Come arredare in stile Japandi

Lo sitle Japandi, nato dalla crasi tra lo stile giapponese (‘Jap’ – Japan) e quello scandinavo (‘Andi’ – Scandinavian) e dalla commistione tra il wabi-sabi, la ricerca della bellezza nell’imperfezione e i principi di benessere della Hygge, l’arte di trarre godimento dalle cose semplici e dai piccoli piaceri della vita, risulta essere un mix perfetto tra l’elegante essenzialità dello stile orientale e la semplicità minimalista di quello nordico.

Con un approccio progettuale lontano dalle mode, lo stile Japandi rappresenta l’essenzialità senza tempo le cui caratteristiche fondamentali sono da ricercarsi nella funzionalità degli spazi, nell’ordine, nel comfort e nella comodità: colori chiari con tonalità neutre si alternano a toni più scuri, mobili bassi dalla forma semplice composti da linee rette o sagome arrotondate incarnano alla perfezione questo stile.

Come arredare in stile Japandi
Pavimento Ulivo Panna Chevron

Scegliere di arredare gli ambienti in stile Japandi significa eliminare le tinte forti e accese, preferendo tonalità tenui che siano in grado di accostarsi a materiali naturali come il legno: accostamenti raffinati che restituiscono atmosfere accoglienti, calde e tranquille.

Unendo le forme semplici della decorazione orientale con i colori neutri dello stile nordico e avendo come denominatore comune il minimalismo, lo stile d’arredo Japandi predilige pavimenti e rivestimenti dalle calde tonalità effetto legno o effetto pietra in grado di restituire agli ambienti un’atmosfera avvolgente, suggestiva e ricca di fascino, oppure dalle morbide, neutre ed essenziali texture effetto cemento per la progettazione di spazi inusuali.

come arredare casa con il gres porcellanato
Pavimento: Tavolato Marrone Scuro

Le piastrelle in gres porcellanato di Casalgrande Padana, costituite solo da elementi naturali, prive di plastiche e sostanze nocive, anallergiche, antibatteriche (grazie all’innovativo trattamento Bios Antibacterial® ottenibile su richiesta), ignifughe, ecocompatibili e completamente riciclabili, sapranno creare spazi armonici e rigeneranti.

L’articolo Arredare casa in stile giapponese con il gres porcellanato proviene da Dettagli Home Decor.

28 Luglio 2022 / / Dettagli Home Decor

Il progetto Casacon nel Conero

Siamo a Sirolo, nel Parco Regionale del Conero ed è qui che sorgerà Casacon.
Il nome Casacon nasce dall’unione della parola Casa come luogo famigliare e Con, compreso nelle parole Conchiglia, il simbolo del luogo, e che rappresenta l’incontro, lo stare insieme con altre persone. Ma chi conosce la Conchiglia e cosa sarà Casacon?

Dalla Conchiglia Verde a Casacon

Partiamo dall’ inizio e parliamo della Conchiglia Verde, un luogo dalla storia incredibile che nasce nel 1948 dalle ceneri di un campeggio Balilla. Vive il suo periodo d’oro tra gli anni ‘50 e ‘70 come locale di gran voga e frequentato da personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Chiusi definitivamente i battenti nel 2006, la struttura entra in uno stato di abbandono per questo motivo è stata scelta una riqualificazione del territorio.
Il progetto, curato dall’ architetto Federica Paladini e dallo studio Solido di Ancona, prevede l’apertura nel mese di Aprile del 2023 di Casacon, con l’obiettivo di mantenere vivi i ricordi nati in quel luogo memorabile.

Il progetto Casacon
Dicono del progetto: <<La nostra intenzione – racconta Carlo Boldrini, CEO di Casacon e di Pil, importante agenzia di comunicazione che sta dietro al progetto – è recuperare la memoria del locale e allo stesso tempo valorizzare il territorio, con la creazione di nuovi posti di lavoro, impegnandoci ad assumere professionisti locali e avvalendoci di fornitori a chilometro 0>>.
Sono tanti i ricordi nostalgici e romantici che si respirano nel locale e nel giardino da sogno. Le sue iconiche panchine, circondate dalle siepi hanno regalato indimenticabili momenti di felicità.

Il progetto Casacon

Casacon si trova al centro di uno sviluppo culturale e turistico molto importante, in cui l’ experience totale che il viaggiatore proverà attraverso i differenti servizi offerti dal litorale del Conero sarà protagonista indiscussa.
Il progetto di Casacon sarà incentrato sul benessere della persona tra corpo, anima e mente. Non sarà solo una struttura ricettiva dove trovare un ristorante, un cocktail bar, della musica live e delle suite. Ma anche un punto di ritrovo per attività variegate a cui gli ospiti potranno prendere parte.

opere di rinnovo nel Conero

Le attività di coinvolgimento colturale e pratico prevedono dai percorsi enogastronomici legati alla natura e alla scoperta del territorio, passando per le attività olistiche, i corsi di cucina, gli eventi e i momenti di relax da trascorrere nel parco naturale.
Altro elemento importante per Casacon sarà l’etica sostenibile e plastic free. Alla base vi è un regolamento dettagliato che prevede, tra i vari impegni, la piantumazione degli alberi e la creazione di isole ecologiche adibite allo smaltimento dei rifiuti.
Verrà dedicata gran cura all’ ambiente e al territorio circostante, con maggiore attenzione verso le specie protette che popolano il parco. Quindi una nuova struttura non soltanto bella e confortevole ma che è rivolta verso il futuro, verso il benessere di chi vive l’esperienza e la salvaguardia di chi sta intorno.

L’articolo Casacon, opere di rinnovo nel Conero proviene da Dettagli Home Decor.

28 Luglio 2022 / / Dettagli Home Decor

la guida per aprire un e-commerce di oggettistica per la casa

Gli e-commerce sono ormai da molti anni la nuova frontiera per ogni azienda e business che si rispetti. Scegliere questa soluzione comporta dei rischi, ma anche dei vantaggi per l’imprenditore o il libero professionista.

In questa guida ti parleremo di come aprire un e-commerce di oggettistica per la casa. Si tratta certamente di un settore in ascesa, un segmento specifico e molto redditizio. Se ti interessa l’argomento, continua a leggere e scopri quali sono i passi pratici e le formalità per dar vita al tuo negozio online.

Come aprire un e-commerce

Per aprire e gestire un e-commerce, bisogna adempiere ad alcune pratiche burocratiche. Prima di tutto, è necessario costituire una nuova società, inserirla nel Registro Imprese della Camera di Commercio competente ed aprire una Partita IVA adatta per il commercio online. Tutti questi passi fanno parte di un’unica procedura, ovvero la ComUnica, che permette anche di completare l’iscrizione alla Gestione Commercianti dell’Inps. Infine, per dare inizio ufficialmente all’attività del tuo shop online, devi presentare anche la Scia.

In più, se decidi di vendere (o acquistare) nel mercato europeo, sarà obbligatorio, per te, iscriverti al Vies (Vat Information Exchange System).

Per effettuare tutto ciò, evitando al tempo stesso scartoffie e lunghe file agli sportelli, ma soprattutto ogni eventualità di cadere in errore, puoi contattare online Fiscozen. Il costo per la gestione dell’intera procedura è di 200 € + Iva, comprensivi sia delle spese vive, sia dell’assistenza di un consulente dedicato per tutto ciò che riguarda la Partita Iva ed il suo funzionamento.

Vantaggi di un e-commerce

Una volta capito come aprire un e-commerce, vediamo quali sono le tipologie tra le quali scegliere e i relativi vantaggi.

L’e-commerce b2c sta per e-commerce business to consumer, una tipologia che si occupa della vendita di servizi e prodotti a beneficio di un privato. Quando parliamo di e-commerce b2b, ci riferiamo al negozio online che vende ad altre aziende e business. Infine, citiamo l’e-commerce c2c, cioè un servizio di vendita tra privati, valido però soltanto per operazioni occasionali e di lieve entità.

A seconda della tipologia scelta di business, ovviamente, cambiano le strategie, gli obiettivi, le modalità di vendita, i sistemi di pagamento etc.

Detto questo, quali sono i vantaggi di aprire un e-commerce?

Prima di tutto, la possibilità di rivolgersi ad un numero di persone strabiliante, potenzialmente una clientela globale. E’ un bel salto di qualità rispetto ad un semplice negozio fisico, magari di provincia. All’aumentare dei consumatori, possono aumentare i guadagni e la propria attività ne risulta rafforzata.

Inoltre, avere un negozio online permette di tracciare e identificare i propri acquirenti. Così come stabilire un determinato target di clienti e implementare la pubblicità e il marketing nei loro confronti. Come terzo vantaggio, aggiungiamo un cospicuo risparmio se si decide di puntare solo sul mercato online e non aprire un punto vendita fisico.

Il personale da assumere sarà decisamente inferiore e differenziato. Serviranno comunque figure di tutto rilievo nella gestione del vostro business online. Stiamo pensando, per esempio, a consulenti seo, copywriter, grafici, ecc., che possano aiutare nella realizzazione di contenuti o strategie di marketing.

Infine, dopo aver aperto un e-commerce potreste decidere di stabilire sinergie con i colossi della vendita online e ottenere ancora maggiori riscontri da parte dei potenziali consumatori. Cercando di mantenere la vostra integrità e la riconoscibilità del vostro brand.

Conclusioni

Bene, con questo siamo alla fine della nostra guida su come aprire un e-commerce di oggettistica per la casa. Speriamo di essere stati esaurienti ma se avete domande, non esitate a farcelo sapere. C’è lo spazio dei commenti qui sotto, anche per eventuali feedback e testimonianze se volete condividere la vostra esperienza nel campo della vendita online.

L’articolo Come aprire un e-commerce di oggettistica per la casa? proviene da Dettagli Home Decor.

28 Luglio 2022 / / Charme and More

Lo sviluppo sostenibile è al centro del lavoro e della filosofia di Umaï. Il brand francese certificato 100% naturale e vegan friendly offre cosmetici biologici e naturali di qualità, piacevoli da usare e rispettosi dell’ambiente.

Umaï è molto attento al benessere dei propri clienti e promuove  un approccio green e responsabile nella creazione dei propri cosmetici.

Per questo nel loro centro di ricerca selezionano attentamente ogni principio attivo, ogni pianta, ogni materiale, ogni fornitore per creare cosmetici naturali e ecologici sani, efficaci e attenti alla salute della pelle e della natura.

Umaï lotta per difendere e salvaguardare il pianeta producendo formule biodegradabili con processi produttivi a basso impatto ambientale e utilizzando materiale riciclato, senza plastica per confezioni e imballaggi.

Voler “salvare il pianeta” significa incoraggiare tutti a rendersi conto che i loro piccoli gesti hanno un grande impatto.

Ognuno di noi ha il potere di cambiare il mondo in cui viviamo.

Una selezione prodotti per la cura del corpo e dei capelli del brand francese sono in vendita su Smallable.

Uno shampoo solido naturale con il delicato profumo di fiori di mandorlo che si prende cura dei vostri capelli ad ogni lavaggio. Umaï ha scelto di andare ancora più lontano nel suo approccio offrendo una nuova carta composta al 100% da ritagli di cotone compostabile. Grazie ad una tecnologia innovativa ed ecologica, questo nuovo packaging è composto da oltre il 15% di scarti di cotone e il 40% di fibre di carta riciclata.

BENEFICI

Gli ingredienti organici e completamente sani di questo shampoo naturale, senza solfato o silicone, apportano idratazione e nutrizione al cuoio capelluto, aiutando nel contempo a regolare l’eccesso di sebo.

Custodia in sughero per shampoo. Un materiale naturale, rinnovabile e biodegradabile al 100%, il sughero è un materiale eccezionale. Raccolto e lavorato in Spagna nelle regioni dell’Andalusia e dell’Estremadura con un know-how unico, il sughero è impermeabile, resistente e ipoallergenico.

Pensato per l’estate, questo shampoo doposole si prende cura dei capelli ed elimina i residui di sale, sabbia e cloro. Dura da 35 a 40 lavaggi.
BENEFICI
La sua formula è composta da soli 15 ingredienti naturali e sani, che agiscono per eliminare i residui di sale, sabbia e cloro. È inoltre arricchito con cheratina vegetale, nota per riparare la fibra capillare e idratare i capelli.

L’olio di cardo mariano, con le sue proprietà nutrienti grazie alla ricchezza di acidi grassi, nutre in profondità i capelli secchi e/o indeboliti da fattori esterni estivi.

L’amido di mais assorbe delicatamente l’eccesso di sebo, il rosmarino biologico agisce come antiossidante naturale e la glicerina vegetale idrata la fibra capillare per capelli setosi e leggeri.

La crema ricci è il primo prodotto solido per la cura dei capelli ricci, crespi. 

BENEFICI

Questa crema aiuta a modellare, fissare, idratare e nutrire intensamente i ricci grazie ai suoi principi attivi naturali e lascia i capelli morbidi e lucenti.

Può essere utilizzato anche su tutti i tipi di capelli come maschera a risciacquo per nutrire più intensamente i capelli.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook Pinterest.

*Questo post contiene link affiliati.

 

 

L’articolo Umaï; cosmesi naturale e ecosostenibile. proviene da Charme and More.


Cose da sapere quando si effettuano dei  lavori in casa

L’estate è proprio il momento in cui diverse persone decidono di ristrutturare, lo so bene anche io visto che sono alle prese con due cantieri.

Si sceglie l’estate perché si è in ferie e quindi ci si può dedicare a seguire il cantiere con i vari professionisti; si sceglie l’estate perché eventualmente si può usufruire della seconda cosa di villeggiatura il tempo che ci sono i lavori in casa e, magari, si sfrutta anche la quattordicesima!

Pianificare il cantiere: cose da sapere quando si effettuano dei lavori in casa

Alcuni consigli utili quando riguardo alle cose da sapere quando si effettuano dei lavori in casa sono il noleggio gruppo elettrogeno, qualora sia necessario rifare l’impianto elettrico e, dunque, vi sia assenza di corrente nell’appartamento ma comunque necessità dell’elettricità per le varie lavorazioni e per illuminare.

È possibile anche noleggiare attrezzature edili come ponteggi, piattaforme aeree, aspiratori e pulitori di vario genere.

È importantissimo pianificare ogni aspetto del cantiere e non tralasciare alcun dettaglio; questo soprattutto in estate, quando anche il più piccolo imprevisto potrebbe creare un problema, visto che molti negozi sono chiusi e molti professionisti in ferie.

Dobbiamo tenere conto di ogni aspetto, dalla dimensione e conformazione del vano scala del palazzo, per il trasporto di mobili in caso di trasloco, alla presenza o assenza di elettricità, alla tipologia di riscaldamento, se autonomo o condominiale, per fare alcuni esempi; questo nel caso dovessimo effettuare lo spostamento di termosifoni e termoarredi.

Un altro aspetto importante è quello dello smaltimento dei rifiuti del cantiere; esso deve essere effettuato da imprese iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, si può consultare l’elenco degli iscritti all’Albo tramite il suo sito ufficiale.

Anche nel caso in cui dovessimo montare dei ponteggi esterni all’immobile sarà necessario richiedere per tempo al comune il permesso di occupare il suolo pubblico. Nella domanda occorrerà inserire dati precisi come la localizzazione esatta, la dimensione dell’area interessata, durata e motivo dell’occupazione.

Cose da sapere quando si effettuano dei  lavori in casa
Cose da sapere quando si effettuano dei  lavori in casa
Cose da sapere quando si effettuano dei  lavori in casa

Forniture e buon vicinato

Altro aspetto fondamentale quando dobbiamo cominciare dei lavori in casa è ordinare tutte le forniture per tempo, e consiglio di farlo davvero con largo anticipo. Prima di tutto perché ci vuole del tempo per scegliere e valutare le varie possibilità con calma e poi perché molti materiali hanno tempi di consegna abbastanza lunghi.

È vero che esistono materiali pronta consegna ma non sono tutti e non la maggior parte; inoltre anche di un materiale pronta consegna potrebbe non esserci il quantitativo che ci occorre e dovremmo ordinarne dunque dell’altro.

Se poi parliamo di arredi su misura, cucine, rivestimenti ricercati o ancora arredi o complementi artigianali, i tempi di attesa si allungano ancora di più; possono volerci mesi, quindi calcoliamoli con grande attenzione.

In fine, anche nei casi in cui non è necessaria una comunicazione ufficiale al condominio, è buona abitudine quella di informare i vicini che si effettueranno dei lavori; anche per evitare a noi stessi fastidi vari!

L’articolo Cose da sapere quando si effettuano dei lavori in casa proviene da Architettura e design a Roma.

28 Luglio 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Se hai bisogno di un piano d’appoggio da poter utilizzare in più modi, i tavoli consolle allungabili sono la soluzione ideale per ogni stanza della casa. In questo articolo ti descriviamo tutti i modelli esistenti e i diversi modi in cui possono essere utilizzati. 

tavoli consolle

Modelli tavoli consolle allungabili

Come per ogni elemento d’arredamento che si rispetti, anche i tavoli consolle allungabili sono declinati in diversi stili, ciascuno dei quali si adatta ad un certo ambiente a seconda dei materiali con cui è realizzato e dell’atmosfera che dà alla stanza. Ecco quali sono i modelli in commercio.

In legno

Le consolle allungabili in legno sono perfette se siete ancora indecisi riguardo alla sistemazione della consolle stessa, oppure se sapete già che probabilmente nel corso del tempo cambierà stanza per vostre necessità personali. Le consolle in legno sono resistenti e caratterizzate da linee semplici che le rendono realmente un elemento d’arredamento passe-partout

Moderne 

Per quanto riguarda le consolle allungabili moderne, si tratta della versione ideale per completare l’arredamento di una stanza nello stesso stile, come può essere il soggiorno o la cucina. In questi modelli troverete una combinazione di materiali come il legno per il piano e il metallo per le gambe per avere un risultato duraturo nel tempo e innovativo.

Classiche 

Se siete amanti dello stile classico che prevede mobili d’arredamento realizzati completamente in legno, l’utilizzo di fronzoli qua e là e colori scuri, allora la consolle classica è ciò che fa per voi. È perfetta per appoggiare una vecchia macchina da scrivere o completare lo studio in cui lavorate mantenendo lo stile da voi scelto.

Tavoli consolle con apertura a libro

Le consolle con apertura a libro sono dotate di un meccanismo differente dal resto delle consolle, ma non per questo significa che sia difficile da utilizzare. Realizzate in ogni dimensione e materiale per accontentare gli amanti di tutti gli stili d’arredamento, la consolle allungabili con apertura a libro è ideale per ingressi e soggiorni.

Tavoli consolle per patio

Infine, una soluzione per gli spazi esterni in cui abbiamo bisogno di un piano d’appoggio in più che però non occupi troppo spazio. La consolle per patio è perfetta per appoggiare la merenda dei vostri bambini o altri oggetti come il telefono e un libro di fianco alla zona relax del vostro giardino.

Come utilizzare i tavoli consolle allungabili

Quando si pensa di acquistare un tavolo consolle allungabile, è essenziale sapere che si tratta di un mobile d’arredamento estremamente versatile, che non solo può servire a molti scopi diversi tra loro, ma può anche essere posizionato in numerosi angoli e stanze della nostra casa. Adesso scopriamo insieme come possiamo utilizzare questo mobile, con la consapevolezza che potremo spostarlo a seconda dei cambi di esigenze personali.

Il primo locale in cui si può pensare di mettere una consolle allungabile è di sicuro la cucina, specialmente se non è molto grande e viviamo da soli o in coppia, quindi non abbiamo bisogno di un tavolo spazioso per mangiare ogni giorno. In questo caso, questa tipologia di tavolo ci permette di risparmiare spazio senza bloccare il passaggio e consumare i pasti senza doverla aprire, ma stando comunque comodi. Se invece siamo una famiglia, possiamo lo stesso acquistare un tavolo consolle allungabile e usufruire dell’estensione per i tre pasti principali, in quanto di solito si tratta di un meccanismo abbastanza semplice.

Oltre alla cucina, i tavoli consolle allungabili si rivelano particolarmente utili per arredare l’ingresso di casa, che spesso rimane troppo spoglio, ed evitare di perdere piccoli oggetti come le chiavi della macchina o della porta di casa, il telefono e similari. Infatti, può essere facilmente completata con uno svuotatasche ed altri elementi necessari per tenere in ordine la zona. Insomma, i tavoli consolle allungabili qui svolgerebbero una funzione sia pratica che estetica.

Se avete un soggiorno di dimensioni ampie, allora la consolle allungabile fa decisamente per voi. Per separare le diverse zone del salotto o creare una divisione tra la cucina e il soggiorno di un open space, potete posizionare in modo strategico il modello più adatto tra tutti i tavoli consolle allungabile a disposizione.

Anche in camera da letto le consolle allungabili trovano il proprio posto. Che vogliate organizzare un angolo boudoir aggiungendo uno specchio o abbiate la necessità di lavorare in camera ogni tanto, il tavolo consolle allungabile è la soluzione perfetta per voi. Grazie alle sue misure ridotte, il tavolo consolle non sarà difficile da posizionare nemmeno in camera, quindi via libera alla fantasia.

27 Luglio 2022 / / Dettagli Home Decor

ZDA presenta il progetto Raro Cremeria Artigianale

Il fascino delle gelaterie d’antan, con i gusti conservati a pozzetto, la panna montata a mano e l’odore di vaniglia nell’aria, rivive nel presente e si proietta nel futuro attraverso gli spazi di Raro Cremeria Artigianale.

In sintonia con la filosofia del locale, che è anche “pasticceria moderna rivisitata in modo originale, semplice, sostenibile, divertente”, il progetto firmato dallo studio ZDA si caratterizza per un tocco retro-contemporaneo, in cui minimalismo e atmosfere conviviali d’altri tempi si fondono, creando un connubio dinamico e vivace.

Raro Cremeria Artigianale progettata dallo studio ZDAZDA progetta Raro la cremeria artigianale a Cremona

L’elegante bancone ad angolo domina la sala di Raro Cremeria Artigianale. Il tema cromatico gioca con una tonalità a metà tra l’ottanio e il blu di Prussia.  Per creare un contrasto raffinato i progettisti hanno optato per delle finiture dorate. Una scelta, questa, fatta anche per le sedute, i tavoli, l’illuminazione, l’arredo bagno e i dettagli di design.

Raro Cremeria Artigianale a CremonaRaro Cremeria Artigianale firmata ZDAZDA progetta un locale commerciale a Cremona

Toni più chiari, sensazioni vintage in coerenza stilistica e la trama “seminato” del pavimento ricordano i “posti sinceri” di una volta. Inoltre donano movimento e profondità all’ambiente, sottolineando ulteriormente l’intenzione dell’intervento, in cui le tracce di ieri raccontano nuove avventure di oggi.

L’articolo Raro Cremeria Artigianale, un progetto di ZDA proviene da Dettagli Home Decor.