31 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

seduta multicolor sospesa

Ami il colore e il design? Ecco una selezione di arredi, complementi e accessori per la casa e il giardino dal design moderno e dai colori pop!

L’estate è da sempre sinonimo di allegria e colore: dalla frutta che portiamo in tavola dalle tonalità vivaci alle sfumature di blu e turchese del mare, ma anche l’azzurro del cielo e il giallo brillante del sole. Tutto ciò influisce positivamente sul nostro umore e ci invoglia a sfoggiare dentro e fuori casa arredi e complementi di design negli stessi colori vivaci.

Se anche tu vuoi aggiungere una nota di colore alla tua casa, ecco una selezione con  15 idee d’arredo in & out per un’estate a colori!

arredi e complementi di design a colori

  1. Sedia per bambino Puppy Small – Magis Collection Me Too. € 62,00 A forma di cane la seduta è adatta per uso interno/esterno.
  2. Cuscino Bodil 40 x 40 cm decoro Tucano – & klevering. €49,95 completamente sfoderabile con chiusura zip e lavabile a 30°.
  3. Poltrona bassa Luxembourg – Fermob €454,00. Impilabile e con trattamento Alta Protezione Indice 13 per utilizzo esterno.
  4. Portaoggetti Componibili con 3 cassetti – H 58 cm – Kartell €115,00.  Creato nel  1968 e fabbricato in Italia, questo complemento è un’icona del design italiano.
  5. Poltrona bassa Tropicalia con braccioli di Moroso € 1704,00. La poltroncina Tropicalia è costituita da fili di plastica colorati abilmente intrecciati su una leggera struttura in acciaio.
  6. Lampada senza fili Neon Cactus Small – / H 26 cm di Sunnylife €32,00.
  7. Sgabello Tam Tam Pop di Stamp Edition €22,00. Una riedizione prodotta in Francia con la medesima forma del modello originale del 1968.
  8. Vassoio Fruits in melamina – 36 x 28 cm – di & klevering €35,00.
  9. Tavolino Cocotte –  L 55 x H 43,5 cm – con piano rimovibile di Fermob €107,99. Disponibile in diversi colori è adatto per uso interno o esterno.
  10. Sedia a sdraio pieghevole Bahama di Emu €112,00.  Prodotta in Italia, resiste all’umidità e agli UV.
  11. Porta bicchieri gonfiabile Cactus – 4 bicchieri – di Sunnylife € 15,99.
  12. Lamapada solare La Lampe Petite LED senza filo di Maiori €295,00.
  13. Set 2 Bicchieri Bodil in fibra di Bambù di & klevering €13,00.
  14. Sgabello impilabile Centro in plastica intrecciata di OK Design pour Sentou Edition € 131,39 anzichè € 219,00.
  15. Cuscino da esterno Color Mix – 44 x 30 cm – di Fermob €41,00

Tutti i prodotti li trovate in vendita nel noto e-commerce Made in Design

L’articolo Idee d’arredo In & Out per un’estate a colori proviene da Dettagli Home Decor.


lampada da autdoor

Mi è  arrivato un regalo bellissimo e inaspettato, una lampada da outdoor favolosa.

Io non amo le sorprese, perché  di solito subodori sempre qualcosa e a me viene l’ansia, ma quando la sorpresa è  riuscita suscita  davvero una bellissima sensazione!

E fu così che  mi sono vista recapitare a casa un voluminoso pacco con all’interno una meravigliosa lampada di Linea Zero, un’azienda 100% italiana in continua evoluzione dal 1973, esattamente ho avuto il piacere di ricevere tra le mie braccia Queen della nuova collezione outdoor.
Insieme alla lampada c’era una base per caricarla e un telecomando, è  stato semplicissimo capirne il  funzionamento e già  questo è stato un regalo graditissimo.

Si tratta di una lampada da esterno, impermeabile e che può  dunque essere lasciata all’aperto senza preoccupazioni, grazie al telecomando si può  impostare il timer, l’intensità della luce, si può  accendere e spegnere comodamente mentre si sta spaparanzati.

Oltre:
1) alla bellezza dell’oggetto (dimensioni, forma, proporzioni tutto magico)
2) alla qualità  dei materiali tutti certificati, per un prodotto assolutamente made in italy,

3)alla semplicità  di utilizzoo, sembrerà  sciocco ma io sono avversa a qualsiasi forma di tecnologia, invece questa lampada con le sue funzioni high tech l’ho sentita subito mia e mi ha dato una gran soddisfazione!

Oltre a tutto ciò dicevo, la cosa più  bella di questo oggetto è  che… fa subito estate!

La accendi, anche sul tuo piccolo balconcino di città  e ti sembra subito di essere in vacanza sulla terrazza di un bellissimo resort a Ibiza, in Grecia, Sardegna.

Accendi la lampada, una musica che ti piace, ti metti comoda, socchiusa gli occhi e il gioco è  fatto, l’estate, quella bella, spensierata, magica e sempre giovane, arriva tutta in un colpo e ti avvolge.

lampada da autdoor
lampada da autdoor
lampada da autdoor

Certo Queen è  perfetta per il giardino, bordo piscina, una grande terrazza ma ripeto che anche nei nostri piccoli spazi cittadini riesce ad immergerci in un’atmosfera magica.
Poiché  è alimentata da batteria a lunghissima durata possiamo anche portarla con noi in spiaggia o durante un pic nic per vivere delle esperienze bellissime con complicità  e gioia nei luoghi che amiamo.
Grazie a Queen ho potuto assaporare la magia dell’estate anche sul balconcino di casa mia ed è sempre una sensazione bellissima, se anche voi volete rendere la vostra estate più  magica potete acquistare Queen, la lampada outdoor di Linea Zero, nello shop con uno sconto del 25% inserendo il codice promo myinteriordesign2019.

Queen di Linea Zero è una luce da autdoor perfetta da portare con sè, grazie alla batteria ricaricabile a lunga durata, per creare un'atmosfera magica ovunque

L’articolo Queen lampada da outdoor per la luce d’estate proviene da Architettura e design a Roma.

31 Luglio 2019 / / Blog Arredamento

Cambiare colore delle pareti è il modo più facile e veloce per rinnovare lo stile della casa. Grazie ad un imbianchino e uno o due giorni di lavori, cambi qualsiasi stanza: come prendere, però, le decisioni giuste. Ecco alcuni consigli utili per te.

Quando scegliere pareti colorate?

Cambiare colore delle pareti è facile ma, spesso, si prendono decisioni affrettate e il colore non è quello desiderato o passa di moda dopo poco tempo. Per evitare di stancarti delle tue pareti, è consigliabile, quindi, optare per pareti neutre. Questo, però, non significa dover dipendere tutta la casa di bianco. Esistono alcune opzioni eleganti e facili da abbinare a diversi stili.

Un esempio di tendenza è il verde in diverse tonalità, come il verde lime o il verde patina. Questo elegante colore ti permette di dare un tocco di colore alla stanza senza rinunciare ad un effetto senza tempo. Anche i colori caldi chiari, come il color sabbia, non passano mai di moda. Quest’ultimi sono gli ideali per le zone giorno della tua abitazione.

Il colore giusto per la camera da letto

Il colore è importante non solo per dare un tocco di stile alla stanza ma anche perché influenza il tuo umore. Soprattutto nella camera da letto, è importante non optare per tonalità forti e colori accesi come il giallo o il rosso. Da preferire il bianco, il grigio, il verde o il blu chiaro. Questi colori, infatti, sono rilassanti e l’ideale per la zona notte della tua casa.

Pronta per cambiare le pareti della tua casa? Non ti resta altro da fare che richiedere le tariffe degli imbianchini della tua zona e scegliere l’esperto giusto per te. Ricorda sempre di assicurarti che la qualità delle vernici sia ottima, per un risultato duraturo, e selezionare colori non troppo accessi, che si abbinino facilmente a diversi stili.

31 Luglio 2019 / / Coffee Break

In questi anni sono tornati di grande interesse materiali e trame “vintage” e abbiamo visto rifiorire l’utilizzo della carta da parati; se fino a pochi anni fa nei progetti di interni era difficile convincere i nostri clienti all’utilizzo della carta da parati come rivestimento per gli ambienti, poiché il suo utilizzo era visto come una pratica obsoleta, ora invece i rivestimenti murali sono considerati uno dei trend dell’interior design e scegliere di utilizzarli è diventato un must.
Nella nostra esperienza di architetti che progettano interni, troviamo che, soprattutto in ambito residenziale ma anche per un’attività commerciale, l’impatto estetico di una carta da parati è notevole, donando alle pareti una sensazione piacevole e di maggior calore rispetto ad una parete semplicemente intonacata.
Certo, rispetto ad un tempo oggi si fa un utilizzo diverso della carta da parati, ora i rivestimenti murali sono uno strumento per valorizzare e magari modificare la percezione di un ambiente, enfatizzandone un aspetto o un colore; spesso infatti si sceglie di rivestire una sola parete, piuttosto che un’intera stanza come si era soliti fare un tempo, con meno omogeneità ma più carattere.
Quali sono le regole per utilizzare al meglio la carta da parati?

Gli ambienti

In casa, le carte da parati si trovano abitualmente nell’ingresso, nella zona living e nelle camere da letto, dove un utilizzo tipico è, ad esempio, l’applicazione sulla parete dietro la testiera del letto, oppure nei living, dove si può rivestire una parete per esaltare un mobile di pregio o al contrario utilizzarla per trasformare un angolo poco caratterizzato, privo di elementi di arredo forti. Nelle camere dei bambini si possono utilizzare carte con fantasie vivaci per stimolare la loro fantasia.
É possibile oggi trovare carte da parati adeguatamente trattate e pensate per essere adatte ad essere utilizzate persino in bagno o in cucina.
Se si sta arredando un locale pubblico, una carta da parati può contribuire efficacemente a definirne lo stile, alternare un decoro interessante a un fondale a tinta unita permette di guidare l’attenzione dei frequentatori nei punti di maggior interesse.

I materiali

Dove le cose si fanno più interessanti è nella scelta dei materiali, utilizzando la carta da parati per creare spazi, si ha maggiore libertà di osare con motivi decorativi, materiali e colori produttori di carte da parati di pregio come come Carta da parati degli anni 70 realizzano carte da parati dalle finiture e materiali estremamente interessanti, da quelle in materiali naturali come il sughero o le erbe intrecciate a quelle floccate (vellutate), spiegazzate con rilievi tridimensionali, effetto pelle, o metalliche, addirittura con effetto oleografico.
Questi rivestimenti hanno fantasie elaborate, perfetti per creare un interessante contrasto con le pareti a tinta unita, creando un fine gioco d’illusione ottica che rende l’ambiente più grande di quello che è nella realtà.

Carte da parati naturali

Molto in voga negli noi ‘80, sono tornate alla ribalta grazie alla nuova consapevolezza ecologica, sono carte molto interessanti, realizzate con sughero o fili di erba finemente intrecciati ed intessuti che creano trame calde e materiche, con quelle piccole imperfezioni e variazioni di colore che rendono ogni parete una realizzazione unica; nei nostri progetti ci piace utilizzarle assieme a fantasie mediterranee per creare atmosfere boho.

Carte da parati metalliche

Queste tappezzerie sono realizzate applicando sul supporto di carta sottilissimi fogli metallici, le pareti assumono così effetti inaspettati animandosi di inconsueti riflessi metallici nei toni dell’oro, del bronzo, del ram, o dell’acciaio creano, é un tipo di rivestimento che troviamo molto indicato per interni lussuosi e contemporanei.

Carte da parati floccate

Sono carte con disegni, solitamente barocchi o art nouveau, a rilievo, dall’effetto vellutato. Le prime carte da parati floccate risalgono agli inizi del diciassettesimo secolo. La tecnica utilizzata consisteva nell’applicare la colla direttamente sui motivi per poi applicare lana vergine o polvere di seta per creare la floccatura.
Le moderne carte da parati floccate vengo realizzate con fibre di raion incollate e caricate elettrostaticamente per creare una superficie vellutata al tocco.
Sono particolarmente indicate per interni classici e ricercati

Carte da parati in tessuto

In cotone, seta, lino, raffia, corda, sono tappezziere di qualità superiore ideali per ambienti accoglienti e confortevoli, hanno ottime qualità ignifughe e acustiche

In pelle, a rilievo, goffrate, olografiche

Le moderne tecnologie mettono a disposizione di noi designer materiali per creare gli effetti più interessanti, per creare interni sorprendenti con molta facilitá, non vi resta che esplorare tutte le possibilità delle carte da parati e scegliere quella che fa per voi.

Wallpaper: a timeless trend

In these years, vintage materials and textures have returned to great interest and we have seen the use of wallpaper re-flourish; if until a few years ago in interior projects it was difficult to convince our customers of the use of wallpaper as a wall covering for rooms, because its use was seen as an obsolete practice, now wall coverings are considered one of the trends of interior design and choosing to use them has become a must.

In our experience as architects who design interiors, we find that, especially in the residential sector but also for a commercial activity, the aesthetic impact of a wallpaper is remarkable, giving the walls a pleasant feeling and greater warmth than a wall simply plastered.

Of course, compared to the past, today wallpaper is used differently, now wall coverings are a tool to enhance and even modify the perception of an environment, emphasizing an aspect or a color; in fact, it is often chosen to cover only one wall, rather than an entire room as it was customary to do at one time, with less homogeneity but more character.

What are the rules for making the best use of wallpaper?

The rooms

At home, wallpapers are usually found in the entrance, in the living area and in the bedrooms, where a typical use is, for example, the application on the wall behind the headboard of the bed, or in the living rooms, where it is possible cover a wall to exalt a valuable piece of furniture or on the contrary use it to transform a little characterized corner, without strong furnishing elements. In the children’s rooms you can use cards with lively patterns to stimulate their imagination.

Today it is possible to find wallpapers properly treated and designed to be suitable for use even in the bathroom or kitchen.

If you are furnishing a public place, a wallpaper can effectively contribute to defining its style, alternating an interesting decoration with a solid color backdrop allows you to guide the attention of visitors to the points of greatest interest.

The materials

Where things get more interesting is in the choice of materials, using wallpaper to create spaces, you have more freedom to dare with decorative patterns, materials and colors producing fine wallpaper as like Carta da parati degli anni 70,they produce wallpapers with extremely interesting finishes and materials, from those in natural materials such as cork or herbs woven into flocked ones (velvety), wrinkled with three-dimensional reliefs, leather effect, or metallic, even with an oleographic effect.

These coatings have elaborate patterns, perfect to create an interesting contrast with solid walls, creating a fine game of optical illusion that makes the environment bigger than it is in reality.

Natural wallpapers

Very popular in the 80s, they are back in the limelight thanks to the new ecological awareness, they are very interesting papers, made with cork or finely woven and woven grass threads that create warm and material textures, with those little imperfections and color variations that make each wall a unique realization; in our projects we like to use them together with Mediterranean fantasies to create boho atmospheres.

Metallic wallpapers

These tapestries are made by applying very thin metal sheets to the paper support, so the walls take on unexpected effects and come alive with unusual metallic reflections in the shades of gold, bronze, ram or steel they create, it is a type of coating that we find very much suitable for luxurious and contemporary interiors.

Flocked wallpapers

They are cards with designs, usually baroque or art nouveau, in relief, with a velvety effect. The first flocked wallpapers date back to the early seventeenth century. The technique used consisted in applying the glue directly on the motifs and then applying virgin wool or silk powder to create the flocking.
The modern flocked wallpapers are made with bonded and electrostatically charged rayon fibers to create a velvety touch surface.
They are particularly suitable for classic and refined interiors

Fabric wallpapers

In cotton, silk, linen, raffia, rope, they are superior quality upholsterers ideal for welcoming and comfortable environments, they have excellent fireproof and acoustic qualities

In leather, in relief, embossed, holographic

Modern technologies provide us with material designers to create the most interesting effects, to create surprising interiors with great ease, you just need to explore all the possibilities of wallpapers and choose the one that’s right for you.

immagini VIA

_________________________
CAFElab | studio di architettura

30 Luglio 2019 / / Dettagli Home Decor

tappeto in pvc a bordo piscina

Panaraea, una delle collezioni più belle del brand Telkì Milano, si arricchisce di nuovi decori.

Il marchio di tovagliette, tappeti, sottopentola e sottobicchieri Telkì Milano prosegue il proprio immaginario viaggio in Italia sulle tracce di tradizioni preziose. Si amplia con nuovi decori una delle sue collezioni più belle, Panarea, ispirata alle atmosfere e nuance dell’isola vulcanica più piccola e più antica dell’arcipelago delle Eolie.

Il bianco della calce dei muri delle case, il turchese dei fondali, i profumi della macchia mediterranea e l’aria tersa, rivivono nei nuovi disegni realizzati dalla designer Patrizia Trupiano, perfetti per la casa delle vacanze o per vivacizzare con i suoi colori incantevoli l’atmosfera in città.

tappeto outdoor effetto cementine

tappeti colorati in pvc per esterni

tovagliette effetto cementine

Panarea di Telkì Milano

La collezione Panarea è disponibile in 6 diverse varianti nelle seguenti dimensioni: 60x80cm, 60x120cm, 60x160cm, 60x198cm, 60x240cm, 120x120cm, 120x198cm i tappeti, 120x31cm i runner, 44x33cm le tovagliette; 20x20cm i sottopentola) e 10x10cm i sottobicchieri.

Il marchio Telki Milano è in vendita e distribuito in Italia da  Moroni Gomma

www.moronigomma.it 

L’articolo Telkì Milano: un tuffo nel blu della collezione Panarea proviene da Dettagli Home Decor.

30 Luglio 2019 / / Creative & Ordinette

La decorazione di interni, lo abbiamo sempre detto, è come la moda. Le tendenze vanno e vengono, ma  non tutto ciò che appartiene al passato, non tutti i stili e le modalità di decorazione degli interni di un tempo sono da buttare via. Anzi, nella maggior parte dei casi, i trend del passato “devono” assolutamente essere recuperati e ripensati in chiave contemporanea, perché la tradizione rivisitata e reinterpretata, anche nel design di interni, è una di quelle scelte intelligenti che i designer adottano per dare originalità, gusto e carattere ad un ambiente. Che cosa vuol dire reinterpretare una modalità di decorazione di interni in chiave moderna? Utilizzare materiali poco tossici, quindi non nocivi alla salute, colle facilmente applicabili e resistenti nel tempo e motivi sofisticati. E’ quello che sta accadendo con le nuove carte da parati, sempre più utilizzate da designer e architetti nella decorazione degli interni, che diventano allo stesso tempo, la scelta più veloce e facile anche per gli interior designer fai da te. I nuovi materiali utilizzati nell’arredamento, la rivoluzione del concetto di design democratico diffuso da catene di design low cost, stanno rendendo la decorazione fai –da-te una consuetudine anche tra chi desidera contenere i costi almeno per quanto riguarda la decorazione, le scelte cromatiche e gli stili di arredamento, insomma, quelli elementi che più ci rappresentano e fanno sì che la casa risulta nostra e di nessun altro, perché siamo noi a darle l’impronta e il carattere. E il vintage non è solo un trend, è eleganza e ricercatezza.

Non è un segreto che abbia una passione particolare per tutto ciò che riveste le pareti di una casa e ultimamente non faccio che proporre case dove la creatività e le pareti disegnate, ricoperte o per meglio dire “vestite” con bellissime carte da parati sono le protagoniste degli ultimi articoli. La carta da parati arreda, a volte persino meglio e con maggiore efficacia di un mobile.  La carta da parati rimane la scelta più veloce e soprattutto facile da realizzare per conferire carattere ad un ambiente che altrimenti risulterebbe anonimo, scialbo e comune. I bellissimi interni francesi, che personalmente adoro perché la tradizione del design francese è lunga e ben radicata, hanno carattere e gusto perché l’occhio allenato di chi li abita e li arreda sceglie soprattutto carte da parati che si accostano mirabilmente alle scelte cromatiche delle pareti, dei mobili e dei tessuti.  Ho scoperto che sono sempre più attratta dai motivi botanici, le carte da parati che riportano boccioli di rose grandi in tutte le sfumature del rosso e del rosa, e possono arredare in un batter d’occhio un ambiente, regalandogli quel tocco personale, sofisticato e unico. E i fiori di ciliegio che ricordano il Giappone e portano un po’ di oriente, che diciamolo pure, è sempre così elegante e ricercato? E che dire dei motivi faunistici che ricordano le ville italiane del rinascimento, la villa d’Este di Tivoli o gli interni romano- antichi delle ville di un tempo? Last but not least, le carte da parati sono la scelta più azzeccata per le camere dei bambini. Ci si può sbizzarrire scegliendo tra quelle da disegnare, le cornici o le carte che imitano le lavagne e vi si può disegnare con i gessetti. Una vera e propria favola per i nostri piccoli artisti. Provate a immaginare gli interni che vi propongo con delle pareti monocolore, magari candide e immacolate. Non avrebbero calore, non avrebbero carattere. Le carte da parate diventano tra l’altro una scelta quasi obbligata per le nostre case di città, collocate all’interno di conglomerati urbani dove una traccia di verde diventa quasi una caccia al tesoro. Basta una parete verde piena di foglie di banano per respirare un po’ di natura in casa e ritrovarla in camera da letto o nel soggiorno. Recentemente, mi sono imbattuta in questo bellissimo sito di carte da parati di design e che propone carte da parati che si ispirano agli anni 70 e non solo, con le firme più prestigiose del mondo dell’interior design. Eccovi alcune carte da parati scelte per diversi ambienti, dalla camera da letto, al bagno. Divertitevi ad arredare! Alla prossima! 

30 Luglio 2019 / / Blog Arredamento

Spesso la scelta degli zerbini viene sottovalutata e non considerata come importante, tuttavia è dimostrato invece come i tappeti esterni la dicano lunga sia sulla cura dello spazio outdoor che sullo stile dell’abitazione, di un ufficio, di un negozio o altro. Ecco dunque una guida per scegliere gli zerbini da esterni, con tante soluzioni pratiche ed eleganti proposte.

zerbini esterni personalizzatiFoto: tuttozerbini.it

Qual è la loro funzione

La funzione dei tappeti da esterni si è decisamente evoluta nel tempo e anche in fatto di zerbini la scelta diventa sempre più accurata e precisa. La comodità degli zerbini da esterno, quando questi sono di ottima qualità, è innegabile, ma altrettanto innegabile è l’effetto che aggiungono agli spazi outdoor, considerati dei luoghi a tutti gli effetti da arredare al pari degli interni.

Un tappeto comodo consente di fruire dunque degli spazi esterni in maniera più funzionale, e può essere scelto nelle dimensioni desiderate per aumentare la sua funzione. Inoltre, sceglierlo in sintonia con l’abitazione o il negozio o l’ufficio crea un’armonia decisamente migliore, che aggiunge classe ed eleganza ad ogni contesto.

Ecco che la scelta dei tappeti da esterni può cadere su zerbini di piccole o medie dimensioni, oppure su zerbini di dimensioni tali da coprire lo spazio desiderato e dare, oltre alla funzione di decoro, anche una indubbia funzionalità, che è quella di rendere lo spazio esterno calpestabile e in grado di far raggiungere l’interno con estrema comodità.

L’utilizzo degli zerbini esterni assicura anche che la maggior parte dello sporco si fermi all’ingresso e non si accumuli sui pavimenti, per cui i loro benefici sono notevoli e non devono essere mai sottovalutati.

Zerbini da esterni: il materiale fa la differenza

Come già detto, gli zerbini da esterno sono funzionali e comodi e quindi indispensabili da posizionare in tutti gli ingressi. A costituire la differenza nella scelta è il materiale, che bisogna valutare in funzione dell’utilizzo che se ne deve fare, quindi se serve per l’esterno di un’abitazione oppure per metterlo al di fuori di negozi o centri commerciali. Ecco i materiali migliori per scegliere lo zerbino da esterno:

Cocco sintetico

Fra i materiali da scegliere troviamo il cocco sintetico, ottimo per il suo potere pulente e assorbente e per la sua eccezionale resistenza al calpestio e alle intemperie.

Cocco naturale

Realizzato con fibra 100% naturale, offre una valida barriera contro lo sporco ed è facile e pratico da manutenere con un semplice aspirapolvere. È ideale per attività a traffico medio basso e indicato per ambienti rustici e storici.

Ricciolo di vinile

Ottimo è anche il ricciolo di vinile, di facile posa e che non necessita di sottofondo in gomma, altamente resistente ai raggi UV e ideale per produrre zerbini personalizzati.

Chicco di riso

Si tratta di una fibra sintetica resistente alle intemperie, allo schiacciamento e ai raggi UV. Lo zerbino in chicco di riso è dotato di sottofondo in gomma naturale e mantiene il suo aspetto e la sua funzione a lungo nel tempo. Di facile manutenzione e pratico da pulire, basta un getto d’acqua oppure l’aspirapolvere per mantenerlo perfetto.

30 Luglio 2019 / / Le Cose Semplici

In questa torrida estate 2019 Ikea ci regala una collezione estiva che ricorda molto l’atmosfera che si respira nelle isole canarie.

Filo conduttore di questa stagione è il blu profondo, declinato ovunque: caraffe, fodere per cuscini,piatti ecc.

 

Fodera

divano

Piatto Blu

Poi tanto bianco, con qualche accento di tanto in tanto, come il grigio delle sedie oppure il verde bottiglia.

Brocca

Sedia

Rattan e vimini non possono mancare.

Tavolino

Poltrona

Atmosfera rilassante , linee pulite e delicate sono il tocco finale di questa collezione bellissima.

Credit Images Ikea

29 Luglio 2019 / / Stili

Scopri il tuo stile d’arredo personalizzato grazie a questo post intervista con Carla del blog Amate Stanze. Finalmente capirai perché un solo stile d’arredo non ti definisce.


Scommetto che non hai ancora capito qual è il tuo stile d’arredo.

Sei appassionato di interior design e arredamento e conosci le differenze tra gli stili. Eppure fatichi a definirti in uno solo di loro.

Ti svelo un segreto: non trovi il tuo stile perché è impossibile ritrovarsi in una sola tendenza d’arredo.

Nel post di oggi approfondiamo questo e altri punti che ti permetteranno di fare chiarezza e di trovare finalmente il tuo personale ed unico stile.

Cominciamo.

scopri il tuo stile d'arredo personalizzato

Scopri il tuo stile d’arredo personalizzato con Carla di Amate Stanze

La protagonista dell’intervista di questo mese è Carla Costa, architetto e interior design blogger.

Amate Stanze è il suo blog, grazie al quale ha scoperto una dimensione a lei molto congeniale, legata alla scrittura e all’approfondimento di tematiche inerenti l’interior design e l’home decor.

Nelle pagine di Amate Stanze ti accompagna a scoprire i trend d’arredo più interessanti condividendo consigli di home styling e fai da te, ma anche idee sull’arte del ricevere e sul table setting per eventi ed il matrimonio.

Mette inoltre a disposizione la sua esperienza decennale, accumulata nel settore interior, per chi vuole rinnovare i propri spazi ma anche per chi opera nel campo attraverso corsi, consulenze e altri servizi dedicati.

Scopri il tuo stile d'arredo personalizzato con le moodboard di Carla Costa
| Moodboard di Carla Costa |

Ciao Carla e benvenuta sul mio blog! Per chi fatica a definirsi in uno stile d’arredo, quali possono essere i consigli pratici iniziali per fare chiarezza e cominciare a definire il campo?

Per iniziare a prendere coscienza dei propri gusti e cominciare a definire il proprio stile consiglio di iniziare a cercare l’ispirazione dedicando del tempo a sfogliare riviste, libri, blog ecc. prendendo nota di tutto ciò che ti colpisce.

E’ poi importante cominciare a porsi alcune domande:
– Che casa ti piace? Pensa alla casa che hai sempre sognato: la tua casa dei sogni può essere minimal, funzionale o ancora raffinata, accogliente, ecc.
– Qual è il tuo stile di vita? Pensa al lavoro fai, a quali sono i tuoi hobby e in che modo i tuoi ambienti devono rispondere alle tue esigenze.
Solo trovando il giusto bilanciamento tra questi due aspetti potrai trovare uno stile che sia in armonia con la tua personalità.

Pensi che un solo stile d’arredo possa definire ciascuno di noi? O i risultati migliori si hanno mixandone due o tre?

Uno dei motivi per cui spesso è difficile individuare il proprio stile è che la maggior parte delle persone ha gusti ed esigenze che possono essere soddisfatti solo attraverso un mix di due o più stili.

Per questo credo che i risultati migliori si ottengano mixando due o tre stili al massimo. Pochissime persone hanno infatti uno stile unico e puro. Alla maggior parte di noi piacciono alcuni elementi specifici di diversi stili.

Spesso però la difficoltà, ma anche la parte più stimolante del mio lavoro, è capire come assemblarli per creare uno stile davvero personale evitando di adattarsi ad uno solo stile senza sentirsi mai a proprio agio.

Scopri il tuo stile d'arredo personalizzato con i progetti di Carla Costa
| Progetti di Carla Costa |

Pensi sia importante individuare uno schema cromatico del proprio stile?

Certo, nella ricerca del proprio stile è fondamentale comprendere quali sono i colori che ci fanno stare meglio in modo da essere a proprio agio in ogni ambiente della nostra casa.
Per farlo bisogna individuare il proprio personale schema dei colori, in quanto ogni gruppo di colori risveglia sensazioni ed emozioni diverse. Ecco alcuni consigli su come iniziare:

  • Lasciati ispirare da un oggetto che ami particolarmente, per scegliere 2-3 colori che ti fanno sentire a tuo agio.
  • Raccogli le idee in un diario o in una tavola dei colori: procurati un quaderno o un pannello da appendere su cui raccogliere in un collage immagini e materiali (tratte da riviste, cataloghi, fotografie, tessuti, fiori, ecc.). Un po’ alla volta emergeranno delle tendenze e dei colori predominanti che rappresenteranno i tuoi gusti.
    Infatti è proprio il lavoro preliminare molto utile che invito a fare anche durante i miei corsi dedicati alla creazione della moodboard.

Quale stile ti rappresenta di più?

Personalmente mi piacciono le linee sinuose ma pulite; pertanto uno stile classico molto essenziale con qualche dettaglio retro è lo stile che più mi rappresenta.

Amo infatti anche riutilizzare e ridipingere vecchi mobili o oggetti in legno per dar loro nuova vita. 

Per quanto riguarda il mio lavoro però sono molto attenta allo studio delle preesistenze e all’ascolto dei desideri del committente per offrire un progetto in linea con il “suo” stile, che andremo a definire insieme. Cerco di rendere gli ambienti accoglienti e confortevoli, armonizzando le parti tra loro e lavorando molto sul corretto abbinamento dei colori, sulla luce e sui dettagli.

Ti va di dare qualche consiglio utile ai nostri lettori che vogliono rinnovare la loro casa?

Un consiglio che amo dare è quello di cercare di individuare i punti deboli ed i punti di forza della propria casa. Per rinnovare uno spazio non è infatti sempre necessario stravolgere quello che si ha a disposizione.

Anzi, spesso ciò che ci sembra un limite del nostro spazio può rivelarsi un’inaspettata fonte di ispirazione da cui partire, per modificare un ambiente e renderlo più armonioso e accogliente.

Pronto a diventare un esperto dell’interior design?

Rispettiamo la tua privacy.

L’articolo Scopri il tuo stile d’arredo personalizzato con i consigli di Carla sembra essere il primo su Benvenuti sul mio blog dove l’interior design è reso facile.

29 Luglio 2019 / / Architettura

cortile interno residenza di lusso

Nella città vecchia di Palma un edificio del XVI secolo è stato sapientemente restaurato e trasformato in nove residenze di lusso: quattro appartamenti e cinque attici in stile classico contemporaneo.

Pont i Vic è il nome del nuovo progetto residenziale firmato dallo studio Gras Arquitectos. La sfida più importante ha riguardato il restauro degli elementi storici presenti nell’edificio, come la facciata e il cortile interno, tipici dell’architettura medievale. Particolare attenzione è stata inoltre prestata agli elementi di forgiatura presenti nei pilastri e corrimano, oltre al restauro della pietra Marés, componente principale in gran parte dell’edificio combinato con altri elementi strutturali più moderni. I materiali scelti per la realizzazione di questo progetto sono nobili e di alta qualità: pietra, legno e ferro.

facciata restaurata di un edificio storico

Storia dell’edificio

Per oltre quattro secoli, Pont i Vic ha incarnato la raffinatezza e il patrimonio dei suoi dintorni. Costruito dalla famiglia Morei all’inizio del XVI secolo, il Signore di s’Estorell lo acquistò, mantenendo la proprietà fino al 1811 come Posada de s’Estorell. Nel corso della sua storia i proprietari hanno eseguito continue opere di restauro all’edificio.

Dal 16 ° secolo in poi, sono stati aggiunti svariati elementi tipici del periodo rinascimentale ed è stato un continuo rinnovamento fino alla sua vendita a metà del 20 ° secolo, dove divenne una casa molto amata ed elegante per le famiglie.

La nuova visione dell’edificio apre un nuovo capitolo moderno dove passato e presente si fondono in un perfetto connubio.

edificio del XVI secolo a Palma di Maiorca

Il residences Pont i Vic

Dopo l’accurato restauro, al piano terra si trova l’accesso all’edificio attraverso un cortile dallo stile medievale tipico di Maiorca, dove si possono trovare alcuni dettagli risalenti all’inizio del Rinascimento.  Ai piani superiori, il team di architetti ha realizzato 4 appartamenti da 1 o 2 camere da letto e 5 attici; tutti sono disposti intorno al cortile e dotati di ampie finestre che permettono di inondare gli interni con tanta luce naturale. Gli attici dispongono di terrazze private sul tetto, che offrono ampie vedute della città vecchia e viste sulla Cattedrale.

cortile in stile medievale edificio storico

terrazza con vista panoramica

Il progetto di interior design è stato curato da House by Sanz.

Appartamenti e attici sono caratterizzati da ampi spazi abitativi a pianta aperta, soffitti alti con travi a vista, boiserie in legno alle pareti e la più raffinata selezione di materiali per un perfetto stile classico contemporaneo.

cucina con finiture di lusso

soggiorno in stile classico contemporaneo

camera da letto dai toni naturali

bagno con dettagli in ferro nero

living e zona pranzo in stile classico contemporaneo

camera da letto elegante e luminosa

bagno con grande lavabo in pietra

Nonostante la posizione centralissima, i residenti di Pont i Vic possono godere della massima privacy.

Per maggiori informazioni su queste 9 residenze di lusso vi invitiamo a visitare il sito www.potivic.com

L’articolo Restauro di un edificio storico nel cuore di Palma proviene da Dettagli Home Decor.