16 Ottobre 2021 / / Blogger Ospiti

Dove trovare idee originali, di design, per arredare casa? O semplicemente per rinnovare con stile, cambiando o introducendo nuovi pezzi e complementi? Sicuramente il primo passo è quello di visitare siti on-line specifici, i quali forniscono numerosi spunti e opzioni originali. Uno tra i più dedicati è proprio il blog arredamento di Arredaremoderno.com, ricco di novità e consigli su come rendere i vostri ambienti unici e dallo stile di design impeccabile.

Blog arredamento: scopri tutte le novità nell’arredamento di design per uno stile originale

Il blog di arredamento su Arredare Moderno tratta tutti gli argomenti nel mondo della casa e dell’arredamento. Soprattutto consiglia i migliori prodotti di design e di alta qualità da inserire nei propri ambienti.
Ci sono articoli e sezioni dedicate per ogni singolo interesse: dai migliori materassi, alle poltrone più idonee per la sala da pranzo e soggiorno. Dalle novità nei coffee table, ai migliori complementi per arricchire le stanze.
Questo blog di arredamento è il più indicato per chi cerca non solo consigli concreti su come arredare casa con stile, in che modo e in quale posizione collocare gli arredi; ma propone delle soluzioni concrete con oggetti e mobili di design di importanti marchi italiani. È una sorta di guida, che elargisce sì idee originali per la casa, ma anche delle opzioni immediate sui migliori prodotti di design in circolazione.
Il sito di Arredare Moderno offre soluzioni per la casa a tutto tondo. Ma non solo. Validi spunti e consigli anche per l’ufficio, per donare un tocco di stile anche nell’ambiente lavorativo, oltre che per ottimizzare gli spazi e renderlo più vivibile e confortevole.
Dai piccoli spazi a quelli più ampi, gli articoli su questo blog di arredamento, vi forniranno differenti e validi prodotti per ricreare lo scenario giusto nella vostra casa. Dai divani biposto a quelli ad isola, ai tavoli consolle allungabili e ad un’illuminazione adeguata in ogni spazio della casa. Ma anche dei più particolari ed innovativi letti e lampade domotiche, per ottimizzare anche il comfort acustico e, di conseguenza, quello abitativo.
Inoltre, tratta le tendenze del momento e quelle future, descrivendo i materiali ed i colori più in voga, oltre che consigliarne i migliori abbinamenti per una resa ottimale. Infine, suggerimenti su come creare un angolo relax di stile ed il tavolo perfetto per adornare la sala da pranzo.

Il blog di arredamento Arredare Moderno e i consigli per l’outdoor

Terrazze e giardini sono parte integrante, addirittura un allungamento, dell’arredamento domestico. L’esterno viene considerato una zona importante e, come tale, ha bisogno di essere arredata e adornata, oltre che perfettamente illuminata.
Poltrone, sedie, tavoli, luci e complementi. Anche qui è possibile sbizzarrirsi con l’intento di creare un outdoor comodo e di stile.
Inoltre, su Arredaremoderno.com, è possibile trovare informazioni e proposte fra i migliori pezzi di design per l’outdoor.
Come poltrone ed oggetti – opere d’arte, in grado di decorare il giardino come se fossero delle vere installazioni. Stessa cosa per i sistemi illuminanti da esterno.
Interessanti gli articoli sulle proposte di lampade e di illuminazione per gli spazi. La luce è una componente fondamentale nelle nostre case, oltre che per l’outdoor e sul blog di Arredaremoderno.com è possibile trovare delle preziose indicazioni su come posizionare le luci e quali tipologie di lampade scegliere per l’esterno.
I contenuti nel blog arredamento di Arredaremoderno.com sono frutto di esperienza degli attori nel settore della casa e del design, mirati ad offrire i migliori standard qualitativi e prodotti validi dello scenario Made in Italy. Sempre aggiornato e pronto ad offrire le migliori proposte sul mercato, per una casa di design originale e personalizzata.

16 Ottobre 2021 / / La Gatta Sul Tetto

L’interesse verso gli articoli per animali è in costante crescita. Per questo A’ Design Award ha creato la categoria Pet Supplies and Products for Animals.

Pet Supplies

Il settore dei prodotti per animali da compagnia registra un interesse sempre più marcato da parte del pubblico. Per questo molti designer stanno indirizzando il loro talento verso questo segmento di mercato. Non a caso il prestigioso concorso internazionale A’ Design Award ha creato una categoria specifica, denominata Pet Supplies and Products for Animals

Qui e in questo articolo trovate tutte le informazioni relative al concorso, creato nel lontano 2009 per promuovere i migliori designer e mettere in evidenza i migliori progetti, e organizzato da OMC Design Studios SRL, membro di ADI e ICSID.

A’ Design Award, le categorie 

Il concorso prevede più di 100 categorie, suddivise in 6 macro gruppi: Good Industrial Design Award, Good Architecture Design Award, Good Product Design Award, Good Communication Design Award, Good Service Design Award e Good Fashion Design Award.

Per l’articolo di oggi ho scelto di presentarvi i progetti vincitori della categoria Pet Supplies and Products for Animals, tra ciotole, cucce, trasportini, gabbie, case, giocattoli e percorsi domestici o urbani. Alcuni articoli sono stati presentati come prototipi, altri come prodotti finiti, spesso poi realizzati e commercializzati. Se anche tu hai un progetto che vorresti portare all’attenzione di un pubblico internazionale, e magari suscitare l’interesse di aziende interessate a produrlo o commercializzarlo, A’ Design Award è il concorso che fa per te.

Qui di seguito trovi tutte le categorie presenti, tra le quali scegliere quella che rappresenta meglio il tuo progetto:

 Consulta la lista completa delle categorie

I vincitori della categoria Pet Supplies and Products for Animals

Ecco una selezione di progetti vincitori delle scorse edizioni del A’ Design Award.

Come iscriversi e quando

Iscriversi è semplice, basta cliccare su questo link:

L’ultima scadenza per l’iscrizione è il 28 febbraio 2022, mentre i risultati saranno resi noti il 15 aprile 2022, anche su questo blog.

15 Ottobre 2021 / / Dettagli Home Decor

piano cucina nero in pietra sinterizzata
Lapitec nero velluto

Non sai come orientarti nella scelta del top cucina? Per aiutarti a scegliere, ecco i pro e contro dei materiali più diffusi.

Quando si è in procinto di arredare la cucina, la scelta del piano di lavoro merita la giusta attenzione: non solo dovrà essere in armonia con lo stile dell’arredo, ma anche resistente, pratico e funzionale. Nel corso degli anni il mercato del settore si è arricchito di nuovi prodotti che rendono la scelta sempre più difficile: materiali di nuova generazione e spesso brevettati, si affiancano a quelli tradizionali anch’essi migliorati nelle prestazioni. E allora quali scegliere? Dovrai prendere in considerazione diversi aspetti prima di decidere quale sia il top cucina adatto alle tue esigenze. Ma vediamo quali sono i materiali più diffusi e le diverse caratteristiche.

I materiali compositi

Negli ultimi anni si sono diffuse le superfici tecniche, ovvero materiali compositi in grado di riprodurre fedelmente pietre marmi e quarzi, ma con prestazioni tecniche decisamente superiori.

cucina moderna con top al quarzo
cucina Stosa Aliant con piano in Okite

Quarzi tecnici, compositi o pietra ingegnerizzata, commercializzati con nomi differenti sono composti da un’elevata percentuale di polveri o graniglie di quarzo naturale, al quale si aggiungono pigmenti, additivi più una piccola percentuale di resine leganti. Il risultato finale è un prodotto bello e durevole, in grado di resistere alla corrosione degli acidi e alle macchie, è anche facile da pulire, soprattutto se in finitura lucida. Inoltre, grazie alla presenza di additivi nell’impasto, offrono proprietà antibatteriche. Unico svantaggio, la bassa resistenza al calore.

top cucina in pietra sinterizzata effetto marmo
pietra sinterizzata Lapitec

Gres e pietre sinterizzate

Proposti in maxi formati e spessori sottili, il gres porcellanato e le pietre sinterizzate di nuova generazione sono perfetti per i top cucina. Grazie alla tecnologia di stampa digitale ad alta risoluzione, sono in grado di imitare alla perfezione marmi, pietre naturali e qualsiasi altro materiale o soggetto. Anche se la composizione è diversa, sono entrambi naturali al 100%, riciclabili, super compatti e non porosi, caratteristica che li rende anche molto igienici e facili da pulire. Top in gres e pietre sinterizzate sono resistenti ai graffi, alle macchie, agli acidi e non temono il calore. Se dotati del giusto supporto sono resistenti anche ai colpi. Sono a tutta massa, uguali in tutto il loro spessore. Questo significa che, in caso di leggera scalfittura, il danno è quasi impercettibile perché la superficie e la parte sottostante sono identiche.

isola cucina con piano in acciaio inox
cucina Doimo D12 piano acciaio inox

Materiali naturali

Legno, marmo e acciaio, da sempre utilizzati per i piani di lavoro delle cucine, a seconda della tipologia, sono perfetti sia per ambienti classici sia moderni. Esteticamente belli e di pregio, necessitano di cure e attenzioni.

Il legno è il più naturale di tutti i materiali, ma per una questione ambientale è meglio evitare i top realizzati con specie legnose provenienti da foreste equatoriali o tropicali, le più minacciate, privilegiando quelli che provengono da foreste gestite in modo sostenibile e certificate “FSC”. Il piano lavoro in legno massello è facile da pulire e molto durevole se tenuto in modo attento, inoltre può essere levigato e riverniciato.  La superficie di un top in legno si può graffiare con i coltelli, nel tempo si può danneggiare con l’acqua, è soggetto a crepe senza manutenzione, inoltre va oliato e verniciato frequentemente.

Caratteristica principale del marmo è la lucentezza, dovuta ai cristalli che lo compongono e che ne determinano il valore. Dal punto di vista tecnico, i piani di lavoro in marmo sono resistenti al calore, ma temono le macchie. Anche se vengono forniti con trattamento idro-oleorepellente di serie, è necessario proteggerlo periodicamente, seguendo le indicazioni del produttore. La finitura più resistente alle macchie è quella lucida.

I piani di lavoro in acciaio inox offrono numerosi vantaggi, principalmente legati alle proprietà di questo materiale. Sono molto igienici e antibatterici, facilitano l’uso del piano lavoro grazie alla forte resistenza agli urti e la facilità di pulizia delle macchie. Il problema in questo caso sono i graffi: per evitarli il consiglio è di scegliere un top cucina in acciaio con finitura spazzolata o goffrata.

cucina moderna con isola e banco snack
cucina Doimo D20 piano in Okite

Come scegliere il top cucina

In fase di scelta dei materiali per il piano lavoro della cucina occorre tenere in considerazione 3 aspetti: stile, funzionalità e prezzo.

Il top cucina è un vero e proprio componente d’arredo, per questo dovrà essere in sintonia con tutti gli altri elementi presenti in cucina.

Nella valutazione tra funzionalità ed estetica è importante considerare quanto frequentemente si utilizza la cucina. Per chi ama cucinare, la soluzione ideale potrebbe essere un top cucina particolarmente resistente. Al contrario chi trascorre la maggior parte del tempo fuori casa e utilizza poco la cucina, può puntare più sul lato estetico dando meno importanza alla resistenza del piano.

Come abbiamo visto i materiali per top cucina sono molti, ognuno con caratteristiche differenti così come i prezzi. Quando si sceglie il piano lavoro va sempre considerato il budget a disposizione per orientarsi sul prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo.

L’articolo Top cucina: quali materiali scegliere? proviene da Dettagli Home Decor.

15 Ottobre 2021 / / Charme and More

Hygge è una parola difficile da tradurre e da definire esattamente in termini linguistici.  Indica un tipo di accoglienza e convivialità domestica che genera una sensazione di appagamento e benessere”, ma anche “l’attitudine a ricercare la felicità nelle piccole cose”.

Hygge è una sensazione di benessere e buon umore, un sentimento di serenità e comfort, un’atmosfera avvolgente e intima come quella di casa.

Un sostantivo che in tedesco potrebbe essere tradotto con “Gemütlichkeitche descrive uno stato d’animo serenouna sensazione di benessere dovuta a un ambiente caloroso e confortevole fatto di semplicità, pochi pensieri e atmosfera famigliare. Quindi qualcosa di molto simile allo stile di vita altoatesino.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Clemens Zahn
Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Alex Moling

Basti pensare alla Stube, che è sempre stata il cuore di ogni maso di montagna dell’Alto Adige. Una stanza calda, rivestita di legno di abete rosso o cirmolo e riscaldata con una stufa in maiolica, dove avvenivano gran parte delle attività delle famiglie, proprio perché l’unica riscaldata.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

In questo locale accogliente, gli altoatesini da sempre si ritrovano per svolgere le attività domestiche, per giocare a carte, per mangiare, per bere un bicchiere di vin brulé o per chiacchierare fra amici mangiando castagne arrostite, Schüttelbrot, pancetta, e vino nuovo nel periodo del Törggelen.

Ph. credit IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

Oggi, come una volta la Stube emana calore, senso di sicurezza e armonia, un’atmosfera famigliare e intima molto simile alla spirito Hygge che celebra la felicità domestica e quelle piccole cose che riescono a rendere speciali i momenti più semplici.

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram, Facebook e Pinterest per non perdere i post.

Immagine in evidenza IDM Südtirol-Alto Adige/Marion Lafogler

 

L’articolo Hygge altoatesino; i piccoli momenti di felicità nella vita di ogni giorno. proviene da Charme and More.