18 Dicembre 2020 / / +deco

Sono cosi’ felice di mostrarvi lo spettacolare showroom De Gournay di Parigi, progettato da India Mahdavi come parte dell’evento Deco Off 2020. Solo India Mahdavi poteva creare un favoloso ed accogliente boudoir che riesce ad essere contemporaneamente molto belle epoque ed incredibilmente di tendenza. La designer ed architetto di origini iraniane-anglo-egiziane e’ indubbiamente illustre maestra nel creare associazioni di colori inaspettate e nel declinare al meglio tonalita’ brillanti e coraggiose, vestendole con dettagli femminili e con forme inusuali.

Lo showroom e’ composto da due grandi stanze. La stanza lounge con grandi sedute in velluto viola e’ imbellita dalla carta Abbasi in The Sky commissionata dallo storico atelier francese De Gournay. Il murales, parte della collezione PPP e’ ispirato dal lavoro del miniaturista Iraniano del sedicesimo secolo Reza Abbasi; la scena e’ pitturata a mano su una seta color verde acquamarina pallido . La moquette lilla, soffice e sontuosa, unisce questo spazio con la stanza adiacente tappezzata dalla versione arancio della carta Chez Nina. Immancabili nei progetti di India le poltroncine a fiore Charlotte in velluto rosa cipria.

Fotografie di Rebecca Reid (cortesia di De Gourney)

The post India Mahdavi per De Gournay appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

18 Dicembre 2020 / / Design

Il design nasce sul finire del 1800 come ideazione e progettazione di oggetti destinati alla produzione in serie. Questa fu una concezione direttamente collegata alla rivoluzione industriale dell’epoca e ai cambiamenti tecnologici e sociali cui le società del mondo occidentale andavano incontro in quel periodo. Il design è sempre stato oggeto di diatriba tra gli studiosi del settore: tra chi lo vede come qualcosa di realmente rivoluzionario, e chi invece pensa sia soltanto la produzione in serie associata alla vita quotidiana delle persone. Ciononostante il design resta qualcosa di rivoluzionario comunque perché è riuscito, grazie ai suoi creativi, a dare una lettura completamente nuova a oggetti che sarebbero rimasti sempre uguali a se stessi per sempre. Il design infatti rappresenta in qualche modo i cambiamenti che avvengono nella società e nel modo di guardare il mondo.

I cestelli del ghiaccio come opere d’arte

In quest’ottica l’artista Fausto Roma attraverso la Collezione HEL si fa interprete di creazioni uniche, di elevato valore artistico: i cestelli del ghiaccio. AGA DESIGN fa mostra di queste opere attraverso il sito. I cestelli del ghiaccio creati da Fausto Roma sono acquistabili attraverso il sito di AGA Design con un countdown per il mese di dicembre 2020. La Collezione HEL restituisce alla semplicità dei cestelli del ghiaccio un valore artistico che veicola il simbolico e l’ancestrale, quasi come a costituire degli antichi totem. I cestelli del ghiaccio di Fausto Roma sono creazioni per gli amanti del lusso e dell’arte. La complessità stessa insita nel concetto di design na fa qualcosa di particolare al tempo stesso. Dal concetto di design infatti sono nate diverse declinazioni tra cui quella di brand design, experience design e visual design. In questo senso il design assume visuali complesse e quanto mai variegate, che lo rendono un concetto sempre più inafferabile. Da queste contraddizioni e visuali mescolate deriva la cifra artistica dei cestelli del ghiaccio di Fausto Roma. Le sue creazioni sono infatti delle opere dall’alto contenuto artistico e simbolico, e ciò le rende uniche nel suo genere. Nonostante la storia del design italiano riguardi soprattutto il mobile e il complemento di arredo, non mancano i settori come quello dell’illuminazione o della creatività in senso lato, che continuano a generare novità e gradimento presso il grande pubblico. Per questo l’artista Fausto Roma, di fame internazionale, con i suoi cestelli del ghiaccio ha scelto di reinterpretare oggetti di arredo che richiamano il lusso e la contemporaneità ma che al tempo stesso volgono lo sguardo al passato e a forme di arte quasi dimenticate. Il design ha da sempre sposato tecniche innovative e stili diversi, proprio per rendersi interprete di oggetti presenti nella quotidianità delle persone ma con la prospettiva sempre rivolta al futuro.

L’articolo Design e arte nei cestelli del ghiaccio di Fausto Roma proviene da Architettura e design a Roma.

18 Dicembre 2020 / / Idee

I pallet (o bancali, in italiano) come ormai sappiamo bene sono strutture realizzate in legno che vengono utilizzate come base sulla quale appoggiare le merci, così da facilitare i trasporti e gli spostamenti. 

Abbiamo già visto diverse volte come oltre all’utilizzo in ambito industriale, i pallet sono diventati popolari anche per i progetti fai da te, dedicati all’arredamento domestico. Il Web è pieno di video tutorial che mostrano come utilizzare i pallet tra le mura di casa per creare mobili sostenibili, con un investimento contenuto e originali, su misura per le proprie stanze.  

Se siete in cerca di un modo originale per personalizzare la vostra camera, perché non provate a realizzare un letto dall’aspetto moderno utilizzando i pallet? Vediamo insieme quali sono i passaggi da seguire!

1- Procurati i pallet!

Per quanto possa essere facile procurarsi dei pallet usati, si consiglia di utilizzare pallet epal preferibilmente nuovi e pertanto privi di muffa, macchie di umidità e sporcizia di varia natura. Se volete usare dei pallet recuperati, assicuratevi di pulirli alla perfezione ed evitate sempre e comunque i pallet con i quali sono stati trasportati agenti chimici potenzialmente pericolosi per la salute.

2- Pulisci e leviga

Indipendentemente dalla provenienza dei pallet, il legno dev’essere liscio e privo di punti affilati: per affinare la grana dei pallet potreste utilizzare la carta vetrata, ma si tratterebbe di un processo lungo e noioso che potreste abbreviare drasticamente grazie a una levigatrice elettrica, delegando l’uso della carta vetrata solo ai punti più piccoli e difficili da raggiungere.

3- Dipingi

Se avete in mente di dipingere i pallet, potete passare uno strato di cementite su tutta la superficie; in questo modo otterrete una base bianca, opaca e omogenea che protegge il legno e lo prepara alle successive fasi di lavorazione. Prima di procedere alla verniciatura, passate almeno due mani di cementite su tutta la superficie da trattare, in modo da impermeabilizzare al meglio il legno poroso dei pallet. 

Una volta che la cementite sarà asciugata, scegliete il vostro colore preferito e stendete almeno tre mani di vernice sui pallet, così da assicurarvi un risultato ben uniforme. Se volete ottenere un effetto moderno, potete lasciare i pallet del loro colore naturale, ma è sempre meglio passare una vernice protettiva trasparente.

Se desiderate dipingere il pallet potete anche usare prodotti specifici che si possono applicare direttamente sul legno senza cementite, abbreviando i vari passaggi.

4- Assembla

Una volta che i pallet sono completamente asciutti, è arrivato il momento di assemblarli! Procuratevi delle viti di almeno 8-10 cm con cui unire i pallet tra di loro.

Poiché le dimensioni dei pallet sono di circa 1,2 m per 80 cm, costruire un letto matrimoniale richiederà almeno quattro pallet: due andranno uniti per il lato più lungo, gli altri due per il lato più corto. I due moduli così ottenuti andranno quindi assemblati per formare una sorta di “T”; con questo schema, otterrete una base per un letto matrimoniale di 200 x 160 cm, e avrete anche due piccoli spazi da usare come comodini. 

Se questo design non vi convince e volete qualcosa di più semplice, potete unire due pallet per il lato più corto (ottenendo così una base per un letto singolo) e ripetere l’operazione con l’altra coppia di pallet, unendo poi i due moduli per il lato lungo. A questo punto, potete scegliere di fabbricare una testata per il letto usando uno o più pallet messi in verticale. 

Ci sono moltissimi modi per combinare i pallet per formare la base di un letto: non dovete far altro che sperimentare finché non trovate la vostra forma preferita (o quella perfetta per la vostra camera); l’importante è assicurarsi che il risultato finale abbia delle dimensioni compatibili con quelle del vostro materasso. 

5- Decora e posiziona il materasso

Adesso che la base del letto è pronta potete divertirvi a decorarla come meglio credete, per esempio montando delle piccole luci sulla testata, o magari utilizzando gli spazi vuoti all’interno dei pallet per inserire libri, riviste o cassetti. A questo punto non vi resta che posizionare sulla base di pallet il vostro materasso in linea e godervi il risultato! 

Ora che avete rinnovato l’aspetto estetico della vostra camera, non dimenticatevi anche il lato pratico: che dormiate soli oppure in compagnia, è importante scegliere con cura il miglior materasso per le esigenze della vostra schiena. Materassi in lattice, in schiuma, in memory foam o a molle insacchettate: indipendentemente dal vostro peso, dalla vostra posizione preferita per dormire o dal vostro gusto personale, uno di questi modelli sarà sicuramente in grado di soddisfare le vostre aspettative; in questo modo non solo il vostro letto sarà ecologico, moderno e di design, ma anche perfetto per la vostra salute!

L’articolo Fai da te: realizzare un letto con i pallet proviene da Architettura e design a Roma.

18 Dicembre 2020 / / Idee

Quale evoluzione c’è stata negli interni e come saranno concepiti gli spazi nella casa post Covid-19?

In tutto il mondo proseguono i lockdown con differenti limitazioni a seconda del paese.

Durante i mesi senza blocchi sono molte le persone che hanno dimostrato di essere cauti continuando a seguire le abitudini acquisite nel corso del lockdown totale della scorsa primavera.

Dal tenersi alla larga dagli spazi pubblici, trasformando la casa in uno spazio multifunzionale, all’acquisto di prodotti per migliorare l’umore,

ecco alcune delle indicazioni chiave per emergere dal Covid-19:

Spazi flessibili e arredi multitasking

La casa era il luogo in cui tornavamo dall’ufficio, dalla scuola, dalla palestra o dalle giornate trascorse fuori con gli amici.

Oggi è il luogo in cui viviamo, lavoriamo e giochiamo.

Le nostre case ora ospitano tutte le nostre attività e per questo devono essere estremamente flessibili.

E’ importante creare angoli con fantastici sfondi per riunioni digitali, dove possiamo impegnarci nel lavoro senza essere disturbati o disturbare gli altri. 

Tutti i nostri oggetti, mobili e complementi dovranno essere multitasking e più intelligenti per agevolare la nuova vita domestica. 

Tendenze che migliorano il nostro umore

I consumatori,

sempre più spesso,

acquistano in base al proprio umore più che per bisogno:

la scelta di un oggetto piuttosto che un altro non dipende solo dal prezzo, ma soprattutto da come si sente. 

Naturalmente l’ambiente in cui viviamo ha un forte impatto sul nostro stato d’animo.

Di fronte al Covid-19 e a un’economia in difficoltà, le persone prediligono i colori brillanti e pastello mescolati insieme che migliorano l’umore e favoriscono uno stato d’animo più ottimistico.

La casa post-Covid-19:ecco come saranno concepiti gli interni con più privacy

Con l’incremento esponenziale di persone che restano o lavorano da casa, è inevitabile un cambio di tendenza nell’interior design:

si passerà dai progetti open space alla progettazione di ambienti più raccolti e con maggiore privacy,

Inoltre,

tornerà l’ingresso separato, totalmente inesistente nelle case open space, per disporre di uno spazio sicuro nel quale riporre scarpe, cappotto e borse che portiamo dall’esterno, dove non mancherà il gel per santificare le mani e un sistema di illuminazione UV per sterilizzare il telefono e le chiavi prima di accedere nel resto della casa.

Intrattenimento a casa

Per i momenti di svago e convivialità si continuerà a sfruttare la propria casa.

Molte persone si sentiranno più sicure tra le mura domestiche piuttosto che all’interno di un locale affollato,

mai come quest’anno la cucina è stata il fulcro della casa e continuerà ad esserlo anche in futuro. 

Nel corso del primo lockdwon molti di noi si sono rifugiati in cucina sperimentando nuove ricette e cucinando ottimi piatti come al ristorante,

questo ha riconfermato la tendenza d’arredo che ha come protagonista la cucina moderna aperta sul living.

Case più sane

Oltre al ritorno dell’ingresso separato nel quale lasciare tutto ciò che portiamo dall’esterno, c’è un forte interesse verso nuovi materiali più igienici e pratici.

Oggi molte aziende stanno infatti lanciando sul mercato nuovi pavimenti, rivestimenti e tessuti antibatterici in grado di garantire una maggior sicurezza.

Ci sarà anche un ritorno all’uso di materiali antichi come il rame e l’ottone, che hanno proprietà antivirali e antimicrobiche intrinseche.

La casa post Covid-19 e la natura indoor

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un forte incremento di piante e fiori dentro casa, in qualsiasi ambiente.

Le piante non vengono scelte solo come semplici decorazioni, ma come oggetti per il nostro benessere in quanto purificano l’aria e calmano la mente. 

Oggi sono in molti ad avere il “pollice verde”, e non limitandosi a scegliere piante facili da curare come ad esempio le piante grasse,

ma avvicinandosi a piante d’appartamento più complesse e difficili da mantenere in vita e lo fanno con successo!

L’articolo La casa post Covid-19:ecco come saranno concepiti gli interni proviene da Laura Home Planner.

18 Dicembre 2020 / / Design

In esclusiva per gli iscritti alla newsletter, la guida per le tendenze bagno 2021, un utile punto di partenza per il vostro progetto di rinnovamento.

Tendenze bagno 2021

In esclusiva per gli iscritti alla newsletter, una piccola guida che spero vi sarà utile nel caso abbiate intenzione di rinnovare il vostro bagno nei prossimi mesi. Visto che si tratta di un intervento impegnativo, spesso è difficile scegliere tra i colori, i materiali, i mobili, gli apparecchi sanitari e la rubinetteria, creando un insieme armonioso. Conoscere in anticipo le tendenze può essere un utile punto di partenza per il vostro progetto. Ecco una piccola anticipazione degli argomenti che troverete nella guida:

Il bagno come rifugio

La parola d’ordine, nel mondo degli interni, per il 2021 è armonia. Pochi selezionati colori, semplicità, materiali naturali per fare del bagno un ambiente caldo e confortevole, un’oasi di relax per dedicarsi a se stessi.

A causa della crisi pandemica, il concetto di casa è cambiato. Non è più solo il luogo dove ci si rilassa, si passa il tempo con la famiglia e si ricaricano le batterie per il quotidiano. In realtà, oramai la casa svolge molti ruoli extra: via via palestra, scuola, ufficio, sala riunioni in videocall. Il bagno, necessariamente, sfugge a questa logica, assumendo il ruolo di luogo intimo, nel quale tutte le preoccupazioni quotidiane sono bandite. Oggi più che mai, i piccoli momenti di piacere che possiamo concederci tra le mura domestiche sono un’ancora cui aggrapparsi, e un bagno accogliente, funzionale e confortevole è fondamentale per regalarci un po’ di serenità. Il bagno nel 2021 sarà il nostro rifugio.

Tendenze bagno 2021, i colori

Scegliere i colori del bagno è sempre un po’ complicato. Si tratta di una decisione importante, perché tali colori ci accompagneranno per molto tempo. Un valido aiuto ce lo possono fornire le anticipazioni sulle tendenze nel design e nel lifestyle. Si possono prendere idee e ispirazioni, così da evitare di stancarsi o di avere un bagno non in linea con i gusti contemporanei. Scoprite i colori per le tendenze bagno 2021.

Tendenze bagno 2021

Rivestimenti e arredo

Per i rivestimenti, continua la contrapposizione tra grandi e piccoli formati che già aveva caratterizzato gli anni passati. Le grandi lastre in grès porcellanato dominano il mercato, e le finiture più ricercate sono le pietre naturali, il marmo e il legno. Nei piccoli formati, piastrelle a motivo geometrico o floreale, e l’ormai onnipresente “terrrazzo”,  si confermano come la migliore scelta per chi desidera un bagno decorativo o in stile retrò.

Tendenze bagno 2021

L’ arredobagno nel 2021 propone mobili compatti dalle linee essenziali, sia con lavabi integrati che da appoggio. Il design pulito non significa neccessariamente che lo stile sia minimalista, tutt’altro. I giochi materici e cromatici, i piccoli spunti decorativi e le citazioni dell’estetica anni ‘60 o degli stili del passato, come l’Art Déco, regalano ad arredi e accessori un tocco eclettico e contemporaneo.

Docce, vasche e rubinetterie

Il box doccia walk in è di grande tendenza, mentre i piatti doccia e le vasche in materiale tecnico vanno per la maggiore, e hanno ormai quasi del tutto sostituito quelli in ceramica. Per quanto riguarda le vasche, grande risalto per i modelli free standing . 

Lo stile e i colori della rubinetteria nel 2021 seguono le tendenze generali, con il nero protagonista assoluto, inserti in marmo  e design essenziale con un tocco decorativo e citazioni Art Dèco.

Tendenze bagno 2021, la Spa in casa

La Spa in casa è la nuova frontiera dell’ambiente bagno. Oggi è possibile installare soluzioni “all in one” prefabbricate, con una spesa contenuta e senza affrontare lavori di ristrutturazione. Saune, Hammam, cromoterapia, idromassaggio, da oggi sono a portata di mano e sempre a disposizione.

Tendenze bagno 2021

Come fare per avere la guida tendenze bagno 2021

Per poter scaricare la guida tendenze bagno 2021, è sufficiente iscriversi alla newsletter mensile. Tutti gli iscritti potranno scaricarla direttamente nella newsletter che avrete ricevuto oggi nella casella e-mail.

Ecco il link per iscriversi: newsletter mensile lagattasultetto design blog.

Buona lettura!

18 Dicembre 2020 / / Architettura

TECA HOUSE di Federico Delrosso riceve la menzione d’onore Best of Year Awards 2020, il premio della
prestigiosa rivista USA Interior Design

Teca House, l’iconico progetto dell’architetto Federico Delrosso ispirato alla Glass House di Philip Johnson, immerso nella natura delle colline Biellesi, riceve la menzione d’onore – nella categoria Residential Landscape – del premio annuale Best of Year Awards 2020 indetto dalla prestigiosa rivista americana Interior Design. La premiazione in digitale si è tenuta lo scorso 9 Dicembre.

Best of Year Awards

Concepito con un approccio minimal-naturalista, Teca House è un edificio contemporaneo che consiste nel recupero di un piccolo fabbricato rustico nella splendida cornice delle colline di Biella. Si basa su un intervento di inversione compositiva, che porta all’esterno, smaterializzandolo, un piccolo volume rustico preesistente dando vita ad una nuova funzione sul territorio.

Best of Year Awards
Best of Year Awards

L’edificio ha una superficie di circa 80 mq che si estende di altri 50 aprendo le pareti vetrate scorrevoli che circondano interamente il volume. La flessibilità del progetto, rende questo spazio, ideale per riunioni od ospitare un cocktail di lavoro ma è anche un rifugio intimo per la lettura o yoga. Può anche trasformarsi in una foresteria per gli ospiti occasionali del padrone di casa e di sua moglie. Teca House è stato concepito come un prezioso contenitore culturale, un landmark con l’intento di creare nuove possibilità di relazione con territorio biellese. 

Best of Year Awards
“In questo progetto la Teca custodisce l’uomo e le sue emozioni. Un punto di vista privilegiato e poetico, una totale immersione nella natura, quasi come se il fruitore fosse sospeso nel vuoto. Contestualmente essa lavora in negativo: lo sguardo è infatti rivolto dall’interno all’esterno, ad indicare la centralità dell’essere umano” dichiara Federico Delrosso.

L’impianto murario rurale diventa il basamento, la connessione con il territorio dal quale nasce il nuovo intervento, leggero e trasparente: una struttura in calcestruzzo che si apre verso il paesaggio con due grandi ali orizzontali ed una pelle di vetro completamente apribile che ne racchiude il volume. L’impianto architettonico nasce per favorire i corretti apporti solari: la conformazione dei solai che si protendono allungati oltre la teca di vetro hanno lo scopo di proteggere dall’irraggiamento solare estivo, favorendone invece quello invernale.

Best of Year Awards

Le sofisticate soluzioni architettoniche e strutturali, pur non visibili esternamente, hanno consentito di integrare l’edificio con soluzioni e materiali altamente performanti volte all’eliminazione e correzione dei ponti termici. L’impiantistica affiancata agli interventi di isolamento portano l’edificio in classe energetica A4


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram e facebook per rimanere sempre aggiornato.


Photo credits: Matteo Piazza

L’articolo Best of Year Awards 2020, il premio della rivista USA Interior Design proviene da Design ur life blog.