Realizzare il desiderio di installare una piscina non comporta solo parentesi di relax e gratificazione da condividere con i propri ospiti, ma anche una serie di attività di manutenzione che non possono essere ignorate. A questo proposito, i filtri della piscina – e quindi l’intero sistema di filtrazione – diventano degli elementi imprescindibili, il cui acquisto, oltre ad essere indispensabile, va fatto con consapevolezza.

Sia i filtri che la pompa sono responsabili del buon funzionamento della piscina, collaborando reciprocamente alla pulizia dell’acqua. Oggi scopriremo i vari tipi di filtrazione che si trovano sul mercato.

Tutte le tipologie di filtrazione della piscina

La piscina non è un elemento fine a sé stesso, ma è il risultato di un sistema attivo e piuttosto complesso di circolo dell’acqua, affinché questa possa mantenersi pulita e salubre.

I filtri, per definizione, adempiono allo scopo sopracitato e, sul mercato, si differenziano l’un l’altro per alcune caratteristiche specifiche e per i materiali di cui sono costituiti. Ecco i modelli più noti e diffusi: 

Filtri piscina sabbia

I filtri a sabbia sono quelli più conosciuti e utilizzati dall’utenza, sia per l’efficienza che garantiscono che per il loro essere performanti e adattabili sia per le piscine interrate che per quelle fuori terra. Questa tipologia di filtrazione sfrutta la sabbia, attraverso cui avviene la depurazione e, in più, si rivela estremamente semplice da pulire e sostituire.

Tra i suoi pregi, si evince quello d’essere un filtro economico che richiede una manutenzione per nulla eccessiva. Se sei interessato ad acquistarli, su ProntoPiscine troverai i prezzi per i filtri a sabbia per la tua piscina.

Filtri piscina a cartuccia

Il filtro a cartuccia si presenta compatto e, per questa caratteristica, adattabile anche negli spazi più ristretti. Secondo la sua composizione, l’acqua passa attraverso una cartuccia che è molto semplice da sterilizzare e rimpiazzare; nel primo caso, si risciacqua la cartuccia stessa con un getto d’acqua.

Questi filtri, oltre ad essere economici, sono facili da installare. L’unico appunto è relativo alla durata: non si distinguono per essere particolarmente longevi.

Filtri a diatomee

I filtri a diatomee sfruttano una polvere finissima che, a sua volta, è il risultato della decomposizione di alghe marine chiamate proprio diatomea. Considerati, dai più, come tra i più efficienti in assoluto nella moltitudine, sono dispendiosi ma riducono drasticamente l’uso di prodotti chimici.

Il tallone d’Achille, l’unico appuntabile, è la manutenzione: deve infatti essere costante e accurata.

Diatomee, alghe unicellulari comparse nel Cretaceo!

Pompa e filtro piscina: l’importanza della compatibilità

Come abbiamo avuto modo di accennare, la pompa e il filtro sono due parti imprescindibili quando si parla di sistema di filtrazione delle nostre piscine. Ambedue, infatti, costituiscono l’elemento cardine di tutto il meccanismo atto a purificare l’acqua, nel proposito di mantenerla costantemente pulita tramite il continuo ricircolo di acqua filtrata.

Una buona pompa, che adempie ai suoi doveri correttamente, riesce a filtrare l’acqua della piscina garantendone appunto la pulizia, rimuovendo quindi le impurità ed impedendo la formazione di batteri al suo interno. Nell’atto pratico, la pompa trasporta l’acqua dagli skimmers fino al filtro per riversarla nella vasca, libera da residui e particelle varie, tramite il bocchettone apposito di propulsione.

Per comprendere appieno l’utilità di questi due elementi, occorre valutarne il funzionamento in sincro, poiché entrambi devono essere perfettamente compatibili tra loro; sarà la pompa che dovrà commisurarsi al filtro e viceversa. Questo perché, nel caso in cui ad esempio la pompa dovesse essere troppo forte, la conseguenza principale potrebbe essere la rottura del filtro. Al contrario, stesso discorso, se il filtro invece è troppo grande rispetto alla pompa, l’intero sistema di filtrazione ne risulterebbe per forza compromesso, rallentando la sua efficacia e il suo processo nella sua interezza.

L’articolo Filtri Piscina: guida a tutti i tipi di filtrazione proviene da Architettura e design a Roma.

22 Maggio 2021 / / M-Design

 

In-es.artdesign è un’azienda fondata dal designer ed artista Oçilunam.
Essendo un’artista , ha rivolto la sua attenzione agli oggetti artigianali influenzati spesso dall’arte , infatti secondo In-es.artdesign , illuminare è arte. Oçilunam bilancia luci ed ombre con colori puri e contrasti materici portando alla creazione di collezioni lineari e creative con riconoscimenti internazionali. I prodotti nascono in Italia , con tecniche ispirate all’artigianalità con un rigido controllo di qualità. Ecco un esempio dei loro prodotti unici!
La lampada Luna Out di In-es.artdesign , della Collezione Out, attraverso un design che racchiude sfumature e sensazioni variegate, creano l’atmosfera ideale per aperitivi, cene o per godersi il relax sotto al sole o al cielo stellato. Vi permetteranno dopo il tramonto di illuminare il giardino o la terrazza con una varietà di forme e di colori, adattabili ad ogni tipo di spazio. 
I materiali utilizzati sono : laprene, acciaio, nebulite mentre il colore utilizzato è il  bianco invece per il manico sono il bianco, il rosso, il turchese, l’arancio, l’oro, il bronzo, l’argento, il magenta ed il blu.
Sono amante di questo tipo di illuminazione , non statico ma particolare che ricorda un satellite naturale che a mio dire è più che romantico! Quante volte avete immaginato di rilassarvi sotto un cielo stellato osservando la luna? Beh! Io spesso. Inoltre voglio comunicarvi che le dimensioni possono essere differenti ed infatti abbiamo : 
– Luna 1 Out:

Dimensioni diffusore: Ø 35 cm
Lampadina: E27 (max 52w hal-eco) rec.LED 13w ​IP 65
-Luna 2 Out:
Dimensioni diffusore: Ø 50 cm
Lampadina: E27 (max 70w hal-eco) rec.LED 13w ​IP 65
-Luna 3 Out:
Dimensioni diffusore: Ø 70 cm
Lampadina: E27 (max 105w hal-eco) rec.LED 30w ​IP 65
-Luna 4 Out:
Dimensioni diffusore: Ø 120 cm
Lampadina: E27 (max 105w hal-eco) rec.LED 30w IP 65

           Allora cosa aspettate ad allestire il vostro spazio con una bella luna luminosa? 


M.

22 Maggio 2021 / / La Gatta Sul Tetto

A’ Design Awards & Competition, uno dei premi di design più prestigiosi al mondo, ha annunciato i vincitori dell’edizione 2020-2021.

A Design Awards & Competition

2094 vincitori, provenienti da oltre 100 paesi, più di 100 categorie tra le quali Good Industrial Design Award,  Good Architecture Design Award, Good Product Design Award, Good Communication Design Award, Good Fashion Design Award, solo per citarne alcune. Questi sono i numeri incredibili dell’edizione 2020-2021 dell’A’ Design Awards & Competition, uno dei premi di design più prestigiosi al mondo. 

Scopri di più

Cos’è l’A’ Design Award & Competition

A’ Design Award è uno dei più importanti premi internazionali di design, ed è nato con lo scopo di promuovere il buon design a tutti i livelli. Il concorso, che comprende più di 100 categorie, é aperto a tutti i creativi, che possono presentare i loro progetti di design, architettura, moda, grafica, packaging, comunicazione, web design, progetti di arredo urbano, architettura del paesaggio e così via. Il premio è organizzato da OMC Design Studios SRL, membro di ADI e ICSID, con sede a Como.

Per approfondire, leggi i precedenti articoli.

I premi dell’A’ Design Award & Competition

Il concorso rappresenta un trampolino di lancio straordinario per i designer emergenti, mentre i professionisti già noti possono riconfermare il loro talento.

Oltre a queste possibilità, il concorso assegna diversi premi, suddivisi in cinque livelli: A’ Design Platinum, Gold, Silver, Bronze e Iron. Inoltre, i vincitori ricevonoun kit di promozione che comprende il trofeo in metallo stampato in 3D, l’annuario in versione digitale e cartacea, il certificato di eccellenza del design, un manuale che spiega passo passo come sfruttare il premio per promuoversi, la partecipazione alla mostra “best designs of the year” e un invito per due persone alla serata di gala conclusiva.

Qui puoi trovare maggiori informazioni sui premi.

I vincitori dell’edizione 2020-2021

Come anticipato, i vincitori sono più di 2000, e se siete interessati a scoprire i progetti che hanno convinto la giuria del concorso, potete trovarli in questa galleria fotografica.

Noi abbiamo selezionato alcuni progetti, scelti nelle categorie più vicine ai contenuti trattati nel blog, come la Furniture, Decorative Items and Homeware Design, Architecture, Building and Structure, Lighting Products and Lighting Projects Design, Bathroom Furniture and Sanitary Ware, Garden and Outdoor Furniture, Pet Supplies and Products for Animals, e Office Furniture.

Vi assicuro che la scelta é stata molto difficile, visto il livello di qualità e originalità dei progetti premiati.

1 Shelter Desk by Joao Teixeira // 2  Lattice Chair Weaving Armchair by Chen Kuan-Cheng 

Parachute Wall Shelf by Yusuke Watanabe // 4 Tie Chair by Shigeki Matsuoka

5 Sankao Coffee Table by Pablo Vidiella // 6 Zero Sun Lounger by Roberta Banqueri

7 Ring Bookshelf by Rama Akel // 8 The HQ Multifunctional Table by Nora Voon

9 Dorian Headboard and Base by Enza Home Design Team // 10 Yakamoz Rug Collection by Fulden Topaloglu

11 Peloponnese Rural Residential House by Ivana Lukovic // 12 Living The Noom Housing by Sanzpont Arquitectura

13 Obj01 Lamp by Manu Bano // 14 Cling Floor Lamp by Dabi Robert

15 TuttoTondo Washbasin by Giuliano Ricciardi // 16 Induku Multifunctional Holder by Olga Shchukina and Liubov Borisovskaya

17 Neko Goten Cat Tower by Hitomi Otake // 18 LEMO PET-01 Smart Cat Litter Box by Li Xuesong and Zhou Tong

19 Balance Desk and Work Manager by Hernan Gregorio and Julia Stabio // 20 Qwork Pod Office Furniture by Mohamed Mostafa Radwan

Iscriviti all’edizione 2021-2022

Se sei un creativo, non puoi lasciarti sfuggire l’opportunità di farti conoscere offerta dal prestigioso premio internazionale di design A’ Design Award.

Sono già aperte le iscrizioni per la prossima edizione.

Iscriversi è semplice, basta cliccare su questo link:

21 Maggio 2021 / / Dettagli Home Decor

tappeto moderno ingresso di casa

I consigli di Deanna Comellini, fondatrice e direttrice creativa di G.T.Design, per scegliere il tappeto giusto per ogni ambiente della casa

I tappeti sono oggetti funzionali ma molto personali, portano colore e calore in casa. Scegliere il materiale, il design e il colore giusti può essere complesso.

Secondo la Direttrice Creativa Deanna Comellini, uno degli aspetti fondamentali da considerare nella scelta di un tappeto è che deve durare nel tempo. Non è un semplice oggetto di moda, né può essere considerato un oggetto “usa e getta”: questa è la prima regola per una scelta sostenibile.

Come scegliere il materiale giusto

Il materiale è il primo elemento da prendere in considerazione per diversi motivi. Innanzitutto, ci sono aspetti pratici da esaminare: in quale stanza verrà utilizzato il tappeto? La famiglia ha bambini? Ci sono animali domestici? Il tappeto sarà posizionato in una zona ad alto passaggio? In secondo luogo, la connessione che si ha con il materiale è altrettanto importante. Alcuni potrebbero preferire trame morbide e lucenti, altri quelle opache o scegliere solo materiali di origine vegetale e non animale.

tappeto pelo corto ingresso

Ad esempio: i tappeti a maglia fitta e a pelo corto, come quelli in lana della collezione Textures di G.T.DESIGN, sono più resistenti al calpestio, quindi più adatti alle aree con un grande passaggio. Qualcuno potrebbe anche innamorarsi di uno stile particolare o di un materiale prezioso, senza preoccuparsi del fatto che il tappeto possa richiedere una manutenzione maggiore, come spesso succede con la collezione In-Canto.

Consiglio di non usare tappeti con frange lunghe perché possono essere un pericolo per la sicurezza!


Tappeti per la zona living

Non esistono regole rigide, ma alcuni suggerimenti possono aiutare a rendere lo spazio più invitante. Dipende comunque dal tipo di casa. Per i piccoli soggiorni collocare mobili come un divano, un tavolino e una poltrona, tutti su un tappeto, darà l’idea di uno spazio più ampio. Quando si posiziona il tappeto nell’area di seduta è consigliato lasciare una fuga da 5 a 10 cm dal bordo del divano. I tappeti possono “definire” diverse aree all’interno della casa, in particolare nei loft.

Potrebbero però avere anche uno scopo diverso: dare fluidità allo spazio, qualità che si può ottenere ad esempio utilizzando tappeti con forme organiche (come nelle collezioni UltraNative e Cobblestone). Quando si acquista un tappeto, l’ideale sarebbe avere con sè la planimetria della stanza, per determinarne al meglio le dimensioni più adatte e il posizionamento perfetto.



Tappeti per la zona pranzo

I tappeti sono spesso posizionati sotto il tavolo e le sedie. L’area pranzo necessita di pulizia e manutenzione costanti, per questo consiglio tappeti a pelo molto basso e a maglia fitta, come ad esempio quelli delle collezioni Boom, Paglietta, Coconutrug Terra Fresca, Next e Textures.

La grandezza giusta del tappeto dovrebbe tenere conto di uno spazio di almeno 70 cm tutto intorno al tavolo, per un corretto posizionamento delle sedie.

tappeto rotondo camera da letto

Tappeti per la zona notte

Un grande tappeto posto sotto la parte inferiore del letto ha un aspetto più elegante rispetto a due singoli tappeti laterali. Per i letti bassi, molto vicini al pavimento, un tappeto su misura può abbracciare il perimetro del letto formando una grande U.

Un tappeto circolare potrebbe essere posizionato su un lato del letto, nel caso in cui l’altro lato fosse chiuso dal muro.


Colori dei tappeti

La regola più importante è scegliere un colore del tappeto che abbia abbastanza contrasto con il pavimento. Le case eclettiche possono avere tappeti dai colori vivaci, mentre le tonalità neutre sono più adatte ad ambienti più minimalisti.

Le rilassanti sfumature di verde e blu funzionano bene nelle zone notturne, dove i rossi e gli arancioni dovrebbero essere evitati.

Grazie a G.T. Design per i preziosi consigli!

L’articolo Come scegliere il tappeto giusto per la casa? proviene da Dettagli Home Decor.

21 Maggio 2021 / / Charme and More

Etsy Finds of the Week: accessori per cani.

Da Etsy le ispirazioni della settimana per i nostri amici a quattro zampe.

I nostri cani  sono una fonte costante di gioia, amore, compagnia  e divertimento in casa.

Sono sempre al nostro fianco e vanno coccolati con qualcosa di più di semplici dolcetti.

Morbide cucce, accessori per la passeggiata al parco e per l’igiene saranno una coccola per i nostri fedeli amici.

1.|Vestiamoli con la marinière; T-shirt a righe per Bulldog francesi e cani piccoli fatta a mano da Shophouseofbarkley (€ 25,68) 

2.| I prodotti per l’igiene e la pulizia sono sono importantissimi per mantenere la loro salute generale. Shampoo antibatterico, rinfrescante, rivitalizzante e repellente a base di oli essenziali di mandarino e Niaouli.

Prodotto da Ciderandbasil (€ 19,90+)

3.|Collari in pelle conciata al vegetale senza cromo e sostanze chimiche. Realizzati a mano da Bandandroll.  (€ 56,45)

4.|Una cuccia morbida e confortevole in velluto verde perfetta per il sonno o per un riposino tranquillo.  Disponibile in più colori e dimensioni. Fatta a mano da HarleyandCho. (€ 47,07+)

5.| Stand e ciotole di HowlandHome.  Il supporto è realizzato in pino sostenibile e rifinito con olio di osmo, una miscela di cera/olio tutto naturale, eco-friendly e sicura per gli alimenti. Le ciotole sono bianche e realizzate in porcellana 100% senza piombo, con una finitura lucida per una facile pulizia. (€ 155,69)

6.| Guinzaglio regolabile, un accessorio indispensabile assieme al collare per le passeggiate.  Prodotto a mano da Bandandroll in pelle conciata al vegetale senza cromo e sostanze chimiche. (€ 86,45)

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

 

 


*Questo post contiene link affiliati.

 

L’articolo Etsy Finds of the Week: accessori per cani. proviene da Charme and More.