10 Novembre 2021 / / Amerigo Milano

Idee originali per stupire i vostri familiari ed amici ma senza spendere una fortuna.

Queste sono alcune nostre idee regalo del nostro store Amerigo:


BORRACCIA TERMICA grafiche di Maurizio Cattelan per Seletti – € 39,00

cuffie


KOKESHI le icone del mondo della moda, arte e musica a casa tua – € 50,00

cuffie


OCCHIALI IKIPIZI SLIM: ispirati al look pop degli anni ’90 – € 45,00

powerbank


CUSTODIA PER PC o IPAD texture ispirate alle fantasie della moda – € 45,00

cuffie


PALLA DI NEVE con citazioni sulla positività, l’amore e la felicità – € 36,00

cuffie


FARFALLA E SCARABEO: con specchio e porta chiavi o rossetti – € 46,00

powerbank


SPECCHIO con le immagini più irreverenti di Cattelan – € 30,00

igienizzatore

MEMORY PER ADULTI per appassionati di musica e architettura – € 27,00

cuffie

I NANOTTINI: per regalare un portafortuna  – € 46,00

powerbank



Da Amerigo Concept Store puoi acquista i tuoi regali con un semplice click. 

Basta mandare un WhatsApp a questi numeri 335.6003633347.2425686 per avere subito un consiglio sulla scelta del regalo perfett

NON RINUNCIARE ALLO SPIRITO DEL NATALE 

Amerigo Concept Store

via Carlo Alberto 31 Monza

martedì-domenica  10-13  15-19

www.amerigomilano.com

store@amerigomilano.com

  

10 Novembre 2021 / / Romina Sita

Cosa significa per te arredare casa con buon gusto? Una domanda molto semplice, ma non banale. Spesso capita di dare per scontate alcune cose, e la definizione di buon gusto è tra queste.

Ti sei mai domandata quali sono gli elementi da tenere in considerazione per capire e riconoscere una casa arredata con buon gusto? E…domandona delle domandone…

Pensi che la tua casa sia arredata con buon gusto?

Probabilmente la tua risposta è: “penso di sì”. Cos’è quell’incertezza? Cosa non ti fa sentire sicura? I motivi potrebbero essere svariati (e non riesco a trattarli tutti in un articolo😅), e può darsi che tra questi ci sia la non conoscenza del significato di buon gusto.

Capire, o meglio preferisco dire, porsi l’obiettivo di come dovrebbe essere la nostra casa, ci permette di essere già a metà dell’opera.

L’obiettivo deve essere sicuramente il buon gusto, sembra scontato ma fidati che non lo è. Per conoscere e saper riconoscere il buon gusto è necessario prima di tutto saperne il suo significato e poi fare una buona ricerca per saperlo identificare.

Conoscere il significato di una casa arredata con buon gusto è utile sia per saperla riconoscere (ad esempio dalle immagini di case che vediamo sulle riviste, che si presume siano di buon gusto) che per capire quali sono i dettagli da prendere come ispirazione per poterli poi applicare nelle nostre case.

In questo articolo desidero approfondire il “significato tecnico” di buon gusto che troviamo sul dizionario, illustrandoti la mia personale interpretazione e cercando di offrirti utili spunti per rendere la tua casa di buon gusto.

Questo è la definizione di buon gusto che troviamo su dizionario

buongusto (o bongusto; più com. buòn gusto) s. m. – Attitudine dello spirito o dei sensi a gustare e apprezzare le cose belle o buone o comunque raffinate: avere, mostrare b.; casa arredata con molto buon gusto.

Dizionario Treccani

La trovo una definizione un pò fredda e troppo tecnica per i miei gusti. Mi piace sempre aggiungere un pò di emozione quando spiego i concetti, soprattutto quando si tratta della nostra casa, quel luogo in cui dobbiamo sentirci bene ogni giorno.

Premetto che sono in disaccordo col termine citato nella definizione “raffinato” perché credo che molti altri stili, che non sono raffinati, possano permettersi di essere di buon gusto. 

Il buon gusto per me è l’insieme di 4 requisiti principali che tra poco ti vado ad illustrare. L’unione di queste caratteristiche definiscono una casa arredata con buon gusto.

Ma attenzione, il gusto personale non ha nulla a che fare col buon gusto

Il gusto personale è un qualcosa di soggettivo che può piacere a noi e a non tutti, mentre invece il buon gusto è sicuramente oggettivo e quindi valido per tutti. Quindi una casa, uno stile, un arredamento può piacere o non piacere, ma rimane pur sempre, se lo è, di buon gusto.

Le 4 caratteristiche che definiscono un arredamento di buon gusto

#1

ARMONIA ED EQUILIBRIO 

arredare con buon gusto
Pic by Pinterest

Tutti gli elementi (forme degli arredi, finiture, materiali e colori) si combinano perfettamente creando un insieme equilibrato e piacevole agli occhi.

L’occhio non deve essere disorientato da ciò che ha davanti, ma deve sentirsi accolto, invitato a entrare in quello spazio e invogliato a pensare: wow che bello!

Proprio per questo motivo che le moodboard giocano un ruolo fondamentale. Sono necessarie per avere una visione di insieme degli accostamenti di tutti gli elementi che compongono la vostra casa.

#2

FUNZIONALITÀ

arredare con buon gusto
Pic by Pinterest

Prima di tutto in una casa dobbiamo viverci, quindi ogni spazio deve essere fruibile (non avere arredi che siano di intralcio durante il passaggio da uno spazio e l’altro) e funzionale alle esigenze di chi la abita.

Non riempire troppo lo spazio di casa con arredi e complementi e prima di fare un acquisto pensa bene prima dove lo vorresti collocare.

#3

ORDINE

arredare con buon gusto
Pic by Pinterest

Senza ordine non c’è equilibrio e pulizia. Un ambiente caotico e disordinato non può mai essere di buon gusto. Ogni oggetto, anche quello più piccolo, deve avere una sua collocazione ben precisa in modo da essere individuato facilmente ogni volta che ne abbiamo bisogno. Inoltre, con questo metodo, sarà molto più semplice tenere e mantenere nel tempo ordine in casa.

#4

STYLING BEN FATTO

arredare con buon gusto
Pic by Pinterest

Lo styling è la capacità di rendere uno spazio armonico e accogliente, attraverso l’utilizzo consapevole del colore, dei materiali, dei corretti elementi di arredo e oggetti decorativi.

Lo styling è quella “cosa” che ti permette di creare dei piccoli angoli emozionali: un bel centrotavola, il coffee table ben decorato, il pianale della cucina ben organizzato, un accogliente mobile dell’ingresso, una bella e scenografica libreria, ecc…


Ecco, questa è la mia definizione, cosa per me significa arredare casa con buon gusto. Ora ti voglio mostrare una carrellata di immagini di esempio di case arredate con buon gusto.

Soffermati sui dettagli e pensa a ciò che ti ho descritto poco fa, quindi presta particolare attenzione sugli accostamenti di colori, forme e materiali.

Allena il tuo occhio a riconoscere il buon gusto e vedrai che pian piano diventerà più semplice e automatico rendere la tua casa di buon gusto.

Ho scelto appositamente fotografie appartenenti a diversi stili di arredo, proprio per farti capire che il buon gusto si adatta a qualsiasi stile. Non concentrarti sul tuo gusto personale, ma chiediti piuttosto se queste immagini rispecchiano le 4 caratteristiche: armonia ed equilibrio, funzionalità, ordine, styling ben fatto.

Ora hai più chiaro su cosa significa arredare casa con buon gusto? Ora riusciresti a rispondere alla domanda che ti ho fatto all’inizio (Pensi che la tua casa sia arredata con buon gusto?)

Prima di rispondere, cerca di capire cosa non va, quali sono le criticità e se ti va scrivimi, magari posso aiutarti a trovare insieme una soluzione 😉

A presto

Romina

P.S. Hai già letto la mia guida gratuita che ti aiuta ad arredare casa con gusto, come sulle riviste e in autonomia? Scarica ora la “Guida pratica della Home Lover”

guida pratica home lover

.

L’articolo Cosa significa arredare casa con buon gusto: la mia definizione personale sembra essere il primo su Romina • Home Lover.

10 Novembre 2021 / / Dettagli Home Decor

La tavola stile Bosco di Natale

Le migliori decorazioni fai da te per le feste con le Stelle di Natale

Rami di abete e pino, pigne, muschio e bacche: tutti elementi naturali che si trovano nei boschi e che possono ispirare gli appassionati di decorazioni fai da te. Ma veniamo alla pratica, com’è possibile portare un po’ di natura in casa e creare una calda atmosfera di festa? Grazie agli esperti di Stars for Europe scopriamo le idee più di tendenza per centrotavola, segnaposto, angolini fioriti, corone dell’Avvento e altre creazioni. Seguendo i diversi passaggi sarà facile portare un po’ di natura in casa.

La tavola stile Bosco di Natale

Il pranzo (o la cena) delle feste si consuma in mezzo al verde: il centrotavola di tendenza celebra il bosco e si realizza con le Stelle di Natale

Quando amici e famiglie si riuniscono per festeggiare e trascorrere momenti insieme nel periodo natalizio, una tavola decorata a festa e con amore è un must. Ecco che vanno in scena le Stelle di Natale: con le loro vistose brattee, queste piante sono le decorazioni floreali ideali per ‘accendere’ la tavola.

tavola di Natale decorata come un bosco

Combinandole con muschio, fogliame di pino e altri elementi, si esaltano ancora di più i loro colori brillanti. Una vera festa per i sensi: le mini Stelle di Natale rosse sono disposte accanto a piccoli abeti e piante grasse e appoggiate su una ‘tovaglia’ di muschio. Il dettaglio in più: rametti di agrifoglio, mele selvatiche, pigne e fogliame spruzzato con della vernice oro aggiungono accenti decorativi, mentre le candele coniche rosso scuro donano un’illuminazione d’atmosfera.

Per disporre della quantità di muschio o di pigne necessaria, fare riferimento ad un centro di giardinaggio. Il muschio naturale trattato ha la quantità di umidità ideale per gli scopi decorativi,  quindi il tavolo su cui poggerà la creazione non sarà danneggiato. Tuttavia, è una buona idea usare un rivestimento impermeabile.

Attenzione: nei boschi si potrebbero trovare molti dei materiali sopra elencanti, ma è sempre bene informarsi al meglio sulle leggi in vigore in quella specifica zona, a tutela del rispetto ambientale.

La tavola ‘Natale green”

Protagonisti: muschio e pigne, rami di abete e neve artificiale, funghi di legno e Stelle di Natale color crema per far risaltare al meglio la mise en place.

tavola di natale green

Bianco, verde e gli elementi giusti si combinano per rendere la tavola una foresta invernale piena di neve. Anche la luce è importante per far risaltare i contrasti: posizionare delle lucine e qualche candela bianca qua e là per illuminare. Mentre per impreziosire ulteriormente il tutto, aggiungere un ramo di pino ‘sospeso’ sopra il tavolo (perfetto se decorato con pigne fatte in casa): un tocco dal profumo di foresta per dare al tutto un’atmosfera davvero green.

segnaposto natalizio con stelle di natale crema

Un piccolo dettaglio per abbellire la tavola: come segnaposto, può essere utilizzata una Stella di Natale color crema che poggia su una disposizione artistica di aghi di pino. Delle piccole provette in vetro per fiori riempite d’acqua e disposte al centro dei bouquet fungono da mini-vasi e mantengono la pianta fresca più a lungo.

portacandela natalizio con pigne e stelle di natale crema

Consiglio per il fai da te: con un po’ di abilità ed esperienza, si può realizzare un portacandele decorativo perfetto. Servono i seguenti materiali: quattro pigne di uguali dimensioni, un portacandele conico, un piccolo rametto di fiori, una Stella di Natale recisa, un nastro colorato e… un pizzico della nostra fantasia e abilità manuale. Ricordarsi: subito dopo aver tagliato gli steli di Stella di Natale, è consigliabile immergerli prima brevemente in acqua calda a circa 60 gradi e poi in acqua fredda per fermare la fuoriuscita della linfa. In questo modo, le brattee rimangono fresche e sane più a lungo.

Centrotavola ‘Stellari’

Come gli alberi di Natale, le ghirlande sono una delle decorazioni più apprezzate nel periodo natalizio. Il rituale di accendere una candela per ogni domenica d’Avvento aiuta ad accorciare l’attesa della Vigilia di Natale e accresce il desiderio delle feste. Questa tipologia di corone non deve necessariamente essere realizzata con rami e aghi di pino. Molti altri oggetti possono servire d’ispirazione, come mostrano queste tre idee.


La prima ghirlanda combina la creatività alla naturalità dei materiali. Delicati abeti di muschio e mini Stelle di Natale color crema ricreano l’idea di una foresta di pini invernale. La ghirlanda poggia su robusti piedi di metallo e pare sospesa sopra il tavolo. Le radici delle Stelle di Natale sono avvolte da muschio e fissate al di sotto della struttura con del filo sottile.

Nella seconda ghirlanda il muschio, le Stelle di Natale recise, l’agrifoglio e la coda di lepre tinta (Bunny’s tail) trasformano una semplice ghirlanda di ramoscelli e licheni in una bellissima decorazione per il periodo dell’Avvento. Le intense sfumature rosse sono d’obbligo!

Ogni angolo di casa ha la sua stella

bosco di Natale con stelle color crema

Una composizione decorativa sempre più naturale, realizzata con conifere fresche e artificiali che poggiano su un letto di verde muschio. Protagoniste le Stelle di Natale color crema, di diverse dimensioni: alcune posizionate sotto cupole di vetro, che tra qualche spruzzo di neve artificiale e in compagnia di un piccolo cervo, sottolineano l’atmosfera invernale. La carta da parati coordinata sullo sfondo, fa sembrare come se si fosse immersi in un bosco ‘mignon’.

ghirland di cipresso rami di pino e stella di Natale rossa

Una ghirlanda di cipresso e rami di pino diventa una decorazione natalizia perfetta grazie alla presenza della Stella di Natale recisa rossa: posizionata proprio nel mezzo creando un forte contrasto con il verde sullo sfondo. Le piccole mele selvatiche appese ai rami aggiungono un ulteriore accenno di colore, ma in modo delicato.

ghirlanda da parete dall'aspetto rustico e contemporaneo

Per realizzare una ghirlanda da parete dall’aspetto rustico e contemporaneo è richiesta un po’ più di abilità manuale. I materiali necessari sono: una Stella di Natale, un anello di metallo per ghirlande, clematide selvatica (Old Man’s Beard), pigne di abete, fil di ferro, fil di ferro rivestito di carta e un trapano. Come realizzarla?

Fase 1: Preparare il trapano e il gancio di fissaggio, attaccare i rami di clematide selvatica all’anello della ghirlanda con dei giri di filo. Intrecciare gradualmente i rami fino a quando la metà inferiore della ghirlanda sarà abbastanza larga da poterci posizionare una Stella di Natale al suo interno. La metà superiore della corona può essere invece molto più stretta.

Fase 2: Poi, con il filo di ferro rivestito di carta, aggiungere le pigne e appendere la ghirlanda al muro.

Fase 3: Infine, posizionare la Stella di Natale e la fioriera nei rami di vite densamente intrecciati. Fatto!

Copyright foto: “Stars For Europe“

L’articolo Natale green: la natura in tavola proviene da Dettagli Home Decor.

10 Novembre 2021 / / Dettagli Home Decor

camera da letto moderna sui toni del verde di Novamobili
immagine Novamobili

La salute passa dalla qualità del riposo notturno. Un dato importante che trova riscontro nel fatto che secondo le statistiche sono 12 milioni gli italiani che soffrono di disturbi del sonno. Arredare il letto con cura rappresenta quell’elemento che permette di vivere queste ore così importanti più positivamente. Qualcosa che passa anche dalla scelta giusta del materasso e dei cuscini. A tal proposito le informazioni online davvero non mancano e il portale Guidasonno.com rappresenta un sito web davvero completo, sia per quanto riguarda i consigli sui prodotti sia per quelle pratiche capaci di migliorare la qualità della vita.

In questo articolo ti proponiamo 10 consigli per dare al tuo letto un aspetto lussuoso, ovvero curato e piacevole, in modo che il momento di coricarsi risulti quanto mai piacevole. Addormentarsi sarà così più semplice, simile all’esperienza che si può provare in un centro benessere o in hotel di lusso.

1)  Il giusto spazio

Organizzare lo spazio, in arredamento, è una questione delicata, che richiede attenzione ma che, quando il risultato riesce risulta davvero vincente. È importante che ogni mobile abbia una sua comoda collocazione, tale da renderlo facilmente fruibile. Un discorso valido soprattutto per quanto riguarda il letto, che è importante sia raggiungibile da qualsiasi lato (eccetto naturalmente quello della testata). Una maggiore libertà di movimento che porterà la persona a rilassarsi più profondamente.

tessile letto nuance neutre
immagine Society Limonta

2)  Quale biancheria per il letto?

I colori da preferire sono quelli neutri, non necessariamente monocromatici, vanno bene anche le fantasie, l’importante è che risultino sempre delicati. Anche i tessuti sono da non sottovalutare, meglio se di origine naturale come seta, lino e cotone, almeno per quanto riguarda le lenzuola, in modo da evitare problemi legati alla pelle che può così respirare più facilmente.

3)  Scegli uno stile che ti piace

La camera da letto si trova all’interno di un’abitazione che ha una sua identità, anche dal punto di vista dell’arredamento, legata alla personalità di chi la vive. Scegli uno stile e mantienilo in tutti gli ambienti, camera da letto inclusa. Che sia industrial, shabby chic o minimal, solo per fare degli esempi, l’importante è che ti piaccia e riesca a farti stare bene. Anche la scelta della struttura del letto si inserisce in quest’ottica ed è determinante.

4)  Sì ai cuscini!

I cuscini danno un tocco in più al letto che è spesso vissuto non solo durante le ore notturne ma anche in quelle diurne. Avere più cuscini rende questo mobile ancora più prezioso e gradevole. Un comfort puro e allo stesso tempo di forte impatto.

letto naturale e comodini verde bosco di Novamobili
immagine Novamobili

5)  Un decoro sopra il letto

Un elemento decor sopra il letto, realizzato in forma pittorica o predisponendo un batik, rappresenta un qualcosa che salta all’occhio ogni volta che si entra nella stanza da letto. La sua scelta è importante proprio per questo motivo e non va sottovalutata. Un’alternativa lussuosa alla semplice parete.

6)  Un’illuminazione all’insegna dell’armonia

Le luci sono importanti, in qualsiasi ambiente ma ancora di più nella camera da letto. Meglio preferire quelle soffici, delicate e sui toni del giallo, un colore che tende a rilassare. Puoi predisporre più punti all’interno dello spazio, ai lati del letto come sopra al soffitto. Da preferire le luci a led, oggi presenti in tantissime tonalità, più ecologiche e nel lungo periodo persino più economiche.

letto a baldachino con tende in lino

7)  Baldacchino? Perché no!

Il letto a baldacchino è l’essenza del lusso e nella storia era quello destinato a persone importanti. Oggi si trova declinato secondo stili diversi e non è necessariamente costoso, anzi. Se volete un riposo regale è quello che fa per voi.

8)  Sulle pareti

Le immagini che si appendono alle pareti sono importanti. Raccontano di noi e allo stesso tempo indirizzano lo sguardo. Puoi giocare con colori più vivaci, a patto che non siano presenti su una superficie ampia, ma se preferisci andare sul sicuro prediligete illustrazioni o foto dai colori neutri. L’alternativa? Immagini ispirate alla natura, le onde del mare, la montagna o il tramonto. Un vero toccasana, da realizzare anche sopra il letto e nella parete di fronte.

camera da letto dai toni naturali
immagine via Fantastic Frank

9)  Specchi: puro lusso

Lo specchio è quel qualcosa che rende la camera speciale. Non a caso nelle dimore nobiliari antiche è sempre presente in tutte le stanze, comprese quelle da letto. Non solo. Riesce a dare una percezione spaziale più ampia: le dimensioni della camera aumentano. Un vero oggetto di lusso quando realizzato in materiali pregiati, dal vetro di murano al legno fino ai metalli.

10) Un profumo naturale

Quanto sono importanti gli odori in un ambiente? Tanto! Per la camera da letto ti consigliamo di scegliere profumi naturali, come quelli delle essenze o degli incensi. Perfette anche le candele: un’opzione capace di dare luce e allo stesso tempo nuova fragranza. Infine, se vuoi regalare un odore speciale al letto puoi disporre dei sacchetti profumati, ad esempio con la lavanda o i petali di rosa, alla base del mobile. Un profumo semplicemente delizioso.

L’articolo 10 Consigli su come dare al tuo letto un aspetto lussuoso proviene da Dettagli Home Decor.