28 Settembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

I recipienti per la cucina oltre ad essere molto comodi per organizzare i materiali, i cibi e lo spazio, possono anche essere altrettanto decorativi ed aiutarci a donare carattere all’ambiente, con dettagli di colore o di design; sopratutto in un epoca in cui è tornata molto di moda anche la cucina a vista sulla zona giorno.

Anche la cucina più bella e più nuova senza complementi ed oggettistica risulterà sempre spoglia e un po’ triste; quindi, divertiamoci ad arredarla con barattoli, contenitori e recipienti che contribuiranno a donare un certo stile alla cucina, industriale, shabby, colorato, pop, ironico, creativo, elegante, minimale. L’importante, anche in questo caso, è individuare lo stile adatto a noi e alla nostra casa.

Tom Dick e Harry Set porta the, zucchero e caffè divertente e originale

Molto POP come piace a me la biscottiera di Alessi che trovate QUI

Industrial style per i contenitori in Metallo Stile Vintage che trovate QUI

Elegante e di design il portapane di Alessi Mattina in Acciaio Colorato e Legno di Bambù. Lo trovate QUI

Romantica in stile shabby la mensola da mettere sopra al forno a microonde in ferro battuto che trovate QUI

Recipienti per la cucina di design

Se amate il design tra le marche che per me, che sono un’amante del colore e della fantasia, rimane sempre il top c’è Alessi; meravigliosi i barattoli ispirati al circo;  scrissi anche un post completamente ispirato a questo tema che amo: vintage, eclettico, creativo, ironico, ricercato e con un pizzico di malinconia.

Ci sono tantissimi contenitori di design da quelli più eleganti e minimali a quelli divertenti e colorati adatti ad ogni tipo di cucina.

Adorabile la collezione Circus di Alessi in Vetro Serigrafato con Coperchio in Banda Stagnata. Il designer Marcel Wanders trasforma i classici barattoli da cucina in allegre giostre miniaturizzate

Sempre di Alessi i barattoli in metallo, una versione glamour di conytenitore per la cucina si chiama Kalistò ed è realizzato in Acciaio Inossidabile lucido

Nascono come contenitori per cibo per gli animali questi barattoli di Alessi ma io sinceramente li userei anche per altri alimenti. QUI il cane, QUI il gatto

Elegante e divertente allo stesso tempo il contenitore design water tower di Alessi che trovate QUI

Elegantissimi e carissimi (600€ su Pamono) i barattoli 4SEASONS della serie STONELAND di Studio Tagmi per StoneLab Design, set di 3

Molto carino il contenitore ermetico, siggillato con tappo di sughero a sfera di DragonX che trovate QUI

Recipienti per la cucina fai da te

Ci sono poi gli amanti del fai da te che potranno realizzare simpatici contenitore con la sapiente arte del riuso e del riciclo, utilizzando e trasformando contenitori in latta o plastica, da dipingere e decorare nei modi più creativi. Se poi vi piace lo stile upcycling ma non avete molto manualità, ci sono dei designer che ci hanno pensato per voi come quelli di X-Lab o il designer Jack Bresnahan con il suo set di barattoli in alluminio. Cercando in rete ho trovato, tra l’altro, una soluzione per realizzare contenitori in momenti di emergenza davvero geniale, utilizzando una bottiglia di plastica tagliata in due. A chi non è mai capitato di trovarsi in vacanza o in una casa in cui mancano contenitori e non saper dove mettere pasta, zucchero, farina e quant’altro?

Sia X-LAB, con i recipienti a sinistra, che il designer Jack Bresnahan, con la serie a destra, si ispirano al mondo del riuso. X-Lab è un laboratorio artigianale on line che si ispira spesso alla filosofia del riuso. il designer Jack Bresnahan ha realizzato invece un set di 9 barattoli d’alluminio riclati e resi funzionali grazie ad alcune aggiunte.

Se siete bravi con i ferri realizzate un bel nuovo maglioncino per i vecchi barattoli!

Pittura bianca, vernice lavagna e il gioco è fatto

Tappi in sughero per realizzare il portaposate

Comoda soluzione salvaspazio

Soluzione molto ingegnosa!

Contenitori a parete

Vecchie lattine nuovo portaposate

stile shabby

Recipienti per la cucina stile retrò

Adorabile anche lo stile retrò, tornato tanto di moda; il fantastico stile degli elettrodomestici bombati anni ’50 dagli eleganti colori pastello, così come le iconiche grafiche, lo possiamo ritrovare anche nelle scatole e contenitori da cucina.

Nostalgia è il contenitore in acciaio per farina beige, dalle linee vintage che trovate QUI

Ma quanto è bello il contenitore Porta-Pane Anni ’60 Navaris in Metallo e Legno verde acqua che trovate QUI ?!

Bellissime le scatole con riproduzioni di stampe vintage che trovate QUI e QUI

Le scatole vintage sono le vere protagoniste di questa cucina

Attrezzare la cucina con le mensole al posto dei pensili

I contenitori, posizionati con ordine su delle mensole, possono poi essere un’ottima soluzione in alternativa ai pensili della cucina; scelta adatta a chi è particolarmente ordinato e minimale!

In questo caso in cui tutto sarà a vista dovremo curare particolarmente la scelta di ogni dettaglio che dovrà avere una grande valenza sia funzionale che estetica.  Possiamo scegliere mensole di legno, di metallo, cassette di recupero e soluzioni di design come la mensola magnetica di Kalamitica.

Esistono anche mensoline attrezzate, con ganci, portaspezie, accessori e vani specifici, che potranno aiutarci ad organizzare tutti gli strumenti per la cucina.

Stile retrò

Parete magnetica da attrezzare con vari accessori di Kalamitica.com

Scatole al posto dei pensili

Stile country

Minimal ma creativo

Less is more

Romantico

Metallo

Vencipo Mensole da Muro a 2 Piani con 8 Ganci Rimovibili disponibile QUI

Attrezzare i pensili e le basi con organizer

Altra categoria di contenitori e accessori che ci saranno utilissimi per personalizzare la nostra cucina sono tutte le mensole e organizer per l’interno dei pensili; queste ci aiuteranno ad ottimizzare lo spazio e sfruttarlo al meglio e contribuiranno anche esse ad una perfetta resa estetica; del resto, quando apriamo uno sportello e vi troviamo tutto risposto ordinatamente è proprio bello!

Mottinox è un comodo estello Sottolavellocon con un ripiano e due cassetti, ottimo per spugnette detersivi e buste. Lo trovate QUI

Tutto a posto!

Le alzatine che trovate QUI, perfette per organizzare l’interno dei pensili possono essere utilizzate anche all’esterno sul ripiano per raddoppiare lo spazio

Scaffale a Ripiani con 2 Cestini estraibili in metallo. Lo trovate QUI

le basi della cucina Elite di Torchetti perfettamente attrezzati

Sistema ad angolo per attrezzare i ripiani disponibile QUI

… e ancora un’altra tipologia di contenitori per la cucina

In fine, altri accessori utili e graziosi sono tutti i contenitori con vari cassettini e ripiani da integrare sul piano, che contribuiscono a tenere in orine e “servire” vari elettrodomestici come i porta capsule da caffè, minimobiletti per il forno a microonde taglieri portapane ecc.

Organizzatore verticale multiscomparto per Caffetteria. Tutto il necessario a portata di mano, perfetto per casa e ufficio, lo trovate QUI

Base con Cassetto Porta Cialde realizzato in Legno di Bambù disponibile QUI anche con doppio cassetto QUI

Scaffalatura Porta Microonde in Metallo con Ripiano in Legno MDF, Cassetto Organizer e Mensola Porta Utensili disponibile bianco QUI quercia QUI e doppio ripiano QUI

Cassetta Porta Pane salvafreschezza in Legno con Coperchio, con Vassoio Tagliapane e Griglia Raccogli Briciole. Lo trovate QUI

Sembra proprio di stare in una bakery con il contenitore portapane a due ripiani che trovare QUI anche angolare QUI

Comodo Organizer per il lavello disponibile QUI

L’articolo Arredare con i recipienti per la cucina proviene da Architettura e design a Roma.

28 Settembre 2022 / / Casa Poetica

Deposito -Casa Poetica

Se stai ristrutturando casa e non sai dove collocare temporaneamente mobili e suppellettili, affittare un BoxUp Deposito per il tempo che ti occorre, risolve molti problemi.

Ristrutturare casa, quasi al pari di un trasloco, è un momento della vita complicato e stressante; proprio per questo motivo avere dei punti fermi che permettano di avere tranquillità e sicurezza è molto importante.

Chi ha già vissuto l’esperienza di una ristrutturazione sa quanto questa implichi tempo, pazienza, polvere e, purtroppo, anche spazio che viene a mancare durante i lavori.

Se da una parte cerchi professionisti competenti e qualificati per occuparsi di quello che sarà, dall’altra parte è fondamentale che tutto ciò che fa parte della tua vita, della tua identità, ossia mobili, libri, oggetti ricordo venga preservato e custodito al meglio.



Un deposito per custodire le cose importanti

Il problema di collocare temporaneamente gli oggetti di casa è reale, perché l’ingombro è tanto e mancano gli spazi sufficienti a contenere tutto.

Il tavolo di design che starà nella nuova sala da pranzo richiede spazio, il servizio di piatti di famiglia deve essere protetto, i libri hanno bisogno di un posto asciutto.

Non sono esigenze di poco conto e hanno bisogno di una soluzione immediata, semplice e alla portata di tutti.

Dove sistemare tutte queste cose importanti in uno spazio adeguato e sicuro?

Un BoxUp deposito, con le sue svariate metrature, garantisce ai tuoi oggetti cari un riparo e una custodia ma, cosa di non poco conto, garantisce a te tanta tranquillità.

I tuoi oggetti sono al sicuro, tu puoi dedicarti ad altro.



BoxUp deposito per le esigenze di casa tua

Durante la ristrutturazione quante cose hanno bisogno di una collocazione temporanea?

Hai principalmente bisogno di spazio per i mobili o sono gli scatoloni il tuo problema?

Quindi, quanti mq servono?

I dubbi e le incertezze sono insidiosi in questa fase, ma avere la possibilità di un consulente che sa indirizzarti verso la scelta più idonea alle tue esigenze fa davvero la differenza.

Alle tue esigenze, sì, perché ogni casa, ogni necessità è diversa e BoxUp dà la possibilità di rispondere a tutte, con i suoi box dedicati, di varie metrature e tipologie.



Qualche consiglio utile

  • Prima di pensare a imballare e mettere negli scatoloni i tuoi oggetti, è utile fare quello che viene chiamato decluttering, ossia una cernita di quelle cose che ormai non usi più, non funzionano più, o che non ti piacciono più. Inutile imballare oggetti che non hanno più niente a che fare con te, nella tua casa tutta nuova tieni solo quello che ha importanza!

 

  • Utilizza scatoloni robusti, facendo attenzione che non risultino troppo pesanti da sollevare e ricorda sempre di segnare cosa c’è all’interno. Meglio sempre suddividere per stanza e per categoria (es. libri-cameretta bimbo), così ricollocare gli oggetti nel loro spazio corretto sarà molto più immediato.

 

  • Contrassegna ogni scatolone con un colore che corrisponde alla stanza di riferimento (es: scatolone contrassegnato con colore rosso corrisponde alla cucina). Al momento debito, così, saprai subito quale scatolone andrà nella tal stanza e farai meno fatica a risistemare tutto.

 

  • Ricopri e imballa anche mobili, quadri, lampade: minori rischi, minori pensieri.

 

  • Le operazioni di imballaggio richiedono tempo e perizia: se la tua vita è frenetica o tutto questo ti sembra una montagna da scalare, BoxUp mette a disposizione materiali professionali e può consigliarti i professionisti migliori che ti supportino passo per passo.

 

  • Stiva i tuoi scatoloni ottimizzando al meglio lo spazio, impilandoli con cura e facendo attenzione a lasciare sempre esposta le indicazioni del contenuto.

 

BoxUp deposito , a Sesto San Giovanni (Mi), è il deposito che accoglie i tuoi mobili e i tuoi oggetti per il tempo necessario, garantendoti sicurezza e tutta l’assistenza di cui hai bisogno.

A te non resterà poi che goderti la tua casa ristrutturata 😉



Cover photo by Jesse Ramirez on Unsplash





Stai con me, a Casa Poetica?

Iscriviti alla newsletter per riscoprire i processi di consapevolezza del riordino e del decluttering, sempre con una punta di ironia e friccicore (mica Freud, eh!). Ricevi subito il mio regalo di benvenuto, il codice sconto -10% che puoi usare sulle consulenze online.





L’articolo Un deposito per le tue cose di casa proviene da Casa Poetica.

28 Settembre 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Milano è il cuore economico dell’Italia e non è un caso che moltissime persone si trasferiscano qui proprio alla ricerca di nuove opportunità lavorative. D’altronde, Milano è anche la capitale della moda, la città del design e della finanza, dove hanno sede numerose aziende d’internazionale.

Milano

Soprattutto dopo l’Expo 2015, Milano ha conosciuto un vero e proprio boom tanto da raggiungere quota 3,2 milioni di abitanti, diventando così la sesta città europea più popolosa. Tuttavia, trovare casa a Milano può essere molto difficile

Bisogna, inoltre, considerare che andare a vivere a Milano è un cambiamento importante, anche per quanto riguarda lo stile di vita.

Cercare casa o stanze in affitto sui portali giusti

La prima cosa da fare se si vuole cercare casa a Milano è dare uno sguardo sui portali di annunci. Infatti, qui, si trovano molte case e anche stanze in affitto. Ovviamente, ci si può rivolgere anche a delle agenzie immobiliari, ma bisogna mettere in conto che i costi da sostenere sono sicuramente elevati, mentre se si ha un budget più ristretto, una buona soluzione è appunto consultare un sito per trovare delle stanze a Milano, una soluzione tipica degli studenti, ma preferita anche dai lavoratori, soprattutto se si è alla prima esperienza.

Quali sono le zone migliori per prendere casa a Milano

Ci sono alcune zone di Milano che sono decisamente convenienti: ovviamente, è bene valutare anche la distanza della casa dalla sede di lavoro. Un quartiere trendy, dove si trovano alcuni appartamenti in affitto a prezzi convenienti, èChinaTown, dove la strada più conosciuta è via Paolo Sarpi. Si tratta di una zona vicina a Porta Nuova e al Parco Sempione, piena di negozi. Un altro quartiere moderno è quello della Bicocca che si sviluppa vicino all’Arcimboldi e che offre prezzi decisamente più a buon mercato. Anche se non è una delle zone più centrali, è comunque una zona ben servita dai mezzi pubblici.

Se si viaggia spesso per lavoro o per rientrare nella propria città, allora può essere utile scegliere una casa nella zona Centrale. Qui, infatti, c’è la stazione e due linee della metro e, quindi, ci sono numerosi collegamenti per raggiungere vari punti sia in città che nelle altre regioni.

Sebbene la zona della stazione Centrale non sia tanto apprezzata perché è considerata un quartiere di passaggio, tanto che nel week end è letteralmente vuota, si tratta di un’area interessata da una grande operazione di riqualificazione e in cui si stanno aprendo numerosi uffici e spazi per il co-working.

Calcolare i costi per vivere bene a Milano

Prima di partire per Milano è bene cercare di calcolare con una certa accuratezza quanto costano gli affitti per una casa o una stanza. Ovviamente, molto dipenderà dalla posizione, dalla metratura e dalle condizioni dell’immobile.

Ad esempio, una stanza per studenti universitari ha un prezzo che va dai 300 ai 650 euro al mese, mentre un appartamento che dista qualche fermata della metro da Piazza Duomo ha un costo che va dagli 800 ai 1.100 euro al mese. Il prezzo può essere ancora maggiore se ci si avvicina al centro mentre si può risparmiare qualcosa se si cerca un appartamento situato in periferia. Ovviamente, se ci si allontana dalla zona centrale della città si risparmierà sull’alloggio, ma bisognerà organizzarsi al meglio con i trasporti pubblici, sia per andare al lavoro, sia per sbrigare le faccende quotidiane o per godersi il tempo libero. Scegliere una stanza in appartamento in condivisione consente un buon risparmio, ma se si desidera la privacy è meglio optare per altre soluzioni.  

28 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

perchè scegliere i rubinetti neri per il bagno contemporaneo

Elegante e sobrio, il nero crea un contrasto con il bianco che normlmente domina nella stanza da bagno. I rubinetti neri offrono un effetto decortivo straordinario che è diventato un trend.

I rubinetti sono tra quegli elementi in grado di cambiare aspetto alla stanza da bagno. Sono accessori che definiscono lo stile e permettono in modo economico di rinnovare l’ambiente. Se negli ultimi anni la rubinetteria con finitura acciaio è stata la protagonista indiscussa della stanza da bagno, oggi nuove finiture stanno rubando la scena al cromo. Tra queste spicca il nero, un colore alla moda attraverso il quale possiamo dare al nostro bagno un tocco diverso creando contrasti decisi e dal grande impatto.

I rubinetti neri sono una tendenza consolidata e continueranno ad essere una delle alternative più interessanti al cromo. Con il loro stile semplice e pulito potrebbero essere il complemento giusto per rinnovare o arredare ex novo. Ma vediamo insieme a cosa è dovuto il successo e perché sono diventati una tendenza.

Rubinetti neri per il bagno contemporaneo
Treemme rubinetterie

I rubinetti neri sono scenografici

Quando si decide di cambiare look ad una stanza a volte basta semplicemente sostituire qualche elemento per ottenere uno stile completamente diverso. Cambiare la rubinetteria del bagno aiuta a dare nuova vita allo spazio in modo rapido e senza dover fare un grosso investimento economico. I rubinetti neri, infatti, conferiscono immediatamente alla stanza da bagno personalità, carattere e contemporaneità ed è per questo sono una grande risorsa.

La rubinetteria nera per il bagno contemporaneo
Arbi Arredobagno

Il nero è un classico senza tempo che si abbina a tutto

Il colore nero ha molti vantaggi: elegante, raffinato, ricercato e, proprio come nella moda, “sta bene con tutto”.  Infatti, si adatta a diversi stili di arredamento, che si tratti di un bagno di design o di un bagno classico dal sapore vintage. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che il nero è una tonalità neutra che si abbina a tutti i colori. Puoi accostarlo ai toni del grigio, funziona benissimo con i bianchi e con una palette cromatica di colori chiari. Inoltre, il nero lo si può accostare anche a colorazioni più calde e intense.

 

Bagno bianco e nero forever
Keuco

Bianco e nero forever

Due colori opposti che si completano. Per sfruttare al massimo le loro doti in sinergia, una delle soluzioni più efficaci è quella di utilizzare il nero come accento. Questo valorizzerà il bianco e l’insieme risulterà vivace, equilibrato e mai noioso.

La versatilità dei rubinetti neri per il bagno contemporaneo
Ceramica Cielo

La versatilità dei rubinetti neri

Come detto l’eleganza e la sobrietà di questo colore si presta a qualsiasi stile. La rubinetteria nera si abbina perfettamente a materiali come legno, marmo, pietra, microcemento e resina. In base alla combinazione scelta si otterrà un ambiente dallo stile industriale, minimalista o classico contemporaneo. Il tutto, naturalmente, con un effetto cromatico di grande rilievo.

Rubinetti e accessori neri per il bagno contemporaneo
composizione Arbi Arredobagno

Rubinetti neri ma non solo

Mettere solo rubinetti neri può risultare un po’ noioso, ecco perché il consiglio degli esperti è di inserire altri accessori neri per il bagno. La scelta è molto ampia perché si può spaziare dai profilli della doccia agli specchi, ma anche accessori come porta salviette, dispenser porta sapone, oppure i faretti, gli interruttori e molto altro. L’importante è trovare un fil rouge, una caratteristica che riassuma lo stile e unisca la rubinetteria nera per il lavabo a quella della doccia passando per il miscelatore del bidet.

L’articolo Rubinetti neri per il bagno contemporaneo, perchè sono una tendenza? proviene da Dettagli Home Decor.