28 Febbraio 2020 / / Dettagli Home Decor

Avere una piscina nel proprio giardino è il sogno di ogni persona. Durante le afose giornate estive chiunque vorrebbe sdraiarsi al sole e farsi un bagno ristoratore senza dover attraversare la città per raggiungere gli stabilimenti balneari o le piscine attrezzate a tali attività ricreative.

Un tempo questa richiesta riceveva un difficile accoglimento, per la mancanza di designer progettisti e di ditte impiantiste specializzate, oltre che per i costi eccessivi del materiale e della stessa realizzazione (scavo, montaggio e installazione). Oggi invece è diventata una richiesta sempre più alla portata di tutti, soprattutto perché gli appaltatori si occuperanno di tutti gli aspetti della sua realizzazione, dal consigliare la forma più adatta alle dimensioni del proprio giardino, al dispiego della burocrazia annessa (permessi strutturali, protocolli locali da applicare, concessioni edilizie, ecc.).

Design e progettazione di una piscina domestica

Innanzitutto, al fine di attuare un progetto completo di una piscina domestica, è necessario conoscere a fondo le implicazioni ambientali e tecniche che potrebbero essere affrontate e che dovranno essere risolte.
Le piscine sono disponibili in diverse tipologie e dimensioni, con acqua calda o fredda, utilizzate per il bagno o il nuoto, per il relax o per scopi competitivi. Il tipo di costruzione più appropriato dovrebbe essere costruito in base alle condizioni e alle funzioni del sito. Pertanto, le scelte progettuali relative a forma, dimensione e profondità dipenderanno anche dall’uso della piscina.

Anche i materiali di installazione sono diversi, e tutti contestualizzabili in base all’uso che si intende fare della piscina. Esse possono essere in cemento armato, con cassaforte in polistirene espanso, in vetroresina o con una struttura prefabbricata in pannelli di parete in acciaio zincato.
Per la loro moltitudine di usi e scopi, concentriamoci pure sulla tipologia di sito progettato e realizzato in acciaio, come quelle realizzate da iBlue Piscine.

realizzazioni iBlue Piscine

Cos’è una piscina interrata in acciaio

L’acciaio è una lega metallica costituita principalmente da ferro e carbonio; è un materiale che può essere facilmente piegato e quindi utilizzato per creare una varietà di forme. Leggero ma resistente, l’acciaio è indispensabile nelle costruzioni progettate per durare a lungo. La piscina d’acciaio è l’esempio perfetto. Grazie alla sua estrema maneggevolezza, l’acciaio consente di concepire qualsiasi forma del sito. Inoltre, poiché è leggero, è facile da trasportare sul luogo di installazione, facilitando la realizzazione del progetto.

Può essere installato in modo rapido, affidabile ed economico e da grandi prove di resistenza e durevolezza. La prova sta nel fatto che la piscina olimpionica utilizzata negli ultimi giochi olimpici, svoltasi a Rio de Janeiro nel 2016, era dotata di pannelli modulari in acciaio. Le ragioni per scegliere l’acciaio sono praticamente le stesse per tutti: è affidabile, consente una costruzione rapida ed è estremamente durevole.

realizzazioni iBlue Piscine

Lavori di rinnovamento e manutenzione

La piscina in acciaio può essere rinnovata con l’aiuto di un professionista esperto, che eseguirà i lavori per diversi giorni in condizioni meteorologiche favorevoli. Poiché una piscina in acciaio dovrebbe durare per decenni, il rinnovamento di solito consiste nel cambiare il rivestimento (la superficie a tenuta stagna) e aggiungere nuove attrezzature – se usurate -, come gradini, riscaldamento, ecc.

realizzazioni iBlue piscine

L’articolo Progettazione di piscine interrate in acciaio, la scelta giusta per un sito domestico o agonistico proviene da Dettagli Home Decor.

28 Febbraio 2020 / / Architettura

Progetto centro direzionale Umberto Forti

La nuova sede della “Forti Holding SpA” è l’archetipo della filosofia progettuale di ATIproject, sintesi perfetta delle idee di un piccolo team di progettisti, fondatore della grande realtà che lo studio oggi rappresenta. In essa si rileggono gli enzimi della trasversale creatività che ne caratterizzano i progetti. Il Centro Direzionale è un contenitore tecnologico in termini di efficienza energetica. L’uso dei pannelli fotovoltaici diventa parte integrante dell’immagine architettonica che, unitamente ai sistemi schermanti, differenziano il disegno dei prospetti all’interno della strategia bioclimatica di impatto sulle prestazioni dell’edificio. Il progetto, completato nel 2016, ha ottenuto la certificazione LEED GOLD nel 2018, primo nella regione Toscana.
Il nuovo quartier generale della Forti S.p.a., situato tra Pisa e Livorno, ospita gli uffici e il centro direzionale del gruppo aziendale. Il Centro rappresenta un chiaro esempio di architettura sostenibile. Le performance energetiche dell’edificio sono diretta conseguenza di una progettazione attenta agli aspetti bioclimatici; lo studio delle superfici opache e trasparenti è studiato in base al loro specifico orientamento.

Dalla strada principale, una grande hall accoglie i visitatori; il suo triplo volume si apre in una grande facciata ventilata. La facciata sud-est è invece caratterizzata da grandi vetrate continue opportunamente schermate da frangisole lineari a passo variabile. Queste scelte si riflettono all’interno in ambienti di lavoro con vista aperta sul verde e i monti. Il verde è presente anche all’interno dell’edificio con giardini pensili e terrazze rivestite in materiali naturali, contribuendo alla regolazione del microclima. Infine, la facciata sud è stata interamente rivestita con pannelli fotovoltaici. La produzione fotovoltaica copre gran parte dei consumi (>80%) per quanto riguarda il condizionamento invernale ed estivo e l’illuminazione. Grazie allo sviluppo di apposite soluzioni architettoniche, l’involucro diventa il primo impianto tecnologico dell’edificio. Parallelamente all’involucro è stato sviluppato un apparato impiantistico all’avanguardia, che impiega fra le altre cose impianti di illuminazione LED, un sistema geotermico per la climatizzazione degli spazi interni e ricuperatori di calore. Il mix di fonti rinnovabili e strategie di contenimento dei consumi fanno di questo complesso un punto di riferimento per l’edilizia sostenibile di tutta la Regione Toscana.

Scopri il progetto completo sul sito ATIProject

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

Progetto centro direzionale Umberto Forti

PROGETTO: Centro Direzionale “Umberto Forti”
LUOGO: Pisa, Italia
TIPOLOGIA: Uffici
ANNO: 2013 – 2016
COMMITTENTE: Forti Holding S.p.a
IMPORTO LAVORI: 6.690.000,00€
STATO: Completato
DIMENSIONI: 4.750 mq
PREMI: Certificazione LEED Gold
CREDITS: Photo by – Irene Taddei / Daniele Domenicali
MEDIA: