22 Giugno 2021 / / +deco

Più’ guardo gli interni di Child Studio più mi piacciono. E’ lo stesso per il ristorante Humble Pizza e il negozio di occhiali Cubitt, entrambi pubblicati su +DECO.
Oggi vedremo uno dei ultimi progetti di Child Studio nel quartiere Saint John’s Wood di Londra, non lontano dall’attraversamento pedonale di Abbey Road reso famosi dai Fab Four. I fondatori di Child Studio Alexy Kos e Che Huang hanno progettato questo spazio così interessante -originariamente un ufficio postale- con l’idea di preservarne l’anima. L’interno conserva la memoria storica del palazzo modernista in cui il ristorante si trova ma sono stati introdotti elementi distintivi Giapponesi.

Il soffitto geometrico blu si abbina perfettamente al rivestimento a parete in legno di ciliegio scuro. Il pavimento nero aggiunge un sapore orientale mentre la parete in vetro cemento introduce un elemento sinuoso che permette nel frattempo alla luce di fluire. Qua e là ci sono leggendari pezzi di design come la luce da tavolo Pipistrello di Gae Aulenti del 1965, le poltroncine in legno compensato sagomato disegnate Norman Cherner nel 1958, gli sgabelli in alluminio del designer Giapponese Naoto Fukasawa e alcune applique da muro in ottone di Stilnovo.
c

The post La conversione di Child Studio di un ufficio postale appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.


Consulenza d’arredo on line

In questo post vi parlo di una consulenza d’arredo on-line effettuata qualche tempo fa.

Fortunatamente, da qualche tempo a questa parte, stanno prendendo sempre più piega i servizi di consulenza on-line anche in campo d’arredamento; ciò consente veramente a tante persone di chiedere consigli, aiuto e soluzioni a degli esperti del settore.

Ancora più fortunatamente, ormai pare abbastanza chiaro alla maggioranza che, l’arredatrice, l’architetto, la decoratrice, non sono figure dedicate ad una ristretta élite di fortunati. Questi professionisti NON forniscono servizi preclusi alla maggioranza ma anzi, davvero chiunque può avere bisogno e usufruire di un piccolo grande aiuto nella realizzazione della casa dei sogni.

Spesso sono proprio le persone comuni, come me e come voi che state leggendo, ad avere bisogno del supporto di un professionista; per ottimizzare al massimo gli spazi, scegliere uno stile coerente con i propri gusti, gli arredi in possesso, gli arredi da acquistare e le necessità di casa e famiglia

Ottenere una consulenza d’arredo on-line è molto semplice; è sufficiente inviare una planimetria dell’ambiente da progettare, in cui siano indicate tutte le misure, prese di corrente e termosifoni. Saranno necessarie poi delle indicazioni sulle proprie esigenze e gusti personali ecc. e per finire delle immagini fotografiche.

Può anche essere aggiunta una lista di arredi già in possesso o che si desiderano acquistare, con relative misure, da inserire nel progetto; tali arredi se usati possono essere rinnovati grazie a consigli di restyling e relooking.

Errori che si possono commettere senza una consulenza d’arredo on-line

Errori molto comuni che si fanno arredando casa da soli, e perdendo soldi, energie, tempo ed entusiasmo, sono:

  1. l’acquisto di arredi sovradimensionati o comunque di misure sbagliate.
  2. L’acquisto di tutto ciò che ci piace; che poi non crea bei abbinamenti e una buona armonia, ma piuttosto un’accozzaglia; confusione e poca valorizzazione dei vari elementi, che si confondono e fanno, come si suol dire, a cazzotti!
  3. L’abitudine contraria a quella precedente è quella di creare ambienti monocromi, piatti e senza personalità, per la paura di sbagliare.
  4. Simile alla precedente ma non proprio identica e con lo stesso risultato di piattume generale, è l’acquisto in stock di arredi. Tutta la camera da letto in pendant con letto, comodini, armadio, tutti uguali, in coordinato, acquistati in batteria; lo stesso valga per il salotto e le altre stanze. Spesso sono gli stessi negozi e mobilifici che ci incentivano, per vendere, ad acquistare tutto in abbinato presso il loro negozio. Questa soluzione, che ci fa risparmiare tempo, fatica (ma non sempre soldi) spesso ci alletta; ricordiamo però che corriamo davvero il rischio di fare la casa identica al cliente che è venuto prima e verrà dopo.

L’arredamento perfetto

Certo, realizzare una casa creativa, che parli di noi (che preveda una commistione di stili, più o meno evidente a seconda dei gusti); nella quale inserire nuovi pezzi d’arredamento e arredi preesistenti, colore, personalità, originalità e cuore, non è semplice, anzi tutt’altro. Arredare casa può mandare in crisi molti, i quali preferiranno optare per una soluzione omogenea, banale, monocolore, mono-stile, monotona…per non sbagliare. Ma non è questa la soluzione!

Come sapete per degli arredi giovani ed easy spesso amo utilizzare mobili e complementi di Ikea; anche con questo famoso marchio, se non si sta attenti, si può rischiare di fare una casa da catalogo, uguale a mille altre e oltretutto cheep! Il segreto è sempre personalizzare, mixare e osare con maestria.

Consulenza d’arredo on line per la zona giorno di casa Mey

Ingresso

Per l’appartamento di cui voglio parlarvi, per il quale era stata già acquistata una bellissima cucina a vista in stile industriale, ho fatto due proposte sia per la zona giorno che per la zona notte.

Per la zona giorno si tratta di proposte organizzative dello spazio; incentrate più che altro sulla disposizione dei mobili, mentre per la zona notte è stata più una scelta tra stili.

Innanzi tutto, per quanto riguarda l’ingresso (avrete ormai capito la grande attenzione che pongo a questo ambiente), ho consigliato di chiudere la nicchia esistente con delle porte scorrevoli di Leroy Merlin; questo per creare un armadio guardaroba a muro, soluzione già adottata in un precedente progetto, economica e di grandissima riuscita. Dentro a questo guardaroba, senza fare lavori elettrici, possiamo mettere dei comodissimi faretti o barre luminose a led ricaricabili; avremo così servito il nostro comodissimo e super funzionale ingresso. Potremo completarlo con una comoda cassetta portachiavi magari fornita di altre funzioni come la lavagna per gli appunti o altro.

Progettazione zona giorno

A sinistra Qualy portachiavi da parete che trovate QUI e a destra cassetta portachiavi con lavagna 22 x 5 x 30 cm disponibile QUI

Zona pranzo

Per la zona pranzo, da abbinare alla cucina già acquistata, ho fatto due proposte: integrare una penisola alla struttura esistente, completata da sgabelli alti in metallo stile industriale tipo Tolix, o optare per un tavolo allungabile di forma ovale, che si inserisca armonicamente nello spazio selezionato vicino alla finestra. In entrambi i casi ho proposto delle sedute gialle, come colore da richiamare in altri dettagli.

Nella pianta vediamo raffigurato l’inserimento della penisola nella composizione della cucina mentre in basso nella tavola degli arredi viene proposta l’alternativa con tavolo ovale

A sinistra sedia gialla in stile nordico disponibile anche QUI al centro il bel tavolo ovale con piano allungabile color tortora di Kave home e a destra sgabello alto tipo Tolix da abbinare alla versione con penisola, disponibnile QUI

Zona divano

Per la posizione del divano si può scegliere tra l’opzione che prevede di porlo con spalle alla cucina e fronte alla parete più grande, in modo da suddividere l’area relax e pranzo; oppure spalle all’ingresso e fronte alla porta finestra, in modo da schermare l’ingresso. In quest’ultimo caso la tv verrà posta sulla parete laterale alla porta finestra; sotto un modulo Eket di Ikea a profondità ridotta; colore carta da zucchero, altra nuance scelta per la palette cromatica in abbinamento (perfetto) con il giallo!

Nel caso precedente la tv può, invece, essere messa sia a parete che su un mobile. In entrambe le soluzioni la zona salotto viene inquadrata da un divano con chaise-longue, tappeto e lampada da terra.

Le due versioni della zona giorno con il diverso posizionamento del divano che suddivide e organizza gli spazi

In alto a sinistra piantana di Leroy Merlin in metallo giallo h-180 cm a destra tappeto di Roskilde di Ikea. Al centro a sinistra divano grigio di Ikea modello Friheten da ravvivare con i cuscini a fantasia geometrica che trovate QUI ed in fine la coppia di tavolini dalle forme organiche

Il passaggio verso la zona notte

La zona di passaggio verso la camera da letto è caratterizzata dalla possibile presenza del pianoforte e/o libreria e mensole, in varie proposte di composizione che riprendono sempre lo stile industriale.

Proposte di arredo er la zona di passaggio che porta all’area notte. 1 libreria e mensole.2 doppia libreria e mensole. 3 pianoforte e libreria

Decorazioni a parete e illuminazione

Per quanto riguarda le decorazioni a parete, si è pensato di dipingere una sola parete, o quella che porta verso la camera da letto o quella di fronte alla cucina, di un colore a contrasto che potrebbe essere un carta da zucchero o altra sfumatura di grigio azzurro, perfetta con lo stile industriale, gli elementi in metallo nello, il grigio, il giallo e il legno caldo.

In merito alla zona pranzo ho consigliato delle stampe green, con foglie e verde, per donare colore, vitalità ed introdurre al verde del terrazzo, mentre per l’altra parete delle stampe più grandi, in linea con la palette cromatica scelta per il progetto.

Per l’illuminazione, ho proposto di dotare la cucina di barre luminose led sotto pensile, per illuminare meglio il piano; sopra al pianoforte o libreria, sia per una questione di illuminazione che decorativa, ho suggerito la bellissima lampada da tavolo Artemide, Dalu, versione nera.

Accanto al divano troviamo la lampada da terra di Leroy Merlin in giallo, che riproduce in versione gigante il modello di una classica lampada da scrivania; a soffitto una composizione abbastanza minimale di lampadine a vista distribuite a raggera; lampadario che si può facilmente realizzare con gli elementi di Creative Cables. Una lista di elementi luminosi varia, ma allineata sullo stile industriale della zona giorno.

Moodboard con indicazione sulle decorazioni a parete

knoppang, composizione di 8 stampe con cornice di ikea
colorful wall art set di 3 stampe di arte astratta by EVESAND su Etsy . Perfettamente in linea con la palette cromatica scelta per la zona giorno, allegre e luminose
Vicino all area pranzo accanto alla finestra un tocco di green con le due stampe di eucalyptus che si trovano su Etsy by GirlsstuffDesigns

Illuminazione! In alto a sinistra la storica Dalu di Artemide che trovate anche QUI, al centro la piantana gialla a forma di grande lampada da scrivania di Leroy Merlin, a destra le comidossime barre luminose a led ricaricabile ottime per il guardaroba o sotto i pensili della cucina; sono disponibili QUI. In basso due esempi di lampadario a sospensione multipla con lampadine a vista. A sinistra lampada spider a 6 cadute disponibile in diversi colori e finiture by Creative Cables, azienda made in italy e a destra lampadario Lixada disponibile QUI

Consulenza d’arredo on line per la zona notte di casa Mey

Prima proposta stile industriale

Per quanto riguarda la camera da letto la disposizione degli arredi era abbastanza obbligata, allora ho fatto due proposte più improntate su scelte stilistiche.

La prima riprende i mobili scuri ed elementi in metallo dello stile industriale del soggiorno, declinato in versione chic e romantica. La macchia di colore scelta riprendi i toni caldi, che nel caso del salotto erano del giallo, in camera da letto diventano arancio e li ritroviamo nel copriletto, nella bella stampa a parete, riproduzione del grande Rothko e nella sediolina a dondolo in stile nordico, come tutte le sedute della casa.

Arredi ikea per la camera da letto guardaroba Pax con ante specchiate, cassettiera bassa Malm, comodini Vikammer, letto Brimnes disponibile con o senza spallieria, tutto in nero

Le opere di Rothko sono perfette per arredare e donare un tocco di colore e legante e di design, la stampa di quest’opera la trovate anche QUI e La sediolina a dondolo in stile nordico versione arancio QUI

Seconda proposta stile natural

Nella seconda versione ho optato per uno stile più green, che veniva comunque accennato anche dalle stampe in salotto e che qui è accentuato ancora di più dai mobili in legno chiaro e bianco, dalla carta da parati dietro la testata del letto e dal colore verde.

Una divertente galeria di stampa a tema animal per la parete vuota di fianco alla porta

L’atmosfera green si realizza con la scelta di una carta da parati a grandi foglie per la paree dietro al letto, quella nell’immagine è di Leroy Merlin e complementi scelti in legno chiaro, materiali naturale e colore verde come la sedia a dondolo che trovate QUI

Armadio Pax con ante scorrevoli in Bambù e letto Brimnes versione in bianco senza spalliera al quale può essere abbinata la testata Mandal con comodini integrati, se invece si vuole lasciare più visibilità alla carta da parati si possono scegliere i comodini Vikhammer in bianco. tutto di Ikea

Per l’illuminazione faretti Nymane a parete sopra i comodini e lampadario Sinnerling ancora Ikea in un mix mozzafiato e molto modern jungle

Il risultato ha lasciato tutti soddisfatti ed è stato davvero un piacere poter trovare soluzioni funzionali, convenienti e soddisfacenti esteticamente, proprio come mi era stato richiesto

L’articolo Consulenza d’arredo on line per casa May proviene da Architettura e design a Roma.

22 Giugno 2021 / / Casa Poetica

Decluttering e sensi di colpa - Casa Poetica

Cover Photo by Constantine Panagopoulos on Unsplash

Sembra inevitabile pensare che decluttering e sensi di colpa camminino perennemente a braccetto, perché nell’immaginario comune decidere di escludere tutte ciò che non viene usat0 dalla nostra casa equivale a farsi assalire da dubbi esistenziali e rimorsi indicibili.

Voglio fare un’analisi dei comportamenti e dei pensieri più comuni, così mi potrai dire se anche tu hai provato certe emozioni.



Da cosa nascono i sensi di colpa

Vorrei fare una premessa, che è forse più un pensiero personale, ma che credo tocchi tante più persone di quante si possa pensare.

Il senso di colpa penso sia un giudizio intransigente verso se stessi, che viene autoalimentato ogni qualvolta viene commesso uno sbaglio.

Mi spiego meglio, utilizzando degli esempi – tratti da storie vere di donne vere –

Hai comprato quel costosissimo paio di scarpe tacco 12.  Lo hai messo due volte e poi lo hai abbandonato nella sua scatola, perché ti fa venire un enorme male ai piedi e pure le vesciche.

Non puoi eliminarlo, con quello che le hai pagate!!

Non puoi indossarlo, fanno troppo male!!

Ok, tienilo pure nella scarpiera, potrai osservarlo ogni volta che che la apri e ti tornerà la rabbia per l’acquisto mal riuscito.

Non ti sembra di osservare un gatto che si morde la coda?!



E se iniziassi a separare decluttering e sensi di colpa?

Vorrei dirti che non sbaglierai mai più i tuoi acquisti, che ogni tuo investimento economico, piccolo o grande che sia, sarà sempre super positivo, però no, non sarei onesta.

Posso però consigliarti di iniziare ad andare un po’ oltre allo sbaglio. Certo, scoccia “sprecare” soldi, ma non è continuando a rimuginarci sopra che il problema svanirà.

Puoi pensare di regalare quelle scarpe a qualcuno a cui non faranno male e che le porterà tanto, puoi pensare di rivenderle (consapevole che non rientrerai della spesa) e investire il ricavato in un paio di scarpe nuove, più adatte ai tuoi piedi.

Pensa che lì, ferme, non servono a nessuno e mai serviranno. 

Non alimentare il tuo senso di colpa.

Non intasare i tuoi spazi con oggetti che non ti servono.



Più razionalità

Se vuoi davvero fare in modo che decluttering e sensi di colpa non siano un supplizio, ma l’occasione per imparare a vivere con leggerezza, è importantissimo che inizi a guardare agli oggetti con maggiore razionalità (non ho spazio, non riesco a usarlo) e con più sincerità (non lo userò mai, non mi piace).

Ho pensato di affrontare il tema del senso di colpa in ogni sua declinazione anche la prossima settimana: voglio offrirti nuovi punti di vista che ti aiutino ad avere maggiore chiarezza tra i tuoi pensieri e fare scelte più consapevoli.

In alternativa, posso aiutarti a casa tua.







Stai con me, a Casa Poetica?

Iscriviti alla newsletter per riscoprire i processi di consapevolezza del riordino e del decluttering, sempre con una punta di ironia e friccicore (mica Freud, eh!). Ricevi subito il mio regalo di benvenuto, il codice sconto -10% che puoi usare sulle consulenze online.





L’articolo Decluttering e sensi di colpa? Mai più! proviene da Casa Poetica.

22 Giugno 2021 / / Nell'Essenziale

Video tutorial semplice e veloce su come fare una bomboniera riciclando la tasca di un jeans! Ho creato questo video perché amo il riciclo creativo ed amo soprattutto riciclare i vecchi jeans. Ormai in famiglia è un obbligo consegnarmi i vecchi jeans per creare altro. Che poi… i Jeans sono belli anche usurati, strappati e scoloriti, più sono datati e più non riesco a dismetterli. Sarà una fissazione…

Come fare una bomboniera riciclando la tasca di un jeans
Bomboniera realizzata riciclando la tasca di un jeans!

Ho creato due modelli di bomboniere riciclando vecchi jeans, una è una bomboniera semplice ma di effetto diversa dalle solite cose viste e riviste. L’altra è davvero particolare ma considerando che un jeans ha quasi sempre solo due tasche, per realizzare 30 bomboniere è necessario avere almeno 15 jeans… Non è molto fattibile per cerimonie con molti invitati, ma per pochi!

Se desideri vedere altri modelli di bomboniere, nel corso gratuito Bomboniere chic trovi una sezione intera  dedicato al riciclo e tantissime altre idee su come creare bomboniere con più livelli di difficoltà.

Vai ai corsi

Video Tutorial su come fare una bomboniera riciclando la tasca di un jeans

Ecco di seguito il video tutorial per fare una bomboniera riciclando la tasca di un jeans! nella sezione riciclo creativo trovi tante altre fantastiche idee per riciclare vecchi jeans!



Consigli creativi per un riciclo ecologico!

Se non vuoi utilizzare questi sacchetti come bomboniere, o hai dei sacchetti di bomboniere da riciclare utilizzali come porta pot pourri per profumare la biancheria e gli armadi!

Se per realizzare questi sacchetti utilizzerai del bianco avrai dei meravigliosi sacchetti shabby per profumare la biancheria in stile shabby, se utilizzerai del tessuto quadrettato, otterrai un perfetto stile country chic.

Per oggi è tutto mia cara creativa!

Ci vediamo al prossimo post!

Questo articolo Come fare una bomboniera riciclando la tasca di un jeans proviene da NellEssenziale.

21 Giugno 2021 / / Dettagli Home Decor

A tutti noi accade spesso di sentire il bisogno di rinnovare i diversi ambienti domestici al fine di
regalare un nuovo aspetto alla nostra casa. Con poche e semplici mosse, e un fine settimana a disposizione, è possibile rinnovare il look agli interni di casa!  Pensate sia impossibile? Ecco 10 semplici mosse da seguire per rinnovare il casa in sole 48 ore, naturalmente senza affaticarsi troppo!

10 regole per rinnovare casa in sole 48 ore 

1.Fai ordine

Dare una veloce sistemata in ogni stanza è un modo semplice ma efficace per ottenere una casa ordinata. E ricorda se hai qualche dubbio: gettalo!

2. Cambia la disposizione degli arredi

C’è più di un modo per sistemare l’arredamento. Considera la funzionalità di ogni stanza e libera la fantasia cambiando la disposizione degli arredi fino a quando non credi di aver raggiunto l’obbiettivo.

3. Ritocca i muri

Prendi il pennello e gli avanzi di pittura: è il momento di ritoccare le pareti coprendo eventuali macchie presenti da tempo sui muri!

4. Cambia look ai mobili più semplici

Dipingi un mobiletto, un complemento monocromatico con sfumature più brillanti, sostituisci le maniglie di una cassettiera o aggiungi dei coprisedia colorati.

5. Migliora l’illuminazione

Rinnova i paralumi delle tue lampade per ottenere un immeditato miglioramento significativo. Posiziona le lampade nei punti più strategici per catturare le diverse tonalità della luce e far apparire più grande lo spazio.

6. Porta l’arte sulle pareti 

Per cambiare aspetto alle stanza ti basta rinnovare le pareti appendendo quadri e stampe a parete. Per una parete d’effetto scegli un tema e crea una piccola galleria con quadri e stampe in differenti dimensioni.

7. Rinnova i tessili

Porta una ventata di freschezza nei diversi ambienti grazie a nuovi complementi tessili. Puoi cambiare la biancheria da letto, rinnovare i cuscini d’arredo in soggiorno, cambiare il colore delle tende e molto altro ancora.

8. Sfrutta la luce naturale 

Sistema gli specchi in maniera strategica per aumentare il riflesso della luce naturale in tutta la stanza e creare l’illusione di avere più spazio.

9. Aggiungi del verde 

Crea un perfetto angolo verde portando la natura dentro casa: ci sono diversi tipi di piante che vivono benissimo anche all’interno, vasi di diverse forme e colori, ma anche cestini che puoi appendere.

10. Pensa in modo creativo

Fai una pila di vecchie valige, appendi un quadro gigante o arreda una stanza con un pezzo d’arredo particolare: sii originale!

 

 

L’articolo Come rinnovare casa in sole 48 ore proviene da Dettagli Home Decor.

21 Giugno 2021 / / Dettagli Home Decor

miscelatore cucina acciaio

Per un ambiente sempre più al centro della quotidianità come la cucina, i dettagli sono fondamentali perché caratterizzano lo stile dello spazio. Nulla deve essere lasciato al caso, nemmeno la scelta dei rubinetti.

Rubinetterie Treeemme propone per il mondo della cucina le collezioni di design pluripremiate 5MM, 22MM e 40MM inizialmente nate per il bagno.

Design, tecnologia e funzionalità sono i tre elementi distintivi delle proposte dell’azienda toscana. Quattro modelli belli da esibire e mostrare, soprattutto nelle soluzioni abitative con cucina a vista sul soggiorno, che diventano veri e propri protagonisti dell’arredo.

Il rubinetto deve sapersi adattare in modo armonioso al contesto e al contempo essere un elemento distintivo che catturi l’attenzione.

Le collezioni 5MM, 22MM e 40MM realizzate in acciaio di Rubinetterie Treemme sono le soluzioni perfette per chi ricerca il design contemporeneo e un prodotto di alta qualità italiano anche per la cucina.

miscelatore cucina acciaio

5MM Miscelatore per lavello

Elegante e con un design che lascia senza fiato, il miscelatore della collezione 5MM è un vero e proprio oggetto del desiderio. Disegnata dall’Ing. Giampiero Castagnoli, Emanuel Gargano e Marco Fagioli, 5MM è in grado di lasciare il segno con il suo tratto unico e distintivo. Una delle linee dove l’attenta progettualità di Rubinetterie Treemme trova maggiormente spazio. Si tratta infatti di un modello veramente innovativo a livello tecnologico ed estetico grazie allo spessore costante di 5mm in ogni sua parte.

miscelatore cucina linee arrotondate

22MM Miscelatore da lavello

La delicatezza delle linee arrontondate di 22MM è pensata sia per gli ambienti contemporanei che per quelli più classici. L’ispirazione del suo design nasce dalla volontà dell’Ing. Giampiero Castagnoli, Emanuel Gargano e Marco Fagioli, di creare forme semplici ma con una personalità distintiva. La particolarità di questa collezione consiste in una tecnologia di miniaturizzazione delle parti tecniche: 22mm è infatti il diametro per tutte le parti del rubinetto, dall’erogatore ai suoi comandi.

miscelatore cucina finitura oro

40MM Miscelatori da lavello

All’interno della collezione 40MM è possibile trovare numerose proposte di miscelatori per cucina da scegliere in base alle proprie esigenze: dalla versione monocomando a quella con doccino allungabile estraibile. Disegnata dall’ufficio tecnico interno 40MM è una collezione contraddistinta da un design semplice e minimale, molto versatile da personalizzare anche nelle finiture colore.


La collezione 40MM in acciaio di Rubinetterie Treemme è infatti disponibile in pvd.

L’articolo Rubinetti cucina: 4 modelli belli da esibire e mostrare proviene da Dettagli Home Decor.