23 Giugno 2021 / / Francesca Grua

Un nuovo appuntamento in cui arte e casa si incontrano.

Questa volta incontreremo un giovane artista sardo, Matteo Sanna, classe 1984, che realizza le sue opere con diverse tecniche e sperimenta nei materiali che utilizza la profondità dei significati del nostro tempo: il contemporaneo. 
Ad intervistarlo per noi ci sarà Giuseppe Cotroneo, amico architetto e art-consultant di Roma, che mi affianca spesso con il suo modo coinvolgente di raccontare gli artisti, nella scelta delle opere per i miei progetti.

Chi l’ha detto che un’opera d’arte non possa essere alla portata di tutti? Io e Giuseppe l’abbiamo detto spesso e ne abbiamo fatto…

Una creazione artistica, un quadro, una scultura o un oggetto di design, possono essere inseriti in un appartamento o in un ufficio, impreziosire lo spazio e non per questo costare una fortuna.

THIS PARADISE IS NOT FOR ME 2011
Spazio Thetis, Arsenale Novissimo – 54^ Biennale di Venezia

Puoi trovare una delle collaborazioni con Giuseppe sul blog. Guarda cosa avevamo pensato per la casa di Giacomo.

CASA AD ARTE

I clienti sono sempre piacevolmente sorpresi dall’elevato livello artistico che si può raggiungere entro i limiti dell’accessibilità, come oggi vedremo con Matteo Sanna.

Ma ora entriamo nel vivo con l’intervista a Matteo.

GC: Cosa vuol dire essere un artista oggi?

Rispetto al passato, oggi l’artista è certamente più libero di sperimentare e di promuovere la propria arte attraverso tecnologie e strumenti del nostro tempo. Ma nonostante questa maggiore visibilità, si percepisce profondamente la mancanza delle committenze… soprattutto quella intesa come rapporto intellettuale di crescita reciproca.

GC: Ricerca, sperimentazione, linguaggi. Come nascono le tue opere?

La mia ricerca artistica da sempre si ricollega al mio vissuto, all’esperienza vivente, ad un’esperienza interiore che consente all’individuo di creare.
Come una sorta di diario, di camera delle meraviglie, attraverso le mie opere cerco di rafforzare e collegare la visione della vita umana e della crescita psichica interiore di ciascuno di noi, aprendo le porte ad una riflessione costante che fa da collante all’apprendimento ed alla comprensione della storia dell’essere umano.

CLOSE TO MY SKIN 2010

La scelta del supporto come materia ha una valenza fortissima, per me la ricerca è improntata all’indagine della memoria emotiva e all’esplorazione dell’inconscio.
Nella mia pittura rievoco la bellezza del gesto pittorico come poetica dell’eterno ritorno,” perché l’accezione autentica della pittura è quella del ripetere, emulare, citare persino se stessi, ritornare sul supporto e sulla materia con gesti ora ossessivi, ora placidi. Il mio bisogno primario è quello di poter utilizzare come media qualunque cosa intorno a me che desta stupore, attrazione, ribrezzo o semplicemente rispetto.

NOTHING LASTS
Galerie 95, Biel – Svizzera

GC: Un segno ricorrente nella tua produzione sono i temi legati alle dinamiche relazionali. Come influisce l’arte nella vita di tutti i giorni?

I linguaggi artistici sono i principali stimolatori per i nostri ricettori di emozioni, sensazioni, attraverso i nostri sensi l’arte riesce a parlare al mondo, a fermentare la conoscenza e quindi può aiutarci ad integrarci con il mondo. L’arte mi ha da sempre dato la possibilità di guardare intorno a me in modo trasversale, ritrovandomi spesso ad interessarmi di cose che per altri non destano attenzione.

DISPOSABLE TEEN 2011
Collezione Fondazione Bartoli – Felter

GC: Oggi il mercato dell’arte è in continua evoluzione, soprattutto per le fasce medie. Quanto è importante aprirsi ai giovani collezionisti che cercano delle opere un po’ più accessibili?

I giovani collezionisti devono instaurare un rapporto personale ed intellettuale con gli artisti, il prezzo delle opere d’arte per un artista è uno strumento e non il fine. Il maggior valore vien sempre dallo scambio di conoscenze tra chi fruisce dell’opera e chi la realizza.

Ricollegandomi proprio a questo ultimo concetto, mi intrufolo in questa fantastica intervista per raccontarti di come Matteo, Giuseppe ed io abbiamo collaborato, ricercato e contestualizzato un’opera dell’artista all’interno di un mio progetto d’interni seguito per i clienti Maria Grazia e Valerio.

Sognavano una zona giorno luminosa, spaziosa ed accogliente. Sono due persone che adorano stare in compagnia, organizzare cene con amici e tavolate di parenti. Amano la le cose semplici, a lei piace cucinare e odia il disordine, lui tifosissimo del Toro. Hanno due bimbe e sono due persone attive, ma è rito trascorrere le loro serate tutti insieme sul divano a guardare la TV.

Per loro e per la loro luminosa e colorata zona giorno, è stata scelta l’opera di Matteo Sanna:

Neon “Nothing Lasts”.

A Matteo piace immaginare che questa famiglia cosi dinamica, positiva e amante della vita possa godere a pieno di questo suo lavoro. “Come memento mori, come stimolo a non mollare mai agendo nell’immediato senza rimandare. Il tempo condiviso in famiglia dovrebbe essere magico, pieno di emozioni e illuminante, basi fondamentali per tramandare la nostra esperienza di vita a chi amiamo”.

Ma ora continuiamo con l’intervista.

GC: Ci anticiperesti un piccolo spoiler sui tuoi prossimi progetti?

In questo periodo sto lavorando alla realizzazione della nuova produzione per la mia prossima mostra personale. Mi piacerebbe potervi comunicare le date e gli eventi esatti, ma purtroppo in questo tempo incerto troppo spesso i progetti subiscono variazioni e spostamenti a data da destinarsi.  Appena le date saranno confermate sarò felice di condividere con voi i nuovi appuntamenti con la mia arte!

UNBREAKABLE MISUNDERSTANDING
NM> Contemporary – Principato di Monaco

In attesa di scoprire le novità di Matteo, affidiamo a Giuseppe la conclusione di questa intervista super interessante, magari con qualche consiglio sul collezionismo “accessibile”:

“Da questa piccola selezione di immagini che Matteo Sanna ci ha gentilmente concesso, credo che emerga chiaramente quanto le sue opere non abbiano bisogno di spiegazioni articolate, proprio perché arrivano dritte al punto e sono in grado di comunicare messaggi davvero intensi.

Ognuno di noi farà fatica a trovare la sua preferita perché tutte, in un modo o nell’altro, riescono a fare breccia nelle corde dei nostri sentimenti.
In fondo, la magia del collezionismo è proprio questa: regalarsi quella parte di noi stessi che qualcun altro ha realizzato senza saperlo.

Chiudo precisando che il collezionismo accessibile è mosso da curiosità e passione per l’arte proprio perché, come abbiamo visto in questa occasione, ci sono giovani artisti di altissimo profilo che non sono soggetti alle dinamiche commerciali dei grandi nomi… supportiamo i nostri artisti, sempre!”

Io concludo invece ringraziando Giuseppe e Matteo. Se volete andare a sbirciare cosa fanno vi lascio qui sotto tutti i riferimenti:

matteosanna.it

Profilo Instagram di Matteo: matteosanna84_

giuseppecotroneo.com

Profilo Instagram di Giuseppe: giuseppecot

L’articolo CONOSCIAMO MATTEO SANNA proviene da Interior designer | Una designer per tutti.

23 Giugno 2021 / / Romina Sita

Hai mai sentito parlare della ruota dei colori? Se la risposta è sì e vorresti imparare ad utilizzarla, allora sei nel posto giusto. Se invece hai risposto no e sei curioso di sapere di cosa si tratta, sei comunque nel posto giusto! 😛 In questo articolo ti racconto come utilizzare la ruota dei colori armonizzare i tuoi interni.

Ami il colore ma hai paura di creare abbinamenti sbagliati, vero? In effetti non è per nulla semplice creare accostamenti armonici, per questo motivo i professionisti si avvalgono di alcuni strumenti per dosare il colore in modo equilibrato. Sto parlando della ruota dei colori. Oggi desidero insegnarti a leggere e utilizzare la ruota dei colori in modo che tu possa autonomamente fare le giuste scelte cromatiche per la tua casa e riuscire così ad armonizzare i tuoi interni.

Perchè il colore è così importante?

Il colore è un elemento fondamentale della nostra vita, il colore ci circonda costantemente e ci trasmette emozioni. Proprio per questo motivo è importante circondarci dei colori giusti che ci evochino sensazioni piacevoli e di benessere, specialmente all’interno della propria casa. Più che di colore è più giusto parlare di palette colori, perchè se ci pensi la casa è rappresentata da più colori che si combinano tra loro per entrare in sintonia perfetta. Dai un’occhiata a questo articolo, ti aiuterà a trovare palette colori adatta alla tua casa: A cosa serve la palette colori? 4 idee efficaci per trovare la tua personale.

Quando si parla di applicazione del colore non bisogna considerare solo le pareti di casa, ma anche tutto ciò che compone l’arredamento: divano, tavolo, sedie, cucina e tutti gli altri elementi di arredo. Prima di fare qualsiasi scelta sull’acquisto di nuovi arredi o decorazioni è sempre bene considerare e valutare tutti gli elementi esistenti (es. pavimenti, porte, infissi, ecc…) e solo successivamente sviluppare le scelte cromatiche in funzione di essi. La ruota dei colori ci viene in soccorso per definire quali e quante tinte utilizzare all’interno della palette colori per riuscire ad armonizzare gli spazi interni.

La ruota dei colori, conosciuta anche come cerchio cromatico, è un simbolo grafico circolare, caratterizzato da 12 colori. Questi 12 colori rappresentano l’insieme delle combinazioni che si ottengono dai 3 colori primari, che a loro volta permettono di creare una quantità immisurabile di colori.

Ma andiamo con ordine e apriamo una piccola parentesi sull’origine del cerchio cromatico.

Nel passato, grandi scienziati, artisti e filosofi hanno espresso le loro teorie sul colore. Come Johann Wolfgang von Goethe che ha scoperto l’opposizione dei colori complementari, Michel Eugène Chevreul che nel suo cerchio si concentra sulla sequenza delle tinte e non sui legami logici o estetici che si instaurano fra loro, fino ad arrivare nel 1919 a Johannes Itten, pittore, designer e docente del Bauhaus

Itten si concentra sui rapporti che si creano passando da un colore all’altro e mostra come dai colori primari si possono generare i secondari e i terziari. 

colori primari
COLORI PRIMARI: giallo, rosso, blu
colori secondari
COLORI SECONDARI (ottenuti dalla mescolanza dei colori primari): arancio, viola, verde
colori terziari
COLORI TERZIARI (ottenuti dalla mescolanza dei colori secondari): giallo-arancio, rosso-arancio, rosso-viola, blu-viola, blu-verde, giallo-verde
colori tetradici
COLORI TETRADICI

Itten inoltre utilizza questa struttura per evidenziare alcuni accostamenti armonici, cioè più piacevoli rispetto ad altri, prendendo i colori della ruota a gruppi di 4 colori, seguendo schemi di quadratura.

Saturazione e luminosità

Finora abbiamo parlato di COLORI PURI, cioè quei 12 colori che non contengono nè bianco, nè nero e nemmeno grigio. Devi sapere che ai colori puri contenuti nel cerchio cromatico si possono applicare 2 tipologie di variabili differenti. Sto parlando della SATURAZIONE e della LUMINOSITÀ: ti spiego cosa sono utilizzando come esempio il colore verde puro.

saturazione

La saturazione determina quanto un colore è puro. Più è saturo e più si avvicina alla purezza e più è desaturato e più si avvicina al grigio.

Ti mostro un esempio di una camera da letto con una parete colorata. Ho modificato la saturazione di essa per mostrarti cosa succede togliendo o aggiungendo il grigio.

camera da letto
Immagine con colore di riferimento
camera da letto
Stessa immagine con parete più desaturata
camera da letto
Stessa immagine con parete ancora più desaturata
luminosità

La luminosità determina quanto un colore è chiaro o scuro. Più si aggiunge bianco e più si schiarisce e più si aggiunge nero e più un colore si scurisce.

Ora invece ti mostro un esempio di un living con una parete colorata. Ho modificato la luminosità di essa per mostrarti cosa succede aggiungendo bianco e poi nero.

living
Immagine con colore di riferimento
living
Stessa immagine con aggiunta di nero sulla parete colorata
living
Stessa immagine con aggiunta di bianco sulla parete colorata

È fondamentale considerare queste 2 variabili, per non creare interni troppo vivaci, che alla lunga possano stancare. Infatti la ruota dei colori deve essere utilizzata come base sulla scelta della tinta (colore puro) ma poi è necessario aggiungere la giusta saturazione e luminosità in base al risultato che si vuole ottenere. 

Ruota dei colori

La ruota dei colori è un doppio disco di carta legato al centro da un punto metallico che permette la rotazione di un disco sull’altro. Nel cerchio sottostante sono riportati 12 colori, ovvero l’insieme delle combinazioni di colori che si ottengono dai 3 colori primari. Nel disco superiore invece si trovano descrizioni e info tecniche su come leggere la ruota dei colori.

Questa è una RUOTA DEI COLORI e la puoi acquistare su Amazon ad un prezzo super accessibile. Sul bordo esterno sono raffigurati i 12 colori puri che ti dicevo poco fa e per ognuno è rappresentata una scala semplificata della saturazione e luminosità. Dove c’è scritto TINT è stato aggiunto del bianco, dove c’è scritto TONE è stato aggiunto del grigio e dove c’è scritto SHADE è stato aggiunto del nero. Questo per farti capire che quando vai a combinare ad esempio 2 colori complementari, non necessariamente devi prendere il rosso puro e il verde puro, ma puoi scegliere ad esempio un rosso desaturato e abbinarlo ad un verde scuro, nella quantità che deciderai tu. 

Un altro strumento da integrare alla ruota dei colori, e che può aiutarti molto nella scelta, è sicuramente la mazzetta colori. Io ho questa di RAL, non contiene una quantità esagerata di colori, ma la trovo ugualmente molto utile al suo scopo. 

Un’altra alternativa valida la puoi trovare qui, sul sito di Pantone. Qui hai una vasta gamma di colori ordinati per tipologia. Questo sistema lo utilizzo quando devo cercare un colore ben specifico e quando scrivo gli articoli per il blog di Home Decor Details! 😉

Ora ti mostro nel dettaglio come leggere e utilizzare la ruota dei colori. Nello specifico ti illustro 5 tecniche, corredate da immagini di interni selezionati da Pinterest, che rappresentano al meglio il concetto descritto.

TECNICA #1

ruota dei colori analoghi

Colori analoghi (che a sua volta si può suddividere in colori caldi e colori freddi)

Sono i colori che sulla ruota si trovano adiacenti, e che quindi hanno tonalità simili. Schemi di colori analoghi si trovano spesso in natura risultando armoniosi e piacevoli per l’occhio. Di solito si accostano bene creando composizioni serene e confortevoli. 

TECNICA #2

ruota dei colori complementari

Colori complementari

Sono i colori che sulla ruota si trovano esattamente opposti. Sono i più difficili da usare, questo perché essendo colori opposti danno vita ad un forte contrasto, che non sempre è facile gestire. L’elevato contrasto di colori complementari, crea un look vivace soprattutto quando usato a piena saturazione. Questa combinazione di colori deve essere gestita con attenzione per non risultare stridente. Schemi di colori complementari sono difficili da usare in dosi massicce, ma funzionano bene quando si desidera qualcosa di originale. Se si accostano due colori complementari si ottiene un effetto di massimo contrasto rafforzando la luminosità di entrambi. 

TECNICA #3

ruota dei colori complementari

Colori complementari frazionati

Una variante dei colori complementari: uno dei 2 opposti si suddivide a sua volta in 2 colori analoghi. Questa tecnica permette di creare una leggera sfumatura che non risulta per niente male.

TECNICA #4

ruota dei colori triadici

Combinazioni di colori triadici

Sono i colori che nella ruota sono collegati dal triangolo. Scegli il tuo colore preferito, gira il cerchio in modo da far combaciare il vertice del triangolo con quel colore e in automatico, in corrispondenza degli altri 2 vertici, verranno fuori gli altri 2 colori che si accostano armonicamente col primo. 

TECNICA #5

ruota dei colori tetradici

Combinazioni di colori tetradici

Simile alla tecnica precedente, se desideri creare armonia utilizzando 4 colori, gira la ruota (“ye ye”🤣) e scegli la combinazione che ti aggrada di più.

Ora sai esattamente come si legge la ruota dei colori, ma voglio lasciarti la mia interpretazione personale. Penso che negli interni e nell’arredamento, la ruota dei colori sia molto utile per identificare soprattutto i colori di contrasto e per ricordarci quali sono i colori caldi e quelli freddi (sono indicati nelle info del cerchio superiore). Invece, nel caso dei colori triadici e tetradici risulta un pò difficile, perchè bisogna stare attenti alle quantità di colore applicato e ai dosaggi di saturazione e luminosità. Ma! Possiamo osare e sbizzarrirci ad esempio per campiture limitate di colore. Ad esempio all’interno di una gallery wall, quando non sai quali fotografie o poster scegliere, lo strumento della ruota dei colori potrebbe risultare davvero utile per scegliere immagini cromaticamente armoniche.

In generale consiglio di sempre di tenere in mente la regola del 60-30-10, che ti permette di dosare le quantità di colore all’interno della tua casa, in modo sempre equilibrato e armonico.

Se desideri altri suggerimenti su come applicare il colore all’interno della tua casa, allora ti suggerisco di leggere anche questo articolo: Come e dove applicare il colore all’interno della nostra casa.

Spero che questo articolo ti aiuterà nelle scelte cromatiche, per rendere più bella la tua casa.

Ciao e alla prossima.

L’articolo Come utilizzare la ruota dei colori: 5 tecniche per armonizzare i tuoi interni sembra essere il primo su Romina | Home Lover.

23 Giugno 2021 / / M-Design

 Miei cari lettori , oggi voglio presentarvi l’azienda BARREL 12 , un progetto di design volto al riutilizzo e riciclo di oggetti adatti sia per interni che per esterno. L’idea parte dall’architetto Francesca Cutini che recupera botti trasformandole in pezzi d’arredo unici!

Vi mostro alcuni oggetti che mi hanno colpito particolarmente non solo per il loro essere rari e moderni ma anche per avere un leggerissimo tocco street style miscelato all’eleganza.

Nome del prodotto: Barrel12 | My Guru
Descrizione: Contenitore, tavolino o seduta (sgabello/Pouf)
MY GURU IS BEST THAN YOURS

Vecchi fusti industriali, riciclati, bonificati, si trasformano in libreria, in pouf contenitore o pouf seduta, in un vaso per esterni.
Un recupero sostenibile e artigianale che possa dare a ciascun singolo oggetto un carattere di originalità e unicità, questa è l’idea di Francesca Cutini, architetto e designer titolare di Studiododici, che rigenera i barili e li trasforma in un ambizioso progetto di design e di recupero funzionale. In interno o all’esterno, dalla terrazza al giardino al salotto, trovano il loro spazio: si possono aprire e chiudere per diventare contenitori per libri, bottiglie, gioielli, scarpe o caschi. Ogni pezzo della collezione BARREL12 può essere montato su ruote. Disponibili in 7 colori (verde, turchese, violetto, giallo, rosso, fucsia e grigio) oltre alla versione con finitura Corten, i BARREL sono personalizzabili a seconda delle esigenze e dei gusti della committenza. I bidoni sono degli open-objects. Librerie, sedute, pouf, portavasi, depositi per oggetti da giardinaggio, espositori da punto vendita, postazioni da lavoro, frigoriferi. Ogni persona che si ferma a guardarli immagina un utilizzo che è un correlato del suo vissuto. 
Vi mostro un ulteriore barile che ha catturato particolarmente la mia attenzione per l’uso che se ne può fare ma anche per l’ambiente in cui è collocato. AZZECCATISSIMO!

Nome del prodotto: Barrell12 | Lavabo
Descrizione: Lavello barrel colorato , senza ruote , con tasca laterale per accedere agli allacci e attacchi idraulici, possibilità di collegare tubo esterno dell’acqua
Prezzo: €990
Il Barrel lavabo è quindi un pezzo d’arredo unico nel suo stile , disponibile anch’esso in 7 colori (verde, turchese, violetto, giallo, rosso, fucsia e grigio) oltre alla versione con finitura Corten. Siamo sinceri , avere un pezzo unico in casa non è da tutti. Rendere le nostre abitazioni moderne , leggere con ambienti puliti ma al contempo luminosi ed ariosi , aiuta a vivere la casa in modo sereno. Oltre al fatto di dare un benessere visivo , anche i nostri ospiti si sentiranno a proprio agio. Teniamo a mente che in questo modo aiutiamo anche il nostro mondo con la sostenibilità ed il riciclo , pensate quanto sia importante soprattutto al giorno d’oggi , aiutare l’ambiente.
Detto ciò , cosa aspetti? Corri sul sito ed acquista i loro prodotti esclusivi. 
Sito di riferimento per i lettori: www.barrel12.com



M.

23 Giugno 2021 / / Clever

L’estate è appena cominciata ma… è già tempo di scoprire quali sono i colour trend previsti per Autunno/Inverno 2021/2022!

Il Pantone Color Institute ha presentato in anteprima i colori di tendenza della prossima stagione, palette variopinte, inedite e grandi ritorni che hanno primeggiato nelle celebri passerelle di Londra e New York.

Dimentichiamoci i toni discreti e le sfumature tenui: ci aspetta un’esplosione di tonalità vive, gioiose, luminose che, cavalcando l’onda della moda, diventeranno linee guida per portare un tocco di modernità anche all’arredamento della cameretta o del living.

SCOPRI ANCHE > Le esclusive Moodboard di Clever

Ispirazione Pantone: idee per la cameretta

Come dice Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute, la tendenza premierà una “palette di colori rincuoranti che riflettono l’ambiente naturale che ci circonda” e, allo stesso tempo “ispira le nostre energie creative e risveglia il desiderio di una prospettiva rinnovata sull’applicazione del colore”.

Palette di colori Pantone per la camera dei bambini

Campo libero a mix and match di tonalità, dunque, dove protagoniste diventano “sfumature pratiche ma permeate da colori pop brillanti […] che veicolano la promessa di una rinascita”.

Forte di questa affermazione, la cameretta diventa il luogo d’elezione per la sperimentazione cromatica.

Superati i classici rosa confetto e azzurro bebé – ancora troppo legati alla dicotomia maschietto/femminuccia, sono colori come il verde, il giallo e il grigio e le relative nuance a tenere finalmente banco nella camera dei più piccoli e a stupire con abbinamenti fino ad oggi considerati azzardati.

Grigio e blu? Cipria e verde? La parola d’ordine è solo una: osare.

Colori per la cameretta di una bambina

Cameretta con letto singolo su ruote Start T09 >

Colori per la camera da letto di una ragazza

Cameretta con due letti a L Start P26 >

Colori per una camera unisex

Cameretta verde per bambino Start T10 >

Ispirazione Pantone: idee per la camera dei ragazzi

La prima regola degli adolescenti: non essere trattati più come dei bambini. E questo monito passa in rassegna, prima o poi, anche l’arredo della loro stanza.

L’uscita dall’età infantile segna per i ragazzi e le ragazze un vero rito di passaggio, il momento dove l’affermazione del sé, del proprio gusto e delle preferenze personali diventa la priorità assoluta.

Palette di colori Pantone per una camera da adolescenti

Può capitare dunque che le delicate sfumature pastello che hanno accompagnato la prima fase della loro vita siano inevitalmente sostituite da colori decisi, forti e di carattere, o al contrario da palette neutre e naturali, tutte però rispettose della tendenza del momento.

Colori per la zona notte di un monolocale

Camera per ragazzo universitario Start T04 >

Colori per la camera da letto di un ragazzo

Camera per ragazzo con cabina a cremagliera Start T01 >

Questo è ancor più vero per chi, vuoi per ragioni di studio o di lavoro, lascia per la prima volta il nido domestico: universitari fuori sede, giovani lavoratori o intraprendenti viaggiatori alla ricerca della propria strada.

E così, lontano dalla casa materna, nulla diventa più accogliente di una stanza tutta per sé, dove ogni sfumatura, ogni colore, ogni dettaglio – testimoni di un gusto più maturo – non sono altro che la proiezione della propria personalità.

Palette di colori Pantone per la camera di ragazzi grandi e giovani adulti

Colori per la camera di una giovane donna

Camera da letto femminile

Colori per la camera da letto di un giovane uomo o di un single

Camera da letto maschile

Ispirazione Pantone: idee per il soggiorno e il living

Se la camera da letto si presta facilmente alle sperimentazioni decorative, la zona giorno non è da meno! Il living celebra il ritorno del colore promuovendo tinte brillanti e sature che, anche in piccole quantità, trasfigurano completamente lo stile del soggiorno.

Materiali senza tempo come il legno o il metallo vengono attualizzati e sdrammatizzati da ante, cassetti, pensili, librerie o tavolini coloratissimi e originali, abbinabiili anche a tinte più tradizionali come il beige, l’antracite, il bianco e il nero.

Palette di colori pantone per il living o il soggiorno

Colori per un living moderno

Parete attrezzata con libreria asimmetrica IM20_L18 >

Colori per la parete attrezzata di un soggiorno moderno

Parete per TV con libreria integrata IM20_L22>

Idee per personalizzare una parete attrezzata

Parete attrezzata destrutturata con pensili IM20_L16 >

Ancora in cerca di ispirazione?

Dai un’occhiata alle Moodboard di Clever: troverai originali abbinamenti di materiali, colori e rese materiche, oltre a spunti interessanti per personalizzare gli arredi della collezione.

Leggi anche:

23 Giugno 2021 / / Laura Home Planner

Avete la fortuna di avere uno spazio all’aperto e state pensando di mettervi una tenda per godere l’ombra durante le ore più soleggiate? Bella idea, visto che l’estate e la luce più intensa dell’anno sono alle porte…

Il mondo delle tende da giardino è un universo variegato e destreggiarsi non è semplice, anzi, è un vero e proprio piccolo labirinto. Online le proposte sono diverse, come le tende a vela Maanta, funzionali a diversi tipi di ambiente. Avventuriamoci allora alla ricerca di rendere più fresco il nostro giardino, per un’estate al sole sì, ma anche alla giusta temperatura.

Le tende a vela: che cosa sono

Le tende a vela sono un nuovo modo di arredare il giardino e sfruttare al massimo le zone d’ombra. Nate all’origine per il mondo della nautica e installate sulle barche, di cui hanno mantenuto la tecnologia, sono perfette per gli ambienti esterni grazie alla loro capacità di proteggere dagli agenti atmosferici e di adattarsi a spazi di varie dimensioni. Vediamo in dettaglio i vantaggi:

  • Creano uno spazio esterno che risulta separato e fruibile alle varie ore del giorno.
  • Grazie alla varietà di colori e materiali, consentono soluzioni di arredamento in linea con quelle del resto della casa e altamente personalizzabili.
  • Semplicità nell’installazione.
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Totale sicurezza.

Si possono installare secondo tre modalità diverse di ancoraggio: a dei pali in acciaio o in alluminio, a delle piastre dotate di moschettoni. Innovativa, inoltre, la tecnologia delle tende avvolgibili, grazie a una tecnologia motorizzata.

Le tende a vela sono un prodotto di design e, in quanto tali, hanno tutte le caratteristiche degli oggetti di design: non solo sono piacevoli da un punto di vista estetico, ma sono studiate per essere il più possibile funzionali rispetto al loro scopo di partenza: proteggere dagli agenti atmosferici.

Meglio riparare dalla pioggia o garantire uno spazio ombreggiato?

Una tenda a vela nasce per fare entrambe le cose, ma i produttori nel tempo sono riusciti a specializzarsi a seconda dell’effetto specifico che interessa ottenere.

Se si cercherà una situazione di ombra simile a quella delle fronde degli alberi, per un clima come quello estivo che non ha tante piogge, l’ideale saranno le tende a vela ombreggianti, che con la loro trama fitta sapranno garantire un clima fresco e di chiaroscuro.

Le tende a vela impermeabili si caratterizzano invece per l’alta capacità isolante, grazie a un tessuto impermeabile capace di bloccare il 98% dei raggi UV. Non solo proteggono dalla luce solare più intensa, ma anche dalle piogge.

Oltre il giardino

Come abbiamo visto le tende a vela si stanno diffondendo come scelta ottimale nel mondo delle tende da giardino, che non è il solo spazio per cui sono perfette. Ad esempio, quelle impermeabili saranno perfette per coprire il posto auto e parcheggi. Ma sono funzionali anche in spazi più piccoli come quelli di balconi e terrazzi.

Avere l’ombra quando si ha uno spazio all’aperto è importante; se poi la tenda è comoda e bella lo è ancora di più!

L’articolo Come scegliere le tende da giardino proviene da Laura Home Planner.

22 Giugno 2021 / / Dettagli Home Decor

Bisazza cementine colorate

Ci riportano con la mente al passato, alla casa della nonna dove si respirava quell’atmosfera familiare e raccolta. Ci fanno rivivere momenti indimenticabili, ma al tempo stesso sono così versatili da poter impreziosire con un tocco di originalità anche l’ambiente più moderno e minimalista. Stiamo parlando delle cementine: vero e proprio must have tra i rivestimenti del passato, tornate oggi di tendenza al punto da essere spesso scelte dai migliori interior designer. Queste piastrelle dall’animo vintage si prestano a molteplici soluzioni d’arredo e permettono di donare al bagno ma anche alla cucina un tocco di stile davvero unico. Scopriamo come utilizzarle al meglio al giorno d’oggi nei vari spazi della casa.

Arredare il bagno con le cementine

Le cementine sono da sempre utilizzate in un ambiente come il bagno, che necessita di rivestimenti ad hoc anche sulle pareti oltre che a livello di pavimentazione. Le regole dell’interior design moderno le vedono come arricchimento dell’area doccia, dove si può giocare con il colore ricreando delle fantasie geometriche che entrano in contrasto con il resto della stanza. Anche la parete del lavabo però si presta benissimo alle fantasie di queste piastrelle vintage; per ottenere un effetto moderno conviene mantenerle basse e lasciare una parte di parete libera.

cementine a parete e pavimento

Arredare la cucina con le cementine

Queste piastrelle dal gusto vintage ma di grande tendenza sono perfette anche per un ambiente come quello della cucina, in cui si va sempre alla ricerca del paraschizzi ideale. Che vengano applicate sulla parete o utilizzate per donare un tocco di stile in più al pavimento, l’effetto wow è garantito, permettendo di unire funzionalità e design. A seconda degli arredi che si sono scelti, naturalmente, conviene optare per delle cementine dai colori più tenui o al contrario dai contrasti accentuati. Oggi c’è davvero l’imbarazzo della scelta ed il bello di queste piastrelle è che si prestano a qualsiasi tipologia di arredo: dal minimal all’antico, dal nordico all’industrial.

cementine esagonali colore verde

Arredare con le cementine: l’importanza del progetto

Le cementine permettono di ottenere l’effetto che si desidera e sposandosi al meglio con qualsiasi tipologia di arredo rappresentano oggi una delle soluzioni più versatili per quanto riguarda il rivestimento di pareti e pavimenti. Bisogna però ricordare che è facile commettere errori, in quanto il progetto è fondamentale per riuscire a concretizzare la propria idea di stile. Le cementine sono dunque una grande risorsa ma possono rivelarsi anche rischiose, se non vengono utilizzare nel modo corretto. D’altronde, sappiamo tutti quanto il rivestimento faccia la differenza in qualsiasi ambiente, che si tratti della cucina o del bagno.

Per questo motivo, se avete intenzione di utilizzare le cementine nel vostro progetto d’arredo, conviene affidarvi a dei professionisti della progettazione come Damura Design per ottenere il risultato che effettivamente avete immaginato. Provate a dare un’occhiata al catalogo online di questo brand: troverete moltissime tipologie di cementine per ogni gusto ed ogni stile di arredo, di alta qualità e in linea con le tendenze del momento.

L’articolo Cementine: come donare alla propria casa un tocco di stile e gusto in più proviene da Dettagli Home Decor.

22 Giugno 2021 / / Charme and More

L’estate è arrivata e per molti è tempo di pensare alle vacanze al mare.

Telo mare, creme solari, borraccia termica, beauty case, occhiali da sole, cappello di paglia non devono mai mancare nella borsa da spiaggia.

Da Etsy  una selezione di accessori per essere perfette ed eleganti anche sotto l’ombrellone.

 

 

1.| Comodo, stiloso il maxi chemisier in cotone è la scelta ideale per l’outfit da spiaggia o da piscina.  Fatto a mano da Blueblueus (€ 87,05)

2.| Il cappello di paglia di Jannice Winner è perfetto per ripararsi dal sole nelle ore più calde, ma è l’accessorio per completare con stile e con un tocco glamour l’outfit delle vacanza. (€ 51,88)

3.| La borsa da spiaggia in paglia è un grande classico dell’estate, un mai senza della stagione calda, per andare in spiaggia, ma anche per completare i look da città. 

Cesta realizzata a mano da Maison Andaluz (€ 56,03) 

4.|I sandali alla schiava sono le calzature di tendenza dell’estate 2021.

Il classico  sandalo caprese alla schiava con lacci in pelle nera realizzato a mano da SyreniaSorrento è perfetto per andare in spiaggia a rilassarsi. (€ 115,00)

5.| 6.| Per completare con stile l’outfit da spiaggia non dimenticate un bel paio di occhiali da sole vintage da diva (Tamugno Made in Italy € 43,90) e un telo mare in cotone o lino sottile e leggero che asciuga velocemente e occupa poco spazio in borsa.  (Telo da spiaggia in cotone a strisce bianche e nere fatto a mano da Eastern Woven € 40,45)

 

Ti è piaciuto questo post?

Condividilo sui tuoi canali social usando uno dei tasti qui sotto e seguimi  su Instagram , Facebook e Pinterest.

 

 

 

L’articolo Etsy Finds of the Week: gli essenziali da spiaggia. proviene da Charme and More.