Installare un ascensore in casa è un’ottima soluzione per migliorare l’accessibilità e aumentare il valore dell’immobile con una soluzione personalizzata e su misura. Inoltre, grazie alle agevolazioni e alle detrazioni fiscali previste dal Bonus Casa, prorogato al 31 Dicembre 2020, è possibile usufruire di una detrazione fino al 50% della spesa.

Tuttavia, prima di installare un ascensore, è importante informarsi sulle caratteristiche del prodotto e sulle misure minime da rispettare.

Infatti, secondo il Decreto Ministeriale 236 del 1998, che regola la legislazione in merito all’accessibilità e all’adattabilità degli edifici pubblici e privati, per installare un ascensore devono esserci specifici requisiti in termini di spazio, che variano in base al tipo e alla destinazione d’uso dell’immobile.

 

 

Dimensioni minime per l’installazione di un ascensore domestico

Una delle prime caratteristiche a incidere sulle dimensioni minime da rispettare per l’installazione di un ascensore in casa riguarda lo stato dell’immobile. Se si tratta di un edificio di nuova costruzione a uso non residenziale lo spazio previsto per l’elevatore deve essere di almeno 140×110 cm di profondità e quello per l’imbarco e lo sbarco di almeno 150×150.

Diversa è la situazione nel caso in cui si tratti di un immobile residenziale già esistente, in questo caso le misure minime dovranno essere di 120 cm x 80 di larghezza per lo spazio dell’ascensore e di 140X140 per lo spazio antecedente.

Tipologie di ascensori per la casa: idraulici e elettrici

A seconda del tipo di funzionamento i miniascensori per la casa possono essere distinti in:

  • Ascensori idraulici o oliodinamici, questa tipologia di elevatore sfrutta la forza generata da un pistone idraulico collegato a una centralina dell’olio per generare il movimento. Per questo motivo l’installazione prevede, già in fase di progettazione, un locale macchine adiacente al vano di corsa, necessario per contenere la centralina dell’olio e il quadro di comando.
  • Ascensori elettrici, si tratta di elevatori che funzionano utilizzando un motore elettrico posto sopra la cabina e per questo non necessitano di un locale macchine.

Tra i vantaggi degli ascensori idraulici abbiamo sicuramente un costo ridotto per quanto riguarda l’installazione e la manutenzione e una maggior potenza di carico. Tuttavia, per una soluzione più moderna, pratica ed ecologica sono da preferire gli ascensori elettrici, perché permetto performance più elevate in termini di velocità e corsa e un’installazione più semplice e meno invasiva.

Fra gli ascensori elettrici di ultima generazione consigliamo l’ascensore per la casa Vimec Home lift, che unisce un design dalle finiture moderne a un motore ecologico dai consumi ridotti.

Miniascensori senza locale macchine

Alcuni ascensori non necessitano di un locale macchine, anche se è necessario prevedere uno spazio sopra la cabina per contenere il quadro di comando.

I miniascensori senza locale macchine sono particolarmente indicati per gli edifici residenziali, come abitazioni e condomini, per via delle dimensioni ridotte e dei minori consumi.  Sono versatili e poco ingombranti e spesso non prevedono la presenza di una fossa. Inoltre i miniascensori domestici utilizzano la corrente domestica, consumando quanto un normale elettrodomestico. Si tratta di una soluzione ideale per un ascensore domestico, ma adatta a luoghi pubblici o con grande afflusso, per via della bassa velocità di corsa (fino a un massimo di 0,15 m/s).

L’articolo Ascensore domestico e bonus casa proviene da Architettura e design a Roma.

9 Giugno 2020 / / La Gatta Sul Tetto

I pavimenti smart a posa facile e veloce permettono di rinnovare gli ambienti senza lavori lunghi e costosi. Vediamo le novità di tendenza.

Pavimenti smart Hometreschic
le cementine proposte da Hometrèschic

I pavimenti smart magnetici

Pavimenti smart magnetici consentono di rinnovare gli ambienti in poco tempo e senza affrontare lavori di muratura, lunghi e costosi.

Nella pratica, sul suolo si posa un materassino che contiene del metallo o, al contrario, uno strato in PVC magnetico. Le piastrelle, che possono essere in PVC magnetico o in materiale metallico, vengono posizionate su questo strato e aderiscono grazie all’attrazione magnetica. Se il pavimento esistente è in ottime condizioni e perfettamente livellato, la posa è facile e veloce, e non prevede l’utilizzo di colle o adesivi speciali.

Pavimenti smart Planium
Il pavimento MG01 Magnetic Floor finitura Calamina di Planium

Promette di essere rivoluzionario il Sistema MG01 Magnetic Floor messo a punto da Planium, leader nella produzione di rivestimenti in metallo e facente parte del TGroup, fondato da Terenzi srl, azienda specializzata nella lavorazione dei metalli.

Con questo prodotto innovativo, Planium esplora le possibilità della posa a secco, sfruttando le proprietà del PVC magnetico, che fa da sottofondo e che mantiene in posizione le piastrelle metalliche. L’indiscussa qualità dei materiali, coniugata al design ricercato e all’attenzione per la sostenibilità hanno decretato il successo di questa innovativa soluzione. Le piastrelle, dallo spessore minimo, sono disponibili in diversi formati e in finiture accattivanti, nelle cromie del rame, dell’argento, del bronzo, dell’ottone o della calamina.

I pavimenti smart vinilici

I pavimenti vinilici sono sempre più resistenti e accattivanti per estetica e design, e grazie ai sistemi di posa a secco, sono più economici di quelli tradizionali.

Il gruppo Porcelanosa ha sviluppato la collezione di pavimenti vinilici Linkfloor, realizzati con tessuto vinilico montato su PVC rinforzato con poliestere e fibra di vetro. Questa soluzione innovativa rende Linkfloor perfettamente impermeabile ed estremamente resistente agli urti e alle abrasioni, alle sostanze chimiche e organiche.

La posa, basata sul sistema a click, è facile e veloce, e non richiede lavori di muratura.

Pavimenti smart Porcelanosa
Linkfloor Authentic Clear listoni 18.5X150.5X0.5 di Porcelanosa

Le sue proprietà di resistenza lo rendono adatto a tutti gli ambienti, compresi quelli umidi come bagno, lavanderia, cucina, e anche per gli esterni.

La scelta delle finiture è molto ampia ed è declinata in 13 collezioni, dall’effetto legno in svariate versioni alla ceramica fino alla pietra, ed è disponibile sia in formato listoni che in rotoli.

Le cementine smart per chi ama la tradizione

Facilità di posa anche per le cementine proposte da Hometrèschic, un’azienda italiana creata da un team di architetti, fotografi ed esperti di sviluppo prodotto e design.

Per chi ama la tradizione e non vuole rinunciare alle piastrelle classiche, un prodotto che riduca i passaggi e i tempi di posa è una benedizione.

La nuova collezione di cementine artigianali Cicladi hanno una speciale finitura che permette di evitare i trattamenti necessari per proteggere le piastrelle da macchie e usura. Il trattamento, che permette l’uso del pavimento dopo la posa e senza ulteriori passaggi, viene fatto a mano, piastrella per piastrella, in modo da sigillare le porosità della superficie in modo più efficace.

La collezione Cicladi è declinata in diversi formati e motivi grafici o floreali. Piastrelle esagonali, a goccia, quadrate e in rilievo, cornici per gli angoli e decori che permettono di rivestire i pavimenti con quel tocco retrò e un po’ esotico che sono le cementine sanno dare.

Il pavimento smart che si posa con lo smartphone

Più smart di così non si può! Bauwerk, azienda svizzera produttrice di pavimenti in legno, ha di recente presentato Parquet Visualizer, un sistema che consente di visualizzare virtualmente la fase di posa.

Come funziona Visualizer? Basta scattare una foto dell’ambiente interessato utilizzando uno smartphone o un tablet, e caricarla sul sito Bauwerk nella sezione apposita.

In questo spazio virtuale è possibile realizzare il progetto del rivestimento, scegliendo il legno, il colore, il formato e la direzione di posa. 

La cosa straordinaria di questo programma, e che nell’elaborazione del progetto tiene conto di ogni dettaglio presente nella stanza, perfino dell’incidenza della luce e del suo effetto sul parquet scelto. Il cliente può così scegliere il pavimento ed essere sicuro che non rimarrà deluso una volta posato.

Leggi tutti gli articoli sui pavimenti


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

8 Giugno 2020 / / Dettagli Home Decor

sala da bagno di design

Le novità bagno 2020, dai rivestimenti ai complementi d’arredo

Il bagno è un luogo di intimità e relax, oggi curato in ogni dettaglio. Il bagno diventa un piccolo scrigno del piacere con accessori e cura estetica per noi e per se stesso, se l’ambiente risulta piacevole anche noi vivremo l’esperienza al suo interno. Ecco alcune novità per la sala da bagno, dai rivestimenti ai completamenti al nostro servizio per la cura del corpo.

rivestimenti bagno beige

Rivestimenti

Partiamo con questo tour di novità legato all’ambiente bagno dalla posa delle piastrelle. FAP Ceramiche ha deciso di valorizzare l’aspetto touch del design per i rivestimenti con una collezione decorata in 3D. L’anima del rivestimento prende spunto dalla scultura e dal ricamo che qui ha effetti ottici, chiaroscuri e giochi di luce. La collezione si chiama Mat&More e gioca sulla combinazione di geometrie a rilievo lucide su fondi matt.

lavabi freestanding moderni

Finiture

Ora passiamo ai sanitari per nuove finiture metalliche che arricchiscono le collezioni in Flumood di Antoniolupi. Sono verniciati con effetti speciali effetto rame, bronzo e ottone come un vestito leggero e cangiante per impreziosire i volumi con una vera e propria polvere di metallo su alcuni modelli dell’azienda che portano firme illustri, da Carlo Colombo a  Mario Ferrarini.

vasca da bagno a centro stanza

Vasca

La famosa Jacuzzi presenta il nuovo modello ARGA® 180 dall’animo versatile perché installabile a parete, a incasso ad angolo o anche a centro stanza. Profilo rigoroso, perimetro rettangolare con proporzioni bilanciate, ospita il touch pad ovoidale in vetro integrato nel design della vasca.  ARGA® 180 è un mix di tecnologia con un lieve vortice d’acqua che circonda tutto il corpo e un suono tenue e delicato; inoltre cromoterapia con giochi di luce e sali da bagno dedicati per trattamento personalizzato.

lavabo tondo

Lavabo

Un prodotto alternativo che unisce la funzionalità del lavabo all’estetica e alla creatività è Santuri. È un progetto presentato alla Varese Design Week ispirata al tema Labyrinth e realizzato da D. Mawalla Pasque di origine tanzaniana. Questo lavabo – giradischi è in legno ed è un tributo alla tradizione musicale Africana, funzionando esattamente come il classico giradischi: l’acqua si aziona spostando il rubinetto verso la vasca di lavaggio e si interrompe con il movimento verso destra

arredo bagno in stile industriale

Accessori

Una barra multifunzione in acciaio inox porta la firma di Matteo Thun e Antonio Rodriguez. Modulare, estremamente versatile e completamente personalizzabile e caratterizzata da linee essenziali ed eleganti. È il progetto più iconico di Indissima, la collezione firmata dal duo per Inda e grazie al suo design componibile diventa supporto per un’ampia gamma di elementi, aprendosi a soluzioni infinite per personalizzare ogni zona del bagno, senza rinunciare allo stile.

Articolo di Silvia Fabris

L’articolo Bagni, dei veri privè di design proviene da Dettagli Home Decor.

8 Giugno 2020 / / Dettagli Home Decor

ampliamento casa

Salvare il vecchio per far posto al nuovo, questo lo scopo del progetto House B dello studio Smartvoll

House B nasce dal forte desiderio di una famiglia di non voler demolire la vecchia casa. Aggiungere invece di demolire è diventato un mantra, che ha ispirato lo studio Smartvoll nel progettare la nuova architettura.

La somma delle parti non si somma a un semplice equilibrio, ma crea un centro potente, che non è solo comodo, ma è dove ti senti a casa“, afferma Dimitar Gamizov di Smartvoll Architekten

ampliamento casa

Il progetto House B

Una famiglia di sei persone desidera disperatamente conservare una vecchia casa situata in un appezzamento di terreno a Klosterneuburg, Austria. Il progetto è complesso e per non “schiacciare” la vecchia casa da una prospettiva visiva, i progettisti creano tre nuovi volumi: la torre dei bambini, il soggiorno e la sala da pranzo, che collega il vecchio e il nuovo, e dove la famiglia si riunisce.

I tre nuovi volumi vengono disposti attorno e contro il vecchio cottage in modo tale da creare tre spazi interni ed esterni completamente diversi. Il soggiorno si affaccia direttamente sui vigneti, la torre per i bambini si affaccia sulla valle e una piccola terrazza per la colazione saluta i vicini verso sud-est. La cucina, centro gravitazionale di ogni casa, si trova nella casa vecchia in prossimità della sala da pranzo. Nonostante le diverse zone, si ha sempre la sensazione di camminare attraverso uno spazio continuo.

I tre nuovi volumi risultano in perfetta armonia con il vecchio edificio, mettendolo ancor più in evidenza.

Gli spazi esterni altrettanto diversificati si aggiungono agli interni: quando una parte della famiglia fa ancora colazione sulla terrazza sud, la festa di compleanno dei bambini nel giardino ovest è già in pieno svolgimento e tra la vecchia casa ristrutturata e il soggiorno i genitori si possono rilassare!

 

L’articolo House B: salvare il vecchio per far posto al nuovo proviene da Dettagli Home Decor.

8 Giugno 2020 / / Design Ur Life

Un insieme di caratteristiche fortemente riconoscibili che comprendono una serie di elementi riconoscibili agli interni, è uno stile di arredo. Arredare in stile Mix & Match è una tendenza degli ultimi anni ed è a favore dell’ambiente.

Mescolare tendenze, colori ed elementi di arredo non è semplice, anche per gli esperti dell’Interior design. Arredare in stile Mix & Match significa seguire scelte che rispettano i personalissimi gusti e mischiare vari stili di arredamento. Avevo già parlato dello stile boho chic in questo articolo, che segue lo stesso concetto. Quindi, Mix & Match significa innanzitutto rompere con i tabù che si riscontrano nel campo dell’arredo. Dunque praticare e seguire scelte in una maniera assolutamente individualista che non bada ai concetti affermati e che anzi provoca, uscendo dagli schemi senza timore. Questo stile è fortemente in contrasto con il minimalismo, che si sviluppa in un periodo economico non molto felice.

Arredare in stile Mix & Match

 Maisons du monde

Come creare un’ambiente dallo stile Mix & Match

Giocare con le forme, come ad esempio scegliere le sedute diverse per linee e materiali. Abbinare una sedia anni 70 ad una sedia in plastica, è la dimostrazione di questo concetto.

mix & match1

Photo credit schweizer-illustrierte.ch

Giocare con i colori e la ricerca dell’accostamento è molto importante in questo stile di arredo. In questo caso non è come la casa in stile Bohemien che le palette si scelgono in maniera casuale, ma prima si valuta gli elementi architettonici. Se si intende di creare uno stile Mix and Match tendente allo stile Industriale, i colori possono essere più intensi, come il viola, marrone scuro oppure il nero.

Il mio consiglio da Interior Designer è quello di non esagerare con i colori e rimanere su tre tinte contrastanti.

Arredare in stile Mix & Match

Photo credit schweizer-illustrierte.ch

Quali materiali utilizzare in questo stile

combinazione dei materiali in questo stile è un campo aperto. Accostamento degli elementi realizzati con i materiali naturali è assolutamente normale. Ad esempio ferro, acciaio, plastica, vetro, il legno e i tessuti naturali. Quando si tratta di mescolare può sembrare facile collocare elementi diversi in una stanza. Poi però, l’effetto finale potrebbe risultare confusionario. Infatti, per evitare questo effetto bisogna studiare e conservare la funzionalità.

Arredare in stile Mix & Match

Adesso che avete un’idea sullo stile Mix and Match, potete lasciarvi andare e pensare a come potete recuperare i vecchi mobili che avete nella soffitta. Il bello di questa tendenza è applicare il concetto anche ai materiali, agli stili e le trame. Usate la vostra creatività e fantasia, non ci sono regole. Anzi una regola c’è, quello di non buttare mobili e oggetti ma di recuperare. Importante che la scelta che fate mostri la vostra personalità e carattere.


Se l’articolo ti è piaciuto, è stato utile e hai trovato le informazioni che stavi cercando, allora condividilo utilizzando uno dei tasti qui sotto. Puoi anche iscriverti con la tua e-mail al blog per non perderti i post e seguirmi su Instagram , facebook e Pinterest per rimanere sempre aggiornato.


 

 

 

L’articolo Arredare in stile Mix & Match, uno stile sostenibile proviene da Design ur life blog.

8 Giugno 2020 / / Coffee Break

Un mood che ricorda la foresta tropicale, con Verdi smeraldo e piante esotiche ovunque, caratterizza quest’appartamento londinese di grande fascino. In parte della zona notte invece il Mood che si vuole suggerire è quello del Messico, con colori caldi nei toni del terracotta e piante di cactus, come in un deserto.

A green apartment in London

A mood reminiscent of the tropical forest, with emerald greens and exotic plants everywhere, characterizes this London apartment of great charm. In part of the sleeping area, however, the mood you want to suggest is that of Mexico, with warm colors in shades of terracotta and cactus plants, like in a desert.