30 Settembre 2022 / / Blogger Ospiti

Il bagno è l’ambiente più difficile da arredare, una vera e propria sfida che richiede un’attenta valutazione del tipo di risultato che si vuole ottenere. D’altronde, il mercato mette a disposizione innumerevoli soluzioni per ogni esigenza, con tantissime proposte diverse in termini di finiture, tecnologie, materiali e stili.
Per valorizzare la stanza da bagno è importante prendere ispirazione dalle tendenze di interior design, per capire come allestire questo spazio in modo accogliente, stimolante e personalizzato.
Allo stesso tempo, è possibile valutare le proposte dei brand del settore dell’arredo bagno, per sfruttare idee e suggerimenti utili nella scelta dell’arredamento giusto per il bagno della propria casa.

Arredo bagno di design: tra eleganza, accoglienza e perfezione
stilistica

Per rendere il bagno un ambiente elegante e accogliente è possibile puntare sull’arredo di design, una tendenza molto in voga che punta a trasformare questa stanza dell’abitazione in uno spazio multisensoriale tutto da vivere.
Si tratta di una scelta ottimale per chi desidera allestire un bagno dallo stile contemporaneo, ottenendo un ambiente raffinato e ben organizzato ma anche funzionale e rilassante.
Naturalmente, per un risultato ottimale è importante affidarsi realtà di riferimento del settore, come per esempio Boffi bagni, che propone arredi e accessori con un design esclusivo e iconico, progettati per arricchire lo spazio abitativo in modo distintivo, intimo e confortevole.
Dalle boiserie con mensole, specchi e fondali agli elementi sospesi, fino agli accessori d’autore semplici ma raffinati, il catalogo d’arredo bagno di Boffi offre soluzioni ottimali per qualsiasi necessità caratterizzate da materiali ricercati e linee perfettamente calibrate.

Gli arredi sospesi per un bagno moderno e funzionale

Un trend dell’arredo bagno è senz’altro quello dei mobili sospesi, una soluzione ideale non solo per gli ambienti di piccole dimensioni, sebbene il punto di forza di questi elementi sia proprio l’ottimizzazione dello spazio. La sospensione dell’arredamento per il bagno permette di creare una sensazione di leggerezza e ariosità, inoltre questi arredi sono un simbolo di design e modernità.
I mobili bagno sospesi offrono linee e forme semplici ma estremamente curate, con un forte piacere visivo e la possibilità di allestire un bagno accogliente e confortevole.
In questo caso è possibile preferire materiali di alta qualità per dare un tocco di prestigio all’ambiente, ad esempio optando per arredi realizzati in legno massello, in marmo o in granito. Ovviamente bisogna prestare la massima attenzione alle finiture, senza trascurare anche i contrasti con i metalli come l’acciaio delle tubature e dei rubinetti.

Il design naturale per l’arredo bagno con le piante e i materiali
organici

Per la creazione di un bagno realmente comodo e rilassante è possibile puntare sui materiali organici e l’artigianalità. Innanzitutto, bisogna utilizzare in modo ottimale le piante per il bagno, portando la natura all’interno di questa stanza per migliorarne il comfort e l’esperienza sensoriale, da integrare sia nel piano orizzontale sia in quello verticale, ad esempio attraverso l’installazione di giardini pensili.
Alle piante bisogna associare materiali come il legno e la pietra naturale, ottimizzando anche la luminosità dell’ambiente per una maggiore sensazione di benessere e comfort.
In questo contesto è opportuno scegliere arredi moderni e uno stile minimalista, con la possibilità di optare per una vasca free-standing dalle linee semplici e dei mobili in legno di manifattura artigianale. Gli accessori vanno inseriti con parsimonia, evitando di appesantire il design o renderlo troppo artificiale.

La domotica per il bagno hi-tech all’insegna del comfort

Un bagno moderno permette di ricorrere alla tecnologia puntando sulla domotica, per migliorare l’esperienza sensoriale e aumentare il comfort dell’ambiente.
Grazie alla tecnologia è possibile rendere il design del bagno più funzionale, per una quotidianità più agevole e rilassante. In questo caso a fare la differenza sono i dettagli, come per esempio le luci LED dimmerabili comandate con la voce o le centraline per il controllo a distanza della temperatura dell’acqua della doccia.
È proprio la doccia che può diventare smart e regalare un comfort senza precedenti, per esempio integrando un pannello touch per la gestione dei getti d’acqua fredda e calda, con la possibilità di integrare anche funzioni speciali di aromaterapia, musicoterapia e cromoterapia.
La tecnologia domotica consente di migliorare anche la sicurezza e il benessere indoor, per esempio mediante la gestione automatizzata del ricircolo d’aria o la chiusura automatica della valvola principale in caso di perdite e guasti all’impianto idraulico.

30 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

6 idee originali per creare la zona barbecue in giardino

Soprattutto per chi gode di un bel giardino in cui passare tanto tempo all’aria aperta, un ottimo modo per organizzare pranzi e cene con gli amici è creare una zona barbecue. Prestando attenzione ai minimi dettagli, si può organizzare un allestimento originale ma soprattutto ben attrezzato.

Come creare quindi un barbecue perfetto? Vediamo insieme alcune idee sull’allestimento del barbecue da esterno.

Il barbecue in muratura o pietra

Chi ristruttura casa deve tenere d’occhio ogni dettaglio per renderla sempre più pratica, funzionale e bella da vedere. Se si costruisce una tettoia aggiuntiva ricca di pietre, un barbecue ben integrato può fare la differenza.

Questa composizione può essere realizzata in muratura o in pietra: soluzioni ottimali per chiunque avverta l’esigenza di proteggere le pietanze da pioggia o vento, con l’ausilio di una copertura. Va comunque ricordato che si tratta di un barbecue fisso, che non può essere modificato o spostato in un secondo momento.

Non sai cosa grigliare sul barbecue per dar vita a pasti deliziosi? Anche un piccolo spazio è sufficiente per cuocere carne, pesce, verdure, pane e pizza, suscitando un forte effetto sorpresa.

Il barbecue green

Nel corso degli ultimi anni, l’esigenza di tenere sotto controllo l’impatto ambientale si è fatta sempre più importante. Di solito il barbecue in giardino inquina e non poco, ma con alcuni piccoli accorgimenti è possibile migliorare la situazione.

A tal proposito, ci si può affidare a un giardino a chilometro zero per coltivare le pietanze essenziali, oltre all’uso di stoviglie biodegradabili e di sistemi a gas. Ciò che conta è trovare la modalità perfetta per tenere sotto controllo le emissioni di CO2, aggiungendo bottiglie di vetro, fazzoletti in stoffa, piatti di carta o ceramica. La regola fondamentale è: niente plastica.

Il barbecue con salotto

In questo caso, l’impatto estetico viene senz’altro messo in primo piano. Un barbecue in giardino con un salottino da esterno non passa mai inosservato grazie all’inserimento di poltrone e divani tutti da ammirare. Basta davvero poco per creare un salotto all’aperto nel quale vivere momenti di assoluto relax, magari aggiungendo comodi lettini per prendere il sole in qualsiasi momento della giornata.

Il barbecue con piscina

Chi vuole dare libero sfogo alla propria fantasia e possiede spazi adeguati può provare a realizzare un bel barbecue con piscina. Quest’ultima può essere esterna o interrata, e va accompagnata all’angolo della cottura per rendere la zona per le grigliate ancora più elettrizzante.

La soluzione è perfetta soprattutto per la stagione estiva, con l’obiettivo di vivere momenti di pura freschezza e organizzare deliziose grigliate sotto il sole. Basta aggiungere tavolo e sedie per trascorrere delle fantastiche giornate. Prima si fa il bagno, e poi si mangia.

creare una zona barbecue fai da te

Il barbecue fai da te

Un’altra buona idea è quella di affidarsi alle migliori tecniche del fai da te e allestire un’area barbecue fatta su misura per i propri gusti. Si può prendere una vecchia botte per allestire la griglia e aggiungere mattoni e pietre in base alle proprie esigenze. Pallet e addirittura vecchi pneumatici sono ottimi per creare tavoli e sedie, senza dimenticare pezzi di legno o vetro per rendere l’intera composizione ancora più fantasiosa.

Il barbecue mobile

Concludiamo con una soluzione che può rivelarsi davvero sorprendente, anche per chi è alle prese con spazi molto limitati. Chi non è in possesso di un giardino proprio può recarsi presso un parco pubblico e comprare un apposito carrello.

Quest’ultimo comprende tutto ciò che serve per realizzare ogni pietanza alla griglia e può essere trasportato senza alcuna limitazione. Il risultato finale si rivela senz’altro molto soddisfacente.

L’articolo Come creare la zona barbecue in giardino? 6 idee originali proviene da Dettagli Home Decor.

30 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

Rinnovare con il colore un appartamento di 60 metri quadrati

Rinnovare con il colore è la scelta fatta dallo studio Atelierzero per il suo ultimo progetto.  Questo grazioso appartamento di soli 60 mq ha subito un processo di radicale trasformazione, pur mantenendo l’originaria disposizione delle pareti.

Ogni camera è caratterizzata da un’alternanza di colori freddi e caldi che generano una sequenza vibrante ma accogliente e rilassata. L’interno è stato infatti progettato come una concatenazione di spazi, legati tra loro da una precisa scelta di colori e materiali.

Nella zona pranzo, ad esempio, sagome affrescate definiscono un angolo lettura, e la stessa tonalità è usata per la libreria nella nicchia antistante. La cucina, situata nello stesso ambiente, è definita da una tonalità verde che viene utilizzata per pareti, pavimento, ante e top in marmo. Così facendo la cucina diventa un momento monocromatico e immersivo a sé stante all’interno di un ambiente più ampio.

Atelierzero sceglie di rinnovare con il colore 60 mqAtelierzero sceglie di rinnovare con il colore 60 mq

Segno distintivo della casa, oltre che fulcro dei vari ambienti, è il corridoio scandito da righe di colore bianco e rosso. Una scelta, questa, che richiama con affetto il genius loci milanese, richiamando i motivi che si ritrovano su molti marciapiedi colonnati del centro storico.

idee e spunti per rinnovare casa con i coloriI colori protagonisti di questo appartamento firmato Atelierzero

Una dualità si ritrova anche nell’uso dei mobili: agli elementi esistenti conservati come cari ricordi – tra cui le sedie e il dondolo in paglia di Vienna, la testiera e l’armadio vintage anni ’70 nella camera da letto – arredi su misura con linee pulite e contemporanee le linee sono state incluse, creando così un piacevole contrasto.

Atelierzero punta sui colori per un appartamento milanese

Rinnovare con il colore pareti e pavimenti è sempre un ottimo trucco per conferire un nuovo aspetto alla casa e cambiare la percezione degli spazi. Questo progetto realizzato da Atelierzero ne è un esempio perfetto e fornisce molti spunti décor davvero interessanti.

Fotografo: Matteo Losurdo

L’articolo Rinnovare con il colore 60 mq proviene da Dettagli Home Decor.

30 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

Guida alla scelta della poltrona perfetta

Capita spesso di finire di arredare la propria casa o il proprio ufficio e accorgersi di aver lasciato dello spazio da poter ancora utilizzare. Che sia una sala, una camera da letto o lo studio dove accogliete dei clienti, un complemento di arredamento che aiuta sempre a dare un tocco di personalità ai vostri ambienti è senz’altro una poltrona. Adatta sia a riempire piccoli spazi sia ad affiancare un divano nella sala, creando una perfetta zona di comfort, la poltrona deve assolvere anche alla funzione di comodità e relax. Ma cosa dobbiamo osservare per selezionare la poltrona migliore per noi? Ci sono alcuni elementi importanti da prendere in considerazione, vediamo insieme quali.

Stile della poltrona

Esistono molti stili differenti di poltrone, da quelli più moderni a quelli vintage. Basta pensare a una poltrona minimalista e metterla a confronto con quelle più classiche, come le bellissime poltrone Chesterfield: la prima sarà capace di dare una personalità anche agli spazi più piccoli; la seconda, che è in stile classico ed esclusivo, sarà in grado di valorizzare un salotto tanto quanto lo studio di un ufficio, grazie alla sua tipica imbottitura e al motivo trapuntato dello schienale.

Si possono trovare tantissime tipologie diverse di poltrone, da quelle con la forma ovale, dove lo schienale è unito con i braccioli in un unico arco, a quelle con la seduta profonda e le curve dello schienale e dei braccioli pronunciate, che conferiscono comodità.

Ovviamente, confrontare lo stile della poltrona con quello dell’arredamento non significa che non si possa provare a creare un contrasto tra classico e moderno, che in realtà negli ultimi anni sta diventando uno stile di arredamento diffuso e ricercato.

Scegliere lo stile della poltrona

Materiale della poltrona

Se il focus è sulla ricerca di una soluzione tradizionale, la poltrona in tessuto dà un’ampia gamma di scelta, con il risultato di ottenere un complemento di arredamento capace sia di darvi comfort e relax sia una facile e veloce pulizia. Le poltrone in tessuto possono arredare qualsiasi tipo di ambiente, sia creando un effetto contrasto con i tantissimi colori in cui si trovano, sia alleggerendo arredamenti con un’atmosfera più intensa, come una sala in legno massello.

Le poltrone in pelle, invece, sono idonee se siete alla ricerca di un complemento che dia un effetto retrò al vostro ambiente, oltre che un tocco di pregio. I modelli in pelle conferiscono forte personalità al vostro angolo, con la capacità di accostarsi sia a un arredamento dello stesso stile, sia a un arredamento chic o moderno, creando un perfetto binomio a contrasto. Sono inoltre perfette per mantenere calore nella stagione fredda.

Configurazione della poltrona

Solitamente le poltrone hanno la funzione di complemento di arrendo per la stanza dove si è soliti cercare relax o accogliere i propri ospiti. Per questo motivo la maggior parte delle volte la scelta è orientata a una poltrona che funga da aggiunta a un divano da due o tre posti. Per creare un ambiente equilibrato, si può selezionare una poltrona che sia parte di un insieme assortito. Nel caso in cui si voglia soltanto creare un angolo relax per la lettura, è possibile scegliere una poltrona singola dando spazio ai vostri gusti, dal moderno al classico, sempre non perdendo d’occhio la comodità.

L’articolo Come scegliere la poltrona perfetta proviene da Dettagli Home Decor.

29 Settembre 2022 / / La Gatta Sul Tetto

I letti contenitore sospesi  sono la nuova e sorprendente proposta di Twils, azienda italiana produttrice di imbottiti. Belli, pratici e di design.

Letti contenitore sospesi

Indubbiamente sono bellissimi. Sono i letti contenitore sospesi proposti da Twils, azienda italiana basata a Cessalto, in provincia di Treviso. Un’azienda familiare giovane e dinamica che ha fatto della qualità artigianale e della sartorialità il suo cavallo di battaglia. I letti coordinati con biancheria e complementi sono il fiore all’occhiello del catalogo.

Letti contenitori sospesi, una soluzione pratica ed estetica

Ora di aggiunge un’altro fiore all’occhiello: si tratta di A-Box, una particolare soluzione tecnica brevettata per i letti contenitore. In pratica il contenitore è nascosto nella struttura del letto, ma non solo. La lettera A sta infatti per Air, e si riferisce al fatto che il letto “galleggia” grazie ai sottili piedini di appoggio arretrati rispetto al profilo. Grazie a questo stratagemma, il letto appare sospeso al di sopra del pavimento.

Oltre all’effetto leggerezza, questa soluzione è pratica per le operazioni di pulizia, consentendo anche il passaggio di un robot aspirapolvere. La praticità si estende al contenitore, che può arrivare fino ai 500 litri, nei modelli di letto più grandi. Eppure, questo spazio, di solito molto ingombrante, praticamente non si vede. Il risultato sono letti dalle proporzioni armoniose e dal design accattivante, e una camera da letto pratica e di stile.

Twils, hand made e sartorialità

Twils nasce a Cessalto, in provincia di Treviso, nel 1982, da un’intuizione che si rivelerà vincente: coordinare letto, biancheria e tessuti dei rivestimenti. La ditta, fondata dal babbo, passa nel 2007 in mano ai quattro figli, che la ribattezzano TWILS, dalle iniziali dei loro nomi. Tiziano, Wilma, Luisella e Simone, purtroppo recentemente scomparso, iniziano a collaborare con rinomati designer e creano le divisioni Twils e Twils Lounge. Grazie alle cuciture rigorosamente eseguite a mano e alla qualità certificata dei materiali, l’azienda entra nell’olimpo delle eccellenze del Made in Italy.

Letti contenitore sospesi

29 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

idee e consigli per scegliere la cabina armadio

Il sogno di ogni donna è quello di avere nella propria casa una cabina armadio.
Sarà la passione per la moda o semplicemente per la grande quantità di vestiti da mettere in ordine. Ad ogni modo la cabina armadio è uno spazio tanto ambìto quanto raro da creare nelle case di oggi.
I più fortunati hanno un locale completamente inutilizzato che possono adibire a cabina. Altri, pochi, possiedono una camera da letto un po’ più grande della media o dalla forma particolare che permette di ricavare un angolo o una parete intera dove realizzare una cabina armadio. Con un pizzico di creatività e qualche accessorio ecco come ottenere lo spazio perfetto per uno scrigno ricco di capi da utilizzare.

Soluzioni per la cabina armadio

La cabina armadio di oggi è più semplice di quanto si creda. Flessibile e modulare, ogni elemento si accosta alla perfezione equipaggiato da una serie infinita di dettagli e personalizzazioni. Tra le numerose aziende che anche quest’anno si sono ripresentate al Salone del Mobile, Tomasella propone idee anche per questo spazio.
Non solo armadi allora. Perchè, si sa, la cabina è un angolo speciale della casa, è molto ricercato e da l’impressione di entrare completamente in un armadio.

Soluzioni Tomasella per cabina armadio
Pratico

Ecco quindi tra le proposte il sistema Pratico composto da pannelli boiserie a parete. Nella struttura possono essere inseriti elementi come mensole con o senza cassetti, cassettiere, vassoi estraibili per camicie o pantaloni, barre appendiabiti, scarpiere, specchiere e anche corpi illuminanti. Sfrutta così i muri per tutte le attrezzature utili ad una cabina armadio.

Cabina armadio guida alla scelta
sistema Doxa

La serie Doxa, sempre della casa Tomasella, ha una conformazione più classica con spalle e divisori. Tuttavia presenta una profondità inferiore rispetto a cassetti e mensole, per alleggerire visivamente il sistema a parete.
E poi c’è lei, l’isola attrezzata, una soluzione trasversale che va a completare la stanza guardaroba della cabina armadio o, perché no, dell’armadio, grazie al suo essere versatile e freestanding.

Cabine armadio personalizzate

Ad ogni camera la sua cabina armadio, non potrebbe essere altrimenti. La struttura di una cabina si adatta come un abito all’ ambiente che la ospita. Per questo servono elementi modulari che si adattino alla sagoma da rivestire.
Custom made, versatilità, comfort e armonia estetica: queste le peculiarità dell’inedito programma Walk-in Fluida, le nuove cabine armadio Scavolini. Un sistema estremamente versatile che consente di realizzare progetti personalizzati che grazie alle molteplici configurazioni possibili permette soluzioni lineari, ad angolo, con moduli a vista oppure chiusi con ante.

Cabine armadio personalizzate

Il progetto Walk-in Fluida include novità dall’ elevato contenuto estetico per le varianti cromatiche, finiture, specchi, vetri. Sono tre anche le linee di accessori coordinate per garantire il massimo livello di originalità.

L’articolo Cabina armadio: idee e consigli per creare lo spazio perfetto proviene da Dettagli Home Decor.

29 Settembre 2022 / / Dettagli Home Decor

Guida all’acquisto della migliore porta blindata

Sentirsi al sicuro rappresenta la prerogativa di ogni persona, ormai. Gli italiani, quando comprano o ristrutturano casa investono quantità di denaro sempre più considerevoli sulla sicurezza, al fine di assicurare sogni tranquilli a sé e ai propri cari. Con l’avvento della tecnologia a rivoluzionare ogni ambito della società moderna, poi, anche i dispositivi utili alla salvaguardia degli ambienti domestici sono aumentati e resi più performanti.

Per questo, hanno iniziato a fioccare le vendite di telecamere, sistemi di videosorveglianza e allarmi che, grazie ad apparati domotici di ultima generazione, hanno modo di essere controllati direttamente col tocco dello schermo del cellulare. A tutto questo, però, si sono aggiunti anche i sistemi di sicurezza che, potremmo dire, appartengono alla vecchia scuola come le inferriate e le porte blindate.

Queste ultime sono, oggi, consuetudine nelle case, rappresentando la scelta di punta di chiunque, a prescindere dalle proprie esigenze. Sebbene si tratti di un dispositivo di protezione particolarmente radicato nel tessuto sociale, poiché presente sul mercato da anni, la porta blindata ha, a sua volta, subito delle variazioni, ha ricevuto degli upgrade e, oggi, si presenta come un complemento d’arredo che, oltre ad abbattere il rischio effrazioni, diventa un vero e proprio elemento decorativo. Scopriamo, in questa guida, tutto ciò che c’è da sapere per acquistare la migliore porta blindata in funzione delle proprie esigenze e quelle della famiglia.

Porte blindate: cosa sapere prima di acquistare

Quando si è alla ricerca della migliore porta blindata occorre tener conto di diversi fattori che, al di là del budget, dipendono proprio dalla tipologia di dispositivo di sicurezza che si intende adottare. Sì, perché di porte blindate ce ne sono molte e, sul mercato, si dividono in funzione del livello di sicurezza antieffrazione che presentano. Esse vanno, dunque, scelte anche in funzione del contesto abitativo, della posizione geografica, della facilità di accesso allo stabile e da aspetti come l’illuminazione della casa e la frequenza di passaggio in zona.

Le porte blindate hanno ben sei livelli di sicurezza. Questi ultimi vengono determinati in funzione allo svolgimento e ai risultati conseguiti all’interno delle prove di simulazione di reali tentativi di attacco. Abbiamo la prima classe, che delinea un grado di resistenza alle effrazioni minimo. Si tratta di una porta in grado di resistere a scassinatori alle prime armi, rendendosi la soluzione consona per magazzini o cantine.

La seconda classe, invece, resiste ai tentativi di scassinamento di un ladro poco esperto, ma in grado di utilizzare strumenti come coltelli e tenaglie. Rappresenta la soluzione migliore per gli edifici industriali. La classe antieffrazione 3 può resistere a ladri in grado di utilizzare cacciaviti e piedi di porco. Sono le porte installate, solitamente, negli appartamenti. La quarta classe respinge scassinatori esperti, che utilizzano trapani, scalpelli, seghe e altri utensili e trova applicazione nelle ville indipendenti. La quinta classe è utilizzata in banche, gioiellerie e orologerie, mentre la sesta si adotta negli ambienti diplomatici e militari.

Caratteristiche da considerare quando si valuta l’acquisto di una porta blindata

Una volta compreso il livello di sicurezza di cui si necessita per la propria porta blindata che, negli ambienti domestici, oscilla tra tre e quattro, bisogna valutare parametri come l’isolamento termico e acustico, oltre alla protezione dagli agenti atmosferici che questa tipologia di sistemi offrono. Le porte blindate, infatti, permettono di ridurre i consumi energetici e di fornire più comfort a chi le installa, specie se desidera distaccarsi dai fastidi del condominio.

Un altro aspetto molto importante è, come detto ad inizio guida, quello estetico. Le porte blindate, oggi, sono una componente anche decorativa, sia degli interni che degli esterni, venendo abbellite da pannelli in legno fatti su misura per chi desidera installarli. Data la loro importanza e la durevolezza delle porte blindate, consigliamo di rivolgervi ad aziende esperte di settore che offrano elementi di qualità. A tal proposito, suggeriamo i rivestimenti di EFM Legno, che vantano design assolutamente originali e ricercati, oltre ad una qualità garantita solo dal Made In Italy.

Ritornando all’uso pratico della porta blindata, è importantissimo che essa sia equipaggiata con serrature di ultima generazione. Spesso, soprattutto negli ambienti più soggetti a rischio effrazione, si scelgono serrature multiple. Ne esistono, comunque, di diverse. Oggi, comunque, la soluzione più inflazionata è rappresentata dal cilindro europeo, caratterizzato dalla presenza di un defender, ossia di una borchia in acciaio temperato che protegge il cilindro da attacchi di scasso e di manipolazione, in grado di condurre all’apertura in modo forzato della serratura. Il defender si blocca attraverso viti passanti in acciaio. Tra le peculiarità del cilindro europeo che lo hanno reso un’opzione di punta quando si installa una porta blindata o si sostituisce la serratura c’è il fatto che le chiavi sono impossibili da replicare, se non da professionisti in centri specializzati a norma di legge.

L’articolo Guida step by step all’acquisto della migliore porta blindata per le proprie esigenze proviene da Dettagli Home Decor.

28 Settembre 2022 / / Non Ditelo all'Architetto

I recipienti per la cucina oltre ad essere molto comodi per organizzare i materiali, i cibi e lo spazio, possono anche essere altrettanto decorativi ed aiutarci a donare carattere all’ambiente, con dettagli di colore o di design; sopratutto in un epoca in cui è tornata molto di moda anche la cucina a vista sulla zona giorno.

Anche la cucina più bella e più nuova senza complementi ed oggettistica risulterà sempre spoglia e un po’ triste; quindi, divertiamoci ad arredarla con barattoli, contenitori e recipienti che contribuiranno a donare un certo stile alla cucina, industriale, shabby, colorato, pop, ironico, creativo, elegante, minimale. L’importante, anche in questo caso, è individuare lo stile adatto a noi e alla nostra casa.

Tom Dick e Harry Set porta the, zucchero e caffè divertente e originale

Molto POP come piace a me la biscottiera di Alessi che trovate QUI

Industrial style per i contenitori in Metallo Stile Vintage che trovate QUI

Elegante e di design il portapane di Alessi Mattina in Acciaio Colorato e Legno di Bambù. Lo trovate QUI

Romantica in stile shabby la mensola da mettere sopra al forno a microonde in ferro battuto che trovate QUI

Recipienti per la cucina di design

Se amate il design tra le marche che per me, che sono un’amante del colore e della fantasia, rimane sempre il top c’è Alessi; meravigliosi i barattoli ispirati al circo;  scrissi anche un post completamente ispirato a questo tema che amo: vintage, eclettico, creativo, ironico, ricercato e con un pizzico di malinconia.

Ci sono tantissimi contenitori di design da quelli più eleganti e minimali a quelli divertenti e colorati adatti ad ogni tipo di cucina.

Adorabile la collezione Circus di Alessi in Vetro Serigrafato con Coperchio in Banda Stagnata. Il designer Marcel Wanders trasforma i classici barattoli da cucina in allegre giostre miniaturizzate

Sempre di Alessi i barattoli in metallo, una versione glamour di conytenitore per la cucina si chiama Kalistò ed è realizzato in Acciaio Inossidabile lucido

Nascono come contenitori per cibo per gli animali questi barattoli di Alessi ma io sinceramente li userei anche per altri alimenti. QUI il cane, QUI il gatto

Elegante e divertente allo stesso tempo il contenitore design water tower di Alessi che trovate QUI

Elegantissimi e carissimi (600€ su Pamono) i barattoli 4SEASONS della serie STONELAND di Studio Tagmi per StoneLab Design, set di 3

Molto carino il contenitore ermetico, siggillato con tappo di sughero a sfera di DragonX che trovate QUI

Recipienti per la cucina fai da te

Ci sono poi gli amanti del fai da te che potranno realizzare simpatici contenitore con la sapiente arte del riuso e del riciclo, utilizzando e trasformando contenitori in latta o plastica, da dipingere e decorare nei modi più creativi. Se poi vi piace lo stile upcycling ma non avete molto manualità, ci sono dei designer che ci hanno pensato per voi come quelli di X-Lab o il designer Jack Bresnahan con il suo set di barattoli in alluminio. Cercando in rete ho trovato, tra l’altro, una soluzione per realizzare contenitori in momenti di emergenza davvero geniale, utilizzando una bottiglia di plastica tagliata in due. A chi non è mai capitato di trovarsi in vacanza o in una casa in cui mancano contenitori e non saper dove mettere pasta, zucchero, farina e quant’altro?

Sia X-LAB, con i recipienti a sinistra, che il designer Jack Bresnahan, con la serie a destra, si ispirano al mondo del riuso. X-Lab è un laboratorio artigianale on line che si ispira spesso alla filosofia del riuso. il designer Jack Bresnahan ha realizzato invece un set di 9 barattoli d’alluminio riclati e resi funzionali grazie ad alcune aggiunte.

Se siete bravi con i ferri realizzate un bel nuovo maglioncino per i vecchi barattoli!

Pittura bianca, vernice lavagna e il gioco è fatto

Tappi in sughero per realizzare il portaposate

Comoda soluzione salvaspazio

Soluzione molto ingegnosa!

Contenitori a parete

Vecchie lattine nuovo portaposate

stile shabby

Recipienti per la cucina stile retrò

Adorabile anche lo stile retrò, tornato tanto di moda; il fantastico stile degli elettrodomestici bombati anni ’50 dagli eleganti colori pastello, così come le iconiche grafiche, lo possiamo ritrovare anche nelle scatole e contenitori da cucina.

Nostalgia è il contenitore in acciaio per farina beige, dalle linee vintage che trovate QUI

Ma quanto è bello il contenitore Porta-Pane Anni ’60 Navaris in Metallo e Legno verde acqua che trovate QUI ?!

Bellissime le scatole con riproduzioni di stampe vintage che trovate QUI e QUI

Le scatole vintage sono le vere protagoniste di questa cucina

Attrezzare la cucina con le mensole al posto dei pensili

I contenitori, posizionati con ordine su delle mensole, possono poi essere un’ottima soluzione in alternativa ai pensili della cucina; scelta adatta a chi è particolarmente ordinato e minimale!

In questo caso in cui tutto sarà a vista dovremo curare particolarmente la scelta di ogni dettaglio che dovrà avere una grande valenza sia funzionale che estetica.  Possiamo scegliere mensole di legno, di metallo, cassette di recupero e soluzioni di design come la mensola magnetica di Kalamitica.

Esistono anche mensoline attrezzate, con ganci, portaspezie, accessori e vani specifici, che potranno aiutarci ad organizzare tutti gli strumenti per la cucina.

Stile retrò

Parete magnetica da attrezzare con vari accessori di Kalamitica.com

Scatole al posto dei pensili

Stile country

Minimal ma creativo

Less is more

Romantico

Metallo

Vencipo Mensole da Muro a 2 Piani con 8 Ganci Rimovibili disponibile QUI

Attrezzare i pensili e le basi con organizer

Altra categoria di contenitori e accessori che ci saranno utilissimi per personalizzare la nostra cucina sono tutte le mensole e organizer per l’interno dei pensili; queste ci aiuteranno ad ottimizzare lo spazio e sfruttarlo al meglio e contribuiranno anche esse ad una perfetta resa estetica; del resto, quando apriamo uno sportello e vi troviamo tutto risposto ordinatamente è proprio bello!

Mottinox è un comodo estello Sottolavellocon con un ripiano e due cassetti, ottimo per spugnette detersivi e buste. Lo trovate QUI

Tutto a posto!

Le alzatine che trovate QUI, perfette per organizzare l’interno dei pensili possono essere utilizzate anche all’esterno sul ripiano per raddoppiare lo spazio

Scaffale a Ripiani con 2 Cestini estraibili in metallo. Lo trovate QUI

le basi della cucina Elite di Torchetti perfettamente attrezzati

Sistema ad angolo per attrezzare i ripiani disponibile QUI

… e ancora un’altra tipologia di contenitori per la cucina

In fine, altri accessori utili e graziosi sono tutti i contenitori con vari cassettini e ripiani da integrare sul piano, che contribuiscono a tenere in orine e “servire” vari elettrodomestici come i porta capsule da caffè, minimobiletti per il forno a microonde taglieri portapane ecc.

Organizzatore verticale multiscomparto per Caffetteria. Tutto il necessario a portata di mano, perfetto per casa e ufficio, lo trovate QUI

Base con Cassetto Porta Cialde realizzato in Legno di Bambù disponibile QUI anche con doppio cassetto QUI

Scaffalatura Porta Microonde in Metallo con Ripiano in Legno MDF, Cassetto Organizer e Mensola Porta Utensili disponibile bianco QUI quercia QUI e doppio ripiano QUI

Cassetta Porta Pane salvafreschezza in Legno con Coperchio, con Vassoio Tagliapane e Griglia Raccogli Briciole. Lo trovate QUI

Sembra proprio di stare in una bakery con il contenitore portapane a due ripiani che trovare QUI anche angolare QUI

Comodo Organizer per il lavello disponibile QUI

L’articolo Arredare con i recipienti per la cucina proviene da Architettura e design a Roma.

28 Settembre 2022 / / Casa Poetica

Deposito -Casa Poetica

Se stai ristrutturando casa e non sai dove collocare temporaneamente mobili e suppellettili, affittare un BoxUp Deposito per il tempo che ti occorre, risolve molti problemi.

Ristrutturare casa, quasi al pari di un trasloco, è un momento della vita complicato e stressante; proprio per questo motivo avere dei punti fermi che permettano di avere tranquillità e sicurezza è molto importante.

Chi ha già vissuto l’esperienza di una ristrutturazione sa quanto questa implichi tempo, pazienza, polvere e, purtroppo, anche spazio che viene a mancare durante i lavori.

Se da una parte cerchi professionisti competenti e qualificati per occuparsi di quello che sarà, dall’altra parte è fondamentale che tutto ciò che fa parte della tua vita, della tua identità, ossia mobili, libri, oggetti ricordo venga preservato e custodito al meglio.



Un deposito per custodire le cose importanti

Il problema di collocare temporaneamente gli oggetti di casa è reale, perché l’ingombro è tanto e mancano gli spazi sufficienti a contenere tutto.

Il tavolo di design che starà nella nuova sala da pranzo richiede spazio, il servizio di piatti di famiglia deve essere protetto, i libri hanno bisogno di un posto asciutto.

Non sono esigenze di poco conto e hanno bisogno di una soluzione immediata, semplice e alla portata di tutti.

Dove sistemare tutte queste cose importanti in uno spazio adeguato e sicuro?

Un BoxUp deposito, con le sue svariate metrature, garantisce ai tuoi oggetti cari un riparo e una custodia ma, cosa di non poco conto, garantisce a te tanta tranquillità.

I tuoi oggetti sono al sicuro, tu puoi dedicarti ad altro.



BoxUp deposito per le esigenze di casa tua

Durante la ristrutturazione quante cose hanno bisogno di una collocazione temporanea?

Hai principalmente bisogno di spazio per i mobili o sono gli scatoloni il tuo problema?

Quindi, quanti mq servono?

I dubbi e le incertezze sono insidiosi in questa fase, ma avere la possibilità di un consulente che sa indirizzarti verso la scelta più idonea alle tue esigenze fa davvero la differenza.

Alle tue esigenze, sì, perché ogni casa, ogni necessità è diversa e BoxUp dà la possibilità di rispondere a tutte, con i suoi box dedicati, di varie metrature e tipologie.



Qualche consiglio utile

  • Prima di pensare a imballare e mettere negli scatoloni i tuoi oggetti, è utile fare quello che viene chiamato decluttering, ossia una cernita di quelle cose che ormai non usi più, non funzionano più, o che non ti piacciono più. Inutile imballare oggetti che non hanno più niente a che fare con te, nella tua casa tutta nuova tieni solo quello che ha importanza!

 

  • Utilizza scatoloni robusti, facendo attenzione che non risultino troppo pesanti da sollevare e ricorda sempre di segnare cosa c’è all’interno. Meglio sempre suddividere per stanza e per categoria (es. libri-cameretta bimbo), così ricollocare gli oggetti nel loro spazio corretto sarà molto più immediato.

 

  • Contrassegna ogni scatolone con un colore che corrisponde alla stanza di riferimento (es: scatolone contrassegnato con colore rosso corrisponde alla cucina). Al momento debito, così, saprai subito quale scatolone andrà nella tal stanza e farai meno fatica a risistemare tutto.

 

  • Ricopri e imballa anche mobili, quadri, lampade: minori rischi, minori pensieri.

 

  • Le operazioni di imballaggio richiedono tempo e perizia: se la tua vita è frenetica o tutto questo ti sembra una montagna da scalare, BoxUp mette a disposizione materiali professionali e può consigliarti i professionisti migliori che ti supportino passo per passo.

 

  • Stiva i tuoi scatoloni ottimizzando al meglio lo spazio, impilandoli con cura e facendo attenzione a lasciare sempre esposta le indicazioni del contenuto.

 

BoxUp deposito , a Sesto San Giovanni (Mi), è il deposito che accoglie i tuoi mobili e i tuoi oggetti per il tempo necessario, garantendoti sicurezza e tutta l’assistenza di cui hai bisogno.

A te non resterà poi che goderti la tua casa ristrutturata 😉



Cover photo by Jesse Ramirez on Unsplash





Stai con me, a Casa Poetica?

Iscriviti alla newsletter per riscoprire i processi di consapevolezza del riordino e del decluttering, sempre con una punta di ironia e friccicore (mica Freud, eh!). Ricevi subito il mio regalo di benvenuto, il codice sconto -10% che puoi usare sulle consulenze online.





L’articolo Un deposito per le tue cose di casa proviene da Casa Poetica.

28 Settembre 2022 / / La Gatta Sul Tetto

Milano è il cuore economico dell’Italia e non è un caso che moltissime persone si trasferiscano qui proprio alla ricerca di nuove opportunità lavorative. D’altronde, Milano è anche la capitale della moda, la città del design e della finanza, dove hanno sede numerose aziende d’internazionale.

Milano

Soprattutto dopo l’Expo 2015, Milano ha conosciuto un vero e proprio boom tanto da raggiungere quota 3,2 milioni di abitanti, diventando così la sesta città europea più popolosa. Tuttavia, trovare casa a Milano può essere molto difficile

Bisogna, inoltre, considerare che andare a vivere a Milano è un cambiamento importante, anche per quanto riguarda lo stile di vita.

Cercare casa o stanze in affitto sui portali giusti

La prima cosa da fare se si vuole cercare casa a Milano è dare uno sguardo sui portali di annunci. Infatti, qui, si trovano molte case e anche stanze in affitto. Ovviamente, ci si può rivolgere anche a delle agenzie immobiliari, ma bisogna mettere in conto che i costi da sostenere sono sicuramente elevati, mentre se si ha un budget più ristretto, una buona soluzione è appunto consultare un sito per trovare delle stanze a Milano, una soluzione tipica degli studenti, ma preferita anche dai lavoratori, soprattutto se si è alla prima esperienza.

Quali sono le zone migliori per prendere casa a Milano

Ci sono alcune zone di Milano che sono decisamente convenienti: ovviamente, è bene valutare anche la distanza della casa dalla sede di lavoro. Un quartiere trendy, dove si trovano alcuni appartamenti in affitto a prezzi convenienti, èChinaTown, dove la strada più conosciuta è via Paolo Sarpi. Si tratta di una zona vicina a Porta Nuova e al Parco Sempione, piena di negozi. Un altro quartiere moderno è quello della Bicocca che si sviluppa vicino all’Arcimboldi e che offre prezzi decisamente più a buon mercato. Anche se non è una delle zone più centrali, è comunque una zona ben servita dai mezzi pubblici.

Se si viaggia spesso per lavoro o per rientrare nella propria città, allora può essere utile scegliere una casa nella zona Centrale. Qui, infatti, c’è la stazione e due linee della metro e, quindi, ci sono numerosi collegamenti per raggiungere vari punti sia in città che nelle altre regioni.

Sebbene la zona della stazione Centrale non sia tanto apprezzata perché è considerata un quartiere di passaggio, tanto che nel week end è letteralmente vuota, si tratta di un’area interessata da una grande operazione di riqualificazione e in cui si stanno aprendo numerosi uffici e spazi per il co-working.

Calcolare i costi per vivere bene a Milano

Prima di partire per Milano è bene cercare di calcolare con una certa accuratezza quanto costano gli affitti per una casa o una stanza. Ovviamente, molto dipenderà dalla posizione, dalla metratura e dalle condizioni dell’immobile.

Ad esempio, una stanza per studenti universitari ha un prezzo che va dai 300 ai 650 euro al mese, mentre un appartamento che dista qualche fermata della metro da Piazza Duomo ha un costo che va dagli 800 ai 1.100 euro al mese. Il prezzo può essere ancora maggiore se ci si avvicina al centro mentre si può risparmiare qualcosa se si cerca un appartamento situato in periferia. Ovviamente, se ci si allontana dalla zona centrale della città si risparmierà sull’alloggio, ma bisognerà organizzarsi al meglio con i trasporti pubblici, sia per andare al lavoro, sia per sbrigare le faccende quotidiane o per godersi il tempo libero. Scegliere una stanza in appartamento in condivisione consente un buon risparmio, ma se si desidera la privacy è meglio optare per altre soluzioni.