27 Maggio 2020 / / Blog Arredamento

La quarantena imposta dal Coronavirus ha risvegliato nuove esigenze negli italiani che si sono dati allo shopping di elettrodomestici.
Italiani: gente che si riesce a reinventare e adattare a qualunque circostanza. Per questo, anche durante questo lockdown non si sono buttati giù, ma hanno resistito. In che modo? Non si poteva uscire, non si potevano incontrare familiari e amici, che fare? C’era chi cantava dai balconi, chi dipingeva arcobaleni con la scritta “andrà tutto bene” e chi, mano al pc, comprava elettrodomestici. Secondo i dati diffusi da Idealo (portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa) gli italiani non riescono a rinunciare ai propri hobby, anzi, ne inventano dei nuovi, investendo sempre nelle passioni.

Photo by JESHOOTS.COM on Unsplash

Le ricerche online degli italiani in quarantena

Cosa hanno cercato gli italiani per passare il tempo? nel corso dell’ultimo mese sono aumentate del +488,9% le ricerche online di articoli per la cura delle piante, ma anche di macchine da cucire (+316,0%), articoli per la cucina (+223,0%), eBook-reader (+203,8%), prodotti di food e beverage (+125,3%) e giochi e prodotti per l’infanzia (+69,8%).

Quali sono gli elettrodomestici preferiti?

Ovviamente, non tutti hanno deciso di sostituire il proprio forno o frigorifero: sono elettrodomestici costosi, ingombranti e difficili da smaltire durante una reclusione forzata. Quindi, per la maggiore sono andati i piccoli elettrodomestici, in particolare quelli inerenti alla cucina – è noto a tutti che il virus ha risvegliato l’animo chef di ognuno di noi! Mentre sugli scaffali ogni grammo di lievito di birra è esaurito, gli italiani acquistavano macchine per il pane, gelatiere, bilance e robot da cucina, ma anche piastre per cialde e sandwich, affettatrici, mini forni, mixer e frullatori.

Attenzione alle riparazioni fai da te

Ovviamente, all’aumento degli elettrodomestici in casa, aumenta anche la probabilità di guasti che ci potrebbero essere. Troppe volte, però, abbiamo pensato di poter riparare da soli la lavatrice, il forno o il tostapane, risultato? L’abbiamo cestinato perchè il danno fatto da noi superava di gran lunga il malfunzionamento. Per questo è importante rivolgersi a chi si è specializzato nel settore per farne il suo mestiere, ad esempio potremmo rivolgerci al servizio assistenza elettrodomestici offerto da SulSicuro, per non sbagliare e non dover rimettere mano diverse volte al nostro elettrodomestico.

Cosa ci interessa oltre la cucina

Una nuova attenzione è andata anche ai videogame e alle console di gioco, ma anche ai droni e accessori vari, utilizzati in particolare per fotografare per ricordare sempre le città vuote, i monumenti e luoghi di interesse deserti. Con le scuole chiuse e tutti i bimbi a casa, il nostro focus è andato spesso su giocattoli – sia da utilizzare in casa che in giardino – e prodotti per l’infanzia di vario genere. Non tutti hanno bambini! Sono molte le coppie che hanno trascorso la quarantena come un lungo viaggio di nozze, aumentando del 5% circa la ricerca di sextoys e protezione. Chissà cosa accadrà nel momento in cui si tornerà alla normalità, se continueremo ad “amarci”, ad avere tante attenzioni per i più piccoli o se continueremo a cucinare in maniera compulsiva come se ci stessimo preparando ancora per una finalissima di Masterchef!

27 Maggio 2020 / / Clever

Che siano i tuoi o quelli dei tuoi figli, ospitare gli amici a casa crea sempre un po’ di aspettative. Ci si sente in dovere di mettere a soqquadro l’appartamento, darsi alle pulizie di primavera anche se è autunno inoltrato, organizzare gli spazi comuni e, nel migliore dei casi, ricavare dalla stanza in più un’accogliente camera per gli ospiti.

Nel migliore dei casi, appunto, perché spesso – anzi, spessissimo – la casa è piccola e quel locale aggiuntivo non esiste.

Da bravi padroni di casa, le pensiamo proprio tutte: mettiamo a disposizione il divano, corriamo ad acquistare un materasso gonfiabile, riesumiamo una sgangherata brandina pieghevole da posizionare nella camera dei ragazzi… le idee ci sono, ma in termini di comodità il risultato non è poi così esaltante.

A tutto questo, però, c’è una soluzione: i letti a scomparsa, che da perfetti arredi trasformabili e salvaspazio permettono di organizzare un comodo posto letto supplementare (tutt’altro che d’emergenza) nello studio, in soggiorno o nella cameretta.

I letti richiudibili

Iniziamo con un grande classico: i letti ribaltabili.

Preceduti dalla fama che li rende indiscussi campioni del salvaspazio, i letti a ribalta non hanno bisogno di grandi presentazioni.

Come dice il nome, questi letti si aprono e si chiudono a parete grazie ad un meccanismo di abbassamento che determina la posizione della rete, fino alla completa sistemazione a terra.

Letto matrimoniale a scomparsa verticale Shin

Piacciono perché sono moderni, discreti, funzionali e comodissimi: i migliori letti a muro integrano materassi alti 18 cm, lo spessore adatto per un sonno riposante e rigenerante (leggasi: nessun ospite, al suo risveglio, lamenterà un insopportabile mal di schiena).

Quanto a misure e dimensioni, i letti con ribalta si declinano in tutti i formati. Anche se il letto singolo ribaltabile resta il salvaspazio per eccellenza, non è più così raro imbattersi in queste varianti:

Per i modelli, invece, si ha solo l’imbarazzo della scelta:

– Letto a ribalta verticale

Così chiamato perché l’apertura del letto avviene sul lato più lungo, quello perpendicolare al pavimento.

Letto doppio a scomparsa Shin

DA SCEGLIERE SE: hai la possibilità di sfruttare una stanza della casa per accogliere gli amici.

– Letto a ribalta orizzontale.

Detto anche letto vagone o ad apertura laterale, il letto è caratterizzato dal sistema di apertura parallelo al pavimento (la rotazione del materasso segue il lato più corto).

Letto singolo a scomparsa verticale Nikai

DA SCEGLIERE SE: vuoi allestire la stanza degli ospiti in una camera dalla profondità ridotta.

– Letto a ribalta con divano

A tutti gli effetti, si tratta di un letto a scomparsa verticale. L’eccezione la fa il divano che, solidale con la struttura, si nasconde sotto il materasso quando la ribalta è complementamente aperta.

Letto matrimoniale con divano integrato Nobu

DA SCEGLIERE SE: la casa non è poi così grande ma il salotto è il luogo perfetto per organizzare un posto letto in più.

– Letto a castello ribaltabile

Il paese dei balocchi delle camerette piccole, delle stanze condivise e delle case per le vacanze. Nei modelli più avanzati, i piani di riposo sono separati e indipendenti.

In altre parole, ciascuno dei letti singoli girevoli può essere aperto e richiuso in totale autonomia, per semplice ribaltamento orizzontale del materasso.

Letto a castello a scomparsa orizzontale Nikai Up

DA SCEGLIERE SE: i tuoi figli hanno un debole per i pigiama party e hai bisogno di una soluzione salvaspazio a prova di camera dei ragazzi.

I letti incorporati

Continuiamo con un altro must have: i letti incorporati.

Più nello specifico, si tratta di tutti quei letti incorporati in un armadio – o per meglio dire in un mobile che ha le sembianze di un guardaroba.

Letto a scomparsa con divano integrato Nobu

Sono letti nascosti che riscuotono un certo successo nei monolocali, nei bilocali e in tutte quelle case piccolissime dove lo spazio non è mai abbastanza.

Piacciono per il loro design, moderno e curato nei minimi dettagli, e per l’idea che sta alla base della loro realizzazione: pensati per gli ambienti ridotti, fanno del multiuso (per non dire del multitasking) il loro cavallo di battaglia.

Ecco i modelli più originali:

– Letti con guardaroba

Abbiamo detto che i letti incorporati nell’armadio hanno le sembianze di un guardaroba. Ci sbagliavamo: alcuni sono veri letti con guardaroba. Sotto, un letto singolo nascosto, sopra, un contenitore chiuso da ante scorrevoli dove sistemare i completi, il cambio di stagione e gli abiti delle grandi occasioni.

Mobile letto con armadio Hiro

Mobile letto con guardaroba Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi un arredo multifunzionale che, allo stesso tempo, accontenti te che i tuoi ospiti.

– Armadi con letti e TV

Non un’evoluzione del modello precedente, bensì una modernissima variante. In questo letto a scomparsa, non è il materasso a rubare la scena, bensì il televisore.

Se il vano rete rispetta i dettami dei letti ribaltabili e resta ben celato nella struttura, lo schermo è sempre visibile ed utilizzabile. Simile ad una parete attrezzata, si mimetizza alla perfezione in un piccolo soggiorno.

Letto a scomparsa con TV Nikai

Letto con tv incorporata Nikai

DA SCEGLIERE SE: l’idea è quella di trasformare il soggiorno in una camera da letto per gli ospiti senza rivoluzionare l’aspetto della casa.

– Letti a scomparsa con tavolo

Maestri di trasformismo, i letti richiudibili non hanno solo… il letto. Ricordiamoci che nascono come arredi salvaspazio, e come tali hanno il dovere di adempiere al loro compito principale: far risparmiare preziosi centimetri offrendo, in cambio, soluzioni funzionali e adatte alla vita di tutti i giorni.

Ne è la prova questo letto a scomparsa con tavolo basculante, da usare sia di giorno che di notte.

Armadio con letto integrato Ima

Letto e armadio insieme Ima

DA SCEGLIERE SE: anche il letto per gli ospiti diventa un’occasione per inserire in soggiorno un mobile 2 in 1.

– Letto con scrivania incorporata

Simile ai modelli a scomparsa con tavolo, i letti ribaltabili con scrivania ne sfruttano la tecnologia per offrire un piano di lavoro dove studiare, leggere o scrivere.

Letto abbattibile e scrittoio integrato funzionano come due elementi distinti: per trasformare la scrivania in letto è sufficiente sganciare il meccanismo di sicurezza, azionare la ribalta e… voilà, il gioco è fatto.

Letto singolo abbattibile Hiro

Letto e scrivania insieme Hiro

DA SCEGLIERE SE: cerchi una soluzione per trasformare lo studio nella camera degli ospiti e viceversa.

I letti estraibili

Finiamo con un evergreen: i letti scorrevoli.

Chiamati anche impilabili, a scorrimento o a cassetto, i letti estraibili non sono altro che l’incarnazione più autentica dei letti supplementari da cameretta.

Un pensiero un po’ filosofico, forse, ma il succo della questione è questo: se cerchi un letto aggiuntivo per ospitare gli amici dei bambini, un modello scorrevole potrebbe essere la soluzione migliore.

Lettino singolo estraibile Lobby

Sono letti salvaspazio belli e pratici, migliorano l’organizzazione delle camerette condivise e funzionano alla perfezione come letti pop-up nella camera degli ospiti. Ma il vero segreto del loro successo è un altro: la semplicità di utilizzo.

Per usare il letto inferiore, ovvero quello estraibile, basta tirare verso di sé la rete supplementare nascosta nel sottoletto. La movimentazione del materasso avviene rapidamente e senza sforzo: i modelli più moderni sono dotati di lettini aggiuntivi con ruote che ne agevolano lo spostamento.

A conti fatti, quindi, dire che i letti sovrapposti siano “facili da aprire” sembra quasi riduttivo, no?

S.O.S. Sleepover. Ovvero, dove far dormire gli amici di tuo figlio durante un pigiama party:

– Letto doppio estraibile

La soluzione perfetta per le camere condivise tra due fratelli o sorelle, adattabile anche a situazioni dove l’ospitalità è d’obbligo. Due letti in uno, un singolo che si trasforma doppio grazie ai materassi sovrapposti che riducono al minimo l’ingombro.

Letto estraibile per cameretta per due Lobby

DA SCEGLIERE SE: per la tua bambina, ogni fine settimana è buono per invitare a casa la sua amica del cuore.

– Letto triplo estraibile

Con tre letti in uno, la posta in gioco si alza. Questo letto triplo a scomparsa funziona come le matrioske, con la differenza che la dimensione dei materassi non rimpicciolisce ma resta sempre la stessa (80/90 x 195 cm circa). Il letto alto è fisso, gli altri sono mobili e dotati di rotelle.

Letto con tre letti scorrevoli Lobby

DA SCEGLIERE SE: pensi che i letti aggiuntivi non bastino mai, soprattutto in occasione del Natale o delle feste comandate.

I pouf letto

Discreti, multifunzione, geniali: i pouf trasformabili meritano un’attenzione particolare. Entrano di diritto nel palmares delle migliori soluzioni per ospitare gli ospiti a casa, e lo fanno con ottime motivazioni.

Pouf che diventa letto

Innanzitutto, le dimensioni: i pouf letto sono piccoli e compatti, motivo per cui possono essere inseriti in qualsiasi ambiente, dal soggiorno allo studio. L’ingombro massimo è quello del piano di riposo, che nel modello di pouf futon coincide con la grandezza del materasso.

Seguono comodità e praticità: dimentica le brandine da campeggio e i materassini gonfiabili. Esistono anche i pouf letto comodi! Né troppo morbidi, né troppo rigidi, i poggiapiedi trasformabili di ultima generazione offrono materassi alti e spessi, su cui gli ospiti potranno dormire serenamente.

Pouf trasformabile in letto

Ora l’aspetto pratico: alcuni pouf apribili sono pronti all’uso. Privi di rete e doghe, prima dell’utilizzo richiedono solamente il rovesciamento della struttura imbottita. Hai cambiato idea e vuoi allestire la stanzetta degli ospiti in un angolo diverso della casa? Nessun problema: i pouf letto sono anche trasportabili.

E per finire, la funzionalità. Anzi, la multifunzionalità. I letti richiudibili a pouf non svolgono solo la funzione di piano di riposo d’emergenza. In base alle esigenze, diventano seduta aggiuntiva, piano d’appoggio, tavolino, poggiapiedi e complemento d’arredo.

Pouf apribile e richiudibile

Oltre che letto per gli ospiti, ovviamente.

– Pouf letto pieghevole

Di pouf letti singoli, ne esistono a centinaia. Te ne presentiamo uno: il pouf cubo trasformabile. Non ha rete elettrosaldata né doghe in legno, bensì un comodo materasso singolo alto più di 22 cm. Degna di nota, l’apertura a libro del cuscino superiore.

Pouf letto singolo

Pouf letto pieghevole

DA SCEGLIERE SE: ti sei appena trasferito, abiti in una casa piccola o piccolissima ma non vuoi rinunciare alla compagnia dei tuoi più cari amici.

Da non perdere:

Clicca qui per chiedere un progetto personalizzato dal rivenditore Clever più vicino a te.

26 Maggio 2020 / / Dettagli Home Decor

Giardini, balconi e terrazze sono diventati luoghi dove godersi appieno la vita all’aria aperta, per questo quando li arrediamo meritano la stessa attenzione degli spazi interni. 

L’arredo giardino, che ha raggiunto nuovi traguardi in termini di prestazioni e durata, rappresenta il connubio perfetto tra eleganza e comfort. La sfida consiste nell’organizzare lo spazio e scegliere l’arredamento che più si adatta al proprio stile e alle diverse esigenze.

Come creare la tua oasi di relax in giardino

Per definire la zona conversazione basta inserire un divanetto, due poltrone e un tavolino basso. In questo spazio puoi aggiungere un tappeto da esterno per completare il look, e una bella lampada per illuminare il tuo angolo conversazione durante le ore serali.

Con la bella stagione non può mancare sin giardino una zona pranzo. Protagonisti di questo spazio sono il tavolo e le sedie da scegliere partendo dalle dimensioni. Tieni in considerazione che per muoversi agevolmente intorno al piano occorrono almeno 80 cm e che i tavoli rotondi sono quelli più versatili. Per quanto riguarda le sedie il consiglio è di privilegiare modelli leggeri e in armonia con lo stile del tavolo. La zona pranzo deve essere riparata dal sole, per questo non dimenticare di abbinare un ombrellone. Come per la zona conversazione, anche in questo caso il consiglio è di completare il look con un pratico tappeto.

Se lo spazio in giardino lo permette, aggiungi anche qualche pouf che funga da seduta extra.

Giardini, balconi e terrazze vanno sempre arredati armonizzando stili, colori e materiali. Le tonalità neutre sono sempre una scelta elegante, inoltre si adattano facilmente a qualsiasi contesto e stile. Di seguito la nostra selezione!

Arredo giardino: gli indispensabili per rilassarsi all’aperto

arredo esterno

 

L’outdoor contemporaneo ha una nuova protagonista, la lampada Milk di Ethimo, un ‘oggetto’ che si fa notare per la sua forma ironica e curiosa ed è capace di animare gli spazi en plein air con piacevoli giochi di luce.

Materiale grezzo e semplicità naturale…il tappeto in juta di Bloomingville crea un ambiente gradevole e leggermente esotico, ideale per rilassarsi e godersi la vita, lontano dalla frenesia del quotidiano

Knit, la collezione nata dalla collaborazione con Patrick Norguet nel 2015 e diventata una vera icona di stile tra le proposte outdoor di Ethimo. Un comodo divano e un’avvolgente poltrona caratterizzati dall’unione tra il teak, naturale o decapato, della struttura con la corda intrecciata della seduta. Le ampie proporzioni del divano e della poltrona lounge danno vita a un vero e proprio salotto en plein air, assicurando una perfetta ergonomia.

Di Royal Botania l’ombrellone della collezione Shady, realizzato in legno di teak e disponibile in 8 varianti di colore.

Un inedito tavolo rotondo, realizzato con piano in teak naturale o decapato e struttura in metallo, va ad ampliare l’elegante collezione Swing di Ethimo, per offrire una nuova soluzione di comfort a tavola.

Il marmo diventa sasso in un gioco di proporzioni stranianti dando vita a Lapis – sasso -, un sistema di sedute e coffee table per outdoor e indoor, realizzato in marmo Statuario alleggerito di SA.GE.VAN. Marmi che rievoca fedelmente le forme naturali dei sassi. Essenziale e funzionale, Lapis è ideale per gli spazi outdoor, la collezione infatti permette di disegnare oasi di privacy o di convivialità di grande personalità fondendosi con il paesaggio.

Infine, ecco il tappeto ecologico Way Rug di Ferm Living realizzato a partire da 292 bottiglie di plastica riciclata! Altamente resistente, questo tappeto può essere utilizzato all’esterno. Il poliestere riciclato è tessuto a mano da artigiani, conferendo a questo tappeto un’alta qualità e una bella trama. Il modello classico dai toni estivi è caratterizzato da un dettaglio originale: le frange asimmetriche che delimitano due dei suoi lati.

L’articolo Arredo giardino. Gli indispensabili per creare la tua oasi di relax proviene da Dettagli Home Decor.